5C: Roma-Inter 1-0

Non ha giocato male l’Inter a Roma, dove Benitez ha rimediato la prima sconfitta nel campionato italiano, perdendovi di misura, come Mourinho nella scorsa stagione. Più di allora, sono stati però i nerazzurri a fare la gara, soprattutto nel primo tempo avendo però il torto di non capitalizzare le occasioni create. Gli alti e bassi di Milito in questo periodo non mi sorprendono, anche se è uscito per problemi fisici, mentre Eto’o stavolta è stato più impreciso del solito. Tra i migliori ancora Dejan Stankovic, che ci ha provato spesso da lontano colpendo anche una traversa. La Roma ha reagito nella parte centrale della ripresa, quando Borriello non ha agganciato un pallone a pochi passi da Julio Cesar, distratto nel regalare agli avversari una punizione a due in area, sprecata dallo spento Totti. La beffa si è avuta nell’extratime, con la gara sembrava ormai indirizzata sullo 0-0  e con De Rossi che ha messo al centro il pallone che il subentrato Vucinic, rubando il tempo a Lucio e Maicon, ha inzuccato in rete. E’ una sconfitta che ci può stare per la qualità dell’avversario, che solo qualche mese fa contendeva all’Inter scudetto e Coppa Italia e la cui classifica resta certamente bugiarda. Ma se perdere a Roma non è un dramma, il gol subito a tempo scaduto  impone comunque alla difesa maggior attenzione nelle prossime partite. L’Inter ha confermato in ogni caso di essere la squadra che gioca il miglior calcio e come non mi sono esaltato per le tre vittorie consecutive con Udinese, Palermo e Bari, così non mi preoccupo certo ora: siamo ancora a settembre, tutti devono e possono migliorare, a cominciare proprio dall’Inter. L’esagerata apprensione per la direzione di Morganti non ha trovato conferme. A chi farà notare le mancate espulsioni di Chivu e di Menez, il contatto tra Lucio e Borriello meritevole di una punizione a due in area nerazzurra e  il fallo su Sneijder nell’azione del gol della Roma, rispondo che vorrei tutti i nostri arbitri dirigessero come Morganti stasera. Da segnalare il nervosismo di Chivu che nel primo tempo ha perso le staffe chiedendo a Benitez maggiore protezione dai compagni su quella fascia sinistra che presidia da mesi in un ruolo non suo. Il romeno, poi accontentato nella ripresa con l’ingresso di Muntari, deve pazientare ancora un po’: Santon, che ha saltato la preparazione, è quasi pronto, ma non al punto di reggere il ritmo di partite come questa. Ora, niente drammi e sotto prima con il Werder in Champions e poi con la Juventus domenica prossima a San Siro per la 6.a giornata di campionato, quella in cui l’anno scorso si perse a Genova con la Sampdoria. Battendo la Juve l’Inter sarebbe di nuovo nella tabella di marcia di un anno fa con 13 punti dopo 6 partite.

78 Commenti su 5C: Roma-Inter 1-0

  1. pasquale somenzi // 26 settembre 2010 a 02:07 // Rispondi

    E’ diventata un’ abitudine perdere la prima gara di campionato alla fine di settembre:
    28/09/2008 Milan-Inter 1-0
    26/09/2009 SaMp-Inter 1-0
    25/09/2010 Roma-Inter 1-0
    Questa sconfitta mi permette di darti un consiglio per guadagnare qualche soldo
    scommettendo sulle prossime gare di A e B.
    Infatti quest’anno c’e ‘ una regola tale per cui quando una squadra vince 4-0
    se e’ di serie A perde la successiva, se invece e’ si serie B pareggia la successiva.
    Ecco la dimostrazione:
    Milan batte Lecce 4-0 poi perde a Cesena
    Juventus batte Udinese 4-0 poi perde con il Palermo
    Inter batte Bari 4-0 poi perde con la Roma
    Sassuolo batte Livorno 4-0 poi pareggia con il Grosseto
    Padova batte Reggina 4-0 poi pareggia con la Triestina
    Reggina batte 4-0 il Modena poi pareggia con l’Atalanta
    La squadra piu’ furba e’ stato il Cagliari che capìta l’antifona, anziche’
    battere la Roma 4-0 l’ha battuta 5-1 cosi’ ha pareggiato a Bari
    Premesso che e’ piu’ importante il risultato a maggio che a gennaio, vorrei
    sottolineare come Roberto Mancini sia stato il miglior allenatore nei gironi
    di andata infatti in 4 stagioni che ha allenato l’Inter ben 3 volte ha chiuso
    il girone d’andata imbattuto ed anche Benitez non potra’ fare meglio.
    Quindi caro Gian Luca adesso tieni d’occhio il prossimo 4-0…
    Mi spiace solo di non avertelo detto ieri perche’ avresti potuto
    azzeccare Atalanta-Reggina X e Roma-Inter 1.
    Ciao. Pasquale.

    • Porca miseria, in tal caso mi sarei giocato il solito milione di euro! Peccato sarà per la prossima!
      GLR

    • Luca Sibenik // 26 settembre 2010 a 10:44 // Rispondi

      Somenzi, ma quando te la spari una bella sfida col Polpo Paul???

    • Franco Montorsi // 28 settembre 2010 a 08:38 // Rispondi

      E’ verissimo. Vorrei che faceste una ricerca sull’Inter e vedrete che quando la “beneamata” segna 4 gols le successive 2 partite non segna mai più di un gol (ciò e valido nel 95% dei casi).
      Certo se già i giocatori cominciano a fare casino vedi CHIVU (che non riesce a fermare mai un’avversario se non con un fallo) e Benitez non sa farsi rispettare saranno guai.
      Milito: diffidate sempre dei giocatori che si affermano vicino ai 30 anni durano max un paio d’anni vedi Toni, Protti etc.
      Centrocampo dell’INTER vecchio e logoro (quest’anno non segna nessuno) e con giovani incapaci.
      Santon. se uno a ventanni ci mette un anno per risolvere un’operazione di menisco vuol dire che fsiicamente e meglio che faccia l’impiegato comunale. Inoltre a scarsa personalità, fa solo passeggini laterali e l’anno scorso (le poche partite che ha fatto) fu causa di diversi gols presi
      Franco

      • pasquale somenzi // 28 settembre 2010 a 13:22 // Rispondi

        Ti consiglio di rileggere meglio i risultati della scorsa stagione:
        per non dilungarmi ti riporto gli unici 2 esempi dell’anno solare 2010
        Inter- Chievo 4-3 seguito da Siena-Inter 0-1 (ma forse preferivi 2-2)
        e Inter-Bayern 2-0
        Inter-Siena 4-3 seguito da Bari-Inter 2-2 Inter-Milan 2-0 Inter-Juventus 2-1
        e Inter-Cagliari 3-0
        e non mi sembra neanche che dopo Milan-Inter 0-4 Genoa-Inter 0-5 e
        Inter-Palermo 5-3 l’Inter abbia segnato solo un gol, ma ripeto, non voglio
        dilungarmi.
        pasquale.

  2. Andrea V. Ft.Lauderdale // 26 settembre 2010 a 05:42 // Rispondi

    E’ solo UNA partita. L’anno scorso abbiamo perso contro la Juve e abbiamo visto com’e’ finita la stagione. Non dico che vinciamo un altro triplete ma a volte queste sconfitte servono.
    Saluti da Florida
    Forza Inter.

  3. L?inter gioca bene, ma manca un po’ di carica agonistica e di una punta di peso in panca, comunque vedendo le rivali sono relativamente tranquillo, sentendo la propaganda dovevano avere 15 punti invece stanno dietro da anni e giocano da pena.

  4. Squadra inspiegabilmente lenta e fiacca specie nel secondo tempo, ad un certo punto sembrava che giocassimo proprio per lo 0-0.
    Mi ha impressionato Cambiasso nell’ ultimo quarto d’ora : camminava e non riusciva neanche a stoppare palloni semplici !
    Ho rivisto un po la squadra di montecarlo , nella sfida contro l’ Atletico.
    Chivu si lamenta e sbraita alla panchina , ma se gioca Santon come tutti ci auguriamo , lui diventa la prima riserva di Lucio e potrebbe stare in panca per molto tempo….
    Ottimi Cordoba e Stankovic , maluccio Sneijder e Milito.
    Purtroppo Benitez , quando deve sostituire una punta , ha Coutinho o Biabany , giocatori ancora acerbi per l’ inter e sopratutto sottopeso. Ovvio che Mario era un ‘altra cosa…..
    Quando però vede un mostro sacro (Cambiasso) decisamente “fuso” , deve avere il coraggio di cambiarlo , altrimenti si gioca in 10 !!
    La Roma , segnando al 92° , ha avuto una compensazione di fortuna dopo tutta la sfiga avuta nelle precedenti 4 gare….ci sta !! comunque bravissimo Vucinic
    Siamo comunque ancora primi (tra le 4 pretendenti allo scudetto) dopo 5 gare , 3 in trasferta e unici ad aver già giocato uno scontro diretto (in trasferta).

    Ciao

  5. vincenzo asta // 26 settembre 2010 a 07:34 // Rispondi

    Ciao Gianluca, sconfitta immeritata secondo me ma il calcio ci piace anche per questo. Mi e’ piaciuto l’atteggiamento dei ragazzi e del mister nelle interviste del dopo partita dove tutti hanno preso atto che la responsabilita’ e’ loro e si sono proiettati verso la prossima. Poi che dire del cuchu, parla gia’ come allenatore dell’inter. Buona domenica a tutti.

  6. Gianni Ghilardi // 26 settembre 2010 a 08:15 // Rispondi

    è la prima volta che non mi sento a terra per una sconfitta. non sò cosa abbiano visto gli altri ma a me è parso che abbiamo giocato bene, e per alcuni tratti di gara anche parecchio !!!
    Poi , in tutta onestà, Vucinic ha fatto pure un gran gol……!
    con tutti questi impegni ravvicinati non è facile, ma siamo li’ !!!!!
    forza e coraggio, sotto col Werder ora !!!!!!!!!!!!!
    cheers,G.

  7. Vero, si è perso di misura e a tempo scaduto, può accadere. Abbiamo sicuramente tenuto bene il campo ma senza la giusta determinazione dalla trequarti in su in una gara cmq dai ritmi bassi e il pressing non certo anfissiante. La Roma non ha fatto meglio e come l’anno scorso ha avuto fortuna nell’episodio decisivo (cross di De Rossi deviato dal nostro -mi sembra Cordoba- per Vucinic). Squadra troppo lunga sul campo, o riusciamo a stare più corti e compatti oppure i 4 attaccanti diventano un lusso eccessivo mi sa. Avanti ora con Werder e Juve, partite MOLTO importanti.

  8. marco ferrara // 26 settembre 2010 a 09:10 // Rispondi

    Ciao Gian Luca, ma é possibile che non appena si incomincia ad elogiare la squadra arriva puntualmente un risultato negativo?? Per capirci, dopo tutto quello che la nostra inter ha vinto in questi anni, i ragazzi non devono dimostrare niente, ma alcune volte si ha l’impressione che rendano al meglio sotto-pressione!! Ieri era una partita da poter vincere tranquillamente e alla fine anche per un episodio casuale si é arrivati a perderla, che manchi in alcune circostanze la giusta cattiveria e concetrazione (vedi ad esempio le occasioni sciupate e la leggerezza di julio cesar)!? É in partite come questa poi dove si notano le carenze in panchina, va bene, alcuni giocatori per noi molto importanti sono infortunati, ma se ad esempio la roma i cui undici titolari sono comunque inferiori ai nostri può fare entrare vucinic (poi risultato decisivo) e noi coutinho (bravino ma ancora acerbo) o muntari, la differenza si vede!! Non vogliono essere le solite critiche che cadono puntuali dopo ogni naturale sconfitta (per quanto forti sono sempre uomini mica robot), ma semplici riflessioni!! Ora però guardiamo avanti, pronti per un immediato riscatto già da mercoledì contro il sempre ostico in europa werder (questa si, partita assolutamente da vincere) e poi con la juve, non vorremo far risorgere anche i bianconeri, sarebbe l’ennesimo record, ma questa volta non proprio entusiasmante!! Un abbraccio e….SEMPRE FORZA INTER!! Ciao, Marco

  9. Bruno Foschetti // 26 settembre 2010 a 09:16 // Rispondi

    Ciao GLR.sono daccordo con te al 90%, qualche considerazione che vorrei fare:
    La prima e`che i Giocatori (la maggior parte)si sono guardati un po`allo Specchio,molto
    Narcisismo,dopo i complimenti( meritatissimi) per la vittoria con il Bari, la seconda,e`la giornata poco buona di Snejder e Cambiasso, Chivu che va
    in escandescenze( peraltro giustificate) Benitez che non cerca di vincere, ma mette
    Muntari invece di Biabiany,insomma un insieme di constellazioni non proprio favorevoli.
    Detto questo penso che abbiamo un problema terzino sinistro,che a centocampo forse
    manca un uomo di spinta.Nonostante cio,`resto ottimista perche siamo sempre i piu`forti
    e un passo falso ci puo`stare, basta saper imparare dalle sconfitte.
    Saluti a tutti gli Interisti, B. Foschetti

  10. OK! Si può pure perdere e…peccato non avere giocato quelle martingale…però si metta subito Santon e Chivu in difesa ipotizzando di dare spazio graduale ai giovani visto che per 2 anni ancora, a causa del fair play finanziario pochissimo si potrà spendere!!!Ora sotto col Werder!!!

  11. Quando una grande squadra perde, gli avversari (tifosi) godono come se avessero vinto loro, milanisti (ancora indietro in classifica), romanisti (non ne parliamo), juventini (che te lo dico a fare), scrivono oggi commenti di giubilo manco tutti loro avessero vinto lo scudetto, la coppa italia, la champions; invece cosa è successo, è successo che la capolista ha avuto un piccolo infortunio al 92° e ha perso. Ovvio che non pensavamo di aver già vinto il campionato ma, ai nostri detrattori faccio presente che come il campionato è lungo per noi, lo è anche per le altre. Benitez, sta facendo un lavoro importante che inevitabilmente porterà i suoi frutti. In conclusione se la gioia altrui è provocata dalla nostra sconfitta vuol dire che facciamo veramente tanta ma, tanta paura.
    Saluti e FORZA INTER.

    • Luca Sibenik // 26 settembre 2010 a 10:55 // Rispondi

      Tutto vero sulla costruzione della squadra e la sconfitta ci può anche stare. Morganti buona partita, ma se non ha il coraggio di espellere Menez e il gol nasce da una punizione invertita, mi domando davvero se non abbia subito una certa pressione dai designatori viste le frignate di Miss Sensi.. Sciarpetta e Portoghese lo avrebbero detto chiaro e tondo, il Ciccio è troppo passivo per farlo..

  12. A parte i numeri, ha vinto la squadra che ci ha creduto fino alla fine noi dovevamo essere un pochino più veloci, con i denti affilati e occhi color sangue :-). Rosanna

  13. fabrizio calarco // 26 settembre 2010 a 09:56 // Rispondi

    Quella di ieri è stata una sconfitta immeritata , raramente ho visto l’inter tenere così bene il campo , in difesa non abbiamo mai sofferto segno che se una squadra è tatticamente ben messa allora può reggere anche 4 giocatori offensivi .Con il rientro dei vari Santon Motta e Zanetti non potremo che migliorare

  14. Ciao Gianluca,
    non meritavamo di perdere, ma una sconfitta al 91. con la Roma ci può stare.Il “problema” per me non è la difesa, (il gol di vucinic è stata una prodezza) ma la mancanza di riserve valide in attacco.La differenza purtroppo l’hanno fatto i cambi, la Roma ha messo Vucinic e noi Coutinho.Niente drammi,è vero,perchè facciamo il miglior calcio della serie A, ma non avere più il “balotelli”o il “cruz” di turno che entra a partita in corso non è un aspetto da sottovalutare.

    • E beh, certo quando si perde chi non c’è più ha sempre ragione, anche se è infortunato e non ha ancora giocato una partita intera
      GLR

      • GLR, io infatti mi riferivo alla mancanza di una riserva in attacco,non alla mancanza di Balotelli…non è lamentarsi o piangere dire che una volta venduto andava sostituito con qualcun altro, mi sembra evidente…

        • Per questo sono stati ingaggiati Biabiany e Coutinho e se poi li hanno sopravvalutati potremo dirlo tra due mesi, non ora.
          GLR

          • antonello patarregno // 27 settembre 2010 a 11:24 // Rispondi

            certo, sono stati ingaggiati biabiany e coutinho per sostituire balotelli, bella considerazione ottima analisi, mi piaci quando dici che ci vorranno un paio di mesi per vedere se sono all’altezza di balotelli, si vede che sei un vero intenditore, i miei complimenti per come sai vedere in prospettiva le potenzialita’ dei vari giocatori, io penso che se prendi un barbone qualsiasi da sotto un ponte e gli fai vedere una partita di balotelli e una di biabiany e coutinho, sono convinto che dica pur non intendendosi di calcio , che balotelli e’ piu’ forte di tutti e due messi insieme, ma come dici il tempo dira’ se biabiany si dimostrera’ all’altezza di balo, diamo tempo a biabiany e coutinho, incrociamo le dita e invochiamo la fortuna, ce ne servira’ parecchia

          • Ecco, appunto, GLR…
            Mi (e ti) domando cosa mai aspetti Benitez a dare un “minutaggio” maggiore a Coutinho.
            Lo mette in campo a una decina di minuti dalla fine, e arriva il fischio finale senza che lui abbia avuto il tempo di organizzarsi e di entrare in partita. Lo metta dall’inizio, in modo che possa “capire la partita” vivendola, e si regoli su come lanciare a rete le punte o su come sfruttare eventuali debolezze della difesa avversaria, lui che di classe ha dimostrato di averne parecchia ed è pure bravino nelle conclusioni a rete. Per la mira che hanno dimostrato domenica Eto’o e Cambiasso, peggio non può fare… :-)
            Poi, semmai, lo toglierà… Utilizzato così, Coutinho non serve a nulla. Il Milan non si è fatto tutti questi problemi con Pato. Appena fatti i 18 anni l’ha sbattuto in campo ed è stato ripagato (quando non è rotto) più volte.
            Benitez vinca le sue remore e lanci Coutinho dal 1′, non se ne pentirà. In fondo, non mi pare che con Werder e Juve alle porte e con Milito fuori gioco, possa fare tanto lo schizzinoso. Giusto?
            Un saluto, Roberto

    • Luca Sibenik // 26 settembre 2010 a 10:51 // Rispondi

      Fabiano, hai ragione, manca un cambio per le punte, forse dobbiamo puntare sul recupero del pur modesto Suazo..
      Per il paragone con la Roma, Vucinic è in panchina solo perché quella beccaccia di Ranieri gli preferisce il tronista Borriello e quell’ormai nervoso scaldabagno chiamato Totti..
      Detto questo, sconfitta che ci sta e confermo che l’arbitraggio di Morganti è stato discreto.
      Ciò detto, Benitez è troppo passivo: gol preso da una punizione invertita e Menez ci volevano le palle di mandarlo fuori. Quello con la sciarpetta ed il portoghese lo avrebbero fatto ben notare in conferenza stampa.

  15. Caro Gian Luca Il commento sulla partita è impeccabile, tanto che Chivu dovrà farsene una ragione, perchè il problema è vecchio e non è stato risolto. A noi mancavano Zanetti, Samuel e Thiago Motta, poi c’erano in campo con i cerotti decontratturanti (problemi muscolari) prima Maicon e poi Lucio, loro recuperavano tutti, ed inoltre avevano in campo 5 giocatori che a Brescia non hanno giocato tra cui IL GRAZIATO Burdisso che ha sbrogliato un paio di quasi gol. Inutile piangere sul latte versato, Snejider anzichè protestare sulla punizione invertita avrebbe dovuto piazzarsi davanti al pallone a costo di prendere l’ammonizione invece loro hanno battuto veloci e ci hanno fregato. Peccato, il pari sarebbe stato il risultato più giusto anche se a noi interisti già il pareggio sarebbe andato stretto. Totti ha fatto l’ennesimo fallo di frustrazione manco ammonito, anzi è stato ammonito Pandev!!!!! A parti invertite l’inversione, (scusa il gioco di parole) dei due episodi, Totti e il fallo su Snejider regalato invece alla Roma, come sarebbe stati commentati da tutta la stampa romana, da Rainieri, da Montali, dalla Sora Rosella? Chissà che lamenti!!! In questi frangenti un po’ il Mou mi manca. Va bè speriamo di recuperare almeno Samuel e Zanetti sennò mercoledì col Werder sarà più dura. FORZA INTER!!!!!!

  16. l’inter ieri ha giocato in maniera distratta e quasi svogliata, esempi lampanti in proposito sono l’idiozia di j.cesar, la miriade di appoggi semplici sbagliati quando magari si poteva ripartire con più velocità, il poco movimento fatto dalle punte (milito a palermo aveva fatto una prestazione eccellente in confronto a ieri), e infine la bella statuina maicon che lascia andare vucinic che poi sorprende anche lucio. Nel primo tempo chivu, avrà anche sbagliato nei modi, ma aveva perfettamente ragione a lamentarsi, dato che da quella parte nessuno gli dava una mano contro il duo menez-cassetti. Detto questo, niente di male, ci può stare di perdere a roma, ci può stare di incappare in una serata un po così, dove mi è parso che ai ragazzi tutto sommato il pareggio potesse andare piu che bene.

  17. Come consuetudine storica nerazzurra noi siamo specialisti nel far risorgere i morti. Non è la prima volta che la squadre in crisi incontrano noi e si risollevano salvo poi alla partita dopo ritornare al punto di prima.

    • Questo è vero, e l’anno scorso abbiamo rischiato di pagarla cara. Bisogna però anche ammettere che la colpa non è solo nostra: è fisiologico che chi gioca contro la prima in classifica e squadra più forte in Italia vada sapendo di non aver niente da perdere e con uno stimolo in più (e quanto fa la motivazione nel calcio!), come se vincere una partita con noi riscattasse l’intera situazione in campionato. Come la squadra arrivata nona in Spagna che vince una partita contro i campioni di tutto e si permette di dire “siamo i più forti d’Europa”…

  18. Ciao GLR secondo me l’Inter ieri sera ha giocato bene solo nel primo tempo quando è stata più corta e non ha permesso molto alla Roma a centrocampo (anzi in certi momenti li abbiamo presi proprio a pallate…).
    Nel secondo tempo, invece, la squadra si è allungata troppo per cui sono aumentati gli errori di appoggio da parte di Stankovic (in misura maggiore) e di Cambiasso ed il loro centrocampo soprattutto con Pizarro, è riuscito a metterci in difficoltà.
    Comunque siamo soltanto a Settembre ed è normale avere alti e bassi soprattutto con il cambio di allenatore. Di certo abbiamo qualità sufficiente per confermarci in Italia e provare a toglierci grandi soddisfazioni in Champions (che non vuol dire che riusciremo sicuramente a vincerla di nuovo ma quando fai il massimo, come l’anno scorso, tutto è possibile…).

  19. il fatto è che sto cominciando ad avere il palato fino. sto cominciando ad averlo, perchè per me l’inter a roma non ha giocato bene, non ho visto nè grinta, nè rabbia (ma ultimamente partite di questo genere accadono in concomitanza con partite di champions), ho visto la squadra in un clima di relax assoluto, da “vacanze romane”. Gli zeru punti ci stanno tutti, anche se – e questo giova ricordarlo – sono maturati con un errore inspiegabile sia di morganti, (punizione non data a sneijder) che del quarto uomo (non fatto il cambio di Mariga). per quanto ci riguarda, voglio più occhi della tigre, perchè abbiam dimostrato di essere molto meglio di quelli di ieri sera.

  20. Ciao GLR,a leggere questi post vedo che c’è ancora la tendenza al lamento facile ,a rimpiangere giocatori che non ci sono più,e allenatori che non ci sono più, ma quando cresceremo?

    • Al tifoso medio purtroppo è difficile spiegare certe cose. Lui ragiona solo col risultato e a volte neppure con quello. Per alcuni la critica ad ogni costo è anche una forma di riscatto dal proprio anonimato. L’importante è che cresca la squadra
      GLR

      • sinceramente non mi è piaciuta la partita di sabato e non tanto per il risultato,ma perchè abbiamo subito troppo a centrocampo e perchè facevamo fatica a portare su il pallone fraseggiando.
        la sconfitta per 2-1 dell aprile scorso fu una serie di episodi sfortunati,ma li a mio parere dominammo sul serio(anche se in difesa concedemmo più occasioni dell altro ieri),stavolta non abbiamo dato la stessa impressione di forza nonostante il risultato sia stato simile.in attacco è vero che abbiamo tirato parecchio,ma quasi sempre dalla distanza con deki….secondo me,almeno per il momento,la soluzione migliore sarebbe il ritorno al rombo con un centrocampo più coperto e un etò o riportato definitivamente e stabilmente nel suo ruolo naturale.
        fra l altro pandev non mi pare abbia ne il fisico ne il passo che gli possa permettere di fare stabilmente l esterno quindi….
        spero che maicon e sneijder tornino presto dalla vacanze e che milito si riprenda il suo scettro.
        FORZA INTER

      • franco da udine // 27 settembre 2010 a 10:29 // Rispondi

        Io sto con i Vostri tifosi. Perché avete venduto Bellugi, che dietro stava così bene al posto di Lucio? E perché davanti non c’è più Aldo Serena, dato che un centroboa Vi manca?
        Siamo a -39 dalla salvezza per cui oggi sono più ìlare.

  21. ciao GLR, perché non dire che abbiamo giocato male?
    Ci siamo adeguati al gioco che la Roma voleva fare, abbiamo avuto qualche occasione ma non mi é sembrata una buona serata per 80% della squadra.
    Giriamo pagina e sotto contro il Werder con più convinzione.
    ciao. Aldo

  22. Dopo l’ottima partita con il Bari, la squadra mi è sembrata un pò stanca.
    Bisogna tornare ad essere più incisivi in area di rigore e recuperare in fretta tutti i titolari.
    Resto fiducioso ad oltranza e sotto con il Werder.
    A presto a tutti.
    Suerte Inter

  23. la squadra ha giocato molle e alla fine si ‘e’pagato oltre il dovuto,i riposini e le dormite non sono consentite,anche per chi ha fatto il triplete a certi livelli bisogna dare sempre il 100%.

  24. di sicuro l’Inter ha giocato meglio della Roma, che ha vinto la partita con l’unico tiro in porta ! Noi abbiamo avuto almeno quattro grosse occasioni da gol ed il portiere della Roma è stato il loro miglior giocatore. Julio è stato impegnato solo in due uscite sui piedi degli avversari che lo hanno pure scalciato. Ripartiamo con fiducia. Non mi è piaciuta la sfuriata di Chivu. Dici che l’esterno sinistro di difesa non è il suo ruolo. Dissento, all’Ajax ha sempre giocato in quel ruolo e così anche spesso in nazionale, d’altro canto se vuole giocare può farlo solo lì perchè come centrale è solo in quarta o quinta posizione. In ogni caso anche se avesse avuto ragione, non è ammissibile uno sfogo nei confronti dei compagni ed allenatore come quello di sabato (i media già ci sguazzano). Un po’ di riposo e corse intorno al campo non potranno che fargli bene !

  25. ora voglio vedere in attacco chi gioca-basta che e’to abbia una giornata non buona e non si segna-come piu’ volte da me detto in attacco avremo problemi di organico con tutte le partite da giocare-ma ho la sensazione che quest’anno sara’ rossonero visto che moratti e berlusconi hanno invertito i ruoli tra chi compre e chi vende e sta a guardare-gia’ l’anno passato se non si fossero infortunati nesta e pato avrebbero vinto il campionato figuriamoci ora che noi ci siamo indeboliti loro hanno ibra che tra parentesi gli ha gia’ regalato due punti contro il genoa senza di lui non avrebbero mai segnato

    • Io sono uno che pensa che
      1) essersi sentito dire che la squadra più forte d’Europa non aveva bisogno di rinforzi
      2) vedere Muntari entrare in campo
      siano due eventi contraddittori, ma da qui a sostenere che lo scudetto scorso poteva essere del Milan e quello in corso lo sarà perché con Ibra sono più forti… ce ne passa!!

    • ma cosa stai dicendoooo? cosa stai dicendo? l’anno scorso abbiamo dato 6 pappine al tanto celebrato (da te) milan! l’anno scorso abbiamo dato 12 punti alla squadra piu titolata al mondo. Altro che se non si fossero infortunati pato e nesta. Ma allora te credi davvero alle cavolate che ti propinano il geometra galliani e i suoi seguaci

  26. La sconfitta di Roma è frutto del caso e forse di un po’ di calo di tensione nel finale, ma non è un dramma e soprattutto ricorda molto quella dello scorso anno (sconfitti nonostante 3 pali).
    Resto fiducioso perchè la squadra è forte, Benitez è molto bravo e l’ambiente societario è finalmente in grado di gestire una stagione nel suo complesso e non si basa sul risultato del momento.
    Unica cosa che mi pare di scorgere in questo periodo è un calo della fortuna generale. Lo scorso anno non abbiamo praticamente patito gli infortuni mentre quest’anno gli acciacchi paiono essere superiori.
    L’anno scorso abbiamo vinto tutto anche grazie al fatto di aver quasi sempre avuto a disposizione l’intera rosa e non siamo quasi mai andati in sofferenza. Mi pare invece che già questo giovedì contro il Werder ci si trovi in emergenza (Fuori Milito, Motta, Materazzi, Samuel, Pandev ecc.).
    Saluti

  27. Purtroppo paghiamo qualche infortunio. giocare ogni tre giorni non è facile. occorre recuperare almeno stabilmente motta e santon. su sabato, io con la roma giocherei sempre con un centrocampo numericamente più folto, perchè li soffriamo sempre in quella zona.
    in generale non stiamo bene, qualcuno è nervoso, abbiamo pochi ricambi. io sarei più equilibrato con un 4-4-2 o 4-4-1-1.
    l’anno scorso mou (dopo un anno e mezzo) ha inventato sto modulo a tre punte. ma:
    1. non avevamo più centrocampisti (fuori uso motta e stankovic, muntari impresentabile)
    2. aveva creato un clima da guerra santa e quindi tutti sputavano l’anima ed erano invasati. oggi comprensibilmente non è così.

  28. Gianluca non sono preoccupato della sconfitta in quanto penso che nell’economia di un campionato ci può stare specialmente se succede sul campo della Roma, una squadra che , come hai fatto notare anche tu, ci ha conteso lo scudetto fino all’ultima giornata dello scorso campionato. Ma quello che mi ha lasciato un attimo perplesso è stato notare un certo egoismo in alcuni giocatori quando si intestardivano in soluzioni personali senza senso piuttosto che passare la palla ad un compagno meglio piazzato. Insomma ho la spiacevole sensazione che alcuni giocatori dopo aver alzato la “fama del club” ora pensi alla “fama personale” come se qualcuno ora volesse, come suol dirsi, “riscuotere alla cassa” quanto fatto lo scorso anno. Un’altra cosa che mi lascia alquanto perplesso sono le dichiarazioni di Benitez negli ultimi 3 post partita quando dice dobbiamo migliorare la situazione in difesa ma amico caro se li per questo e continui a dire sempre la solita cosa ? Fallo !
    Ciao

  29. Ciao GLR,
    ho visto la partita contro la Roma, e devo dire che sono abbastanza preoccupato!!
    Non ho visto una bella partita, tantomeno una bella Inter, per niente!!
    Non ho visto belle giocate, non ho visto schemi, non ho visto niente! Anzi mi correggo,
    ho visto una pessima difesa, che ha subito un solo goal per la bravura dei singoli giocatori (discorso a parte per Chivu, non so quanto per colpa sua), e perchè Borrielo calza meno di Ibra!
    Avevamo di fronte una squadra che non aveva vinto UNA partita ufficiale dall’inizio della stagione, che è stata presa a pallonate dal tutti, e contro di noi, quante parate serie ha fatto Lobont??
    Mi sembrava di rivedere la stessa non-squadra di Inter – A. Madrid!!
    Adesso ci tocca il Werder, vediamo che succede!
    Un saluto a forza Inter!!

  30. ciao gianluca e amici interisti non facciamo drammi i conti si fanno a maggio e li faremo bene solo noi

  31. Premetto che in Italia ancora non vedo squadre superiori alla nostra e che con la Roma abbiamo perso immeritatamente pur non giocando la miglior partita di questo inizio stagione, credo sarebbe opportuno che Benitez abbandoni il modulo a trazione anteriore per puntare su un centrocampo a rombo. Mi sembra che alla lunga giocare con quattro punte sia troppo dispendioso dal punto di vista fisico e gli equilibri tattici saltino se tutto non gira a dovere. Non mi preoccuperei troppo comunque: a breve rientreranno Zanetti, Motta, Samuel. Nel frattempo più fiducia a Mariga (meno pasticcione di Mountari). In avanti mi sembra che siamo a posto: assente Milito possono giocare Pandev o Cuotinho.

  32. Caro Gianluca,ti reputo una persona simpatica e a modo,ci siam sentiti varie volte in passato,ma mi spieghi per quale motivo chi non la pensa come te su determinate cose che riguardano l’Inter,e’ un tifosuncolo medio di bassa lega ?!? A me pare evidente,pur con la gioia di avere finalmente una grande squadra che ci ha dato e ci sta dando(speriamo)grandi soddisfazioni,che,a meno che uno non ragioni con un solo neurone,ci siano cose che si possano osservare senza pensare di essere negativi,critici o pessimisti !!
    Dire ad esempio che questa squadra andava avanti con la forza dei nervi(oltre alla qualita’)che gli garantiva il condottiero Mourinho e che la mancanza di quest’ultimo avrebbe potuto procurare qualche ripercussione,ci sta come osservazione o no ?!? Sebbene Rafa secondo me e’ un grande allenatore,ma comunque,passare dal triplete sotto Mourinho e di colpo(cosa rara dopo cio’)trovarsi con un nuovo mister,non e’ semplice,ancor piu’ quando questo mister era il grande Jose’ che aveva plasmato questa squadra con la sua anima stessa.
    Poi,si puo’ dire ad esempio che(e mi pare straovvio)mancano sostituti e si e’ preso un po’ alla leggera il fatto che per giocare 3 competizioni a massimi livelli,non puoi solo mantenere gli 11 dell’anno scorso,ma anche prendere un altro paio di giocatori di quel livello(certo non degli scarponi)per creare nuova linfa e dare alternative tattiche di prima fascia,o anche dire questo e’ da lamentosi tifosuncoli di bassa lega ?!?
    Mi pare evidente che considerare la partenza di Balotelli(che e’ giusto che sia partito)coperta con Coutinho(ruolo diverso,senza esperienza,anche se bravissimo)o Biabiany,pare o di parlare di ridimensionamento o di deficenza(nel senso di deficere non come offesa) nel capire di calcio.
    Quindi credo che chi ora sia assolutamente convinto di avere ovviamente una grande squadra che puo’ fare benissimo,ma altresi’ dica anche che il contraccolpo del cambio di mister e del non aver inserito 2 giocatori(cosa che si diceva anche prima dell’inizio)sopratutto uno davanti (come si puo’ pensare di fare una stagione intera con 2 punte in rosa non lo so),mi pare piu’ da persone che cerchino di ragionare con la propria testa e che tengano moltissimo all’Inter e non ragionamenti da tifosuncoli medi che si lamentano sempre di bassa lega come tu li definisci…abbi pazienza !
    Con amicizia e rispetto,anche se totalmente in disaccordo.

    Ciao,
    Fabrizio

    • Per la prima volta mi permetto di replicare ad un post.
      E’ vero che un paio di acquisti sarebbero serviti. Il problema però era CHI prendere?! La società ha più volte ribadito che comprare giusto per fare numero non aveva senso: o si prendeva il miglio in un paio di ruoli o niente, ammesso che Coutinho sia “niente”. Bisogna aggiungere che con la disfatta ai Mondiali la Federazione ha proibito l’acquisto di più di un extracomunitario e l’Inter si è trovata spiazzata e che le altre società hanno cercato di prendere per il collo la nostra, che giustamente ha rifiutato. L’unica cosa che avrei fatto una volta venduto Balotelli, era tenermi Destro che è una punta di peso che sarebbe potuto tornarci utile.
      Ciao

    • Completamente d’accordo con te … sono esterefatto dal come una società come l’Inter nell’occasione di grandi vittorie abbia portato avanti una strategia acquisitiva praticamente nulla avendo l’occasione di fare un mercato in “scioltezza” … si poteva vendere bene anche Maicon e riportando Santon al suo ruolo naturale (oltre a Balotelli)acquisendo un Taiwo qualsiasi e così liberando Chivu, e una buona punta quale poteva essere anche senza grandi nomi il Maccarone di turno … così difficile ???
      Un tifosuncolo di quelli da lasciar in mezzo al mare eternamente grato al presidente Moratti ma con qualche perplessità sull’ultimo mercato …
      saluti

    • TIFOSUNCOLO ! A parte gli scherzi… vorrei farti notare che una volta decisa la cessione di Balotelli, sicuramente non per ragioni tecniche, ma per motivi comportamentali ed economici, non era certo facile trovare un sostituto che potesse fare il terzo attaccante, con una qualità non di molto inferiore al duo Milito-Eto’o. Forse si è pensato che, visto l’anno scorso, dove l’apporto di Mario non è stato determinante, per lo strapotere della coppia titolare, si potesse contare su Biabiani e Couthino, da far maturare. Ancora non dispero per questa soluzione, anche se Biabiani è un contropiedista (meglio in Champion che in campionato dove tutte le altre squadre ci aspettano !) e Couthino è un po’ leggero, anche se in Brasile, quando giocava, agiva spesso da attaccante esterno, però a sinistra e non a destra. Comunque in caso di emergenza si può giocare con due punte, in quanto Pandev ha agito spesso da seconda punta alla Lazio, con ottimi risultati. Forse è il caso di modificare il modulo (Rafa ha detto che ci vuole tempo ?!) tornando al cd. rombo od ad un 4-3-3 con Wesley nei tre di centrocampo od esterno sinistro. Per me il vero “buco” è il terzino sinistro: Chivu non ha più il passo e Santon dispero di rivederlo (mi auguro di sbagliare ! ma che cosa ha ?). A meno di non aspettare a gennaio un Kaka od un Benzema, entrambi sempre stimati da Moratti.

    • E infatti come vedi la tua opinione viene regolarmente pubblicata e rappresenta perfettamente una certa tipologia del tifoso interista per il quale una gioia, anche la più grande dura un minuto e la minima delusione una vita intera. Metterci a parlare ogni volta del mancato mercato dell’Inter quando i motivi sono stati spiegati non una ma dieci volte, ben sapendo che tanto fino a gennaio non si potrà porvi rimedio, mi pare inutile e ripetitivo. La cosa che mi fa morir dar ridere è che vi incazzate come bestie quando i giornalisti sputano sentenze sull’Inter dopo nemmeno un mese di campionato, ma poi siete i primi a farlo. Come sempre i peggiori anti-interisti sono proprio certi interisti. Io credo che una squadra che ha vinto quello che ha vinto e che è ancora prima in classifica e, nel caso dovesse battere la Juve, con gli stessi punti di un anno fa non meriti funerali tanto anticipati. Benitez è l’unico allenatore al mondo che gioca due campionati: quello di Serie A e quello contro Mourinho, soprattutto per colpa dei tifosi dell’Inter. Mourinho è passato, ha vinto tutto e il confronto con chi ha vinto tutto quello che nessuno ha mai vinto è ingeneroso e impossibile. Lo si è già fatto decine di volte e vincerà sempre Mourinho, a meno che Benitez non ripeta il Triplete, cosa francamente impossibile. Sapevo già prima di cominciare che ques’tanno rivincere sarebbe stato molto più difficile, ma chiedermi di smettere di farlo da primo in classifica dopo cinque giornate è stupido. Ci siete già voi ad anticiparmi la classifica finale ad ogni difficoltà. So già di parlare al vento. Sono anni che dico che l’Inter vince lo scudetto e ogni volta ci prendo. Prima o poi è ovvio che non si vincerà, io non sono convinto che quel momento sia arrivato. Poi se si batte secco la Juve tutti con il bandierone al vento, mentre se si pareggia a Cagliari tutti con l’orazione funebre. Mi si dice, il tifoso medio è così. Bene, io non sono un tifoso, ma un critico e il mio compito è analizzare le situazioni evitando di subirle. Non cerco consensi ad ogni costo né tantomeno gente che sia d’accordo con me. Quello che dico, vale per me e non è la Bibbia.
      GLR

  33. ciao glr
    sabato abbiamo giocato benino, a tratti bene, ma non sempre si può vincere e francamente perdere a roma non è uno scandalo come ben dici tu nel post.
    secondo me l’idea di inter che benitez ha in testa non è questa, semplicemente insiste sul tridente + sneijder per tener fede al vecchio detto squadra vincente non si cambia.il tempo ci dirà cosa vorrà fare ma merita senz altro fiducia. premesso che a parere mio purtroppo santon è un ex giocatore (sarei felicissimo di essere smentito), zanetti in piena forma a sinistra è garanzia di qualità offensiva e affidabilità difensiva (anche se il problema terzino sinistro dovrà essere risolta a gennaio o al più tardi nel 2011). chivu come ha già anticipato lui stesso sabato sera, può benissimo sedersi in panchina e diventare un ottimo rincalzo di samuel. a centro campo con il rientro di thiago motta giocheremmo con cambiasso, motta e uno tra stankovic e mariga, sneijder trequartista puro (ruolo dove è al top mondiale), mentre davanti eto’o ed il principe con pandev alternativa di lusso o ipotetico terzo attaccante in corso d’opera per sbloccare situazioni troppo chiuso o rimontare uno svantaggio. il tridente + wes lo lascierei all anno magico del triplete (peraltro solo negli ultimi 2 mesi è stato sempre schierato dal dio di setubal)…

  34. Caro GLR, la situazione è veramente tragica. Questa stagione continua ad essere veramente negativa e la totale mancanza di nuovi giocatori si sente sempre più!!! Riuciremo ad arrivare alla salvezza? ci qualificheremo almeno per l’Europa League nel girone di Champion? lo spogliatoio è completamente distrutto e pieno di prime donne!ma di cosa stiamo parlando?!?!?! ooooooooops siamo solo a settembre forse prematuro trarre delle conclusioni, ormai tutto scorre in modo talmente veloce che siamo già arrivati alla fine di questa stagione calcistica. Credo sia meglio continuare coi piedi per terra e concentrati nel lavoro. La strada non è, come non lo è mai stata, facile ed in discesa, soprattutto per chi porta i nostri colori. Ma continuo a credere che sognare altre vittorie non costi nulla, come sognare nuovamente il triplete o la coppa del mondo… abbiamo sognato per anni e dopo i trionfi siamo già pronti alle critiche, soprattutto ad inizio stagione?!?!? qualcosa non mi torna….

  35. CIAO GIANLUCA

    NON MI PREOCCUPA IL RISULTATO , PERCHE’ E’ FRUTTO DI UNA LEGGEREZZA DELLA SQUADRA CONVINTA CHE LA PARTITA ORMAI FOSSE FINITA. CIO’ CHE NON MI PIACE DI QUESTA INTER, SONO LE ALTRNATIVE.
    LA PANCHINA SABATO SERA ERA FORMATA DA CASTELLAZZI,SANTON.MARIGA,MUNTARI,OBI,COUTINHO E BIABANY.
    NESSUNO DI QUESTI ATTUALMENTE E’ IN GRADO DI CAMBIARE UNA PARTITA O QUANTOMENO MIGLIORARE LA SQUADRA.
    E’ VERO CHE MANCA THIAGO MOTTA,MA ALTERNATIVE CREDIBILI NON CE NE SONO.
    NON VOGLIO DISCUTERE DI CALCIOMERCATO NE DI POLITICHE SOCIETARIE , VOGLIO SOLO CHIEDERTI SE COME ME HAI QUESTA IMPRESSIONE.
    E CMQ CREDO CHE CON IL RIENTRO DI CAPITAN ZANETTI E LO STESSO MOTTA ,IL ROMBO SIA IL MODULO PIU’ ADATTO A QUESTA SQUADRA.

  36. Più che un vorrei ma non posso mi è sembrato potrei ma non voglio !!! Peccato … anche perchè la rivale dell’Inter per quest’anno per me sarà ancora la Roma … Certo il Milan avendo Ibra farà un po’ di punti in più, ma i suoi problemi dello scorso anno sono ancora gli stessi (centrocampo stanco, difesa senza uno dei due titolari). Lasciamo il tempo a Rafa (che non è Mourinho ce ne siamo accorti subito a livello di carattere e di spregiudicatezza in campo) visto che l’Inter gioca comunque di più la palla. Se poi riesce ad essere anche incisiva in attacco (con il Milito che tornerà) è anche più bella. Anche se personalmente in questo momento andrei di 4-4-2 finchè non si è in forma e cmq credo che il contropiede sia la nostra arma migliore (per le caratteristiche dei nostri “eroi” del tripleta).
    Ciao
    Gian Paolo

  37. Perdere al 92° all’Olimpico non deve assolutamente farci cadere in depressione, considerato che:
    1) anche se sotto tono rispetto alla partita con il Bari, siamo quelli che esprimono il calcio migliore. Sarebbe sufficiente riguardarsi due o tre disimpegni difensivi di altissima scuola che abbiamo fatto contro la Roma, per convincersi che gli altri ne debbano mangiare ancora molto di pane prima di eguagliarci;
    2) la partita era praticamente finita, anche in caso di 0-0 saremmo stati in credito, visto che più volte li abbiamo messi sotto e per puro caso (o fortuna loro) non abbiamo realizzato: questo per dire che per me meritavamo noi di vincere.
    Ciò premesso, resta innanzitutto il rammarico per non aver dato il colpo di acceleratore che, nonostante sia ancora settembre, avrebbe chiarito definitivamente con chi ancora è d’obbligo fare i conti in Italia per vincere il campionato. Resta poi il rammarico per aver resuscitato una squadra che, seppur molto forte, avrebbe avuto un contraccolpo psicologico non indifferente in prospettiva. Infine resta il rammarico per aver dato una salvifica boccata d’ossigeno al “gentleman” sull’orlo di una crisi di nervi, il quale, dopo aver litigato con il suo capitano, la tifoseria, la società, il mondo intero e buona parte degli extra-terrestri, potrà ora illudersi di essere il salvatore della sua patria, nonostante avvertisse già intorno a sè l’odore acre dell’esonero.
    Saluti
    Claudio23 – Parma

  38. claudio milan // 27 settembre 2010 a 16:58 // Rispondi

    Scusare ragazzi, ma se voi temete foschi presagi, tutti gli altri che dovrebbero fare? SUICIDARSI?
    Avete la squadra di gran lunga più forte, che se ogni tanto pure perderà una partita, ma che sarà mai? … “Ci servirà fortuna, incrociamo le dita, speriamo qua, speriamo là” manco foste i tifosi del chievo…. Ma vi rendete conto che la vostra squadra ha vinto gli ultimi 4 scudetti (scusate, ma io conto solo i 4 sul campo) e che avete appena fatto triplete!!! Ma che speriamo e speriamo…. siamo noi (purtroppo) a dover incrociare le dita perché qualcosa vi vada storto, così da avere una speranzella di inserirci in un discorso altrimenti strachiuso. Ma dove vivete, su Marte? Chi critica il gioco dell’inter (pur migliorabile, e sia..) ha visto come sono ridotte le altre? Lancio lungo per Ibra…, colabrodo Juve, affanno Roma… A volte vincere troppo fa perdere il senso della realtà.

    • Che lezione ! grazie, meglio dei cazziatoni di GLR (vedi sotto) ! Purtroppo è vero quasi tutti i “tifosi” guardano solo le partite dell’Inter quando non gli highlights e non si rendono conto del livello di gioco delle altre squadre. Anche a livello europeo, visto il Chelsea imbrigliato dal City del Mancio (che lezione tattica!), siamo tra le prime.

    • Da non tifoso interista penso che hai ragione anche se credo non sia uno scandalo ma un ragionamento obiettivo dire che per rimanere ad alti livelli in Europa qualcosa in fase di mercato andava fatto. L’Inter è forte ma qualche punto debole lo ha anche se il livello della concorrenza in Italia gli consente di essere comunque ancora oggi la vera favorita.
      Lasciando stare Balotelli (mi fanno ridere quelli che lo rimpiangono visto che lo volevano mandar via a calci in culo da mesi) credo che Chivu sia più un centrale che un terzino e forse lì si doveva intervenire in fase di mercato. Forse per liberarsi di Raiola si è ceduto Maxwell un pò troppo frettolosamente. Tra l’altro stanno facendo un pò come il Milan su certe cose: prendono Ranocchia che è già forte e potrebbe giocare tranquillamente come prima alternativa a Samuel&Lucio e invece in rosa hanno ancora Materazzi che oltre all’età quando serve è sempre rotto.
      Fare qualche critica sensata senza esagerare si può fare anche senza abitare sulla Luna. Come dice GLR l’Inter ha deciso di non fare mercato ed a fine anno si vedrà se avrà avuto ragione la società.

  39. Ciao mio giornalista preferito, la sconfitta con la Roma non ci deve preoccupare troppo siamo sempre una squadra forte e poi siamo solo all’inizio della stagione inoltre anche gli infortuni ci hanno penalizzato invece lo scorso anno abbiamo sempre avuto a disposizione l’intera rosa di giocatori. Una cosa non condivido con Benitez, le dichiarazioni del dopo partita, dobbiamo migliorare la difesa ma quando? Adesso forza inter con il werder!!!
    ciao agnese

  40. Perdere a Roma ci può stare, ok, anche se brucia tanto essere puniti a tempo scaduto. Ma soprattutto non capisco come tu possa sostenere che abbiamo giocato bene. A memoria ricordo solo 2 tiri dal limite dell’area di Eto’o (“telefonato” il primo, pericoloso il secondo) respinti da Lobont e la traversa esterna colpita da Stankovic: troppo poco in 90′.

  41. Certo ha giocato molto meglio la Roma: l’ho sentito dire ovunque, in effetti e hanno festeggiato la vittoria come fosse normale amministrazione. Tu per informazione di tutti sei uno che da quattro anni mi scrive ogni settimana solo per dire che l’Inter fa sempre schifo e che si stava meglio quando c’erano Emre e Cuper. Uno alla Severgnini: che fico quando si perdeva! Tu quell’Inter lì te la meriteresti ancora per 20 anni di fila e prima o poi tornerà, perché il calcio è fatto di cicli, tranquillo. Ovviamente appena si vince sparisci a festeggiare, com’è giusto che sia.
    Se prendo le tue mail di quattro, tre, due anni fa, per non parlare di quelle dell’anno scorso, ci sarebbe da divertirsi. Prima volevi cacciare Mancini e poi Mourinho. Ovvio adesso pensare che tu voglia cacciare Benitez. E pretendi pure di essere considerato un interlocutore credibile, questa è la cosa che fa più ridere. Capisco che andar sempre controcorrente abbia il suo fascino. E io sono qui a pubblicarti ancora, credo però per l’ultima volta. Non so se sono più folle io o tu che continui ad entrare in questo. Mai pensato di fidelizzarti su altri siti un po’ più vicini al tuo carattere vincente?
    GLR

    • Purtroppo ci sono interisti così, contro i quali “combatto” anch’io; ma mi domando : ma sono davvero interisti? mah…

    • No, scusa, Gianluca, a me puoi dire tutto, ma non accusarmi di incoerenza. So che sei una persona corretta e pertanto non mi lascerai in pasto ai tuoi adepti, ma pubblicherai anche la mia difesa.
      PUNTO PRIMO: io non festeggio le vittorie che non sento mie, a partire dall’ultima Champions League. Ho visto zero minuti e la sera della finale ero al matrimonio di un amico, ragion per cui non sono stato né in Piazza Duomo né tantomeno al “Meazza” ad accogliere la squadra. Ho visto la finale di Coppa Italia perché dentro di me avevo una data e uno stadio da esorcizzare, e sono andato a Siena-Inter approfittando della partita per incontrare dei miei amici che studiano lì. Ovviamente sono stato contento che l’Inter abbia vinto lo scudetto, ma la stagione 2009/2010, per me è come se non fosse esistita.
      PUNTO SECONDO: Mancini e Mourinho, pur avendo il grossissimo merito di avere riaperto la nostra bacheca dopo anni di muffa, hanno commesso errori a mio avviso imperdonabili (l’intervista post-Liverpool l’uno; l’ostracismo verso Balotelli il secondo) e per questo li ringrazio ma di certo non li rimpiango. Sì, lo ammetto, sono un perfezionista: chi è all’Inter non può permettersi di sbagliare niente! Su Benitez, al momento, non ho nulla da dire. La sua mano non si vede, né in positivo, né in negativo.
      PUNTO TERZO: proprio il perfezionismo fa di me quanto di più lontano possa esserci da Beppe Severgnini. Potrei querelarti per avermi avvicinato al seguace principe della Dea Sconfitta, lo sai? :-)

      • Difesa pubblicata, a patto che la chiudiamo qui, anche perché non pubblicherò chi non sarà d’accordo con te e lo esprimerà in modo assai più virulento del mio. Personalmente, non trovo grande differenza tra uno che per anni ha cercato di convincerci sul fascino della confitta (Severgnini) e uno che non sente sua una Champions vinta dopo quasi mezzo secolo che ha commosso anche molti non interisti (tu): due modi completamente sbagliati di accostarsi allo sport, secondo me. Io a Madrid c’ero e me la ricorderò per sempre. In ogni caso, fosse per te Mancini e Mourinho non avrebbero mai allenato l’Inter: fai finta allora di vivere con un Albo d’Oro fermo al 13° scudetto. Ognuno sceglie liberamente il pianeta su cui vivere. Io ho scelto la Terra.
        GLR

    • L’Inter non gioca male, anzi. Il Milan fa pena, la Juve è mediocre e la Roma è isterica.
      L’importante è partecipare ma fino a un certo punto: se esci con una ragazza che ti piace un sacco e poi lei si concede al tuo migliore amico (o anche un vicino che ti sta sulle palle) non puoi essere felice per aver “partecipato”. Quest’anno vinciamo lo scudo e domenica vinciamo 3-1. Se sbaglio pronostico, non ne farò un dramma, in fondo la ragazza che mi piaceva un sacco me la sono sposata e il mio miglior amico è gay

  42. L’unica cosa che non capisco, è il solito teatrino di chi, per dare aria alla bocca, parla già di crisi..parla di spogliatoio spaccato… di un milito finito…. di un sneijder che pensa solo al rinnovo….di un benitez che non ha in mano la squadra… dopo nemmeno un mese di campionato. incredibile… non vorrei fare del vittimismo e sembrare il solito piangina…
    ma mi ronzano ancora in testa le parole di San Josè da Setubal… “Noi contro tutto e tutti…”
    sarà….
    ciao GLR numero 1

  43. vero glr bisogna analizzare e uscire da questa polemica inutile tra fiduciosi e meno fiduciosi. allora cominciamo col dire che sia coutinho sia biabiany non sono attaccanti e che quindi non sono stati presi per sostituire balotelli, poi coutinho l’avevano preso 2 anni fa e biabiany rientra da un prestito, non credo rientrino in un’operazione fatta per la cessione di balotelli, sarebbero qui comunque, analizziamo perche’ in 3 mesi non abbiano fatto nulla per cercare di sostituire uno spento chivu, gia’ l’anno scorso nonostante tutte le vittorie si vedeva che era l’unico punto debole della squadra, questo che dico non e’ da pessimista o gatto nero o gufaccio, e’ solo un’analisi, e non venitemi a raccontare che la societa’ e’ stata presa per il collo e che non poteva prendere nessuno, se volevano un sostituto almeno di chivu lo prendevano, solo che hanno fatto le loro valutazioni, secondo me sbagliate, che siccome l’anno scorso hanno vinto tutto la squadra va bene cosi’, ma invito tutti ad andare a rileggervi l’intervista di minucci presidente del mps siena che domina come l’inter il campionato da 4 anni, le sue teorie su come mantenere una squadra sempre vincente e motivata, vedrete che contrastano con la politica che quest’anno l’inter ha deciso di adottare, e cioe’ squadra che vince non si cambia. a chivu vorrei dire che sabato riise non si e’ lamentato di trovarsi solo contro pandev, e che antonini stando alle teorie di chivu dovrebbe sparare a ronaldinho tutte le volte che lo incrocia a milanello, un difensore si trova spesso uno contro uno e se ha paura o viene saltato puntualmente significa che e’ scarso, e chivu li’ a sinistra e’ scarso, e’ questo che mi ha lasciato basito della societa’, pensare che chivu fosse all’altezza in un ruolo tra l’altro non suo, pero’ contenti loro contenti tutti, ma secondo me le magagne presto o tardi verranno a galla. a gian luca vorrei dire che se puo’ evitare di parlare di tifosi medi o di persone che si devono riscattare dall’anonimato gliene sarei grato, non fai una bella figura quando parli male della gente, e credo che nell’anonimato come dici tu, ci siano molte persone che ne sanno molto piu’ di tanti giornalisti e opinionisti, ma questa e’ una mia idea

  44. Claudioeffedeejay // 28 settembre 2010 a 09:56 // Rispondi

    Caro GLR buon giorno. Non riesci ad essermi antipatico, mai, neanche quando non pubblichi i miei post. A me dispiace criticare la squadra quando non vince ma spesso è solo frutto di una delusione cocente. Tu sei un critico, il tuo lavoro è commentare ed essere distaccato e imparziale. Questo però non puoi pretenderlo da noi. Guarda che il fenomeno del tifo ha una rilevanza sociale molto forte. Mi rendo conto che alla fine il calcio è solo un gioco e che la famiglia, la salute e il lavoro sono più importanti: bella scoperta. Però se in 20 anni ho cambiato 10 volte il lavoro e 10 volte compagna senza mai cambiare squadra e senza perdermi una partita qualcosa vorrà pur dire. E tutto ciò non mi ha impedito di realizzarmi professionalmente e di mettere su famiglia con 2 figli di 12 e 11 anni.
    Dico questo non per autocelebrarmi, ci mancherebbe, ma solo per affermare che non tutti i tifosi sono degli sfigati insoddisfatti cronici, anzi, vado spesso allo stadio con amici che sono padri di famiglia con una vita assolutamente perfetta.
    Eppure, dopo una sconfitta, durante il viaggio di ritorno i commenti sembrano più quelli di un marito tradito piuttosto che di un tifoso deluso dal risultato. Poi il giorno dopo, al telefono.” Sai, ho rivisto la partita su Sky..In fondo abbiamo giocato bene. Effettivamente abbiamo avuto un pò di sfiga!!”
    E così, rivista Roma Inter in TV mi viene da ridere quando oggi leggo i giornali o vedo in tv che l’Inter sembra una squadra allo sbando, mentre i giallorossi paiono un rullo compressore ormai fuori dalla crisi. Ma la partita l’hanno vista? Giocavano in casa e fino al 92″ l’unico tiro in porta è stato quello di Totti nella punizione a 2 in area.
    Vedi caro GLR, alla fine i tifosi sono ancora la parte migliore del calcio. Passata l’incazzatura per il KO i commenti saranno sempre più equilibrati. Per i media invece conta sempre e solo il risultato. Scommettiamo che se l’Inter vince domenica e il milan non fa i 3 punti si riparlerà di campionato chiuso e Inter in fuga? Tu ti lamenti del tifoso medio…ma i media stanno molto peggio.

    • Infatti i media sono fatti per piacere ai tifosi e non viceversa. E sulla pubblicazione o meno dei post credo non ci sia un premio ad essere pubblicati e ne pubblico fin troppi, allungando a dismisura la pagina, senza contare che molti di coloro che scrivono non hanno letto quelli prima in cui magari c’è più o meno quello che pensano. La verità è che ne basterebbero 5 o 6 per illustrare le varie correnti di pensiero. Quanta fatica in meno: cancellare è un attimo, pubblicarli, spesso riducendoli e mettendoli pure in un italiano comprensibile, è una fatica immonda. Quanto ai tifosi, molti saranno certamente come dici tu, altri non direi proprio e dalle cazzate che hanno scritto negli anni potrei ricavarci un libro. Dicono cose infinitamente più intelligenti i protagonisti della rubrica ironica Bar Sport su questo sito, che mi è stata richiesta qualche tempo fa da Betfair e anche dal quotidiano Libero ogni martedì. Iniziativa tra l’altro già stata scopiazzata a destra e manca su Internet, come mi hanno già segnalato, ma non è un problema, le idee una volta esposte diventano di tutti, l’importante è come si realizzano. Un giorno farò un libro con i dialoghi più divertenti del Bar Sport, ma in appendice metterò le mail assolutamente reali che ho ricevuto nel corso di questi anni. Se qualcuno ha voglia di andarsele a ripescare sfogliando i commenti figli del momento negli editoriali precedenti e di segnalarmele lo ringrazierò personalmente nell’eventuale libro, sempre che mi venga voglia di scriverlo.
      GLR

  45. Caro Gianluca, leggo tante email di tifosi disperati e “vedove di Mou”… Per carità, Mou è stato immenso, è entrato nel cuore di tutti ma ormai dobbiamo tirare una linea rossa e guardare avanti. La squadra ha registrato un momento di rilassamento, è indubbio, alcuni giocatori sono stati spremuti, c’è stato anche un Mondiale, ed è normale un certo rilassamento… Leggo tante critiche a El Principe, Welsey, Maicon…. sarà, ma io la sconfitta di Roma non la vedo come una notizia tragica, per carità, abbiamo perso tre punti, poteva andare meglio è mancato un certo collegamento tra difesa e attacco ma lasciamoli in pace !! Vogliamo fare il gioco dei gufi? E piantiamola con Balotelli, lui se ne voleva andare, ha scelto di andarsene attratto dai soldi mentre poteva rimanere alla Beneamata e il suo spazio l’avrebbe trovato. Peccato, si è fatto irretire da Raiola e auguri per lui…. in questo momento, non dimentichiamo che siamo ancora primi in classifica, occorre guardare avanti e non dare adito alle critiche e mezzucci dei casciavit e dei giornalisti sempre pronti a scrivere articoli sul “perdere è simpatico, in fin dei conti siamo simpatici…”… questi discorsi lasciamoli a chi si vuole sentire diverso… Io preferisco l’aria inebriante della vittoria… Le grandi squadre si vedono negli spogliatoi e quando sono capaci di tirare fuori l’anima. Lo scorso anno lo abbiamo dimostrato e lo faremo ancora, chi non è d0a’accordo e ha paura può cercare altre squadra con maggiore appeal …

  46. Strano come noi tifosi in realtà possiamo essere cosi ossessionati dalle vittorie e dai trofei…è ovvio che nel calcio conta vincere ci mancherebbe ma esserne cosi ossesionati quando appena una “settimana” fa abbiamo vinto tutto mi sembra esagerato…
    Siamo gli unici in Italia ancora una volta ad aver vinto già un trofeo (mal che vada a fine anno niente “zeru tituli”) e siamo primi in classifica eppure ci lamentiamo sempre…mah…
    Io condivido in pieno il pensiero che GL tenta di far passare su questo spazio gestito da lui e spero che quel messaggio possa arrivare ai piu compreso me…almeno cosi impareremo a vivere il calcio per ciò che è nei suoi 90min….senza farne per forza di cose una ragione di vita…
    Forza Inter…Sempre e Comunque…

  47. gianluca ma come fai a sopportarli? io tifo juve che dovrei dire che prendiamo 3 gol a partita certo che voi interisti siete strani vincete da 5 anni e parlate della vostra squadra come se fosse una squadra destinata a perdere o che non vale nulla, ha ragione gianluca a incazzarsi come una iena, altro che tifosuncoli siete solo tifosi capaci solo di vomitare sulla vostra squadra vi meritate pepe e quagliarella, altro che campioni come milito eto e compagnia bella i casi sono due o fate apposta o siete solo dei somari in cerca di rogne

  48. Ill. G.L.R. considero queste sue ultime righe assolutamente pertinenti…..leggendo in questo blog, spesso mi domando se certe persone scrivono per convinzione o per mania di protagonismo.
    L’Inter del primo tempo è stata quasi perfetta, se fosse terminato con un vantaggio nerazzurro, ritengo che non ci sarebbe stato nulla da recriminare.
    Nel secondo la squadra si è allungata favorendo l’imprecisione e conseguentemente l’avversario e se me lo consente, trovo cio un fattto un po’ anomalo, infatti, solitamente l’Inter, fa suo il secondo tempo delle partite, con avversarie abitualmente in calo.
    Discutibile…sempre a mio modesto parere….il gesto di Chivu da ritenersi, solo parzialmente, giustificabile e forse l’ingresso in campo di Muntari…personalmente avrei insistito su Mariga, ….sicuramente, Benitez, sa meglio di tutti cosa fare .
    Saluti e ( chiedo scusa ) forza Bologna

  49. Ciao Gian Luca,
    Che il tifoso interista sia pessimista ormai è un dato di fatto…(ne conosco molti anche io..purtroppo) però voglio dire che, se all’indomani di una partita persa come quella di Roma.. appare su uno dei 2 più venduti giornali (non sportivo) in Italia un articolo dove si parla di “apertura ufficiale della crisi dell’Inter, a seguito della discussione di Chivu”…come possiamo pensare e sperare che il tifoso interista possa guarire????
    Scusami ma io da quella analisi sono rimasto senza parole!!!!!!!
    Grazie
    Ciao

  50. Sconfitta immeritata, se vogliamo anche un pò stupida, ma che non toglie nulla al valore della squadra e del tecnico. Si poteva forse spingere di più e cercare di schiacciare la Roma ancor più nella sua metà campo, dato che i giallorossi sono parsi veramente inferiori allo scorso anno. Solo Menes, sulla sinistra, ha dato fastidio alla difesa, se non sbaglio.
    Due partite regalate in due anni sono troppe, secondo me, ma se per vincere il campionato è necessario passare dalla sconfitta di Roma, ben venga anche questa.

Rispondi a Roberto Annulla risposta

Le 4 regole del commentario:
1. Siate educati: i commenti ad personam saranno ignorati
2. Scrivete in italiano, il congiuntivo non è una malattia degli occhi!
3. Non è una chat: se volete conversare tra voi, io che ci sto a fare?
4. La lunghezza del commento non può superare i 500 caratteri (spazi compresi)
Viva l’Inter!


*

 caratteri disponibili