Sensi KO…e sono cinque!

Video-editoriale del 19 giugno 2020

6 Commenti su Sensi KO…e sono cinque!

  1. Grazie della cronologia degli infortuni del ns Stefano Sensi. Questo è un anno “maledetto” bisestile ma voglio credere che il prox sia quello della consacrazione di questo bel giocatore. Guardando semifinali e finale di Coppa Italia non vedo un giocatore che abbia espresso i lampi di classe che invece abbiamo visto nella prima parte di stagione quando Sensi ci trascinava. Siamo fiduciosi e necessita che il ns staff medico faccia fare una preparazione super personalizzata onde evitare ricadute

  2. Diego Raimondi // 20 giugno 2020 a 08:30 // Rispondi

    Ma cheschi a 24 ann l’e’ già cunsciaa insci ? Il Sensi delle belle prime giornate è ormai un lontano ricordo. Grande delusione l’estrema fragilità di questo giovane che colle sue indubbie doti tecniche dava quel qualcosa in più a una squadra muscolare e spesso prevedibile. Forti dubbi sull’opportunità di un riscatto molto oneroso. Ora largo a Eriksen. Mentre scrivo arriva la triste notizia della morte del grande Mariolino Corso, altro giocatore più tecnico che fisico come il buon Stefano.

  3. Ciao GL. Siamo a 5 infortuni, non e’forse il caso di non acquistarlo ora ma prorogare il prestito di un’ anno e vedere la situazione tra 12 mesi? Perche’ 25 milioni per un’ giocatore che fa’ meta’ partite mi sembrano tanti. Infine ora che rincominciano le partite, vorrei cogliere l’occasione di RINGRAZIARTI per avermi\ci fatto passare questo periodo, non facile sotto tutti i punti, con i tuoi video sempre allegri e speranzosi.
    Sempre Forza Inter

  4. Il riscatto passa da quanto diranno i medici. La fragilità può essere superata con diavolerie massofisioterapiche o con allenamenti particolari ma se il ragazzo non dà garanzie… gioca in una squadra che fa tante partite anche ravvicinate, lo spettro infortunio non può esserci. Quindi se fosse possibile rinnoverei il prestito oneroso rimandando all anno prossimo il riscatto. Amala…

  5. Tutti parlano sempre e solo di attacco (post Lautaro, come se i blaugrana avessero già 111 mln in una valigetta pronta…) e di centrocampo (Vidal, Tonali, Castrovilli ..).
    Io sono più in apprensione per le fasce: Biraghi non mi ha convinto, Young (a dispetto del nome) non è un ragazzino, Moses non brilla di luce propria ed anche Candreva non è un adolescente.
    Secondo me Marotta e Ausilio hanno ben presente il punto, ma giustamente agiscono nell’ombra.
    Amala!

Lascia una risposta

Le 4 regole del commentario:
1. Siate educati: i commenti ad personam saranno ignorati
2. Scrivete in italiano, il congiuntivo non è una malattia degli occhi!
3. Non è una chat: se volete conversare tra voi, io che ci sto a fare?
4. La lunghezza del commento non può superare i 500 caratteri (spazi compresi)
Viva l’Inter!


*

 caratteri disponibili