4C: Crotone-Inter 0-2

MARCATORI: Skriniar al 37′, Perisic al 47′ s.t.
CROTONE (4-5-1): Cordaz; Sampirisi, Ajeti (dal 21′ s.t. Cabrera), Ceccherini (dal 39′ s.t. Tumminello), Martella; Tonev, Rohden (dal 26′ s.t. Faraoni), Barberis, Mandragora, Stoian; Budimir. (Festa, Viscovo, Aristoteles, Kragl, Izco, Simic, Crociata, Pavlovic, Trotta). All. Nicola.
INTER (4-2-3-1): Handanovic; D’Ambrosio (dal 40′ s.t. Ranocchia), Miranda, Skriniar, Dalbert (dal 19′ s.t. Nagatomo); Borja Valero, Gagliardini (dall’11’ s.t. Vecino); Candreva, Joao Mario, Perisic; Icardi. (Padelli, Berni, Vanheusden, Brozovic, Karamoh, Eder, Pinamonti).
All. Spalletti.

56 Commenti su 4C: Crotone-Inter 0-2

  1. Francesco dal Cilento // 16 settembre 2017 a 17:45 // Rispondi

    Glr, prestazione sottotono ma crotone è un campo ostico (vedi le grandi squadre che vi hanno perso l’anno scorso) e storicamente soffriamo le piccole. Difatti appena si apre il campo siamo pericolosi (occasione Joao mario, i gol di Roma,ecc). A quei tifosi che dicono che la squadra gioca male io rispondo dicendo che è meglio lavorare dopo una vittoria piuttosto che dopo una sconfitta. Non so come la pensi.
    Ps. Questi punti ottenuti torneranno utili nei momenti difficili della stagione

  2. Come dicono dalle mie parti a Como..
    L’ IMPURTANT A’ LE’ VINC …. anche a me non sono piaciuti … non è mai facile con le squadre che si chiudono dietro .. ma non sottovalutiamo nemmeno che si giocava con un caldo quasi estivo e fisicamente qualcosa concedi .. però a me non interessa queste cose … stasera ho 12 punti … e stop !! Forza indaaa .!!.!.!

  3. Felicissimo x vittoria, Ma…andiamoci cauti vediamo le prossime. Ricordo il periodo Mancini in testa e poi a gennaio il crollo. Si ha l’impressione di capitolare da un momento all’altro poi dei lampi a sfavore e a favore e la partita volge. Occorrono piu azioni pericolose e tiri in porta vedete voi come fare…

  4. c’e’ poco da ridere. A me sembra la squadra del Mancio bis. Adesso gira bene, come allora, addirittura fummo primi in classifica!! A parte gli svarioni classici (Miranda) mi sembra di vedere una squadra molle, che non pressa, non si sbatte per vincere. Sono tutti fermi. Non voglio essere per forza disfattista, di certo Spalletti, che stimo molto, ha tantissimo da lavorare.

  5. Felice per la vittoria, ma onestamente poco meritata; la buona stella ci ha assistito e sarà bene ricordarcelo quando pagheremo dazio specialmente se giocheremo “molli” come oggi. Speriamo sia stato un episodio isolato per non rovinare tutto quello di buono fatto finora anche se siamo solo all’inizio. Poi che il Dio del pallone, se esiste, protegga a lungo i 4 giocatori imprescindibili: Handanovic, Skriniar, Perisic e Icardi;riescono sempre a fare la differenza trascinando il resto della truppa.

  6. Pasquale Somenzi // 16 settembre 2017 a 18:43 // Rispondi

    Era successo solo nel 1913 che l’Inter iniziasse il campionato con 4 vittorie
    su 4 e tutte con almeno 2 gol di scarto:
    12 ottobre 1913 COMO – INTER 1-5
    19 ottobre 1913 INTER- NAZIONALE LOMBARDIA 9-1
    1 novembre 1913 INTER – AC MILANESE 15-0
    9 novembre 1913 R. LIBERTAS MI – INTER 3-8
    Lazio (campionato scorso), Roma e Crotone sono le ultime 3 trasferte
    con 3 vittorie con almeno 2 gol di scarto. Una cosa analoga non succedeva
    dalle prime 3 trasferte del campionato 2012-2013:
    26 agosto 2012 PESCARA – INTER 0-3
    16 settembre 2012 TORINO – INTER 0-2
    26 settembre 2012 CHIEVO – INTER 0-2
    2013/14 – 2014/15 – 2015/16 e 2017/18: in 4 degli ultimi 5 campionati
    l’Inter ha subito solo una rete nelle prime 4 giornate.
    Per concludere un complimenti alla Primavera Inter che da quanto ho
    saputo (non ho controllato di persona) da oltre un decennio non perde
    il derby di campionato in trasferta.
    Pasquale.

  7. Noia, poco spettacolo, e loro a correre come dei matti (appena si fermavano giù integratori). Ti aspetti che verso il 20° 30° finissero la benzina, niente, solo crampi e altri integratori e magari cambi. Poi la rapidità di gambe di Skriniar e la nemesi del SanGiuan famia d’ingan. Si, ma, però cosa abbiamo fatto per meritarci i tre punti? poco, poco poco. Non fa nulla, ma chi su diverte a perdere! Amala.

  8. Quando lo stellone ci abbandonerà saranno veramente dolori con questa squadra. Ti vedi in campo ancora Ranocchia e Nagatomo e capisci che non è un brutto sogno ma la cruda realtà . Finchè durano i risultati…

  9. Sembrava scapoli contro ammogliati ma va bene anche così … l’anno scorso avremmo preso una imbarcata in queste condizioni
    Questo non significa che vinceremo lo scudetto ma se la buona stella ci assiste almeno in champions forse ci arriveremo
    Speriamo
    Ciao

  10. Con la Spal Skriniar ha fatto un tiro favoloso che si e’ stampato sulla traversa, oggi ha fatto un tiraccio ed e’ entrata. Questo e’ il calcio!!!

  11. Adesso non sparate sul pianista. Quando vai a giocare su questi campi in terra battuta (dico per dire) quando vai a giocare su questi campi dove o prendono la palla o il piede e si sdraiano tutti e dieci davanti alla porta…dove giocano per non far giocare e aspettano l’erroruccio per colpirti…allora…Ma queste squadrette che ci stanno a fare in serie A? Che cosa propongono? A che pro? Se non fanno divertire neanche il loro pubblico?
    Campionato a sedici, è meglio.

    • A me sembra che il Crotone con Nicola però non abbia questa idea di calcio, poi ci sta che la qualità spesso non sia altissima
      GLR

  12. 4 partite 12 punti. Nulla da ridire. E col tempo c’è da augurarsi che il gioco della squadra e le prestazioni dei singoli “migliorino”. Perchè la matematica, che non è un’opinione, dice che … se dovessimo vincere almeno altre 30 (!??) partite delle 34 restanti, la possibilità di vincere lo scudetto non sarebbe poi così remota. Giro pagina e ritorno alla realtà!

  13. Non sarà stata la più grande partita a livello di gioco.
    Era anche da aspettarselo che qualche problema poteva ancora emergere (non si cambia nel giro di un giorno). Peró per quello che ho visto quest’anno sembra che si stia creando veramente un gruppo, probabilmente anche grazie a quelli nuovi e a quelli che se ne sono andati.
    Difficilmente gli scorsi anni si vedeva che tutta la squadra spingesse per un unico obiettivo comune. Finché dura godiamocela così. Inutile fasciarsi la testa prima del tempo

  14. Partita brutta. Legnosi e lenti. Sensazione di non sapere come far girare la palla. Ma comunque rispetto l’anno scorso in partita fino alla fine. Carattere? Mister? Mentalità? A me va bene anche se ho sofferto… ma aspetto fiducioso. Amala! Solo una domanda glr… con tutta la tua professionalità, credi che il nostro centrocampo sia all’altezza per competere per i primi posti?

  15. Gerardo Gaiatto // 16 settembre 2017 a 20:19 // Rispondi

    Caro Gianluca,temo “la coperta corta” della squadra. Se Skriniar o Icardi si infortunano, che si fa? Bisogna sperare che la sessione di mercato di gennaio arrivi presto con i capitali cinesi……..Ti saluto cordialmente. Gerry

    • Lo si sa praticamente da fine mercato. Ormai inutile rivangare. Speriamo che Spalletti eventualmente si inventi qualcosa. Mai fasciarsi la testa prima di essersela rotta.
      GLR

  16. Se in 90′ le ali non saltano una volta l’uomo, i terzini neppure e il tuo unico fuoriclasse non tocca un pallone, fare gioco è improbabile. Resta il fatto che solo uno in malafede può dire che abbiamo sofferto. Con 3-4 partite in più così l’anno scorso si arrivava quarti, e oggi ci metterei la firma

  17. Claudioeffedeejay // 16 settembre 2017 a 23:34 // Rispondi

    Molto bene Ubaldo, male, anzi malissimo Gagliardini. Giusto fare turnover a centrocampo, ma Vecino e Borja Valero sono per distacco i migliori centrocampisti dell’ Inter. Joao Mario, anche se a volte è un po’ indolente, almeno questa volta ci ha provato a fare più del compitino. Due parole su Nicola, che conosco da una vita, essendo compaesano: un signore negli atteggiamenti in panchina e nelle dichiarazioni a fine gara. Una gran bella persona, complimenti.

  18. Nicola ha preparato bene la partita, una squadra compatta pronta a ripartire al minimo errore. Non vergognamoci di dire che era una partita complicata, non siamo il Real Madrid. Caldo, vento, campo secco e erba alta nn favorivano i fraseggi ma la lotta. L’abbiamo vinta con cinismo e un pizzico di fortuna come a volte fa la Juve. Lasciamo lavorare spalletti perché capace e un’idea di gioco si vede (verticalizzazioni continue, pressing alto, fraseggio corto, perisic più nel centro dell’azione)

  19. Vittoria importante contro un ostico Crotone. Bello il grappolo di giocatori dopo i goals. Rappresenta l’Inter di questo inizio stagione: umile e compatta.

  20. Buona la quarta, squadra compatta. Notazione per Yuto. Due parole sulla Primavera, che col danesino ha stravinto il derby: credo che da anni la politica dell’Inter sia sbagliata e che occorra prendere un allenatore che dia più gioco e consideri meno la fisicità, altrimenti vinceremo ancora tante partite ma non porteremo in prima squadra giocarori, che in Primavera sembrano fenomeni perché più pronti fisicamente degli altri. Non è una critica per Vecchi, allenatore per “grandi”

  21. Lo scorso anno questa partita l’avremmo persa, ieri invece pur giocando da cani ho visto quel cinismo e quella determinazione di fare risultato pieno fino alla fine! Chiaro che si deve migliorare non ci può sempre andare bene come ieri…Ho due domande x te GlR.. Cosa ne pensi di questa chiara involuzione di Gagliardini e se ritieni Miranda ancora affidabile soprattutto per tutta la durata della stagione in corso …Grazie

    • Si gioca in 11 e io questa grande involuzione di Gagliardini non la vedo e sono contento che sia in organico. Miranda a volte mi spaventa ma non avendo altro…

      • Essendo di Bergamo seguo da sempre l’Atalanta con simpatia. Questo per dire che l’anno scorso quando giocava per la Dea il Gaglia era impiegato come incursore che partiva da lontano e andava spesso alla conclusione, quello che quest’anno fa Cristante, mentre all’Inter mi pare abbia altri compiti che ne limitano l’efficacia.
        GLR

  22. Vittoria figlia di Handa, del mister, della buona sorte, della scarsa precisione dei loro attaccanti e di “Ubaldo”. Inoltre mi sembra di poter dire che J. Mario e Perisic si cerchino di più rispetto allo scorso anno; non a caso i due hanno confezionato un’occasionissima e un gol. Amala.

  23. Partita brutta, troppi passaggi sbagliati, ma che l’anno scorso avremmo perso… avanti così, quello che c’è da fare e migliorare penso che lo sappiano e poi vedremo.

  24. Secondo il “sentire” più diffuso (che stavolta condivido) … Juve, Napoli e Roma hanno organici ed organizzazione di gioco superiori a quelli dell’Inter. Ergo, sulla “carta” saremmo da 4° posto. Poi ci saranno l’imponderabile e … le partite vere giocate. Può l’Inter perdere posizioni – è accaduto lo scorso campionato – oppure risalire. E’ l’augurio del tifoso (quorum ego, direbbe il bravo Gianni Brera)

  25. Partita sofferta,ma alla fine, anche grazie ad uno strepitoso Handanovic è arrivata la 4 vittoria. C’è sempre da migliorare e i nuovi hanno bisogno di tempo ma come inizio penso che non ci sia nulla di cui lamentarsi.

  26. Nicola ha preparato benissimo la partita, bloccando le fonti del gioco al nostro centrocampo e ripartendo sui nostri errori: di più non poteva fare ed è stato anche sfortunato. noi non abbiamo trovato contromosse adeguate ed abbiamo vinto fortunosamente. come contro la spal il giro palla è lentissimo e Dalbert non spinge come dovrebbe. godiamoci la classifica. amala

  27. Salvatore Calafiore // 17 settembre 2017 a 09:59 // Rispondi

    Stiamo calmi tante volte anche nel recente passato abbiamo fatto un filotto di risultati per poi crollare miseramente devo ancora capire se caratterialmente la squadra sia cambiata. Questo lo si potrà capire nelle difficoltà. Calma gente calma.

  28. Il reverendo ha dato la quarta benedizione. Ci sta girando molto bene.
    Purtroppo vedo molte analogie con l’Inter di Mancini di due anni fa.
    Il centrocampo e’ molto lento, nessuno e’ in grado di fare la “strappata”. Skriniar per adesso molto bene ma si diceva lo stesso di Murillo due anni fa. I risultati bisogna meritarseli, speriamo succeda, altrimenti interviene il Dio del calcio e rimette le cose a posto.

  29. Credo che le difficoltá contro le squadre che ti aspettano siano da mettere in preventivo, soprattutto in questa fase. Non abbiamo il giocatore che ti estrae il coniglio dal cilindro, ma stiamo giocando da squadra compatta, e solo con la continuità di rendimento arriveremo al piazzamento champions. La qualitá migliorerà, i giocatori forti ci sono, chiaramente se dovessero esplodere JMario o Brozovic, o meglio tutti e due, camberiebbero tutte le prospettive. Oggi siamo primi e godiamo.

  30. Si è sofferto molto contro una squadra ordinata e dinamica, ma totalmente priva di talento: se fosse finita 0-0 non ci sarebbe stato nulla da dire, e questo è un fatto un po’ preoccupante perché non abbiamo mai avuto quel “cambio di passo” che permette ai valori tecnici di emergere.
    In ogni caso, credo moltissimo in Spalletti e sono convinto che nel tempo saprà far crescere la squadra rendendola meno dipendente dalle giocate dei singoli… certo, quando ha fatto entrare Ranocchia ho avuto paura!

  31. In altri tempi e dopo una prestazione simile i nostri avrebbero portato a casa, nella migliore delle ipotesi, un pareggio, quindi è impossibile non considerare la vittoria a Crotone come un segnale positivo. Poi, diciamocela tutta: trovare l’Inter a punteggio pieno dopo 4 giornate va ben al di là delle più rosee aspettative dopo le premesse che si erano viste nei giorni del raduno estivo, per cui mi godo questi 3 punti a prescindere da come sono arrivati, e direi che va benissimo così.

  32. CLaudio Perico // 17 settembre 2017 a 15:45 // Rispondi

    Hahaha bella la trovata su Ubaldo ad ogni modo contento di vedere sugli scudi Handanovic e skriniar invece dei soliti Icardi e Perisic

  33. L’unica cosa che per ora funziona sono Handa e Skriniar, per il resto, Joao Mario ballerino incompiuto, Candreva tornante che non tenta mai il dribbling, Gagliardini disastroso. Potevamo tranquillamente perdere e non si sarebbe offeso nessuno.Speriamo solo di non fare la fine dell’Inter di Mancini, in testa per tutto il girone di andata e poi. Non do consigli a Spalletti né a nessuno pero’ lo spettacolo visto a Crotone non è da squadra che aspira alla Champions. C’e’ da lavorare parecchio.

  34. Ottimi 3 punti, abbiamo già milanisti juventini e qualche amico della stampa che non vedono l’ora di critirare se poi si mettono anche gli pseudo interisti! Non ho mai capito il senso di godimento nel bocciare appena possibile i nostri DAlbert è già un brocco Gagliardi sopravvalutato Icardi gioca da solo ….mah. Ma perché non tengono il Milan e cominciano a tirare fuori le bandiere per festeggiare il triplete Europa league, coppa Italia e scudetto.

  35. Tenendo conto del fatto che Icardi e Perisic stanno già più che facendo il loro dovere, in questa squadra vedo pochi margini di miglioramento. Spero di sbagliarmi, ma, se la Roma non sbraca, per il quarto posto è dura.

  36. Notare quanto è stato determinante (in negativo) l’errore di joao Mario nell’unica occasione creata nel primo tempo:per lui sarebbe stato determinante e la nostra partita sarebbe stata diversa. Questi gol son da fare…

  37. Mi preoccupa l’involuzione di Gagliardini. Che brutta partita, quanti errori.

  38. Salvatore Calafiore // 18 settembre 2017 a 09:06 // Rispondi

    Purtroppo Pellegri sarà destinato ad essere il nostro più grande rimpianto per i prossimi.20 anni. Adesso capite perché si era data una.cosi alta valutazione del ragazzino. Questo scriverà la storia del nostro calcio e non solo

    • Mi pare un post un po’ fuori argomento. Come sempre, un giovane fa due gol e diventa già un fenomeno, così come il Primavera nerazzurro Jens Odgaard dopo 3 gol nel derby Primavera è già pronto per la Prima Squadra. Come sempre Bonazzoli, Gnoukouri, Bardi, Mbaye, Longo e tanti altri che neppure mi ricordo. Che Pellegri sia bravo è fuori discussione ma che sia già diventato un rimpianto nerazzurro mi pare un po’ prematuro.
      Parimenti se uno appena arrivato non fa subito la partita della vita passa per bidone, vedi Dalbert, dei quali si sono già dimenticati i due salvataggi all’Olimpico con la Roma
      GLR

  39. Come auspicato dopo il tuo intervento di sabato sera a TL mi porto avanti: VIA SPALLETTI ! In altre occasioni avremmo tristemente pareggiato lasciando due punti utili, invece si è giocato fino alla fine, forse merito degli stimoli del condottiero? AMALA.

  40. Spero che l’inter, a prescindere come vada il campionato, mantenga un equilibrio mentale (soprattutto nella proprietà) e capire che per ricostruire un ambiente vincente occorre tempo. Quindi come dici spesso tu GLR mantenere Spalletti per 3 anni e lasciarlo lavorare. E’ un ottimo allenatore per la panchina pesante dell’inter. Cmq il fattore C mancava da un pò.

  41. Silvio da Torino // 18 settembre 2017 a 11:44 // Rispondi

    Partita non bella, gioco ruminato, credo anche per il caldo e per la dedizione massima che ci hanno messo quelli del Crotone. Ringraziamo San Samir nel giorno che la Slovenia del basket è diventata Campione d’Europa, e quelle carambole che hanno fatto arrivare la palla sul puntone di Skryniar. Il raddoppio una conseguenza del vantaggio. Bisogna migliorare e sperare di non avere infortuni in alcune posizioni dello schieramento. Comunque le vittorie fanno morale e quindi avanti così. A Bologna.

  42. Massimiliano // 18 settembre 2017 a 13:16 // Rispondi

    L’Inter ha giocato bene con Fiore e SPAL, ha fatto bene 30 min con la Roma che ha dominato per un ora in centrocampo ma le occasioni le ha create con da fuori area,con il Crotone è stata confusionaria ma non è mai stata e in apnea, Handa ha fatto ieri il suo primo miracolo.Molti la paragonano all’Inter di Mancini ma con lui non c’era lo spogliatoio, troppe teste calde Melo, JoJo, Ljajic e Mancini stesso era una prima donna, quando vincevano si facevano il selfie di gruppo, l’Inter oggi è diversa.

  43. Partita brutta, figlia di un Crotone bravo a coprire gli spazi e a non concedere nulla. Si è vinto da squadra però, giocando in un clima caldo (in ogni senso) e su un terreno di gioco a dir poco vergognoso (che ha penalizzato la squadra con più possesso palla). Quando si vincono queste partite,brutte e sporche, dello spettacolo mi importa molto poco. Avanti cosi. Forza Inter

  44. Se gioco male e vinco a me va bene lo stesso, sono punti preziosi. Quando avremo imparato meglio gli schemi di Spalletti saremo ancora piu’ contenti.
    P.S. Quando entra Ranocchia mi sale un’ ansia che non vi dico. (Speriamo che con questo allenatore diventi almeno in parte il giocatore che era stato definito a Bari piu’ forte di Bonucci). Incrociamo le dita.

  45. non sono pessimista, queste sono partite sporche e ne giocheremo altre così male. quello che mi disturba é vedere, dopo aver preparato la partitura x 5 giorni, giocatori piantati in campo, fermi, svogliati e con la testa altrove. questo se fossi l’allenatore sarebbe un grande campanello d’allarme

  46. Rispetto all’Inter di Mancini di due anni fa, ricordo che il centrocampo aveva Medel, F. Melo e Kondogbia. Con tutto il rispetto mi sembra che Vecino, Borja Valero e Gagliardini (+Joao Mario e Brozovic) siano meglio e che non dobbiamo vincere lo scudetto.
    Due anni fa arrivammo quarti e, se ci ripetiamo, siamo in Champions League. Sono moderatamente fiducioso.

    • Non meritava di vincere, perché? Come il Crotone l’Inter ha sprecato occasioni, vedi Joao Mario clamoroso, poi è stata brava a portarla a casa nel finale
      GLR

  47. Non abbiamo giocato bene, come del resto era successo anche per lunghi tratti delle precedenti partite, ma non sono preoccupato!
    Quello che conta è la DISCIPLINA e l’INTENSITA’ nel lavoro settimanale e la CONVINZIONE nei propri mezzi che aumenta con le vittorie: e mi sembra che entrambe ci siano!
    E’ bello essere lì con Juve e Napoli, ma non illudiamoci perché è solo un caso, tuttavia è necessario che questa “casualità” continui ancora un po’ visto che dietro anche tutte le altre rivali corrono!

Lascia una risposta

Le 4 regole del commentario:
1. Siate educati: i commenti ad personam saranno ignorati
2. Scrivete in italiano, il congiuntivo non è una malattia degli occhi!
3. Non è una chat: se volete conversare tra voi, io che ci sto a fare?
4. La lunghezza del commento non può superare i 500 caratteri (spazi compresi)
Viva l’Inter!


*

 caratteri disponibili