22C: Milan-Inter 3-0

MARCATORI: Alex al 35′ p.t.; Bacca al 28′, Niang al 31′ s.t.
MILAN (4-4-2): Donnarumma; Abate, Alex, Romagnoli, Antonelli; Honda (dal 44′ s.t. Boateng), Kucka, Montolivo, Bonaventura; Niang (dal 34′ s.t. Balotelli), Bacca (dal 40′ s.t. Bertolacci). (Abbiati, Livieri, De Sciglio, Calabria, Simic, Zapata, José Mauri, Poli, Menez). All. Mihajlovic.
INTER (4-2-3-1): Handanovic; Santon, Miranda, Murillo, Juan Jesus; Medel, Brozovic; Perisic (dal 33′ s.t. Felipe Melo), Eder, Ljajic (dal 42′ s.t. Alex Telles); Jovetic (dal 19′ s.t. Icardi). (Carrizo, Berni, Nagatomo, D’Ambrosio, Gnoukouri, Kondogbia, Palacio, Manaj). All. Mancini.
ARBITRO: Damato di Barletta.
NOTE: Spettatori 77.043, incasso 3.294.812 euro. Espulso al 5′ s.t. il tecnico dell’Inter Mancini per proteste. Ammoniti Jovetic e Kucka per fallo di mani; Alex e Balotelli per gioco scorretto. Recuperi: p.t. 1′; s.t. 3′.

Diciamolo subito: due 0-3 da Juve e Milan in tre giorni sono terribili per qualunque tifoso, ma quello nel derby è molto più grave di quello patito dalla Juve che è nettamente superiore e vince sempre. Come dicevo da novembre il campionato ha preso la forma che mi aspettavo: Juve e Napoli giocano il loro, poi le altre per il terzo posto.
Capitolo Mancini: ora si, dati alla mano, che il tecnico dev’essere messo alla berlina, che non vuol dire, lo ripeto per i forcaioli, cacciarlo ad ogni partita. Lo volevano cacciare anche prima, quando classifica alla mano aveva comunque dimostrato, al di là di alcune scelte discutibili, di avere in mano la situazione. Ora va bene tutto, tenendo presente che a fine stagione potrebbe essere lui a togliere il disturbo. Adesso Mancini ha perso serenità ed è tornato a comportarsi come quando giocava, ma allora aveva 25 anni. Il peggiore nel derby è stato proprio lui. Ne ha combinate di ogni: oltre al scelte di formazione stavolta davvero discutibili, ha litigato con l’arbitro per un episodio che lui stesso non può aver visto bene dalla panchina, facendosi stupidamente cacciare a inizio ripresa, se ne è andato con un dito medio alzato verso i tifosi milanisti tutt’altro che da lord della sua amata Inghilterra, ha usato un brutto linguaggio a fine partita (“questa è una stronzata”, “cagate”) ad una domanda di Mediaset, che seppur non proprio intelligente e forse pure provocatoria, ma chi non ne ha fatte, ha però drammaticamente rivelato tutto il suo nervosismo. Tutti segnali di un uomo che in questo periodo ha sorprendentemente perso serenità e che nemmeno i suoi detrattori più feroci potevano immaginare. Ovviamente ora qui ci sono quelli che avevano già capito tutto: peccato che nessuno di questi abbia mai messo un piede ad Appiano Gentile, dove la situazione fino a tre settimane fa era assolutamente tranquilla e ve lo dico per esserci stato. Chi è cronica racconta le cose come stanno, non come dovrebbero piacere a qualcuno. Qui dev’essere successo qualcosa di molto serio, nella testa del tecnico. Ultimamente Mancini ha comportamenti che non sono da lui, perlomeno come tecnico che ho conosciuto bene per 5 anni. Passi una volta, due, a chi è non capitato di essere nervoso per un periodo della sua vita? Ma qui ho paura che si sia oltre. Forse per cose extracalcistiche o forse perché sta meditando, lui per primo, di andare a fine stagione a lavorare altrove.
Il derby, che l’Inter tutto sommato aveva cominciato con un buon piglio, con una discesa e un colpo di testa sbilenco di Eder su cross di Juan Jesus, unica cosa buona della sua partita, si è sbloccato quando sembrava che l’Inter stesse per tirar fuori la sua qualità dei suoi uomini migliori, a dieci minuti dall’intervallo: quello di Alex, saltato più in alto di tutti, per le statistiche è il primo gol subito di testa dalla difesa nerazzurra in tutto il campionato. La frittata sul cross di Honda l’han fatta i due esterni che Mancini ha schierato a sorpresa, Juan Jesus e Santon, che fino a poche ore prima secondo radio-mercato stava per essere ceduto in extremis. Tra le altre scelte, non ho capito Jovetic anziché Icardi, proprio ora che è arrivato Eder. Ma queste sono cose di campo, laddove Mancini per primo ha deciso di non restarci
Infatti, nella ripresa, dopo soli cinque minuti, Donnarumma è andato col liscio innescando Eder: sull’uscita disperata ha toccato la palla con la mano mentre Eder è finito giù: da regolamento sarebbe punizione a due in area, non rigore. Damato però non ha fischiato nulla e Mancini lì è colpevolmente sbroccato, ritrovandosi anzitempo out tra un ‘ridicolo’ e un ‘bravo’ con il derby ancora tutto da scrivere. Quel che è più grave è che l’Inter è rimasta senza guida tecnica. Icardi, lasciato troppo a lungo in panchina, anche perché Jovetic di questi tempi non ne prende una ed Eder è lì proprio per assecondarlo, è finalmente entrato cambiando subito l’incedere della gara: alla prima occasione ha impegnato Donnarumma dopo un filtrante di Ljajic. Sulla respinta è stato steso da Alex. Rigore netto, ma Icardi lo ha scaricato sul palo. E’ stato il segnale che sarebbe finita molto male, perché da lì l’Inter si è ulteriormente sbilanciata ed è stata colpita sulle ripartenze due volte in pochi minuti da Bacca e da Niang . Game over. In un mese è stato sprecato tutto il lavoro del 2015.
Ma ora la domanda è un’altra: cosa ha tolto serenità all’Inter e, soprattutto al suo tecnico fino al punto di perdere in malo modo un derby da un Milan che stava dietro 8 punti in classifica e che non piace nemmeno i suoi tifosi? Il Milan non è la Juve e l’Inter, al di là delle risapute lacune a centrocampo, sulla carta ha uomini migliori, ma Medel e Brozovic hanno sbagliato gli appoggi più semplici e perso palle incredibili: segno che non sono più tranquilli nemmeno loro. Ci sta ogni tanto di non riuscire ad essere all’altezza contro squadre tecnicamente inferiori, ma non per un periodo così lungo. Se non ci sei con la testa, qualsiasi partita diventa pericolosa e qualsiasi obiettivo diventa proibitivo. Dalle crisi si esce prima di tutto con la volontà, a patto di essere sul pezzo. L’Inter oggi, a cominciare dal suo tecnico, sta pericolosamente dimostrando di non esserci. Ora è crisi vera, vera e nera.

Highlights
6′ Cross di Juan Jesus e clamoroso errore di testa di Eder
16′ Diagonale di Bonaventura devia handanovic
34′ Sul cross di Abate Miranda anticipa Honda
35′ 1-0 Cross di Honda, Alex sovrasta Santon e insacca 
43′ Donnarumma anticipa Perisic, Jesus per Jovetic che di testa gira alto a porta vuota
50′ Donnarumma svirgola e poi abbatte Eder. Per Damato alla fine non c’è nulla
70′ Icadi steso da Alex in area. Rigore di Icardi sul palo
73′ 2-0 Contropiede Milan: cross di Niang e gol di Bacca
76′ 3-0 Contropiede Milan: Bonaventura innesca Niang che al secondo tentativo batte Handanovic 

217 Commenti su 22C: Milan-Inter 3-0

  1. Mancini ha perso la bussola, col Carpi Montoya oggi Santon tu dici che lui li vede in settimana, purtroppo noi li vediamo in partita. Questa squadra e solo gran confusione come quella che regna nella testa del mister.

  2. Mauro Cozzi // 1 febbraio 2016 a 00:05 // Rispondi

    Tutto incomprensibile dalla formazione al l’atteggiamento in campo e fuori.Qualcosa si è rotto. Dura. E mi fermo qui.

  3. Pasquale Somenzi // 1 febbraio 2016 a 00:08 // Rispondi

    Alla trasferta numero 101 di campionato per Mancini alla guida dell’Inter è
    arrivata la prima sconfitta con 3 gol di scarto e si è interrotta la striscia di
    14 trasferte di campionato consecutive sempre a segno. Curiosamente
    l’ultima trasferta a secco era stata Sampdoria-Inter nello scorso campionato
    e quindi con lo stesso allenatore avversario.
    Segnalo 2 curiosità: nonostante a fine gennaio non c’è sosta di campionato,
    l’Inter non giocava partite ufficiali il 31 gennaio dallo scorso millennio.
    Anche se sconfitta, l’Inter rimane in classifica davanti al Milan per la 61a
    giornata su 86 di presidenza Thohir. Sicuramente resterà davanti anche per
    la 62a su 87, poi…si vedrà.
    Pasquale.

  4. Prima della partita ero assai piu’ fiducioso.
    Se non riusciamo ad avere stimoli prima di un derby dopo gli ultimi risultati negativi divento pessimista.
    Giocatori stanchi e demotivati. Urge una sveglia!

  5. Cambiare tutto per non cambiare niente? Mi sembra di assistere a un film già visto con un finale poco conveniente per tutti: allenatore, società e noi tifosi. Credo che lo si possa dire senza passare per gatti neri.
    Faccio notare che il significato del dito medio sotto stress ai tifosi non credo sia tanto dissimile da quello fatto sotto stress da Sarri precedentemente. Quindi seguendo il ragionamento del tecnico di Jesi, non dovrebbe più allenare anche lui? Ci vuole poco a rigirare certi ragionamenti.

  6. La reazione di Mancini mi ricorda gli sfoghi di Lippi e Benitez….o mi sbaglio?

    • Erano situazioni diverse. Qui è più grave anche perché Mancini è molto più coinvolto in prima persona degli altri due
      GLR

  7. Confusione, nervosismo, paura che qualcosa ti stia sfuggendo dalle mani. L’unica cosa che ti salva è il gioco e purtroppo l’Inter non ce l’ha……vogliamo dire qualcosa di Jesus esterno? Di medel alla pirlo? Di santon che non giocava da tre mesi? Di icardi in panchina? se dopo un anno il mancio non ha capito cosa serve a questa squadra ….beh!!! Ha ragione mihailovic quando parla di figurine panini…..troppi acquisti.

  8. Questa sconfitta brucia molto non solo perché si è perso contro un Milan normale, ma specialmente per un Inter che ha fatto ben poco per poterla vincere. Mancini sta perdendo a poco a poco il controllo della situazione. Ultimamente è un po’ troppo nervoso

  9. Stasera Sky ha mostrato il numero di passaggi sbagliati del Napoli: 230 in tutta l’andata. Mi piacerebbe sapere la percentuale di passaggi sbagliati dell’Inter: temo sia a fondo classifica della A. Spero che sia una questione di condizione, perché di ritorno dal Medio Oriente perdiamo tutti i contrasti e sbagliamo troppo. In ogni caso, se non tiriamo in porta il 3 posto non arriva. Spero cambi il vento, stringiamo i denti e giochiamo da Inter. Amala

  10. Mancini psicologicamente fragile, lo so io, lo sai tu e lo sa pure Sarri….
    Prendiamo altre 3 pere da uno dei Milan piu’ brutti di sempre ed e’ colpa degli arbitri, dito medio ai tifosi Milanisti e scurrile durante le interviste. Non credo questa sia la guida tecnica e carismatica sulla quale basare un progetto a lungo termine. Indifendibile. Predica bene (in Inghilterra nessuno si permetterebbe…) e razzola male. Con Moratti sarebbe alla porta, con Thohir? Tristezza

    • Thohir non credo che cambi allenatori come camicie, per carattere…Ma lo conosco ancora troppo poco…Tutti lo conosciamo ancora troppo poco
      GLR

  11. Paolo Assandri // 1 febbraio 2016 a 00:34 // Rispondi

    le squadre devono anche saper perdere, Mancini ha dei comportamenti narcisistici ridicoli per un signore di Cinquantanni. scopre oggi che allo stadio ti insultano? crollo di gennaio a cui non so dare una spiegazione, ora gennaio è finito speriamo pure la crisi (isterica) dell’inter

  12. Cosa intendi per “qualcosa in più?” Mancini protestava per un errore arbitrale…E non era il primo. Fin lì la partita era equilibrata, anzi meritava di più l’Inter. Poi é arrivato il fenomeno icardi che ha sbagliato il rigore e tutto é andato a rotoli. Manca carattere, manca qualcuno che abbia davvero a cuore l’Inter. Ognuno gioca x sé, non corrono, non si aiutano. L’unica cosa che mi consola é che è una squadra giovane. Spero cresceranno pian piano. L’inizio grandioso forse non ha fatto bene

    • Mancini non è più lui e se lo dico io puoi credermi. E non solo in campo, anche fuori. Ci sono proteste e proteste, risposte e risposte. Speriamo torni in sé in fretta.
      GLR

  13. io ti ho scritto molte volte (dicendo anche qualche scemenza), ma mai e poi mai ho parlato di giocatori e formazioni (non ci capisco molto). Ma stavolta ho visto anch’io nel primo tempo Eder e Perisic buttare nel mezzo del deserto di una scarsissima difesa, quella milanista, palle a raffica e nessuno era li’ a raccoglierle….Icardi in panchina l’ho capito poco, pochissimo (al di la’ del rigore). Forse hai ragione, Mancini ha qualche problema…che umiliazione pero’. Pazienza..Grazie

    • La penso come te. E prima ancora della formazione, incredibile che non ci sia uno in grado di battere un corner decente da agosto
      GLR

      • Guido Villa da Samobor (Croazia) // 1 febbraio 2016 a 21:24 // Rispondi

        Quella dei corner l’ho notata anch’io. E quando ha segnato il Milan, mi sono detto: così si batte un corner. I corner con il passaggio al compagno vicino, subito chiuso, non servono a niente. Tanto vale dare subito la palla al portiere avversario affinché batta da fondo campo. Quanto a Mancini, che fosse fuori fase lo si era capito anche dalla sua reazione a Napoli, sopra le righe nonostante la bassezza degli epiteti di Sarri. Comunque, nonostante la crisi nera, siamo ancora vicini al 3° posto.

  14. Ahia se hai questa impressione, stiamo freschi. Comunque dopo il triplete non avevo (quasi) più nulla da chiedere come tifoso. Però non pensavo di tornare a soffrire così e fare ancora queste figure barbine. Qualsiasi commento sarebbe superfluo, serrare le fila e cercare di ottenere il max da questo gruppo (forse 3 posto). Ora è inutile scagliarsi contro tizio o caio. Ciò che mi demoralizza davvero è il gap che c’è con le grandi d’Europa che allo stato attuale vedo incolmabile anche nel lungo periodo.

  15. Ciao Glr, questa partita penso che ci abbia definitivamente ridimensionato al vero traguardo della stagione, ossia il terzo posto. Nessun dramma fin qui, però ti chiedo. Su cosa lavorare per per tornare a fare risultati? Come mai secondo te quest’anno la squadra fa così tanta fatica a segnare? Capisco che ci siano stati tanti acquisti ma la mia impressione è che quelli che sarebbero dovuti essere giocatori di qualità vedano poco la porta. Sbaglio? Che ne pensi tu? Forza Inter sempre e comunque!

  16. L’impressione è che il famoso ciclo di 3 anni che tu auspichi purtroppo non si realizzerà; cos’ha per la testa Mancini? Problemi personali, proposte di lavoro allettanti, rottura con lo spogliatoio? Questa squadra non gioca diversamente da quella di Mazzarri, e quella faceva davvero schifo.
    Inoltre sta macchiando la sua immagine in modo indecoroso con queste sceneggiate e reazioni.
    In campo vorrei qualcuno che giochi per la maglia oltre che per contratto, ma questa è una fissa mia.

  17. Povero Eder e’ finito con l’allenatore piu’ scarso d’Italia. Basta, finche’ c’e’ Mancini non guardero’ piu’ l’Inter. E dire che e’ il piu’ pagato di tutti. Un anno di Inter piano piano sta distruggendo la squadra. Dia le dimissioni se ama l’Inter.

    • Beh, comunque tu stai andando il buon esempio dimettendoti da tifoso. Mancini, come praticamente tutti in questo Paese, non lo farà. Torna all’Inter quando ci sarà il prossimo allenatore. Magari prima di quanto credi.
      GLR

  18. In 4 giorni abbiamo preso 6 sberle da Juve e Milan. In 6 mesi non abbiamo né un 11 titolare e né uno schema. In 1 anno abbiamo cambiato 15 giocatori.
    Per me, che ho sempre creduto in Mancini, sono numeri che fanno molto male. Pensavo che solo lui ci avrebbe riportato in alto.
    Non so quando questa Inter riuscirà ad uscire dal tunnel che ha imboccato dopo il Triplete, forse ci vorranno parecchi anni e sottolineo forse.
    Per me se fallisce pure Mancini non saprei nemmeno a quale santone votarmi.

  19. o mancini è diventato scemo tutto a un colpo o ha perso la bussola: se soffri serve solidità, no togliere centrocampisti e mettere giocatori fumosi: 442 Icardi-Palacio/Eder e Telles-Perisic fasce
    Brozovic ha stancato: un mese che non fa un passaggio giusto e ha si incazza pure con Murillo, da sberle
    togliere centrocampisti e mettere punte ha senso se poi in area c’è qualcuno
    per rispetto di Handa vendiamolo, non è giusto si sputtani la carriera a giocare con gente INDEGNA

  20. Una cosa mi sembra che sia più che evidente, Mancini é in stato confusionale e non sa che pesci prendere.

  21. Marco Ferrara // 1 febbraio 2016 a 01:20 // Rispondi

    Tra Juve e Milan bella settimana eh! Di eventuali problemi personali di Mancini non posso ovviamente sapere cosa, ma guardando il campo, temo la squadra stia pagando i continui cambiamenti di uomini e schemi, prima punto di forza, ora boomerang. L’Inter ha bisogno di normalità…

  22. C’è che forse al mancio è scappata di mano la situazione e che ora sta pensando ad una via d’uscita? tanti giocatori soffrono di una fragilità mentale devastante tanti sbagli sono stati fatti..in primis fascia di capitano ad icardi scelta avallata dallo stesso allenatore credo, e poi i cambi di formazione e poi gli attacchi ai singoli giocatori buio completo eppure l’inter è tranquillamente superiore al milan ma perché il mancio mette tutti quegli attaccanti se ora non puç permetterselo?

  23. Bah se mancini da un mese non pensa più all’inter è veramente grave e poco professionale.. sarebbe alquanto ridicolo per uno che prende 4 mln e non credo che chelsea o united pensino a lui..Prima di mancini ci sono guardiola conte simeone e anche questo allegri..non alzerebbè molto il livello andandosene dall’inter per di più senza aver ottenuto risultati..derby perso x errori incredibili sia davanti che dietro..è ora che faccia delle scelte 1.sul modulo (il 4231 non può farlo) 2.sugli uomini

  24. salve, complimenti per il sito, molto ben fatto.
    la prestazione dell inter e stata pessima, come da 45 giorni a questa parte, escluso col napoli in coppa. sono giocatori senza attributi, tutti nessuno escluso, non meritano questa maglia, e questi ingaggi
    mancini, se avesse le palle, dovrebbe dimettersi domani mattina,senza se e senza ma…

    • Belle parole, ma in Italia non si dimette nessuno e in nessun campo. Nel calcio chi si è dimesso ha avuto comunque i suoi vantaggi, non pubblicizzati.
      GLR

      • beh dai, Orrico lo fece e all’epoca non c’era richiesta di commentatori, ex-allenatori, sulle pay tv :)

        • Orrico prese una discreta buonuscita da Pellegrini, non fece la figura dell’esonerato e Pellegrini risparmiò comunque dei soldi. Credo che all’Inter solo due tecnici non abbiamo cercato di spremere il Presidente di turno fin dove era possibile: Lucescu e Hodgson. Per questo Moratti ci raccontava che gli allenatori stranieri in genere erano più corretti. Voi da fuori non l’avete mai saputo. Noi da dentro, si.
          GLR

        • Orrico? Nel ’91 eredita la squadra campione d’europa, nonchè vicecampione d’Italia, ed in pochi mesi la trasforma in barzelletta, tifosi in rivolta a San Siro con forze dell’ordine in assetto di guerra. Arrivò all’Inter senza alcun merito, solo per un azzardo, una scommessa. Infatti questo burlone faceva giocare Montanari (che di recente ha ammesso che l’Inter era troppo per uno della sua categoria), invece di Bergomi o Ferri. Orrico, a pontificare in Rai oggi dà la dimensione di questo Paese.

  25. Magari tra qualche settimana staremo qui di nuovo ad osannare Mancini, ma questa sera ne ha combinate di tutti i colori! Formazione sbagliata e centrocampo lasciato in mano ai cuginastri, Eder dovrebbe essere la spalla ideale di Icardi e invece gioca Jovetic che in questo momento è inguardabile, cambi tardivi, Perisic non pervenuto. Sostieni che forse vuole cambiare aria? Lo facesse in modo dignitoso e non provando sempre a fare il genio: qual’è la nostra formazione tipo, qual’è lo schema?!

  26. Due partite completamente diverse, col Milan se girava 2-0 per noi al primo tempo. Se Icardi segna il rigore si ribalta la partita, perchè l’Inter ha valori tecnici nettamente superiori, ma il Milan ha giocato da squadra ed ha vinto, con merito. Mancio non si può discutere, anche se sta facendo troppi errori. Il suo nervosismo deriva dalla mancanza dei risultati, e forse dal fatto che in questo gennaio nero la società è stata assente. Forse gli manca il Moratti che proteggeva lui e la squadra.

  27. si parla molto della condizione fisica e mentale dei calciatori,ma non si parla assolutamente (a parte te e altri giornalisti legati all’Inter) dei valori. E’ rimasto un briciolo di dignità a questi signori che da giorni ci lasciano assistere a questi spettacoli? Dove sono finiti quei Bravi Ragazzi che non lasciavano il campo senza aver dato anche l’ultima speranza ai propri tifosi? Credi che questa spirale negativa sia dovuta anche alla perdita di “carattere” di Mancini?
    Amala

  28. Penso anche io che l’isterismo di Mancini negli ultimi tempi, diciamo dalla partita con la Lazio, sia il sintomo di qualcosa molto piu’ grave
    La mia impressione e’che immediatamente prima di Inter Lazio si sia verificato qualcosa che ha gravemente compromesso il rapporto fra squadra ed allenatore, non riesco ad immaginare cosa, ma e’ un fatto, che da quel momento il giocattolo si e’ rotto.

    • Rosolo Assandri // 1 febbraio 2016 a 16:59 // Rispondi

      l’unico cambio sensato in panca sarebbe Conte se Mancini andasse in azzurro, altrimenti non vedo di meglio. anche un grande maestro di tattica come Sarri in questo ambiente che è a detta di tutti il peggiore in cui lavorare da sempre sarebbe fagocitato. Detto questo il campionato resta giocabile e il disfattismo solito dei tifosi non fa che aiutare la concorrenza…

  29. Dopo un anno dal cambio in panchina, non abbiamo una vaga idea di gioco, non esiste una formazione base, i risultati hanno preso una piega disastrosa. Mi chiedo se non sia ora che in società si inizi a valutare se mancini meriti a fine stagione di restare il perno del nuovo progetto sportivo o non valga invece la pena affidarlo a qualcun altro. anche se si chiama mancini, si deve (o gli va fatta) assumere la responsabilità delle sue scelte, ahimè.

  30. Inter notte fonda e Mancini perde la bussola. Le continue polemiche verso arbitri, giocatori e sfortuna tolgono certezze e creano alibi. Infatti, il gruppo si e’ sfaldato. Mancini e’ pagato bene per rinsaldarlo. Lo faccia, prima che sia troppo tardi.

  31. Sarebbe facile ora fucilare Mancini, ma visto che sicuramente non mancheranno critiche a lui da parte di interisti e non. Io preferirei porre la questione sul perchè da tempo si avverte la mancanza della società. Cioè possibile che in tribuna in un derby, non ci sono rappresentanti dell’inter a parte Zanetti? Non c’era Thohir, non c’era Moratti, manca una figura dirigenziale di spessore e con tutte le colpe che di certo ha Mancini, pare che sia un po’abbandonato al suo destino, proprio come con Mazzarri.

    • Beh, il fatto che non ci fosse Thohir al derby non è così grave, visto che qualche deficiente, di alta cultura, qui scriveva che in tribuna porta sfiga. Dimenticando tra l’altro che era in tribuna nel derby vinto col colpo di tacco di Palacio. Tornando a cose serie, è vero che la società oggi è diversa ma si sapeva. E neppure Pallotta a Roma sta fisso in tribuna. D’altronde il Presidente italiano è un lusso che non ci possiamo più permettere.
      GLR

  32. Non mi preoccupa il fatto che, come sembra da un mese a questa parte, Mancini se ne voglia andare, mi preoccupa il perché… Detto questo con Icardi si gioca male e senza non si gioca meglio, e qui torniamo ancora a Mancini che forse (forse) qualche responsabilità ce l’ha, dal resto se delle ultime 6 ne vinci una è rispetto all’andata sei a -7…

  33. La nave è in balia dei marosi e il nocchiero pare averne perso il controllo. La stagione è sull’orlo del baratro e dopo 22 partite con 22 formazioni diverse sarebbe ora che il Mancio di decidesse a battezzarne una. Con annessi e connessi. Però siccome la dea eupalla é quanto mai imprevedibile continuo a sperare. Amala.

    • Veramente le formazioni sono 20 in 22 partite. Ed è successo di perdere anche quando la formazione del turno prima era stata confermata!
      GLR

  34. Non riesco a capire perche’ abbiamo perso, eppure in campo c’era Eder… Ironia a parte certe scelte di Mancini sono ormai incomprensibili ai più. Un appello a tutti i tifosi adesso però non cominciamo con il voler mandare via tutti ( JJ a parte ).

  35. Buongiorno, sono con l’Inter e con Mancini, nonostante le sconfitte, nonostante l’involuzione di gioco, nonostante le cene di Natale e la preparazione di Doha. Adesso tutti a sparare a zero, ma io ci credo, noi andiamo in Champions. Hai ragione, il Mister ha anche altri pensieri, la vita non è solo il calcio.

    • Si, ma nel suo caso è profumatamente pagato per tenerli a bada eventuali problemi extracalcio. E’ sempre questione di ruolo.
      GLR

  36. Sconfitta schiacciante!! Nel primo gol del Milan c’é tutto quello che l’Inter non riesce a fare: battere un calcio d’angolo, fare un cross. Perisic “il Robben dei poveri” riesce sempre a fare la scelta sbagliata. Brozovic e Jovetic irritanti. Mercoledì arriva il Chievo, vedremo lo stesso copione del Carpi?!

  37. La squadra ha annusato l’aria che tira e ha tirato i remi in barca, Mancini sta perdendo la testa e la dirigenza latita. A nessuno importa nulla delle decine di milioni di euro che porterebbe la champions (che nonostante tutto è lì a un solo punto)? La società dovrebbe intervenire duramente e pubblicamente appoggiando Mancini e mettendo i giocatori davanti alle loro responsabilità.

  38. ciao che il Mancio abbia sbroccato la conferma viene dalle ultime formazioni. Perchè nel derby Santon e J.J. terzino? Perchè ha schierato questo 4-2-confusione? la squadra cammina, la colpa di chi è? ieri Montolivo sembrava un velocista al confronto dei nostri. Chi ha scelto un centrocampo solo muscolare e senza uno straccio di idea. Dalla sosta, con annesse lunghe vacanze mascherate da preparazione, la squadra non è più la stessa (nello stesso periodo la Juve sudava a Vinovo). urge riflettere

  39. i peggiori: Santon e Guarin vestito da Brozovic. Orgoglio e mentalità assenti. Dirigenza e società assenti. Allenatore assente. Ti dissi, attenzione al Bilan, arriva davanti. Risposta: cagasotto. Te la scommetti una pizza? L’immagine più triste: Jovetic che esce abbracciato a Mihailovic sorridente per fargli i complimenti.

    • E, simpaticamente, te lo ribadisco: cagasotto! Se in campo andasse gente come te il Milan sarebbe davanti già da agosto. Torna a scrivere quando sarà davanti e allora ti affideremo una rubrica di psicologia! Per ora siamo davanti e tocca a Mancini rimettere insieme i cervelli, a cominciare dal suo. Chiaro che se l’allenatore non c’è più con la testa per motivi suoi e non torna in sé possiamo arrivare anche dietro Torino e Sampdoria, te lo dico io già fin da adesso, ma confido che un professionista esperto ad un certo punto sappia tornare in sé.
      GLR

  40. Mancini è un’abile stratega ma i suoi tatticismi esasperati, sono eccessivi, bisogna giocare in scioltezza, più veloci, verticalizzare, aggredire l’avversario, buttarla dentro, tirare in porta e basta con questi calci d’angolo tirati così male, fare dei cross per la testa di Icardi e altri.

  41. Siamo in caduta libera. Credo che Santon non vedrà più il campo. E’ quasi incredibile pensare che fino ad un mese e mezzo fa i marchi di fabbrica della nostra squadra fossero compattezza e solidità difensiva… ora tutto quanto di buono era stato fatto è stato spazzato via. Siano tornati ad essere la solita banda del buco e per di più non segniamo mai. Il rischio maggiore ed ormai molto concreto è quello di ripetere il devastante girone di ritorno dell’anno scorso.

  42. L’inter del derby: una squadra ridicola e molle, dei giocatori demotivati e svogliati, il Mancio in stato confusionale ed irascibile oltre misura. Eppure, il 3° posto è ancora là, alla nostra portata. Speriamo.

  43. Credo che le scelte di Mancini riflettano lo status caotico della situazione: dai terzini che ruotano vorticosamente, ad una poca chiarezza sul sistema di gioco e gli interpreti, ad una nebbia circa l’identità di gioco. Abbiamo un ottimo manager, capace di farsi prendere e gestire campioni. Ma, parer mio, medio allenatore di campo (dove nella categoria ritengo Sarri, Di Francesco e Ventura maestri). Con una squadra di giocatori validi ma non fuoriclasse, questo farebbe la differenza da noi, ora.

  44. paolo bottazzi // 1 febbraio 2016 a 08:17 // Rispondi

    dopo tre pere a torino e tre nel derby logico che i tifosi soprattutto quelli da bar e poltrona siano scatenati….ma cercando di essere lucidi mi sembra ovvio che da un mesetto qualcosa si sia rotto ed in maniera repentina…

    • Sono d’accordo e l’ho segnalato. Tocca a Mancini uscir dall’impasse e chiudere al terzo posto. Poi se vuole andare all’estero, prego…
      Prima però, professionalmente, ti ricomponi e torni in te
      GLR

  45. Quando Medel Santon e Brozo crollano a terra da soli col pallone tra i piedi significa carenza di ossigeno al cervello per la grande tensione. Noi nn possiamo sapere dall esterno se il nervosismo di Mancini si ripercuota sulla squadra o viceversa. Fatto sta che il timoniere deve rimanere sempre lucido!

  46. Mancini avrà anche perso la lucidità ma quando hai un centrocampo del genere e ti ostini a giocare con Medel dove vuoi andare? Le colpe che ha Mancini sono quelle di aver voluto dei giocatori del genere e nel avere voluto Eder quando si poteva prendere un centrocampista che facesse gioco. Sento criticare dai milanisti Montolivo ma magari noi lo avessimo e non per la partita che ha fatto ieri. Non andremo nemmeno in europa league, altra stagione buttata e non è essere pessimisti ma realismo.

  47. I motivi di questa crisi li conoscono solo Mancini, i giocatori e la società. Certo è che l’espulsione di Mancini ed il rigore sbagliato hanno demolito le poche certezze rimaste in questo momento cosi negativo. Ma se esiste una remota possibilità che tra allenatore e giocatori si sia aperta una falla,bisogna intervenire adesso prima di buttare a mare tutta una stagione.Se Thoir non è presente Zanetti ne dovrà fare le veci ed aiutare Mancini con lo spogliatoio.
    Saluti Gianni

  48. Pessimo derby, dal risultato, dal gioco e dal comportamento di Mancini. Che fine ha fatto il mister all’inglese di poco tempo fa? Jovetic, Perisic, Brozovic e Ljajic errori a non finire e il rigore di Icardi? La scelta di Mancini di mettere Santon dopo più di un mese che non giocava, titolare nel derby, mi dispiace di questa confusione sono sempre punti che si perdono per non parlare della delusione.

  49. Quindi non era Mazzarri il problema?

    • Mazzari è sempre un problema, visto che non lavora e nessuno lo chiama nel turbine di panchine che si liberano.
      GLR

      • Proprio ieri ho sentito alla Domenica Sportiva che sarebbe il principale candidato alla panchina della Nazionale qualora Conte andasse via dopo gli Europei. A me il C.T. attuale piace parecchio, ma se proprio questo ruolo gli va stretto ben venga Mazzarri! Ti risulta o è solo una trovata pubblicitaria per auto-promuoversi?

  50. Mancini sembra essere molto lontano dall’Inter in questo momento. Frasi di circostanza, dichiarazioni stanche e ripetute, nervosismo (da Sarri in poi). Un film già visto nel 2008 che portò poi ad un arrivo clamoroso in panchina. Ci sia un Mourinho-bis dietro l’angolo? Secondo me non è poi così fantascientifico…

  51. Credo che sia arrivato il momento di fare delle scelte per quanto riguarda il modulo e gli interpreti, la squadra ha bisogno di certezze, perchè è fragile. Lo stesso Mancini come hai detto tu sembra spaesato, inoltre non va bene che ogni volta che non vince se la prende con l’arbitro di turno. Anche lui sbaglia e ultimamente ha sbagliato molto.
    Medel regista non si può più vedere, ed è quello che gioca sempre.

  52. Dici bene GLR che i progetti si costruiscono nel tempo e cambiare allenatore di continuo non porta nulla di buono. I fatti dicono però che Mancini in diversi mesi di lavoro, non solo non ha portato uno straccio di gioco, ma nemmeno una idea di un undici titolare, palesando difetti già presenti anche negli anni dei trionfi. Sul mercato, con i limiti noti di budget, è stato grosso modo accontentato, ed adesso mostra anche segni di “instabilità” psicologica.

  53. Mancini allo sbando, dopo l’uscita contro Sarri (patetica) ieri altrettanto patetico con la giornalista che gli chiedeva di commentare il gestaccio…ridicolo. E poi il problema era Sarri…

    • Per la verità la giornalista gli ha lasciato intendere che Icardi aveva sbagliato il rigore apposta. Ti saresti incazzato anche tu, ma sono d’accordo che uno come lui, che si presenta dopo gli anni inglesi come lui, non possa e non debba prenderla a parolacce
      GLR

  54. Ciao GL, hai perfettamente ragione…questo 0-3 è molto più grave di quello subito con la juve supratutto perchè i cugini erano e sono una squadra mediocre!
    Speriamo di rialzarci al più presto anche perchè i bonus li abbiamo finiti tutti!
    Quella iniziale è la classica formazione che se vinci sei un genio ma se va male sei un cretino…certo che se i nostri attaccanti non la buttano dentro neanche per sbaglio diventa tutto più difficile
    Ma secondo te non è che il Mancio si sia stufato dell’italia?

    • Beh, poco male. A leggere voi, credo sia l’Italia ad essersi stufata di Mancini prima di lui. Una cosa è certa. Lui una panchina prestigiosa la trova ancora. Altri, qui ora rimpianti. a breve non la troveranno facilmente. Anche Mancini però deve stare attento, perché anche certi atteggiamenti, se reiterati, possono fare curriculum
      GLR

    • claudio milan // 1 febbraio 2016 a 15:13 // Rispondi

      Tutta la mia solidarietà a Mancini, quella viperetta insolente le rispostacce se le cerca. Anche se la si potrebbe mandare affa con più ironia…

  55. Da milanista sono contenta: una bella vittoria nel derby fa morale .Penso anch’io che qualcosa turbi Mancini: proprio per questo, magari era meglio glissare sulla brutta frase di Sarri ed accettare che nella trance agonistica talora si trascenda (non è né bello nè educativo per i tifosi ma purtroppo,in una società maleducata e da sempre poco sportiva come la nostra, capita). Il 3-0 è eccessivo ma, almeno nel calcio, ciò che il destino toglie poi restituisce (per noi dopo Istanbul é arrivata Atene).Ciao.

    • Mi sembri molto più lucida tu di alcuni interisti. Da lontano a volte si è più oggettivi: è vero quello che dici. Alla luce degli ultimi atteggiamenti di Mancini, la levata di scudi contro Sarri temo esca dai contorni, che inizialmente era giusto riconoscere, di una battaglia più o meno sociale.
      GLR

  56. Ora il re è nudo e dal momento che gli episodi – vedi rigore sbagliato di ieri e 2-0 quasi immediato – ci sono tutti contro, vengono in superficie tutte le “magagne” di una squadra incompleta, senza qualità e personalità.
    Mercato sbagliato ancora? Sembra di sì…

  57. Io non ci riesco nemmeno più a incazzarmi..ieri mi sarei giocato la casa che perdevano!! ..anche se siamo ancora in posizione favorevole la vedo dura per il terzo posto. Siamo a piedi sotto tutti i punti vista..rimane poco da salvare..se non ricominci a pedalare ovvero fare 3 punti si compromette tutto..Ma noi siamo campioni anche di autolesionismo..c’è poco da essere ottimisti

  58. Mancio dice “bisogna tornare a giocare facile”, a me basta battere un calcio d’angolo per un colpo di testa (fa arrabbiare meno e produce piu’ gol). Mi piacerebbe un allenatore per tutta la stagione, che protegga alla morte Kondogbia e le altre sue scelte perché i risultati sono in questo caso un effetto.

  59. Se una crisi così non la risolve il Mancio, lasciando stare interventi divini, chi può farlo?

  60. Questa volta, rispetto che al passato, non credo si possa iniziare a dare responsabilità ai vari uomini della dirigenza; da Moratti, Branca, Fassone..etc.. Forse una pecca ce l’ha questa società, nell’aver messo molto, moltissimo sulle spalle di Mancini.. idea che devo ammettere, credendo nelle qualità di Mancini, inizialmente ho appoggiato, ma che ora alla luce di risultati e un atteggiamento da parte del Mancio, diventato supponente, nervoso.. forse sta facendo la fine di Mazzarri ?

  61. Fabio primo // 1 febbraio 2016 a 09:18 // Rispondi

    Mancini dalle formazioni che mette in campo è ormai più un giocatore di poker che un allenatore. Brozovic disastroso ma impiegato in mediana, fuori ruolo a dir poco! Icardi non è cuor di leone e lo ha dimostrato per l’ennesima volta, regalando di fatto la partita al Milan. Siamo evidentemente sull’orlo di una crisi di nervi, purtroppo l’allenatore più di tutti

  62. pierantonio // 1 febbraio 2016 a 09:18 // Rispondi

    Mancini ha contro lo spogliatoio purtroppo e il giocattolo si e’ ormai rotto. Dispiace, ma e’ oltremodo chiaro.

  63. La squadra è crollata mentalmente, non c’è più né la rabbia né la concentrazione che fino a dicembre ci avevano permesso di arrivare in alto. Il nostro derby è finito sull’1-0, da lì notte fonda. Il secondo tempo lo abbiamo cominciato perfino peggio di come lo abbiamo concluso ed il rigore sbagliato è stato il colpo finale. Mancini sotto accusa, ennesimo cambio di formazione ed una gestione confusionaria della partita. Il suo nervosismo si riflette sulla squadra e non so chi possa rimetterlo in riga.

  64. ciao GLR, in genere non mi piace commentare dopo una sconfitta, soprattutto come quella di ieri, ma vorrei condividere con te un pensiero su quanto hai scritto nelle prime righe: se l’impressione che hai tu è quella di un Mancini non del tutto concentrato sulle vicende della squadra la cosa è preoccupante perchè da lui dovrebbero arrivare i correttivi ma se non è in grado di farlo siamo nel buio più profondo

  65. Indisponente Mancini. Forse hai ragione tu : pensa ai cazzi suoi…
    Siamo indubbiamente in involuzione, senza gioco e con qualcuno che farebbe fatica in serie B.
    Ieri delusione enorme.
    w inter

  66. Dalle prime amichevoli estive fino ad oggi l’Inter mi sembra un insieme di bravi giocatori che non si ritrovano l’uno con l’altro, tutto l’opposto di quella che per definizione si dovrebbe chiamare ‘squadra’. Mancini, che è li per dare una logica, si comporta come l’inesperto di informatica quando il computer va in tilt

  67. Che dire è una ruota che gira alcune volte mi chiedo se certa gente nel calcio merita lo stipendio che prende? Sconfitta sicuramente meritata ma mi sarei aspettato di più, visto che a fine mese si prende molto!

  68. Da una sereno resoconto dell’ultimo mese, Roberto Mancini risulta essere unico responsabile della confusione, delle incomprensioni e della poca chiarezza tattica che regna sovrana. Dai: non puoi schierare cinque punte ad ogni partita, o meglio puoi farlo a partita in corso se chiamato a rimontare. I giocatori non sono sul pezzo, sono demotivati ed estenuati dal continuo turnover e da una linea guida non chiara. Mi viene da pensare che l’anomalia fossero i primi mesi in vetta. Società: sveglia!

  69. Guarin titolare con valigia già pronta; Santon titolare con ancora la penna in mano per la firma con altre squadre e inattivo da mesi. Lo stucchevole Juan Jesus riproposto come un cibo scaduto. Nessuna formazione titolare ma continui cambi di schemi e uomini senza alcuna certezza per nessuno. Nessun gruppo che si senta un minimo la guida di questa squadra. Nessun capitano in campo o fuori. Giocatori svuotati prima ancora che scarsi. Vero, il progetto non va cambiato ogni sei mesi però…..

  70. Massimiliano // 1 febbraio 2016 a 09:35 // Rispondi

    Ad allenatori invertiti la vinciamo 3-0 noi. Sarebbe cosa molto intelligente cominciare già da ora ad individuare il nuovo tecnico ed a pianificare con lui il mercato di Giugno considerando che si dovrà rivoluzionare completamente centrocampo e attacco da questo scempio creato e voluto da Mancini. Ma competenza e programmazione sono due parole da queste parti abbastanza sconosciute…..

  71. La differenza nel derby l’ha fatta l’umiltà che si ha nel riconoscere i propri limiti. L’Inter ne ha di evidenti già dalla rosa di inizio stagione ma la strategia dei repentini cambi di formazione li ha celati: ora però non funziona più. Mancini deve trovare una soluzione tattica: penso che in un momento così complicato, scendere in campo con due centrocampisti sia autolesionistico. Abbiamo ancora una classifica più che buona: formazioni semplici e spirito umile e i risultati torneranno. W Inter

  72. mancano cervelli, mancano leader, manca un’anima che nessuno culturalmente può dare in questa squadra.
    Il clan slavo non vale niente; andrebbero impacchettati tutti e rispediti velocemente al mittente.
    Icardi via subito anche lui; non è nessuno a livello internazionale (mai mezza convocazione in nazionale, mai una partita di Champions), si comporta da fenomeno manco fosse Messi.
    Mancini ha purtroppo la colpa (grave) di aver dato fiducia fin dal mercato a gente che non vale nulla.

    • E va beh, via tutti….ci risiamo
      GLR

    • Forse Icardi non ha mai fatto una presenza in champions perchè l’Inter, nonostante i suoi goal, non si è mai qualificata! E in una nazionale che può schierare Messi, Aguero e Hiuguain in tantissimi farebbero fatica a trovare spazio. Numeri alla mano Icardi è, con Handa, l’unico che ha dimostrato di essere giocatore superiore alla media! Tanto presto andrà via pure lui, e quando arriveranno a sostituirlo i cloni di Hakan Sukur o Ferrante (con tutto il rispetto) tutti lo rimpiangeranno.

      • Su Icardi: si sa che nella rabbia qualcuno scrive senza attaccare il cervello. L’avevo lasciato correre…
        GLR

  73. Per me i giocatori hanno staccato la spina, hanno perso quella cattiveria agonistica che avevano fino alla Lazio, ma anche Mancini ha perso completamente la brocca. Gestaccio a parte, penso che le sue ultime uscite abbiano destabilizzato l’ambiente. Inoltre, nonostante sia evidente a tutti che non si tiri mai in porta, continua a vedere le partite in modo del tutto personale, dicendo (anche ieri) che la squadra aveva creato occasioni. E’ tornato come era prima di andare in Inghilterra.

  74. pietro mattaini // 1 febbraio 2016 a 09:59 // Rispondi

    questa volta Mancini deve prendersi le sue reponsabilità formazione nettamente sbagliata come è già successo più di una volta quest’anno e poi tutti quei soldi x Eder che è un giocatore che non ci serviva x nient!!!PALACIO è allo stesso livello e ruolo.
    Ma tutti sappiamo che il nostro limite è a centrocampo!
    fuori Jovetic rispedirlo al mittente.
    Cmq sempre FORZA INTER

    • Leggo tante cose buone ma anche tante cazzate, tipo Eder bocciato alla prima partita, dove tra l’altro non ha nemmeno demeritato dal punto di vista dell’impegno rispetto ad altri. Mancini le sue responsabilità se le prende, e allora? Basta per riprendersi?
      GLR

  75. Non ho mai contestato le scelte tecniche di Mancini, ma un appunto glielo rivolgo: se scegli il capitano a inizio stagione, quello, a meno che non abbia 42 di febbre o tutte e due le gambe ingessate, deve giocare SEMPRE, altrimenti la squadra comincia a sbandare e il giocatore perde fiducia, cosa regolarmente successa. Una volta Medel, una Nagatomo, ieri J.J., ma ve lo sareste immaginato Zanetti fuori senza motivo, nel derby, poi?
    Mah…
    Claudio – Parma

    • Giustissimo. Anche se Icardi non può essere accostato a Zanetti, ma sono sostanzialmente d’accordo.
      GLR

    • In realtà J.Zanetti fuori nel derby ci restò veramente, e fece pure parecchio scalpore visto che si sapeva sarebbe stata la sua ultima Stracittadina. Secondo alcuni fu proprio quella scelta a decretare l’inizio della fine per mister Mazzarri.

  76. Credo che Mancini sia stato accontentato per il lungo e il largo… giocatori che ha voluto e poi subito venduti (shaqiri, podolski, montoya) in sei mesi. LA SCUSANTE: e… ma non è la sua squadra l’ha ereditata fa quello che può! GIUGNO 2015 viene allestita una squadra con tutte le sue richieste E CAPRICCI, di mercato, siamo in testa fino a dicembre (dio solo sa come) e poi sbraghiamo in questo modo, senza gioco e anima. CARO MANCINI SVEGLIA.

  77. Buongiorno, nonostante io sia un estimatore di Mancini credo, purtroppo, che il mister abbia perso la bussola e in concomitanza con i suoi problemi personali…è umano, può capitare.
    A questo punto dovrebbe dargli una mano l’allenatore in seconda.
    Mi domando quando avremo il piacere di vedere una squadra con almeno 9 titolari
    Cordialità

  78. La squadra sta crollando come nell’anno di Stramaccioni, che anche quell’anno partì bene ( seconda a Natale, nona a fine anno) ora sta a Mancini non fare la fine di uno Stramaccioni qualunque e invertire la rotta.

    • Verso fine stagione era l’infermeria piena a dettare la formazione a Stramaccioni tanto da dover giocare con un menomato Alvarez di punta e giovani come Pasa.
      Anche col mister romano il problema fu mentale ed avvenne all’indomani dell’ 1-3 contro la juventus.
      Sedersi sugli allori quando ancora non hai mostrato nè vinto nulla porta inevitabilmente a crolli come questi.
      Serve uno psicologo, in realtà, più che il regista.

  79. L’impressione è che Mancini non sia lucido, ogni partita una formazione diversa e temo che la squadra non lo segue più, solo così si può spiegare l’arrendevolezza in campo. Prendere tre pappine dal Milan è assurdo. Mi auguro che la società lo chiami a rapporto e chieda spiegazioni.

  80. Ciao GLR, beh io voglio cercare di capire come si possa continuare a pretendere che una squadra di calcio possa giocare senza un centrocampo (mi dirai ma le prime 17 partite eravamo primi, chi si intende di calcio dice che. bla bla..). Ringraziamo questa nuova proprietà, dirigenza e allenatore (e ci teniamo tutti ovviamente) che con prestiti e parametri zero non ha preso uno straccio di centrocampista degno di nome.. ah sì dimenticavo 35 ml in panca..lasciamo perdere l’avesse comprato Moratti…

  81. Settimana dura da digerire… la cosa che mi dispiace di più è che in questi confronti, oltre a perdere la partita, riusciamo a perdere anche la faccia; e non è la prima volta ce capita.

  82. Quello che non capisco è come gli attaccanti s’incaponiscano a fare azioni personali o fraseggi molto stretti poco efficaci. Quando eravamo ragazzini li chiamavamo “veneziani”. Ormai ci hanno preso le misure, la condizione è peggiorata e siamo spesso in ritardo sulla palla, il risultato di tutto ciò è sotto gli occhi di tutti. Mancano le idee/schemi? Probabilmente la conferma è che con Eder nulla è cambiato. Non si riesce a metter in condizione Icardi, Eder di avere un pallone pulito da giocare

  83. Se affronti un derby con una formazione “speculare” agli avversari, l’allenatore avversario pure se lo aspetta perché un minimo ti conosce e nel comporre la formazione “speculare” metti anche 2 giocatori fuori posizione … beh ci sono tutti gli ingredienti per un bel pasticcio. e quello di ieri è un pasticcio fatto di frustrazione, nervosismo e confusione. Per questo protesti per un non-rigore, per questo sbagli il rigore, per questo ti allunghi lasciando il 2 e il 3 a 0 a una squadra mediocre.

  84. Flavio da Desenzano // 1 febbraio 2016 a 10:23 // Rispondi

    Che magone!!! io sono anti milanista e la batosta di ieri è dura da digerire, il Mancio ha sbagliato totalmente formazione e il primo ad accorgersi è stato lui (vedi nervosismo) la cosa grave è che non ha corretto la formazione.
    Ok Gianluca e ora che si può fare? sono convinto che il 3° posto sia ancora alla nostra portata. Ciao Flavio

  85. Mancini sta dimostrando di essere quello che già pensavo ai tempi dei due scudetti,sopravvalutato sia come allenatore che come manager che come uomo….proprio ieri ha toccato quota 49 partite così come il bistrattato mazzarri…beh ha fatto 70 punti contro i 67 di WM..ma si e sfatto pure comprare di tutto…saluti

    • Spero che per coerenza tu non sia andato a festeggiare all’epoca. Il problema di questo Paese è proprio questo, anche in campi al di fuori del calcio: chi non ha fatto un cazzo nella vita annulla sempre i risultati ottenuto da altri. Io invece credo che l’Albo d’Oro, il curriculum di ognuno, in qualsiasi campo della sua esistenza, sia meritato. Quindi lo onoro quando vince e lo critico quando non vince
      GLR

      • Io sono manciniano, e mi secca da morire vedere tutti quelli che lo osannavano condannarlo senza appello. L’Inter è lì perché alcune sono più forti e altre, molte altre, lo sono meno. Assurdo vaneggiare prima, assurda questa caccia alle streghe ora.

        • Gli italiani sono così: innocentisti o colpevolisti nel giro di pochi mesi. Nel calcio poi lo spazio si riduce a settimane o, peggio ancora, a partite
          GLR

  86. Sonia Baracca // 1 febbraio 2016 a 10:33 // Rispondi

    Io voglio credere, al di là di ipotetici problemi personali, che sia lasciato troppo solo dalla società che si è messa nelle sue mani. Qualunque cosa sia successa il 21 Dicembre è andata ad incanalarsi nel mese di mercato, mese in cui Mancini ha anche la testa li perché Ausilio non può fare tutto da solo, credo, o voglio farlo, che i giocatori abbiano perso fiducia perché non sentivano più la concentrazione dell’allenatore..ma ancora per un po’ crederò che il gruppo c’è..o può tornare ad esserci

  87. IL 3-0 è francamente un risultato bugiardo. Vista la partita con gli occhi del tifoso milanista ho notato due cose poco chiare: il crollo mentale e fisico dopo l’episodio del rigore è stato inspiegabile, visto che mancavano 20 minuti e c’era tutto il tempo per recuperare; e poi l’ennesimo cambio di formazione è stato bizzarro…Una riflessione sull’arbitro, le sviste ci possono stare, ma ignorare cosa prescrive il regolamento sull’episodio Eder-donnaruma è grave.

  88. Adesso siamo ancora convinti che serviva Eder? Possibile che ogni volta deve inventare una formazione? perchè non fa le cose semplice con quel poco che abbiamo? La cosa assurda che ieri abbiamo anche giocato meglio di altre volte per me, e se segna il rigore mi sa che si vinceva

  89. Concordo, la sensazione è che il Mancio abbia un po’ perso la bussola. Abbiamo anche una discreta dose di sfiga che, peraltro, ci stiamo meritando tutta. Vediamo di svoltare perchè comunque le altre concorrenti per il terzo posto non è che stiano incantando.

  90. premesso che mi tengo stretto Mancini come allenatore, ma ricordo che Stramaccioni veniva criticato aspramente e giustamente perchè cambiava sempre modulo e formazione senza dare un’identità alla squadra. Mi sembra che ora stia accadendo lo stesso, vedo Mancio in confusione e nervoso oltre misura anche se ovviamente l’errore di Icardi pesa e la squadra ha avuto un buon approccio alla gara. da un tecnico come lui ora mi aspetto che raddrizzi la barca prima di affondare. Forza Mancio sempre.

    • Questa è una critica centrata: Stramaccioni era alle prime armi, Mancini no. Eppure sembra regredito a quello stadio.
      GLR

  91. Mancini è bravissimo a farsi acquistare e a mandare via giocatori, ma il suo ruolo si è allontanato troppo da quello di vero e proprio allenatore, colui che “allena” i giocatori e li rende una squadra. Oggi la sensazione è che Mancini sia estremamente nervoso, in una situazione di scarso equilibrio sia personale che sportivo. La sua Inter non ha ancora un undici titolare come Juventus e Napoli, le formazioni appaiono spesso irrazionali e squilibrate. Nel frattempo Ranocchia si conferma a Bologna

  92. Non ho più parole x questa “squadra”, la cosa grave è che dopo lo scempio di ieri nn sono nemmeno incazzato; sono deluso dalla pochezza e dal non impegno di gente che non dovrebbe nemmeno indossare la nostra gloriosa maglia!
    Ciò che mi lascia ancora più perplesso è la confusione che regna in Mancini; non capisco se lo sta facendo apposta oppure non sa più di calcio.

  93. ho giocato a calcio e non riesco a capire il colpo di testa di eder e’ contro logica e natura, incredibile, ribadisco un concetto gia’ espresso giorni fa senza societa’ non si va da nessuna parte, i calciatori sono all’inetr per svernare; passaggi senza alcuna pressione come quelli sbagliati ripetutamente da brozovic sono assurdi, cosi’ come il colpo di testa ed il secondo goal, entrambi a 1.5 metri dalla porta, a buon intenditore poche parole

    • Se hai giocato a calcio e non capisci che su una palla più lunga della tua estensione e lanciandoti in volo puoi anche perdere il controllo del pallone, mi meraviglio che tu non abbia giocato a lungo nel Barcellona. In ogni caso un errore all’esordio ci può stare: mi pare che abbia dimostrato che i gol li sappia fare, poi se fosse un fenomeno giocherebbe da tempo nel Brasile e non nell’Italia di Conte. Sul resto è ovvio che non sono concentrati.
      GLR

  94. Quando va male, tenue e parziale sollievo consiste nel trovare un capro espiatorio, in questi anni ce la siamo presa con allenatore, presidente, giocatori (me la son presa spesso con l’arbitro ma era più una scusa che una giustificazione). Ora il presidente è nuovo, l’allenatore arrivato da un anno, i giocatori quasi tutti nuovi, eppure non si va, non si gioca bene ma soprattutto non si combatte. Ho provato a prendermela con l’arbitro: “se espelle Alex anche se si sbaglia il rig…” ma non ci ho creduto.

  95. Non c’è niente da fare questo è RM, suscettibile e scontroso, altro che persona rilassata dopo la Premier e il suo primo pensiero è il perché ha rivoluto allenare l’Inter (così facendo lo paragono a Montella, un passo indietro)
    Sul fatto delle proteste per l’espulsione, una volta che ha ragione come fai a non reclamare, semmai il comportamento avuto nelle interviste che lascia a desiderare.
    Ciao ciao 3 posto….comunque si vada avanti con Mancini!

  96. mai visto avvicendarsi calciatori in modo cosi’ insensato e frenetico.

  97. Ogni anno la stessa storia: partiamo bene e poi a gennaio va tutto a vacca; inizia una crisi che pare inspiegabile e va sempre peggio fino a maggio-giugno quando, grazie a Dio, tutto finisce.
    A settembre poi l’incubo ricomincia…AIUTO QUALCUNO MI SVEGLI!

  98. E’ stata sopratutto la sconfitta di Mancini. Ha rischiato con una formazione ultraoffensiva e solo due centrocampisti, e il rischio non ha pagato; fallite le occasioni iniziali la squadra è stata travolta dal centrocampo milanista. Ha perso la faccia con un gestaccio, che lo squalifica agli occhi dell’opinione pubblica e dei media, dopo la polemica di Napoli. Non è riuscito a volorizzare giocatori come Icardi e Kondogbia, che per mercato età e potenzialità, sono patrimonio della società…

  99. Silvio da Torino // 1 febbraio 2016 a 11:57 // Rispondi

    Dura commentare una batosta cosi’. Come mio timore 20 giorni fa abbiamo buttato in vacca tutto quello di buono fatto fino a Natale. Forse avremmo festeggiato una vittoria SE Icardi avesse segnato il rigore ma un palo ci ha strozzato l’urlo in gola. In fin dei conti poi il Milan non ha fatto altro che sfruttare le nostre paure e la presenza in campo di fantasmi come Santon e Brozovic. Pazzesca involuzione di Jovetic, Miranda, Murillo e anche Medel. Ho paura di pericolosi malumori di spogliatoio.

  100. Mancini secondo me vuole fare troppe cose insieme, l’allenatore, il selezionatore, il tattico, l’osservatore ed il manager di mercato. Ora, mi pare evidente che non può essere un genio in tutte queste funzioni. Io non me la prendo con lui come allenatore ma come uomo mercato. Possibile che non ne azzecca più una e continua a chiedere nuovi giocatori? Così sono capaci tutti ad allenare l’inter. Ma almeno scegliesse gli uomini giusti! Non si è ancora accorto che manca un costruttore di gioco…

  101. Claudio Bertolini // 1 febbraio 2016 a 12:09 // Rispondi

    Tu dici che Mancini allenerà altrove, ma se va via lui chi viene al posto suo? E che facciamo, ricominciamo tutto dall’inizio con un altro allenatore, altri giocatori ed un altro progetto? Pazzesco. Comunque è vero che, a furia di cambiare formazione, ha perso la testa anche lui.
    Cordialmente

    • Ovviamente. Qui in fondo piace ribaltare tutto e ricominciare sempre da capo. Ora se non altro se ne può pure parlare. Il dramma è che se ne parlava già prima quando francamente non c’era ragione. Diranno che prevedono il futuro. Io invece preferisco raccontare il presente.
      GLR

  102. Sono d’accordo con te che bisognerebbe dare fiducia ad un tecnico per un lungo periodo per avere risultati ma quando un allenatore in quasi un anno non riesce a dare un gioco alla squadra, nel derby sbaglia tutto: formazione, modulo, cambi (perchè Santon che non giocava da mesi?) perché quello che di fatto era un 4-2-4 consegnando le chiavi del centrocampo al Milan? Chiaro che, avendo già a libro paga due allenatori non ha senso esonerarlo, ma almeno affiancargli qualcuno che capisca qualcosa! Max

  103. leonardo calzoni // 1 febbraio 2016 a 12:27 // Rispondi

    ciao GLR, spesso non sono stato d’accordo con te nel difendere il Mancio a spada tratta ma stavolta credo che tu abbia ragione alla grande, qui abbiamo un’allenatore in confusione totale. psicologicamente la squadra rappresenta sempre l’allenatore e adesso capisco questa involuzione, credo che ci sia come dici te qualcosa di grave all’interno del gruppo, la vedo buia GLR la vedo buia

  104. Mancini si è risentito per le critiche al gioco e si ostina a giocare con il 4231 quando manca l’esterno destro. Ljajic e jovetic sono tanto fumo e poco arrosto, in questo momento nn abbiamo bisogno di tocchetti ma di cinismo e tiri in porta. L’inter migliore si è vista col 433 con brozo e kondo mezzali e melo davanti la difesa e telles a sinistra..se mancini vuole medel lo metta terzino

  105. io sono allenatore di basket e quindi certe situazioni, con adeguate proporzioni, le ho vissute. mi sembra palese che sia successo qualcosa negli spogliatoi prima ancora che nella testa del mancio…possibile quallche litigio? qualcuno che rema contro? perchè sia con juve che ieri, abbiamo iniziato bene…ma siamo tornati ai vecchi tempi,, alla prima difficoltà ci sciogliamo..e l’assenza di “veri leader” non aiuta…

  106. Sono purtroppo sorpreso da quanto sta accadendo. Nella mia testa sembrava tutto ok. Società finalmente seria, bravo allenatore, buon progetto tecnico tattico con tanti giovani e poi il mistero…. Sai Gianluca credo che in tutto questo bel castello sia mancato e manchi un Oriali, non dico lui per forza ma un uomo con le sue caratteristiche che sappia unire tecnico, giocatori e società. Mancini ed ancor più Mourinho lo adorano e secondo me c’è un perché. È l’uomo che da equilibrio a tutto

    • Questo si sapeva anche prima. C’è Stankovic che è lì per fare questo. Se poi non è in grado, lo scopriremo più avanti.
      GLR

      • L’addio del Mancio sarebbe davvero un grosso problema : si dovrebbe ricominciare quasi da zero con un altro allenatore (almeno del suo livello e non e’ semplice trovarlo) , quindi probabilmente ricostruire la squadra un’altra volta .
        Vabbe’ ho capito che chi ama ha pazienza , ma il cartello LAVORI IN CORSO andra’ rimesso e chissa’ quando ritolto !

  107. Buontempone // 1 febbraio 2016 a 12:57 // Rispondi

    Un po’ di humor per stemperare la nostra amarezza calcistica:
    La Rubentus non è poi questa grande squadra che tutti dipingono dato che persino il B(2)ilan ci ha rifilato 3 pere…
    Nel girone d’andata al 3° turno aveva totalizzato 1 punto e alla fine era seconda, perché non possiamo farlo anche noi che di punti ne abbiamo collezionati ben 2 alla terza di ritorno?
    P.S. Meno male che hanno chiuso i manicomi, altrimenti mi rinchiuderebbero d’urgenza gettando la chiave della stanza che mi ospita!:)

  108. GL, possibile che in ogni partita ci siano arbitraggi palesemente di parte ? appena siamo arrivati in alto, ecco gli arbitri che perdonano entratacce, gomitate e falli da dietro dei nostri avversari e puniscono al primo contatto tutti i nostri. 3 rigori contro al 90° in casa, mancate espulsioni degli avvesrari…anche io mi innervosirei !!!

  109. Gino Pesola // 1 febbraio 2016 a 13:27 // Rispondi

    Vorrei spezzare una lancia in favore di Mancini, dato che oggi è troppo facile infierire. Ha le sue colpe, ma una di queste paradossalmente è di essere stato poco paraculo dopo la vittoria sul Napoli, pur di denunciare una cosa che riteneva gravissima ha fatto passare sotto silenzio una vittoria importante. Che abbia un caratteraccio non si scopre ieri, è come quando incitano Sgarbi e poi si stupiscono. E’ chiaro che all’Inter c’è un ambiente logorante, Mancini ha patito lo stress come altri

    • Guarda, io sono stato accusato per mesi di mancinismo, semplicemente perché, oltre a onorare i suoi risultati come faccio con chiunque abbia vinto, raccontavo la verità di una squadra troppo rivoluzionata e che non può necessariamente giocare subito il calcio che si vorrebbe. Inoltre rifiuto l’idea di cambiare allenatore ogni tre mesi, ma credimi, proprio per questo, ti dico che negli ultimi tempi Mancini ha sbroccato. Il carattere con l’età si può anche smussare, ma lui è improvvisamente è tornato a quando giocava. Attualmente non è sul pezzo, non so per quali motivi e tocca a lui tornarci al più presto. L’Inter per anni è stata certamente in grado di rincoglionire chiunque, ma oggi la società è completamente diversa. Oggi la società è Mancini. Per questo tutto appare ancora più incomprensibile e grave.
      GLR

  110. Nonostante tutto io credo ancora, voglio crederci ancora. Ora però basta parole, la società faccia quadrato e imponga un faccia a faccia fra tecnico e squadra: ci si prenda pure a schiaffi ma se ne deve uscire da questa situazione. Mancio sbaglia: il capitano nel derby il gioco e i ripetuti 1 a 0. Ha stravolto l’assetto del centrocampo e i risultati si vedono. Se Mancini ha “mail di pancia” lo scopriremo presto. Per ora sto ancora con lui, forza ragazzi sveglia!

  111. Massimo Inter // 1 febbraio 2016 a 13:39 // Rispondi

    Credo che il peso di un ultimo pessimo mese di risultati sia esploso ieri sera. RM ha perso la testa ma la squadra non l’aiuta per nulla: questi non tirano manco a porta vuota ma cercano sempre l’ultimo passaggio ed è snervante. Al posto di RM, non vi arrabbaiereste? Certi giocatori, non tutti, non meritano nemmeno di andare in tribuna, altro che vetrina Europea. Mi aspetto una mossa di Thoihr che li inchiodi tutti al loro lavoro. Perdere ci sta, ma non così.

  112. Faccio fatica a capire questa Inter e questo Mancini.
    Diciamo che la società qualcosa per accontetare il mister lo abbia fatto.
    Non capisco perchè non abbia un 8-9 giocatori fissi e con un modulo fisso.
    Fa formazioni con giocatori sul punto di andar via (vedi Guarin) mette in campo gente che non gioca da Secoli (Montoya-Santon), proprio non lo capisco.
    Non era meglio comprare un centrocampista con i piedi buoni? Penso che con i soldi di Eder si avrebbe fatto.

  113. Cosa ha tolto serenità all’Inter e al suo tecnico? Semplice: entrambi si sono convinti di poter davvero vincere lo Scudetto e svegliarsi da questa ILLUSIONE ha provocato un profondo CONTRACCOLPO PSICOLOGICO!
    Quando allenatori, considerati PERDENTI, tengono un profilo basso lo fanno perché sanno che una squadra IMMATURA rischia di diventare PRESUNTUOSA.
    Lo è Mancini, lo sono i nostri attaccanti, lo è il nostro EX-PRESIDENTE.
    Purtroppo stagioni così non si mettono a posto!
    Spero tanto di sbagliare..

  114. Sono un tifoso juventino e mi piace leggere le tue analisi il giorno dopo le partite dell’inter perchè le ritengo obbiettive a attinenti la realtà. Penso che il problema dell’inter sia il girone d’andata. Mi spiego, nonostante prestazioni non certo brillanti, leggasi (carpi, atalanta, la stessa partita col Milan e innumeravoli altre) l’inter nella prima fase del campionato si è costruita una classifica, punti alla mano quanto meno fortunosa. Non è un accusa, ma un’analisi dettata dai numeri

  115. Fabio primo // 1 febbraio 2016 a 14:36 // Rispondi

    Essendo il derby una partita dove servono attributi coraggio e freddezza, il mancio ha lasciato giustamente in panchina kondogbia e Icardi, troppo pavidi nelle ultime prestazioni. Purtroppo quelli in campo non hanno mostrato maggiore lucidità. Non è più solo un problema tecnico e tattico, ma di UOMINI all’altezza. Quindi irrisolvibile.

  116. Se infatti andiamo ad analizzare numero di tiri importa subiti e vantaggio nel possesso palla, scopriamo che l’inter dei tanti 1 a 0 vinceva in nome del guizzo di un singolo più che per partite ben giocate collettivamente, grazie anche a una stabilità difensiva notevole resa tale dalle parate del suo ottimo portiere, un buon avvio dei due centrali, e di Melo che schermava parecchio le azioni avversarie. Penso che un calo di forma preventivabile, e la bussola persa dall’allenatore con scelte

  117. Come si può contestare Eder alla prima, un derby peraltro? Veloce, sovverte il gioco con uno scatto, nel pieno della maturità (quasi 30 anni, ndr), batte le punizioni, calcia bene da fuori, salta l’uomo: uno così serve sempre, a prescindere! Che poi, è vero, l’Inter ha abbondanza e potrebbe liberare una casella (Palacio, ndr) ci sta. Ma non cadiamo nell’errore di bocciare un giocatore di qualità in 90 minuti.

    • Più che altro non cadiamo nell’errore di leggere tutti i messaggi come faccio io. La gente che farnetica andrebbe ignorata.
      GLR

  118. Il dato davvero preoccupante sono i 6 gol tra campionato e coppa italia subiti, da chi in un girone ne aveva subiti 13. L’unica maniera per uscirne a mio modesto parere sarebbe quella di tornare a giocare un calcio semplice, magari anche un po vetusto, lasciando perdere le velleità da falso nueve inserite per ultime, rilanciando icardi, e pensare a non prenderle prima di darle. Buona fortuna

  119. ti avevo scritto qualche mese fa che saremmo finiti davanti alla juve, ma come si fa? a buttare tutto via .. io come tanti ero forte del fatto che la squadra (cambiata per 9/11) vinceva giocando male pensando che con l’acquisizione dei meccanismi poteva solo migliorare. La cosa brutta è che anche tu oggi sei poco ottimista……dacci qualche parola di speranza!!

    • E io ti risposi che vaneggiavi e che Juve e Napoli avrebbero fatto un campionato a parte. Basta conoscerlo il calcio e non basarsi sul breve periodo o sulle frasi fatte. Il terzo posto è obiettivo primario e raggiungibile. Sempre che si ricordino che devono dare il massimo. Tutti. Tecnico e squadra.
      GLR

  120. E’ evidente che Mancio ha sbroccato, ma se discutiamo lui e per un motivo o un altro va via, sul serio non immagino a che Santo votarci!!Chi crede che Mou torni in Italia e venga all’Inter è un pazzo, pertanto occorre solo che Mancio recuperi lucidità e serenità.
    Ieri se Icardi non centrava il palo di sicuro non avremo perso la partita, ciò non giustifica assolutamente nessun giocatore né tantomeno l’allenatore, ma ai sicuri problemi della squadra ci si mette tutto di traverso. Avanti con Mancio

  121. anche io sono un Manciniano convinto, ma come già ampiamente denunciato la pazienza si sta esaurendo e credo che lo stesso Thohir da presidente pagante non sia contento, per contento non intendo solo dei risultati, ma di tutto ciò che ha messo a disposizione
    (soldi, giocatori, ruolo di manager ecc) del mancio e dei risultati ottenuti. Voglio essere ottimista ma non oso pensare se per disgrazia non dovessimo raggiungere la CL, tra immagine,debiti e squadra da rifondare…allenatore compreso

    • Va bene tutto, ma manciniano convinto no. Non sei un manciniano convinto se dopo un mese nero hai già lasciato la barca. Nessun tifoso è convinto di qualcosa più a lungo di un mese. Non accadrà nulla di nuovo se non si dovesse arrivare terzi, se non che si ripartirebbe da capo con un altro tecnico e con giocatori meno importanti. Sulla carta.
      GLR

    • Mancini a Luglio, quando già erano arrivati Kondo, Miranda, Murillo, Jovetic, chiedeva due terzini e un centrocampista centrale di livello, per arrivare in Champions. Non gli hanno preso nessuno, e si è dovuto arrangiare all’ultimo con Melo e Telles. Con Nagatomo, Juan Jesus e D’Ambrosio te la giochi in questa serie A, ma in Champions con questi non passi neanche il turno preliminare per accedere la fase a gironi, se incontri il Bayer Leverkusen come ha fatto la Lazio.

  122. approfitto della tua competenza per chiederti: se non dovessimo qualificarci per la Champions, ma per la tanto bistrattata Europa League, quali credi possano essere le principali ripercussioni, anche a livello societario? E poi toglimi una curiosità: supponiamo che Mancini decida di lasciare a fine stagione… A te, personalmente, chi piacerebbe come sostituto tra quelli che al momento la nostra Inter può permettersi?

    • Accadrà che si dovranno riprendere i milioni della Champions attraverso qualche cessione eccellente. Un tecnico che ho sempre stimato e che è alla portata dell’Inter è Roberto Donadoni.
      GLR

  123. Mancio non ha problemi fuori o se li avesse non sarebbero condizionanti. I problemi sono nell’Inter. Se nella partita contro l’amico/nemico MIHA ti impongono per mercato di far giocare una formazione non ottimale….che fai? Sbrocchi!! l’Inter è un cantiere con contratti a tempo determinato ..in prova…altro che senso di appartenenza!!!

    • Non diciamo eresie. Se uno vuole un giocatore lo prende al di là del fatto che giochi o meno una partita. Il mercato è in chiusura. Lo fai giocare ora per venderlo a giugno?
      GLR

  124. Il progetto di Mancini, è stato eccellente, basta leggere la rosa attuale rispetto alla precedente. Ci sono però giocatori in prestito (Jovetic, Lijaic su tutti) e quando le cose girano male, questi potrebbero, tirare un pó il freno. Ciò spiegherebbe l’investimento su Eder, ma non basta. Mancini non è Pioli, ne Mazzari ai quali basta il terzo posto per scrivere il libro, Mancini vuole la champions per giocarsela. Ha ricevuto rassicurazioni in merito da Thohir, le sta mantenendo? Ad oggi no.

  125. Quando l’allenatore “sbrocca” la situazione è grave… molto più preoccupante di tutti i problemi tecnici e tattici della squadra

  126. Premetto che non ho letto tutti i post, magari ripeto qualcosa già scritto, ma ogni volta c’è qualcuno che scrive tali e tante fesserie da farmi pensare che sia fatto ad hoc, quindi se già hai risposto scusami. Non parlo della partita, mi preoccupa e molto quanto tu hai scritto sulla situazione del tecnico, perché la mancanza di serenità sicuramente si ripercuote anche sui giocatori. Possono essere voci di una cessione della società o ad un suo ridimensionamento ad aver turbato Mancini?

    • Cessione della società non credo, visto che occorre il benestare di Moratti. Che forse si sia reso conto che ogni volta che si chiede un giocatore per migliorare il più in fretta possibile la squadra passi come richiesta assurda può essere. D’altronde i tempi sono questi e Mancini avrebbe dovuto saperlo che non si possono investire 80 milioni ogni anno
      GLR

  127. Spiace leggere tutta questa gente che scrive minchiate. Io vado contro corrente, se Icardi segnava il rigore il derby lo vincevamo, però ci sta sbagliare i rigori. Certo forse ora sarebbe il caso di trovare una formazione e usare quella, ma tanto alla prima difficoltà qualcuno dirà che era meglio quello invece di questo.Tra poco rimpiangeranno Guarin che fischiavano.

  128. Premettendo che sono milanista…
    1) se vendete Icardi siete pazzi, è l’unico che può buttarla dentro (se aspettate Ljaic e Jovetic campa cavallo)… Il rigore sbagliato di ieri è pura sfiga
    2) perché non provare con un 4-4-2 , con Perisic e lo scomparso Telles come laterali dì centrocampo?

  129. Facile parlare male quando la barca affonda! io sto con mancini! assolutamente ritengo che per mettere insieme una nuova squadra ci voglia tempo ed inoltre il materiale umano non è minimamente paragonabile all’inter del triplete oppure a quelle del primo mancini. Forse qualcuno dovrebbe rileggere quelle formazioni e capire le differenze. Oggi abbiamo qualche giocatore interessante, un paio di giocatori di livello (Handa e Miranda) oltre ad alcune scommesse che hanno fallito altrove. Aspettiamo

  130. L’atteggiamento del Mister mi pare quello di chi vuole farsi cacciare, nascondendo il sopravvenuto “fallimento tecnico” dietro a problemi caratteriali, rispolverati, forse ad arte, in grande stile (chi si ricorda di quando, giocatore della Samp, disse che, con certi arbitraggi, bisognava lasciare entrare i tifosi in campo?). Non sono nel settore calcio ma sono del settore umanità. Ma come, 10 giorni dopo aver insegnato (giustamente!) l’educazione a un collega, esci col dito medio? Non so..JB

    • Tutto vero e l’analisi merita una riflessione. Direi solo che si matura: quand’era giocatore aveva un’altra età
      GLR

  131. Maurizio Interista Sempre // 1 febbraio 2016 a 17:21 // Rispondi

    1) Gli Arbitri fanno parte del gioco il nostro non gioco non dipende da loro. 2) basta giocare con 4 punte con solo medel a centrocampo a far ripartire l’azione, Kondogbia deve giocare 10 partite di seguito per capire se è da inter, io giocherei con Kondo Brozo Gnokuri (Melo, Medel) e Peresic a sinistra a centrocampo in attacco 2 a caso. Bisogna ritrovare certezze. Giocare a rombo per ritrovare copertura e certezze! i vari Eder, Icardi, Jovetic sono bravi e prima o poi i gol …

  132. E se per caso, semplicemente, il Mancio da ottimista dichiarato qual è (continua a professarlo, non potendo fare altrimenti, ovviamente) si sia reso conto che malgrado la società, con tutti i limiti imposti dal FFP, lo abbia accontentato nella quasi totalità delle sue richieste e lui, dopo un avvio più che promettente, forse oltre le aspettative, alle prime avversità abbia perso fiducia nelle proprie capacità ed ora non trovando soluzioni a breve termine sia andato in tilt?

  133. Io ricordo bene l’intervista di Ausilio 15 mesi fa “non abbiamo soldi, ma abbiamo bisogno di Mancini” E lo stesso Mancini dichiarare ” quando si torna dove si è fatto bene, si rischia di rovinare il bel lavoro fatto in precedenza…”
    Prima di essere sicuro di puntare il dito contro Mancini, vorrei essere sicuro che la società stia mantenendo le promesse. Non credo che Mancini sia tornato all’Inter per soldi…

  134. Cosa vuoi dire con “Mancini non è in sé”? A me il Mancio sembra un uomo che soprattutto non sa perdere quindi non mi stupiscono queste sceneggiate, stile post Liverpool ma anche Napoli con De Marco e non ultimo ieri. La cosa postiva è che lui è dispiaciuto e incavolato, la squadra sembra se ne freghi altamente.

  135. stefano faccin // 1 febbraio 2016 a 18:03 // Rispondi

    Ritengo che mancini si faccia comprare giocatori perché i top player veri da noi non vengono. Quindi, come nel 2004, occorre provarne molti per pescare quelli giusti (Cambiasso, Maicon, Samuel, il muretto di Madrid etc.). Roma e juve non ne hanno cambiati molti nel recente passato? Vogliamo Mihajlovic sbertucciato da tutti fino a ieri? Josè che alla festa di nozze mangiava con l’amante? O chi? Mancini ci ha portato qui. Sta a lui uscirne. Con un po’ di sostegno.

  136. I problemi familiari di Mancini possono averlo veramente stressato e non dipende da quanto guadagni se poi influiscono sul tuo lavoro o meno, è carattere. Delle volte comunque ho come l’impressione che schieri delle formazioni con qualche incognita per dimostrare alla società di avere necessità diverse;a pparentemente sono tutti d’accordo ma non è dato sapere se poi in effetti le scelte siano pienamente condivise. Se invece vuole tenere alte le motivazioni facendoli ruotare non sembra funzionare

  137. Hai sottolineato molto la questione della “perdita di serenità” anormale, esagerata, inquietante del Mancio.
    Io sono daccordo con te ed ho un sospetto in merito.
    Domanda :con le tue parole intendi quello che molti pensano? che i fatti di Napoli con Sarri abbiano in qualche modo stravolto la sua vita intima personale?

    • No, assolutamente. Non so cosa intendi per vita intima, ma Mancini è risaputamente eterosessuale. Non andiamo a immaginare vicende che non hanno senso. Io non ho alcuna certezza che abbia perso serenità perché non più sereno. Dico che per come lo conosco io è cambiato troppo rapidamente e violentemente per un brutto mese di campionato. Sapessi qualcosa la direi, ma non so nulla. La mia è una semplice ipotesi.
      GLR

  138. Io sto con mancini finora ha fatto un ottimo lavoro, lasciamolo lavorare con serenità, ormai per la situazione economica della società non è possibile pensare di tornare a vincere comprando stelle di prima grandezza, ma si potrà tornare a vincere solo avendo un progetto a lunga scadenza e sinceramente mancini mi sembra la persona più adatta a dare concretezza a un progetto vincente

    • Purtroppo all’Inter la serenità non esiste, neppure quando vince, perché si discute come si è vinto. Questo è e questo non cambierà. Mancini è qui che deve confermare il suo valore.
      GLR

  139. Sinceramente: smettetela di criticare Mancini! 3 campionati, 2 coppe Italia, 2 supercoppe italiane! Ma sostenetelo un po’ quest’uomo, non siamo mica in zona retrocessione! Ci credo che sono tutti depressi all’Inter, dopo un mese storto niente sostegno, solo critiche. Io l’unica cosa che cambierei all’Inter oggi è il fornitore di panettoni. Tutte le volte dopo la pausa natalizia è una tragedia. Secondo me il pasticcere è juventino…

  140. Repubblica di pochi giorni fa: “Mancini convince un Thohir già poco persuaso a raggiungere la squadra in Qatar, per poi affrontare qualche discorso di mercato. Il presidente arriva, vede la partita col Psg, poi dopo cena saluta Mancini dandogli appuntamento al giorno dopo, quando il tecnico spera di fare due chiacchiere sul futuro: «See you tomorrow». Invece al mattino Thohir prende il suo aereo e molla tutti lì, compreso un Mancini assai perplesso.” Corrisponde al vero?

    • Esistono i telefoni e non credo che basti questo a spiegare l’involuzione tattico-tecnica e la perdità di serenità di un allenatore esperto.
      GLR

  141. ciao GL, se tu fossi un giocatore dell’Inter non saresti arrabbiato a sentire che il tuo allenatore ogni giorno vuole 11 giocatori nuovi?
    non saresti arrabbiato che un giorno il tuo allenatore ti considera Maradona e dopo 2 giorni si annoia e ti sbatte in tribuna?
    Mancini la squadra la ha, secondo me come rosa dopo juve napoli e roma siamo i più forti. quindi il 3 posto te lo puoi giocare.
    lui fa ‘scazzare’ i suoi giocatori. per me il problema è questo.

    • Sinceramente io non sono così buonista, come quasi tutti, verso i giocatori: il richiamo alle proprie responsabilità, visto che il tecnico mi pare che se le prenda e anche se non se le prende ci pensano sempre gli altri a dargliele, mi sembra ci possa stare. In campo si vedono delle cose che vanno al di là dello scazzo e che attengono più alla professionalità.
      GLR

  142. Giacomo Seneca // 1 febbraio 2016 a 22:40 // Rispondi

    È la prima volta che commento quest’anno perché mi sembrava avventato farlo prima, fermo restando che tu sia stato fino ad ora uno dei pochi equilibrati nel dare giudizi, in un verso e nell’altro. Mancini ieri ha perso la brocca, ma chi non la perderebbe di fronte a certe idiozie? Si dirà è pagato per non perderla; vero, ma certa gente è pagata per fare domande di ben altro livello, suvvia!
    Detto questo, con Mauro dal primo, il derby lo si chiudeva al primo tempo. Ma la storia non si fa coi se.

  143. sono ancora sotto choc per la sconfitta.
    Ho visto delle cose fuori dal normale.
    1 Santon non giocava da ottobre: titolare al derby sul loro uomo finora migliore (Bonaventura)
    2 JJ ancora in fascia: Honda sembrava Garrincha
    3 Jovetic, Perisic e Brozovic soprattutto: disastrosi, inconsistenti e molli, molli, molli..
    4 formazione scriteriatamente sbilanciata in avanti.
    5 calci d’angolo sempre battuti corti
    6 JJ che batte una punizione dal limite d’area.
    COME SE NE ESCE?

  144. Tra fine novembre e metà dicembre la squadra stava iniziando ad avere una identità, automatismi, spunti in attacco. Poi Mancini ha continuato a cambiare formazioni temo quasi per il gusto di farlo e di sentirsi per questo più bravo di altri. Ma questo è stato errore grave che ha bloccato la crescita del collettivo, tolto certezze ad alcuni, tolto entusiasmo a molti. Spiace ma ha sbagliato tanto facendo così e rischia di buttare l’anno con tutte le conseguenze anche economiche.

  145. Sono riconoscente a Mancini per quanto vinto all’Inter. E’ anche vero che pochi dei giocatori che ha avuto ne conservano un buon ricordo, a parte Stankovic. Ibra, uno dei più carismatici, lo ricorda come una fighetta isterica, e non è l’unico. C’è solo un mister per il quale lui e tutti gli altri, senza eccezione, dalle riserve (Materazzi) ai titolari si sarebbero gettati nel fuoco: Mou. Ora è libero. Mancio è in tilt. Che dici?

    • Dico che Mourinho non tornerebbe mai non all’Inter, ma in Serie A. Di questi tempi.Ha proposte di lavoro certamente più prestigiose e remunerative.
      GLR

  146. Il Mancio che ha comunque tutta la mia stima sia in un momento delicato è davanti agli occhi di tutti.Però io da casa ho potuto assistere allo scontro con la giornalista e l’embolo sarebbe partito anche a me.Hai perso un derby e sei stato espulso ma se mi fai delle domande cazzute ti ci mando. Questa come altri deve fare sempre del cinema ma deve anche capire quando è il caso e quando meglio evitare. In sala interviste ci sei stato anche tu e non mi pare ti abbiano insultato. Amala

    • Ci sono stato per vent’anni e anche io ho i miei litigi, anche con allenatori e giocatori extra-Inter: tra i più accesi mi ricordo Tempestilli (ex-giocatore Roma), Burnich (ex allenatore Cremonese), Bianchi (ex allenatore Inter) e udite udite Roberto Mancini per una domanda sull’improvviso avvicendamento Toldo-Julio Cesar. E’ capitato a tutti e magari ce ne sono stati anche altri che ho dimenticato. Qui la domanda è stata posta in modo un po’ provocatorio, soprattutto nei toni, tant’è che poi Mancini ha risposto in altre sedi come avrebbe dovuto rispondere anche qui.
      GLR

  147. Oggi ti ho seguito su Top24calcio e tutto quello che hai detto come praticamente sempre mi trova d’accordo. Per me Mancini è nel gotha conta l’Albo il resto son chiacchiere, certo io così non l’ho mai visto e se lo dici tu che lo conosci anche meglio questa è la cosa che mi preoccupa di più. Non so se Mancini riuscirà a riprendere il timone in mano, e la cosa mi spaventa molto, perché se è vero che così non si era mai visto mi riesce difficile pensare, dato il carattere, che si riprenda

  148. valerio bianchi // 2 febbraio 2016 a 20:58 // Rispondi

    Mah, la mia impressione è che abbiamo preso ad andare male quando ci siamo convinti -a torto- di essere ormai lanciati. Tradotto, l’esaltazione dopo lo 0-4 di Udine. Andavamo meglio quando si giocava con medel-melo-kondogbia e una punta e mezza (da lì gli 1-0 tanto vituperati), la svolta di mettersi a giocare praticamente con 4 attaccanti per sopperire alle lacune del gioco ha fatto disastri e allungato la squadra. Forza Inter e torniamo umili.

  149. Voglio essere ottimista! Secondo me c e ancora tempo per rimediare. Con Mancini in panca. Non vorrei essere frainteso e non mi piacciono allenatori da bar. il mister saprà scegliere una formazione base e con uno schema senza fronzoli in base a uomini a disposizione e a relative caratteristiche. La società gli ha manifestato appoggio e sostegno e da coach navigato credo sappia come ricementare un gruppo con qualche crepa. Io ci credo…

  150. il problema è che la squadra è costruita male, sbilanciata negli interpreti. abbiamo due difensori centrali di livello accettabile 4 terzini, 10 tra punte-mezze punte e pseudo fantasisti e soli 5 centrocampisti di cui uno stopper adattato (medel) e un giovane sparito dai radar. nn critico l’acquisto di eder in termini di valore assoluto, ma mi pongo il dubbio sull’utilita’ perlomeno ora. da notare che abbiamo un solo centravanti goleador! l’ha costruita mancini,mica il prete del paese!

Lascia una risposta

Le 4 regole del commentario:
1. Siate educati: i commenti ad personam saranno ignorati
2. Scrivete in italiano, il congiuntivo non è una malattia degli occhi!
3. Non è una chat: se volete conversare tra voi, io che ci sto a fare?
4. La lunghezza del commento non può superare i 500 caratteri (spazi compresi)
Viva l’Inter!


*

 caratteri disponibili