A Verona e poi il mercato

Video-editoriale del 21.12.2020
L’Inter Squadra prepara Verona, ultima del 2020, l’Inter Società il mercato di gennaio, con più uscite che entrate.
Ne parlo qui:
https://youtu.be/6EIqYcnz260

11 Commenti su A Verona e poi il mercato

  1. come scrissi 7 giorni la squadra sta dimostrando carattere ed è confortata dai risultati, purtroppo il nostro solo, unico ed irriducibile avversario per la conquista dello scudetto rimane la Juve nonostante il cambio di allenatore: tutte le altre squadre sono battibili e vanno sconfitte a cominciare dal Verona e godiamoci anche questa partita dunque! onore ai cugini ma il loro sogno per me inizierà a finire proprio con la Lazio.
    viva l’Inter sempre

  2. Con noi le avversarie si trasformano in squadroni, poi la giornata successiva si afflosciano e rivalutano le ns più dirette concorrenti. Dobbiamo essere bravi e uniti x superare ogni ostacolo e solo vincendo possiamo mettere in silenzio tutti coloro che contestano un ns giocatore o il tecnico o il dirigente. A ognuno di noi magari non piace una persona rispetto a un’altra ma dobbiamo remare tutti nella stessa direzione x creare una base, uno zoccolo per durare anni

  3. Antonio Rossi // 22 dicembre 2020 a 07:29 // Rispondi

    Lo scorso anno avevamo un deficit di 7 o 8 punti dalla Juve. Il loro mercato con Morata Mckennye Chiesa e Kuluchevsky li ha rinforzati. Il nostro non sta dando gli stessi risultati. Per cui temo che alla distanza la Juve possa uscire. Spero di sbagliare, comunque Forza INTER. SEMPRE. Un caro saluto, Antonio

    • L’unico aspetto positivo nel non aver preso noi Kulusevski è che non mi tocca vederlo scritto sempre in ogni modo possibile tranne che in quello corretto…ho ancora paura che qualcuno mi scriva Thohir come Toir, Thor, Thohirh, eccetera, per non parlar di Perisic che qui è quasi sempre Peresic
      GLR

  4. La squadra continua a non giocare ma almeno la difesa sembra aver acquisito solidità (probabilmente anche per una maggior copertura del centrocampo). Un’altra nota positiva é il graduale recupero di Sensi (lo dico tenendo la mano in tasca) che, se ritornerà ai livelli degli ultimi mesi del 2019, potrà sicuramente darci una mano migliorando qualità e fluidità del gioco. Teniamo le dita incrociate. Viva l’Inter, ciao!

  5. Mi auguro che Zhang non si rimangi la linea stabilita nel mercato di questa estate: basta pagare per lasciare andare via i giocatori! in più questa rosa è uscita dall’Europa, bene rimanete tutti fino a giugno e basta piagnistei.
    Se la linea cede mmh allora tutte parole al vento, con l’aggravante che in futuro ci ritroveremo di fronte ancora ad altre situazione simili.
    Amala…
    PS del milan non mi preoccupo, che godano ora fin che possono perché poi…

    • Se non se la rimangia si terrà sul groppone Nainggolan, Vecino e altri anche la prossima stagione, senza contare Joao Mario che a giugno tornerà
      GLR

      • vero e sono dei pesi economici non indifferenti,
        se vuoi cambiare e far capire a giocatori e procuratori che la musica è diversa non devi, non puoi cedere.

    • Gli errori si pagano, ma mi auguro servano per non ripeterli.
      E lo dico non solo per quel che riguarda la Zhang dynasty, ma anche per quel vecchio volpone di Marotta.
      Ieri vedendo le giocate di quel “vecchietto” ma ancora fuoriclasse che risponde al nome di Franck Ribery mi è venuto il magone paragonandolo con il nostro algido numero 24; mai un pallone sprecato, grinta e tocchi illuminanti.
      Anche se spesso infortunato saprà lasciare quel segno e rimpianti che non riusciranno al triste danese.

  6. E poi il mercato…
    Leggo testuale riguardo a Pinamonti: “Potrebbero riaprirsi i discorsi con il Parma per uno scambio con Gervinho, o mettendolo sul piatto col Torino o con l’Udinese rispettivamente per Zaza o Lasagna”.
    Io prenderei Gervinho, ma se si parla di “mettere sul piatto”… beh, allroa l’Inter non può che prendere Lasagna! 😉

Lascia una risposta

Le 4 regole del commentario:
1. Siate educati: i commenti ad personam saranno ignorati
2. Scrivete in italiano, il congiuntivo non è una malattia degli occhi!
3. Non è una chat: se volete conversare tra voi, io che ci sto a fare?
4. La lunghezza del commento non può superare i 500 caratteri (spazi compresi)
Viva l’Inter!


*

 caratteri disponibili