25C: Udinese-Inter 1-2

Video-editoriale del 1.5.2022
A Udine Udinese-Inter 1-2.
Li ho visti in campo e li ho visti rialzarsi e vincere, li ho visti nel dopogara e li ho visti convinti. Non aggiungo altro, li ho visti bene insomma e per il momento mi basta. E come dicono i miei amici di New York: “it is not over up till the fat lady sings!” (“Non è finita finché la signora grassa canta”)
Ne parlo qui:

https://youtu.be/8KAQL5JUeYk

20 Commenti su 25C: Udinese-Inter 1-2

  1. Pasquale Somenzi // 1 maggio 2022 a 20:33 // Rispondi

    In prospettiva Empoli vorrei ricordare che da quando la serie A è tornata a 20 squadre, l’Inter non ha mai pareggiato alla giornata 36.
    Oggi invece viene eguagliata una curiosità statistica, infatti sono 495 partite consecutive che l’Inter non perde con 4 gol di scarto. E’ la striscia più lunga realizzata dal 1908, come era successo una volta partendo da Inter-Atalanta 6-0 del 27 agosto 1961 fino ad arrivare a Inter-Milan 0-2 del 18 marzo 1973.
    Stavolta la striscia è iniziata con Inter-Novara 0-1 del 12 febbraio 2012. Inoltre l’Inter non subisce 4 reti in una singola partita da quasi 3 anni, ossia da Napoli-Inter 4-1 del 19 maggio 2019.
    Questo significa che da lungo tempo l’Inter non prende batoste o valanghe di reti ma ciononostante non è sufficiente per garantire successi da albo d’oro. Pensiamo che per esempio il Real Madrid ha appena vinto la Liga e solo lo scorso 20 marzo ha perso in casa 0-4 con il Barcellona, ha ancora tutte le chances per vincere la Champions e solo questa settimana ha preso 4 gol da un Manchester City che nemmeno due anni fa ha preso 5 gol in casa dal Leicester, oppure la Roma che è nettamente in corsa per vincere la Conference anche se nel suo percorso ha una sconfitta per 1-6. E di esempi ce ne sono a iosa, ma ripeto, questa è solo una curiosità statistica, ma alla fine conta sempre l’albo d’oro.
    Inzaghi comunque ha interrotto una singolare tradizione interista durata 12 anni, infatti ha vinto la Supercoppa italiana ed allena ancora l’Inter, mentre in precedenza, dopo l’ultimo scudetto vinto era cambiato l’allenatore (Conte), così come era cambiato appena dopo l’ultima coppa Italia (Leonardo), così come appena dopo l’ultimo mondiale per club (Benitez) e così come dopo l’ultima Champions (Mourinho).
    Pasquale.

  2. Andrea Alemani // 1 maggio 2022 a 21:29 // Rispondi

    Devo dire la verità. Mi aspettavo una sconfitta. Non pensavo saremmo stati in grado di risollevarci mentalmente sia per il Bologna sia per il fatto di aver giocato dopo un milan vittorioso. Bel finale di campionato. Ad oggi ogni previsione è impossibile. Entrambe le milanesi hanno un buon gioco ma non vivono facilmente le partite quindi può certamente succedere di tutto. Il milan ha un calendario più complesso ma l’Inter ha la coppa italia. Vedremo…

  3. La tua presenza ad Udine ha portato fortuna ai nostri che rimangono incollati ai cugini . Quello da molti tifosi auspicato si è verificato ed ora, credo di non proferire un’eresia, venerdì sera potremmo addirittura trovarci di nuovo in testa . Solo per un paio di giorni ? Chissà ….. Ricordo gli anni : 1973 e 1990 …..corsi e ricorsi storici, a volte ritornano …. Mal che vada basterebbe che una fra Atalanta e Sassuolo facesse il suo dovere !!!

  4. I giochi, per me, si faranno nei prossimi due turni, noi Empoli e Cagliari, loro Verona (speriamo ancora FATAL.., magari una telefonata al Cholito) e Atalanta. Speriamo

  5. Come vince il Milan? Strappano un golletto all’ultimo con complicità di errori avversari da più partite Come vince ľInter? Convincendo.I derby racconta il divario! Bologna crocevia per amplificare la gloria
    SORPASSO E SCUDETTO…DOPPIO O NIENTE! In un giro di testa o croce alla Kipling. Ora 5gg poi Empoli e Juve. Crederci e provarci sempre al max delle emozioni. Comunque Vada avremo sempre vinto.

  6. “Ho visto cose che voi umani…”, insomma. 😉
    Ti devo dare ragione, GLR: io penso sempre ai derby di campionato (al rigore sbagliato e a quei 3 minuti), ma senza il gollonzo di Tonali al 92′ a Roma e la ***** di Radu avremmo comunque Inter 76, Milan 75. Roba di ora, e fa più male.
    Ma l’Inter può fare l’en-plein e se il Milan non fa 4 punti tra Verona (già “fatal”, e non c’è due senza tre) e Atalanta, potrebbe anche avvenire il sorpasso. O lì o addio: il Sassuolo è già in vacanza.

    • Roberto
      Adesso non solo ci cancelli i dei derby, ma anche quelli che mantengono la squadra davanti.
      Se il Milan non avesse segnato neanche un gol o se glieli avessero annullati tutti,
      ora sarebbe in fondo alla classifica.

      • Ho citato episodi eclatanti. Se a te sembra normale il modo in cui il Milan riesce ad essere ancora davanti all’Inter rispetto la tua opinione. Ma gli episodi delle ultime partite sono quantomeno curiosi, ne converrai… e tutti a favore del Milan. Questo volevo dire.
        A me pare che i tre derby abbiano mostrato un certo divario tra le due; se poi l’Inter non è riuscita a concretizzarlo, va ovviamente a suo discapito. Ed entrambe meriterebbero… peccato che a vincere sarà solo una. Un saluto. R.

  7. Restiamo in piedi e la parola “fine” è da venire, ma si soffre troppo – pur essendo in vantaggio – negli ultimi minuti. Correa sempre più blando, un damerino impalpabile che non lotta e ieri, invece di concludere davanti alla porta, ha dimostrato anche scarsa intelligenza dando la palla a Vidal in evidente fuorigioco. Non tutti, ma alcuni – Perisic il migliore – stanno tenendo in corsa l’Inter

  8. Alessandro // 2 maggio 2022 a 07:14 // Rispondi

    Chi non capisce di calcio, dopo Milan – Fiorentina avrà pensato che tutto fosse stato chiuso. Peccato che io non ascolti l’italiota medio pallonaro ma anni di esperienza mi hanno abituato a focalizzarmi sui 22 che scendono in campo, le polemiche da bar le lascio al bar. Gli arrivisti della catastrofe vadano su altri siti; qui si parla di calcio inteso come gioco, e chi è addetto ai lavori sa che in questo momento l’Inter è favorita per via della fatal Verona. Chi già celebra i cugini è pirla.

  9. Roberto Carlo Giuseppe // 2 maggio 2022 a 07:55 // Rispondi

    Ne ho veramente pieni i co… di tanti interisti tutti addosso a Inzaghi a Marotta a Lautaro. Perché non se ne vanno a fare il tifo alla Rifiorente. Ragazzi non sapete godere, sareste capaci di trovare quello che non va anche dopo uno scudetto. Pensavo all’inizio della stagione che avremmo visto belle partite ma non avremmo vinto nulla. Oggi abbiamo in mano la SuperCoppa, ci facciamo la finale di Coppa Italia e abbiamo altre tre partite per giocarci lo scudetto. Cosa volete di più!!!
    Amala…

  10. ciao GL bella e meritata vittoria. avanti così! mi girerebbero tantissimo se dovessimo finire a pari punti e perdere x due derby regalati, con una differenza reti nettamente migliore!!! forza Inter sempre

  11. ciao, ho visto la partita dei cugini e non mi hanno impressionato, senza l’errore di Terracciano saremmo qui a parlare di un pareggio e non “di una catena di montaggio perfetta”!!! Tra Verona e Atalanta c’è piu’ di una possibilità che perdano punti, ed è qui che l’errore di Radu si fa ancora piu’ pesante. L’ultima partita con il Sassuolo non la prendo neanche in considerazione, se avranno ancora il vantaggio, sarà finita. Venendo a noi, quella del Friuli era la piu’ tosta, ora faremo filotto

    • Basterebbero due pari con Verona e Atalanta. Ma se a Verona perderanno, come nel ’73 e nel ’90, basterà già quello. Naturalmente, a patto che l’Inter faccia il suo.
      E’ già andata bene loro con due squadre in crisi come Lazio e Fiorentina: una papera, un gollonzo… e due pareggi sacrosanti si sono trasformati allo scadere (e anche oltre) in 6 punti d’oro. Mo’ basta!
      Verona (in grande spolvero) e Atalanta (in ripresa) sono le ultime speranze nerazzurre. Non è detta l’ultima…

  12. ALESSIO CERIANI // 2 maggio 2022 a 09:36 // Rispondi

    Importante era vincere e mi pare che si sia meritato il risultato anche se sappiamo che se non manteniamo 2 gol di scarto c’è sempre da soffrire. Pensiamo a noi stessi e poi si vedrà.
    Perisic merita la conferma x altri ne parliamo a fine campionato.

  13. Raggiungiamo gli 84 punti, se poi loro ne fanno 86 o 84 ci leccheremo le ferite.
    In qualsiasi caso non dimentichiamo de dove si cominciava questa stagione, abbiamo lottato su tutti i fronti; é possibile che si perda il campionato con il Milan e la coppa con la Juve, peró personalmente preferisco una stagione cosí che trovarmi a gennaio/febbraio senza nessun obbiettivo all’orizonte.
    Forza Inter!

  14. Fino alla fine Gl, il calcio è imprevedibile tutto può succedere e io ci voglio credere ancora. Però continuo a pensare che se solo ci fosse stato Handanovic con il Bologna…

  15. Ora speriamo nella fatal Verona

  16. SEMBREREBBE tutto a favore del Milan, che non merita lo scudetto più di un’Inter “mutilata” in estate e data per quarta se andava bene (invece impegnata su tre fronti e comunque dignitosamente eliminata in CL da chi FORSE la vincerà). Gollonzo di Tonali al 92′, papere di Radu e Terracciano… sarebbe tre punti indietro! Rivedo la stessa buona sorte del Milan di Zaccheroni.
    Ora Verona (fatale per la terza volta?) e Atalanta (in ripresa): altre papere? Senza quelle, riderà bene chi riderà ultimo.

  17. Sarebbe forse troppo stendere quelli di Torino non granata per la terza volta, vincere un secondo trofeo contro di loro e strappare sul filo di lana lo scudetto agli altri di Milano? Forse, ma perché non crederci! Sotto tortura sceglierei la prima ipotesi. Non sopporto i due colori-non colori da Jair, Mazzola, Peirò, ecc.

Lascia una risposta

Le 4 regole del commentario:
1. Siate educati: i commenti ad personam saranno ignorati
2. Scrivete in italiano, il congiuntivo non è una malattia degli occhi!
3. Non è una chat: se volete conversare tra voi, io che ci sto a fare?
4. La lunghezza del commento non può superare i 500 caratteri (spazi compresi)
Viva l’Inter!


*

 caratteri disponibili