SF And CI: Inter-Napoli 0-1

Coppa Italia, And SF Inter-Napoli 0-1.

 

20 Commenti su SF And CI: Inter-Napoli 0-1

  1. Vero che ogni partita fa storia a sè, vero che il pareggio sarebbe stato più giusto ma è anche vero che il Napoli (questo strano Napoli, che tiene testa alle grandi e perde in casa col Lecce!) non ha rubato nulla.
    Ribaltabile? Forse, ma è anche vero che (non) giocando come stasera l’Inter non ce la farà, e probabilmente perderà (e pure male) con Lazio e Juventus.
    Ma sono sicuro che già a Roma Conte schiererà Sanchez e Eriksen dal 1′. Con loro due la musica è cambiata. Troppo tardi, però…

  2. Troppo lenti e prevedibili. Le fasce non vengono mai sfruttate e forse perché non rischiano mai andare sul fondo e crossare. Bisogna giocare a 1 tocco con le difese schierate come il Napoli così da farli aprire e tentare di sfondare. Con la Lazio bisogna cambiare atteggiamento ed essere più veloci.
    Molto deluso da Sensi: pare sia sparito e visto come gioca adesso forse è meglio lasciarlo in panchina e sfruttare Vecino per poi sostituirlo con Eriksen nel secondo tempo.

  3. Napoli chiuso dietro per il contropiede. Non abbiamo uomini con caratteristiche tali da sparigliare le carte in queste situazioni (aspettando Eriksen). Possiamo rifarci a Napoli, fuori casa le partite ci sono più congeniali perché possiamo agire noi di rimessa. Il Napoli ha vinto facendo un solo tiro in porta.

  4. Se si gioca male ci sta di perdere e ieri sera l’Inter non ha demeritato la sconfitta. Gioco asfittico, mai nessuno dei centrocampisti, Sensi in primis, e degli attaccanti si scollava dai 16 metri per venire incontro ai difensori costretti ad impostare, visto che Brozovic era bloccato da Mertens, mai un inserimento tra le linee, mai un dai e vai. Se continuano così, non ci sarà nessuna possibilità di raggiungere un successo, speriamo sia solo un passaggio momentaneo.

  5. Abbiamo preso gol nell’unica azione in cui sono riusciti a passare la metà campo nel 2t. Ricordo che da quasi un lustro ci arrivavano 20 punti avanti.
    Però, non giochiamo una bella partita da Inter-Cagliari di CI. Anche nel derby, 4 gol ma non uno spettacolo di bel calcio. La sensazione è che ci abbiano preso un po’ le misure e quindi o qualcuno fa il fenomeno, o la buttiamo sull’agonismo, oppure fatichiamo. Con la Lazio, partita brutta sporca e cattiva…

  6. Non siamo ancora in grado di uscire dalla nostra area con il pallone e questo è un problema cronico che abbiamo, mettiamo poi che alcuni giocatori non sono al top,il Sensi di ieri sera è l’ombra di quello di inizio campionato. Mi spiace dirlo ma Padelli non dà quella sicurezza che serve ad un difensore. La partita il Napoli l’ha preparata bene, forse più giusto un pareggio ma non hanno rubato niente. Adesso mi aspetto una reazione anche perché i ragazzi hanno fatto più punti fuori che in casa.

  7. Buongiorno concordo…una partita da affrontare cercando di subire il minimo danno in modo da risolverla nel ritorno (certo 1-1 sarebbe stato meglio). Indice di ciò è stato il turnover, la fame comparsa solo quando in svantaggio ma poi troppo tardi. La cosa che mi è piaciuta molto è che con i giocatori ora a disposizione si possono fare anche i cambi di modulo, far rifiatare nello stesso modulo…e soprattutto essere determinati quando serve.

  8. GLR, ma come ti spieghi l’involuzione di Sensi ? Posto che ha avuto un infortunio importante con ricaduta, ma santiddio quest’estate sembrava mi aveva impressionato. Visione, scambi stretti, dribbling, battute a rete, inserimenti. Era l’anima. Ora non riesce a fare una giocata, non una palla interessante, non una conclusione. Tornerà quello di prima….?

    • Me lo auguro…Purtroppo ci sono infortuni lunghi e particolari dove poi anche se giochi non riesci a fare quello che sai e che vorresti
      GLR

  9. So che non sarai d’accordo ma io penso che la nostra rosa possa mirare ad un solo obbiettivo,per cui in coppa italia ed in europa seconde linee e puntare tutto sullo scudetto. Lukaku è stanco perchè non farlo rifiatare, Barella Skriniar Brozovic…domenica c’è la Lazio e sono cotti. Max

    • Una squadra che fa una ripresa come quella nel Derby non può essere cotta. Ci sta una partita storta ogni tanto: a livello nazionale è la seconda sconfitta su 26 partite giocate! Lukaku Conte lo vede e ci parla tutti i giorni e non credo che la veda così, perché sarebbe autolesionistico. Che poi l’Inter non sia pronta per i titoli quest’anno, anche perché anche in Coppa Italia realisticamente poi in fondo trovi sempre la Juve lo so e lo dico da agosto.
      GLR

  10. Claudio Fusco // 13 febbraio 2020 a 11:05 // Rispondi

    Buongiorno GLR. Ieri si é giocato col centrocampo che, ad agosto, era considerato quello titolare. Nel frattempo però, dopo la sconfitta coi bianconeri e l’infortunio di Sensi, l’Inter ha progressivamente abbassato il suo baricentro, e oggi l’ex Sassuolo trova una squadra che, sul campo, non é più quella di settembre. Prima dell’infortunio recuperavamo palla sulla trequarti avversaria,e lui con mezza giocata riusciva ad essere decisivo. Ora si prende palla a 60 metri dalla porta, e lui fa fatica

  11. In certe partite contro squadre che si chiudono ci vuole maggiore velocità e qualità. Più Eriksen e Sanchez di Lukaku. Però va bene, un calo mentale dopo una partita come il derby ci sta. Ci dobbiamo credere ancora nel ritorno e aver maggior fame domenica a Roma.

  12. Gli impegni sono troppo ravvicinati e si paga dazio: è stata fatta rotazione di uomini, si è impostato un pressing altissimo per eliminare il loro(NON)gioco, passare in vantaggio e costringerli a giocare per aprirli e colpirli in profondità, non ha funzionato. Amen: sotto con Lazio-Inter, bisogna vincere, il calendario strafavorisce quelli là…

  13. GL, un parere: a me sembra che piu’ di qualche allenatore ha capito come intortarci, ovvero quando ci schermano i passaggi per i due attaccanti e marcano a uomo brozo, non si riesce a far gioco. la lazio fara’ lo stesso, si chiudera’ in difesa anche se gioca in casa. servirebbero delle varianti tattiche.

  14. Purtroppo non corriamo più da un mese e passa. E i risultati ne sono lo specchio. Senza correre come diceva Conte diventiamo normali. La Lazio cirre tanto e corre “bene”, purtroppo è lei l’anti Juventus. Peccato per ieri: andare in finale a giocarsela era l’ideale. Ovviamente si spera in un ritorno favorevole ma…
    Vedremo.

  15. Penso si debba meditare molto su come non si è giocata questa partita. Di situazioni come questa ne vedremo molte altre con avversari chiusi e catenacciari. Di fatto ieri, come capitato altre volte al Meazza, non siamo capaci di giocarcela di fronte a squadre chiuse. A Roma sarà diverso perché la Lazio vorrà giocarsela e allora tutto potrà accadere. Amala…

  16. Ciao GL. Dico subito una cosa ” Non e’ ancora finita con il Napoli e io sono fiducioso di passare il turno “. Detto cio’ ricordiamoci dove eravamo l’anno scorso in campionato a questo punto della stagione, a TOT punti dalla Juve e Napoli percio’ senza l’angoscia di lottare su piu’ fronti. Quest’ anno siamo cambiati per 5-6 undicesimi e dopo la partita fantastica del derby era logico che le batterie mentali fossero un’ po’ scariche. Pero’ non abbattiamoci alla prima frenata. Sempre Forza Inter

  17. Sconfitta che fa male ma nulla di irreparabile visto che manca la partita di ritorno. Sono due le cose che mi danno più dispiacere, la brutta prestazione di Sensi (capisco che ritorna da un brutto infortunio ma mi manca il centrocampista di cui mi sono innamorato) e di prendere regolarmente un gol a partita. Il gol arriva da un ottimo lavoro di Ruiz ma l’Inter dovrebbe stare più attenta in certe occasioni, visto che abbiamo una brutta media di tiri subiti e gol presi.
    Forza Inter

  18. Francesco CANNIZZARO // 13 febbraio 2020 a 23:51 // Rispondi

    LAZIO.INTER
    Magari cannerai la previsione, ma che bello, in un mondo di parlatori dopo, trovarne uno che parla prima. E sempre sul tema o circa, se per fare l’opinionista è sufficiente dire: “ci può stare” (per non esporsi) mi iscrivo anch’io alla categoria.

Rispondi a Roberto Annulla risposta

Le 4 regole del commentario:
1. Siate educati: i commenti ad personam saranno ignorati
2. Scrivete in italiano, il congiuntivo non è una malattia degli occhi!
3. Non è una chat: se volete conversare tra voi, io che ci sto a fare?
4. La lunghezza del commento non può superare i 500 caratteri (spazi compresi)
Viva l’Inter!


*

 caratteri disponibili