Scuola Militare Teulié: Ballo delle Debuttanti 2015

E’ stato per me un grande privilegio presentare insieme alla collega Monica Somma il 17° Gran Ballo delle Debuttanti sabato 9 maggio presso la Scuola Militare Teulié, punta di diamante della formazione culturale milanese e nazionale. Qui hanno studiato Silvio Pellico, Luigi Cadorna e Enrico Forlanini. Anche per me si è trattato di un debutto su questo prestigioso palco!
Il Gran Ballo delle debuttanti della Teulié è uno degli eventi più raffinati della città, animato questa volta dai 37 Allievi del corso Grecchi che, accompagnati dalle loro dame, hanno celebrato con gli immortali valzer di Johan Strauss e di Giuseppe Verdi i 100 giorni dalla conclusione dell’iter formativo, il cosiddetto Mak P100. Il termine Mak P trae origine da un aneddoto risalente al 1840, quando un Regio Decreto fissò in tre anni la durata dei corsi presso l’Accademia Militare di Torino per ottenere la nomina a Sottotenente.
Un allievo, alla notizia, esclamò in marcato dialetto piemontese: “Mac pi 3 anni!”, ossia “ci restano 3 anni!”
Nel 1891 l’espressione da Torino si propagò nelle altre scuole militari e da momento goliardico divenne ricorrenza istituzionale.
Al cospetto di autorità civili e militari, come Ufficiale Riservista, ho potuto vestire l’Uniforme di Gala dell’Esercito Italiano e anche per questo ringrazio la Scuola Militare Teulié e il suo Comandante, Colonnello Gioacchino Violante, per avermi permesso di vivere da conduttore anche questa bellissima esperienza.
Qui sotto trovate alcune immagini della fantastica serata.

2 Commenti su Scuola Militare Teulié: Ballo delle Debuttanti 2015

  1. Gianni Ghilardi // 20 maggio 2015 a 07:55 // Rispondi

    Poliedrico GLR !!!
    keep it up !
    Cheers,G.

  2. Grande Gian Luca, complimenti davvero!
    Claudio – Parma

Lascia una risposta

Le 4 regole del commentario:
1. Siate educati: i commenti ad personam saranno ignorati
2. Scrivete in italiano, il congiuntivo non è una malattia degli occhi!
3. Non è una chat: se volete conversare tra voi, io che ci sto a fare?
4. La lunghezza del commento non può superare i 500 caratteri (spazi compresi)
Viva l’Inter!


*

 caratteri disponibili