Boston MA, USA

A 6.170 km da Milano, fuso orario -6
15-18 agosto 2016
TViaggio
Settima e ultima parte del Quebec New England Tour 2016

6-8 ottobre 2006
Prima parte del Columbus Day Tour 2006
L’esperienza da ricordare è aver assistito ad un incontro di hockey su ghiaccio NCAA all’Agganis Arena strapiena tra le squadre di Boston University e New Brunswick University, a dimostrazione che il mondo dello sport universitario negli States non ha nulla da invidiare a quello ‘pro’. Ricordo che ogni gol della squadra di casa veniva sottolineato in musica da una banda di trenta persone!
Nei giorni del mio soggiorno a Boston era all’ancora anche la moderna fregata della Marina Americana USS Doyle, che ho avuto la fortuna di visitare. Incredibile Harvard: questa è un’università, altro che quelle di casa nostra
Prosegue a New York NY, seconda e ultima parte del Columbus Day Tour 2006

Boston MA (ab.600.000) in Massachusset (ab.7.000.000), così chiamata dall’omonima città inglese, fu fondata nel 1630 dai coloni puritani inglesi, in fuga dalle persecuzioni della madre patria e divenne quasi subito colonia con il nome di Massachusetts Bay. Costruita secondo un’architettura di tipo anglosassone, è una delle città più affascinanti degli USA (ab.300.000.000)

Aeroporto
Logan

Highlights

  • Charles River e Mystic River
  • Stadio Fenway Park (cap.40.000) per Boston Red Sox baseball
  • Stadio Agganis Arena (cap.7.200) per Boston University
  • Big-Dig e South Station
  • Metropolitana T

In Quartiere universitario Cambridge:

  • Harvard College
  • Boston University e Massachusset Institute of Tecnology (MIT)

In Quartiere Beacon Hill

  • Massachusset State House
  • Old Granary Burying Ground
  • Old Meeting House
  • Old State House
  • Faneuil Hall con Quincy Market
  • Copley Square con Chiesa Trinity Church
  • Prudential Tower
  • Parco Boston Gardens
  • Fenway Park

In Quartiere North End:

  • Hanover St e Salem St
  • Casa Paul Reviere
  • Old North Church
  • Cimitero Copp’s Hill Burying Ground
  • Molo Long Wharf

In Quartiere Charleston:

  • Charleston Bridge
  • USS Contistution
  • Bunker Hill Monument

Memento
Dall’aeroporto Logan si può prendere il water-taxi che via acqua in un quarto d’ora arriva alla downtown. Da Boston ebbe origine la guerra d’indipendenza e non a caso in ogni angolo della città campeggia il motto ‘Boston, where it all began’, ossia ‘Boston, dove tutto è iniziato’. All’Old Meeting House, un incontro per protestare contro una nuova tassa si trasformò nel Boston Tea Party, primo atto di ribellione all’Inghilterra. Nel 1773, il governo centrale affidò, in regime di monopolio, il commercio del tè alla Compagnia delle Indie con imposte più alte di quello che proveniva direttamente dall’India. Il 16 dicembre 1773, i Figli della Libertà, travestiti da pellerossa, assaltarono nel porto di Boston tre navi della Compagnia delle Indie, gettando in mare le casse di tè stivate a bordo. Dal balcone dell’Old State House fu letta per la prima volta la Dichiarazione d’Indipendenza ai cittadini di Boston: da lì parte il Freedom Trail, un percorso pedonale contrassegnato da una linea di mattoni rossi attraverso i principali siti bostoniani della Guerra d’Indipendenza. La Massachusset State House ha una grande cupola dorata, mentre la Casa Paul Reviere, datata 1680 è la più vecchia della città. Sul campanile della Old North Church furono appese due lanterne per segnalare l’arrivo dal mare degli inglesi, mentre il Cimitero Copp’s Hill Burying Ground ha pietre angolari bucherellate dalle pallottole dei moschetti della Guerra d’Indipendenza Americana.
Al Cimitero Old Granary Burying Ground riposano gli eroi della Guerra d’Indipendenza Paul Revere, John Hancock e Samuel Adams, che ha dato il suo nome alla più famosa birra della East Coast. Ognuna delle 50 università di Boston, Harvard in testa, ha il suo negozio di merchandising ufficiale con centinaia di articoli che ne riproducono i colori ufficiali, il logo e le varie specialità di laurea. Il ‘porpora’ di Harvard è tra i più ricercati! North End è il quartiere più vecchio di Boston, dove vive gran parte della popolazione italiana della città, e tra Hanover St. e Salem St. c’è anche un curioso palo della luce decorato con cartelli indicatori di decine di regioni e città italiane. La USS Constitution, la più vecchia nave da guerra della marina Usa varata nel 1797 e ormeggiata a Charleston, deve il suo soprannome Old Ironsides, ossia ‘vecchia corazzata’, al fatto di essere scampata a oltre 40 scontri durante la guerra di Thomas Jefferson contro i pirati berberi del Nord Africa. L’Obelisco Bunker Hill Monument ricorda il comandante americano che, durante la guerra d’indipendenza, intimò ai suoi uomini di non sparare fino a quando non avessero visto il bianco degli occhi degli inglesi! La nuova Boston intanto sta cambiando faccia perché le tre linee della metropolitana T non bastano a decongestionare un traffico automobilistico pazzesco. Si attende il completamento dei lavori per l’abbattimento del Big Dig, una sopraelevata a 6 corsie che taglia la città e che verrà presto sostituita da un tunnel a 10 corsie interrato. Nell’Edificio Old Meeting House un incontro nel 1774 per protestare contro una nuova tassa si trasformò nel Boston Tea Party. Quincy Market è un edificio storico adibito a mercato nel centro commerciale Faneuil Hall Marketplace. Da provare i ristoranti della catena Legal Sea Food, anche per chi non ama il pesce. Tra le squadre sportive New England Patriots in NFL football, Boston Celtics in NBA basket, Boston Bruins in NHL hockey, Boston Red Sox in MLB baseball

Lascia una risposta

Le 4 regole del commentario:
1. Siate educati: i commenti ad personam saranno ignorati
2. Scrivete in italiano, il congiuntivo non è una malattia degli occhi!
3. Non è una chat: se volete conversare tra voi, io che ci sto a fare?
4. La lunghezza del commento non può superare i 500 caratteri (spazi compresi)
Viva l’Inter!


*

 caratteri disponibili