12C: Inter-Napoli 1-0

Video-editoriale del 16.12.2020
L’Inter vince soffrendo il primo scontro diretto stagionale, a San Siro col Napoli. E, inaspettatamente, allunga sulla Juve, sullo stesso Napoli e accorcia sul Milan. E Handanovic è tornato decisivo!
Ne parlo qui:

https://youtu.be/OJDE_pfzqC4

 

45 Commenti su 12C: Inter-Napoli 1-0

  1. Pasquale Somenzi // 17 dicembre 2020 a 01:18 // Rispondi

    Se guardiamo cosa successe nel campionato 2013/14 le analogie sono molte, non per l’Inter, ma per Conte. In quel campionato, quello dei 102 punti, alla giornata 10 la Juventus di Conte si trovava a 5 punti dalla vetta (stavolta
    Milan 26, Inter 21), alla giornata 11 la Juventus si trovava a 3 punti (stavolta
    Milan 27, Inter 24) alla giornata 12 la Juventus batte il Napoli e si porta a un solo punto (stavolta Inter batte Napoli e 28 punti a 27). Anche in quel campionato la capolista era imbattuta, la Roma, come stavolta il Milan. Il sorpasso avvenne alla giornata 13.
    Inoltre anche in quella stagione la Juventus di Conte non passa il turno in Champions nel girone vinto dal Real Madrid.
    Arrivata la vittoria per 1-0 che mancava da 64 partite (rimane il record di 108).
    Sono 30 le reti fatte dopo 12 giornate, ma nel 1958/59 erano 31 e per fare meglio dopo 13 giornate bisogna farne 7 allo Spezia in quanto nel 1958 alla tredicesima l’Inter ne segnò 5.
    Terza vittoria di fila in casa in campionato, cosa che con Conte era riuscita solo nelle prime casalinghe dello scorso campionato, ossia Lecce, Udinese e Lazio, con cui arrivò appunto l’ultima vittoria per 1-0 come citato prima.
    Pasquale.

  2. Pasquale Somenzi // 17 dicembre 2020 a 01:19 // Rispondi

    Ho una segnalazione allettante per i cosiddetti gatti neri: nel decennio appena trascorso, ossia gli anni ’10, l’Inter ha perso solo una volta con 4 gol di scarto, era il 5 febbraio 2012, Roma-Inter 4-0. Da allora sono passate 416 partite in cui l’Inter non ha mai più perso con questa differenza.
    Ma tra gli anni 70 e 80 riuscì anche ad infilare una striscia di 474 partite consecutive. Il record personale, come forse prevedibile, però, risale al periodo Moratti-Herrera con 494 partite.
    Questo significa che l’Inter non ha mai fatto 500 partite di fila senza perdere con 4 reti di scarto e quindi sono alte le probabilità che entro 84 partite arrivi una sconfitta per 0-4, 1-5, 0-5, ecc. ecc.
    I disfattisti/gatti neri possono dunque portarsi avanti preparando il commento per quando succederà. Immagino già l’incipit “Ennesima pesante sconfitta dell’Inter…” comunque sbrigatevi, c’è molto probabilmente un tempo massimo di un arco di 84 partite.
    Pasquale.

  3. Caro GLR finalmente Handanovic ha fatto Handanovic! Forse qualche critica (anche colorita e sopra le righe) gli ha fatto bene. portiamo a casa 3 punti giocando male con 2 tiri in porta in 90 minuti. Però è uno scontro diretto e va bene così…. speriamo poi di vedere nel prossimo futuro anche un giuoco del calcio degno di questo nome.
    -1 punto….w l’inter

  4. Bene solo il risultato. Forse seguendo i dettami di Conte, l’Inter gioca gran parte della gara con il freno a mano tirato, accontentandosi pure di un pareggio. Poi, rigore giusto a favore, espulsione di Insigne e difesa a oltranza. Battuto cosi, di misura, un buon Napoli che, in dieci, meritava ti piu’. Ottimo Handanovic.

  5. Onestamente ieri una fortuna da stella cometa di natale nei singoli episodi ci ha dato la vittoria . La squadra dimostra limiti evidenti in troppi giocatori . Sopratutto una grande squadra non gestisce così il vantaggio di 1-0 e con un uomo in più .

    • Ovviamente nessuno si ricorda della semifinale di Coppa Italia in cui meritava largamente l’inter ma dove ha vinto il Napoli.
      GLR

  6. Avessimo pareggiato noi due partite con.parma e Genova ci avrebbero esposto al.publico ludibrio. Ieri invece si incensava il condottiero pioli e il suo Milan indomito. Mah!

    • Concordo. Non parliamo poi della squadra di Torino. Avesse vinto come noi abbiamo vinto contro il Napoli…, grande squadra, cinica, che ammazza la partita nel momento giusto e chi più ne ha più ne metta.

  7. Caro GLR potrebbe essere forse questa la partita della svolta…vittoria pesantissima nonostante una prestazione non brillante.Determinanti per il risultato il ns.portierone (mai dubitato di lui) e il redivivo Sensi che pare stia tornando finalmente poco alla volta.
    Domenica match da non sottovalutare con lo Spezia.
    Come sempre troppi criticoni anche tra i ns.tifosi..personalmente chi rema contro la propria squadra non va nemmeno calcolato.
    Avanti così FORZA INTER

  8. Al Napoli andava stretto il pareggio, addirittura hanno perso, non lo meritavano. Tolto il lancio lungo su Lukaku, dall’unico difensore che lo può contenere Koulibaly, gioco zero assoluto. Il cambio di Lautaro con Hakimi ha messo paura ai giocatori. Note liete… è entrato Sensi e abbiamo fatto gol, i tre punti e basta. Detto questo siamo li, possiamo solo migliorare.

  9. ennesima partita importante e i soliti spariscono. Questo l’aspetto che deve cambiare perché ieri c’è andata bene portare a casa 3 punti. E’ bastata una azione di prima di Sensi, la quale ha portato all’azione del rigore, x far capire che Eriksen non sarà mai come lui. Erano giù di forma un pò tutti tranne Barella e un super Handanovic. Troppe imprecisioni nei passaggi e di conseguenza manca qualità. Un gran Napoli e bisogna imparare da loro come giocare quando si rimane in 10. W l’Inter

  10. Non ci siamo!
    Non ci siamo in campo e soprattutto non ci siamo nella guida tecnica.
    Sintesi della partita:
    Un tiro in porta, primo cambio per infortunio, inferiorità numerica, un difensore per un attaccante, schiacciati in area, dominio Napoli 11vs10, SANTO HANDANOVIC. What else?
    GLC illuminami…

  11. Ottimo risultato nello scontro diretto, per il gioco e la ferocia aspettiamo che siano più in forma. Infatti non faccio nomi di singoli ma in molti sono proprio molli non reattivi ad eccezione di Barella, Darmian e forse qualche altro. Sensi si intravede cosa possa fare. Questa partita ha messo in evidenza i punti deboli o da rinforzare. Fascia sinistra ci vuole un mancino oltre Young. Un attaccante, ma non Vice-Lukaku, occorre uno da 15-20 goal. Un ottimo centrocampista per averne 3 + 3.

  12. Quest’anno solo il Real ci aveva schiacciato come ha fatto ieri il Napoli, solo che con il Madrid quelli in 10 eravamo noi, mentre i Partenopei ci hanno preso a pallate con un uomo in meno.
    Finalmente una partita dove la fortuna ci aiuta, dopo una fila di sfighe leggendarie.
    Comunque, per essere una squadra “in crisi”, con coach “in bilico”, niente male: miglior attacco, 5 vittorie di fila, 1 punto dalla capolista, già affrontati 4 scontri diretti, senza pausa estiva e preparazione.
    Avanti così!

  13. Ancora non mi spiego come il Napoli abbia potuto perdere in casa col Milan. Ad ogni modo, quel che vale per l’Inter quando sbaglia caterve di reti e non vince vale per tutti: i gol bisogna farli.
    Al Napoli dicono che meritavano di vincere? Può essere, ma ha vinto l’Inter. Con un rigore sacrosanto ed espulsione altrettanto. Mi meraviglia che difendano Insigne: se mandi l’arbitro a quel paese fai la fine di Vidal in CL. Vai fuori.
    Il Milan ha finito la corsa? Mah… Torna Ibrahimovic: vediamo…

  14. GL è un po’ che non scrivo: a volte è meglio aspettare che sparare cavolate. Sono contento per Handanovich, uomo serio preciso pignolo, contestato come al solito da chi non sa più cosa dire.
    La partita è stata brutta, bloccata poi come al solito si rompe l’equilibrio e tutto cambia.
    In questa vantaggiosa vittoria bisogna però porsi una domanda: 11 contro 10 facciamo Alamo? Conte abbiamo rischiato troppo con i cambi, gli hai permesso di attaccare e hai messo in confusione la tua squadra. Amala

    • Ovviamente nessuno si ricorda della semifinale di Coppa Italia dove meritava l’Inter ma ha vinto il Napoli.
      Possiamo per favore scrivere Handanovic senza l’acca finale?
      GLR

      • Ma cosa vuol dire che una volta va bene a loro e una volta va bene a noi, la famosa compensazione di cui parlava un direttore sportivo poi radiato quando gli chiedevano di presunti favori arbitrali……Che risposta articolata…..anche alle termopili se i greci avessero avuto l’ incredibile Hulk avrebbero vinto…..ma pultroppo non è così.E guardando in casa nostra abbiamo un allenatore da una cocuzza mensile (Cit.1000000 €) che in 11 vs 10 in casa si difende, nemmeno il crotone arriva a tanto.

  15. L'Acutangolo // 17 dicembre 2020 a 10:54 // Rispondi

    Ok, Vittoria di culo. Ne abbiamo perse tante per sfiga e/o arbitri che per una volta che va bene a noi rallegriamoci invece di rompere le huevas per la prestazione modesta. Però l’Antonio che sull’1 a 0 e superiorità numerica toglie un attaccante per un terzino (d’attacco, ma sempre terzino è) proprio non si può vedere…

  16. Ciao GL, della partita col Napoli salvo solo il risultato finale. Per il resto i soliti 400/450 passaggi orizzontali o all’indietro. Non mi ricordo un tiro nello specchio della porta o una parata di Ospina nei 90 minuti. Non parlo poi del gioco che anche con molta immaginazione e fantasia davvero non riesco ad immaginare. Bene i tre punti e avanti con la prossima vittoria. Amala!!!!!

    • Ovviamente nessuno si ricorda della semifinale di Coppa Italia in cui meritava largamente l’inter ma dove ha vinto il Napoli.
      GLR

      • E nessuno parla della “rasoiata” di Lautaro che se avesse avuto un po’ più di effetto sarebbe finita dentro anzichè a lato di un soffio… 😉 Poi Handa ha finalmente fatto una paratona, ma… viene pagato per parare, quindi tutto regolare.
        Poi: è troppo sperare di vedere Sensi dentro per una decina di partite? Un anno fa è iniziato il suo calvario, da un anno non si vede uno straccio di gioco in profondità. Con lui in spolvero, a Barcellona dettero lezione di calcio ai “Mès que un club”…

  17. Ciao GL, mi iscrivo alla rubrica top e flop. Top senza dubbio Handanovic alla faccia di chi lo criticava. Flop Young, Brozovic, Skriniar e Lautaro. L’inglese in difficoltà costante quando difende e quando attacca non punta e non salta mai l’uomo. Brozovic ciondolante, lento e impreciso come spesso accade. Skriniar con una serie di falli ed entrate in ritardo per tutta la partita, non è più lui. Lautaro ha avuto una palla gol colossale e non ha nemmeno centrato la porta.Svegliaaa.Amala sempre!!!

  18. Ciao GL. Cosa diranno oggi i detrattori di Handanovic? Troppo alto? Troppo muscoloso? Poco sorridente? Buffoni fate ridere per non piangere.
    Sempre e Comunque Forza Inter

  19. Ciao Gianluca, passo importante verso il primo posto. La squadra ha saputo soffrire e vincere con problemi di formazione e stanchezza di qualche singolo. Sono contentissimo di rivedere Sensi a livelli di inizio stagione scorsa, potrebbe essere veramente il giocatore che ci manca per completare la squadra.
    Lukaku è stanco, Lautaro non riesce a sbloccarsi e quindi dobbiamo accontentarci. Per Gennaio ci serve solo un attaccante di riserva visto che Pinamonti non è affidabile e Sanchez è spesso out.

  20. finalmente, dopo decenni di partite non vinte quando si meritava di vincerle, portiamo a casa 3 punti senza meritarli. speriamo adesso di non rovinare tutto con lo Spezia, noi siamo bravissimi in queste cose!!!
    hai ragione, partita bruttissima, ma secondo me giocando ogni 3 giorni non si può pretendere di essere sempre al top. e noi che abbiamo finito a fine agosto siamo probabilmente più spompi di altri. ciao GL

  21. Sèm a post! Uno dei titoli di un TG, Inter fortunata,che raccoglie più di quanto seminato, Napoli massacrato, ecc. Di “altre” squadre si sarebbe parlato di massimo risultato col minimo sforzo. Sotto il profilo mediatico siamo sempre nessuno, ma speriamo in questa presunta fortuna sino a maggio 2021 ed oltre!

  22. Ciao GLR. Risultato ottimo. La fortuna ci ha ridato, con gli interessi, quello che ci aveva tolto in altre partite. Gioco pessimo. Con il nostro ‘condottiero’ che se la ‘fa addosso’ come ogni volta che affronta una partita importante e ci stupisce togliendo in attaccante quando siamo in superiorita’ numerica. Un saluto.

  23. Buon giorno Gianluca anche io penso che dobbiamo guardare al risultato e possiamo goderci questa giornata , inoltre aver ridotto in soli 3 giorni la distanza dalla prima in classifica ( che non cito volutamente…) e’ un ottima cosa ma negarci che purtroppo non siamo molto convincenti questo e’ altrettanto vero. non so se sei d’accordo ma continuo a vedere un rendimento inferiore alle aspettative dei singoli, per questo modo di metterli in campo che non li valorizza appieno

  24. Antonio rossi // 17 dicembre 2020 a 14:19 // Rispondi

    Scusa, ma trovo ingiustificabile che si contesti un arbitro che espelle un giocatore che letteralmente lo manda a cagare. Certi limiti non.possono essere superati e tali comportamenti, confermati, non devono essere scusati

    • Chi ha giocato a calcio sa di cosa parlo…il grande arbitro è anche quello che si mette nei panni dei calciatori..poi. per carità, c’è vaffa e vaffa..
      GLR

  25. Nel mio ultimo post avevo scritto che com’è strutturata l’Inter difficilmente è in grado di vincere 1-0; tacchete, puntualmente smentito! Mi consolano le statistiche del grande Pasquale Somenzi che rilevano che ciò non accadeva da 64 partite.
    Ieri però S.Ambrogio ha avuto la meglio su S.Gennaro a dispetto di quelli che dicono che non abbiamo santi in Paradiso.
    Volendo essere più terreni diciamo che dopo tante sfortune abbiamo raccolto più di quello che meritavamo ma non sfidiamo troppo la sorte.

  26. Io mi ricordo perfettamente la semifinale dello scorso anno, mi verrebbe da dire chi la fa l’aspetti, ma il catenaccione fatto allora dal Napoli non venne minimamente considerato, si penso’ solamente a pontificare l’impresa in trasferta.

  27. È vero che una grande squadra deve fregarsene di tutti ma faccio notare che quando abbiamo vinto contro il Sassuolo hanno scritto “bravi ma ci vuole continuità” (giusto) peccato che lo stesso giorno riguardo al Milan che aveva battuto la viola in casa avevano scritto di una grande vittoria contro una delle forze del campionato (la viola è quasi in zona retrocessione). Io me ne frego ma c’è una facilità a sparare contro di noi. Amala!

  28. Ok tutte le critiche e io sono il primo a sollevarne. Teniamo presente che non si possono vincere tutte le partite, sempre giocando meglio e senza soffrire.
    Il risultato è tutto! Prendiamo i tre punti e guardiamo molto volentieri la classifica. Per il resto abbiamo ancora tantissime partite e possiamo solo migliorare.

  29. non si e’ sciolto il sangue di san gennaro, era un segno ! scherzi a parte, partita a scacchi, stappata dalla prima vera azione veloce e di prima. per il resto, diamo fastidio perche’ ieri sera i media erano inaciditi per la nostra vittoria e aver avuto un portiere che para (pensa te).
    il tentativo maldestro di giustificare gli insulti di insigne, patetici

  30. Tutti si aspettavano il tanto auspicato piano B,invece abbiamo assistito al piano C, C come c…, ammettiamolo!
    Abbiamo affrontato uno scontro diretto come se fossimo primi e avessimo 5 punti di vantaggio in classifica e ci bastasse anche il pareggio, ma ad essere sinceri a parte il risultato che ci ha arriso possiamo ringraziare la fortuna e le prodezze dell’eterno Samir, alla faccia di chi lo vorrebbe pensionare.
    Continua a deludere Lautaro, falloso, cascatore e mai determinante ultimamente.

  31. antonio rossi // 17 dicembre 2020 a 17:46 // Rispondi

    Personalmente ho giocato a calcio per diversi anni e poi a tennis. Ma anche contro le decisioni che mi sembravano errate mi è sempre parso opportuno il rispetto per chi è chiamato ad arbitrare. facendo l’avvocato di professione ti posso assicurare che a volta vorresti reagire, ma è sempre indispensabile la misura anche quando sei sotto stress. Poi trovo poco edificante che sia l’allenatore a giustificare. le parole di Gattuso mi ricordano un certo bidone di immondizia di tal Buffon

  32. Capisco le proteste di Gattuso sul rosso a Insigne ma parlare di rigore dubbio col portiere che ribalta Darmian francamente è imbarazzante illuminante e istruttiva la comunicazione della Nord che non fa una grinza.

  33. Il sangue di San Gennaro non si è sciolto e l’Inter vince con un tiro in porta…Concordo sul fatto che noi interisti siamo una razza a parte, due partite andate male e vogliamo cambiare: allenatore, portiere e mezza squadra, due (o cinque) vittorie consecutive e sono tutti eroi. Penso che sia nel ns DNA, se fossimo più razionali saremmo diventati tifosi del Milan o della goeba. Porta pazienza!

  34. Io sinceramente non ho visto questo dominio del Napoli. Direi primo tempo noioso da entrambe le parti ma senza vero dominio da parte di una o l’altra squadra. Il secondo tempo prima del rigore invece il Napoli aveva giocato un filino meglio poi è arrivato rigore ed espulsione.Poi Handanovic ha fatto due parate ottime(è il suo ruolo) ma non è che ha fatto miracoli per tutta la partita e poi c’è stato un palo. Dispiace per avere subito tanto in 10 vs 11 ma eravamo più stanchi. Ci può stare

  35. dopo decine di partite con gol sbagliati a porta vuota e Samir che al primo tiro raccoglie il pallone in rete,finalmente una vittoria di “stramacchio”. Sono queste vittorie che mi danno fiducia! Spero che per Sensi sia l’inizio di un percorso verso 90′ in campo,giocatore ideale per Conte, tecnica e dinamismo. Continuo a non capire come Hakimi vada in panca, lo ritengo di gran lunga il terzino destro più forte del campionato. Senza alcuna scaramanzia alla sosta saremo capolisti in solitaria.

Lascia una risposta

Le 4 regole del commentario:
1. Siate educati: i commenti ad personam saranno ignorati
2. Scrivete in italiano, il congiuntivo non è una malattia degli occhi!
3. Non è una chat: se volete conversare tra voi, io che ci sto a fare?
4. La lunghezza del commento non può superare i 500 caratteri (spazi compresi)
Viva l’Inter!


*

 caratteri disponibili