Il Giorno – Bar dello Sport 145

Pubblicato su Il Giorno, sabato 27 ottobre 2018

Si ringhia a ‘Ringhio’
Al Bar dello Sport il Derby di Milano continua, malgrado le Coppe Europee giocate in settimana. A prolungarne la vita è l’assicuratore interista Walter che lo ha vinto nel modo più crudele, con un gol di Icardi al 92° su paperona di Donnarumma. Battutacce a raffica al tassista milanista Gianni, da “meglio Topogigio che Gigio in porta dei cugini dei campagna” a “oggi ho preso il bus 92 direzione Icardi” alludendo al minuto in cui la stracittadina si è tinta di nerazzurro. Il Gianni incassa i colpi come Rocky e prova a replicare tirando in ballo la successiva sconfitta interista in Champions League col Barcellona ma, dopo la nuova sconfitta del suo Milan con l’assai meno quotato Betis Siviglia in Europa League e per di più a San Siro, il rossonero spara a salve. Lui, come gli altri, sono più concentrati su Gattuso e ringhiano a più riprese contro ‘Ringhio’, colpevole a loro dire di aver dimostrato tutta la sua inesperienza alla guida dei rossoneri.
Il carrozziere bianconero Ignazio, sempre dall’alto della manifesta superiorità della Juve che comincia a palesarsi anche in Europa, ricorda però come fino a qualche tempo fa il giovane mister Gattuso venisse salutato come il salvatore della patria rossonera e non ha pietà nel ribadire che nessun grande tecnico rischierebbe oggi la sua reputazione per allenare un Milan così, mentre l’impiegato delle poste romanista Tiberio si domanda, con insospettabile acume, perché nel calcio italiano ogni nuova proprietà si tenga l’allenatore scelto da quella precedente per poi cacciarlo alle prime difficoltà. E l’Ambrogio, memoria storica del Bar dello Sport, amplia il discorso: “E’ vero – concorda – infatti se io comprassi questo localaccio, per prima cosa cambierei subito tutta la clientela!”
Simpatia pura insomma, come sempre.

 

 

Lascia una risposta

Le 4 regole del commentario:
1. Siate educati: i commenti ad personam saranno ignorati
2. Scrivete in italiano, il congiuntivo non è una malattia degli occhi!
3. Non è una chat: se volete conversare tra voi, io che ci sto a fare?
4. La lunghezza del commento non può superare i 500 caratteri (spazi compresi)
Viva l’Inter!


*

 caratteri disponibili