3C: Pescara-Inter 1-2

MARCATORI Bahebeck (P) al 18′, Icardi (I) al 32′ e al 46′ s.t.
PESCARA (4-3-2-1) Bizzarri; Zampano, Campagnaro, Gyomber, Biraghi; Cristante, Brugman, Memushaj; Verre (dal 23′ s.t. Aquilani), Benali (dal 12′ s.t. Bahebeck); Caprari (dal 35′ s.t. Pepe). (Fiorillo, Coda, Fornasier, Bruno, Zuparic, Crescenzi, Mitrita, Vitturini, Manaj). All. Oddo.
INTER (4-2-3-1) Handanovic; D’Ambrosio, Miranda, Murillo, Santon; Joao Mario, Medel (dal 29′ s.t. Palacio); Candreva (dal 29′ s.t. Eder), Banega, Perisic (dal 30′ s.t. Jovetic); Icardi. (Carrizo, Berni, Miangue, Nagatomo, Ranocchia, Melo, Brozovic, Kondogbia, Gnoukouri). All. De Boer.
ARBITRO Damato di Barletta.
NOTE Ammoniti Gyomber (P), Joao Mario (I).

Poiché a mio giudizio l’Inter la corsa la deve fare su Napoli e Roma aver vinto a Pescara è stato importantissimo. Sul come e sul perché discutiamo pure, ma alla fine sono i tre punti che restano, quelli che ancora non ho capito non si siano raccolti contro il modesto Palermo, ma è già acqua passata. Intanto, questa è la prima vittoria, un po’ anche morale, pure per Frank de Boer perché ha dimostrato di avere le palle quando ad un quarto d’ora dalla fine ne ha cambiati tre insieme, cosa che non si fa mai, perché un cambio di emergenza per logica si tende a tenerselo sempre per fronteggiare l’eventuale infortunio nel finale. Ma de Boer l’ha fatto e, se fosse finita male, sarebbe stato massacrato ben oltre quello che da neofita sta già subendo, forse anche perché non ha ancora avuto il tempo di ingraziarsi certi media.
Ma gli è andata bene, con la triplice mossa ha spaccato la partita e quindi bravo e coraggioso. Punto e a capo.
Chiaro che la Juventus, l’atteggiamento tattico sempre e comunque offensivo con terzini che fan più le doppie ali che i difensori dovrà cambiare, ma il ragazzo mi pare impari in fretta e non così stupido come qualche santone cerca di farlo passare.
Il Pescara gioca bene perché Oddo e bravo, come il ‘nostro’ Caprari e parecchi altri: ci ha fatto male e poteva farcene anche di più, ma Handanovic è stato decisivo, come del resto ci ha abituato. Da suo storico estimatore vi sorprenderò, perché quest’anno mi pareva un po’ scazzatello, ma se è quello di sempre siamo a posto.
Davanti Icardi ha segnato i due gol della rimonta e al momento ha messo a segno tutte e tre le reti finora realizzate dall’Inter. Che dirgli a uno così? Nulla, perché sottoporta resta un fenomeno, ma lui oltre alla carota ha sempre bisogno di un po’ di bastone ed solo per questo che lo critico volutamente un po’ più degli altri. Non mi va che per far due gol se ne mangi tre. Maurito vuol essere trattato da top-player? Ed io da top-player lo tratto, soprattutto quando si assenta dal gioco troppo a lungo con la scusa che lo cercano poco. Arretra di venti metri e partecipa di più.
Per il resto condizione decisamente migliorata, buona la prima di Joao Mario, ma non avevo dubbi, ottima la gara di Banega, al di là dell’errore di impostazione che ha avviato il contropiede per il vantaggio del Pescara. E’ ovunque, tocca 700 palloni, ci sta che ne sbagli qualcuno. Per il resto bisogna migliorare laddove sapevamo fin dall’inizio che avremmo un po’ sofferto, anche perché se avessimo in ogni ruolo gente di caratura internazionale saremmo qui a lottare per lo scudetto e non per il terzo posto.

Highlights
12′ Perisic per Icardi che non ci arriva
33′ Cross di Verre, Cristante a lato
35′ Doppio Bizzarri su Banega e Candreva
42′ Caprani sgugge a Murillo e centra per Verre. Traversa.
45′ Botta di Verre, Handanovic devia
49′ Cross di Candreva, Icardi a lato
56′ Bizzarri ancora bravo su Banega
63′ Cross di Zampano per Bahebeck che batte Handanovic 1-0
67′ Caprari per Verre, Handanovic salva ancora
77′ Cross di Banega, testa vincente di Icardi 1-1
38 Velo di Bahebeck su tiro di Pepe, Handanovic devia
45′ Palacio si mangia in vantaggio davanti a Bizzarri
91′ Dopo rimpallo fortuito, legnata vincente di Icardi 2-1

89 Commenti su 3C: Pescara-Inter 1-2

  1. Stasera è successo il contrario di quel che è avvenuto negli ultimi quattro anni.
    E paradossalmente nel pomeriggio è successo quel che in casa è avvenuto negli ultimi quattro anni

  2. Pasquale Somenzi // 11 settembre 2016 a 22:26 // Rispondi

    Prima di oggi, in data 11 settembre l’Inter aveva vinto solo una volta in 7
    partite ufficiali, precisamente 2-1 contro l’Udinese quando l’allenatore era
    Benitez.
    Era dal 2008 che non si iniziava il campionato subendo reti in tutte le prime
    3 giornate, in pratica le prime 3 di campionato con Mourinho. E’ presumibile
    che si prenderanno reti nelle prime 4, dato che dopo il 3-0 in coppa Italia e
    lo 0-0 dello scorso campionato, fare 3 partite di fila in casa contro la Juventus
    senza subire reti non succede dallo scorso fine millennio.
    Nello scorso campionato l’Inter ha subìto solo 2 reti da calciatori che mai
    avevano segnato in serie A, ovvero all’andata ed al ritorno con il Carpi,
    prima Di Gaudio, poi Lasagna. In questo campionato invece già 2 gol esordienti
    nelle prime 3 giornate, prima Rispoli poi Bahebeck.
    In 85 campionati di serie A è la settima volta che dopo 3 giornate l’Inter ha
    una differenza reti negativa.
    Pasquale.

  3. Questa volta tra goals mangiati e occasioni lasciate, portiamo a casa la pagnotta, purtroppo al prossimo giro non credo ci andrà così di lusso

  4. la nota positiva è che dopo il 2010 finalmente abbiamo i giocatori buoni. Ottima manovra in attacco, super Icardi, a me continua a ricordare Inzaghi, disastrosi dietro. Ma d’altronde la rosa è questa e si sa. Orrenda la prossima partita, ma che dirà molto sul nostro futuro. Una sola speranza: VDB scelga un 11 titolare ed insita su quei giocatori evitando l’errore del Mancio di cambiare ad ogni partita.

    • GLR è ovvio che con il cartello “lavori in corso” esposto fuori la prestazione come quella di ieri sera è giustificabile nonostante tutto (reti divorate e paratone di San Samir dopo i “soliti” buchi), il problema è domenica prossima che non ci troveremo davanti Verre, Benali e Caprari (con il massimo rispetto) ma Higuain e Dybala

  5. Temevo molto il Pescara perché aveva fermato il Napoli e messo in seria difficoltà il Sassuolo. Dotato di grande corsa, entusiasmo e organizzazione c’era il rischio di essere messi in grave difficoltà e pure perdere. In effetti hanno creato 7 occasioni nitide ma questa volta la fortuna (che ci era mancata col Palermo) ci ha dato una mano, al resto ha pensato il grande cinismo di Icardi! Sapevo che con la pausa per le Nazionali l’Inter non sarebbe migliorata e ora c’è pure la coppa e la juve…

  6. Vittoria soffertissima, ma voluta, grazie ad un ottimo Banega. Centrocampo poco dinamico e centrali di difesa da brividi (Murillo). Ora, magari, la partita che non ti aspetti contro una grandissima Juve.

  7. De Boer comincia a piacermi: ha l’espressione dell’uomo che sa il fatto suo e anche la squadra comincia ad avere una certa fisionomia. Certo mancano ancora equilibrio ed automatismi, ma è arrivato da un mese e oltre a dover trasmettere la sua idea di calcio ha dovuto lavorare anche sull’aspetto fisico. Strepitoso il primo gol di Icardi a dimostrazione che se assistito a dovere è un bomber di razza! Grande Handanovic in almeno tre occasioni. Buoni Banega e J. Mario, male Perisic e Candreva.

  8. Come col Palermo creato molto, il problema (è che problema) rimane buttarla dentro. Si migliora e sono convinto che l’inter sia più forte di Roma (bello far punti con rigori regalati. 4 rigori in 3 partite è record?) e Napoli. Joao mario mi pare un ottimo centrocampista, sa far tutto e tutto bene. Era difficile la partita di oggi ma dopo la juve il calendario si fa più semplice e possiamo recuperare sulle concorrenti

  9. Aldo Giuseppe Crotti // 12 settembre 2016 a 00:54 // Rispondi

    Finalmente la prima vittoria frutto in parte del netto miglioramento atletico! Positivo il triplice cambio al 75 minuto. Conclusione: La fortuna aiuta gli audaci ….
    P.S. Complimenti al Pescara che ha giocato per batterci senza ostruzionismi!

  10. Ad oggi credo che Roma e Napoli siano purtroppo ancora più attrezzate e collaudate di noi per gli altri 2 posti del podio. Ci vogliono tempo e continuità per raggiungere almeno il loro livello. Finalmente comunque una bella partita, a casa di una squadra che corre e che gioca anche bene a calcio. Migliorata la condizione fisica ed il gioco, nonostante i molti errori; ma non potrebbe essere altrimenti. Bene Banega libero da obblighi tattici. Partita che si sarebbe potuta anche perdere (De Boer dixit), ma che alla fine abbiamo portato a casa grazie e soprattutto al solito portiere “scarso” e al centravanti “sopravvalutato”!

  11. Speriamo che il vincere ci aiuti a vincere. Certo che la scarsità dietro si è subito dimostrata. Santon e D’Ambrosio hanno causato il gol, stando a guardare uno il lancio e l’altro il tiro.
    Contro la Juve sarà durissima, ma non fa testo, loro corrono da soli e tutti dovranno incontrarli, noi dobbiamo pensare a fare bene in EL.

  12. J. mario mi piace molto e Gabigol potrà essere un campione, ma questa squadra è stata costruita senza raziocinio: ci serviva un terzino forte alla B. Peres, un regista alla Biglia e un ala dx; abbiamo preso solo questa ed abbiamo in rosa 8 attaccanti e nessun centrale degno di questo nome come riserva. per questo motivo non mi esalto più di tanto, comunque mi sono divertito. Spero almeno che De Boer getta le basi di un bel gioco per il prossimo anno. amala

    • Mo’ andiamo avanti tutto l’anno con ‘serviva questo, serviva quell’altro’. Lo sappiamo tutti che la squadra non è completa, ma è la più completa degli ultimi 4 anni. Per te c’è l’editoriale precedente, dedicato agli alieni. Leggitelo…
      GLR

  13. Due cose positive: abbiamo vinto in rimonta ed abbiamo vinto nel recupero, due cose che da tempo non si vedevano. Buon segno per la volontà di far bene e per lo spirito di gruppo.
    Però il migliore in campo è stato Handanovic…la fase difensiva al momento è disastrosa, c’è molto da lavorare

  14. Difesa TUTTA da rivedere tranne il grande Handa. Ma d’Ambrogio un cross uno che sia utile lo farà mai????

    • Strano, di solito Handa è un problema per qualche competentone che, sempre più di rado grazie a Dio, transita da queste parti
      GLR

  15. STIAMO ARRIVANDO TREMATE 😀 😀
    Scherzo… ma in realtà ho visto tante cose buone a partire da jm a Banega… per finire al solito implacabile Icardi…
    Finalmente la palla comincia a girare con testa proprio grazie ai 2 nuovi cc.
    Andiamo avanti col ns precampionato… Pensando che le altre non aspettano…
    Ma la base c’è…

  16. l’inter era imbambolata dopo il gol subito, serviva una scossa e FDB l’ha data e ha vinto. Bene cosi. soffriamo in difesa perche’ non riusciamo ancora a cambiare mentalita’ (riconquista immediata del pallone e marcature preventive sono capi-saldi per De Boer, ma in Italia non si usano). Miglioriamo di partita in partita e anche se domenica dovessimo perdere (abbastanza scontata la sconfitta) non bisogna perdersi d’animo. Napoli e Roma corrono ma poi inizia la champion’s… dobbiamo crederci!!

  17. La mia impressione resta suppergiù la stessa. Abbiamo aggiunto qualità a centrocampo. E tanta, pure. Là davanti, posto che Candreva e Perisic fanno un lavoro di assistenza strepitoso, Icardi è troppo solo. E’ l’unico finalizzatore attendibile, e non va bene. Grava tutto su di lui. Inoltre, la difesa fa fatica, troppa fatica a registrarsi quando l’avversario occupa la nostra area. Il gol di ieri ne è simbolo chiaro e limpido. Spero che il reintegro di Ansaldi e l’avvento di Gabigol aiutino.

  18. Io dico solo che bisogna avere pazienza perché col gioco che fa l’Inter si rischia. Infatti le squadre avversarie, attaccano in grandi spazi, mentre noi abbiamo tutti i corridoi chiusi, nonostante il possesso palla. Qui deve lavorare De Boer. Poi, aspettiamo Ansaldi perché sulle fasce non abbiamo personalita’ e col tempo e la forma fisica i risultati verranno. Sono fiducioso.

  19. è ovvio che chiunque, non solo De Boer, farebbe fatica a venire a capo della gestione organizzazioni della squadra, inteso proprio come team che sta e che gioca insieme. Al di là di questo, noto una certa sufficienza e confidenza da parte di quegli uomini che invece sarebbero chiamati a dare ordine e sostanza alla nostra manovra (segnatamente Joao Mario, Perisic e Banega), vedi il gol che abbiamo subito ieri, nato dall’ennesimo passaggio effettuato con troppa sufficienza da Banega.

    • Joao Mario era alla prima partita, Banega, al di là dell’errore, ha toccato mille palloni ed è stato il migliore. Parole in libertà, come sempre..
      GLR

      • Banega per me e’ un grande acquisto, si vede che e’ un giocatore vero, poi considerando che e’ venuto gratis …
        Certo dobbiamo scoprire ancora Joao e Barbosa, pero’ dico che per quest’anno e’ il migliore acquisto.
        Non sarebbe male vincere in rimonta al 90esimo anche domenica!
        Vabbe’, sognare e’ lecito …

  20. Siamo sulla buona strada. Bravo De Boer. Giusta la posizione di Banega e finalmente ci sono miglioramenti su testa e gambe dei giocatori. Non facile vincere contro questo Pescara, è stata un’impresa importante. Sul reparto difensivo c’è ancora molto da lavorare, ma la squadra che non si era vista prima ora c’è.

  21. Ciao, spero che FdB apprezzi il fascino della Serie A. Dove lo trovi un campionato dove la mossa della disperazione la fai già contro il Pescara?

  22. Ohhhh…erano anni che non vedevo (anche se abbozzate) delle idee di gioco. Un inizio di marcatura preventiva,scambio stretto centrale per liberare l’uomo sulla fascia e cosi’ via…con un po’ di pazienza forse finalmente vedremo giocare l’Inter a calcio e non dover vedere un Frosinone prenderci a pallonate. come lo vedi un 442 con due punte e banega-jm in mezzo? sbilanciato?

    • Ora come ora si, visto che non han mai giocato insieme, più avanti si potrà fare…
      GLR

    • Nello Sporting Joao Mario giocava spesso centrocampista di destra in un 4-4-2
      Medel penso che alla fine ne giocherà molte.
      Quindi dalla cintola in su potremo vedere spesso una squadra come questa:
      J.Mario Banega Medel Perisic
      Icardi + seconda punta (G.Barbosa?)

  23. Onestamente non ci speravo più, una replica delle tante partite viste negli ultimi anni.
    Questa volta la fortuna ha aiutato l’audace FDB che, con una mossa mourinhiana, ha sconvolto gli assetti di entrambe le squadre.
    La difesa non è paragonabile al muro del settembre 2015, pur essendo la stessa; l’involuzione di Murillo, bevuto a più riprese da questo e quello, preoccupa.
    Vedo ancora poco dinamismo che ci ha portato a subire il primo gol permettendo troppo sulla nostra trequarti.
    Fiducia !

  24. Tu che rivedi la partita a freddo, puoi confermare l’impressione che il giro palla sia un po’ più veloce dello scorso anno? Segno di un centrocampo più tecnico che, forse, deve risolvere la questione Medel. Come vedresti Kondo al suo posto? Pur non essendo Maradona mi da l’impressione di toccarla un po’ meglio

    • Decisamente, ma anche perché c’è qualcuno più bravo quest’anno. Io un’idea per far giocare più o meno tutti quelli più forti ce l’ho, ma non è applicabile subito. Per il resto è giusto ci sia turn-over. Kondogbia ha un fisico diverso da Medel ed entra in forma più tardi. Sempre che ci entri in forma. Continuate a pensare ad un 11 di titolari fissi ma non c’è più da nessuna parte.
      GLR

      • vediamo se la tua idea di far giocare tutti i migliori insieme, è uguale alla mia.
        3-5-2 con miranda medel e murillo in difesa, a centrocampo da destra candreva, joao mario, banega, kondo (o brozo) e peresic, in attacco gabigol e icardi.
        ovvio che i due esterni di centrocampo dovrebbero cantare e portare la croce …
        ps. complimenti per la mezza di monza.

        • Grazie, ma sono tra i più lenti…ragazzi, è inutile avventurarsi in formazioni-tipo…lo so, è divertente, ma oggi il calcio è cambiato e in tutte le squadre si usano più uomini e moduli che in passato. Al 3-5-2, che ho proposto io stesso, ci si può arrivare per gradi e poi bisognerà vedere se funzionerà…oggi è ancora troppo presto…
          GLR

      • profeta Jose // 13 settembre 2016 a 10:10 // Rispondi

        per fa giocare i più forti a mio modesto avviso un bel 4-4-2 con murillo spostato terzino dx, ansaldi a sx, miranda e medel centrali di difesa, esterni candreva e perisic, in mezzo al campo Joao mario e banega, punte icardi e gabigol

      • non so se il mio pensiero è simile al tuo, ma pensavo ad un centrocampo di corsa e qualità con Brozovic e Joao Mario a comporre il pacchetto davanti alla difesa (ovviamente con licenza di inserirsi a piacimento, visto che entrambi hanno corsa) e Banega trequartista. Praticamente come a Pescara con Brozo per Medel.

  25. Solita partita dimagrante per cuori forti. Ho visto miglioramenti evidenti dal lato fisico. Joao da qualità lì in mezzo. Dietro si balla la rumba, secondo me ne mancano tre di livello lì dietro. Spero in Ansaldi almeno proviamo a toppare un buco. Saluto i capiscer che Icardi sa solo far gol e Handa non è bbuono e De Boer non sa di calcio. Per la Juve non siamo pronti. Speriamo nella garra. Amala

    • Paolo Assandri // 12 settembre 2016 a 13:09 // Rispondi

      Medel unico insostituibile, piuttosto si può pensare a Brozovic, ma Kondogbia, a meno che si dia una sveglia al momento impronosticabile, farà la panchina, e crescerà. Alla Juve non mi pare che Pjanic e Mandzukic si lamentino di scaldare la panca.

  26. Continuo a sostenere che non si può giudicare nè una vittoria nè una sconfitta. Inter “in fieri”, e non può essere altrimenti. Si può però constatare… ad es. che è andata di lusso ma che ce la siamo meritata (gol come l’1-1 sono semplicemente da cineteca), grazie anche a FdB (disperazione o tattica?) con l’idea del triplo cambio.
    Constatare che la Juve di noi farà polpette. :-) Dietro non esistiamo, Murillo è un palo. Spero di sbagliarmi, ma 6 giorni son pochi per sistemare le cose in difesa.

  27. La vedo così: ottimo Pescara che ha ben limitato Banega lasciando che fosse Medel, l’anello debole del centrocampo, a impostare. Con il triplo cambio Banega è stato arretrato e ha potuto liberare il suo gioco: al suo posto, a turno, Eder e Jovetic, hanno fatto il trequartista tenendo impegnata la difesa. Non è stato un caso se in questo modo abbiamo costruito almeno 4 occasioni da rete in 15 minuti (complice anche il calo del Pescara), ma questo fa pensare sul centrocampo.

    • Paolo Assandri // 12 settembre 2016 a 13:14 // Rispondi

      Le partite sono una diversa dall’altra, non mi stupirei se con la Juve finisse 0-0. Contro squadre come il Pescara devi sbilanciarti per forza, perché se no rimabalzi contro una doppia linea chiusissima, contro grandi squadre o fai la partita tattica o se te la giochi alla pari anche loro rischiano (vedi partita coppa Italia, o col Napoli), perché nell’uno contro uno Bonucci, Chiellini, Koulibaly non sono fenomeni. La loro forza è difendere di squadra, dovremmo esser bravi a sbilanciarli.

  28. Io sono ottimista FDB sta cercando, partita dopo partita, di far giocare la squadra secondo le sue idee e sembra che la squadra lo segua.

  29. Medel, assolutamente indiscutibile per quello che ci mette, andrebbe lasciato come difensore centrale e non direttore d’orchestra del centrocampo. Un po’ come se nel milan di ancelotti fosse stato gattuso ad giostrare il gioco (anche se non era un difensore) e non Pirlo.
    Su questo bisognerà lavorare a fondo, cercando anche di capire Kondogbia che continua ad essere un “oggetto misterioso” (ieri penso che non giocato principalmente per il normale ritardo nella condizione dovuto alla sua stazza)

  30. Buona partita, coraggioso e sfrontato de Boer, mi piace! Il tasso tecnico è salito e di parecchio. Basta lamentarsi, contano i fatti e i tre punti!

  31. Finalmente, dopo 4 o 5 anni, vediamo giocare a calcio!!!! Evviva! Evviva Banega che sbaglia qualche passaggio perchè prova a verticalizzare (se preferite Medel e Ranocchia che fanno scambi a 5 mt in orizzontale… e sbagliano comunque…). Evviva Joao Mario che è entrato che sembrava non capire nemmeno dove fosse ma poi è cresciuto e ci ha dato un saggio di quello che potrà fare. Evviva vedere, al di là degli schemi che verranno, giocatori capaci di far girare la palla in modo rapido. Evviva!
    JB

  32. La qualità quest’anno soprattutto in mezzo c’é, e ieri sera ha cominciato a farsi vedere. Se poi anche Brozovic lascia perdere i mal di pancia e mette la testa a posto, anche lui diventa utilissimo. Frank, non é un pirla, e ieri sera, in ogni caso, ha mostrato coraggio e voglia di vincere senza paura con i 3 cambi, un bel segnale alla squadra. E lo dico da subito, con la Juve faremo una buona partita, sicuro, magari non si vince ma non si sbraca.

  33. Paolo Assandri // 12 settembre 2016 a 13:06 // Rispondi

    Questa squadra ha difficoltà a trovare marcatori. Ciò dipende dal fatto che gli esterni offensivi non sono così offensivi, ma idonei anche (per esempio) a giocare in un 3-5-2 o in un 4-4-2; questo modulo è interessante, ma nessuno mi leva dalla testa che in serie A, senza schierare almeno due punte è difficilissimo concretizzare la portata del gioco creato. Jovetic, Gabigol e Palacio devono trovare spazio.

  34. non capisco tutte le critiche sui giornali a J.Mario e Banega. Io ho trovato che abbiano fatto una ottima partita, aldilà della condizione atletica migliorabile. In fase di palleggio e personalità hanno tutto un altro spessore rispetto agli interpreti dello scorso anno.

    • Bah, io non leggo neppure le pagelle dei giornali. Nelle serali si fanno al 20° della ripresa perché devi scrivere di corsa e non guardi più il resto della partita
      GLR

  35. Molto bene. La reazione di Oddo al raddoppio di Mauro, però, mi fa un po’ pensare: sembrava che avesse perso la Coppa Campioni, cioè l’occasione della vita.
    Questo perché negli ultimi anni abbiamo dato spesso l’impressione di poter essere battuti da chiunque, anche dall’ultima provinciale che, nonostante la nostra grandiosa bacheca, ci ha spesso affrontato con troppa sfrontatezza.
    La partita di ieri dovrà essere il segnale dell’inversione di tendenza.
    Claudio – Parma

  36. Claudio Fusco // 12 settembre 2016 a 13:31 // Rispondi

    Quante squadre, in Italia, possono fare tre cambi e inserire in corsa gente del calibro di Palacio, Jovetic ed Eder? E chi ha esterni di attacco forti come Candreva e Perisic? Quando recupereranno Nagatomo (Non capisco perché sempre massacrato, uno che corre come un pazzo senza risparmiarsi mai) e Ansaldi, De Boer avrà sicuramente la più forte Inter degli ultimi anni.

  37. L’organico è all’altezza di quello della Roma, quindi non possiamo che migliorare nel tempo. Il vantaggio di avere molte opzioni in attacco fa la differenza in certe partite dove occorre vincere a prescindere, come ieri. Forse manca un altro difensore che probabilmente arriverà a gennaio. Ora il punto centrale è individuare il modulo di riferimento su cui impostare la squadra. Con gabigol in campo potrebbe non essere il 4-3-3. Chissà De boer cosa sta meditando…..

  38. Evviva! Abbiamo vinto contro un buon pescara ma soprattutto la ns squadra ha fatto delle azioni di calcio. E’ solo l’inizio ma diamo fiducia al buon FdB. L’unico neo sono i due terzini di fascia e medel
    Speriamo in bene e magari di battere (anche di culo) i gobbi

  39. Bene il risultato; per il resto continua la fase di apprendimento da parte dell’allenatore. Non mi stupirei di vedere, anche quest’anno, una formazione diversa ogni domenica; non è facile trovare il modulo giusto x far giocare insieme tutti questi centrocampisti/attaccanti.
    A turno, secondo me, dovranno stare in panchina uno fra Kondogbia/ Medel/ Perisic/Candreva per non parlare di Jovetic/Brosovic….
    A centrocampo a Banega e Joao Mario non rinuncerei mai (almeno per ora).

  40. Con l’imminente rinnovo, ieri sera mi sarei aspettato più l’inserimento di Brozovic piuttosto che di Jovetic. Credo sia da utilizzare un pò di più ma ho paura che non sia ritenuto compatibile con gli altri nuovi arrivi. Spero abbia trovi maggiore spazio.

  41. Nonostante eh..ma Pjanic e’ un altro pianeta….Icardi non fa I goals di Highuain, nonostante FDB non sia toscano, nonostante 4 rigori a favore, li vediamo in due campionati, nonostante I nostri terzini siano ammirevoli..e stop…con quella faccia un po’ cosi’..quell’espressione un po cosi’….si comincia a giocare a calcio, continuiamo a costruire, e pian piano torneremo ad essere una squadra..

  42. Gianluca, tu che sei dell’ambiente, mi spieghi perchè han voluto far fuori Santon? Noto alcune sue sviste, per il resto è un buon terzino ma è troppo tartassato dalla stampa (che poi a me non interessa della stampa, però è evidente il loro accanimento).

    • Ma nemmeno tanto, dài…c’è chi sta peggio…questa è la settimana di Murillo, tra giornali e tifosi dell’Inter. Santon è una delle tante promesse non mantenute, anche se comunque coi tempi che corrono in rosa ci può pure stare…
      GLR

  43. Gianluca, sei sempre acuto e mai banale quando tratti di Inter ma, da un po’, perdi troppo tempo a rimbeccare i soliti, inguaribili Geremia nerazzurri. Con loro il dialogo è battaglia persa: sono autoreferenziali e non educabili per cui, replicando loro, sottrai tempo ai tuoi veri lettori/ascoltatori. Ti prego, “non ti curar di loro” ma commenta e scrivi…

    • Hai assolutamente ragione ma a volte mi diverte far incazzare qualcuno che si offende perché lo definisco tifoso da poltrona…che poi mica è offensivo: è bellissimo…io stesso a volte sogno: poltrona, frittatona di cipolla e rutto libero…e se la moglie ti passa davanti tre o quattro volte di fila e ti parla continuamente la butti giù dal balcone come fece l’ex pugile Monzon proprio mentre stava guardando una partita! (ovviamente sulla moglie sto scherzando!!!)

  44. Per ridere: Tardelli (e già qui ci sarebbe da sbellicarsi..) ieri sera criticava De Boer per aver messo Medel davanti alla difesa. Dunque abbiamo capito che Mazzarri, Mancini e De Boer sono degli incompetenti, mentre Tardelli è un genio incompreso della panchina.
    Amala!

    • Chi non allena più dai tempi del Lombardo-Veneto oggi va in tv e qualcosa ad effetto la deve dire, altrimenti non lo chiamano più. In RAI, per la freschezza che vedo in alcune trasmissioni, credo siano convinti che si assegnino ancora due punti a vittoria.
      GLR

  45. un po’ di fortuna (era ora). La cosa più importante è che mi sembra già di intravedere un’identità di squadra e comunque mi sembra che i giocatori (compresi i terzini, con i propri limiti) cercano di mettere in pratica le idee di gioco del tecnico. Considerando il ristretto periodo di tempo in cui ha lavorato FDB, c’è da essere soddisfatti.

  46. La difesa non è da registrare ma è da cambiare. Almeno 3 elementi.

  47. sono felice per il risultato e soprattutto perché comunque si è visto un netto miglioramento rispetto alle due partite precedenti. Segno che la strada è quella giusta. Appena ho visto i tre cambi in contemporanea ho pensato anche io “questo ha le palle”. Poi se avesse perso non ti dico. Comunque per ora va bene. Sempre complimenti a te

  48. Come si diceva di Ganz, si può dire lo stesdo oggi di Icardi: el segna semper lü. Il problema è che sta segnando solo lui. Comunque, portiamoci a casa questa prima vittoria e vediamo se riuscirà a dare un po’ di morale ai ragazzi, perché nel calcio conta anche questo.
    Ora ci tocca la squadra che non ha più vere rivali in Italia da un quinquennio (perché a parer mio le uniche degne e reali concorrenti della Juve restano le milanesi); chi tifa Inter chiede grande impegno. E anche un po’ di…

  49. DI CEGLIA MAURO // 12 settembre 2016 a 15:38 // Rispondi

    Condivido la tua opinione in toto tranne sul fatto che ICARDI sia un fenomeno.
    Per me trattasi di un buon giocatore, altrimenti i vari CRESPO, CRUZ, MILITO ecc. ecc. cosa erano?
    Scusate ma era d’ obbligo.

    • Anche Alessandro Manzoni e Giacomo Leopardi scrivevano molto meglio dei romanzieri e poeti di oggi…i tempi cambiano e i fuoriclasse di oggi probabilmente solo dieci anni fa non lo sarebbero stati.
      GLR

  50. Non ero preoccupato dopo le prime due, non mi lascio andare a facili trionfalismi ora. Semplicemente ci vuole una cosa: pazienza, e lasciare lavorare in pace De Boer senza dargli addosso come molti tifosi (ma anche giornalisti) fanno, come da buoncostume italiota. Questa è l’Inter più forte dal dopo 2011 (anno di Benitez/Leonardo in cui gli altri ancora ci temevano). Manca solo da sistemare i terzini (D’Ambrosio, Nagatomo e Santon purtroppo non all’altezza), ma pian piano si farà anche questo.

  51. L’ unica vera novità positiva è l’aver lasciato in panca Kondogbia . Cosa che credo accadrà spesso in campionato. Per il resto i difetti sono quelli dell’anno scorso: sempre grappoli di occasioni da gol lasciate agli avversari

  52. Dopo Inter Palermo avevo scritto che a Banega occorreva spiegare che perdere palloni sanguinosi sarebbe costato caro….ieri lo ha rifatto e abbiamo preso un altro gol…lungi dal voler avanzare dubbi sulla qualità del giocatore, però se l’avesse fatto il Kondo sarebbe venuto giù il mondo….work in progress, ma molto in progress….

  53. pietro spennacchio // 12 settembre 2016 a 19:52 // Rispondi

    – Orrico continua a criticare de boer perchè, a suo dire, in quanto straniero, non può capire la complessità tattica del campionato italiano?!?!? ma perché nessuno gli ricorda le figure barbine da lui rimediate, nonostante le approfondite conoscenze delle italiche complessità?!?!?
    – Balotelli azzecca una partita dopo 3 anni e oggi rilascia dichiarazioni per cui vincerà il pallone d’oro in due anni: ma ci è o ci fa?

    • Io invidio sempre la gente che ha tempo di ascoltare tutti…io ormai alcuni manco me li filo e non li considero per nulla attendibili né tantomeno ormai significativi…Mi riferisco più a Balotelli che ad Orrico, il quale ormai siede in poltrona dallo scorso millennio e fa il suo mestiere di opinionista, ossia bacchettare più o meno ogni allenatore di questo millennio…Mancini, de Boer….la lista è lunga…
      GLR

  54. Icardi come al solito segna, ma non è capace di fare salire la squadra non sa creare spazi per i compagni. Perisic e Candreva dovrebbero cercare di accentrarsi qualche volta per lasciare spazio ai terzini, come hanno fatto palacio e jovetic. Ottimo Banega, buona la prima di joao Mario. Avanti così!

  55. Vincere in rimonta è un segnale importante, FDB ha fatto vedere di avere le palle speriamo…..Santon purtroppo non ho ancora potuto vederlo e quindi giudicarlo, qualche settimana fa non passava le visite mediche ora è titolare non sarebbe male ritrovare il primo Santon con buona pace di Mancini

  56. E’ evidente che si sta amalgamando una squadra di classe con qualche lacuna laterale.
    Ci siamo, battagliare e soffrire.

  57. mario colonia // 12 settembre 2016 a 22:00 // Rispondi

    sono della tua idea sul 352 ma la base la farei a 4 con candreva-ansaldi terzini.oppure murillo a sin e medel centrale.si parte a 4 sul giro palla per allargare il gioco,poi quando avanza candreva il terzino sin resta fermo e perisic si allarga.
    cosa abbiamo da perdere con candreva terzino? ne abbiamo presi un bus e nessuno buono medel rallenta la partenza dell azione e i 2 esterni non hanno lo spunto sul breve e pochi gol, cosi’icardi resta troppo solo. serve inventarsi qualcosa e spero in deboer

  58. La sensazione è che, indipendentemente dal modulo tattico, si fatichi a fare gol. Se escludiamo Icardi, in attacco c’erano Candreva, Perisic, che difficilmente raggiungono 10 gol a stagione, e i centrocampisti Banega e Mario, ottimi per gli assist, ma con poca confidenza col gol. Credo che FDB darà piu spazio ad una punta vera (Eder/Gabigol) da affiancare a Icardi, perchè senza centrocampisti che si inseriscono e vanno al tiro (Brozovic) siamo troppo prevedibili. Con la Juve mi aspetto sorprese.

  59. se contro la Juve giochiamo con la stessa squadra di domenica sera, perdiamo di goleada.

  60. Forse non è stato possibile arrivare all’inserimento di un grande difensore oppure, come si dice, un frangi-flutti davanti alla difesa? mi sembra che chiunque si presenti davanti al portierone sloveno in un attimo.

  61. E’ stata una bella partita, non sembrava neppure serie A.
    Abbiamo vinto in una serata in cui non hanno girato Perisic e Candreva e anche Banega non ha brillato per piede. Vuol dire che siamo profondi e con alternative. Mi spiace vedere Palacio ridotto così: ci mette l’anima, ma, come molti attaccanti argentini (Crespo, Batistuta, in parte Milito), è invecchiato di colpo.
    Invece Eder è sempre stato così, e continuo a chiedermi cosa ci veda chi lo apprezza. Ma spero mi faccia rimangiare tutto.

  62. Ciao GLR per me bisogna dar tempo al Frank è qui da un mese, almeno 6 mesi li diamo?!? :-) l’unica cosa che vorrei dirgli è: “gioca più coperto!” nel paese delle ripartenze, chi vince ha sempre una difesa d’acciaio, il 4-3-3 per me non va per gli uomini che hai in rosa centrocampo soffre e la difesa, da registrare, ne risente, per domenica sfavoriti 100% ma magari… opta per 4-4-2 e creiamo disturbo a tutti…cmq c’è parecchio da lavorare ciao Iena

  63. Confortante il cambio finale. Ora si continui…

Lascia una risposta

Le 4 regole del commentario:
1. Siate educati: i commenti ad personam saranno ignorati
2. Scrivete in italiano, il congiuntivo non è una malattia degli occhi!
3. Non è una chat: se volete conversare tra voi, io che ci sto a fare?
4. La lunghezza del commento non può superare i 500 caratteri (spazi compresi)
Viva l’Inter!


*

 caratteri disponibili