Il Giorno – Bar dello Sport 5

Pubblicato su Il Giorno, giovedì 10 dicembre 2015

Sinisa porta male? C’è chi lo pensa…
Da giorni al Bar Sport l’assicuratore interista Walter si aggira minaccioso alla ricerca dell’idraulico napoletano Gennaro per restituirgli con gli interessi gli sfottò subiti dopo la sconfitta di Napoli. Nessuno si aspettava che la squadra di Sarri perdesse a Bologna restituendo all’Inter il primato in classifica. Il buon Gennaro però si è eclissato. Da sempre lui si fa vedere al bar solo quando il Napoli vince e così il Walter resta con un pugno di mosche in mano, più o meno le stesse che si è già trangugiato nelle sue tre sambuche mattutine.
Tra gli anti-interisti serpeggia inquietudine: come da scommessa, se l’Inter sarà Campione d’inverno, a tutti toccherà pagare da bere al Walter per una settimana e parliamo di una spesa non indifferente per gli avventori più taccagni. Non a caso il fastidioso Walter ha già cominciato col suo insopportabile mantra: “Pronto a pagare?” – ripete urlando a tutti quelli che gli si parano davanti.
Il carrozziere juventino Ignazio era l’unico che poteva tener testa al Walter, visto che la sua Juve in campionato è in rimonta sull’onda di cinque vittorie consecutive, ma adesso è imbestialito per l’inattesa sconfitta in Champions a Siviglia che per la Juve ha significato l’addio al primo posto nel girone e il rischio di un sorteggio proibitivo negli ottavi.
Come al solito, resta in stato comatoso, e non solo per i fumi dell’alcol, il tassista milanista Gianni, che continua a perdere fiducia. Ora ci si è messo pure Mihajlovic, da lui sempre considerato un agente interista spedito chissà perché a rovinare definitivamente il suo Milan, a dire che il peggio per i rossoneri deve ancora venire. Le uscite pubbliche del tecnico serbo continuano a rimarcare l’atmosfera negativa che avvolge il Milan, al punto che l’Ambrogio, il grande saggio del Bar Sport, si lascia scappare un’ inquietante rivelazione: “ Quel Mihajovic  è uguale a mia moglie – sentenzia – parla come lei e mi sa che porta male!”

Lascia una risposta

Le 4 regole del commentario:
1. Siate educati: i commenti ad personam saranno ignorati
2. Scrivete in italiano, il congiuntivo non è una malattia degli occhi!
3. Non è una chat: se volete conversare tra voi, io che ci sto a fare?
4. La lunghezza del commento non può superare i 500 caratteri (spazi compresi)
Viva l’Inter!


*

 caratteri disponibili