L’ultimo saluto a Mauro Bellugi

Video-editoriale del 23.1.2021
Stamane in Sant’Ambrogio il commosso addio a Mauro Bellugi che è stato semplicemente uno di voi!
Ciao Amico mio!
Ne parlo qui:

https://youtu.be/izOGoyQyqXo

6 Commenti su L’ultimo saluto a Mauro Bellugi

  1. Caro GLR,
    Mi hai fatto emozionare con questo video. Bellugi faceva parte di quell’Inter che andavo a vedere insieme a mio padre partendo da casa appena concluso il pranzo domenicale. Era un altro mondo, era un altro modo di andare allo stadio, di vivere. E come per Facchetti e Corso, veder scomparire alcuni ex giocatori è come veder volare via una parte dei nostri ricordi. Grazie per l’interismo che trasmetti sempre in modo arguto e ironico. E che la terra sia lieve a Bellugi.
    MRC

  2. Bellugi era una persona che non nacque interista, ma lo era prima di nascere. Purtroppo io non l’ho mai conosciuto Mauro ma lui si legava a mio padre, che non ho più. Perchè così come per me l’Inter è quella del 1980 e 1989, Mauro rappresentava l’Inter di mio padre, l’Inter che iniziò con lo sfregio del 9-1 finendo con la finale di Rotterdam del 1972 ed in quella finale mio padre c’era dannazione, c’era!!!

  3. Ciao Mauro, straordinario protagonista di una squadra che fa parte della nostra vita. In questi giorni molti lo hanno ricordato con una foto vicino a Mazzola e Bonimba al fischio finale di una partita. Quei 3 campioni rivelavano tutto: fede, abnegazione, muscoli, personalità. Razza Inter!

  4. Ciao Mauro riposa in pace abbracciato dai colori del cielo e della notte. Grazie Gianluca per il tuo stupendo servizio fatto con sensibilità neroazzurra.
    Max

  5. Ciao GL. Vedendo il video del funerale 2 lacrime mi sono scese. Non dico altro. Un altro pezzo di Inter ricordando mio papa’ che non c’e’ piu’ che se ne va.
    Sempre Forza Inter

  6. lo ricordo poco come giocatore, ma come uomo era originale e istrionico, istintivamente mi e’ sempre piaciuto e credo che incarnasse alla perfezione lo spirito interista. dispiace perdere persone di questo tipo.
    ciao mauro !

Lascia una risposta

Le 4 regole del commentario:
1. Siate educati: i commenti ad personam saranno ignorati
2. Scrivete in italiano, il congiuntivo non è una malattia degli occhi!
3. Non è una chat: se volete conversare tra voi, io che ci sto a fare?
4. La lunghezza del commento non può superare i 500 caratteri (spazi compresi)
Viva l’Inter!


*

 caratteri disponibili