Il Giorno – Bar dello Sport 144

Pubblicato su Il Giorno, domenica 21 ottobre 2018

Stracittadina “rinata”
Al Bar dello Sport tutti concentrati sul Derby di Milano.
Per la statistica questo è il Derby n.222, dei quali 169 in Serie A, numeri sui quali l’assicuratore interista Walter ha la battuta in canna da anni: “Non riesco mai a capire perché quando li conto me ne mancano sempre quattro – ridacchia di gusto – come se il Milan per due anni non si fosse presentato!”
E’ il solito missile sulla doppia retrocessione milanista in Serie B che ha lasciato due annate buche nella cronologia delle stracittadine. E ogni volta il tassista Gianni va in bestia e replica sciorinando le 7 Champions rossonere, che però tirano in ballo puntualmente il carrozziere juventino Ignazio: “E basta con ‘ste sette Champions della preistoria – urla rosso come un tacchino – non siamo mica ad un corso sulla Storia Antica, tra Fenici, Sumeri e le sette Champions del Milan!”
L’incauto idraulico napoletano Gennaro commette l’imprudenza di chiedere di abbia vinto più derby tra Inter e Milan, scatenando ovviamente l’ennesima bagarre, perché il milanista Gianni sostiene di averne vinti di più lui nel conto generale, ma l’interista Walter replica che nei derby ufficiali, è l’Inter in leggero vantaggio: “78 a 76 per noi, perché voi cugini di campagna contate anche quelli giocati per la Sagra della Patata o a chi sputa più lontano” – fa il precisino.
L’impiegato delle poste romanista Tiberio prova allora a far da paciere spiegando che, dopo troppe edizioni anonime, il derby di Milano sta finalmente riacquistando un po’ di prestigio, ma il pensionato Ambrogio, memoria storica del Bar dello Sport, reagisce di brutto: “Ma quale prestigio? Quando c’erano Herrera e Rocco o Mazzola e Rivera il derby era invidiato in tutto il mondo. Oggi pare scapoli-ammogliati!”

Lascia una risposta

Le 4 regole del commentario:
1. Siate educati: i commenti ad personam saranno ignorati
2. Scrivete in italiano, il congiuntivo non è una malattia degli occhi!
3. Non è una chat: se volete conversare tra voi, io che ci sto a fare?
4. La lunghezza del commento non può superare i 500 caratteri (spazi compresi)
Viva l’Inter!


*

 caratteri disponibili