Al Var si muore…

Videoeditoriale del 28 novembre 2019

11 Commenti su Al Var si muore…

  1. Non ti rimane che adeguarti e cambiare il nome alla tua rubrica: VAR dello Sport. 😉

  2. Gianluca pensa che io sul 2 a 0 dalla felicità sono andato felicissimo a fare l’amore con la mia compagna e DOPO 3 MINUTI TORNO e vedo 1 a 1!!!!
    Cose da inter!!
    ALDO TIFOSO DAL 1908

  3. Per te era una battuta, ma io veramente nello slancio dell’esultanza sono andato in bagno a fare pipì. Torno e l’occhio vede solo 1-1. Chiedo a mia moglie: perché hai cambiato canale? Ti lascio immaginare la successiva ondata di rabbia per capire cosa fosse successo…

  4. Come ho detto nel mio commento del tuo editoriale precedente, confesso che passare dall’euforia di un 2-0 praticamente messo in cascina alla delusione di leggere in sovraimpressione il risultato di 1-1 mi ha fatto cascare le braccia. Fortunatamente poi i nostri, gradualmente, hanno reagito alla grande e l’hanno portata a casa! Ihaveadream: il VAR (non “LA VAR”…), che è un ottimo ausilio, applicato secondo regolamento, ma con uniformità di utilizzo, ovunque e per chiunque. Chiedo troppo?

  5. Ieri sera arbitraggio a dir poco cervellotico. Se il 2 a 0 era da annullare perché non fermare prima l’azione? Perché la stessa cosa non è successa a Barcellona dove saremmo potuti andare al doppio vantaggio e invece i blaugrana sul ribaltamento di fronte hanno pareggiato? Anche l’annullamento del quarto gol non l’ho capito: era fuorigioco; era scaduto il tempo? Boh. Ad ogni modo tutto è bene quel che finisce bene, anche se bisognerà battere i catalani. Lukaku paracarro? A me pare un carrarmato!

  6. ciao Gianluca, e’ stata una situazione tragicomica, ma la gioia della bella vittoria mi ha edulcorato lo shock. Non ero in bagno e mia moglie non ha fatto richieste, ma ero davanti a QSVS (sono uno dei pochi che non ha abbonamenti ne IPTV nonostante sia nato nell’81) che adoro fin da piccolo. Non credo che il VAR sia la soluzione ad ogni male ma devo dire onestamente che il rigore era netto e questo a mio avviso aumenta il valore della vittoria

  7. Ciao GL. Tutto vero riguardo al regolamento, ma santa pazienza se andiamo avanti di questo passo si rischia che (scena non piu’ apocalittica) uno segna, esulta
    (tipo il tifoso Ambrogio a casa) si va a centrocampo si batte l’inizio del gioco dopo un’ goal, si prosegue e l’arbitro ferma tutto perche’ al Var hanno visto un fallo precedente (che ne so’ tipo rigore) e si annulla tutto. Gia’ il tifoso rimugina su falli e non falli, ma cosi’ mi sembra troppo. Ferma il gioco prima.
    Sempre Forza Inter

  8. Sul punteggio di 0-1 lascio il salotto per andare a cambiare mia figlia di 1 anno. Si sa i figli vengono prima di tutto, e mia moglie dalla cucina “goal dell’Inter, lukaku “. Io “porca miseria mi sono perso il goal dell’inter in diretta, va beh c’è il replay”. Moglie “No annullato”. Io “PORCA…” Moglie
    “rigore per gli altri”…a momenti mi cade mia figlia dal fasciatoio…bisogna stare attenti a non giocare con la vita delle persone

  9. Il VAR viene usato molto male, specie in Campionato. Se venisse impiegato equamente sarebbe la manna del calcio, ma così non sarà mai, temo.

  10. Sono per l’uso della VAR al 100% per rendere gli incontri più veritieri e trasparenti. Sono molto scettico invece sull’operato del VAR, ossia l’addetto a richiamare l’arbitro nel caso di episodi dubbi. Spesso casi molto simili sono trattati in maniera diametralmente opposta, dando l’impressione che le decisioni d’intervenire o meno dipendano dagli “umori” di chi sta in cabina di regia.Quindi siamo alle solite: da uso oggettivo a soggettivo degli ausili tecnologici e molte perplessità al riguardo.

  11. È lì che ho perso la voce smoccolando con mio figlio che diceva è giusto è giusto. Il regolamento come il Var non si discute. È inconcepibile il dilettantismo dell arbitro, sicuramente avvisato dagli uomini del var doveva fermare il gioco quando la palla era arrivata al portiere. Sono sicuro che l Ifab, spero sia la sigla corretta, apporterà la modifica obbligando l arbitro a fermare il gioco in casi come questo. Amala…

Rispondi a michele Annulla risposta

Le 4 regole del commentario:
1. Siate educati: i commenti ad personam saranno ignorati
2. Scrivete in italiano, il congiuntivo non è una malattia degli occhi!
3. Non è una chat: se volete conversare tra voi, io che ci sto a fare?
4. La lunghezza del commento non può superare i 500 caratteri (spazi compresi)
Viva l’Inter!


*

 caratteri disponibili