19C: Empoli-Inter 0-1

MARCATORE: 27′ st Keita
EMPOLI (5-3-2)
: Provedel; Untersee, Veseli, Silvestre, Rasmussen, Pasqual (38′ pt Antonelli, 29′ st Mchelidze); Acquah, Bennacer, Traore; La Gumina (24′ pt Zajc), Caputo. A disposizione: Mraz, Terracciano, Uçan, Fulignati, Capezzi, Marcjanik, Rodriguez, Jakupovic, Brighi. Allenatore: Iachini

INTER (4-3-3): Handanovic; Vrsaljko, de Vrij, Skriniar, Asamoah; Vecino (12′ st Nainggolan), Valero (22′ st Martinez), Joao Mario; Politano, Icardi, Keita (39′ st D’Ambrosio). A disposizione: Padelli, Miranda, Candreva, Dalbert, Gagliardini, Perisic, Ranocchia. Allenatore: Spalletti
ARBITRO: La Penna di Roma
NOTE: Ammoniti: Bennacer (E), Martinez (I). Recupero: 2′ e 3′. Calci d’angolo: 5-2 per l’Inter

18 Commenti su 19C: Empoli-Inter 0-1

  1. Pasquale Somenzi // 29 dicembre 2018 a 17:49 // Rispondi

    Noto una certa analogia tra lo scorso e questo dicembre: nel 2017 dopo Inter-Chievo 5-0 del 3 dicembre, l’Inter infilò una serie di 10 partite senza segnare mai più di un gol a gara.
    Quest’anno, dopo Roma-Inter 2-2 del 2 dicembre sono già 6 le partite consecutive senza segnare mai più di una rete.
    Visto che siamo a fine anno, vorrei fare una considerazione su come sono cambiati i risultati, specialmente dopo l’introduzioni dei 3 punti per vittoria:
    Nel 1984/85 il Verona vinse lo scudetto e chiuse il campionato con un totale di 15 vittorie su 30. Oggi se vinci 19 partite su 38, lo scudetto te lo sogni.
    Il primo scudetto vinto dal Napoli di Maradona, la squadra chiuse il campionato con 8 vittorie in casa su 15, oggi se vinci 10 partite su 19 in casa, lo scudetto te lo sogni.
    Nel 1978/79 il Perugia arrivò secondo e chiuse il campionato con 3 sole vittorie fuori casa. Oggi se vinci solo 3 partite esterne col cavolo che
    arrivi secondo.
    In sostanza oggi o costruisci una squadra che potenzialmente può vincere 28/29/30/31 partite su 38 e puoi essere annoverato come antagonista scudetto. Quindi io accantonerei i termini anti-Juve, anti-PSG, anti-Barcellona, ecc.: o hai una squadra da possibile antagonista oppure no.
    Poi, guarda caso, quando vinse il Leicester, successe solo quando nessuna squadra vinse 28/29/30/31 partite ma al massimo 23 il Leicester e tutte
    le altre si fermarono a 19/20. Ci sarà un motivo se in Italia alla fine del girone d’andata la nona e la decima in classifica hanno insieme gli stessi punti della prima.
    Pasquale.

  2. Teniamoci stretta questa vittoria che considero importante per consolidare il III posto. Se poi arrivasse qualcosa in più vedremo per ora non facciamo proclami. Più che la Lazio io farei attenzione alla Roma che reputo una squadra interessante come potenzialità ma discontinua. Il ns 2018 deve far riflettere per alcune occasioni perse e ovviamente deve insegnare come crescere per il 2019. Orgoglioso di tifare Inter anche se un branco di delinquenti rovinano il bello del calcio. B Anno a tutti

  3. Che fatica !!!!la paura di rivedere la partita con il Chievo è stata concreta se si riuscisse a portare a casa un centrocampista decente potremmo dire la nostra almeno nelle 2 competizioni che ci rimangono e personalmente alla coppa Italia sono affezionato

  4. Nel girone d’andata sono stato critico con Spalletti al quale imputo tre momenti non all’alterza: l’esordio a Reggio Emilia, la sconfitta di Londra e i minuti dopo il gol del pareggio contro il Psv più qualche punticino perso però è onesto dal punto di vista intellettuale dire che l’Inter è in linea con le aspettative di inizio stagione e pertanto si merita un voto sufficiente. È però davvero un peccato che per dettagli questa squadra non sia agli ottavi di Champions e con 4-5 in più.

  5. Vincere aiuta a vincere, specialmente dopo l’eliminazione dalla champions. Buona risposta dalle riserve, a dimostrazione che il gruppo c’e’.

  6. Ottimo risultato. La Roma rimane a meno 9. Buon anno nuovo a te e a tutti i visitatori del tuo sito. Amala!

  7. Marco Ferrara // 29 dicembre 2018 a 20:29 // Rispondi

    Dopo la delusione Champions temevo un po’ la classica crisi e invece la squadra ha saputo reagire con tre vittorie in quattro gare. Icardi sta zittendo anche gli ultimi critici, ma hai voglia a sbatterti per tutto il campo se poi mancano elementi con continua capacità di inserimento, tiro dalla distanza, insomma senso spiccato del gol. Onestamente lo preferisco (da sempre) alla vecchia maniera, i compagni continueranno a segnare molto poco, ma se non altro sarà lui a realizzare più reti

  8. Ve le ricordate quelle partite da iniziare con la bava alla bocca per fare subito gol e poi gestirle? Io no.
    A parte gli scherzi non arrivare terzi per come si è messo il campionato sarebbe un delitto.

  9. Padelli Ranocchia Miranda Gagliardini Candreva etc…credo che nemmeno con la panchina di oggi si dovrebbe soffrire con Empoli e Chievo. Non c’è gioco ne carattere un tiro in un tempo e bisogna sempre aspettare che la fatica allunghi le squadre ed incrociare le dita…nella pochezza della serie A il terzo posto non è blindato ma che si lancino giovani o valorizzino giocatori altrimenti è un lungo oblio.

    • Voi (parlo in generale, non a te direttamente) tradizionalmente avete grande pazienza nell’aspettare che i giovani crescano. Ad agosto Lautaro il nuovo Milito, poi quando non l’ha mai presa con Genoa e PSV, Lautaro via, ma dopo il gol al Napoli Lautaro è tornato Batistuta. Oggi tutti a dire che bisognava presentarsi al 1 agosto scorso con Zaniolo ‘nuovo’acquisto del centrocampo rifiutando l’acquisto di Nainggolan…Io credo che ci sarebbe stata la rivoluzione ma col senno di poi sono tutti bravissimi!
      GLR

  10. Glr, secondo te dei calciatori che abbiamo in carico con la formula diritto di riscatto chi verrà effettivamente acquistato ?

  11. Nelle partite di gioco chiuso, con avversari improntati alla difesa, l’Internazionale fa sempre una certa fatica. C’è da dire che la difesa semi-slava, piazzata a protezione della porta, non ha fatto grandi errori, tenendo la rete inviolata proprio in quelle giornate in cui il pareggio è sempre lì in agguato e il vantaggio è labile. Dopo la vittoria del 26 e lo scempio populista nonché le speculazioni sulla tragedia, si torna a fatica a parlare di sport. Per quanta importanza abbia il calcio…

  12. A parte il gol di Keita tutto il resto è stata noia. Questo comunque ci consente il giro di boa a 39 punti, che se ripetuti nel girone di ritorno significherebbero qualificazione Champions sicura (l’anno scorso alla fine furono 72). Vorrei tanto almeno un acquisto di un certo valore a centrocampo perché senza Brozovic perdiamo parecchio, senza contare che Vecino non sta bene e Naiggolan al momento è un punto di domanda. Auguro a te a tutti i frequentatori di questo blog un felice 2019. Amala!

  13. Il vizio di sottovalutare gli avversari ‘piccoli’ non lo perdono e il Marotta se ne è reso conto.
    Mi auguro che con qualche ‘economia’ possa arrivare un vice Brozovic.
    AUGURI DI BUON 2019!!!

  14. Innanzitutto faccio gli AUGURI a tutti i TIFOSI INTERISTI perche’ sia un anno di soddisfazioni in tutti i campi. Detto cio’ per la partita sembrava quella dell’ultimo giorno prima delle vacanze, poche idee e poca voglia. Per fortuna che abbiamo vinto altrimenti sai che critiche. Come desiderio di inizio anno ( sperando che non sia vano ) mi auguro che papa’Zhang ci regali quel regista che ci manca ( mi accontento anche di un Rafinha bis ) aspettando poi i colpi di Giugno. Forza Sempre Inter

  15. Tutte le altre hanno fatto fatica, pure la J. che in un modo o in un altro ormai vince sempre. Mi pare che nessuno ha vinto in scioltezza. Rispetto allo scorso anno c’è da constatare che, grazie a una difesa + solida e con l’attacco che non è + solo Icardi, siamo in una posizione migliore soprattutto se consideriamo di aver fatto un girone di Champions molto dispendioso. Speravo che il ninja fosse un valore aggiunto in Champions; penso che con lui saremmo riusciti a passare agli ottavi. Buon 2019

  16. francesco dal cilento // 30 dicembre 2018 a 12:24 // Rispondi

    GL tre punti meritati nonostante la fatica nel sbloccare la partita. Quando incontriamo squadre come l’Empoli & co. non abbiamo il giocatore che salta l’uomo con facilità e tutto diventa più difficile. L’Icardi di oggi mi piace molto di più. sento dire che fa meno gol. Ma non è già in doppia cifra tra serie a e Champions? Misteri del calcio. Spero di aver a febbraio lo stesso margine si vantaggio sulla quinta in modo tale da poter investire più energie sull’Europa League.
    Buona fine e buon inizio

Rispondi a antoniole Annulla risposta

Le 4 regole del commentario:
1. Siate educati: i commenti ad personam saranno ignorati
2. Scrivete in italiano, il congiuntivo non è una malattia degli occhi!
3. Non è una chat: se volete conversare tra voi, io che ci sto a fare?
4. La lunghezza del commento non può superare i 500 caratteri (spazi compresi)
Viva l’Inter!


*

 caratteri disponibili