Inter: per ora è il mercato delle vaccate

Per ora è il mercato delle vacche, anzi delle vaccate. Siamo partiti già a metà maggio, ma ora siamo quasi al top. Vi siete mai presi la briga di contare i nomi che ancora prima dell’avvio ufficiale della sessione estiva sono già stati accostati all’Inter per la prossima stagione? A parte le idee, assolutamente verosimili su Touré a Benatia, siamo già abbondantemente oltre i 30 nomi. E ancora non è ripartito il tormentone Lavezzi, che da qualche estate impazza più del Calippo.
L’avviso ai naviganti è che il mercato vive di momenti e questo è da sempre il periodo dell’anno delle chiacchiere: le sparano grossi gli allenatori, con Mancini in prima fila un po’ anche per mettere in chiaro alla società che c’è parecchio da fare, le sparano grosse i procuratori perché ognuno ha la sua merce da pubblicizzare e naturalmente i giocatori che ogni anno usano l’Inter o le altre come sponda per aumentare i loro ingaggi presso i club in cui militano e da cui non hanno alcuna intenzione di muoversi. Giornali e Tv fanno il loro mestiere: segnalano ogni voce, ogni rumour, ogni sospiro. Sta all’intelligenza di chi viene bombardato da notizie, saper discernere la minchiata dall’idea.
Certamente anche un bimbo arriva a capire che una squadra che ha chiuso la stagione col capocannoniere del campionato subendo però la bellezza di 59 gol nelle tre competizioni in cui è stata impegnata, debba lavorare soprattutto sulla fase difensiva e che nel marasma non siano poi tanti i nomi usciti per le retroguardia non è necessariamente un male. Vuol dire che lì, magari, Ausilio sta lavorando più sottotraccia che altrove. In ogni caso il ritorno in Europa di Erick Thohir prevede sabato prossimo la tappa di Berlino per la finale di Champions League. Insieme a Zanetti, Thohir parlerà con l’a.d. del Bayern Rummenigge anche di Benatia. I rapporti sono ottimi, ulteriormente cementati dall’operazione Shaqiri. Presto per farsi illusioni: intanto si comincia a parlare, poi si vedrà. Faccio solo notare che molti colpi, da quando ci sono pochi soldi, sono stati perfezionati solo negli ultimi giorni di mercato, tra fine agosto e i primi di settembre. Ovviamente tardi, anche perché Mancini vorrebbe cominciare il ritiro con la squadra praticamente fatta. In bocca al lupo!

48 Commenti su Inter: per ora è il mercato delle vaccate

  1. Cinque anni fa, quando allenava il Catania, Sinisa Mihajlovic – futuro tecnico del Milan – assicurava che in futuro mai e poi mai si sarebbe seduto sulla panchina rossonera. “Io sono fatto così, forse sbaglio… Posso anche morire di fame, sarebbe difficile da rifiutare, ma se succedesse non potrei mai allenare il Milan. Ho passato quattro anni nell’Inter e sono interista”.Volevo sapere cosa ne pensi. Grazie Andrea

    • Penso che nella vita capita di cambiare idea. Anzi, guai a vivere di dogmi incrollabili. Soprattutto per uno che ha deciso di fare l’allenatore
      GLR

      • Sarà… ma secondo me il mio (quasi) compaesano Carletto da Reggiolo all’Inter e alla Lazio non andrà mai. Il tifo e lo sport per me sono anche questo (ah, se nella vita fosse tutto così “scioccamente” importante…): se ti senti interista non ti puoi sedere sulla panchina del Milan! Anche se abbiamo l’esempio del più grande di tutti (Trapattoni, o mi sbaglio?) che – da milanista – ha stravinto con Juve (soprattutto) e Inter.
        Ad ogni modo… che derby, coi due amiconi sulle opposte sponde! :-)

        • Sono situazioni molto diverse. Ancelotti va verso i 60 e la sua carriera l’ha già fatta. Sinisa ad alto livello ha appena cominciato
          GLR

          • Adoro i “botta e risposta” con te, GLR :-), ovviamente… sempre se vuoi rispondere alla botta! 😉
            A&M hanno solo 10 anni di differenza, comunque, ma io non parlo DI ORA. Ancelotti sono lustri che allena ad alto livello. E il suo dogma “MAI Inter, MAI Lazio” ha resistito. Magari anche perchè…non l’hanno mai cercato! 😀
            Lo so, a darmi torto ho sempre l’ingombrante “spettro” del Trap (che ho sempre ammirato tantissimo ovunque fosse) il quale non si è fatto alcun problema… :-)
            Ciao, Rob

            • Ancelotti, nei primi anni da allenatore, non si è fatto alcun problema ad andare alla Juventus
              GLR

              • Io penso che un allenatore debba guardare anche ai suoi interessi. E’ un professionista, anche se i tifosi spesso non capiscono o non vogliono capire. Pure Capello disse, a suo tempo, che non avrebbe mai allenato i gesuiti, dove peraltro giocò, e sappiamo bene come finì…forse solo Mou non allenerebbe mai in Italia altre squadre, dopo essere stato all’Inter, tanto che penso che prima o poi ritornerà da noi. E’ giusto, visti i guadagni, sfruttare le occasioni che questa carriera può presentarti

  2. Silvio da Torino // 4 giugno 2015 a 08:25 // Rispondi

    Tutti gli anni e’ cosi’ e tutti gli anni si vendono giornali sportivi e si fanno trasmissioni televisive per concludere nulla di nulla. Per i miei gusti ho sempre apprezzato il modo di fare mercato della Gobbaccia. Acquisti voluti ed importanti subito per avere la squadra quasi al completo ad inizio preparazione e poi i vari aggiustamenti sempre con gli occhi aperti per non farsi fuggire l’affare. La Juve pero’ ha i soldi e noi no, quindi Thohir e Ausilio datevi da fare, fantasia, coraggio e cul

  3. Alessandro // 4 giugno 2015 a 08:41 // Rispondi

    Correggimi se sbaglio, GLR, ma l’Inter avrà già il suo bel da fare con i riscatti obbligati di Santon, Shaq, Brozovic, Dodò e Medel. Al di là di quanto i ragazzi possano essere utili in prospettiva, al cospetto di una stagione mediocre, è una spesa importante. Probabilmente rateizzata, ma pur sempre da mettere a referto. Secondo te, qualcuno di loro verrà a sua volta ceduto per fare cassa ? Se sì, secondo te di chi farebbe a meno il Mancio ?

  4. Marco Ferrara // 4 giugno 2015 a 08:45 // Rispondi

    In verità anche all’Inter hanno contribuito ad alimentare le vaccate. Ho sempre creduto pochissimo a Tourè, Benatia non verrà. Sono giocatori di valore, appartengono a grandi squadre, se decidono di muoversi lo faranno per club di pari livello. Temo piuttosto elementi come Felipe Melo, ripudiato da Juve e Brasile. Comunque, questo dovrebbe essere il mercato delle risposte di Thohir alle tante critiche ricevute, attendiamo…

  5. In effetti la moda di parlare di mercato ovunque, con notizie che cambiano radicalmente da un giorno all’altro è davvero stancante. Per alcuni giornalisti è più redditizio parlare di mercato, ragionamenti ed opportunità che di calcio giocato (forse di quello ne capiscono poco). Speriamo solo che alla fine la nostra squadra ne esca rinnovata e con calciatori di spessore. Un altro anno come gli ultimi 4 sarebbe devastante.

  6. Ne avevamo già discusso, ed eravamo di pareri opposti, ma io dico che se arrivasse un’offerta per Shaqiri lo venderebbero senza problemi (come tutti gli altri, lo so). Per il resto…dilemma difesa/centrocampo, io faccio sempre l’esempio di com’è cambiato Bonucci con davanti a sè Pirlo/Vidal/Pogba: ad alti livelli è sempre una questione di equilibrio tra le parti, più che di singoli. Ergo, dico che uno tra Tourè e Kondogbia sia imprescindibile, se si vuol fare un vero salto di qualità.

  7. Io mi sono fermato ai 9 milioni lordi per Icardi , così ho letto quindi magari sarà tutto smentito, ma la cosa mi preoccupa perchè il profilo del ragazzo mi sembra particolare… fosse vero mi viene da chiedermi cosa abbia di più di Immobile, visto che l’anno scorso Ciro Immobile segnò lo stesso numero di gol, ma senza rigori. Non so mi sembra che la dirigenza sul mercato agisca in base alle sensazioni della piazza e non in base ad una reale idea… certo poi mi diranno che c’è Mancini

  8. Non succederà mai, ma bisognerebbe tornare al mercato di durata un mese, giugno. Poi in ritiro con squadra fatta. Capisco che per i media e per chi ci lavora sarebbe un disastro. Nei programmi si riciclano tutti, ma proprio tutti, a berciare di mercato, la maggior parte senza competenza, nè del suddetto, nè di economia, ma tutti a parlare della situazione economica dell’Inter, senza saper leggere un bilancio per giunta .

    • Guarda che sono i club che vogliono il mercato lungo, per poter gestire con più comodo i loro pochi denari, mica i giornalisti..
      GLR

  9. Questo è il mese dei procuratori e delle fanfare: verissimo. Ma GL il bello del mercato è poter sognare fino alla fine di vedere il grande nome, soprattutto se suffragato da indizi (deboli). Giusto essere razionali, ma ricordo le ore passate a leggere la rosea e a fantasticare su Ballack e Lampard con Cambiasso. Se oggi facciamo 10 nomi, forse uno è giusto. Analogamente allora la Juve dovrebbe dare per persa la finale? Improbabile ma possibile. Quindi voglio continuare a sperare e divertirmi.

  10. legger nomi e’ bello, pero’ ci si dimentica per esempio che shaqiri, brozovic e santon sono spuntati dal nulla, senza che nessun giornalista ne parlasse prima….confido che si stia lavorando ancora nello stesso modo, cioe’ sotto traccia :)

  11. Se faccio un confronto tra allenatori Conte sarà antipatico,ma dimostra come deve comunicare (a suo modo) il vero professionista…Sinisa si aggiunge alla cerchia dei cialtroni moralisti (parla della guerra, della sua casa bombardata e poi…)
    Tra i tanti nomi del c/mercato chissà perchè ci sono quelli che hanno circa 32 anni (di sicuro davanti alla difesa uno di esperienza serve), ma ricominciare da zero, cacciando per l’appunto Cambiasso, proprio non ci si riesce!

    • E daje, sempre le stesse cose: Cambiasso non lo volevate più vedere. Andate a leggere cosa scrivevate l’anno scorso
      GLR

      • Lavezzi come il Calippo e’ bella eh! anche se io preferisco ancora il Bif!
        Sinceramente Mihajlovic al Milan non me l’aspettavo, non mi sento tradito ma mi spiace perche’ credo che fara’ bene.
        Ora pero’ l’unica certezza che ho e’ che Zenga non andra’ mai a Milan o Juve, almeno spero!

      • Francesco Di Tacchio // 4 giugno 2015 a 23:25 // Rispondi

        Ciao Glr. Leggo sempre gli editoriali di questo sito.
        Mi piace molto come scrivi e sei molto obiettivo nelle cose e questo e’ una cosa che apprezzo.
        Ti volevo chiedere se sapessi qualcosa di un eventuale ritorno di Cambiasso come secondo del Mancio. Per poi in futuro allenare la nostra squadra. Magari l’idea e’ un po’ suggestiva o improbabile ma secondo me lui potrebbe diventare un grande coach. Che cosa ne pensi a riguardo?
        Saluti da Melbourne.
        Francesco

        • Grazie per i complimenti ma sinceramente non amo gli scenari futuribili o valutare quello che potrà accadere tra quattro o cinque anni. Credo sia opportuno concentrarsi sul presente, che è già difficile. Cambiasso ora gioca altrove. Che poi possa fare l’allenatore non è detto.
          GLR

  12. Perfettamente d’accordo col titolo! Da qui a fine agosto ne sentiremo di cose! La cosa che più mi solleva e’ che o hanno parlato a caso o qualche rinforzo serio alla fine arriverà! Ricordo come fossi oggi il clima post triplete: avevamo già preso mascherano,trattavamo gerrard…e tutti volevano venire all’Inter! Alla fine il Milan prese ibra e robinho e vinse lo scudetto…quindi niente ansie e facciamo lavorare la società e solo dopo criticheremo, se necessario!

  13. Alessandro // 4 giugno 2015 a 16:07 // Rispondi

    GLR, in questa stagione deludente sono rimasto piacevolmente impressionato da Assane Gnoukouri. Per quel che ho potuto vedere e per quello che è il mio occhio, non clinico per l’amor di Dio, il ragazzo ha una facilità di gioco pazzesca, potenza, visione e propensione ai due tocchi (che nel calcio frenetico di oggi non guasta). Non solo: ha una freddezza rara per un calciatore così giovane.

  14. Torneremo mai al periodo del triplete, quando del mercato me ne fregava una cippa, perchè comunque eravamo i più forti ed ero molto più interessato al calcio giocato?
    Ah nostalgia canaglia!
    La consolazione principale è che difficilmente chi arriverà sarà peggio di buona parte di chi è già qua. Almeno lo spero.

  15. Ciao Gianluca, al di là dei nomi che Inter vedremo il prossimo anno?
    Da scudetto? Dubito fortemente
    Da Champions? Me lo auguro
    Da quinto posto? Lo temo
    Grazie

    • Spero e penso un’Inter competitiva, che significa minimo far un campionato come quello delle romane quest’anno. Al limite il campionato di Napoli e Fiorentina.
      GLR

  16. Raffaele B. // 4 giugno 2015 a 17:24 // Rispondi

    Fatemi capire: Mihailovic inizia ora ad allenare ad alto livello… e va al Milan??? E’ come se io iniziassi a fare trekking sul serio e decidessi di andare alla montagnetta di Milano! 😀 Per la questione mercato: il classico uovo di Colombo: mi augurerei che in difesa i Groviera Boys (JJ & Froggie) possano essere rimpiazzati o quantomeno supportati da due difensori VERI!! Poi dai, queste cosiddette voci di mercato… ormai quasi tutti sanno che è il regno della fanfaronata ad libitum, giusto?

  17. Fabio Primo // 4 giugno 2015 a 18:57 // Rispondi

    Spero no a Tourè , Motta e ad altre eventuali vecchie glorie a fine carriera.
    Il Milan ci ha insegnato negli ultimi anni che prendere i nomi altisonanti ma ormai brasati sul campo non vai da nessuna parte e consumi fette molto consistenti del monte ingaggi

  18. Paolo Assandri // 4 giugno 2015 a 19:53 // Rispondi

    Ma 9 acquisti non sono tanti se si pensa alla rosa: Zukanovic prende il posto di Campagnaro, Biabiany per averne 1 del settore giovanile giocabile in prima squadra comunque non male come esterno, Mirante al posto di Carrizo e già sono 3. Quindi il mercato sarà di 5 o 6, spero che compreremo dei centrocampisti di livello (Muriel, Mbia, Kongodbia) e visto che Skrtel litiga col Liverpool ci penserei bene perché è un ottimo elemento, così come Benatia (è lì che andrei a spendere).

  19. Alessandro // 4 giugno 2015 a 20:47 // Rispondi

    Spero vivamente in quello che dici. Ma come si può cercare un giocatore come Jovetic che su 30 partite 15 ne passa in infermeria! Capisco sia facile da prendere perché non lo cerca nessuno ma buttare i pochi soldi così è un peccato!

  20. L’ultima novità del Fifagate arriva dall’Irlanda, dove il direttore esecutivo della locale federcalcio, John Delaney ha raccontato di come accettò un pagamento di cinque milioni di euro da parte della Fifa di Sepp Blatter per “non dare alcun seguito legale” al famoso fallo di mano durante la gara di qualificazione ai mondiali tra Francia e Irlanda…Dio,che schifo!! I Francesi cosi’ puri…..

  21. Parlare adesso è prematuro: è stato promesso in lungo e in largo che verrà allestita una squadra all’altezza dei ns amati colori. È scontato che debbano arrivare dei nomi importanti in ogni reparto per qualità e personalità. Si è criticato il Mancio per essersi troppo esposto: i voltafaccia a noi non servono, si chiamino Touré o Pincopallo: da noi deve venire gente che ha voglia e con le palle. Restiamo fiduciosi in attesa. Amala. ⚽️

  22. Ciao Gianluca gradirei sentire una risposta da un addetto ai lavori come te per quanto concerne il ranking FIFA di cui sicuramente non comprendo molto. Recentemente avevamo due italiane in semifinale di Europa League e la Juventus in finale Champions ed addirittura si era prospettata la possibilità per l’Italia di balzare al primo o a secondo posto.Dopo pochi giorni con i risultati negativi dell andata eravamo tredicesimi. Belgio inspiegabile terzo. Quali sono i parametri di riferimento?

    • Basta far i conti dei punteggi e dei parametri per l’assegnazione dei posti, ma tu stai facendo confusione tra il ranking Uefa e quello Fifa che sono completamente diversi
      GLR

  23. Continuo a dire che ci servono giocatori con alto QT (quoziente testicolare); uno al centro della difesa e uno al centro del centrocampo. Oltre a questo, una terza punta di livello (possibilmente rapida).
    So che è prematuro, ma secondo te Gnoukouri si farà le ossa altrove o potrebbe fare una trentina di presenze?

    • Sceglierà Mancini che lo vede tutti i giorni. Io l’ho visto troppo poco per dare un giudizio completo
      GLR

  24. Di nomi se ne leggono fin troppi, la maggior parte di essi NON sono quelli che ti fanno saltare dalla sedia, ma è altrettanto vero che con pochi soldi e scarso appeal, quelli non li compri. L’altro grosso problema sarà vendere i molti mediocri con pochissimo mercato che abbiamo in rosa; lì si dovrebbe creare il tesoretto per non cedere gente come Kovacic

  25. Alessandro // 5 giugno 2015 a 17:52 // Rispondi

    un commento da un infiltrato juventino, prima di parlare di acquisti, l’Inter prenda un dirigente navigato alla Marotta. Fassone mi va a genio, pare sia juventino, ma cosa ci fa all’Inter. Una battuta, comunque finisca la partita di sabato per la juve sarà un successo, per me un decesso…

  26. contentocosì // 5 giugno 2015 a 17:57 // Rispondi

    Non sarebbe una condotta lungimirante forse ma se esce Kovacic per Benatia sei al 50% dell’opera. Da li in avanti puoi rifondare con un innesto di esperienza a centrocampo a fare il play e davanti uno che faccia respirare Icardi. P.S. Bentornato a Biabany goleador dell’intercontinentale ed al Walterone grande cuore nerazzurro!!!

  27. Pier Paolo // 5 giugno 2015 a 21:28 // Rispondi

    Caro Gianluca, non ho mai fatto parte dei “gatti neri” interisti, ma ho sempre avuto fiducia nella società e accettato i risultati come logica conseguenza delle forze in campo. Adesso però sono piuttosto sconfortato che il nuovo corso e il nuovo progetto siano rappresentati da Biabiany e Felipe Melo (mi mettevo a ridere con i miei amici zebrati quando lo vedevo giocare per la “gobba”). A tutto c’è un limite, anche al FPF.

  28. Hai detto proprio bene, questo è il momento delle vaccate. C’era una canzone che recitava “parole, parole, soltanto parole” questo sto leggendo e sentendo adesso. Come già sentito e letto, negli ultimi anni vengono accostati alla parola Inter tantissimi grandi giocatori o presunti tali. Questo è un periodo in cui piace inventare e giocare di fantasia.
    Penso che questa sessione di mercato ci farà capire cosa voglia fare veramente Thohir dell’Inter, non ci resta che aspettare una lunga estate

  29. Alessandro, Hangzhou // 6 giugno 2015 a 10:44 // Rispondi

    Come ha detto saggiamente Gianluca, meglio non seguire più niente sul calciomercato fino alla prima di campionato. Dobbiamo avere solo fiducia in Thohir, Ausilio e Mancini…e che Dio ce la mandi buona per la prossima stagione!
    Buona estate a tutti e forza inter.

  30. Alessandro // 6 giugno 2015 a 15:23 // Rispondi

    È proprio vero….lasciamo perdere il mercato x due mesi!!! Circolano nomi imbarazzanti: Melo, Motta, Jovetic! ! Sembra essere tornati indietro di 5 anni, altro che progetto fituristico!! Non voglio credere si seguano giocatori come Melo e Jovetic che le vecchie squadre d’appartenenza hanno cacciato per poi intraprendere un cammino da protagoniste nel calcio nazionale ed internazionale! !!

Lascia una risposta

Le 4 regole del commentario:
1. Siate educati: i commenti ad personam saranno ignorati
2. Scrivete in italiano, il congiuntivo non è una malattia degli occhi!
3. Non è una chat: se volete conversare tra voi, io che ci sto a fare?
4. La lunghezza del commento non può superare i 500 caratteri (spazi compresi)
Viva l’Inter!


*

 caratteri disponibili