Game over: bravi loro, polli noi!

Video-editoriale del 22.5.2022
Come razionalmente prevedibile da quasi un mese a questa parte, il Milan ha preceduto l’Inter al traguardo del Campionato, senza ulteriori sorprese dopo Bologna. Ognuno ha le sue spiegazioni: bravi loro, polli noi.
Ne parlo qui:

https://youtu.be/IKADfWJxv9s

36 Commenti su Game over: bravi loro, polli noi!

  1. Pasquale Somenzi // 23 maggio 2022 a 01:05 // Rispondi

    In questa stagione l’Inter ha disputato 52 partite ufficiali mentre nella scorsa furono 48, quindi la somma è 100 ed è facile vedere qual è la percentuale di sconfitte nelle ultime 100 partite, ossia 6+7, quindi il 13%. Ormai da lungo
    tempo questa percentuale di sconfitte è quasi un punto fermo e ogni volta che si abbassa al 12%, ecco che arriva una o più sconfitte facendo risalire la quota a 13-14 o 15. E sì che non sarebbe una missione impossibile scendere
    al 10%, per esempio, ora “basterebbe” non perdere le prime 12 partite ufficiali della prossima stagione.
    Anche stavolta niente pareggio all’ultima giornata, ormai non succede dal 2006, e anche stavolta niente scudetto negli anni che finiscono col 2, unica cifra di finale anni rimasta, in cui l’Inter non ne ha mai vinti.
    Handanovic chiude con 21 partite a porta inviolata (15+6) e si piazza secondo in campionato a quota 134, dietro a Zenga avanti solo di uno, 135, mentre in tutte le competizioni è a quota 158 dietro a Zenga con 184, terzo Bordon a 147.
    Chiusa la stagione dico due cose, una su Vlahovic e una su Mourinho: il passaggio di Vlahovic dalla Fiorentina alla Juventus fu determinante per l’Inter, infatti SENZA Vlahovic, Fiorentina e Juventus hanno pareggiato entrambe a Milano 1-1, mentre CON Vlahovic, l’Inter ha vinto a Firenze 3-1 e a Torino 1-0.
    Quando la Juventus partecipa alla Champions, se nella stessa edizione è presente anche una squadra allenata da Mourinho, la Juventus non vince la Champions. Se la Juventus partecipa ad un campionato in cui è presente una squadra di Mourinho, la Juventus non vince lo scudetto.
    Se la Juventus partecipa alla Coppa Italia e in quella stessa edizione è presente una squadra allenata da Mourinho, la Juventus non vince la Coppa Italia.
    Riassumendo, da quando Mourinho allena, ogni volta che ha partecipato ad una competizione in cui era presente anche la Juventus, ha sì perso qualche scontro diretto, ma non ha MAI visto la Juventus incrementare l’Albo d’ Oro.
    Pasquale.

  2. Secondo me, più che polli, sono stati due gli episodi cardine. A prescindere dai punti persi con le cosiddette piccole, come il Genoa, retrocesso in B, la sconfitta di Bologna è quella nel derby, che hanno come responsabili Radu e De Vrij, che ha fatto una stagione non buona

  3. Diego Raimondi // 23 maggio 2022 a 07:54 // Rispondi

    Amaro, amarissimo ! Si sapeva che sarebbe stato un campionato aperto fino alle ultime giornate e punto a punto. Inopinatamente autoeliminatosi la Juve, l’occasione era d’oro per Inter e Napoli con rose superiori a quella del Milan.
    Calati gli azzurri è stato duello tutto Milanese. Premesso che l’Allenatore Salentino non fa parte dei miei beni culturali, ho la malsana, ingiusta, ingenerosa sensazione che con lui in panca l’avremmo portata a casa. Inzaghi ha fatto benissimo col neo del periodo nero.

  4. Antonio Rossi // 23 maggio 2022 a 08:29 // Rispondi

    Ciao Gianluca, concordo in tutto su quello che hai detto. Poi una considerazione. In attesa delle partite ho visto i primi tempi della Premier.
    Squadre senza obiettivi che si sono messe di traverso a Liverpool e City, giocando per cercare di vincere. Poi vedi Il Milano 3-0 dopo 30 minuti come mai gli era capitato in tutta la stagione e capisci perchè la Premier ha la file di TV e sponsor, mentre il calcio italiano arranca.

  5. Sei sempre un signore G.L.
    Da milanista sono ovviamente contenta: siamo andati oltre ogni limite e la gioia è ancora maggiore. Onore massimo all’Inter, con la quale non ho rivalità particolare: essendo di Torino sento di più la competizione con la Juve. Amo sempre gioire dei miei successi e non delle sconfitte altrui: un po’di soddisfazione “cattiva” la limito solo a Dollarumma, a Chalanoglu e agli interisti che continuano a chiamarci Bilan. Per questi si, ma neanche poi tanto….troppa la gioia oggi

  6. Roberto Carlo Giuseppe // 23 maggio 2022 a 08:57 // Rispondi

    Io sono comunque soddisfatto i + forti siamo noi classifiche alla mano. Spero che l’idiozia giornalistica non faccia come al solito: salire sul carro dei vincitori e riempirli di lodi sperticate perché mai come oggi ha vinto la più scarsa tra le prime 3/4. Basterebbe l’incontro con il Sassuolo per rendersi conto di come gli altri si siano scansati e la fortuna li abbia spinti oltre il traguardo. Non sempre vince il più bravo. Noi scriveremo canzoni a ricordar radu e 100 gol mancati.
    Amala…

  7. Bravi ma soprattutto fortunati. Papaveri (gol decisivi in pieno recupero = due punti fondamentali a Roma e al riposo non sotto di un gol a Verona) e papere.
    E ancor più di quella di Radu (che se a Reggio fosse finita pari credo non avrebbe dormito per il resto dei suoi giorni) credo abbia influito l’assist di Terracciano a Leao. Altrimenti (a 6′ dalla fine) il Milan difficilmente avrebbe schiodato la Fiorentina. E il finale forse sarebbe stato differente.
    Noi polli, dici tu. Eh, sì… e tanto.

  8. Ogni anno disponibili : il campionato, la coppitalia, la coppa europea (se vi partecipi, il Bilan ne ha beneficiato eccome) e la supercoppa italiana (se hai il titolo per giocartela).Il fatto di aver vinto due titoli su quattro non mi sembra male quando altre squadre “festeggiano” per raggiunti obiettivi tipo zona champions (per uscire magari ai gironi o agli ottavi). Chi vince ha sempre ragione (anche se con mezzeseghe (ops) di giocatori. Disapprovo gli sfottò volgari ad personam (chala).

  9. Ciao. Gl. Oggi ogniuno dice la sua, ma il risultato non cambiera’ di certo. La tua definizione POLLI NOI RACCHIUDE IL PENSIERO DI MOLTI, mio per primo. Ora vediamo quanti ce ne vendono.
    Sempre Forza Inter in ogni circostanza, non solo quando va bene.

  10. Campionato mediocre vinto con merito da una squadra oggettivamente mediocre, con due squadre (Inter e Napoli) superiori tecnicamente che si sono oggettivamente suicidate(sportivamente parlando).I due derby andavano vinti e non ci sarebbe stata più storia, e anche l’episodio Radu sarebbe stato ancor di più ininfluente.
    Considerazione sul resto..le ultime SEI squadre avrebbero meritato TUTTE la retrocessione, veramente inguardabili. L’anno prossimo avremo Cremonese e una tra Monza e Pisa…paura!

  11. Grande regalo ai cugini. Non so da quanti anni non vinceva lo scudetto la squadra che non risulta la più forte del campionato. Colpa nostra, che li abbiamo resuscitati a feb nel derby, del lungo letargo di lautaro, del fatto che abbiamo bisogno come il pane di una prima punta. Detto ciò, grazie cmq per i 2 trofei e al ns mister che forse ha capito che allenare a milano e un po diverso. Amando molto l’inter, spero che il cinese non chieda di vendere i ns migliori. Altrimenti addio al vertice !!!

  12. bravo! siamo stati dei veri polli, soprattutto (anche se so che non sarai d’accordo) nei 2 derby che dovevamo stravincere e dove abbiamo fatto solo 1 punto. sarebbe bastato pareggiare anche il secondo, evitando di prendere il secondo gol di Giroud veramente ridicolo, e saremmo stati davanti. comunque, visto come eravamo messi in agosto, dobbiamo essere contenti della bella stagione e applaudire i ragazzi ringraziandoli x tutto. forza Inter sempre

  13. Il Milan ha vinto, complimenti a loro. Ha vinto le ultime sei praticamente senza avversari, sull’onda di una spinta mediatica impressionante, che ne celebra il titolo già da un mese. Ieri ho visto City-Villa e Guardiola e i suoi hanno visto i sorci verdi sino al 95′. Questo dà la misura della serietà della Premier rispetto alla nostra povera serie A. Poi è ovvio che noi dobbiamo leccarci le ferite per aver regalato lo scudo a una più debole e a un allenatore (sino a ieri) perdente di successo.

  14. Quando vendi i tuoi giocatori migliori, perdi lo staff vincente s hai giocatori che fanno errori da oratorio… a cosa puoi ambire?
    Due trofei, un derby trionfale, una vittoria sul Liverpool e lo stadio pieno… è tanta roba.
    Scrivevo: “o doppio o niente”… baravo…perchè avevamo già!
    Onore a Conte, Orìali, Pintus, Ericksen, Lukaku, Hakimi, Pinamonti,
    Padelli. Per sempre!… per lo scudetto conquistato.

  15. Ciao Gian Luca, se ti posso consolare io sono tifoso del Liverpool che considero l’Inter di Inghilterra. Stagione 18/19 finita 98 punti a 97. Stagione 21/22 finita 93 a 92. Dall’ 89/90 a oggi abbiamo vinto soltanto la bellezza di una Premier la 19/20. Poi come avversario Guardiola ti logora parecchio perché questo non ti lascia mai una briciola di speranza. Comunque speriamo di rifarci in Champions anche se da quando seguo il calcio non ho mai visto perdere una finale al Real Madrid. Ciao.

    • L’Inter di Inghilterra mi pare un po’ esagerato: quando uno è spesso in finale di Champions è un altro mondo
      GLR

  16. Salve, non riesco ad essere, sportivamente, triste. Due trofei in poco tempo vinti in finale contro la Juventus, sono un bel bottino, credo. Perfettamente inutili i se a Bologna o derby, forse manca ancora qualcosa: seconde linee di spessore.

    • Devo dire che poi mi scrive qualche rossonero talmente represso anche dagli ultimi tre trofei nerazzurri che pare abbia vinto il Foggia o il Sorrento non il MIlan….ma io faccio loro i complimenti in ogni caso, perché chi vince ha sempre ragione…Settimane di caproni a parlare dell’effetto Serra (roba da matti) ma poi chi è più bravo vince comunque, come si è visto…
      GLR

  17. Ciao GL, da tifosa vorrei vincere sempre e tutto, ma ovviamente non si può… arrivare secondi lascia per forza l’amaro in bocca. Io avevo perso le speranze dopo Lazio Milan. Quello era lo scoglio più duro per loro anche psicologicamente dopo che noi avevamo asfaltato la Roma. Vincerla in rimonta e nel finale gli ha dato lo sprint per non sbagliare più. Pazienza… fino alla prossima stagione mi cullerò con il ricordo delle due partite emozionanti che ci hanno dato 2 trofei! Orgoglio nerazzurro!!

  18. Pur considerando la gestione di Inzaghi positiva, per i risultati e per come ha giocato la squadra, il campionato lascia sicuramente rimpianti perché lo ha vinto una squadra certo non superiore all’Inter. Purtroppo la coperta è corta: se prendiamo gli 11 titolari diamo la paga a tutti, ma nel calcio di oggi, con le 5 sostituzioni, è decisiva la panchina e francamente lì sono emerse le nostre magagne (soprattutto a centrocampo e in attacco).

  19. Interista per Sempre // 23 maggio 2022 a 13:13 // Rispondi

    E’ andata così, peccato
    Spero solo che ora non ci siano cessioni troppo “pesanti” e che, nei limiti
    di cosa permetta la situazione economica della Società, si provveda
    a qualche rinforzo: un attaccante, e se possbile, un vice Brozo
    Sempre e comunque W l’INTER

  20. Innanzitutto complimenti al Milan: nell’arco delle 38 giornate ha avuto più grinta e determinazione facendo leva sull’orgoglio di chi vuol ribaltare il pronostico che lo vede essere inferiore ma che non si rassegna. Noi non possiamo neanche appellarci alla sfortuna, rispetto alle altre abbiamo avuto meno defezioni e non possiamo neanche lamentarci degli arbitraggi, anzi.
    E così il brutto anatroccolo Pioli, da “sero tituli” fino a ieri e tanti esoneri, si è trasformato in magnifico cigno. Chapeau

    • Walter,
      rara avis,
      da milanista i complimenti li faccio io a te.

      • Grazie CL7, ma qualsiasi appassionato di calcio, che non sia offuscato dal becero tifo esasperato, dovrebbe riconoscere sportivamente i meriti degli avversari quando si sono dimostrati
        più forti, specialmente quando non erano accreditati come favoriti. Questa è la mia filosofia che son sicuro appartiene a molti interisti e non.
        Poi ci sarà tempo per prenderci delle rivincite a cominciare dalla prossima stagione e tu, son certo, saprai fare un plauso a noi nerazzurri un po’ delusi, per ora 😉

  21. Purtroppo il bluff di Pioli: “A Milanello abbiamo parlato di scudetto dall’inizio dell’anno, ci abbiamo sempre creduto” ha funzionato.
    Così come la sicumera dell’Inter di poter risorpassare i cugini quando e come volevano ha fallito.
    Il pressing esasperato a tutto campo dei rossoneri ha prevalso sul bel ma discontinuo gioco dei nerazzurri.
    Troppi punti persi da situazioni favorevoli per l’incapacità di gestire le pressioni e spesso per mancanza di concretezza.
    Che serva da lezione per il futuro.

    • Mi fa sempre ridere chi crede che i professionisti ascoltino quello che dicono i loro colleghi e a vole loro stessi nelle conferenze stampa in ciclostile.
      GLR

  22. Se finisci un campionato a soli 2 punti dalla prima, qualunque passo falso può considerarsi quello “decisivo”, alla 5a giornata eravamo appaiati: loro vinsero e noi pareggiammo, da allora abbiamo fatto gli stessi punti, è normale che qualsiasi gol sbagliato o qualsiasi disattenzione difensiva, risulti “fatale”; quindi non cercherei un colpevole, ma cercherei di formare una squadra con più frecce al proprio arco (forse potevamo fare qualcosa di meglio nel mercato di gennaio). Forza Inter, amala!

  23. Prima cosa onore al Milan che non ha demeritato. Ma è chiaro che sarebbe stato sufficiente/necessario per noi non sbagliare e vincere a Bologna (un match nel quale parecchi, tra quelli che giocarono, non furono all’altezza delle pressioni di una partita che il mondo intero considerava vinta prima di giocare e quello meno all’altezza di tutti fece un disastro) e oggi si farebbero i complimenti al Milan per aver tenuto testa all’Inter. Bologna fu la prova d’appello al 2° tempo del derby di ritorno

  24. Ciao GLR, scudetto al Milan solo per una autolesionistica “INTER-CESSIONE”. Preso atto delle nostre mancanze che ben conosciamo, ritengo doveroso segnalare che anche il calendario asimmetrico, con le partite più impegnative tutte insieme e a ridosso della CL (solo per l’INTER però), ha di certo determinato la corrispondente fase di calo e l’esiziale perdita di punti. E c’è pure chi ha fatto polemica per il rinvio della recupero della partita con il BOLOGNA. Che ne pensi?

    • Mi stanno un po’ sulle balle quelli che trovano alibi, concause e circostanze, quindi io non li trovo…Parlai a suo tempo di Radu, perché lì c’è stato un errore grave per colpa specifica chiara ed evidente, non certi una semplice papera. Hanno han vinto loro, abbiamo perso noi. Punto. Il calendario asimmetrico è venuto fuori dopo aver perso a Bologna: prima non se lo filava nessuno e anche se lo si filava, era così da agosto e si sapeva.
      GLR

  25. C’è tra gli interisti chi disapprova gli sfottò volgari ad personam ed ha completamente ragione:ricordo che avevo fortemente disapprovato Ambrosini quando issò un cartello molto pesante dopo la nostra vittoria in Champions seguita allo scudetto nerazzurro.
    Però questo tifoso dimentica che Chalanoglu è stato poco elegante nei confronti del Milan,dopo esser stato sostenuto negli anni rossoneri nei suoi alti(pochi)e bassi(molti). Già,poi il tifoso in questione parla di Bilan,ma questo non conta…

  26. i giocatori del milan lo hanno rifatto dopo che ambrosini anni fa aveva esposto il cartello lo scudetto mettilo nel ….oggi hanno esposto la coppa italia mettila nel ….passano gli anni ma lo stile e’sempre quello………….

  27. Dopo aver ricevuto i complimenti da parte della società, hanno avuto il buon gusto di esporre, durante il corteo ” la coppitalia mettetela nel culo” , sorretto da gentaglia tipo rebic, krunic e Ibrahimovic ergo animali appartenenti ad una etnia di pezzi di merda i cui conterranei te li trovi in casa a rubarti la TV ….. cosa naturalmente passata sotto silenzio dai vari tg ( Mediaset compreso, ovviamente ) in fondo hanno vinto lo scudetto del Congo, il livello di questo paese è quello .

  28. Io, caro GLR, invece un po’ rosico. Rosico perché li ho visti giocare i cuginastri e ritengo l’Inter nettamente superiore. Poi chi vince festeggia. Detto questo, bisognerà mettere mano alla rosa (con un progetto di almeno 3 anni), perché a trovare colpe ci si perde tra gli errori individuali, mentre è evidente che la rosa non era adeguata per competere in tutte le competizioni e questo prima o poi lo paghi. Basta guardare le Top 10 in Europa (Juve esclusa). Sempre Forza Inter

    • Ma è logico che si rosichi…dico solo che un conto è rosicare a mani vuote, un altro è avendo vinto due trofei su tre, anche se è mancato il più importante, per gravi colpe nostre
      GLR

Lascia una risposta

Le 4 regole del commentario:
1. Siate educati: i commenti ad personam saranno ignorati
2. Scrivete in italiano, il congiuntivo non è una malattia degli occhi!
3. Non è una chat: se volete conversare tra voi, io che ci sto a fare?
4. La lunghezza del commento non può superare i 500 caratteri (spazi compresi)
Viva l’Inter!


*

 caratteri disponibili