Tra difesa colabrodo e Champions

Video-editoriale del 25.10.2022
La difesa dell’Inter resta un colabrodo ma ora c’è il primo traguardo stagionale da tagliare: la seconda fase di Champions League.
Pensiamo solo a questo!
Ne parlo qui:

https://youtu.be/tKDHFKSgoBo

3 Commenti su Tra difesa colabrodo e Champions

  1. Colabrodo, in effetti… irriconoscibile rispetto al muro che era.
    Però ricordo ancora la simpatica battuta di Gene Gnocchi in una trasmissione sportiva di quasi un quarto di secolo fa: “E’ arrivato un fax di Zeman per Capello… chiede se ha visto come si fa a fare tre gol alla Juve…”.
    Peccato avesse perso 3-4. 😉
    Se ne prendi tanti ma ne fai uno in più, sempre vittoria è… o no?

  2. Parere da ignorante. L’anno scorso sulla fascia avevamo Perisic che quando rientrava andava a chiudere come un vero difensore: e provare la difesa a 4?

  3. Buongiorno Gianluca, credo che tutti noi trascuriamo il fatto che Perisic non sia ancora stato sostituito. Con lui in campo i laterali destri avversari dovevano preoccuparsi mentre oggi si possono proporre con molta più frequenza. Al netto di alcuni e ripetuti prodigiosi recuperi del croato ovviamente. Brozovic poi, oggi fuori forma, è anche un ottimo incontrista, ha senso della posizione e grande capacità di anticipo sui filtranti avversari. Aggiungi i problemi che segnali ed ecco il colabrodo.

Lascia una risposta

Le 4 regole del commentario:
1. Siate educati: i commenti ad personam saranno ignorati
2. Scrivete in italiano, il congiuntivo non è una malattia degli occhi!
3. Non è una chat: se volete conversare tra voi, io che ci sto a fare?
4. La lunghezza del commento non può superare i 500 caratteri (spazi compresi)
Viva l’Inter!


*

 caratteri disponibili