Corsi e ricorsi, 1ª parte

Video-editoriale del 18.5.2022
Corsi e ricorsi storici, 1ª parte.
Quando lo Scudetto piovve da cielo. L’ex Inter Mazzantini era il portiere dei grifoni in Perugia-Juventus del 14 maggio 2000.
L’Inter spera nello stesso ribaltone sul Milan.
Ne parlo qui:

https://youtu.be/kyf-26r8-6Q

3 Commenti su Corsi e ricorsi, 1ª parte

  1. Andrà come deve andare, mettiamoci il cuore in pace … diamo loro la convinzione di essere i più forti, gli invincibili e di essere squadra pregna di fuoriclasse. In realtà nessuno e dico nessuno dei loro giocatori, presi uno ad uno e ruolo per ruolo è migliore dei nostri, anzi direi . Hanno tre giocatori bravini ma non certo fuoriclasse (Maignan, Tonali e Leao) ma il resto (compresi i due centrali sbeffeggiati da Lautaro in coppitalia) sono giocatori normali, da squadra normale.

  2. Roberto Scibetta // 19 maggio 2022 a 13:45 // Rispondi

    Sono un appassionato di motociclismo, oltre che di calcio.
    Nel 2006 Nicky Hayden, un bravo professionista, ma di certo non un campione, vince il mondiale davanti a Valentino Rossi. Hayden fece una stagione “normale”, con poche vittorie (solo 2 gare vinte, una sorta di record al contrario). Fu però molto regolare, seppe cogliere le occasioni dategli da Valentino Rossi, che buttò al vento tante gare.
    Questa stagione mi ricorda molto il 2006: Hayden = Milan. Valentino Rossi = Inter.
    Sad but true

  3. Peccato aver sciupato davvero tanto. Dopo il treplete del 2010 poteva essere un triplete tutto italiano molto bello. Le possibilità c’erano tutte , ma a parte la partita con il Bologna dobbiamo piangere su quel terribile periodo in cui nulla andava bene. Sono state gettate veramente al vento valanghe di punti. Il Milan ha i suoi meriti, ma una bella fetta di questo scudetto è un regalo nerazzurro ai cugini che certamente non avevano un potenziale maggiore. Ibra sono più le partite che manca.

Rispondi a FAUSTO Annulla risposta

Le 4 regole del commentario:
1. Siate educati: i commenti ad personam saranno ignorati
2. Scrivete in italiano, il congiuntivo non è una malattia degli occhi!
3. Non è una chat: se volete conversare tra voi, io che ci sto a fare?
4. La lunghezza del commento non può superare i 500 caratteri (spazi compresi)
Viva l’Inter!


*

 caratteri disponibili