Il Pagellone Inter 2021-22

Video-editoriale del 29.5.2022
A insistente richiesta (speravo ve ne dimenticaste perché è sempre un lavoraccio ) il mio Pagellone Inter relativo all’ultima stagione, con tutti, ma proprio tutti, i top e i flop del 2021-22.
Ne parlo qui:

https://youtu.be/C8-mH4c0aQ8

6 Commenti su Il Pagellone Inter 2021-22

  1. Perisic 9 : effettivamente, la migliore stagione da quando è all’Inter. Ed ora se ne va. Sportivamente gli dico “grazie” e gli auguro ogni bene. Qualcuno obietta : perchè “grazie” ai giocatori, visto che vengono pagati. I professionisti (lo fanno per mestiere) sono pagati, ma i migliori per impegno e rendimento ricevono encomi e riconoscimenti. Lui va e l’Inter resta. Il “tutto” (la Beneamata) è superiore della somma delle parti (giocatori ed altri). Auguri Ivan Perisic, Auguroni Inter!

  2. Come sempre, da parte tua, grande competenza ed equilibrio; capacità, per ogni valutazione, di considerare la stagione nel suo insieme, con pacatezza. Centratissime, per me, le valutazioni di Barella e di Correa. A mio avviso – ma sono inezie – Vidal e Dzeko meritavano mezzo voto in meno: secondo me il calo del professore nella seconda parte della stagione è stato uno dei fattori principali del risultato finale, stante l’inesistenza di Correa.
    Assolutamente in linea con te con le tue valutazioni

  3. Risulta sempre difficile sintetizzare in un voto l’annata di un calciatore, comunque concordo mediamente con te sui numeri e sulle motivazioni; vorrei dedicare altre due parole al buon Frog e alla sua sforbiciata che ci ha permesso in seguito di vincere la coppa italia e di partecipare alla prossima supercoppa, grazie Ranocchia. Piovono già nomi su nomi, mi piacerebbe (lo dico tutti gli anni) che il calciomercato finisse prima dell’inizio del campionato, ma capisco che non lo faranno mai. Amala.

  4. Antonio Rossi // 29 maggio 2022 a 19:40 // Rispondi

    Ciao Gianluca. Secondo me sei stato basso con Handa. Per il resto concordo, considerato che la perdita dello scudetto ha abbassato i voti di almeno mezzo punto. Tutto sommato un mezzo punto in più ad Inzaghi lo avrei dato. In fondo lo scudetto è stato perso soprattutto per errori individuali, vedi Radu, il rigore di Di Marco con l’Atalanta, il fallo di Dumfries con la Juve, Lautaro rigore nel derby su cui l’allenatore può poco

    • Di solito mi rimproverano di essere troppo generoso con Handanovic.
      Comunque in linea generale i voti numerici anche se uguali vanno interpretati: ad esempio, a puro titolo di ipotesi, un 6 a Barella è molto diverso da un 6 a D’Ambrosio, perché il giudizio dipende anche dalle potenzialità di ognuno.
      GLR

  5. Interista per Sempre // 30 maggio 2022 a 13:37 // Rispondi

    Grazie a Gianluca per la argomentata e precisa pagella
    Io, vecchio ( anche per l’anagrafe) interista, che ne ha viste di ogni
    con la Beneamata, pure ramamricato per lo scudetto sfumato per poco, ma
    felice comunque per i due trofei in Albo d’Oro, promuovo tutti
    p.s. con Radu però è un pochetto dura :-)
    W INTER

Rispondi a Interista per Sempre Annulla risposta

Le 4 regole del commentario:
1. Siate educati: i commenti ad personam saranno ignorati
2. Scrivete in italiano, il congiuntivo non è una malattia degli occhi!
3. Non è una chat: se volete conversare tra voi, io che ci sto a fare?
4. La lunghezza del commento non può superare i 500 caratteri (spazi compresi)
Viva l’Inter!


*

 caratteri disponibili