22C: Inter-Lazio 3-1

Video-editoriale del 14.2.2021
Amore nel calcio a volte vuol dire anche primato e nel giorno degli innamorati l’Inter nel 3-1 alla #Lazio ritrova tutto: la vetta della classifica, la Lu-La, pure Eriksen e Perisic. E in anticipo sui ‘miei’ tempi. Ora però viene il difficile!
Ne parlo qui: 

https://youtu.be/OiXJM0ESy08

E per le esultanze in QSVS vedi la Sezione StadioStudio

18 Commenti su 22C: Inter-Lazio 3-1

  1. Inter ben messa in campo, che sfrutta, con maestria, le occasioni create. Lazio, forse piu’ intraprendente nel primo tempo, ma poco pericolosa, di fronte ad un ottimo sistema difensivo. Ecco, cosi, vittoria e vetta raggiunte meritatamente, festeggiate dal gruppo con un bell’ abbraccio. Eriksen, per una volta, di quantita’ e qualita’. Il cammino resta ancora lungo, testa dunque al derby, dove il Milan, con il dente avvelenato, vorra’ rifarsi della sconfitta contro lo Spezia.

  2. Pasquale Somenzi // 15 febbraio 2021 a 02:33 // Rispondi

    L’Inter in campionato segna in casa da 12 partite consecutive, era successo l’ultima volta nel 2016, infatti dal 24 gennaio 2016 al 15 aprile 2017 segnò in casa per 25 partite di campionato consecutive.
    Ottava vittoria consecutiva in casa in campionato come non accadeva dal 2016/17.
    Mancano 16 giornate alla fine del campionato e, ricordando che l’Inter
    ha il record di vittorie consecutive in serie A con 17, possiamo già sapere sin d’ora chi può battere questo record quest’anno arrivando a 18 vittorie. Incredibilmente sono rimaste solo 2 squadre che se vincessero sempre da qui a fine campionato otterrebbero 18 vittorie di fila e sono l’Inter e lo Spezia. Alcune invece potrebbero arrivare a 17 e sono Roma, Napoli, Atalanta, Sassuolo, Sampdoria, Verona e Parma.
    Riassumendo: il record di 17 resterà all’Inter anche quest’anno.
    Ci sono 3 squadre lombarde che sono tutte nelle prime 6 della classifica e ci sono 3 squadre liguri, la cui meglio piazzata (Samp) è decima. Finora il campionato ha proposto 10 partite tra una squadra lombarda e una ligure e nonostante le differenti posizioni di classifica, le squadre lombarde hanno ottenuto 15 punti su 30, mentre le liguri 12 su 30, solo 3 punti in meno.
    Infine vorrei far presente che il Bayern Monaco ha superato l’Inter. Infatti
    nelle partite di Coppa Intercontinentale + Mondiale per Club l’Inter aveva finora disputato 7 partite subendo un solo gol. Il Bayern era a 5 partite con zero reti subite, ma con la recente vittoria in Qatar è salito a 7 partite e zero reti subite.
    Pasquale.

  3. Ciao GLR.
    Finalmente davanti a tutti.
    Durerà o meno, ora dipende solo da noi.
    E comunque contro la Lazio non ho mai avuto la sensazione che loro potessero farci del male, neppure quando hanno fatto il gol del 2 a 1. Bene tutti, ma proprio tutti, adesso anche Eriksen fa parte della squadra, veramente coinvolto al 100% da Conte nel gioco.
    Crediamoci, se l’Inter continua a fare l’Inter potremo toglierci grandissime soddisfazioni da qui a giugno.
    Avanti Inter, Forza Inter.
    Ciao.

  4. Per la prima volta abbiamo vinto una partita che non si poteva sbagliare. Sono felicissimo perché il gruppo sembra compatto e concentrato. Onore a Conte, da me sempre criticato perché alla fine sta coinvolgendo tutti, ha trovato nei corpi estranei alla squadra (Erikssen) le risorse per colmare i difetti della rosa.

  5. Godiamoci il “momento” (tanto atteso), evitando “pressioni e provocazioni” (anche verbali) … esterne. Calma, impegno, concentrazione e convinzione: passo dopo passo. Vamos!

  6. Una delle più belle partite di seria A giocata da entrambe le squadre. La Lazio fa girare bene il pallone ma se rivediamo la partita nei dettagli ha tirato pochissimo nello specchio della ns porta. Questo ovviamente è merito dell’Inter che era sempre ben messa in campo e copriva in maniera ordinata tutti gli spazi. Finalmente ho visto un bel Peresic ed Eriksen: sia mai che saranno loro a darci una carica in più. Prima di cantare vittoria desidero un altro filotto di partite vinte. Dipende da noi

  7. Ciao Glr, la tua disamina è perfetta e spero solo che domenica…sono scaramantico però adesso dobbiamo mostrare continuità e stare li dove siamo fino alla 38^ giornata. Spero cmq che tutti al di là delle simpatie per conte, delle vicissitudini societarie, ripeto tutti siano vicini alla squadra per quel che si può, una volta tanto si remi tutti nelle stessa direzione per essere li, mi ripeto,alla 38^ giornata come oggi ricordando che: “A Milano ci sono 2 squadre: l’Inter e le riserve dell’Inter” Davide

  8. guarda il mio commento al tuo editoriale del 18 gennaio u.s. e gioisci
    viva l’Inter sempre

  9. dopo la bellissima partita con la Juve, ieri sera un’altra ottima gara.
    squadra tosta, quadrata, mai in difficoltà, con la sensazione forte che non gli avresti mai potuto fare gol se non x caso (come poi è successo). tutti bravi e grande Ubaldo, anche se si continuano a sbagliare troppi ultimi passaggi abbastanza semplici (tipo Lautaro x Hakimi). vuoi dire che finalmente abbiamo imboccato la strada giusta? x me se domenica rifacciamo lo stesso tipo di partita è molto probabile che si vince AMALA

  10. La partita di ieri è la dimostrazione che schierare giocatori di qualità (Perisic, Eriksen) piuttosto che volenterosi gregari (Young, Gagliardini) alla fine paga. Chiaramente, questi devono essere motivati e disciplinati, non sentirsi ripieghi dell’ultim’ora. Una chiave di lettura interessante è caratterizzata dagli ‘strappi’ che, sul versante destro, vedono alternarsi Barella, Hakimi e Lukaku. Si finisce per disorientare l’avversario, creando superiorità numerica e occasioni.

  11. Diego Raimondi // 15 febbraio 2021 a 10:07 // Rispondi

    Ancora non ci credo, abbiamo vinto una partita che conta qualcosa! Con Eriksen titolare e prima dei desiderata di GianLuca ! Al di là dell’entusiasmo una vittoria nel derby ci aprirebbe prospettive interessanti.. La squadra è forte e dovrebbe esserne sempre cosciente. Bene l’Ubaldo ritrovato e la Lu-La rifiorita. Incredibile sentire Conte citare Eriksen in positivo. Una fievole voce sembra persino giunta da Nanchino..Steven è vivo e lotta con noi, pensa te! Facciamo le cose x bene e avanti così

  12. Al di la di ogni commento, la cosa più bella, e significativa, è stato l’abbraccio di tutta la squadra, giocatori e staff. Bellissimo!!!

  13. Giornata perfetta, partita perfetta, giocata nel modo migliore possibile contro una squadra molto forte e in salute che, grazie al cielo, in questo campionato non incontreremo più, mentre altri dovranno farlo.
    Il derby lo vinciamo noi semplicemente perché siamo più forti noi e stiamo meglio di loro.
    Claudio – Parma

  14. Fino a ieri l’altro tutti a citare analogie del Milan attuale con quello della stella (Hernandez come Maldera, i tanti rigori) o con quello di Zaccheroni (che segnava tanti gol negli ultimi minuti)…
    Io – dall’altra sponda del Naviglio – preferisco cercare analogie con un’Inter fortissima eliminata incredibilmente dal Bayern dopo averli battuti 2-0 in casa loro. Da gennaio in là, testa libera per pensare solo al campionato (e ora ci sono in più Eriksen e Perisic).
    Era il 1988-89. Come finì?

  15. Roberto Carlo Giuseppe // 15 febbraio 2021 a 13:25 // Rispondi

    Felicissimo. Conte ha recuperato 2 armi in più: Perisic e Eriksen. Giochiamo a memoria. Quando sapremo battere chi si difende a oltranza saremo quasi perfetti.
    Sulla partita ringrazio Inzaghi che per la paura di difendere su la Lu La ha scelto di fare la partita lasciandoci lo spazio per fare male.
    E questa volta non abbiamo dato un calcio alla fortuna
    Amala…

  16. Caro G.L.grandi voi, scarsi noi con lo Spezia.Perché giocarlo questo derby?siete più forti, più in forma, più gasati: mandiamo i ragazzi della Primavera a giocarlo e cerchiamo di salvare il turno di Europa League. Scherzo ovviamente. Il derby lo giocheremo, magari lo perderemo, ma ci saremo. Sabato abbiamo sottovalutato l’avversario e non siamo poi riusciti a recuperare ma un derby è sempre un derby.Sulla carta siete più forti, ma finora fantastico il mio MILAN. A lunedì, nella buona o nella cattiva sorte..

  17. Risorge la LuLa nella gara più importante, e al terzo tentativo il sorpasso è riuscito. Il Milan ha perso mordente e si vede.
    Dalla “Lezione di Italiano” al “Ti Spezio in due” le battute si sprecano, ma la verità è che il Milan finora è andato al 130% e col 40-enne Ibra. Non possono durare 9 mesi…
    Se l’Inter vince il derby scappa, e i ritrovati Perisic ed Eriksen saranno l’arma in più oltre all’entusiasmo e alle Coppe altrui, toh… giusto giovedì. Poi, sùbito il derby. E l’Inter? Riposa.

  18. Caro GLR
    ottimo editoriale, pienamente condivisibile (lepre a parte).
    Grazie per il garbo e la mutata considerazione sul Milan.
    Il continuo riferimento milanista anche al ritorno dello scorso anno è SOLO teso a dimostrare che quest’andata non è stata affatto casuale, come troppi l’hanno superficialmente liquidata. E allora tocca citarli i dati, anche quelli della scorsa stagione: i punti, le partite con 2 gol…
    Resto convinto che il Milan possa toccare gli 80 pt e un posto fra le prime 3
    Saluti

Lascia una risposta

Le 4 regole del commentario:
1. Siate educati: i commenti ad personam saranno ignorati
2. Scrivete in italiano, il congiuntivo non è una malattia degli occhi!
3. Non è una chat: se volete conversare tra voi, io che ci sto a fare?
4. La lunghezza del commento non può superare i 500 caratteri (spazi compresi)
Viva l’Inter!


*

 caratteri disponibili