38C: Inter-Empoli 2-1


MARCATORI
: 5’st Keita (I), 29’st Traore (E), 34’st Nainggolan (I).
INTER (4-2-3-1): Handanovic; D’Ambrosio, De Vrij, Skriniar, Asamoah (1’st Keita); Vecino, Brozovic; Politano; Nainggolan, Perisic (30’st Dalbert); Icardi (27’st Lautaro). A disposizione: B.Valero, Candreva, Dalbert, Gagliardini, Joao Mario, Miranda, Padelli, Ranocchia, Soares. Allenatore: Spalletti.
EMPOLI (3-5-2): Dragowski; Maietta (27’st Uçan), Silvestre, Dell’Orco; Di Lorenzo, Acquah (27’st Brighi), Bennacer, Traore, Pajac; Farias, Caputo. A disposizione: Brighi, Capezzi, Mchelidze, Nikolaou, Oberlin, Pasqual, Perucchini, Provedel, Rasmussen, Veseli. Allenatore: Andreazzoli.
ARBITRO: Banti di Livorno.
NOTE: Al 16’st Icardi si fa respingere un calcio di rigore da Dragowski (E). Espulso Keita (I) al 42’st per doppia ammonizione. Ammoniti: Keita, Perisic, D’Ambrosio (I); Pajac (E). Recupero: 1’pt- ‘st. Calci d’angolo: 8-2 per l’Inter. Spettatori: 68.051

110 Commenti su 38C: Inter-Empoli 2-1

  1. Pasquale Somenzi // 26 maggio 2019 a 22:31 // Rispondi

    L’Inter chiude il campionato con la miglior difesa casalinga del torneo con soli 10 gol subiti ed era dalla stagione 1997/98 che non riusciva ad essere appunto la squadra che aveva preso meno gol in casa. Anche allora ne subì 10, ma col campionato a 18 squadre, le partite in casa erano 2 in meno.
    Anche allora l’ultima in casa fu con l’Empoli (4-1). Dopo il 2-2 col Torino, l’Inter ha quindi infilato 18 partite in casa di campionato senza subire mai più di un gol, circostanza che non si verificava dal 1989, era l’11 giugno quando Inter-Atalanta 4-2 interruppe appunto un’altra serie di 18 partite come sopra.
    Adesso che il campionato è finito vorrei ritornare su un concetto: se guardiamo i principali campionati europeri a 20 squadre si vede che anche stavolta come negli ultimi anni per vincere bisogna totalizzare 26/28 vittorie su 38. L’Inter non a caso quest’anno si è fermata a un bilancio di 1 vittoria su 2. Proprio la Premier ha confermato con il City come sia più importante vincere più partite piuttosto che perderne meno, infatti perdere di meno andava bene 30 anni fa quando la vittoria valeva 2 punti e difatti con i 2 punti a vittoria quest’anno sarebbe stato il Liverpool a vincere con un punto in più del City.
    Quarant’anni fa il Verona vinceva lo scudetto “limitandosi” a vincere 15 partite su 30, oggi abbiam visto l’Inter che con lo stesso bilancio di 1 vittoria su 2 è quarta, oppure vorrei ricordare il Perugia che con sole , e ripeto, sole 11 vittorie su 30 arrivò secondo, oggi parallelamente con 14 vittorie su 38 non vai nemmeno in Europa League. Quindi, per competere per lo scudetto, occorre una squadra che sia in grado di vincere 28 partite su 38 e “concedersi” 10 non vittorie, ormai un Leicester che arriva primo con sole 23 vittorie su 38, rappresenta un’eccezione.
    Pasquale.

    • Grande statistica, Pasquale.
      Sai qual è la conseguenza? Che se hai una squadra che è la 5a più forte, le basta vincere con le squadre più deboli per rischiare di vincere lo scudetto anche senza vincere uno scontro diretto. Purtroppo i campionati evolvono verso cavalcate ai 95 punti o titoli assegnati a marzo, e quindi i dati sono “sporcati dalle sbracate di fine anno. Ci sono troppe squadre… la superchampions sarà una bischerata, ma tolto uk, si sa chi vince lo scudo a ottobre quasi ovunque

  2. Grazie Mr Spalletti per averci portato in CL due volte su due, nonostante insidie esterne ed interne a ogni livello. Grazie al capitano Handanovic e a chi con tutti i suoi limiti ci ha comunque messo impegno.
    Ora, per quel che può fregare, mi prendo una salutare pausa finché avremo in panchina quel coso che nulla c’entra con noi e con la nostra storia. So benissimo di essere anacronistico, ma l’Inter bianconera se la godano e tifino altri. Io prevedo un epilogo simile a 20anni fa con lippi.

    • Certi corsi e ricorsi non esistono più, ma quello che non è mai contento c’è sempre. Io metto l’Inter davanti a tutto e da oggi sosterrò Conte perché possa lavorare tre anni in una squadra seria, quello che non ha avuto Spalletti. Tutto il resto sono cazzate da tifosi che nemmeno seguo…Se l’Inter di Conte vincerà, io sarò in giro a con bandierone a rimirare l’Albo d’Oro, tu stai pure a queste robe ormai da guelfi e ghibellini. Il problema è che se non gli fanno la squadra non vincerà.
      GLR

      • Che poi manager che cambiano aziende anche dirette concorrenti ne è pieno il mercato ma solo noi pallonari lo vediamo come uno scandalo.

  3. Grazie di tutto, Luciano. Se tutti ci avessero tenuto come te, saremmo in CL da marzo.
    Siamo una piccola squadra, ma meritamo la CL.
    Grazie Handa, grazie D’Ambro.
    Ho visto un pessimo Skriniar nelle ultime 4 partite. Spero non sia con la testa altrove e il rinnovo non sia di facciata.
    Se Abisso non avesse falsato Fio-Int oggi l’Empoli sarebbe salva. Non dimentichiamolo.
    Adesso che Suning cacci i soldi, o che Marotta venda bene Icardi e Perisic e investa l’incasso per ricostruire.

  4. è andata bene, ma nonostante l’ottima prova empolese la vittoria stasera è meritata!
    sono soddisfatto ma non certamente euforico come molti altri pseudotifosi perché alla fine abbiamo preso un 6 meno meno all ultima interrogazione e siamo promossi col piu classico del 6 stiracchiato…
    adesso inizierà una nuova pagina senza spalletti e con conte…scelta che condivido perché bisogna provare qualcosa di diverso sperando in un mercato più soddisfacente.
    forza inter sempre
    aldo tifoso dal 1989

  5. Finalmente questo campionato è finito. A mai più rivederci Dalbert, Perisic, Icardi e quanti più giocatori possibili di questa annata. Sempre critico (io) questa volta grazie a San Samir. Abbiamo meritato solo in virtù di un livello del campionato infimo.

  6. Squadra che trema davanti al grande Empoli. L’ allenatore in due anni non é riuscito a dare una mentalità. Spalletta out. Con questa squadra si doveva arrivare terzi tranquilli non quarti per fortuna divina

    • Va bene, sei stato accontentato, ora lascia spazio a chi festeggia cOmunque un obiettivo raggiunto e vai a fare i processini del giorno dopo lontano da qui. Di gatti neri ne ho avuti per tutta la settimana. tranquillo, ora con Conte e questa stessa squadra vinci tutto! Dio che tifoseria del cazzo: sempre a criticare tutto anche quando hai comunque passato una serata che è finita bene e tutto è bene quel che finisce bene, diceva persino il saggio…cinese!
      GLR
      GLR

  7. Ora aspettiamo (invano credo) i detrattori di Handanovic.

    • Do sempre spazio a chi vive in un perenne stato di disaglio mentale e sono vicino alle loro famiglie che devono sopportarli ogni giorno. Io, onestamente, manco me li filo se non per percularli
      GLR

  8. Parole sante di Gianluca però adesso per qualche giorno seppelliamo l’ascia di guerra e festeggiamo… nunc est bibendum nunc pede libero pulsanda tellus

  9. Evvaiiiii!
    Secondo me anche l’indimenticato Peppino oggi ha sofferto, come solo noi sappiamo fare (roba de matt’)!
    Solo una domanda per te Gianluca, ma si può tirare un rigore così???
    Vuol dire che non ci sei con la testa…e quindi ciaooone!

    • Dio c’è e in una serata ha fatto vedere chi rappresenta degnamente l’Inter, ossia Handanovic e chi non ha più diritto di rappresentarla e non mi riferisco certo al rigore sbagliato. Quello può succedere ma a tutto il resto. Poi se calcoli che ogni tanto ho a che fare con disagiati mentali che mi criticano il portiere…vadano via insieme a Wanda e Icardi…per me di tifosi ne abbiamo pure troppi…
      GLR

  10. Nainggolan ubriaco è meglio di tutti gli altri nostri cc sobri

  11. Tutto quel che vuoi, ma non è ammissibile dover soffrire così quando il terzo posto solo due mesi fa pareva blindato.
    Per un pelo, pardon… per un palo di Vecino (ancora lui!) ricacciato in rete da Nainggolan a 10′ dal termine. Altrimenti era EL.
    Ah… con i Jalisse è finita, vero? Quel rigore che avrebbe potuto scrivere la parola FINE alla partita e che Icardi ha invece mollemente sbagliato credo abbia (insieme ai fischi del pubblico) invece scritto la parola FINE alla sua storia all’Inter.

    • Si va beh, adesso aprite pure i soliti inutili processi del giorno dopo, come se non ci fossimo arrivati in Champions come altri. A me non interessano, io guardo già al futuro e al rafforzamento vero di una squadra che non è all’altezza e che non può passare soltanto dall’allenatore.
      GLR

      • Chi apre processi, GLR? Io ho solo considerato i fatti.
        E considero – simpaticamente – che quel che ho scritto io è la fine del tuo video editoriale (ancora non presente quando ho scritto).
        Non prendertela con me “gatto nero”: io mica sono triste… stasera sto sulla sponda giusta del Naviglio (ancorchè Martesana, il mio).
        Mica mi lamento del fatto che l’Inter sia in CL… Ho solo detto che non è ammissibile OGNI ANNO doverla sudare all’ultimo secondo. L’hai detto anche tu, no? Inaffidabili.

        • Si, ma siccome sono cose che chi vive l’Inter quotidianamente conosce e spiega a menadito da tempo, suggerivo di pensare al futuro e sul suo solito bel carico di illusioni. Ormai è andata, è andato Spalletti, con buona pace di tutti. Voltiamo pagina e se non fai una squadra vera sarà così ancora per molto tempo ancora.
          GLR

          • Hai perfettamente ragione. Soprattutto sulle illusioni.
            Tu non ti illudi, io non mi illudo (ma ormai entrambi abbiamo una “certa età” 😀 ).
            E visto che in questo batti e ribatti di post(s) il dialogo è tra noi due, tanto mi basta. Se poi qualcuno si illude… lasciamolo fare. Non costa niente e non dà fastidio. :-)
            Un salutone, ciao! R.

  12. Mamma mia..povere coronarie!!! A rischio di infarto! A volte mi chiedo perché siamo nati interisti!!..ahahah.. e ora vediamo che succederà! Intanto ce l’abbiamo fatta anche se non c’è molto di cui vantarsi..ma per stasera va bene cosi! Forza Inter

    • Pensa alle coronarie di chi ha sperato fino all’ultimo e si ritrova con la squadra in Europa League e a rischio smembramento e con la Primavera retrocessa in Serie B! Ognuno ha le sue rogne e io preferisco di gran lunga le mie…
      GLR

  13. Raffaele B. // 27 maggio 2019 a 00:12 // Rispondi

    A un certo punto accendo la tv e ti vedo, la tua faccia sembra aver già sudato una ventina di stalattiti di ghiaccio; la palla deviata appena appena da D’Ambrosio va a sbattere sulla traversa ma sembrava entrasse… e sento il sussurro mestissimo “gol” rimanerti in gola. Altra stalattite. Penso che anche il più imperturbabile dei monaci buddisti avrebbe perso la calma e l’autocontrollo, stasera. Seppur con grande sofferenza, ce l’avete fatta!! Il Biscione ha prevalso, il Dimonio si accontenta…

    • In effetti, lì mi sono scomposto due righe ma in cuor mio giuro che sapevo da una settimana che sarebbe finita bene. Certe cose me le sento prima, non sempre ci prendo, ma è tutta la settimana che lotto coi gatti neri, perché sono positivo. Una squadra affidabile ieri sera vinceva 4-1: vorrei ricordare il rigore sbagliato, le parate di Dragoski, una pazzesca su colpo di testa di De Vrij e il gol annullato a Brozovic per quel ciddone di Keita, che avevo appena finito di applaudire. Le parate di Handanovic ? Va bene, 4-2 finiva, ma non con l’Inter, perché l’Inter non è una squadra normale.
      GLR

  14. Vittoria strameritata, per il volume di gioco espresso, specialmente nel primo tempo. Grande Luciano, timoniere affidabile nel sempre tempestoso mare interista.

  15. Grande Spalletti! Partita vinta grazie ai gol di due flop come Keita è Nainggolan!!! Grazie mister… ora fuori dai coglioni perché bisogna iniziare a fare più di 70 punti!!!

  16. Ciao GL,
    Bel gol del capitano Icardi su calcio di rigore e fenomenale Zaniolo che ci porta in Champions.
    Handanovic sempre il solito disattento con il vizio di non tuffarsi…
    Hanno perso ancora una volta quelli senza TV.
    I giocatori forti si vedono sempre nel momento del bisogno e rinnovo il mio malcontento in una non-seconda possibilità a Keita, ma evidentemente non se la merita anche per altre questioni.
    Stasera hanno vinto gli interisti veri!
    W Luciano, w l’Inter!
    Questo capitano è perfetto.

  17. Guido dalla Croazia // 27 maggio 2019 a 01:52 // Rispondi

    Tutto è bene quel che finisce bene. Ma mettiamo i puntini sulle “i”. A Spalletti hanno tolto Rafinha/Cancelo, preso Vrsaljko già rotto, Nainggolan spesso infortunato ha dato il 20% delle sue possibilità, Perišić poco di più, almeno in attacco (si è visto ieri sera cos’è successo sulla fascia sinistra quando è uscito), Dalbert quasi nullo, Asamoah pasticcione in difesa e nullo in attacco, e dulcis in fundo, Icardi è scomparso nel girone di ritorno. Nonostante tutto siamo quarti. GRAZIE SPALLETTI!

  18. Che partita! Sofferenza fino alla fine, un portiere da beatificare e il solito gioco prevedibile ma… siamo in Champions!
    Da spallettiano, permettimi di ringraziare Luciano per quello che ha fatto in questi 2 anni in condizioni non facili: è un bravo allenatore, un lavoratore, vuol bene all’Inter e penso che molti lo rimpiangeranno in futuro.
    Ora che venga Conte a dimostrare di saper fare meglio, ma spero che abbia il supporto di Marotta e della società, che a Spalletti spesso sembrava mancare

  19. Alla fine ce l’abbiamo fatta, come non importa. ora la palla passa a Marotta e suning…poco mi importa da dove venga il prossimo allenatore, è senza dubbio uno che ci sa fare e un professionista perciò tanto mi basta! vediamo veramente cosa saprà fare la società ora che ha le mani libere da ffp, governo cinese e cazzate affini..un solo consiglio: comprino chi vogliono ma valutino sempre prima l’uomo e il professionista poi tecnicamente il giocatore…basta interinali!!

  20. Calafiore salvatore // 27 maggio 2019 a 06:25 // Rispondi

    Finita finalmente! Un miracolo si è compiuto perché di questo si tratta quando i pilastri su cui fondi la stagione crollano miseramente tra ammutinamenti egoismi (wanda mauro) invidie e dispetti (perisic) discotecomani alcolizzati (Nainggolan).

  21. Ennesima Standing ovation per Handanovic un grazie a Spalletti e a tutti i giocatori che senza tante sparate e proclami hanno fatto il loro lavoro. Ho messo la parola fine dopo il rigore sbagliato e adesso spero in un mercato fatto per giocarci veramente la Cl . Ciao.

  22. Adesso cara Suning passa dalle parole ai fatti, tira fuori i soldi e compra giocatori degni di questa maglia. Amala!

  23. TROPPI INTERISTI SENZA TESTA,SIANO CEDUTI!

  24. Ciao GLR, concordo con il tuo editoriale. La convinzione negli occhi di Handa era quella di un capitano vero, l’ex capitano si è proprio smarrito con le sue mani, basta guardare i suoi occhi prima di tirare il rigore. Un grande grazie a Spalletti che ci ha guidato a due qualificazioni e noi “gli si dà” il benservito..squadra entrata nel giusto modo in campo; quando l’Empoli ha pareggiato in mezzo al campo chi ha creduto è stato il ninja, chi ha testa e “palle” si vede e fa vincere partite/trofei

  25. Grazie a tutti anche alla dea bendata…. ora però voltiamo pagina e crediamo nel nuovo progetto e in Marotta che mi pare si sia comportato bene fino ad ora perchè sicuramente ci sono state situazioni delicate in questi mesi. Voglio e vogliamo solo giocatori, dirigenti, allenatori e uomini seri che si comportino da professionisti e non che usano la ns FC Internazionale x scopi personali

  26. Buongiorno, un dato inequivocabile a suggello di ciò che ha scritto il Signor Pasquale, è il numero di goal fatti solo 57 contro la 70ina di chi ci precede. Adesso vedremo cosa succederà, ma mi fa specie che si legga una ridda di nomi solo di attaccanti ed esterni offensivi e pochi di centrocampisti elementi fondamentali per migliorare la media goal. In un mercato che si preannuncia ancora all’insegna del vendo=compro malgrado le balle giornalistiche, spero si facciano scelte oculate.

  27. ROBERTO SCIBETTA // 27 maggio 2019 a 07:50 // Rispondi

    Grande gioia, emozione, passione, sofferenza.
    Questa è l’Inter: per chi non ci è abituato, meglio allacciarsi le cinture!
    Mi spiace per l’addio a Spalletti, che se solo avesse avuto almeno UN attaccante degno di tal nome (si rassegnino i Lautaristi, per ora nemmeno Lui rientra nel novero) nella seconda parte di stagione, ora non saremmo sudati e con le pulsazioni a 180.
    Però, se così fosse, non saremmo l’Inter!
    Quindi “libiamo nei lieti calici”, e…. Buone Vacanze! (e Buon Mercato)

  28. Bisogna costruire un monumento a Samir Handanovic, è lui che ci ha portato in Coppa… un pensierino lo farei anche per il portiere polacco dell’Empoli (che poi è della Fiorentina) come suo erede. Ciao a tutti e buona ricostruzione, a cominciare da Conte, Godin e Barella

  29. Francesco dal Cilento // 27 maggio 2019 a 08:19 // Rispondi

    GL, la partita di ieri è stata lo specchio dell’intera stagione: un’altalena continua. La prima parte di stagione (fino al match vs il PSV) è stata ottima. Usciti dalla coppa e causa questioni interne la squadra ha perso la bussola. A mio parere Spalletti ha meno colpe di tutti in questa situazione. Auguro al prossimo allenatore di avere il tempo di poter costruire. Puoi anche avere il miglior paio di scarpe (conte) ma se non compri il vestito (top players) non te ne fai nulla

  30. Raggiunto l’obiettivo minimo stagionale! E’ morto un Re, viva il Re!
    Grazie tante a Luciano ed adesso avanti con Conte.
    La disfatta era nell’aria, bastava vedere come Dalbert era perfino riuscito a cambiare il colore della sua pelle quando entrato in campo.
    Nemmeno lo sceneggiatore di Trono di Spade avrebbe scritto quest’ultimo episodio a San Siro, i gol arrivano da un giocatore non confermato e dal Ninja che ci é mancato quasi tutta la stagione, Icardi sbaglia il rigore ed Handa salva la CL!

  31. Come dice il saggio, tutto bene ciò che finisce bene, è l’ultimo chiude la porta…… Citazione di un vecchio cartone animato. Non facciamo i soliti interisti masochisti, godiamoci il momento oggi, per polemiche e rivoluzioni ci sarà tempo poi. Ciao

  32. Ciao, le vittorie più belle sono quelle inaspettate, grandi tutti, Zhang, Marotta, Spalletti, Icardi e il Ninja. E’ proprio vero che la fortuna aiuta gli audaci e D’Ambrosio lo è sul serio.

  33. Non ci crederai ma immaginavo che sarebbe andata a finire così, ovvero traguardo CL raggiunto dopo immane sofferenza. Essendo coetanei non è certo una novità nel bene e nel male in tutti questi anni ne abbiamo viste di tutti i colori. Per noi interisti è una consolidata caratteristica quella di festeggiare con orgoglio la follia della nostra squadra in quanto fanno parte della sua unicità (se non erro parole di una grande giornalista e tifoso interista come Gianni Riotta) In tutta franchezza non saprei se definirla un bene o un male. Detto ciò ti faccio 5 domande.
    1) Pensi che dopo tanti proclami finalmente quest’anno sia l’anno buono per vedere arrivare all’Inter non dico dei top player ma almeno dei giocatori in grado di rendere competitiva la nostra Inter?
    2) In questa stagione cosa (ammesso che ci sia) rimprovereresti a Spalletti?
    3) Recentemente mi ha colpito su questa rubrica una tua risposta a un lettore credo dopo la sconfitta di Cagliari ovvero “gente che l’allenatore di turno lo sceglie per simpatia sua e che non ha idea di che razza di società sia diventata l’Inter” visto che spesso ci prendi la parte finale di questa tua affermazione mi preoccupa, cosa intendevi dire?
    4) Il settore giovanile dell’Inter è uno dei migliori del mondo lo dicono i risultati degli ultimi anni e lo dice la storia, dove il settore giovanile ha conquistato parecchi trofei. Tra i talenti sfornati ci sono giocatori del calibro di Zenga, Bergomi, Ferri, Delvecchio, Bonucci, Pandev, Balotelli, ecc… Perché negli ultimi anni non si vede un giovane del vivaio arrivare in pianta stabile in prima squadra?
    5) Concedimi una frivolezza questa è la mia Inter ideale degli ultimi 35/40 anni (Zenga, Maicon, Bergomi, Samuel, Brehme, Zanetti, Cambiasso, Oriali, Matthäus, Ronaldo, Milito). La tua?
    Ciao

    • 1. Aspetto anche io con ansia. Per ora a parole abbiamo già schiacciato tutti e rivisto due volte le stelle, ora vediamo di quagliare, grazie…
      2. Tutti gli allenatori sbagliano e lui non ha fatto certo eccezione in alcune scelte. Ogni tanto avrebbe dovuto frenarsi un po’ ma Conte si frenerà ancor meno se non lo accontentano
      3. Secondo te si può gestire un Club com’è stata gestita l’Inter finora? Col Presidente a 8.000 km di distanza? Si potrebbe, basta dare veramente a Marotta o a chi per lui reali poteri di vita o di morte su ognuno.
      4. Sei rimasto ad un po’ di anni fa. Oggi il divario tra Giovanili e Prima Squadra è aumentato. Zaniolo sei mesi fa già Pallone d’Oro, oggi a Roma c’è qualcuno che già storce il naso.
      5. Non riesco mai a metter giù l’Inter di tutti i tempi ma per gli ultimi 35-40 la tua va benissimo…
      GLR

  34. Alessandro // 27 maggio 2019 a 09:23 // Rispondi

    Non è tutto da buttare, no. E’ da riorganizzare, puntellare, raddrizzare. Ma anche smembrare, resettare, azzerare. Scritto così sembra un paradosso ma non lo è. Serve almeno un altro centrale difensivo di livello, un paio di incursori che sappiano battere a rete, due terzini che sappiano saltare l’uomo e un attaccante che prenda il posto di Icardi. Infine, congediamo Spalletti con una prece (perché alla prima sconfitta se ne chiederebbe la testa) e in bocca al lupo a Conte.

  35. Grazie Luciano e arrivederci da avversari. Hai fatto tanto, mi dicono in positivo e negativo, ed in ogni caso abbiamo alzato l’asticella. Si sapeva che Sunning voleva Conte e si è dovuto aspettare i tempi giusti pur lavorando alla costruzione di un semilavorato da cui ripartire. Per me: HANDA, DAMBROSIO, SKRINIAR, DEVRJI, RANOCCHIA, ASAMOAH, BROZO, POLITANO, ELTORO, NINJIA, poi non so in funzione del modulo/stile di gioco/scambi..alcuni tra VECINO, GAGLIAIRDINI, VALERO,…. + 5-6 nuovi

  36. San Handanovic para per noi: nei gironi di champions para per noi, nelle partite di campionato para per noi
    Amen

    • 17 clean sheets in stagione, ovvero il record di non prendere gol per 17 partite su 38…nessuno ha fatto meglio e al di là della difesa ci ha messo molto del suo. Lui sì che si è dimostrato Capitano vero.
      GLR

  37. Ma è possibile che nel 2019 ci siano ancora giocatori che prendono un giallo perché si tolgono la maglia (regola assurda, ma c’è…)? Ma che cos’hanno questi nella testa risciacquatura di piatti?

    • Avevo appena finito di incensare Keita Balde, che all’Empoli aveva segnato anche all’andata, urlandogli: “bravo, anche se sai dal giorno dopo il tuo arrivo che mai ti avrebbero ti avrebbero riscattato a 35 milioni di euro hai fatto un gran gol! Bravo Keita! Bravo Balde!” Bravo, ‘sto ciufolo, vito che poi ha combinato un mezzo-disastro tirando giù inutilmente Dragowki e facendo annullare il 3-1 di Brozovic
      GLR

  38. Spalletti sta un pò in confusione a mio avviso: bisognerebbe prendere il comportamento di Agnelli come esempio? cioè difendere a spada tratta il proprio allenatore per poi dargli il benservito? comunque è proprio quello che sta facendo Marotta: lo ha difeso fino a fine campionato e ora lo esonera!

  39. ciao GLR direi partita che dipinge tutta la stagione: arriviamo alla fine a giocarci la CL e la otteniamo con una enorme sofferenza (ma va bene visto che l’obiettivo era quello), ringraziamo Handa (per tutti quelli che lo criticavano), la decide l’unico giocatore che avrebbe dovuto farci fare il salto di qualità voluto proprio da quell’allenatore che molti non vogliono più. Ora forza Conte o chiunque sarà

  40. Un pianeta di bestemmie, soggiorno devastato, ad un passo dal divorzio, a fine gara biascicavo, non riuscivo a parlare correttamente. Anche con una confessione, l’inferno non me lo toglie nessuno. Mi accompagnerà Icardi: inguardabile ed il suo errore dal dischetto poteva costare carissimo. Il miglior Handanovic di sempre. Pur con i titolari in difesa l’Empoli ci ha fatto del male eppure l’Inter ha la seconda difesa del campionato. Vecino generoso, suo il tiro decisivo poi ribattuto. Keita entra e poi esce…

  41. Di cosa è giusto parlare oggi? Del menefreghismo di Icardi, dell’insipienza tattica di Dalbert, dell’ingenuità di Keita? A me pare giusto parlare dell’unico vero grande Capitano che meritiamo, Samir Handanovic e del condottiero che contro tutto e contro tutti ci ha portato nell’Europa di serie A per due anni consecutivi, Luciano Spalletti. A cui diciamo grazie anche per aver cucito un pezzetto della nostra Inter sul suo cuore.
    Claudio – Parma

  42. Dalla juve dobbiamo rubare la mentalità vincente e l’impeccabile gestione dirigenziale e sportiva, non serve prendere i loro uomini. Sono convinto che Spalletti con una squadra all’altezza, potrebbe far bene e portare risultati ben più prestigiosi di un quarto posto. Conte sarà anche una certezza, spero non faccia la stessa fine di Marmotta, arrivato all’inter ha fatto solo pasticci, dalla gestione icardi alla questione allenatore. Per cambiare non avrei dubbi e chiamerei Mourinho… non pensi?

    • Ma ancora credi che Mourinho possa tornare all’Inter? Io capisco che il tifoso è un po’ bambino e lo rincoglionisci raccontandogli due favolette, ma frose è venuto il momento di crescere un po’. Gente di primissimo piano, quindi molto costosa, a meno che non sia disoccupata (Marotta e Conte lo erano), all’Inter non ci viene. E’ chiaro?
      GLR

  43. Chi critica Spalletti si ricordi i suoi 7 predecessori e quante qualificazioni in CL ci hanno portato nei loro anni.
    Spalletti ha fatto errori in alcune partite, purtroppo decisive, e non ha saputo integrare un gioco con 2 punte (Icardi e Lautaro) alla sua filosofia. Solo questo gli si può rimproverare.
    Ora è giusto cambiare, andare avanti. Lui alla fine la nave in porto l’ha condotta, nonostante il mare in tempesta.
    Grazie di tutto Luciano Spalletti. Uomo un po’ folle e bizzarro, ma uomo vero.

    • Mou non tornerebbe mai all’Inter per rovinarsi l’immagine, sapendo che non gli allestirebbero mai una squadra in grado di rivaleggiare con la Juventus. L’uomo non è scemo….anzi “non sono un pirla!”

      • Più che altro guarda prima all’IBAN che al cuore perché i professionisti non ragionano come i tifosi
        GLR

  44. Alla fine del thriller c’è chi come Spalletti esce a testa alta e chi come Icardi resta solo col suo fallimento personale. Resto convinto che senza il pugno duro nei suoi confronti avremmo perso lo spogliatoio e l’Europa. Auguro a Conte una squadra senza fenomeni da Social, terzini che non usino solo il piede sinistro, 2 punte ke possano convivere e un inverno senza cadere in depressione. Una rivoluzione normale ma di senso compiuto.

    • Pensa che tutto quello che tu chiedi è disponibile sul mercato: basta pagare e vedrai che rivoluzione!
      GLR

  45. Gianluca, non pensi che se punti su Spalletti è perché vuoi fare un discorso di crescita low cost, mentre se cerchi un top come Conte devi per forza orientarti su qualcosa di più concreto? Jalisse e Perisic a parte, Lautaro non è ancora da Inter, così come non lo saranno mai Keita e Dalbert, puoi tenere in rosa D’Ambrosio o Gagliardini non dei campioni ma professionisti sì. Insomma per Conte devi perlomeno presentarti con un programma di sviluppo credibile, no? Ps. Spero che arrivi Oriali! Ciao

    • Oriali non ‘sta storia che torna all’Inter da 3 anni è ormai quasi come Lavezzi per tutte le estati. Il salto di qualità vero non passa mai dall’allenatore ma dai top-players in squadra. Se non li hai, e quelli bravi costano cari, non vinci. Punto.
      GLR

  46. Ciao Gian Luca
    dammi una risposta sincera..ammesso e non concesso che Conte sarà il futuro allenatore credi che Suning lo accontenti sul mercato? Per prima cosa deve acquistare almeno 4/5 titolari per allinearsi al suo sistema di gioco e poi rafforzare numericamente e qualitativamente la rosa…pensi che lo farà?

    • Non lo so…non lavoro per la Comunicazione Inter e non faccio mai professioni di fede al buio. Sono curiosissimo anche io di vederlo. Certo se comincia a darrivare qualcosa in prestito non è un buon segnale, ma attendo fiducioso…
      GLR

  47. Un’immenso grazie all’unico giocatore che in tutti questi anni,per senso di appartenenza,doti tecniche e professionalita’,Ha dimostrato di essere il vero top Player dell’inter,risponde al nome di SAMIR HANDANOVIC.
    Ma i tifosotti che ne volevano la sua testa già anni fa dove sono adesso??? Sul carro???
    Un saluto e buone ferie

  48. anche quest’anno 4 posto all’ultima partita! Cosa e’ mancato? il capitano, il bomber (all’inter coincidono), l’acquisto estivo piu’ pagato, il gioco. per colpa di chi? non so, non sono un tecnico, ma credo che le vicende extra-campo abbiano giocato un ruolo pesante sui risultati. A mio avviso non si e’ visto miglioramento sul piano del gioco rispetto allo scorso anno… sicuramente dispone di un gruppo scarso a livello mentale, ma non vedo grossi fenomeni in squadre arrivate ad 1 punto da noi…

  49. Ciao GL. Dalla tua affezionata cugina milanista, ti giungano le più sincere congratulazioni per il vostro accesso in CL. Certo sono dispiaciuta per il mio Milan, ma forse la nostra squadra non è ancora matura per questo traguardo: abbiamo fallito per colpa nostra, anche se alla fine la Juve ha regalato punti a tutti, lasciando che l’ultima partita vera sia stata quella contro di noi poco prima di lasciare le penne ad Amsterdam. Ma se,perso un derby, ci siamo smarriti per 2 mesi, il problema è solo nostro.

    • Ricostruzione fin troppo sportiva e comunque il Milan, con tutti i suoi limiti, spesso si è dimostrato più squadra dell’Inter a livello di cuore: lì almeno ci sono meno viziati che da noi. Bisogna ripartire da quello che io giudico un vero fuoriclasse Piatek e lasciar lavorare il prossimo allenatore in pace per almeno tre anni
      GLR

  50. Parafrasando una frase del GM dei Dallas Cowboys: “Tifare Inter sarebbe la cosa più bella del mondo, se non ci fossero le partite”…

  51. Finalmente è finita questa tribolatissima stagione, siamo riusciti ad entrare in C.L. che, se non altro, permette di togliere appigli di ridimensionamento alla società. Ora dimostrino che non siamo solo un orpello da mostrare ma tirino fuori i soldi e facciano una squadra degna di competere per qualche traguardo. Mi piacerebbe sapere esattamente cosa è successo nello spogliatoio quest’anno (Icardi,Ninja, Joao,ecc.), ma credo che la verità non uscirà mai e ci dovremo accontentare di ricostruzioni.

    • Quelli che pensano che in spogliatoio accadano Segreti di Stato dalla CIA mi han sempre fatto ridere. Ne parlavo non molto tempo con Bergomi, Ferri e Zenga che ci ridevano sopra. Semplicemente come in ogni ambiente di lavoro c’è chi non si sopporta a pelle, chi si trova meglio con uno piuttosto che con l’altro, ma questo non ha mai impedito alle squadre di vincere. Nel Milan che vinceva tutto olandesi e italiani facevano vite separate ma c’è la professionalità e i primi ricchissimi premi-partita a farli remare tutti in una direzione. Quest’anno non è accaduto nulla di particolare e anzi questo era complessivamente un buon gruppo, finché la moglie del Capitano, anzi dell’ex-Capitano non ha pensato di sputtanare una volta questo, una volta l’altro, un’altra volta l’allenatore, un’altra ancora la Società per farsi notare. Da lì è stata la fine. Sua e di Murito però, prima che dell’Inter. E la merda, come al solito, se l’è presa tutta Spalletti, che è pagato e sarà pagato lautamente altri due anni, se non trova qualcosa da fare prima, anche per questo
      GLR

      • Sapevo che avremmo sofferto con l’Empoli, ma non pensavo così tanto, molto più di un anno fa. Anch’io sono grato a Spalletti, ha i suoi difetti ma è un bravo mister, non merita di essere mandato via. Comunque il tuo ottimismo ti ha portato bene per il secondo anno di fila, vorrei averlo anch’io . Viva l’Inter!

        • Beh quest’anno non ci ho preso a differenza dell’anno scorso perché prevedevo il terzo posto, ma al di là dello stesso punteggio, siamo quarti rispetto all’Atalanta per via degli scontri diretti e anche per tutti i problemi extracalcio che abbiamo avuto, Icardi in primis. Io non sono ottimista a caso, ma semplicemente mi documento, riguardo le partite e le confronto, mentre i tifosi vivono più sulle suggestioni del momento: ad esempio un anno fa a Roma con la Lazio si soffrì molto di più e si vinse addirittura in rimonta contro una concorrente diretta. Quest’anno in realtà è sembrato che si soffrisse più del solito per via della contemporaneità col Milan, ma in realtà non è così: tre parate decisive di Dragoski, un rigore sbagliato un gol annullato per una sciocchezza di Keita a fronte di una parata di Handanovic e di un’auto-traversa di D’Ambrosio. Nessuno ricorda che in tutto il campionato l’Empoli in trasferta ha vinto solo una volta e una squadra normale una partita come questa la chiude sul 4-1, al limite 4-2.
          GLR

  52. Stefano B. // 27 maggio 2019 a 14:11 // Rispondi

    Caro GLR, sono uno di quelli che dopo Inter-Lazio palesava dubbi sulla qualificazione in C.L. Bene, ora non mi nascondo e sono ultra felice di cospargermi il capo di cenere, ma quante sofferenze sportive fino all’ultimo secondo!
    Penso che assistere a certe partite dei nostri, e ieri è stato il culmine, sia di gran lunga più angoscioso di un thriller degno del miglior Hitchcock.
    Ma che goduria poter perculare i molti milanisti che conosco e che fino al 95esimo sognavano, sognavano, sognavano…

  53. Partita al cardiopalma. RISULTATO RAGGIUNTO, CL RAGGIUNTA. MILAN NO CL, GODURIA TOTALE, SERATA PERFETTA. Come speravo e auspicavo tutto si e’ avverato. CHAMPIONS LEAGUE – CHAMPIONS LEAGUE RITORNIAMO RITORNIAMO RITORNIAMO IN CHAMPIONS LEAGUE. Grazie comunque a Spalletti che tra una grana e l’altra (vedi gli ICARDIS sopratutto) ha saputo anche se all’ultima partita e nei minuti finali portarci per 2 anni consecutivi in Champions League. Cosa da tener presente.
    Sempre Forza Inter

  54. Agghiacciante // 27 maggio 2019 a 15:20 // Rispondi

    Finita nel migliori dei modi…. Chi ha la valigia pronta ha toppato per un motivo o per l’altro. Avanti il prossimo allenatore con più reimpianti che rimpianti

  55. caro GL, ieri ero stremato, oggi penso che essere interisti sia unico ! nel bene e nel male. Saluto anche io i Jalisse, a mai piu’ rivederci !
    il primo tempo e alcune partite quest’anno, quando la concentrazione e’ massima, dimostrano che con 3-4 acquisti mirati (uno e’ Godin), a mio avviso si potra’ fa molto bene, sperando ina societa’ piu’ forte.

  56. Paolo Sabiu // 27 maggio 2019 a 16:05 // Rispondi

    Piccola curiosità: ma Nainggolan si è reso conto di aver segnato, a me è parso quasi per caso, il gol più importante della stagione?? No perché la sua non esultanza è stata degna del peggior Balotelli!
    E comunque solo il palo ha impedito che la mettesse ancora una volta Vecino, “cuore uruguagio”, tanto per citare un altro commentatore TV (famoso anche per la lite con Allegri)! Con questo non voglio dire che Vecino sia un fenomeno, anzi.
    Comunque sant’Handa ci ha salvato ancora una volta!
    Amala!

    • Nainggolan era tutto nervi e tensione e lo ha spiegato: era allucinato e in trance agonistica più di tutti gli altri messi insieme. Per questo non ha gioito. E io se devo andar ein guerra uno così me lo porto sempre, peccato che non abbia capito che l’età e gli stravizi gli stanno presentando un conto sempre più salato.
      GLR

  57. Ciao Gianluca,
    Non mi ricordo di aver visto l’Inter soffrire il gioco palla a terra degli avversari come nell’ultimi 20 minuti ieri. Riusciva a fermarli solo San Handanovic.
    Secondo te era la paura nella testa dei nostri giocatori a far sembrare gli empolesi?
    Grazie e forza Inter

    • La paura vostra perché non vi ricordate minimamente di altre gare molto più sofferte, tipo quella di un anno fa a Roma con la Lazio. Handanovic ha fatto una parata in tutta la partita. Conta gli angoli dell’Inter e le parate di Dragoski. Vi suggestionate sempre da soli. Le partite per essere capite vanno riviste a mente fredda e sgombra. Prova a rivederla e dimmi se non poteva tranquillamente finire 4-2. Se entra però la deviazione di D’Ambrosio, direte voi, va bene se entra il colpo di testa di DeVrij o il rigore di Icardi o Keita non tira giù il portiere mentre la palla va in gol rispondo io. Coi se siamo buoni tutti…
      GLR

  58. Carissimo GLR,
    Dopo anni che ti seguo ho imparato a essere buddhista anch’io (e menomale!). La stagione dell’Inter si chiude anche con il gestaccio di Keita che perdono solo perché il prossimo anno sarà altrove (e naturalmente per il goal).
    La buonanima del mio papà diceva sempre che se l’Inter avesse preso Moggi (la figura dirigenziale non la persona), allora avrebbe risolto gran parte dei suoi problemi di “nervi”: che la profezia si avveri con Marotta?
    Buona estate (di calciomercato!)

  59. Buongiorno, io ringrazio comunque Spalletti, tenendo conto che la società aveva i vincoli del fair-play finanziario in questi due anni. Icardi non c’è più con la testa per me è deve ringraziare chi l’ha consigliato e curato, si fa per dire…

  60. STEFANO GROSSI // 28 maggio 2019 a 09:07 // Rispondi

    Ciao Gianluca, sono ancora strafelice per la qualificazione in champions, mi dispiace per Spaletti onestamente, ha sempre tentato di mettere l’Inter davanti a tutti, non è certo sua la colpa per come si sono vissuti gli ultimi 6 mesi. Fa benissimo a godersi l’anno sabbatico profumatamente stipendiato. Ora diamo il benvenuto a Conte, spero che la società compri dei campioni (sia a livello sportivo che umano), senza quelli non si va da nessuna parte. Forza Inter!!

  61. prova imbarazzante per lunghi tratti. Capisco l’amarezza di Spalletti che fa l’esempio di come la Juve ha congedato Allegri, però lo stesso Spalletti può prendere anche lui esempio da Gattuso che non ha sentito più la fiducia della società e ha rinunciato a 2 anni di contratto. Sicuramente senza i Top non si vince, lui ha fatto il suo compitino( ben retribuito). Ora si volta pagina con un tecnico TOP e con la speranza che tutte le mele marce vengano messe alla porta. Pieni poteri a Marotta

    • Io non posso credere che ci sia gente adulta e con un minimo di esperienza del mondo del lavoro che crede che Gattuso o tutti gli altri che vi hanno raccontato dimissionari abbiamo davvero rinunciato a milioni di euro. Quando leggo queste amenità mi rendo conto di quanto è facile prendere per il culo la gente e di quanto i tifosi ingenui e ignoranti, nel senso che ignorano completamente le dinamiche del mondo del lavoro. Semplicemente Gattuso, come tanti anni fa Orrico e tanti altri, perché lo so direttamente dai protagonisti, hanno ‘transato’ una buon’uscita inferiore ma comunque milionaria per poter essere liberi subito e non avere la macchia dell’esonero sul curriculum. Farà così anche Spalletti settimana prossima e all’Inter anziché 9 milioni di euro in due anni ne costerà magari un terzo ma Spalletti li avrà tutti subito e sull’unghia…
      GLR

      • Alessandro // 29 maggio 2019 a 07:55 // Rispondi

        GLR, in realtà pare proprio sia così. O meglio: pare Gattuso abbia chiesto che venisse liquidato lo staff ma ha rinunciato a essere indennizzato. Caso raro, chiaro, ma tant’è.

        • Si si, voi continuate a bervi i Comunicati Ufficiali. Non c’è nulla di male a transare una buon’uscita più bassa e a non avere un esonero in curriculum: chiunque anche in altri settori lo ha fatto lo fa e lo farà ogni gionro…evidentemente più leggo certi commenti più mi rendo conto che in questo Paese o non lavora nessuno o non conosce il mondo del lavoro, a certi livelli…
          GLR

  62. È finita bene e questa mesta annata la mettiamo in archivio. Spalletti fortunato? Ha avuto troppe rogne extracalcistiche e alla fine non so se dare la colpa a lui per la gestione del gruppo o alle mancanze della società. Su tutti ha vinto il pubblico del Meazza. A te GL un grazie sincero e un arrivederci alla prima di campionato quando rosa e allenatore saranno cosa certa e si comincerà a fare sul serio. Amala…

  63. Caro Gianluca, ad Andreazzoli nessuno gli dirà mai dei rinvii del suo portiere, specie il primo tempo, ci metteva tantissimo a rimettere la palla in gioco. Prima accusa Gagliardini, ora rilancia, si dica chi è stato a buttare il pallone in campo, durante il gioco. Possibile che tutti si fanno pubblicità sull’inter.
    Stesso discorso i BUUU, in tutti gli stadi hanno questa brutta abitudine, purtroppo sottolineano solo i BUU di SanSiro.
    Saluti e buone vacanze

    • Va beh, ma chissenfrega: ormai è andata e questi discorsi li porta via il vento della Champions League.
      GLR

  64. Dopo vent’anni ho rimesso piede al Meazza xché avevo deciso di supportare questa squadra che ci fa sempre arrivare con l’acqua alla gola, che ne ha sbagliata una dopo l’altra, che ha buttato via partite e punti dappertutto….E’ stata una serata da cardiopalma, uno stress pazzesco, ma mi sono divertita molto e grande è stata la soddisfazione! Speriamo (di nuovo) bene x la prossima stagione e che le emozioni arrivino dalla Champions e non da Inter-Empoli (con tutto il rispetto). Amala

  65. L’Inter era chiaramente stanca ma alla fine ce l’ha fatta.
    Potevamo chiuderla prima, non solo col rigore che si puo’ sbagliare ma, se Keita non abbatte il portiere avversario inutilmente, in una situazione di gioco che non poteva certamente recuperare, col tre a uno mettevamo la parola fine. Per me è stato questo il rischio maggiore. San Samir ci ha protetti. E ora guardiamo al futuro.

  66. Molti criticano Icardi per il rigore sbagliato ma la follia pura di domenica sera è quella di Keità ad un minuto dalla fine. Il portiere dell’Empoli non avrebbe MAI (e dico MAI) fatto in tempo a recuperare ed il goal di Brozovic sarebbe stato valido. Semplicemente pazzesco.
    Ora spero che Suning dimostri un minimo di “logica”; se spendi tutti questi soldi per mandare via Spalletti e prendere Conte per poi fare un mercato “avaro” sei solo scemo. A fine agosto sapremo.

    • Scemo? Costa comunque meno cambiare allenatori ogni due anni, soprattutto se sono al momento disoccupati, che spendere 200 milioni per fare un Top Club europeo…Questione di punti di vista ma chi ragiona da tifoso e non da busines-man non può arrivarci
      GLR

  67. Ciao Gianluca,
    Volevo fare 2 considerazioni,la prima riguarda D’ambrosio, spesso criticato forse non tecnicamente da Inter, ma comunque uno che ci mette sempre il cuore,e grazie hai suoi miracolosi salvataggi (vedi Milan ultimo minuto ed Empoli sulla traversa) riusciamo ad andare in Champions..
    L’altra considerazione è su Spalletti che nonostante avesse grossi problemi familiari e sapeva di essere alla fine della sua avventura si è sempre dimostrato professionale!
    Cosa ne pensi?
    Ciao Marcello

    • Che voi che state fuori magari certe cose non le sapete. Su Spalletti si è mantenuto un comprensibile riserbo su una vicenda assolutamente personale, quanto a D’Ambrosio nulla da dire ma ho solo detto che sarebbe bello avesse un titolare con cui alternarsi, invece di Cedric o di Vrsaliko che si sapeva bene da fine Mondiale che era rotto e si è scommesso su un prestito ben sapendo che non la scommessa non sarebbe stata vinta
      GLR

  68. Due parole su Spalletti sollevato dall’incarico: veniva dalla Roma nel ’17 con i giallorossi a +25, oggi la Roma è sesta a -3, l’Inter ha totalizzato 72 e 71 punti (i due punti letteralmente rubati da Abisso…) ovvero ha mantenuto la medesima resa pur con 10 partite in più nelle gambe.Escludendo la Juventus, ha accorciato il gap col Napoli: da -24 punti nel 17′ a -19 nel 18’a -10 nel 19′. Il tutto praticamente avendo come centrocampo titolare quello della Fiorentina 2016-17 ottava in classifica.

    • Non devi spiegarlo a me ma a quei coglioni che per due anni mi scrivevano ogni giorno #spallettiout… feccia che nemmeno riconosco come tifosi dell’Inter e che da domani alle prime difficoltà ricominceranno con #conteout.
      Io metto l’Inter davanti a tutto. Oggi c’è Conte e buon lavoro a Conte, spero per almeno tre anni.
      GLR

  69. Fino a qualche settimana fa pensavo che tu esagerassi coi tifoidi nerazzurri (?) ma invece avevi ragione. Sto guardano i festeggiamenti dei Reds. Pirlo: “Questa coppa l’ha vinta il pubblico del Liverpool”. Uno spettacolo: gente che tifa “per” e non “contro”, che l’anno scorso rincuorava il portiere che aveva fatto perdere loro la finale. Noi invece abbiamo odiatori seriali e facitori compulsivi di comunicati tafazzisti. Che tristezza…

  70. Ciao GLR, una volta decantata l’emozione, devo ammettere che guardare la Beneamata mi fa male. Al gol annullato di Brozovic ho beccato mio figlio (10 anni), il quale – inconsapevole del momento storico – giocava con un videogioco anziché guardare la partita e… gli ho fatto volare via il tablet dalle mani! Non m’era mai successo prima e non vorrei che si ripetesse di nuovo. Mea culpa.

  71. una domanda prematura: si leggono i nomi di dzeko, barella, lukaku…ho l’impressione che si voglia fare una squadra fisica, di corsa e d’assalto.
    ho pero’ una perplessità: già giocatori tecnici ne avevamo pochini…non pensi si stia sottovalutando il problema? Al netto del fatto che di nomi me leggeremo millemila…

    • Assolutamente no, anche perché nella tua domanda ci sono già le risposte: di nomi se ne sentono millemila soprattutto in questo periodo con giocatori accostati contemporaneamente da mesi a Inter, Juve e Milan su input dei loro procuratori ed è molto prematura qualsiasi valutazione. Quello che so per certo è che il problema degli uomini in mezzo al campo è il primo della lista ma c’è un sacco di tempo per trovarli.
      GLR

Rispondi a Marcello Annulla risposta

Le 4 regole del commentario:
1. Siate educati: i commenti ad personam saranno ignorati
2. Scrivete in italiano, il congiuntivo non è una malattia degli occhi!
3. Non è una chat: se volete conversare tra voi, io che ci sto a fare?
4. La lunghezza del commento non può superare i 500 caratteri (spazi compresi)
Viva l’Inter!


*

 caratteri disponibili