3UCL: Inter-Borussia Dtm 2-0

Champions League, Girone F, 23.10.2019

35 Commenti su 3UCL: Inter-Borussia Dtm 2-0

  1. Solo due/tre anni fa queste partite (Sassuolo e Borussia) ben che andasse le pareggiavamo. A maggior ragione sbagliando un rigore all’80esimo… Amala

  2. Per fortuna la techno music nel video non rompe più di tanto. Detto questo concordo su tutto caro GLR. Stasera abbiamo fatto un partita di sofferenza, ma intelligente. Abbiamo lasciato spesso il pallino del gioco a loro che però hanno punto ben poco: sembrava una cosa studiata a tavolino. A parte Lukaku, che vedo ancora fuori condizione, mi sono piaciuti praticamente tutti. Se proprio devo una nota di merito al diciassettenne Esposito che sembra avere le stoffa per diventare un gran giocatore.

    • Avanti così. Tutti bravi. Ma resto dell idea che Lukaku sia sopravvalutato. Lento, impacciato nonnfa spesso i movimenti che Conte chiede. E ieri ha sfiorato l’imbarazzante quando ha tentato un goffo dribbling per entrare in aerea. Subito palla persa. Già sento i soloni “ha fatto 5 gol”. Vero inclusi i rigori e inclusi almeno un paio davvero facilissimi. Ad oggi resta un oggetto misterioso che mi fa rimpiangere chi abbiamo cacciato. Amen. Vedremo

  3. Pasquale Somenzi // 24 ottobre 2019 a 01:44 // Rispondi

    Lautaro a segno per la quarta partita consecutiva, l’ultimo a riuscirci con la maglia dell’Inter era stato Icardi tra il 17 aprile ed il 6 maggio 2018 contro Cagliari, Chievo, Juventus e Udinese.
    Inter a segno in tutte le prime 11 partite ufficiali della stagione, eguagliato quanto fatto l’ultima volta nel 2004. Il prossimo traguardo è il 1997 quando l’Inter di Simoni realizzò sempre nelle prime 15 uscite ufficiali.
    Handanovic è arrivato a quota 109 partite con la porta inviolata, ma è solamente la prima volta che ci riesce in Champions League, infatti il suo score è distribuito così: 96 in campionato, 10 in Europa League, 2 in coppa Italia e 1 in Champions League.
    Pensando alla partita di ritorno, ovvero alla quarta giornata del girone, vorrei far presente che in Champions l’Inter, con oggi, non
    pareggia contro le squadre tedesche da 9 partite.
    Pasquale.

  4. Vittoria voluta contro un avversario forse troppo timido al Meazza. Ora, meritarsi la qualificazione in Germania ed in Cechia.

  5. Buonissima gara di Barella, Gagliardini e De Vrij. Il Toro ha giocato in modo eccellente, e non a caso secondo me ha fatto meglio con il pur opaco Lukaku in campo a fare a sportellate. Promettente il bambino, ma ricordando Santon partono gli scongiuri. Loro hanno perso per l’intensità, ma danno l’impressione di avere molta più qualità di noi. Il ritorno sarà durissimo, così come il Parma: ieri sembravano tutti sfiniti alle interviste

  6. Decisamente soddisfatta, abbiamo un po’ sofferto nel 2’tempo ma finalmente vedo una squadra unita e combattiva. Complimenti a Esposito per tanti motivi e a Candreva “ringiovanito”. Va bene così una partita alla volta.

  7. La techno rompe i c….. è da premio Pulitzer. Secondo me la miglior Inter vista fino ad ora, anche tenendo conto del coefficiente di difficoltà dell’avversario. Oltre a Candreva a me è piaciuto molto De Vrji, autentico regista arretrato e tra i nostri difensori spesso sottovalutato. Onore a Conte per la mossa Esposito, è proviamo a stare dentro, la mentalità vincente si crea così

  8. Dice il saggio : “Non tutto il male viene per nuocere”! Ed ancora : “di necessità virtù”. Fuori Lukaku e dentro Esposito? Per la gioia di vedere che il ragazzo ci sa fare. Se la vendemmia alla fine è buona, anche un bicchiere “mezzo pieno” è sufficiente (per ora) per brindare … prosit!

  9. “Insomma, la techno sta decisamente rompendo i coglioni!”…sei un mito.
    Andiamo avanti partita per partita, sperando che finalmente questo processo di crescita sia irreversibile come parrebbe attualmente, lasciando perdere l’anti-questo o l’anti-quell’altro. Diversi giocatori (tra cui L. Martinez, Sensi, Barella) stanno progredendo realmente a vista d’occhio e se anche Lukaku non è al top, comunque la mette dentro con discreta frequenza.
    Abbiamo finalmente un ottimo futuro in prospettiva

  10. Premesso che sono davvero contenta di seguirti, DEVO assolutamente dirti che se la prossima volta non fai il giorno prima un incipit come hai fatto questa volta portando fortuna, mi arrabbio con te e forse smetto anche di ascoltarti! Sono scaramantica? Si, assolutamente si! Ciao, Daniela

  11. Buona prova.Ok
    DeVrji regista, ma a centrocampo servono rinforzi!

  12. È stata una vittoria fondamentale che ci rimette in corsa per lottare per una qualificazione che rimane comunque ancora difficile. La cosa più bella della serata è stata secondo me l’assist di Devrij sul gol di Lautaro…non solo come gesto tecnico ma proprio come alternativa di attacco quando giochiamo contro squadre ben organizzate in difesa.
    Ps. PINK FLOYD COLDPLAY OASIS U2 tutti gruppi con canzoni da stadio e noi mettiamo la tecno…porta pazienza gianluca

    • Io sono vecchio….detesto il rap, la tecno, i giovani con le creste i piercing e i tatuaggi….eh, eh, eh…
      GLR

  13. quando l’ha segnà ol Candreva so burlat sò dala cadrega. Viva l’Inter!

  14. Ottimo risultato e gruppo squadra si potrebbe andare avanti così. Lukaku ottimo/indispensabile anche quando non segna..basterà un po di brio in più e sfracia…poi c è Esposito valida alternativa/rifiatare per lui ed EL Toro. Per perfezionare a Gennaio (consideriamo anche gli imprevedibili infortuni) ci si aspetta un centrocampista di livello pronto a giocare sia da trequartista che mezzala e play (Matic, Rakitic, Savic..). Con Sensi avremmo giocato meglio in avanti ma sofferto dietro?

  15. Fabio Primo // 24 ottobre 2019 a 08:10 // Rispondi

    Conte ha scelto l’unica tattica possibile: un catenaccio preventivo già sullo 0-0, per evitare le loro frecce in contropiede veramente micidiali. Pochissime occasioni sfruttate al meglio e un miracolo di Handanovic. Lukaku sempre più sconcertante nella sua confusione, Godin mi sembra ormai un giocatore con le pile esaurite. Con questa rosa sta facendo miracoli!

  16. Sinceramente, non vedo una squadra migliore delle altre. Il Barça vince grazie a colpi dei singoli, non sono più i “mostri” del 2010; se torna Sensi, Lukaku (ieri non pervenuto) si “sveglia” e Lautaro continua il filotto non è impossibile vincere le due fuori (l’ 1-1 con lo Sparta è bugiardo e lo sappiamo). Potrebbe bastare…
    Occorre però gestire le energie per il campionato, dove si può arrivare in fondo. In coppa ancora no, ma passare i gironi porta bei $$$ per rinforzi importanti a gennaio.

  17. Francesco dal Cilento // 24 ottobre 2019 a 08:20 // Rispondi

    GL, sono d’accordo con te quando sostieni che i giocatori contano più dell’allenatore, ma accipicchia se non si vede la mano di Conte su questa squadra!! Stiamo viaggiando a ritmi forsennati. Speriamo che la macchina non subisca troppi rallentamenti (infortuni e imprevisti vari). A me piace proprio questa voglia di soffrire. Si può perdere ma fin quando ci sarà questo spirito di abnegazione almeno io, per quanto possa contare, sarò contento.

  18. ROBERTO SCIBETTA // 24 ottobre 2019 a 08:25 // Rispondi

    Io sono sempre a favore della politica dei “piccoli passi”.
    Con Spalletti siamo tornati in Champions, ed usciti subito.
    Quest’anno potremmo fare un passettino in più: arrivare agli ottavi, poi come va, va, tanto non possiamo ambire di andare avanti.
    In campionato siamo arrivati due volte quarti: arrivare secondi sarebbe un ottimo traguardo.
    Con questi risultati, per soldi e standing, sarebbe più facile aggiungere 2-3 di livello per poi dare l’assalto ai gobbi l’anno prossimo.
    Amala!

  19. Un peccato non avere avuto Sensi, ieri sera: sono certo che con lui il bottino sarebbe stato più rotondo. Parto da un assente per giungere al nocciolo: lui e Barella sono stati due innesti di spessore assoluto. E si vede. Soprattutto in partite come quella di ieri dove Nicolò, corredato da un Gagliardini scolastico ma presente e da Brozo, non ha smesso un solo istante di recuperare, salire, scalare, rifinire e proporsi. Questo serve per vincere le partire. E questo ora abbiamo.

  20. Partita giocata con il cuore e con la testa. grazie al mister, anche se abbiamo una panchina corta, che ha rigenerato giocatori come candreva e gagliardini.
    Serata meravigliosa in quello stadio meraviglioso, ora speriamo nel ritorno in germania.
    Una nota di colore spetta ai tifosi del dortmund che hanno cantato dall’inizio alla fine della partita. Complimenti
    Sempre cmq forza inter

  21. hai perfettamente ragione, la musica tecno rompe i cosiddetti a tutte le persone dotate di un minimo di sensibilità musicale, W l’Inter

  22. Conte é decisamente il miglior acquisto della gestione Suning, finalmente una progetto cui credere.
    La strada é lunga peró si possono vedere cose che non vedevamo dai tempi di Mou: gioco di squadra, spirito di sacrificio, “fame” di successi.
    Lautaro sta crescendo tantissimo, ma non dimentico Barella, Brozovic, Sensi e De Vrij ed il lavoro sporco di Lukaku.
    In piú la ciliegina sulla torta: il debutto in Champions di Esposito.
    Saluti
    Un interista contento

  23. Grande prestazione da ” SQUADRA “, dopo il finale di Sassuolo, adesso speriamo almeno in un pareggio a Dortmund e poi giocarcela a Praga. Con il Barcellona in casa vorrei vedere la stessa partita dell’andata in Spagna, magari senza la sconfitta. Ora testa al campionato.
    Forza Inter

  24. Finalmente vediamo una squadra tosta che anche se soffre, cerca di dare tutto. Tutti possono migliorare nella vita basta volerlo e mi pare che i ns giocatori abbiano voglia di fare. Soddisfatto di vedere anche ns giovani in campo: questa la più grande soddisfazione x una società che ha sempre dato tanto x il settore giovanile. Avanti a testa bassa con la prox partita con il Parma.

  25. Diego Raimondi // 24 ottobre 2019 a 11:10 // Rispondi

    Bene così, molto bene, finalmente vinta una partita da vincere! Non condivido l’opinione di scendere dal carro ChampionS a favore del Campionato, non e’ indice di una mentalità veramente vincente. Andiamo avanti e vediamo cosa succede. Due parole a favore di De Vrij che secondo me non viene citato come altri ma il suo lo fa sempre. Un saluto

  26. La pensavo piu’ difficile, mi e’ piaciuto il piano tattico, invece di andare all’arrembraggio (perche’ oggi se non attacchi sempre e comunque, pare non vada bene) abbiamo saggiamente lasciato un bel titic e titoc ai gialli, e li abbiamo fregati ben benino.
    continuo a stravedere per Lautaro e Barella ieri mostruoso.

  27. A mio avviso ottima prestazione e mi prendo la responsabilità di difendere Lukaku. Se è vero che appare ancora in ritardo di condizione e commette alcuni errori tecnici la sua presenza in campo ed il suo sapersi sacrificare per la squadra sta permettendo a Martinez di esprimersi al top e questo non è poco. È difficile ma non si può sempre a parlare del singolo ed è bene iniziare a parte di reparto offensivo e più in generale di squadra

  28. A dirla tutta non mi è piaciuto l’approccio i primi 20mt. Mi aspettavo di più visto che eravamo noi a dover recuperare in classifica. Poi il sontuoso goal di Martinez dà il via ad un’altra partita che l’Inter ha giocato benissimo, rischiando poco e colpendo in contropiede. Bravi bravissimi una prova di grande spessore. GL hai ragione, ora vediamo di starci in questa ChampionS. Amala…

  29. Quando avevo scritto (è il primo post) non c’era ancora il tuo videoeditoriale… 😉
    Pienamente d’accordo sulla “tecno music”! 😀

  30. Guido dalla Croazia // 24 ottobre 2019 a 15:18 // Rispondi

    Vorrei parlare dell’aspetto disciplinare. Perché in una competizione così importante due giocatori fondamentali che dietro di sé hanno il vuoto o quasi, come Brozović e Candreva, si fanno ammonire per motivi così stupidi (il primo ha gridato all’arbitro “What the f**k” dopo che gli era stato fischiato contro un fallo di mano che del resto non c’era, il secondo si è tolto la maglietta) così che rischiamo di non averli per le partite decisive? E’ necessaria una bella lavata di capo…

  31. Raffaele B. // 24 ottobre 2019 a 15:28 // Rispondi

    Sarà una mia impressione, ma noto nelle parti basse del Biscione un ben più grosso paio di… attributi. Quelli che la tecno non frantuma di certo, vista la consistenza! Complimenti e avanti così!

  32. Ciao GL. Pienamente d’accordo sulla “tecno music “, noi che abbiamo passato i 25 – 30 – 40 – 50( da qualche settimana ). Non parlo della partita in quanto sono d’accordo con te in toto, invece vorrei soffermarmi su Esposito, avendolo gia’ visto con la Primavera ed essendo all’esordio in Champions, ha giocando con un piglio da veterano. Sperando che continui’ cosi’ e non faccia la fine di tanti giovani di belle speranze.
    Sempre Forza Inter.

  33. Paolo Sabiu // 24 ottobre 2019 a 18:24 // Rispondi

    Finalmente una ventata di entusiasmo anche in Europa che spero ci aiuti ad acquisire la convinzione che ci serve per restarci, in questa CL! Sugli elogi a Candreva e al giovanotto di belle speranze, Esposito, a cui c’è da dare lo spazio che merita, pur centellinandolo com’è giusto fare con un ragazzo così giovane, è già stato detto tutto. Ma un plauso particolare lo meritano anche Lautaro (rig. a parte), che sta trovando continuità in zona gol, e soprattutto Barella, il nostro uomo ovunque.

Rispondi a Roberto Annulla risposta

Le 4 regole del commentario:
1. Siate educati: i commenti ad personam saranno ignorati
2. Scrivete in italiano, il congiuntivo non è una malattia degli occhi!
3. Non è una chat: se volete conversare tra voi, io che ci sto a fare?
4. La lunghezza del commento non può superare i 500 caratteri (spazi compresi)
Viva l’Inter!


*

 caratteri disponibili