27C: Genoa-Inter 0-0

Video-editoriale del 25.2.2022
Un punto in 2 partite e un gol in 4 sono numeri certamente critici. Col 73% di possesso palla e 14 corner a 0 il pareggio a reti bianche in Genoa-Inter resta inspiegabile, ma la mia fiducia è dura a morire.
Ne parlo qui:

https://youtu.be/xwhhONt0bss

13 Commenti su 27C: Genoa-Inter 0-0

  1. Ciao GLR
    Non c’è limite a questo calo di prestazioni. Mi spiace dirlo ma Barella ha mandato il fratello lento al suo posto, Brozovic è tornato a fare il Vigile sbracciandosi, e potrei andare aventi ancora. Francamente, oltre ad un po’ di fortuna, credo che manchi anche qualche urlo di Conte. E proprio perchè Conte non c’è più, mi manca ancora di più il Lele Oriali, che in questi momenti avrebbe trasmesso un po’ di fiducia e anche garra ai ragazzi.
    Stasera però mi hanno proprio deluso.
    MRC

  2. Pasquale Somenzi // 26 febbraio 2022 a 01:53 // Rispondi

    Liverpool, Sassuolo e Genoa, 3 partite consecutive senza segnare, un risultato negativo che non si verificava dall’aprile 2018 quando l’Inter fece 0-0 col Milan nel recupero di campionato, poi 0-1 in trasferta col Torino e 0-0 a Bergamo con l’ Atalanta. 2 soli punti in 4 partite invece è un magro bottino che in campionato non accadeva dal dicembre 2017 (era il periodo in cui si finì per battere il Pordenone
    in coppa Italia solo ai rigori).
    Il paradosso è invece il risultato considerando le trasferte di campionato, infatti nelle ultime 8 trasferte l’Inter ha subito solo 2 reti (di cui una su rigore e una su autorete). Per trovare un risultato simile bisogna risalire alla stagione 1970/71, infatti dal 13/12/70 al 28/3/71 l’Inter subì 2 reti segnandone 9 ottenendo 5 vittorie e 3 pareggi, mentre stavolta, pur con un miglior bilancio reti di 14 a 2, ha ottenuto 4 vittorie e 4 pareggi.
    Pasquale.

  3. Antonio Rossi // 26 febbraio 2022 a 07:23 // Rispondi

    Ciao Gianluca, l’impressione è proprio che il derby abbia tolto certezze e così pure la sconfitta con il Liverpool. Ottime prestazioni, ma due sconfitte. Speriamo nel derby. Il Milan sembra aver esaurito l’effetto entusiasmo del derby. A questo punto attenzione anche ad un clamoroso rientro della Juve, se dovesse vincere in questo turno.

  4. Imbarazzanti contro un Genoa in palla : in ritardo e perdenti nei contrasti, pasticcioni, imprecisi ed incapaci di fare gol. Brutto periodo. Campionato mediocre, ma la classifica ci mantiene in gioco ancora però bisogna ritrovare la forma e la concretezza di prima. Ho fatto una scommessa (2 mesi fa in tempi non sospetti) affermando che la Juve lotterà sino alla fine per lo scudetto. L’ho sparata grossa? Temo di no!?

  5. Diego Raimondi // 26 febbraio 2022 a 07:55 // Rispondi

    Continua la frenata prolungata,
    di questo passo si va a sbatttere ? Quasi di colpo non
    funziona più niente. Che fine hanno fatto i gol di Lautaro e Dzeko (Correa sempre più UFO), le cannonate di Calha e Barella, le zuccate di Skriniar e DeVrij le incursioni di Dumfries e Darmian ? Riaffiorano i vecchi difetti, la supponenza di certe giocate,
    la mancanza di leader che scuotano i compagni, l’imprecisione nelle conclusioni. i cambi inutili.
    Fortunatamente intorno è un ciapano’ generale. Urge scossa!

  6. La verità è che il calcio italiano è piccolo. Le tre di testa: Napoli bastonato da un Barça in ricostruzione e retrocesso dalla CL, Milan involuto e fuori dalle coppe, Inter irriconoscibile (balla dietro e non segna più), che attacca, attacca… ma alla fine o paga dazio (Liverpool) o è grasso che cola per un punto a Genova. Il gioco non difetta, per questo FORSE rivincerà lo scudetto e magari anche la CI. Ma se non ricomincia a buttarla dentro anche ottimismo e fiducia, alla lunga, scemano…

  7. Ciao GLR, la crisi è profonda, 2 punti nelle ultime 4 partite e onestamente non so chi possa tirarci fuori da questo momento fra Inzaghi e i giocatori.

  8. Roberto Carlo Giuseppe // 26 febbraio 2022 a 09:42 // Rispondi

    GL ho vissuto la partita in modo diverso. Abbiamo subito la forza fisica del Genoa!!! contrasti persi, in affanno con la palla, nei passaggi, una corsa da acido lattico, monotonia tattica. Diciamola ci conoscono e colpiscono i nostri difetti? Avremmo bisogno di una botta di c..o tipo fare un gol casuale. Quello che veramente mi preoccupa è un’altra cosa: sembra che abbiano perso la convinzione.
    Quelli che bofonchiano restaurazioni o rivoluzioni per loro tiriamo lo sciacquone.
    Amala…

  9. Era meglio Sensi rotto che Vidal sano.

  10. partita imbarazzante non si riesce a cavare un ragno dal buco, vedo palle perse con sufficienza a centrocampo, barella in periodo negativo sembra svogliato e nervoso, il famoso gioco dal basso e’ molto rischioso e tra l’altro si perde un sacco di tempo, minuti e minuti a passarsi la palla col portiere, attacco sotto zero.
    speriamo correa e goosens possano dare qualcosa da qui in avanti.

  11. Più che flessione dell’inter, le altre squadre hanno capito come affrontarci, pressione altissima in attesa dell’errore che prima poi arriva. Il primo è stato Ancelotti in champions, poi tutti gli altri. L’anno scorso gli avversari che ci pressavano rischiavano tantissimo, se riuscivamo a superare la prima linea di pressing scaricavamo la palla su giocatori veloci che andavano sempre 1 contro 1…quest’anno no. Accontentiamoci, sperando che Simone trovi i giusti adattamenti.

  12. Buongiorno. Noi ed il Milan sembra vogliamo servire su un piatto d’oro lo scudetto ai cugini che, puntualmente, rifiutano. Spero solo che dopo Bologna – Inter, ritenuta chissà quale importante crocevia, non siano ancora davanti i cugini. Così fosse, pòra nüm!

  13. Andrea Alemani // 26 febbraio 2022 a 15:35 // Rispondi

    Difficile valutare questa inter. Per me non abbiamo giocato male ma chiaramente se non si segna è un problema. Se fosse entrato il colpo di testa di d ambrosio avremmo parlato di una grande reazione dell inter perché tutto sommato non abbiamo giocato male. Noto pochi panchinari di qualità a livello dei titolari. Se non segnamo nel primo tempo poi si fa fatica a trovare dei cambi di qualità che possano cambiare le cose.

Rispondi a Marpim Annulla risposta

Le 4 regole del commentario:
1. Siate educati: i commenti ad personam saranno ignorati
2. Scrivete in italiano, il congiuntivo non è una malattia degli occhi!
3. Non è una chat: se volete conversare tra voi, io che ci sto a fare?
4. La lunghezza del commento non può superare i 500 caratteri (spazi compresi)
Viva l’Inter!


*

 caratteri disponibili