Udinese-Inter 0-2

Serie A , 22a giornata, 2.2 2020

29 Commenti su Udinese-Inter 0-2

  1. Pasquale Somenzi // 2 febbraio 2020 a 23:18 // Rispondi

    Era successo solo nel 2006/07 che l’Inter iniziasse il campionato con 9 vittorie e 2 pareggi nelle prime 11 trasferte e quindi con la vittoria di Udine ha eguagliato questo risultato. Dopo Inter-Parma 2-2 del 26/10 sono passate 13 giornate in cui l’Inter non ha mai subito più di un gol. Era successo l’ultima volta sempre con una sequenza di 13 partite, dal 11 dicembre 2016 al 12 marzo 2017, serie interrotta pareggiando 2-2 a Torino. Per trovare una serie più lunga bisogna risalire al 2006 quando l’Inter infilò la tuttora imbattuta serie record di 17 vittorie consecutive in serie A. Di queste 17, ce ne furono 14 consecutive senza subire più di un gol.
    Questi dati in pratica dicono che nelle ultime 13 giornate, senza bisogno di vincere 5-0 o 7-0, sarebbe stato sufficiente segnare 2 reti a partita per ottenere 13 vittorie consecutive.
    Pasquale.

    • C’è la privacy ma voglio solo dire che sono sempre contentissimo di leggere le statistiche di Pasquale Somenzi. Stop! Forza Pasquale prima ancora che Forza Inter!
      GLR

  2. Dopo un primo tempo con poca grinta e voglia, entrano i titolari e si sveglia Lukaku.

  3. È stata dura oggi e si rischiava l’ennesimo pareggio. Concordo che Esposito oggi era in giornata NO: deve crescere e deve essere più affamato. Ora capisco perché Conte lo teneva spesso in panchina dandogli poco spazio: lo vuole far crescere. Sono contento di Barella: IL MIGLIOR ACQUISTO che fa la differenza ma deve crescere nel non farsi ammonire. LUKAKU un trascinatore che si prende l’intera squadra sulle spalle. Finalmente abbiamo anche noi dei cambi di spessore che possono fare la differenza

  4. Ciao GL, un terzinone come Young lo aspettavo da anni!
    Giocatore di una tecnica ed intelligenza oltre la media di tutti i terzini che giocano in serie A. Mi sto forse esaltando troppo dopo due partite? Forse, ma quelli bravi si notano subito.
    Credo che Esposito abbia giocato in quanto “in forza”: contro la Fiorentina ho visto un Sanchez un po’ fiacco, ma con colpi di classe eccezionali (anche se pochi), e stasera è entrato con tanta cattiveria! Ottimo.
    Ciao ciao.

  5. claudio emme // 3 febbraio 2020 a 00:09 // Rispondi

    Ciao GL
    stasera è andata bene, le mosse vincenti le abbiamo fatte nel secondo tempo, quando poteva essere tardi.
    San Romelu deve avere una spalla e Esposito deve crescere e mi è sembrata una mossa sbagliata mandarlo in campo subito, Brozo pensavo non fosse a posto, ma vedendolo quando è entrato mi chiedo che ci faceva in panca.
    Chiaramente è presto per giudicare, ma mi aspettavo più personalità da Eriksen, cmq dietro perdono punti e questo ci può dare un po’ di tranquillità
    Amala sempre.

    • Tutto nella norma: Brozovic e Sanchez non erano pronti per 90 minuti ventre a terra ed Eriken è normalissimo che al secondo spezzone di partita possa sembrare un giocatore ordinario.
      GLR

  6. Ciao Gianluca, non ho mai trovato una spiegazione razionale, ma nella nostra storia uscire indenni da Udine è un ottimo risultato. La mia impressione è che la mancanza di brillantezza sia una questione di condizione fisica, che a poco a poco andremo a recuperare. Su Esposito: con il tempo e l’accumulo di minuti di esperienza può diventare grande, serate “no” lo aiutano a restare umile per non produrre un altro Balotelli. Ora la squadra innominabile da battere, W l’Inter!

  7. Finalmente si è tornati a vincere, importante anche in vista del derby di settimana prossima. I nuovi sicuramente si devono ambientare ma trovo che abbiano comunque fatto una buona partita, certo entrando Brozovic e SancHez le cose sono migliorate ma almeno adesso anche con i tanti assenti possiamo ancora giocarcela.

  8. Mi spiace dirlo, ma sono convinto che non sia il caso di riscattare Sensi. Gran giocatore, per carità, ma ha confermato tutti i dubbi e le perplessità che lo accompagnano: nel Sassuolo ha saltato per problemi muscolari 25 partite in 3 anni, e all’Inter, per gli stessi problemi, è uno scomparso da mesi. Poiché i soldi da spendere non sono infiniti, meglio spostare quelli del suo riscatto sull’acquisto di un centrocampista tosto e con caratteristiche differenti, tipo un Vidal giovane, se esiste

  9. A parte i cambi che hanno rivoltato la partita, a me sembriamo in recupero fisico. Secondo tempo con squadra più corta e pressing più alto. Sperem…

  10. Diego Raimondi // 3 febbraio 2020 a 09:10 // Rispondi

    Vincere a Udine-fatto ! Lukaku bene ! Però mi sembra che in tutto facciamo 30 e mai 31. Mercato ottimo ma senza il vice-Romelu. Esposito ha la grande occasione e la cicca. Barella deve calmarsi non può rischiare ogni volta il rosso. Sensi fisicamente fragilissimo. Skriniar involuto. Dei nuovi mi piace Young,attento, giocate mai banali, bei crossetti al centro. Eriksen n.g. Contento che sia rimasto Vecino. Avanti così e vediamo cosa succede.

    • Avrei voluto anche io Giroud ma stavolta è stato davvero il Chelsea a bloccarlo all’ultimo. Infatti è ancora lì. Quindi…
      GLR

  11. La cosa positiva di ieri sono i segnali di risveglio di Sanchez. Sperem per il derby e per il resto della stagione, non era una cosa scontata visto l’infortunio subito da quel macellaio gobbo impunito

  12. GLR, ma secondo te come mai i centrocampisti si infortunano così facilmente? E’ un caso oppure negli allenamenti si ‘spinge’ troppo? Abbiamo recidive e ricadute continue.

  13. L’inesperienza e tutto quel che ti pare, ma Esposito ha ciccato un gol fatto: errore marchiano che poteva costare caro se poi non avessero rimediato Romerone e Sanchez (il merito del rigore è tutto suo, e chissà senza il “gentil Cuadrado” quale contributo avrebbe potuto dare nei tre mesi in cui è mancato).
    Eriksen… scordiamoci un derby alla “arrivo io e spacco tutto”, non è Snejider. Ci vorrà un po’ perchè entri negli schemi, ma la penso come te: l’Inter ha preso un “top”, non un “flop”.

  14. Avevano ragione quelli che dicevano che la vicenda Icardi è stata gestita malissimo: dovevano lasciargli la fascia e oggi sarebbe ancora qui a segnare per noi 25 goal a campionato. E Beppe Marotta e Antonio Conte sono degli Juventini…
    Chi ha preso Lukaku è un fenomeno ancora più di Lukaku stesso. E parimenti chi ha espulso le tre mele marce dal gruppo, Icardi in testa, altro che tenerlo a Milano!
    Lukaku è un campione e soprattutto, diversamente da Maurito, è un adulto.

    • Anche un Tre Volte Pallone d’Oro, per ipotesi, se non amasse l’Inter, seppur perché condizionato da una moglie troppo invadente, non lo vorrei mai nella mia squadra. Quindi chi era disposto a tollerare tutto questo e a vivere sotto ricatto, giudizio mio, non è un vero interista e nemmeno uno col quale mi metto a discutere. Per me chi è strapagato ha uno solo dovere: la professionalità estrema. Lui lo era eccome ma ad un certo punto ha smesso di esserlo per colpa di lei. The End.
      GLR

  15. Dopo aver giocato per un’ora in 10, ristabiliamo la parità numerica con Sanchez, riaccendiamo la luce con Brozo e ci godiamo uno Young di buon livello, un Moses che può ben alternarsi a Candreva e la sensazione che la cifra tecnica di squadra sia salita dopo il mercato. Ora un derby importante, che affronteremo senza Lautaro, Bastoni e con un centrocampo in rodaggio. Sulla carta siamo comunque nettamente più forti. E’ per questo che sarà una partita difficile.

  16. Primo tempo da dimenticare, secondo tempo meritevole della vittoria. Il danese, il campione tanto atteso, ed il ragazzino di 17 anni vanno giudicati … nelle partite a venire. I nuovi innesti ed il secondo portiere Padelli, a prescindere dalle loro prestazioni, hanno dato “sicurezza”. La panchina più lunga (o la coperta meno corta) ha avuto dei riflessi oggettivi e condizionanti positivi.

  17. Al tuo commento avrei aggiunto un fatto: per la prima volta sostituisco dei giocatori inserendo altri di pari valore. Questo per il proseguo del campionato non è poco! Amala…

  18. Non c è giorno in cui non perdiamo un giocatore. Sensi non fa in tempo a rientrare e si infortuna nuovamente . Ormai più che tifare per vincere dobbiamo incrociare le dita che non si faccia male nessuno

  19. Ciao GL. Vittoria ieri sera contro una squadra che quasi sempre ci ha fatto penare. Volevo poi fare una considerazione (senza cadere nel vittimismo) sulla partita di Torino, come mai quella squadra a tinte bianconere (ahime’ non ricordo il nome) essendo gia’ forte di suo (mi rincresce scriverlo) e percio’ non avendo bisogno di aiuti esterni, nelle ultime domeniche si trova sempre 1-2 rigori a favore cosi’ dal nulla? Incominciamo noi e la Lazio a dare troppo fastidio? Mah. Sempre Forza Inter.

  20. Alberto Largader // 4 febbraio 2020 a 12:38 // Rispondi

    Caro GLR, mi rendo conto che l’argomento esula dal contesto, ma chiedo ugualmente un tuo parere su Sensi. Io da anni sono convinto che ci sono calciatori che giocano sul dolore e altri un po’ più arrendevoli. Non so se sia questo il caso di Sensi, che peraltro calcisticamente adoro, ma ha un curriculum di infortuni preoccupante.

Rispondi a Pasquale Somenzi Annulla risposta

Le 4 regole del commentario:
1. Siate educati: i commenti ad personam saranno ignorati
2. Scrivete in italiano, il congiuntivo non è una malattia degli occhi!
3. Non è una chat: se volete conversare tra voi, io che ci sto a fare?
4. La lunghezza del commento non può superare i 500 caratteri (spazi compresi)
Viva l’Inter!


*

 caratteri disponibili