UCL8iAnd: Inter-Liverpool 0-2

Video-editoriale del 16.2.2022
Pensate solo ai cambi a disposizione di Klopp (Diaz per la panchina preso a 60mln di euro dal Porto) e a quelli di Simone Inzaghi e capirete perché per l’Inter, il Liverpool è ancora di un altro pianeta.
Ne parlo qui:

https://youtu.be/SFBXkAWfhMI

26 Commenti su UCL8iAnd: Inter-Liverpool 0-2

  1. Klopp che loda Perisic in modo sperticato e ha continuato a farlo anche a partita conclusa. Sta’ a vedere che…
    A Milano direbbero: “Ohè… ten giù i man dal Perisic!”. Ma gli ingaggi inglesi per le italiane sono inarrivabili. E l’opportunità di strappare l’ultimo grande contratto in carriera fa gola a tutti. Il rischio c’è. Nel caso, peccato…

  2. Una cosa è giocarsela col Milan, e già questo ci riesce difficile, un’altra è affrontare squadre vere costruite per vincere. Marotta sarà stato anche bravo a fare le nozze coi fichi secchi, ma questo alla lunga viene a galla. W l’Inter!

  3. L’Inter è stata all’altezza della situazione, è mancato solo il gol e non è poco. Devve capire che se fa una partita TOP per 70 minuti e comunque esce sconfitta per 2-0, successo anche con il Real, il Milan, ed altre partite anche se non le abbiamo perse per poca consistenza dell’avversario, è il segnale che manca qualcosa.

  4. La CL enfatizza i ns problemi cronici..mancanza di cinismo, dato a volte da scelte di gioco sbagliate, panchina non all’altezza e, non condividerai, un portiere al tramonto: ok bastoni,ma maignan quel colpo di testa l’avrebbe preso. Sull’attacco pesa che la vera alternativa, Correa (35M€), sta deludendo (quando c’è) e forse qualcuno si è pentito dell’acquisto.
    Ultima cosa:spesso si gioca palla indietro dalla 3/4 avversaria,al ns portiere..ma perché??? Sei in pressione, restaci..! Boh medioevo

  5. Dopo stasera ho capito che sarà l’ultima stagione di Perisic da noi. È troppo forte per restare in Italia

  6. Nessun dramma. Questa squadra, nelle condizioni di forma e di organico in cui si trova “oggi” non può reggere TRE competizioni contemporaneamente. Il fine corsa Champions può aiutarci a giocare al meglio Campionato e Coppa Italia, dove abbiamo possibilità concrete. Però servono impegno, concentrazione. Resta preoccupante il calo di rendimento di qualche giocatore, protagonista un pò più spesso in NEGATIVO. Incrociamo le dita.

  7. ALESSIO CERIANI // 17 febbraio 2022 a 07:55 // Rispondi

    Anche ieri si evidenziano l’affanno di alcuni ns fuori condizione (De Vrij e Martinez). Bisogna costruire e x fare ciò il ns Mr dovrà stare in panchina diversi anni così da plasmare nuovi arrivi con la speranza che arrivino 2 grandi bomber. Dzeko bravo ma lento.
    La squalifica di Brozo arriva nel momento giusto perché è appannato.
    Se si vuole crescere bisogna vincere ciò che è possibile: campionato e coppa Italia. Quindi domenica serve una grande reazione x iniziare un nuovo filotto.
    Salutami NY

  8. ciao GLR, anche se tifosi bisogna essere realisti, per i prossimi 4-5 anni continuare a vincere in Italia e costruire una squadra abbastanza giovane e continuare ad acquisire esperienza partecipando alla Champions. Con lo stadio di proprietà L’Inter sarà piu’ appetibile, ricavi aumenteranno e si potranno acquistare quei 3-4 giocatori per fare il salto di qualità e provare almeno a competere con le big europee. Sempre forza Inter!

  9. Credo che l’Inter abbia iniziato a giocare strategicamente come l’anno scorso. Primo tempo in controllo e secondo tempo la vera inter di Inzaghi / anche col Milan / scambi veloci, propensione e aggressività. Non scordiamoci che sono tutti nazionali, però mancano goal delle punte. Un obiettivo finanziario è stato raggiunto (ottavi) e per migliorarlo dovresti andare in finale (difficile). Però x il ritorno (ormai tagliati fuori) se giochi da inter II tempo qualcosa potrebbe accadere.

  10. EUGENIO PREDETTI // 17 febbraio 2022 a 09:06 // Rispondi

    Analisi che condivido al 101%. La differenza tra la ns panchina e quella del liverpool è impressionante. Abbiamo fatto forse il massimo, però davanti pesiamo veramente poco, il professore purtroppo ha quasi 36 anni ma lautaro è inconsistente: e inutile rimpiangere il gigante buono, era di un altro pianeta. Auguriamoci di chiudere la settimana con il sassuolo con il sorriso …. altrimenti saranno tante lacrime. Sigh !!!

  11. Sono sicuro che a Liverpool, se saranno recuperati Correa e Caicedo, daremo filo da torcere ai concittadini dei Beatles. L’amaro in bocca per settimane, resta per il derby, non certo per la partita di ieri sera. Quelli sono di casa in Champions League ogni anno, fino alle ultime fasi. Forza Inter!!!!

  12. Diego Raimondi // 17 febbraio 2022 a 09:11 // Rispondi

    E vedete com’è il calcio ! Di qua la coppia Dzeko Lautaro (ma pure il “leone ingabbiato”) in rottura prolungata e di là le volpi da Champion Firmino e Salah, non poteva che finire così. Purtroppo il periodo di innegabile appannamento ha coinciso col trittico infernale
    Milan, Napoli e Liverpool. Ne usciamo male, forse non siamo così’ forti come poteva sembrare. Preoccupa il periodo dei 10 minuti di blackout che si ripete, dopo il primo gol subito, dove gli avversari ci rifilano l’uno-due Brutto

  13. Francesco dal Cilento // 17 febbraio 2022 a 09:16 // Rispondi

    GL, dagli anni scorsi ad oggi la crescita, a mio avviso, c’è stata in termini di personalità anche se il gap è ancora abbastanza ampio. Noi abbiamo giocato penso vicino al 100%. Loro ampiamente al di sotto dello standard abituale (e hanno vinto 2-0). Se posso muovere una critica riguardo l’attacco, in particolar modo lautaro. Ho sempre l’impressione che sia pesante nelle giocate, nella corsa e nel modo di muoversi. Non abbiamo un attaccante che va in velocità negli spazi. Urge porre rimedio

  14. Ai punti, come si suol dire, avremmo vinto noi. Peccato si tratti di calcio, non di pugilato. L’Inter è questa: coriacea ma non scaltra, compatta ma senza l’acuto del fuoriclasse propriamente detto. Non sono deluso: mi allineo a GLR, spero ardentemente che gli altri obiettivi per i quali siamo in corsa possano essere portati a casa. Lo meritiamo noi, e lo meriterebbe Inzaghi che sta portando avanti il lavoro di Conte con umiltà e senso pratico.

  15. Bruce Germania // 17 febbraio 2022 a 09:52 // Rispondi

    Klopp ha inserito Diaz, Keita, Firmino, il cui valore complessivo è pari al nostro budget per 4 sessioni di calciomercato. Tanta amarezza perché l´Inter quest´anno non è stata “messa sotto” da nessuno. Il Leitmotiv però è sempre lo stesso. Tante occasioni, tanto gioco zero gol. Nessuno butta dentro quella bene(male)detta sfera rotolante. È evidente la mancanza di un attaccante “mortifero” specie in queste sfide. Non possiamo sempre sperare nel contributo realizzativo di difensori e centrocampisti

  16. Bella Inter, che ha messo spesso in difficoltà una squadra fortissima, da cui, lo sapevamo dai tempi del sorteggio, saremmo stati eliminati. Nessuna recriminazione, ma la constatazione che si stia cronicizzando una certa difficoltà realizzativa. Confidiamo in Inzaghi, che sarà capace di eliminare le scorie di questa partita per ripartire nel giusto modo in Campionato, la nostra vera Champions.
    Claudio – Parma

  17. Roberto Carlo Giuseppe // 17 febbraio 2022 a 10:21 // Rispondi

    1 sono molto soddisfatto della partita. Contenuto il Liverpool il 1t e li abbiamo messi sotto nel 2t.
    2 Partita risolta da episodi traversa per noi rete di nuca per loro (il 2 tiretto deviato)
    3 partita svaccata dopo il gol e questo è male
    4 certo oggi il Liverpool ci è sopra: il nostro parco attaccanti non vale 1/3 del loro. Se l’anno prossimo via Lautaro dentro Scamacca non lo miglioriamo. Altri sono i giocatori che servono.
    Rimane che fra 3 settimane non la vedrò non voglio soffrire.
    Amala..

  18. Ciao GLR
    Mi pare evidente che i problemi sono in attacco,ma quando i tuoi attaccanti sono delle riserve di Roma e Lazio i risultati non posso che essere questi!

  19. ciao GLR, nulla da rimproverare alla squadra, ma alla fine il Liverpool ha vinto con il minimo sforzo, perché come dici anche tu, hanno una panchina che da noi forse sarebbe prima in classifica. Troppo divario tra noi e le big europee, in particolare della Premier League.

  20. Volevo spezzare una lancia a favore di Arturo e del leone Sanchez. Sono usurati, sono vecchi e come dici tu azzeccano una partita su tre. Però io ho grande rispetto di questa categoria di giocatori anziani ma con grande personalità (tipo Handanovic e Dzeko). Questi trainano la squadra, non i vari Lautaro Martinez che spariscono quando hanno le responsabilità. Speriamo di vincere un altro scudetto intanto che la Juve latita, sarebbe veramente meritato e una sorpresa .

  21. Ciao GLR,
    vorrei chiederti una cosa: quando scrivi che “il Liverpool è ANCORA di un altro pianeta”, che “non siamo ANCORA pronti per la Champions”, intendi che vedi un percorso in quella direzione? Io ho grande stima del lavoro di Inzaghi, ma onestamente ho l’impressione che con le finanze a disposizione la società punti a un “peso forma” che ci consente e consentirà di ambire al vertice in Italia, ma non oltre, non nel prossimo futuro. E, dopo anni di dominio scolorito, è già tanta roba.

    • Per vederlo nel medio periodo occorrerebbero stadi di proprietà e diritti tv gestiti al meglio senza litigare. Quindi a breve non lo vedo certamente
      GLR

  22. Se non segni non solo perdi contro le prime 10 squadre in Europa ma molto probabilmente anche contro le prime 4 italiane.

  23. Con questi si sapeva che non ci sarebbe stata molta trippa per gatti. In Champions League non esistono squadre materasso, ma ci è capitato il peggior avversario dell’urna. Un dato di fatto comunque mi conforta: se L’Inter è quella vista stasera in Italia quest’anno non ha rivali. La Juventus si è rinforzata molto, ma partendo troppo indietro non credo sia in grado di attaccare il primo posto anche se ci potrà andare vicina. Napoli e Milan sono forti, ma i nerazzurri hanno di più dei cugini.

  24. Caro GLR,
    andrei oltre le categorie, che ci son sempre state (noi siamo solo ‘scesi’), perché perdere ci sta, mentre l’affanno fisico no. Vero che più sei bravo meno corri, ma noi eravamo spolmonati, mentre loro…In UK e Germania si gioca di più e si corre di più, perché? Metodi di allenamento? (Mou lo disse). Poi bisognerà progettare il futuro, perché i fichi secchi per la CL non vanno a nozze e Marotta non è Harry Potter. Sempre Forza Inter

Rispondi a Francesco dal Cilento Annulla risposta

Le 4 regole del commentario:
1. Siate educati: i commenti ad personam saranno ignorati
2. Scrivete in italiano, il congiuntivo non è una malattia degli occhi!
3. Non è una chat: se volete conversare tra voi, io che ci sto a fare?
4. La lunghezza del commento non può superare i 500 caratteri (spazi compresi)
Viva l’Inter!


*

 caratteri disponibili