Bierhoff

Oliver Bierhoff, nato a Karlsruhe il 5 gennaio 1968, è un calciatore che ho ammirato per la sua cultura e intelligenza, come altri tedeschi, tipo Hansi Muller e soprattutto Jurgen Klinsmann: mosche bianche nell’ignorante mondo del calcio. Bierhoff, preso dall’Inter di Pellegrini in cambio-merce per un appalto di mense aziendali, non è nato campione ma lo è diventato nel nostro campionato, arrivando a vincere una classifica dei cannonieri con l’Udinese (27 reti), ma soprattutto uno scudetto con il Milan e l’Europeo 1996 in una memorabile finale con la Repubblica Ceca, 2-1 in cui realizzò la doppietta della vita e della vittoria.
Foto scattata il 3 marzo 2002 a San Siro prima di Milan-Inter 0-1, gol di Vieri

Lascia una risposta

Le 4 regole del commentario:
1. Siate educati: i commenti ad personam saranno ignorati
2. Scrivete in italiano, il congiuntivo non è una malattia degli occhi!
3. Non è una chat: se volete conversare tra voi, io che ci sto a fare?
4. La lunghezza del commento non può superare i 500 caratteri (spazi compresi)
Viva l’Inter!


*

 caratteri disponibili