29C: Torino-Inter 1-1

Video-editoriale del 13.3.2022
Per uscire davvero dalla crisi sarebbero serviti 6 punti con Torino e Fiorentina.
La prima tappa certifica che la crisi non è finita e che l’Inter non è più padrona del suo destino nella lotta Scudetto, che resta aperta.
Ne parlo qui:

https://youtu.be/cQdLf9PxUz4

34 Commenti su 29C: Torino-Inter 1-1

  1. Pasquale Somenzi // 14 marzo 2022 a 02:20 // Rispondi

    Se non ci fosse stato il gol di Sanchez, ci sarebbe stata ovviamente una sconfitta in trasferta per 0-1 che non si verifica dal 27 gennaio 2019, guarda caso la partita era Torino-Inter.
    Credo di aver capito perchè l’Inter è riuscita a non perdere oggi e nemmeno lo scorso martedì: da quando c’è Inzaghi, l’Inter fuori casa ha perso solo con Lazio e Real Madrid e quindi deduco che le sconfitte arrivano quando si gioca in una capitale europea, capitali che appunto non sono Liverpool e Torino.
    Atalanta, Napoli, Genoa, Milan, Torino: nelle ultime 5 trasferte italiane l’Inter ha sempre pareggiato. Era già successo nel 2004 nei primi mesi della gestione Mancini, che forse qualcuno ricorderà che la stampa gli affibbiò allora il soprannome di Mister X per i tanti pareggi ottenuti.
    Riuscì a fare ben 6 pareggi di fila fuori casa (in Italia):
    Roma-Inter 3-3
    Milan-Inter 0-0
    Lecce-Inter 2-2
    Fiorentina-Inter 1-1
    Cagliari-Inter 3-3
    Siena-Inter 2-2
    Contraccambio i saluti e ringrazio per i complimenti ricevuti da Roberto e GLR al mio ultimo commento e se fosse possibile vorrei lanciare un appello per il prossimo mercoledì, ultimo giorno degli ottavi di Champions, appello per aiutare tutti i gatti e i cani che vivono in Italia: se cani e gatti potessero parlare, rendiamoci conto che qualunque di loro incontreremmo durante il giorno, se gli domandassimo: “Da quando sei nato, hai mai visto la Juventus
    vincere la Champions?”, è difficilissimo trovarne uno che risponda “SI'”
    Pasquale.

  2. Ciao, concordo sull’avere sempre fiducia ma le parole di Handanovic (“ci siamo adattati al loro gioco”) fanno pensare ad una squadra stanca sia di gambe che di testa. Vedremo la prossima con una squadra in forma come la Fiorentina. Sempre forza Inter!

  3. Antonio Rossi // 14 marzo 2022 a 07:18 // Rispondi

    La partita di ieri è quella con il Sassuolo certificano che se manca Brozovic non hai nessuno in grado di fare il suo ruolo. Forse, qualora ricapitasse si potrebbe provare a cambiare e passare a un 442. Concordo su Ranocchia. Non ho capito perché non ha spostato Skriniar al centro con D’Ambrosio a destra che a Liverpool avevano fatto bene. Volitivo invece Di Marco e anche Vidal a parte qualche svarione ha poi condotto il gioco. Handa, parata veramente mostruosa. Ciao, Antonio

  4. Pasticcioni, incapaci, imprecisi, spreconi e … graziati da una dea bendata. L’Inter concreta che realizzava gol più degli altri s’è persa!? Il pareggio mi incoraggia a pensare che la matematica ancora non ci taglia fuori dalla lotta per il titolo, ad una condizione : occorre ritrovare la forma migliore e riprendere quel cammino veloce che riuscivamo a fare appena qualche tempo fa. Mia cara Inter : non mollare, non deluderci : LOTTA LOTTA LOTTA … dai!

  5. Buon giorno Gianluca, certo tutti speravamo di ritornare a giocare come a novembre dicembre ma gli impegni sono stati moltissimi e le forze non possono essere ancora moltissime pero’ il fatto di essere ancora in corsa per campionato e coppa italia (e un trofeo gia’ vinto) non puo’ che renderci orgogliosi, sara’ un campionato con arrivo in volata e l’inter comunque sara’ stata competitiva , ricordo che fino a qualche anno fa eravamo fuori da tutto a dicembre, sempre forza inter

  6. ALESSIO CERIANI // 14 marzo 2022 a 08:27 // Rispondi

    Giocando così è giusto che non si vinca lo scudetto, specie se perdi con Sassuolo e pareggi a Genoa.
    Approccio sbagliato sia dei giocatori e sia il Mr che ha schierato una formazione non dinamica.
    Le seconde linee sono poca roba a parte Gosens
    L’attacco è vero che segna poco ma spesso vengono serviti in maniera poco pulita e ancora una volta si è dimostrato che senza Brozo non abbiamo un degno sostituto.
    Difficile raggiungere II^ stella
    Ma nulla è impossibile

    • Pasquale Somenzi // 14 marzo 2022 a 13:29 // Rispondi

      quindi lo scudetto lo vince il Napoli dato che Inter, Milan e Juventus hanno perso in casa col Sassuolo.
      Se tu fossi tifoso del Napoli diresti…specie se si perde in casa con Empoli e Spezia.
      se tu fossi tifoso dell’Atalanta diresti…specie se si perde in casa con il Cagliari e si pareggia due volte col Genoa.
      Sbaglio?

  7. Diego Raimondi // 14 marzo 2022 a 08:27 // Rispondi

    Il simpatico Torino si conferma una delle ns. bestie nere. Concordo con Rossi, purtroppo la crisi non è finita. Ai dubbi iniziali su almeno 2 dei titolari scelti dal mister (ovviamente Frog e Vecino) si aggiungono i soliti stilemi di molte ns.partite. Occasioni create e malamente sciupate, l’attacco tuttora più prolifico ma coi gol non ben distribuiti, la constatazione che la panchina non è poi così forte, la puntuale esaltazione del portiere avversario e la carenza di costruttori di gioco.

    • Pasquale Somenzi // 14 marzo 2022 a 13:35 // Rispondi

      Nelle ultime 18 trasferte a Torino 12 vittorie Inter, 4 pareggi e 2 vittorie Torino, magari aspetterei a definirlo bestia nera.
      Pasquale.

      • Ovviamente qui certa gente scrive giusto per far andare le dita contro l’artrite, mica perchè sa…
        GLR

    • Alessandro // 14 marzo 2022 a 14:50 // Rispondi

      Forse l’amico Raimondi intendeva rimarcare come, da una serena disamina, negli ultimi scontri il Torino ci abbia spesso reso la vita difficile, questo al di là delle statistiche. Perché tanta violenza nel puntualizzare ? Invito Somenzi e Rossi a rasserenare le rispettive velleità preferendo una visione d’insieme alla considerazione ossessiva del dettaglio.

      • Forse l’amico Raimondi ha scritto semplicemente una cazzata, visto che non riesco a ricordarmi l’ultima volta che l’Inter ha perso con il Torino. Se poi la mettiamo sulla vita difficile quando non sei in condizione tutti ti rendono la vita difficile, bella scoperta…Quanto ala serenità ti assicuro che da parte mia è assoluta, ma mi diverto molto a leggere commenti da tregenda … visco il momento
        ci stanno ma cerco di conservare un minimo di equilibrio
        GLR

  8. ormai è chiaro che c’è un’inter con Brozo e una senza e questo, per una squadra che mira a vincere, lo trovo un difetto. partita di conseguenza molto complicata ma, nonostante tutto, se ci si presenta 4 volte davanti al portiere bisognerebbe fare almeno 2 gol! visto il rigore scampato (ieri male Ranocchia contro il gallo) prendiamoci il punticino e andiamo avanti sperando che a Brozo non capiti mai niente!!! adesso che il Milan è primo x davvero sarà più bello superarlo!!! ciao GL

  9. pietro spennacchio // 14 marzo 2022 a 08:45 // Rispondi

    Finita l’inerzia Conte, é tornata l’Inter che ingolosisce qualsiasi avversiario, che contro di noi annusa sempre l’odore di impresa! L’elemento più “preoccupante” é però che aldilà delle storielle dei dipendenti del padrone sulla competitività del progetto non credo ci sia alcuna intenzione di invertire la rotta nel futuro prossimo. Prepariamoci dunque alla restaurazione del dominio bianconero sperando almeno di non assistere alla beffa suprema del Milan campione d’Italia.

  10. Alessandro // 14 marzo 2022 a 09:03 // Rispondi

    E’ una delle Inter più indecifrabili che io ricordi. Stando alla partita di ieri, la trama di gioco è troppo elementare: palla agli esterni, retropassaggi come se non ci fosse un domani, nessuno che si attenti a saltare l’uomo e creare superiorità: ci prova spesso Dzeko ma con scarso costrutto. Poi vi è la questione mentale, la testa. Un gol come quello di Bremer (a proposito: che giocatore notevole!) lo prendi quando non hai adrenalina e non sei concentrato.

  11. Crisi? Si, di lucidità e raziocinio, se si sacrificano 5 partite sull’altare di una competizione che, nella migliore delle ipotesi sai già che vai fuori il giorno stesso del sorteggio e nella peggiore ti priva di due pedine fondamentali. In ogni caso nessuno ha ancora vinto, tutti devono sudare fino alla fine. Il rigore su Belotti? Alla prima occasione la pagheremo con gli interessi, cosa che raramente accade con chi oggi sbraita e invoca la sedia elettrica per l’intera classe arbitrale.
    C23-PR

  12. EUGENIO PREDETTI // 14 marzo 2022 a 09:07 // Rispondi

    Brutta partita: mi pongo due domande. Perchè è stato preferito ranocchia, che e vero che e un centrale ma e ormai molto appannato, a d’ambrosio che cmq ci mette sempre il 101% ?
    E’ possibile che se manca brozo non abbiamo una fonte di gioco ?
    Anche io la penso come te e cioè che i giochi non sono ancora chiusi, ma temo che non lo vinceremo. Soltanto una grande inter vs la juve ci potrebbe dare il morale e lo sprint finale per vincere lo scudo ma lì, come ben sappiamo, è dura in ogni suo aspetto

  13. Pareggio immeritato, con un errore arbitrale colossale ed inspiegabile.La formazione iniziale era sbagliata, Ranocchia impresentabile e Perisic fuori forma.Anche i cambi così così. Inzaghi dimostra inesperienza,ci sta, probabilmente la dirigenza l’aveva messa in preventivo, possiamo però rimediare. L’importante è recuperare condizione fisica, indispensable per questo tipo di gioco.Unica cosa certa…campionato italiano di livello a dir poco mediocre. lo vincerà comunque una squadra modesta.

  14. ciao GLR, piú che crisi, sembra che sia finita l’inerzia dell’Inter di Conte, ma spero di sbagliarmi. Su Dzeko, ho giá detto che sono molto di piú i punti persi per gol facili sbagliati, che quelli guadagnati.Nonostante tutto possiamo ancora vincere lo scudetto, perché l’equilibrio é molto sottile e anche il Milan non da l’impressione di forza o di una squadra in grado di saper gestire le pressioni da primato.

    • pietro spennacchio // 14 marzo 2022 a 11:59 // Rispondi

      la dirigenza sa soprattutto che al di là della propaganda se non spendi non puoi essere competitivo…quindi il miglior allenatore possible è un aziendalista che accetta questo in silenzio e si “accontenta” di lavorare all’Inter per qualche milione di euro all’anno in attesa che il padrone riapra eventualmente il portafoglio.

  15. L’Inter in CL se l’è giocata ma con Torino e Sassuolo ha pagato la stanchezza, e quei tre minuti nel derby han fatto mentalmente più danni della tempesta.
    Il Milan per me resta la meno forte delle tre, ma ora ha l’entusiasmo a mille e vede uno scudetto che rischia di essere “di Giroud”, che non ha fatto chissà che in questo campionato ma in pochi secondi ha colpito quando serviva: derby e Napoli. Episodi… come i rigori sbagliati da Di Marco e Lautaro, che alla fine peseranno tantissimo.

  16. Purtroppo quando tutta la squadra è tutta calante sia per infortuni, squalifiche, condizione e idee….SIMONE cambia. Già a Liverpool con l’espulsione passa al 4 3 2 (2 punte per trovare il goal e Gosen dietro). Col Toro come con altri per sopperire ai deficit e spiazzare l’avversario predisponi anche il 4 3 3 (sanchez lautaro Dseko) o il 4 4 2. Ma Chalanoglu non può dare il cambio a Brozovic..visto che poi ti rifinitore d’attacco lo fa Dseko?

  17. squadra involuta ormai da due mesi, tipico girone di ritorno alla Inzaghi.
    Oltretutto Inzaghi non ha scuse, a differenza di Milan e Napoli non ha avuto infortuni a catena e tutti insieme e soprattutto le stesse Milan e Napoli non stanno facendo un girone di ritorno da record, nonostante ciò ci siamo fatti recuperare potenzialmente 11 punti.

  18. Roberto Carlo Giuseppe // 14 marzo 2022 a 11:01 // Rispondi

    Il gol è irregolare, Belotti è in fuorigioco nel cono di luce del portiere che non può tuffarsi a sinistra. Il rigore per loro è solare. Il VAR a che serve?!
    Non possiamo essere Brozo dipendenti. Delude Inzaghi perché non ha trovato una contromisura alla mancanza di Brozo. E’ evidente che la squadra senza Brozo non sa su chi appoggiarsi. Un limite? i limiti è l’allenatore che deve aiutarti a superarli indicandoti il come. Inzaghi via non diciamo caz..te. Un trofeo c’è e che goduria al 124′
    Amala

  19. FAUSTO ROBAZZA // 14 marzo 2022 a 11:03 // Rispondi

    Buon giorno GLR, sono un tuo coetaneo e seguo l’Inter praticamente dalla nascita …..se non hai a disposizione Brozovic tu, che sei o ti reputi un bravo tecnico (parlo di Inzaghi) devi inventarti qualcosa senza di lui, cambiando modulo ed interpreti e considerando il materiale umano non eccelso a tua disposizione, altrimenti non se ne viene fuori e saremo sempre in difficoltà, temo….

  20. Non fasciamo la testa prima di averla rotta, secondo me vinciamo lo scudetto se con Fiorentina e Juventus facciamo almeno 4 punti. Rigore solare negato al Torino però mi devono spiegare bene come è possibile che un giocatore sulla linea di porta non è in fuorigioco come può non infastidire il portiere? Ho visto gol annullati per molto meno.

    • Purtroppo secondo me non c’erano gli estremi per annullare il gol, ma il tuo messaggio mi ha confortato, perché è l’unico ottimista tra tanti che hanno già rinunciato a combattere…di buono c’è che questi contano zero e incidono zero
      GLR

  21. Una domanda per Inzaghi che rimane il più adatto a studiare le formazioni: manca Brozovic e già è un dramma perchè optare per Ranocchia e Darmian cambiando ulteriormente la formazione titolare? Forse Calha nel ruolo di Brozovic con Gagliardini a rimpiazzarlo a sx, quindi giocatore più fisico, mi sarebbe sembrata scelta più logica.Ormai Vecino è demotivato e corpo quasi estraneo alla squadra.

  22. alessandro // 14 marzo 2022 a 13:43 // Rispondi

    secondo me è tutta colpa della cresta bianca di Vidal…….

  23. Caro GL, chi manca più di tutti in questa stagione è il biondo danese, che lo scorso anno ha svoltato la stagione quando Conte ha accettato di giocare per vincere anche senza lo schema palla a Lukaku e ci pensa lui. Chala non ha passo, visione di gioco ed esperienza di Eriksen e, tutto sommato, nemmeno il tiro. Detto ciò, il mister finora ha cavato il sangue dalle rape, ma adesso è al fondo del barile e senza una panchina vera, anche il cambio di modulo lascia il tempo che trova. Speriamo bene.

  24. Da avversario, non capisco tutta la negatività sulle possibilità dell’inter.
    Ieri, in una partita disordinata, ha comunque costruito 5-6 palle gol nitide.
    Cosa che, in questo girone di ritorno, a noi del milan capita mettendo insieme due-tre partite buone.
    Al di là di qualche (comprensibile) esaltato partito per la tangente, la maggioranza di noi vede ancora l’inter come favorita (magari sgradita, ma pur sempre favorita).
    Boh…

  25. Alessandro // 14 marzo 2022 a 19:04 // Rispondi

    Ciao Glr,
    le certezze:
    1) il Torino domenica prossima perderà miseramente.
    2) Della serie “con noi tutti fenomeni (tipo Consigli)” Berisha (tre patatone ieri) farà papere da qui a fine torneo.
    3) Bremer non segnerà mai più…

    • Perderà miseramente? Bene, l’importante è che vinca tra due domeniche, quando sempre in casa avrà il Milan… :-)
      Con noi tutti fenomeni in porta, ed è vero. Ma non sarei così sicuro che Bremer non segnerà mai più . Questo è forte davvero, e speriamo che un altr’anno giochi qua. De Vrji ormai ha la testa altrove, ha sulla coscienza diversi errori decisivi in partite decisive. Sia mandato dove ha la testa anche il resto del corpo, specie se qualche inglese è disposta a sganciare bei soldoni…

Rispondi a Roberto Carlo Giuseppe Annulla risposta

Le 4 regole del commentario:
1. Siate educati: i commenti ad personam saranno ignorati
2. Scrivete in italiano, il congiuntivo non è una malattia degli occhi!
3. Non è una chat: se volete conversare tra voi, io che ci sto a fare?
4. La lunghezza del commento non può superare i 500 caratteri (spazi compresi)
Viva l’Inter!


*

 caratteri disponibili