6C: Inter-Parma 2-2

Video-editoriale del 31.10.2020
E’ Halloween e col Parma a ecco San Siro un altro risultato horror. Manca un rigore netto su Perisic ma mancano troppe altre cose.

 

46 Commenti su 6C: Inter-Parma 2-2

  1. Pasquale Somenzi // 31 ottobre 2020 a 21:32 // Rispondi

    Tra campionato e Champions, l’Inter in questa stagione ha disputato 4 partite
    in casa ed in comune c’è che al minuto 86 le stava perdendo tutte e 4.
    E’ stato realizzato un record negativo. Infatti nella sua storia l’Inter mai aveva subito 7 reti nelle prime 3 partite di campionato casalinghe. Ne aveva subite 6 l’Inter di Stramaccioni e poi bisogna risalire a prima della serie A a girone unico quindi tra il 1910 ed il 1928, ma sempre 6 reti come massimo.
    In queste 4 partite in casa, l’Inter si è sempre trovata in svantaggio in alcuni dei 90 minuti ed era successo l’ultima volta con l’Inter di de Boer.
    Per l’ennesima volta l’Inter non riesce a vincere in casa contro le 3 squadre
    emiliane (Parma, Sassuolo e Bologna), nelle ultime 8 partite interne contro
    di loro ha ottenuto 4 pareggi e 4 sconfitte.
    Tra i componenti della rosa solo Handanovic e Ranocchia possono dire di
    aver vinto in casa con il Parma, dato che l’ultima volta è successo nel 2013.
    Non sarà certo facile la partita di martedì con il Real Madrid anche perchè
    credo non sia mai successo che il Real iniziasse la Champions con 2 sconfitte
    nelle prime 2 in casa, considerando il fatto che non è mai arrivato ultimo nella fase a gironi e dubito molto che sia successo quando il torneo si
    chiamava Coppa dei Campioni, dato che c’era l’eliminazione diretta.
    Anche se è presto per parlarne, vorrei ricordare che nella storia della Champions, le blasonate Manchester City, Paris S.G., Barcellona, Lazio, PSV, Roma, Milan, Juventus, Manchester U., Porto, Ajax, Bayern M., Marsiglia, Sporting L., Benfica hanno tutte provato l’emozione di arrivare ultime nel girone almeno una volta, poi ci sono altre che non sono ancora entrate in questo elenco.
    Pasquale.

  2. Ennesima sofferenza col Parma a Milano.
    Ennesima paritona di Cervinho; ennesima parata “monstre” del portiere avversario (Consigli docet).
    Le certezze: Cervinho non segnerà mai più una doppietta, tantomeno in trasferta contro una grande, in trasferta il Parma perderà sempre; Sepe non farà mai più una parata come quella su Ranocchia, anzi domenica prossima farà una papera. Mancava solo il gol dell’esordiente di turno (tipo Bologna) e l’ein plein era completo….sembra una macumba…

  3. Ecco. Più che altro mancano troppe altre cose…
    Ad esempio Lukaku, Martinez (pur presente), il “solito” Eriksen (sempre più sulle orme di Bergkamp), il gioco e magari… Gervinho con la maglia giusta. :-) Si capisce perchè l’Inter lo volesse: perchè è bravo. Semplice. Non solo perchè ci segna sempre, questo è uno che “spacca” le partite… speravo arrivasse, ad agosto.
    Non ho mai capito perchè la Roma lo abbia lasciato andare con così tanta “nonchalance”. Arriverà a gennaio? Tardi…

    • vivendo a Roma, ti garantisco che quando Gervinho è stato venduto hanno fatto caroselli di auto! Su trenta partite in cui era in campo, ne “giocava” si è no due! Altrimenti non sarebbe al Parma da anni, ma altrove…

  4. Partita giocata in casa, contro un modesto Parma, da vincere assolutamente. Invece, un’Inter senza mordente e voglia di vincere, si fa mettere sotto nel secondo tempo, rischiando pure di perdere. I giocatori, per giocarsela ovunque, ci sono, manca ancora la squadra, e questo e’ compito dell’allenatore.

  5. Sono molto deluso da tutti: conte che non ha messo in campo da subito la seconda punta, i giocatori che sono lenti e alxuni di loro imoroponibili su tutti il fantasma Eriksen. Ogni anno abbiamo momenti vuoti e rischiamo già di prendere un distacco in campionato e di non farcela in Coppa. De Vrij fuori condizione da troppo tempo e guarda caso con lui si orendono troppi gol. Reagire ragazzi, reagire x iniziare a vincere. Nulla è impossibile

  6. La nostra rosa e’ molto forte, completa in ogni ruolo. I risultati in campionato e champions sono sotto gli occhi di tutti, domanda; fino a che punto dobbiamo arrivare????

  7. Penosi e inguardabili!

  8. Prestazione in linea con la notte di Halloween. SCANDALOSI!!!

  9. Eriksen più che altro si è nascosto ma tutto il centrocampo è in confusione. Aggiungiamoci le dormite della difesa e le pirlate dell’attacco…
    Difesa a 4 e 4-2-4 la soluzione? Gli uomini li avremmo pure

  10. Imbarazzante partita ed imbarazzanti le parole dell’allenatore che sostiene come il possesso palla sterile e lento sia indice di supremazia in campo. Non vedo grandi possibilità di miglioramento se non c’è volontà di mettersi in gioco da chi ha il “manico”.
    Credo che l’incontro con Zhang dopo le mattane di fine campionato abbia creato presupposti negativi piuttosto che sciogliere nodi che oggi vengono al pettine. Un vero peccato. Mordo il freno…

  11. Tutti hanno capito come giochiamo, conoscono i ns punti deboli, si adattano e ci mettono in difficoltà. Il ns allenatore mi sembra l’unico che non l’abbia ancora capito. D’accordo sulla brutta partita di Ericsen e Lautaro, ma non mi sembra che De Vrji Kolarov Gagliardini, Perisic, Vidal, Naingolan, abbiano fatto meglio. Salvo Ranocchia e Barella comunque appena sufficienti. Mi sembra una squadra senza guida…..

  12. LA PARTITA E’ STATA RECUPERATA E CIO DIMOSTRA CHE QUESTA SQUADRA NON CI STA A PERDERE, MAI! QUI PERO’ DOBBIAMO INTENDERCI NON SI PUO INVEIRE TRE GIORNI FA SULLE CASSANDRE DI FINE OTTORE E POI PRESENTARE STASERA UN QUADRO DI NERO FUMO DA TRAGEDIA; SI IMPONE PIU’ EQUILIBRIO NEL COMMENTO. LA SQUADRA HA DEI PROBLEMI MA POSSIEDE UN ORGANICO FORTE E COESO ED UN BUON ALLENATORE. LA CLASSIFICA E’ CORTA! E ORA A MADRID CON FIDUCIA CONTRO UNA SQUADRA CHE NON FA LE BARRICATE ! VIVA L’INTER

  13. Dici che non ami i gatti neri.. ma dopo una partita del genere cosa può ingenerare un realistico ottimismo?
    Non so cosa succede ma è evidente che siamo in una fase involutiva e che la squadra sembra non avere per l’ennesimo anno la personalità necessaria per vincere

  14. Per amor del cielo, va bene vincere 4/3 o 5/4 ma se il goal in più non arriva? Sono un profano, ma mi pare che il campionato lo vinca sempre la squadra che subisce meno reti. Il resto è accademia.

  15. Ciao GLR, dici bene non si può cambiare il tecnico per non perdere i tanti soldi del contratto, ma cosa succederebbe poi se finissimo per perdere anche quelli della qualificazione alla CL? Un apunto alla Società, ma é mai possibile che non si riesca a risolvere l”atavico problema della carenza in attacco? Se poi spendi 7 mln per il Nino e non per un super Ibra forse anche la dirigenza è scarsa, Marotta compreso. Visto che l’anno scorso ci hai preso, come ci piazzano in questo campionato?

    • Spero primi…grazie a Dio non giocano i tifosotti che ti vedono malissimo già dopo 6 giornate…preferisco credere all’Inter che leggere di disastri annunciati
      GLR

  16. Ciao, non posso che darti fiducia se hai evidenze che mandarlo via fine stagione, dopo aver fallito la qualificazione CL (nella migliore delle ipotesi), sia economicamente meno invasivo che cacciarlo questa sera.
    Osservo solo che lo scorso anno col Parma, a Milano, era andata peggio e che Conte ha commesso gli stessi errori. Sono curioso di vedere il trittico Torino Sassuolo e Bologna.

  17. De Vrij scandaloso su Gervinho in tutte e due i gol gli lascia 2 metri di spazio in area, il grande Samuel non l’avrebbe mai permesso!!! Allucinante l’ennesimo rigore non concesso per un fallo clamoroso in area su Perisic..è ora che qualcuno faccia la voce grossa in federazione, troppo errori a nostro sfavore…basta!!!

  18. siamo imballati, ma questo x me è normale avendo finito a fine agosto (e quando ripenso a come abbiamo perso la finale mi girano sempre!!!) torneremo brillanti di sicuro. sbagliamo gol incredibili davanti alla porta (5-2 ieri sarebbe stato risultato giusto) e prendiamo gol a ogni tiro degli avversari (Handa non fa mai una parata in 90 minuti). non so se miglioreremo la mira ma ci spero. arbitraggi scandalosi e vergognosi, ma questo è così da sempre e sappiamo che non migliorerà!!! ciao

  19. Siamo la brutta copia del Barcellona di Guardiola, senza Xavi Iniesta e Messi. Dominiamo il gioco ma siamo costantemente marcati e facciamo fatica. Segna solo Lukaku perché col fisico riesce a liberarsi al tiro. Facessimo salire un po’ anche gli avversari ci consentirebbe di infilarli sfruttando la velocità delle punte e degli esterni, oltre magari esaltando i lanci di Eriksen che non sa mai a chi darla e cincischia. È più facile che avremo più occasioni col Real che non si chiude a riccio

  20. Diego Raimondi // 1 novembre 2020 a 09:42 // Rispondi

    Al netto della sfiga (occasioni di Perisic, Hakimi cui il gioco di testa non fa per lui, Ranocchia, rigore non accordato, precedenti negativi col Parma) non esiste non vincere partite come queste. Due azioni subite (complimenti a Hernani e Inglese per gli assist) 2 gol subiti da Gervinho, proprio lui, la ns. ormai mitica quarta punta ! Traditi ancora da Lautaro e Christian da cui si pretende ben altro. Predominio sterile (più di 10 corners senza creare una sola occasione !) e soliti cambi tardivi

  21. Ciao Gianluca, quindi? Al netto di Eriksen di cui condivido il tuo pensiero, che ci dici del Conte che gioca allo sfascio come un bambino offeso. DeVray marcatore??? Ranocchia ancora tra noi? Il nonno di Kolarov centrale? Pinamonti in panca per far giocare Perisic fuori ruolo? Boh. Da Agosto sono in minoranza sul tipo in panchina ma mi sa ancora per poco. Unica scusante è che giocare con questo Lautaro è come farlo in 10.

  22. Concordo con la tua analisi. È dura ma non abbiamo alternative alla pazienza.Ti è sfuggito il nome del ninja.Mamma mia è veramente vergognoso,che sia consentito nel 2020 a gente che guadagna milioni di poter impunemente non fare il proprio dovere cioè di essere atleti.Non è l’unico ovviamente ha ed ha avuto tanti omologhi;15 minuti un tiro inverecondo.Ad ogni modo siamo giù atleticamente e siccome Conte propone solo uno spartito soffriamo e siamo lenti.Certo l’Inter è per cuori forti. Ad maiora

  23. Ciao GLR, il problema lo ribadisco è l’attacco, eccetto Lukaku. Per tutto quello che creiamo, per il modulo sbilanciato che abbiamo dovremmo segnare come l’Atalanta. Costava troppo prendere Gervinho in estate?

  24. Ciao GL, ieri sera ho provato ad immaginarmi le due azioni dei gol del Parma a parti invertite. Chi dei ns eroi dai piedi buoni avrebbe potuto fare quei due passaggi? Brozo?Vidal? Gaglia? Raja? Hakimi? Eppure sono stati fatti e pure bene e non da Messi.E i due gol.. Lautaro? Perisic? Pinamonti? Sanchez? Gervinho ha toccato due palloni e fatto due gol, questa è qualità. E non è Benzema o Lewandowski o Timo Werner. Povera Inter, nobile decaduta e qs sera patetica. Ma Inter is coming!!! Amala

  25. Ciao GL. In tanti saranno d’accordo con me in questa cosa: ” Ritorniamo PER FAVORE ALLA DIFESA A 4.” Poi ahime’ ( io sono un tifoso di Eriksen, quello vero non il fratello timido e imbarazzante delle ultime partite )dicevo, lasciamolo in panchina. Tante occasioni create, e’ vero, pero’ se non tutte le altre le devi concretizzare in goal. Infine facciamoci rispettare come societa’ nella lega arbitri, perche’ cosi’ non si puo’ andare avanti. Sempre forza Inter

  26. ormai e’chiaro a conte hanno messo la museruola alla famosa riunione,lui si e’adeguato anche perche’l’alternativa erano le vie legali e con quello che aveva detto rischiava di perdere , lui si comporta di conseguenza,gli hanno anche probabilmente chiesto di valorizzare eriksen e lo ha fatto giocare .l’esperimento e’fallito ,inutile insistere.

  27. La sensazione è che qualcosa che non va, Conte non è più lui, non ha più la stessa carica e furore e la squadra ne risente e non sembra per niente una sua squadra. Probabilmente in condizioni normali da Villa Bellini ne sarebbero usciti con un divorzio.
    Si aggiungano poi gli impegni compressi e la mancata preparazione, il covid con tutto lo stress che comporta, i gravi e reiterati errori arbitrali. Solitamente in queste situazioni l’Inter manda in vacca la stagione, speriamo almeno nel 4°posto

  28. Usciamo dagli equivoci. Basta Eriksen, ma è uno juventino?, basta il Ninja è lontano, metti Peresic pronto a cambiarlo, vedo sempre Vidal più avanti. Rinnoviamo il contratto a Lautaro, fa ridere ma sono fatti così.
    Dici un passo indietro, sarei d’accordo ma i numeri parlano d’altro, raccontano di moltissime occasioni da gol, di rigori non dati (uno a partita tanto che mi aspetto sempre la beffa di subirlo) e di alcune distrazioni dietro che contesto: difesa a 3 vuol dire rischiare. Amala…

  29. Anche se non avremo mai la controprova la sensazione é che la stagione sia stata compromessa dall’esito infausto del summit di Villa Bellini. I matrimoni obbligati non portano mai a nulla. Conte e l’Inter stanno insieme per forza. Ma non vedono l’ora di salutarsi. Senza alcun rimpianto.

  30. Siamo seri, anche con Lukaku e senza torti arbitrali abbiamo fatto prestazioni come quella di ieri. Se hai sistematicamente il doppio di dominio territoriale, spesso il triplo di occasioni da gol rispetto all’avversario che ti uccella al primo e al secondo tiro in porta e che poi non crea più niente e fatichi a far risultato vuol dire che manca qualità individuale e complessiva, non basta la quantità. Su Eriksen non ho mai creduto, fosse stato un fuoriclasse ce lo avrebbero lasciato i top clubs?

  31. È ormai evidente che a Villa Bellini siano state gettate le basi per il disastro…nella Milano nerazzurra si continua a dar fiducia ai medianacci (maledetta sia la canzonaccia di Ligabue) piuttosto che ai centrocampisti tecnici e questi sono i risultati. Max

  32. Buongiorno. C è da resistere sino a gennaio per stabilizzare la rosa e di conseguenza anche i rapporti interni tra coach società. Nel frattempo speriamo di non perdere parecchi punti e di stare lì… Ma prevedo nuovamente Europa league.. Solo che per essere positivo dico che vinceremo C. L.

  33. Oltre al modesto Eriksen,vedo in seria difficoltà De Vrij,colpevole sui 2 gol ed Hakimi che è evaporato nel 2o tempo dopo aver divorato 2 gol di testa.In generale manca la ferocia di una stagione fa,quando Conte ti sbranava anche su una rimessa sbagliata male.C’è un ingiustificato senso di appagamento,un buonismo diffuso che non ti fa chiudere le partite o che le riapre a favore di avversari inferiori.Che non si parli di modulo sbagliato,perché stavolta gli interpreti c’erano.

  34. Troppi déjà vu, troppe partite fotocopia, non possono essere delle casualità.
    Credevamo che aumentando solo numericamente la rosa avremmo risolto i problemi palesati nella seconda parte della scorsa stagione?
    Aggiungiamo che finora i nuovi arrivati sono stati spesso più dannosi che utili, specialmente in quei elementi che dovevano garantire con la loro esperienza più sicurezza nei vari reparti.
    Sono sorpreso dall’abulia e mancanza di concretezza di chi per vari motivi doveva fare la differenza.

  35. Buongiorno. C’è una cosa su cui ci si sta ostinando..Antonio…se non hai gli elementi per giocare a 3..varia ogni tanto. Chiellini e Barzagli molto veloci e bonucci regista. Devraj va benissimo ma gli altri si fanno infilare in velocità. Prova ogni tanto 4 3 3 o 4 3 1 2. Bastoni mettilo a 4 di sinistra. Hakimi 3 in attacco… E via dicendo.. Così vincono tutto

  36. a Noi caro GLuca manca in campo un vero leader, un campione che possa risolvere in qualsiasi momento una partita, una giocata, un passaggio finale che porta a un gol (assist),,, quello che ha invece il Milan. leggo giornali etc che si pensa già al mercato di Gennaio 2021,,, pensa a 1 mese dall’inizio e si vuole già rifare tutto. Non è possibile ogni anno fare, disfare e rifare. Gli uomini ci sono che si diano da fare e che Conte li disponga in maniera corretta e lo dico da Contiano. siamo stufi

  37. Come si può solo pensare che Conte sia il maggior responsabile dei mali dell’Inter? Può essere colpa sua se Eriksen si è rilevato essere una mammoletta o che Lautaro sia ritornato il fantasma di inizio anno? E i gol falliti e quelli subiti sono forse imputabili al Mister? Chi si auspica un cambio di allenatore,peraltro molto improbabile dato gli interessi economici in ballo,punti il dito verso chi non rende per quel che dovrebbe e chi ha sopravvalutato una rosa complessivamente poco qualitativa.

  38. I giocatori ci sono, l’allenatore c’è, la società anche. Appena troveremo la quadratura del cerchio – e non manca molto -non ci fermeremo più, ho fiducia.
    Discorso a parte per Eriksen, che probabilmente subisce qualche tipo di auto-condizionamento ed è, obiettivamente, ormai impraticabile nell’Inter: ho anche la sensazione che cominci a stare in cielo a dispetto dei Santi

  39. E’un macello incominciano ad esserci troppi giocatori disconnessi in una stagione nella quale è troppo troppo importante esserci e questo a me personalmente da molto molto fastidio al netto delle solite retoriche tromboniste da tifoso schizzofrenico.

  40. Lo spartito suonato in campo è sempre lo stesso, mai una variazione sul tema, sempre i soliti schemi che gli avversari hanno ormai imparato a memoria. Giocando così e con questa lentezza saranno più dolori che gioie. Anche Conte deve “migliorare’ non solo i giocatori davanti alla porta.

  41. Torti arbitrali iniziano a pesare. Detto questo un po’ deluso ma purtroppo sono emersi soliti limiti: mancanza di gente brava a saltare uomo e creare superiorità. Su Eriksen confermo che, secondo me, sarebbe meglio arretrarne raggio d’azione: sulla trequarti non incide mancando di dribbling secco e cattiveria nell’entrare in area.

  42. Tutto vero orrore inter ed errore arbitro, ma io incomincio seriamente a dubitare della qualità della squadra . Lautaro ( ed Ericksen) su tutti, infruttuoso ed irritante. Per non parlare del (non) mercato, manca un attaccante (un mandzukic o un giroud andavano benissimo), un terzino sn e un difensore.

  43. La tua ultima frase, “cercate di essere positivi”, per di piu con la maschera del terrore, in questo momento suona un po’ equivoca ed inquietante…
    Bando alle ciance, testa sott’acqua e lavorare, lavorare, lavorare. Borrelli diceva: resistere, resistere, resistere. Il concetto è lo stesso: non è il momento delle critiche o delle polemiche, dobbiamo solo lavorare e scrollarci di dosso questo momento difficile. Bel tempo è là, appena fuori dal tunnel. Dai!! Amala!

  44. Tutte le moviole hanno documentato che il rigore su Perisic c’era ed anche Rizzoli – bontà sua – a Sky ha confermato : rigore solare! E quindi : quanti punti di risarcimento? ZERO?!? Il bravo Gigi Proietti, già in viaggio verso l’aldilà, avrebbe a questo “punto” commentato … “grazie al ca…o”

Lascia una risposta

Le 4 regole del commentario:
1. Siate educati: i commenti ad personam saranno ignorati
2. Scrivete in italiano, il congiuntivo non è una malattia degli occhi!
3. Non è una chat: se volete conversare tra voi, io che ci sto a fare?
4. La lunghezza del commento non può superare i 500 caratteri (spazi compresi)
Viva l’Inter!


*

 caratteri disponibili