18C: Sassuolo-Inter 1-0

MARCATORI: Falcinelli (S) al 34′.
SASSUOLO (4-3-3): Consigli; Lirola, Goldaniga, Acerbi, Peluso; Missiroli, Magnanelli, Duncan (dal 50′ st Cannavaro); Berardi (dal 18′ st Ragusa), Falcinelli, Politano (dal 38′ st Mazzitelli). (Pegolo, Cannavaro, Gazzola, Rogerio, Mazzitelli, Frattesi, Ragusa, Pierini, Scamacca, Matri). All: Iachini.
INTER (4-2-3-1): Handanovic; D’Ambrosio (dal 32′ st Dalbert), Skriniar, Miranda (dal 35′ st Joao Mario), Cancelo; Gagliardini, Borja Valero; Candreva, Brozovic (dal 1′ st Eder), Perisic; Icardi. (Padelli, Berni, Ranocchia, Dalbert, Santon, Nagatomo, Joao Mario, Karamoh, Eder, Pinamonti). All: Spalletti.
ARBITRO: Doveri di Volterra.
NOTE: Ammoniti Brozovic (I), Magnanelli (S), Cancelo (I). Al 49′ Icardi (I) fallisce un rigore.

54 Commenti su 18C: Sassuolo-Inter 1-0

  1. Buone Feste! Sempre condivisibile! Ma è sempre convinto che siano scuse, i divieti ad investire del governo cinese? In ogni caso, fa bene Spalletti a lasciar perdere il mercato (ormai sarà solo autofinanziamento!) e a lavorar con quel che ha (ci ha provato!). Tutto sommato andrebbero bene 3 pari con ss. Lazio, Ac Fiorentina e as. Roma, poi i nerazzurri fragili o no da 6 anni, potranno battere Spal ecc., no? Comunque Cancelo è un buon acquisto, che si confermi in C. Italia, obiettivo fondamental.

    • Assolutamente sì. Anche perché ho davanti il bilancio in cui ci sono state delle iniezioni di liquidità che non avrebbero potuto esserci se fosse vero quello che raccontano ma fa comodo farlo credere.
      GLR

  2. 1000 cross dal fondo anche oggi, siamo maledettamente prevedibili, diretta conseguenza della penuria di qualità e genio sulla trequarti. Il dramma è che l’autofinanziamento pare essere un obbligo (il fpp non c’entra una mazza, vedasi psg e soci).
    Tralascio il fatto che questo gruppo sono almeno 3 anni che a ridosso delle feste molla clamorosamente, ma è presto per dire se sia il caso anche di questa stagione che fin qui era stata oggettivamente egregia.

    • Concordo. Prevedibili. E non da oggi. Sconvolge vedere come nessuno di chi dovrebbe provi a tirare da fuori. L’unico schema visto in attacco sono per l’appunto i cross di Candreva (ma in area spesso c’è solo Icardi) e stop. Un tic toc snervante ed inutile. Certo se Icardi avesse messo rigore e occasioni. Ma non è accettabile poter segnare solo con lui. Speriamo di non dilapidare i punti (in stra-eccesso) che abbiamo accumulato. Ma temo si sia da 5 posto. Dopo Napoli Juve e le romane. Vedremo…

  3. Nell’ordine Juve, Napoli, Roma : altro tasso tecnico ed altri organici. Resta il 4° posto, un ottimo obiettivo. Ancora possibile per l’Inter, sempre che si rialzi SUBITO e riprenda a fare punti. Buone Feste!

  4. Queste partite le vinci se riesci a sfondare centralmente, ma non avendo centrocampisti che si inseriscono -Brozovic, l’unico in grado, è stato praticamente nullo- è davvero dura. Che Perisic e Icardi e Candreva abbiano una flessione è fisiologico, preoccupa in chiave champions la panchina: Eder, JMario non riescono quasi mai cambiare il corso di una partita. Forse non arriverà nessuno a gennaio, e il mr sta già pensando a cambiamenti, ma l’ambiente deve rimanere sereno. Buon Natale!

  5. Paolo Assandri // 23 dicembre 2017 a 22:07 // Rispondi

    Purtroppo doppia sconfitta venuta prima di un ciclo di partite tostissime, io credo che uno scossone potrebbe venire dal Derby. Anche perché queste 2 sconfitte non sono state così meritate. Se battessimo bene i cugini potremmo ripartire subito. E comunque se battiamo la Lazio mettiamo un bel punto sul quarto posto. Il mercato spesso in queste situazioni serve da traino per l’ambiente, più che nel concreto. La Roma spallettiana con El Sha e Perotti recuperò 20 punti e centrò la CL.

  6. Claudioeffedeejay // 23 dicembre 2017 a 22:08 // Rispondi

    Se due centrocampisti su tre sono Brozovic e Gagliardini ci dobbiamo meravigliare che quando mollano gli altri la barca affondi? Meno male che c’è Joao Mario che quando entra a gara in corsa, con la sua cattiveria agonistica e la sua corsa spacca le partite.
    Viva l’Inter.

    • Joao Mario purtroppo è il peggiore in assoluto, perché non ci puoi contare proprio mai. Soldi buttati , davvero buttati…
      GLR

  7. Dopo aver toccato la vetta, due sconfitte evitabili, un rigore sbagliato. La squadra pare aver perso la voglia di vincere di inzio stagione.

  8. Anche quest’anno arriva Natale, si accendono le luci degli alberi, si spengono le luci della Beneamata. Fortuna e sfortuna abbiamo visto che si equivalgono, in un campionato, quello che non mi spiego è come mai sia con l’Udinese che col Sassuolo gli altri correvano di più, come se avessero avuto voglia di vincere la partita ! Non è che abbiamo finito la benzina dopo i 120 minuti col Pordenone ? Cmq amala … con moderazione !!!

  9. Delusi e incazzati…..vedo poca grinta e non più brillanti da un punto di vista atletico…. Non c’è il campione che possa risolvere una partita del genere…. Mi aspettavo di più da Peresic ma è spesso assente nei momenti chiave….. Era la prova della verità è per ora siamo esattamente come i precedenti campionati… Vediamo quando riprenderanno a vincere se i soliti ignoti chiederanno di rivedere i contratti.

  10. Ai giocatori non faccio nessun appunto. Fanno quello che sanno fare, nel bene e nel male. Quando, poi, qualcuno che ha tirato la carretta fin dall’inizio si prende qualche pausa… Ora il gioco è diventato fin troppo prevedibile, schematico; non si può sempre vincere con geometrie e traversoni, ci vorrebbe ben altro, ma quel “ben altro” (fantasia, imprevedibilità) non lo abbiamo.

  11. Purtroppo hai ragione, ci siamo illusi, ma questa squadra e da quarto, quinto posto. Il livello della rosa e questo, Spalletti lo sa bene. Spiace che il calcio milanese sia questo, la juve può dormire sogni tranquilli per gli anni a venire.
    Buone Feste a tutti.

  12. Pasquale Somenzi // 23 dicembre 2017 a 23:23 // Rispondi

    Falcinelli ha inciso negativamente nel 2017, nello scorso campionato con 2 reti in Crotone-Inter 2-1 ha impedito ancora una volta che l’Inter vincesse alla giornata 31 ed in questo campionato ha procurato la prima sconfitta in trasferta.
    Mai un pareggio quando Sassuolo ed Inter si affrontano. Il Sassuolo diventa anche la seconda squadra con cui l’Inter ha un bilancio negativo in serie A, ovvero 4 vittorie e 5 sconfitte, l’altra squadra con cui ha un bilancio negativo è la Juventus.
    Paradossalmente l’Inter ha realizzato un risultato positivo, infatti sono diventate 11 le trasferte consecutive di campionato in cui ha subito non più di una rete, serie iniziata con Genoa-Inter dello scorso 7 maggio e per trovare un risultato simile bisogna tornare indietro di circa 38 anni,
    infatti tra il febbraio 1979 ed il gennaio 1980 l’Inter per 16 trasferte consecutive subì al massimo una rete.
    Juventus, Pordenone, Udinese, Sassuolo: un solo gol segnato nelle ultime quattro partite. Un risultato così negativo non si registrava dal gennaio 2014 con una sola rete segnata in 5 partite:
    6 gennaio 2014: Lazio-Inter 1-0
    9 gennaio 2014 Udinese-Inter 1-0 Coppa Italia
    13 gennaio 2014 Inter-Chievo 1-1
    19 gennaio 2014 Genoa-Inter 1-0
    26 gennaio 2014 Inter-Catania 0-0.
    Pasquale.

  13. Altra prestazione scialba e sfortunata a dimostrazione che la dea bendata aiuta chi se lo merita. Certo che se Icardi, Perisic, Candreva hanno le polveri bagnate contemporaneamente e Broxovic e J. Mario sono impalpabili, non si può andare troppo lontano. Una nota positiva comunque mi sembra di averla intravista in Cancelo che ha giocato bene e può rivelarsi utile. Certo che servirebbe ben altro, specie a centrocampo: dobbiamo restare nel trenino delle prime quattro a tutti i costi! Buone feste.

  14. Borja + Vecino + Gagliardini + Joao + Candreva = 2 goal in 5 in 18 partite (meno di Skriniar da solo…). Credo che non serva aggiungere altro

    • E’ vero non abbiamo centrocampisti che fanno gol. Ci sarebbe Candreva ma quest’anno gioca in modo diverso, molto più largo e non a caso credo abbia ottimi numeri in fatto di assist e ultimi passaggi. Se lo accentri magari guadagni qualche gol in più, ma perdi in costruzione.
      GLR

  15. Il problema della Beneamata è uno solo: in panchina lo zero assoluto, e già sull’11 titolare ci sarebbe da discutere. Se i “mandarini” di Nanchino pensano di andare in C.L. cosi’ messi mi pare si facciano qualche illusione. Amala.

    • Più che altro le illusioni vele fate voi quando pensate allo Scudetto. Il traguardo Champions con questa rosa è raggiungibile
      GLR

  16. GLR devi considerare che le cifre concordate nei contratti di sponsorizzazione con aziende cinesi non sono state ancora pagate in quanto soggette a controllo del Governo. Non lo dico io ma il documento di presentazione del bond per i nuovi investitori. Qualche difficoltà c’è indubbiamente. Il mercato di gennaio non offre molte soluzioni da poter permettere un definitivo salto di qualità alla squadra. Il tifoso medio si lamenterà? Non importa. Tanto la farebbe pure se acquistassimo Vidal e Messi

  17. Sconfitta, gli lasci fare 80mt senza buttarlo giù, squadra lunga e poco veloce nel palleggio, pochi cambi di fronte e prevedibile sulla destra anche se è lì che ho visto qualche potenzialità. Cancelo e Candreva possono fare male, bisogna lavorare su schemi e giocate e chiusure dietro, ma se Sciamano nostro trova la chiave vedremo una Inter diversa con qualche freccia in più di San Icardi (chiamato sempre a fare il miracolo).

  18. Mi sembra che il problema più evidente dell’Inter sia la mancanza di un trequartista, fatto questo che obbliga la squadra a giocare pedestremente sempre sulle fasce. Vista la prova positiva di Cancelo sulla destra e le difficoltà di Brozovic e Joao Mario ad interpretare quel ruolo, non è il caso di provare a spostare Candreva in mezzo? Detto ciò auguro a tutti un sincero buon natale!

  19. Secondo KO consecutivo nel mese di dicembre, speriamo non sia un “deja vu” del recente passato. Le prossime gare Lazio, Fiorentina, Roma e anche C.I. col Milan ci diranno chi siamo e dove possiamo arrivare. Suning non vuole e/o non può investire, imponendo alla dirigenza l’autofinanziamento.

  20. Roberto Scibetta // 24 dicembre 2017 a 10:55 // Rispondi

    Molti vaticinavano di un crollo sotto Natale, come ai tempi di Mancini un paio di anni fa. Io no, io ero convinto che i nostri avrebbero retto, magari rallentato un po’, ma senza crollare. Come spesso mi capita ho sbagliato. Certo, con una squadra composta da 8 signori giocatori su 25, se uno di questi 8 prende un raffreddore, un cartellino di troppo o ha un banale calo di forma (che ci sta, vedo Borja o Perisic), il castello di carte vacilla.
    Se però dovessimo battere la Lazio saremmo li…

    • Continuo inutilmente a ricordare che il parallelo non ha alcun senso: l’Inter di Mancini arrivò quarta ma non bastò per la Champions. Se questa arriva quarta ha raggiunto l’obiettivo.
      GLR

  21. Fare mercato a gennaio è una cosa difficile, anche senza l’ossessione della FPF e poi, a noi, servirebbero giocatori già pronti, quindi sarebbe una faccenda davvero impegnativa. Però abbiamo in fila Milan, Lazio, Fiorentina e Roma e in 3 partite ci si gioca una buona fetta di CL e, magari, uno sforzo per trovare qualcuno in grado di far rifiatare Icardi, Miranda o Perisic, visti anche gli incassi di S. Siro, si potrebbe fare, non è d’accordo?

    • Io sono d’accordissimo ma non conto nulla. Quello che si continua a far finta di non capire è che la proprietà non ha intenzione di fare follie sul mercato con scuse che vanno dai legacci del Governo Cinese al FPF. Per quel che risulta a me sono balle, per altri è tutto vero, in ogni caso non si spende, quindi….
      GLR

  22. Come due anni fa siamo crollati sul piu’ bello, in settimana avevo letto troppi elogi da parte di Spalletti sui 40 punti fatti, mai parlare prima, mai!
    Non siamo da scudetto ok, ma se si inceppa Icardi non siamo nemmeno da Champions League. Adesso ci aspetta un calendario difficile, lazio-fiorentina- roma che probabilmente ci farà capire che stagione avremo

  23. Le iniezioni di liquidità sono servite per la gestione ordinaria. Se acquisti una società con costi di gestione enormi e non immetti liquidità chiudi la baracca in un amen. Diverso é il discorso di investire sul mercato per rinforzare la squadra e raggiungere gli obiettivi. Il quarto posto non è poi così scontato. Champions vuol dire aumentare i ricavi in modo esponenziale. Vuol dire visibilità. Vuol dire business. Non siamo la priorità dei cinesi? Bene. Che ci hanno acquistato a fare? Mah…

    • Non vivono di pallone, ma di ben altro, il core business per ora non è in Europa, ma in Asia e in parte in USA…una presenza sportiva in Europa fa immagine, tutto qui.
      GLR

  24. Provocazione: se i cinesi non vogliono/possono investire che ci frega di avere una proprieta’ economicamente solidissima e dal grande potenziale? Se i pochi denari disponibili vengono buttati per acquisti improponibili dal Sig.Ausilio,che non perde occasione per farci divertire con le sue uscite(a questa squadra non serve nessuno perche’ forte e difficilmente migliorabile….),cosa deve inventarsi il povero Spalletti per raggiungere i traguardi prefissati?

    • Quindi, cosa facciamo? Qual’è la provocazione? Ci si augura un’altra proprietà? Bene, al momento non esiste un’altra proprietà! Mah…io certi post proprio non li capisco
      GLR

      • Nulla da capire caro GLR, solo sottolineare quanta delusione per noi interisti nel vedere una proprietà assente, se non a parole e promesse mai mantenute. Mi pare di aver scritto in italiano e che il contenuto del mio post fosse facilmente
        interpretabile. Io non mi accontento di avere una società che vuole issare la propria squadra ai vertici europei senza creare i presupposti perche’ questo succeda. So bene che non esistono altre proprietà pronte a subentrare ma almeno evitiamo i proclami.

        • Mah, per la verità, io tutti questi proclami non li ho proprio sentiti…eppure non mi sono perso un CdA da quando è arrivata Suning e l’aria è completamente diversa dal passato, quando ogni club faceva annunci mediatici quasi ogni giorno. Forse confondi le frasi di circostanza con i proclami: Inter is coming è uno slogan soprattutto pubblicitario, non un proclama. Anzi, dal punto di vista mediatico rispetto ai tempi di Moratti da una parte e Berlusconi dall’altra siamo al profilo medio-basso. Per certi versi ‘proclamava’ addirittura più Thohir. Mai visto o sentito parlare Zhang padre dell’Inter. Quanto al figlio, è un giovanotto ricco che compra auto e case in Brera e si diverte in un mondo nuovo per lui, ma non parlerei di proclami da parte sua, a meno da non prender sul serio le interviste ai canali tematici, buone per i tifosi incalliti.
          GLR

  25. Il Sassuolo certamente per noi non è un toccasana ma ieri dopo qualche cosa di buono fatto vedere nei primi 20 minuti e scomparsa.
    Sempre sostenuto di essere una squadra da 3-4 posto
    Certo che la panchina e quella che è e se a ciò aggiungiamo il periodo fisicamente così scarso dei migliori (periodic e icardi su tutti) speriamo solo che finisca presto questo periodo altrimenti sarà dura e sarebbe un gran dispiacere Ma non perdiamoci d’animo e buon Natale a tutti e in primis a GLR

  26. Un altro dicembre da incorniciare. Sarò prevedibile ma in questa squadra manca imprevedibilità. È calata pure la tenuta nervosa, guarda caso all’indomani del punto strappato nel campo più difficile d’Italia. Troppi giocatorini scostanti. Spero che col rientro di Vecino in dietro si riporti BValero più avanti come è stato fin quando si andava bene. Per il calciomercato non dico nulla sennò faccio la figura del tifoso da bar. Buon Natale a tutti voi.

  27. Per me la partita con il Chievo ha segnato lo spartiacque; con la Juve si era già notata una certa involuzione e certi elementi erano sembrati del tutto avulsi dalla partita (Perisic). Tocca al mister (bravissimo a portarci lassù) trovare il modo di farci restare almeno in orbita 4° posto. Credo sia un problema soprattutto psicologico anche se ho notato un certo appannamento fisico e con le riserve che abbiamo l’impresa sarà appunto mantenere la posizione, visto che tutte le altre vanno forte.

  28. L’Inter ultimamente sa sempre come augurarci Buon Natale. Va bè, comunque siamo li in piena corsa per l’obiettivo stagionale, e ad agosto avremmo firmato con il sangue per avere questa classifica.

  29. Ciao GL auguri,
    Credo sia corretto allarmarsi, ma rinnovo il commento scritto per il Pordenone: mi è sembrata solo questione di finalizzazione, per il resto non siamo male, solo un po’ lenti.
    Mi è piaciuto cancelo.
    Ho rivisto un inter DEBOERIANA per sfortuna e atteggiamento di alcuni :vedi brozovic e il solito joao Mario. Bisognerebbe farli sparire, ma se non si può, ahimè ce li teniamo.
    Il Sassuolo non meritava assolutamente nulla, invece ha vinto… Che sfortuna! Ciao

  30. Qualcuno dovrà pur spiegare perché l’Inter, da anni ormai, di questi tempi si spegne. Un gol in 4 partite, 3 delle quali contro autentiche corazzate e una con la Juve, incredibile.
    Spalletti troverà sicuramente la soluzione, è in grado di farlo, considerata la sua sapienza calcistica. Ma mi permetto di dargli un consiglio: “Abbiamo fatto noi la partita”, quando si perde, è una di quelle frasi degne del peggior Mazzarri, ce le risparmi per il futuro, grazie.
    Claudio – Parma

  31. Per me la partita di Torino ci ha distrutto psicologicamente, vedendo la differenza che c’era tra noi e loro. Certi giocatori non sono più gli stessi a livello di prestazione. Comunque girone di andata molto positivo, a livello di gioco e punti. Adesso viene il più difficile. Buone feste!

    • C’era bisogno della partita di Torino per capire la differenza? Guarda che ad Appiano si conosce perfettamente la differenza tra una squadra che lavora insieme da anni e un’altra che ha appena cominciato a lavorare in un certo mondo. Distrutti psicologicamente per un pareggio? Quindi avessimo perso 3-0? Mah, ogni tanto leggo certe castronerie…
      GLR

  32. Massimo Giussani // 24 dicembre 2017 a 18:06 // Rispondi

    Qualche sconfitta aiuta a crescere …tante vittorie aiutano solo a essere arroganti (ogni riferimento ai bianconeri è puramente casuale). Non sono più abituati a perdere ma ultimamente mi sembra che fanno pesare anche le vittorie… parlo di tifosi non della squadra o dei loro dirigenti.
    Caro Gian Luca, ma eravamo anche noi così ai tempi belli del Mancio e di Mou?

  33. Hai ragione, una sconfitta ci sta, dopo due di fila suona l’allarme. Bene l’approccio alla gara, mi pare però che fatichiamo a tenere i ritmi alti (calo fisico?). Non sopporto più Brozo, sul goal guarda l’avversario fare 40 metri senza rincorrerlo in modo deciso. Indolente. Anche Handa ci mette del suo, in area piccola i cross sono del portiere. A lui e Icardi, però, perdono tutto, il bilancio loro è sempre positivo.

  34. Penso che allo scudetto non abbia mai creduto seriamente nessun interista. Il problema è che invece tutti temiamo concretamente il crollo verticale.

    • Io non temo alcun crollo verticale. E come me molto altri. Quindi inutile parlare sempre a nome di chissa chi. Ognuno parla a nome di se stesso.
      GLR

  35. Abbiamo finito con friulani e neroverdi? Sì, vero? 😀
    Buon Natale a tutti!

  36. Vado contro tendenza, facendo leva sul fatto che il passato non torna mai allo stesso modo. L’Inter ritroverà forze e idee grazie all’apporto motivazionale di Spalletti, a gennaio la squadra verrà puntellata con sagacia, manterremo il vertice alto della classifica e Juve, Napoli e Roma provate dalla scena internazionale cederanno il passo dando la possibilità ad una squadra oggettivamente inferiore (la nostra) di insidiare il primo posto e, perché no….

    • Beh, almeno essere così ottimisti è molto più difficile e meno banale che essere pessimisti, sempre e comunque…
      GLR

  37. Ma Steven Zhang ha potuto spendere due milioni e trecentomila euro per un’automobile perchè il governo cinese ha considerato l’acquisto strategico ai fini della crescita interna?

    • Già, mica è scemo…viene prima lui stesso dell’Inter e ci mancherebbe pure che non fosse così. I Moratti sono finiti da un pezzo!
      GLR

Lascia una risposta

Le 4 regole del commentario:
1. Siate educati: i commenti ad personam saranno ignorati
2. Scrivete in italiano, il congiuntivo non è una malattia degli occhi!
3. Non è una chat: se volete conversare tra voi, io che ci sto a fare?
4. La lunghezza del commento non può superare i 500 caratteri (spazi compresi)
Viva l’Inter!


*

 caratteri disponibili