Sulla pelle dell’Inter

Video-editoriale del 14.11.2020
Incoscienti allo sbaraglio sulla pelle dell’Inter!
Lautaro e Sanchez giocano malconci con Argentina e Cile, mentre Brozovic con la Croazia si prende il Covid da Vida, schierato senza tampone.
Siamo alla follia!

9 Commenti su Sulla pelle dell’Inter

  1. Il bollettino di guerra dice Hakimi, Brozovic, Gagliardini, Sanchez, Martinez più il malmostoso danese separato in casa che rognerà fino a quando non lo cederanno dalla disperazione. Spiacente ma questi sono danni irreparabili, ovvero Conte non è in grado di aggiustare assolutamente niente a fronte di sto massacro e ciò che a me da personalmente fastidio è il totale menefreghismo di gente lautamente stipendiata dal club. La Coppa Campioni se la sono giocata ora speriamo tengano in campionato…

    • Aspettiamo almeno la matematica sulla Champions
      GLR

      • Ci mancherebbe,certo che aspettiamo la matematica,ma se i prodromi sono questi e dato che Inter-real è partita da vincere e basta,mi sembra evidente che è più no che si, naturalmente il calcio riserva sorprese ma come mi insegni tu, se manca programmazione……

  2. Diego Raimondi // 14 novembre 2020 a 21:10 // Rispondi

    Pare che anche il Gaglia presenti nuovamente un esito dubbio del tampone. Tutti ci perculano perché della Croazia l’unico contagiato è Brozo. Marotta si lamenta ma anche lui è organico al sistema calcio. Vaglielo a dire a un Cileno di non usare Vidal e Sanchez o a un Belga di rinunciare a Lukaku per fare un favore all’Inter. L’equivoco sta nel fatto che squadre pro si sottomettano a entità come Uefa e Fifa. Nell’NBA non ci sono soste nel campionato, gli atleti giocano solo per chi li(stra)paga

  3. Il caso Vida è scandaloso ma, in attesa di capirne le responsabilità, qualcosa si poteva fare. Mi rivolgo ai calciatori che continuano a vivere in una realtà a parte:dovevano rifiutarsi di scendere in campo nel secondo tempo.Essendo i primi ad esporsi al contagio, dovrebbero assicurarsi del pieno rispetto del protocollo! Se sono un giocatore,se sono un professionista, devo pretendere la sicurezza per me e per gli altri giocatori. Scommetti che finirà con un nulla di fatto?

  4. Perfettamente d’accordo e perfettamente consapevole che nulla cambierà. Inter particolarmente bersagliata da eventi avversi e da ingiustizie di vario tipo, ma mi par di capire che ognuno vada cque x la propria strada. Importante farsi sentire ma bisognerebbe riuscire ad avere qualche riscontro, invece …
    Su intervista Conte, meno proclami di appartenenza all’Inter e più risultati. Grazie

  5. Inutile dire che alcuni Ct delle nazionali sono opportunisti e che pensano solo ai propri interessi. Tuttavia credo che la cosa più intelligente sia anche il comportamento di ogni singolo calciatore nel senso che sono loro a dire al proprio Mr che non possono giocare perché non sono in condizioni. Daltra parte i ct che gli frega se un giocatore dopo la partita si è stirato o altro?! Speriamo bene

  6. Ricordi quando Ronaldo con il Brasile scende barcollando la scaletta d uscita dell aereo? In sud America è così sono da sempre degli sciagurati e lo sono anche i calciatori che si prestano a qualsiasi procedura medica pur di giocare. Perché $$$$. Tanto paghiamo noi. Lo stesso vale per la Croazia.
    Ne usciremo solo con la nascita della super lega stile NBA.
    Lo scandalo è aver messo tutte queste partite in un anno con la pandemia, ma ancora $$$$ per uefa e FIFA. Amala…

  7. Il buon Marotta se lo sentiva, ma davanti ai soldi FIFA, UEFA FIGC e compagnia bella non fanno neanche finta di stare a sentire. Figuriamoci si sono inventati una c@g@t@ galattica come la Nations League che francamente non interessa a nessuno.
    Il caso croato è da criminali, ma non mi stupisce più di tanto…
    Segnalo caso analogo nelle World Series del baseball. Giocatore tolto al 7°inning della partita decisiva…davanti ai soldi non si ferma nessuno

Lascia una risposta

Le 4 regole del commentario:
1. Siate educati: i commenti ad personam saranno ignorati
2. Scrivete in italiano, il congiuntivo non è una malattia degli occhi!
3. Non è una chat: se volete conversare tra voi, io che ci sto a fare?
4. La lunghezza del commento non può superare i 500 caratteri (spazi compresi)
Viva l’Inter!


*

 caratteri disponibili