20C: Inter-Torino 0-1

MARCATORI: Moretti al 49’ s.t.
INTER (4-2-3-1): Handanovic; D’Ambrosio (dall’11 s.t. Shaqiri), Vidic, Andreolli (dal 45’ pt Ranocchia), Obi; Guarin, Kuzmanovic; Podolski (dal 17’ s.t. Donkor), Kovacic, Palacio; Icardi. (Carrizo, Berni, Dodò, Puscas, Khrin, Hernanes, Bonazzoli). All. Mancini.
TORINO (3-5-2): Padelli; Maksmivoc (dal 36’ s.t. Bovo), Glik, Moretti; Darmian, Benassi, Gazzi, Farnerud (dal 17’ s.t. El Kaddouri), Molinaro; Martinez (dal 13’ s.t. Maxi Lopez), Quagliarella. (Gillet, Castellazzi, Jansson, Vives, Gaston Silva, Amauri, Masiello). All. Ventura.
ARBITRO: Irrati (Pistoia).
NOTE: spettatori 34.209. Ammoniti: D’Ambrosio, Gazzi, Icardi, Darmian per gioco scorretto. Recuperi: 3’ p.t.; 4’ s.t.

Inter-Torino, decisa da una grave distrazione difensiva interista a favore dei granata all’ultimo secondo, è la pietra tombale per chi, a differenza del sottoscritto, ha creduto che si potesse davvero puntare al terzo posto. Nel calcio purtroppo si può improvvisare solo quando si ha la maggioranza della formazione di caratura superiore. Kovacic e Icardi, senza che nessuno si offenda, si confermano buoni progetti di campioni, ma al momento vanno troppo a corrente alternata. Come il Milan, che però al momento ha smesso di fare mercato, l’Inter in questo campionato pare destinata ad un ruolo da semplice comprimaria e, a differenza di alcuni grammofoni di quel regime, noi dobbiamo avere l’onestà intellettuale di ammettere che a Mancini finora non è riuscita la sterzata. Sono il primo ad intravedere perlomeno un progetto a medio termine da questa parte del Naviglio, a differenza dell’altra sponda, ma 10 punti in 9 partite sono comunque pochi, soprattutto per un tecnico di valore come il Mancio, il cui lavoro è comunque improntato ben al di là del giugno 2015. Quello che si sta facendo sul mercato ha lo scopo di durare nel tempo, sostituendo un po’ alla volta chi sapete. Purtroppo avendo in alcuni ruoli poca qualità in certi ruoli Mancini deve arrangiarsi a sua volta, con Obi e Kuzmanovic fuori ruolo. Con questo c’è ancora un’Europa League da giocarsi, una Coppa Italia in cui vendere cara la pelle e un campionato dove si può comunque realisticamente ancora puntare ad un quinto posto finale. Ovvio poi che Mancini carichi i suoi parlando di Champions da afferrare ad ogni costo, ma bastano due semplici conti per capire che, attraverso il campionato, l’impresa è assolutamente irrealizzabile. La quota-punti per chiudere terzi sarà presumibilmente tra i 65 e i 70 punti. L’Inter, a girone di ritorno già cominciato, è ferma a 26. Contate quanti punti dovrebbe fare. Praticamente qualcosa di analogo a quel che han fatto Juve e Roma nel girone d’andata.
Impossibile per una squadra che col Torino ha calciato due volte in porta in quasi 100 minuti, con i quattro davanti incapaci di superare gli otto che Ventura ha ovviamente messo stabilmente davanti a Padelli. Il catenaccio, in fondo, mica è vietato dalla legge. E sarà sempre difficile trovare il gol contro squadre che si arroccano, soprattutto ora che col Mancio non si gioca più in contropiede, ma si punta a stare stabilmente nella metacampo avversaria. Icardi fa solo la punta d’area: se lo metti nel Bayern o nel Barcellona fa 30 gol a stagione, ma in un’Inter dove tutti devono forzatamente lavorare in tutte le zone del campo, rischia di essere un lusso. Per gli amanti del gossip c’era proprio lui su Maxi Lopez in occasione del gol granata di Moretti. Su Kovacic si continua a non capire dove debba giocare: parli con tre allenatori e ti indicano tre ruoli diversi! In 2 anni Mateo ha tirato in porta forte, secco e preciso solo con la Lazio, non calcia le punizioni, non ha attitudini acrobatiche e chi lo difende dice che se ogni volta ne dribbla tre è perché nessuno si muove senza palla. Qualcosa del genere lo si diceva anche di Morfeo, senza che nessuno si offenda. Torno a dire che Kovacic ha più talento di tutti gli altri e non dev’essere messo sul mercato, ma bisogna lavorarci sopra più del previsto. Su di lui, come su altri. Col Torino, persi per infortunio due difensori su quattro, si è visto che la coperta è ancora troppo corta in alcune zone del campo. Sul mercato si tenterà di intervenire anche lì. Per fortuna Erik Thohir ha chiarito per l’ennesima volta le strategie finanziarie dell’Inter alla faccia dei tanti improvvisati commercialisti col battesimo come titolo di studio che da qualche tempo ammorbano l’aria. Chissà perché dovrei fidarmi più di loro rispetto a colui che, fino a prova contraria, è il Presidente dell’Inter. Ma è straniero e viene da molto lontano e per come siamo provinciali qui, dove l’inglese lo capisce uno su 100, le stronzate a raffica sono inevitabili.
Il progetto di ricostruzione dell’Inter non si esaurisce certo a giugno 2015, ma ha lo scopo durare negli anni. E questo vale anche per il mercato.

Highlights
13′ Da Palacio a Podolski, Padelli respinge
40′ Cross di D’Ambrosio per la testa di Icardi. Fuori.
51′ Sinistro di Podolski, Padelli in angolo
57′ Corner di Farnerud, testa di Martinez fuori
62′ Benassi per Farnerud, fuori
73′ Cross di Palacio, Shaqiri non trova la deviazione
86′ Cross di Kuzmanovic, Icardi a vuoto, tiro-cross di Obi Guarin a vuoto
92′ Maxi Lopez sbaglia l’appoggio facile per Quagliarella
94′ 0-1 Corner da sinistra, Maxi Lopez prolunga per Moretti che da un passo mette in gol

140 Commenti su 20C: Inter-Torino 0-1

  1. nemmeno Ronaldo (quello vero) porterebbe al terzo posto questa rosa, non siamo nelle condizioni di lasciare fuori rosa, tanto meno lasciare andare, un prospetto offensivo come Osvaldo. A meno che non si rimpiazzi.
    Per il resto, a me il progetto tattico piace, ma il carattere e i piedi buoni non si imparano ad Appiano, o ci sono oppure meglio andare a giocare in una piazza più consona.

  2. non sarei cosi`pessimista, secondo me oggi sono mancati i cosiddetti migliori Kovacic Icardi e Palacio, ma sinceramente un Catenaccio cosi`non lo vedevo dai tempi di Nereo Rocco. Ci vorra`ancora tempo prima di essere piu`concreti sotto porta ma ci püo` ancora centrare il 3° posto, anche le altre non sono migliori di noi. Se arriva un buon centrocampista piu`un difensore siamo ancora in corsa. Saluti a tutti gli Interisti. Forza Inter.

    • Un altro che non legge le statistiche e non ha ancora capito che la quota terzo posto sarà in proiezione tra i 68 e i 70 punti. Fai due conti quante partite deve vincere l’Inter per arrivarci. Per chi magari capisce un po’ di calcio e di tattica, mi sembra ovvio che ora l’Inter trovi squadre che fanno catenaccio e ne troverà sempre di più: con Mancini si gioca prevalentemente nella metà campo avversaria ed è ovvio che le altre, rispetto a prima, dove si puntava soprattutto sul contropiede, si chiudano molto di più
      GLR

      • Non mi crederai, ma con quel corner del toro me la sentivo che avremmo preso goal. Quando ho visto i nostri prendere posizione in area così molli, senza tranche agonistica ho pensato “e’ fatta ci infilzano…” E così è stato! Ma come si fa a non capire che in quella situazione non puoi avere alcuna distrazione (che vuol dire “mordere” l’avversario). Ah che delusione… e che amarezza…Però, GL, come è stato dato un “calcio” nel sedere ad Osvaldo perchè non darne due ai difensori?

  3. ….io sono interista da decenni e ne vado fiero…..ma con un centrocampo con guarin, kuzmanovic e kovacic (quello di adesso), dove si vuole andare…..le squadre forti hanno come punta di diamante il centrocampo….via guarin che ormai si è visto che mezzo giocatore, medel è un porta bottiglie e buon panchinaro, kuzmanovic non lo considero un giocatore da inter, obi resta solo perchè è del vivaio e va bene per le liste uefa…..datemi un centrocampo decente…..cmq FORZA INTER!

  4. Pasquale Somenzi // 25 gennaio 2015 a 19:14 // Rispondi

    L’Inter non perdeva in casa con il Torino dal 14 febbraio 1988 quando decise un
    rigore di Cravero.
    Per quanto riguarda le sconfitte maturate al 90mo e oltre l’ultima risaliva alla
    giornata 38 dello scorso campionato, Chievo-Inter 2-1 mentre l’ultima in casa
    alla giornata 29 dello scorso campionato, Inter-Atalanta 1-2.
    L’ultimo 0-1 maturato oltre il 90mo invece risale al 25 settembre 2010, nella
    trasferta di Roma decisa da Vucinic al 2′ di recupero.
    L’ultimo 0-1 maturato in casa nel recupero risaliva invece al 18 gennaio 2004
    con un gol di Rocchi 4 minuti oltre il 90mo di Inter-Empoli.
    9 partite di campionato e solo 2 vittorie fanno ripercorrere il primo anno di
    Mancini all’Inter quando vinse solo 2 partite nelle prime 13 giornate, prendendosi
    il soprannome di Mister X dato che non perdeva mai ma ottenne 11 pareggi su
    13 appunto.
    Pasquale.

  5. Non abbiamo fatto una grande partita e non abbiamo praticamente mai tirato in porta. A tratti mi è sembrata l’Inter di Mazzarri, lenta e impacciata. Secondo me si sono salvati solo Vidic e Guarin, per il resto hanno deluso tutti quanti.
    Oramai il discorso terzo posto, secondo me, è praticamente chiuso.
    Infine una mia considerazione, non offendiamoci quando dicono che il campionato italiano è brutto da vedere. Il Torino oggi si è difeso in undici per tutta la partita senza mai tirare in porta.

    • Non secondo te. Il terzo posto non è mai stato raggiungibile, statistiche alla mano. I numeri servono anche per ragionare. Per arrivare terzi occorrono 70 punti, l’Inter dovrebbe farne più di quanti ne ha fatti la Roma nell’intero girone di andata. Se dico da mesi che non si può arrivare terzi è perché guardo i precendenti, non ‘secondo me’
      GLR

  6. ribadisco l’idea di una bella strigliata e una multa generalizzata. non e’ assolutamente accettabile vedere giocatori dell’INTERNAZIONALE trotterellare per il campo. al di la’ della qualita’

  7. ieri nel secondo tempo e’ sembrata l’Inter di Mazzarri. La cosa piu’ preoccupante e’ che stanno tutti fermi. Il pressing ha sempre un tempo di ritardo. Le altre squadre, e penso anche all’Empoli corrono il doppio di noi. 100 passaggi senza costrutto in orizzontale, non uno che salta l’uomo. Chissà che ha pensato Thohir con tutti i soldi che sta spendendo…
    Ma come si può presentare una squadra atleticamente messa cosi???

    • Quando spiego che cambiare allenatore in corsa crea sempre problemi è anche perché si cambiano metodi e preparazione. Non ci vuole un genio per capire che intervenire a metà stagione dal punto di vista fisico è difficile
      GLR

  8. Anche Mancini si è accorto che il problema sono le punte. Icardi non è tatticamente pronto per i grandi scenari, mentre Palacio ha solo grande volontà ma è bollito. Questa squadra ha bisogno di Osvaldo e di un’altra grande punta.

  9. Fabio Primo // 25 gennaio 2015 a 20:01 // Rispondi

    Adesso è un’altra Inter, il titolo di un tuo recente editoriale. E’ vero, riusciamo a giocare costantemente nella metà campo avversaria per ore senza creare un occasione da gol.
    Kovacic si è involuto ad un livello tale che si libera subito del pallone oppure cade da solo. I due nuovi acquisti sono già spariti nella mediocrità generale, oggi shakiry non ne ha azzeccata una. Per completare il quadro mancherebbe qualche papera di Handanovic.
    Forza ragazzi, ancora 15 punti ed è fiesta!

    • Beh, certo se uno giudica Shaqiri (si scrive così) dopo manco due partite…Lo dico sempre: una volta tifare Inter era sinonimo di noblità e competenza. Oggi purtroppo l’Inter la tifano tutti. Vorrei i tifosi del Chievo come numero, ma con più sale in zucca. Via Shaqiri, via Podolski, via Mancini. E direi anche via Handanovic, visto che per qualche comtetentone il gol è colpa sua, non di chi lascia libero un uomo a 30cm dalla porta. A proposito quelli volevano titolare Bardi dove sono finiti?
      Abbiate pazienza, ma ogni tanto, qualche mail stupida bisogna pur pubblicarla!
      GLR

      • Sono d’accordo con te sul discorso dei tifosi del Chievo, ricordo che nel 2009, dopo il quarto scudetto consecutivo alcuni tifosi erano delusi per non avere vinto la coppa Campioni!
        Chissa’ ora cosa dicono! Tifosi cosi’ e’ meglio non averli.

  10. Niente da aggiungere….
    Solo che la strada intrapresa potrebbe essere quella giusta

  11. Ora sarebbe troppo facile ribadire che il cambio di allenatore è stato solo un modo per nascondere e rimandare la risoluzione degli altri problemi e non è servito quasi a NULLA!
    Se conosco un po’ il MONDO Inter, il prossimo passo sarà iniziare a mettere in discussione l’allenatore che dovrà affrontare l’inizio dell’anno prossimo già con la PRESSIONE di non poter sbagliare e questo non è certamente l’ideale quando si ha una squadra da RIFONDARE!
    Spero che Mancini non faccia la fine di Mazzarri!!!

  12. E’ ora che Mancini, oltre a dire in conferenza stampa che siamo l’Inter, che abbiamo tanto appeal, che dobbiamo puntare al terzo posto, inizi a trasmettere veramente alla squadra fame, cattiveria e voglia di vincere. Ho visto una squadra molle e impaurita di fare la giocata e di andare a vincere questa partita. Si gioca quasi sempre in maniera scolastica dove ognuno si limita al compitino e stop. Saranno limitati tecnicamente ma devono avere fame e voglia e uscire dal campo dopo aver dato tutto.

  13. Cerchiamo di non cambiare opinione ogni 90′.
    E’ indubbio che dall’arrivo di Mancini una vera sterzata c’è stata. Come impostazione di progetti societari, visione di obiettivi da raggiungere, ambizioni nel medio-lungo periodo e non ultimo — mercato di livello superiore *in relazione alle disponibilità finanziarie del nostro club*. I risultati arriveranno.

  14. Ma se un giocatore come Kovacic, certamente dotato dal punto di vista del talento, non riesce a fare il salto di qualità ora che ha l’allenatore in grado di valorizzarlo (in teoria), e l’ambiente finalmente rasserenato dopo il clima da trincea della gestione Mazzarri…quando mai lo farà?

  15. Pessima partita. Inter davvero scialba.
    Un punticino sarebbe stato meglio di niente, ma perderla così… non ci siamo proprio.
    Col Mancio si è intravisto un certo miglioramento nel gioco, ma non basta.
    Fatichiamo sempre troppo.
    Al momento anche il quinto posto mi sembra un obbiettivo difficilmente realizzabile.
    Per la Coppa Italia a Napoli la vedo durissima.
    E in Europa League col Celtic non partiamo certo battuti, ma serve tutta un’altra Inter.

  16. 1) che sfiga
    2) anche lo 0-0 sarebbe stato deludente
    3) qualcuno mi segnala UN SOLO passaggio non in orizzontale di EP (Eterna Promessa)?

  17. Disamina più che condivisibile. Il terzo posto era e rimane una chimera, siamo malridotti (scarsi) in troppi attori che la buona volontà è tutto quello che posso dare. Apprezzabile l’inversione di rotta per cercare di riparare un mercato estivo non all’altezza del blasone. Ci vorrà tempo per costruire una squadra che si faccia apprezzare ma credo che la società si sia messa sula strada giusta.

  18. A sti ritmi, se mi alleno forte, posso fare la mia figura pure io.
    Oggi, come ad Empoli, non ho mai avuto la sensazione che avremmo vinto.
    26 punti i 20 partite ed essere li con Torino, Sassuolo, Verona non si può vedere.
    Mi tengo buono il progetto per l’anno prossimo, attenzione che non si va in Europa questo due o tre li deve vendere.

  19. che delusione! sinceramente oggi non mi aspettavo questo passo falso,però bisogna ammettere che c’era mezza squadra che camminava in campo. Kovacic inguardabile, ma sa quello che deve fare in campo o no? Oggi mi sembrava una pecorella smarrita pure Icardi dai 2 nuovi acquisti non si può pretendere la luna anche perché sono indietro con la preparazione, poi voglio aggiungere un altra cosa; ma possono tirare in porta qualche volta? sempre l’ultimo passaggio sbagliato … arrabbiato e deluso!

  20. In ogni caso, anche oggi come spesso, a me Ranocchia non piace per niente!
    Mi sembra inoltre che siamo troppo lenti e non giochiamo in profonditá.
    Per finire i nuovi acquisti non sono probabilmente dei campioni bensì dei buoni giocatori
    E nulla più.
    Come dici bene tu dimentichiamo il 3° posto, l’unica nota positiva è il possesso palla (71%) ma nel calcio non basta se non tiri in porta.
    L’entusiasmo sta calando e Mancini, per ora, ha fatto peggio di Mazzarri

    • Mi dispiace parlare anch’io di Ranocchia. Visto che siamo in tema di animaletti (la ranocchia mi è pure simpatica con i suoi saltelli) vorrei sottolineare che i “polli” non mi piacciono per niente…

  21. comunque vorrei restare ottimista, con Mancini sembra che qualcosa per il futuro si muova.
    sembra si stiano gettando delle fondamenta interessanti per il futuro, spero prossimo, ovvio che quest’anno debba servire a costruire, e per questo ci vuole pazienza

  22. Claudioeffedeejay // 25 gennaio 2015 a 22:51 // Rispondi

    Quante volte abbiamo sentito dire che Ranocchia, Kovacic e Icardi sono la spina dorsale dell’Inter del futuro? Ma per piacere, spero che a giugno qualcuno si accorga di quanto siano mediocri e spero che Mancini abbia la forza di imporsi con la società affinché vengano ceduti. Glick tra andata e ritorno ad Icardi non l’ha mai fatta vedere e Darmian non ce n’è uno dell’Inter che riesca ad andargli via. Il fatto che i due del Toro da noi sarebbero titolari ci da la misura dell’organico attuale.

  23. Non vorrei giudicare il Mancio, ma giocare con 3 prime punte e sacrificare due giocatori micidiali sotto porta come Palacio e Podolsky per lasciare come unica punta l’inutile Icardi e tenere in panchina Hernanes l’unico giocatore che può cambiare il ritmo a centrocampo visto che Kovacic è alterno e Guarin si sta dimostrando un ottimo mediano. Un po’ di panca per Kovacic

    • Come sempre quando si perde si vuole chi sta fuori. Ma fino a qualche giorno fa Hernens non doveva andare in panchina? Ora Kovavic?
      GLR

      • Premesso che io concordo con tutto quello che scrivi, sopratutto la fiducia al presidente Thohir, ti assicuro che non sono il solito tifoso che cambia idea ogni 5 minuti e che io sono un estimatore di Kovacic. Solo che, visto il modulo che Mancini intende attuare, credo che Hernanes sia più adatto di Kovacic per giocare dietro Icardi in quanto possiede tiro e inserimenti. E comunque io giocherei col rombo e Kovacic in quel caso con due punte davanti può essere più decisivo.

  24. Giudicare i due nuovi arrivati, solo dopo poche partite, o scampoli di partita è scorretto, come fanno molti tromboni avversari. Noto che, soprattutto, i vecchi stentano: Palacio sembra suo cugino, Ranocchia gioca con l’ansia e la paura negli occhi e si incasina, Obi e Kuzmanovic si impegnano pure ma non sono proprio il massimo, di Icardi e Kovacic ha già detto tutto GianLuca, e quindi, se anche lo stesso Mancini non può incidere in questa squadra, ci aspetta una stagione miserella assai assa

  25. Un catenaccio intelligente opposto ad una ‘giornataccia nera’ per qualche assenza, gli infortuni e la scarsa vena (Kova chi?); con ”lo spirito guerriero” di Osvaldo (non recepito, non voluto e … punito) che aleggiava basso al Meazza, hanno contribuito a cucinare la frittata, anche perché dato che “il pareggio ci stava stretto” (Ranocchia alias ‘La Paura’ dixit), tanto valeva perdere!
    Avevi ragione Tu … mio caro …!
    Taratata … ttatta … aaaah !

  26. Poveri noi!!! 1000 %di possesso palla tipo pallanuoto e mai un tiro in porta…Cerco di fidarmi di mancini, ma il presente è proprio scarso…Quello che mi fa impazzire è che l’attaccante forte ce l’avremmo, ma è così stupido che si è fatto cacciare e per il centrocampista cerchiamo per mari e monti un cambiasso e il vero cambiasso qualche genio l’ha cacciato! E poi siamo sicuri che quest’estate qualcuno ci darà tanti soldi per quel gatto di marmo di Icardi?

    • Alla partenza di Cambiasso hanno contribuito anche molti di voi. Rileggetevi quel che scrivevate pochi mesi fa.
      GLR

      • Beh! Ricordo anch’io le mail di qualche fenomeno, ma penso che su cambiasso la maggior parte dei tifosi sia d’accordo con me… Con una gamba sola e bendato giocherebbe meglio di guarin e kuz insieme!!! E se non altro sarebbe in grado di dare un po’ d’ordine e carattere…

    • Il miglior Cambiasso mi ha sempre esaltato, avrei comprato la maglia. Il problema è che abbiamo negli occhi quello del triplete ma l’ultimo Cambiasso, seppure intelligente come sempre, era calato vistosamente dal punto di vista fisico (qualcuno lo chiamava il vigile perché muoveva più le braccia che le gambe). Anche io rimpiango il miglior Cambiasso ma quello di adesso migliorerebbe l’Inter? Certo, la sua personalità manca eccome. La mancanza di personalità di alcuni giocatori è il vero problema

  27. Sperando che arrivino altri rinforzi importanti (e, se il Mancio spinge ancora in tal senso, ha i suoi validi motivi), dobbiamo purtroppo constatare che il terzo posto diventa sempre + una chimera. Io non mollo e ci credo ancora ma vedo troppi fattori a sfavore: errori tattici di ancora antica origine mazzarriana, la forma non ottimale di alcuni giocatori unita a prestazioni altalenanti, infortuni, un gioco che, nonostante progressi, stenta a decollare.

  28. Rivoluzionare una squadra progettata (male) x il 3-5-2 a metà anno, per poi cambiarla nuovamente nel mercato di gennaio come si sta facendo nn è un lavoro semplice..anzi.. Al posto di parlare di terzo posto continuamente, cerchiamo di creare una base solida per il prossimo anno. Prendiamo questi mesi x costruire qualcosa di buono e poi migliorarlo d’estate. Una squadra non si costruisce in 20gg purtroppo.

  29. Se si perde all’ultimo secondo su un contropiede perchè si è tutti all’attacco mi va bene, ma su palla inattiva NO. Comunque sconfitta o pareggio cambia poco, a noi servivano i 3 punti…

  30. Mancini merita di essere giudicato solo alla fine della stagione. Poi, se non si dovesse qualificare nemmeno per la Euro league, si dovrebbe dimettere, lasciando il posto ad un allenatore piu’ motivato e meno costoso, come Mihajlović.

    • Si, comincia a dimetterti tu.
      C’è ancora gente che parla di dimissioni nel calcio, pazzesco!!!
      GLR

      • Condivido il tuo pensiero. Comunque non è facile passare da Mazzarri a Mancini in un solo mese eh! Poi i giocatori presi a Gennaio (Shaqiri, Borozovic, ecc.. ) non bisogna giudicarli in 2 partite, ma sono parte di un progetto a lungo termine! Son andati via i senatori ( Zanetti, ecc… ), Ora mandano via i brocchi (Jonathan, Alvarez, Schelotto, ecc… ) e prendono giovani potenziali. Il progetto c’è e mi piace, ma diamo al Mancio qualche mese anche se arriviamo noni non importa!

      • Allora si continuera’ a viviere nell’illusione che uno che ha vinto si possa ripetere nella stessa squadra. Dopo che la storia dice chiaramente che i ritorni sono molto complicati. Vedi Herrera, Sacchi, Capello e Trapattoni. Queste cazzate Moratti poteva permettersele, Thohir no.

    • Sì. Perchè Mihajlovic lascia una Samp magari in Champions… creata da lui, con un presidente che spende e spande, che gli porta Eto’o e tutto il resto… per venir qua ad allenare l’Inter che – diciamocelo – ora come ora ha l’unico appeal proprio nel Mancio?
      Poi se tutto andrà a catafascio vedremo che farà Thoihir stesso. O Mancini stesso.
      Ad ogni modo… problemi loro. Io ne ho tanti altri… 😉
      Buona giornata, R.

  31. purtoppo questa squadra non avendo un fuoriclasse che ti spacca in 2 la partita sara’sempre destinata a giocare senza profondita’ e con poco ritmo. L’inter non avendo un gioco su cui costruire la partita sara’sempre destinata a soffrire….invece quando hai a disposizione un fuoriclasse fidati che quella partita la vinci.

    • Bella scoperta. Mi fido. Anzi, secondo me con due fuoriclasse è più facile ancora
      GLR

      • Secondo me il.problema più che nei mezzi tecnici sta nella personalità delle giocate e nella relativa assunzione di responsabilità, oggi unita ad un immobilismo totale dei 4 offensivi. Non c’è da fare disfattismo, il problema non è certo inter-torino ma un latente bisogno di coraggio da parte di giocatori che devono averle quadrate per giocare oggi a san siro. Buttiamo le basi per il futuro. Un saluto agli interisti nobili e moderati, sobri e saggi. Biasimo chi sproloquia volgarmente.

      • Luca Milano // 26 gennaio 2015 a 12:12 // Rispondi

        Secondo me per il terzo posto vi dimenticate l’arbitro rigorello…
        il passato dell’altra sponda del Naviglio ci insegna che così si arriva…

  32. Sono demoralizzato.Se nemmeno un coach come RM, con carisma e capacità, riesce a metter mano in questa squadra, vedo per la Beneamata un futuro che definire grigio è un eufemismo. Quello che mi lascia basito è il non capire se Kovacic è un campione o un buon giocatore non adatto a certi scenari e pressioni. Poi quando vedo giocare Pogba lo sconcerto aumenta. Su Icardi continuo con le mie idee: venderlo il prima possibile. Spero solo che RM resti e non abbandoni la baracca.
    Forza Inter

  33. Si sapeva dall’inizio che Mancini non avrebbe avuto la bacchetta magica in tasca, resta un ottimo allenatore non si discute, hanno fatto dei buoni acquisti resto ottimista (non x il 3posto) purtroppo però quello che infastidisce è l’impegno altalenante di alcuni giocatori.

  34. Purtroppo finchè ci saranno allenatori alla Ventura che in campo mettono muratori che erigono muraglie con il solo scopo di non giocare a calcio, sarà difficile per noi fare punti e per il calcio italiano tornare ad affermarsi in Europa. Per noi negli ultimi anni scardinare questi talebani dell’anticalcio è difficile e continuerà ad esserlo in mancanza di giocatori che tirino fuori conigli dal cilindro. Stando così le cose, forse puntare sul pressing alto potrebbe dare qualche risultato in più.

  35. Stavolta non sono d’accordo con te. Non riesco ad essere pessimista perché vedo il Mancio sereno e determinato, perché per la prima volta dopo anni vedo un progetto e la volontà da parte di tutti (società, allenatore, giocatori, e tifosi) di portarlo avanti, perché ora finalmente i “giovani” giocano e sbagliano (com’è giusto che sia), perché ora mi incazzo e non sono più rassegnato in partenza. Io resto fiducioso. Amala, sempre.

    • Il problema è che io non sono per nulla pessimista, ma realista. Il lavoro che si sta facendo va ben oltre giugno 2015, ma per quest’anno non vedo né terzo posto, né vittoria in Europa League o Coppa Italia. E sui giovani, lasciamo perdere. Il giusto è un mix. Con tutti giovani e italiani all’Inter arrivi quattordicesimo.
      GLR

      • Ma ovvio nessuno vuole una squadra di ventenni, infatti Thohir (che, citando Mou, “non è un pirla”) parla sempre di età media…però ti faccio una riflessione: chi sono quasi sempre i due grandi “imputati” per i nostri mali? Kovacic e Icardi, con annessi rimpianti per Milito e Sneijder.
        Bene…alzi la mano chi, a memoria, si ricorda dov’erano e soprattutto come giocavano, a 20 e 21 anni, questi ultimi due! Siamo seri, suvvia, abbiamo in rosa due prospettoni, teniamoceli stretti!

  36. Ciao, non mi rammarico della distrazione dell’ultimo minuto ma di tutto quello che non c’è stato prima. Siamo alla pari del milan dopo tutte queste partite non è che abbiamo lo stesso valore? Fra Icardi e Kovacic c’è un abbisso, il primo una volta si una no mostra il suo valore, kovacic sebbene abbia impatto inferiore di El Kaddouri, perseveriamo nel ripeterci che è un progetto di campione.

  37. Sino a quando ci sono stati due difensori come Andreolli e D’Ambrosio il Torino non ha visto la porta! Purtroppo la loro uscita ha sguarnito la difesa e all’ultimo minuto siamo stati puniti!!! Con Mancini lo stadio ha cominciato a riempirsi! Forza Ragazzi!!!

  38. Quando pronosticai (non trovo più il post) i 4 punti nel filotto di partite Empoli-Toro-Sassuolo-palermo lo feci non per scaramanzia ma perchè semplicemente li conosco i miei polli.
    Ieri si è giocato come quando c’era WM in panchina. Sonno e “non-calcio”, una squadra così statica non la vedevo dall’ultima volta che sono andato al cimitero a trovare i nonni.
    Concordo con GL sin dall’inizio che il terzo posto era una chimera nonostante le frenate di chi ci sta davanti.
    Col Sassuolo si ride..

  39. “Due passi avanti, e uno indrè, un altro indrè e due avanti…”. Un nuovo ballo? No: l’Inter. Battuta (povera, lo ammetto) a parte, riecco pure la sfiga, come ai bei tempi!
    Ma non riesco ad inca..armi come quando si perdeva con Mazzarri. Perchè ora un progetto c’è e ogni partita si gioca per vincerla. L’Inter ha quasi vinto in casa della Juve, eliminato la Samp, strapazzato il Genoa, perso immeritatamente a Roma, recuperato due gol a una super Lazio… ribadisco che questo è anno da Coppe! 😉

    • La sfiga però è l’alibi dei deboli o dei dormienti nell’occasione (vedi l’ultimo calcio d’angolo)
      GLR

  40. Sono d’accordo con la tua analisi, ma se vogliamo commentare la partita di ieri direi che il problema sta davanti, nessuno fa uno smarcamento senza palla, nessuno si prenda la responsabilità di un dribling ed infine nessuna sovrapposizione sulle fasce!!!.

  41. Sono stefano. milanista e sono (amaramente) d’accordo sulla diversita’ di atteggiamento con cui sulle due sponde del naviglio si sta affrontando il momento delle due milanesi.
    Per quanto riguarda il raggiungimento della champions da parte dell’inter non sarei cosi pessimista, perche’ se il terzo posto sembra lontanissimo, la vittoria dell’europa leaugue mi sembra tutt’altro che un’utopia, e credo che il mercato stia andando anche in questa direzione.
    Un caro saluto Glr, e complimenti.

  42. negli ultimi 2 match (contro Empoli e Toro non Real e Bayern…) neanche un tiro in porta, l’illusione di aver trovato la buona strada dopo 2 match buoni contro Juve e Genoa è già finita, i mali sono sempre i soliti, principalmente poco movimento senza palla e giocatori senza personalità ma quella non si compra…te dici 5°posto, credo sarà molto difficile ma speriamo.

  43. Massimo Inter // 26 gennaio 2015 a 09:53 // Rispondi

    Quando si perde siamo tutti bravissimi a trovare le cause: colpa del Mancio, dentro i panchinari, ci vogliono nuovi acquisti, colpa del giardiniere ecc. Insomma tutti sul banco degli imputati. Ieri è mancata ferocia e determinazione. Dopo Inter-Samp, il Toro non veniva a giocarsela. Poi il calcio è crudele e bastardo, bisogna accettarlo. Ma la strada è quella giusta: seminiamo oggi per raccogliere domani, altro che terzo posto. Io ho fiducia nel progetto a lungo termine.

  44. Silvio da Torino // 26 gennaio 2015 a 09:54 // Rispondi

    Partita triste, due giocatori persi per almeno un mese, passaggetti in orizzontale figli di mancanza di atletismo e di fantasia e, ciliegina finale, una bella disattenzione difensiva che hanno portato un’altra sconfitta. Per il terzo posto bisognerebbe sempre vincere, quindi rassegniamoci e cerchiamo ‘sto quinto posto cercando di fare bene in CI ed in EL. Gia’ in CI sara’ dura il prossimo turno a Napoli. Sinceramente speravo meglio con l’arrivo del Mancio e di qualche sedicente campione. A presto.

  45. Da quando seguo il calcio (ho 36 anni) solo una volta il cambio di allenatore ha portato bene all’Inter, cioè con Leonardo, ma quella era ancora la squadra del Triplete; io ho piena fiducia in Mancini, ma due sole vittorie in 9 partite e 3 sconfitte sono un magrissimo bottino purtroppo, speriamo però di fare bene nelle coppe e di costruire una buona squadra per il prossimo anno.

  46. Siamo tutti d’accordo il terzo posto è irraggiungibile, vorrei ricordare che l’inter di Mazzarri è arrivata quinta, adesso dopo due mercati, quello estivo e questo invernale milioni di euro spesi, vorrei sapere quanti punti servono per arrivare quinti. Comunque sempre forza Inter.

  47. Alternanza di prestazioni, difficoltà contro squadre chiuse, gioco poco propositivo (è un eufemismo!), non sono altro che lo specchio di un medesimo problema: la scarsa personalità di tanti e la condizione molto approssimativa di altri! Tanto di cappello alla sfrontatezza del giovane Donkor che, pur non pronto per la Serie A, è entrato in campo inaspettatamente ed in ruolo per lui non abituale ed ha mostrato ai compagni come dovrebbero essere affrontate tutte le partite. Con coraggio!
    Ad maiora

  48. quest’anno sarà una sofferenza perchè il 3 posto è irraggiungibile, in coppa italia rischiamo di uscire fuori col Napoli e figuriamoci se possiamo vincere la difficile EL; quello che mi aspettavo almeno è vedere una squadra che gioca bene e diverta, gettando le basi per il prossimo anno, ma con Empoli e Torino siamo stati davvero scarsi, è questo quello che mi delude di più.

  49. ci sta tutto, il cambio di modulo e mentalità, la giornata no con gli infortuni, il fatto che podolski e shaqiri debbano entrambi rientrare in condizione ed ambientarsi ad un calcio orribile in cui ci si chiude ermeticamente in difesa, il fatto che abbiamo giocato male, ma non riesco a sopportare da un po di tempo ormai, le dichiarazioni sul terzo posto fatte da tutti in società, soprattutto dai giocatori. Io ricordo che nell’inter mourinhana non parlava nessuno. (lo so troppo facile andare li)

  50. Sembra che a Milano si siano dimenticati di saper costruire una squadra di calcio di alto livello; eppure stiamo parlando di due blasonate società; cosa manca veramente a queste società ? E’ solo un problema di soldi e di FpF ? Gli anni passano ed è sempre peggio e non ci sono segnali che possano vedere al meglio; all’inter sono passati già 7 allenatori e due Presidenti e ogni anno scivoliamo sempre più in basso. Forse nel calcio siamo già usciti dall’Europa.

  51. Ieri ero a S.Siro,per cui ho avuto sotto gli occhi la manifestazione di impotentia coeundi dei nostri beniamini. A parte le incapacità individuali, son deluso dal fatto che M. non sia intervenuto tatticamente per sollecitare i facitori di gioco(?) a verticalizzarlo, a costo di perdere palla. Tic-toc orizzontale e noioso. Stesso gioco di Mazzarri. Del toscano mi frega meno di niente, ma che fosse difensivista è una palla. Anche con lui, possesso palla sterile, ma nella metà campo avversaria. Teniamo Osvy.

    • Purtroppo a San Siro non si vede, ma in Tv si è visto eccome Mancini intervenire. Per alcuni è come parlare ai sordi!
      GLR

  52. il 3° posto era una chimera prima come lo è adesso, oltre che per la proiezione 70 punti, anche per le 4/5 squadre che ci sono davanti, ma in ogni caso almeno adesso c’è un progetto e in pratica gli acquisti che dovevano essere fatti ad agosto sono stati anticipati. Pertanto , facciamo tutto ciò che è possibile in campionato e in Uefa (che è un altra chimera), ma cerchiamo di portarci a casa la COPPA ITALIA. Vincere aiuta a vincere.

  53. Alzi la mano chi non ha tremato quando abbiamo preso l’angolo al 93′.
    E’ stata una partita nata male e portata avanti da interpreti la cui condotta tattica è invisibile, forse perché non hanno la materia grigia adatta ad assimilarla. La logica conseguenza era perdere in questo modo deprimente.
    Kovacic, come ripeto da tempo, mi farà calcisticamente felice quando vedrò il suo nome comparire alla voce “cessioni”.
    Claudio – Parma

  54. Ciao Gianluca sono Maurizio tifoso interista da sempre e ti seguo dal 1999 anno in cui mi sono trasferito a Milano da Canosa di Puglia. Mi considero un tifoso tranquillo anche se spesso la Beneamata mi fa davvero inc…..re (nei limiti, naturalmente)!! Mi piace il tuo blog perche’ si puo’ parlare di Inter e delle nostre avversarie in modo pacato, educato ed obbiettivo. Grazie per la tua preziosa attenzione e alla prossima partita dell’Inter

  55. Secondo me, Mancini ha un gioco troppo ambizioso per i giocatori di cui dispone.
    Il possesso palla, se non supportato da qualche giocata o invenzione di qualche campione, non porta i frutti sperati. Arrivare a fondo campo per poi passare la palla indietro, per mantenere il possesso palla, come faceva il Barca, è un lusso che l’Inter attuale non puo’ permettersi, non avendo Messi e soci. Ieri, se anche avessimo pareggiato, non cambiava nulla, Chi sa saltare l’uomo? Partita orribile.

  56. Intensità, voglia di mangiarselo il pallone, rabbia agonistica dove sono finite? Se aggiungiamo un fraseggio sterile ai due all’ora e per di più per linee orizzontali senza tirare in porta non si va da nessuna parte. Fassone farebbe meglio ad ascoltare e assecondare nel miglior modo possibile Mancini e nn uscire sempre con frasi sterili, e’ ovvio che serve ancora qualcuno, se potrà giocare anche l’EL tanto meglio, adesso poi che siamo anche in emergenza dietro un rinforzo non sarebbe superfluo.

  57. “L’arte del retropassaggio”. Nel primo tempo soprattutto, l’Inter ha costretto il Toro nella sua metà. Ma Dio mio: ogni palla che partiva da Kuz per Poldi o Palacio era un retropassaggio. E, se posso aggiungere un’altra cosa sulla quale TUTTO San Siro dovrebbe riflettere, per il povero Obi, peraltro fuori ruolo, peraltro scelto come scarico in TUTTE le azioni, dal primo stop errato si è deciso che andava massacrato per tutto il tempo. E Ranok? Entrato tra i fischi e divenuto capro espiatorio.

  58. Mancini sta gradatamente sostituendo alcuni giocatori non solo inutili, ma senz’altro dannosi per l’Inter, in difesa e centrocampo. Forse ci vorrà più tempo del previsto per rivedere un’Inter degna di questo nome

  59. Palacio per guai fisici ed età quasi alla frutta, Icardi non va bene per il campionato italiano,dove funzionano quelli alla Tevez,per questo modulo urge una prima punta con le caratterische dello juventino,purtroppo Osvaldo è fuori. Se non si vende Icardi a fine campionato varrà meno di quanto si dice.
    Ha ragione il Mancio, i problemi stanno negli ultimi 25 metri,cioè in attacco,cioè Icardi, che non sa dribblare,non corre,non apre spazi.
    Ahhh se ci fosse Milito ai bei tempi….

  60. Ciao GL. Ieri partita noiosa non certo per colpa dell’Inter. Mi spiace, perchè Ventura ci aveva mostrato quasi sempre ottimo calcio (ma poi, spesso perdeva). Non è un caso che, oltre Vidic, i migliori in campo siano stati Kuz e Guarin, che erano gli unici ad avere almeno il tempo di alzare la testa e provare (dico provare) a fare calcio. Da lì in su, spazi stra-intasati e avrebbe fatto fatica anche il Barcellona di Guardiola. Ero già pronto al sorpasso ai più titolati della galassia… Acc… JB

  61. Toglimi una curiosità visto che il terzo posto non lo si raggiungerà mai e sinceramente ci ho creduto poco visto i risultati maturati…. perché stanno facendo questo mercato se l’obiettivo non è raggiungibile?
    si punta a vincere l’Europa League?

  62. L’Inter di Leonardo non aveva un disegno tattico, riuscì in quella pseudo-rimonta (finché la condizione fisica tenne) soltanto per via dell’entusiasmo e della semplice “voglia” di buttare il cuore oltre l’ostacolo. Questo gruppo nonostante 5 nuovi allenatori in 4 anni, manca, ancora, proprio in quello.
    Lei che respira Inter più da vicino di tutti quanti quelli che ipotizzano, giudicano o sentenziano, una spiegazione ce l’ha? Non dica che c’erano calciatori diversi, non è soltanto quello.

  63. Bravo Ventura. Doveva fare questa partita, l’ha addirittura vinta. Contro l’Inter di Mazzarri l’avrebbe attaccata, al termine cambia poco. Per me poco ma cambia il significato, si potrebbe migliorare le azioni d’attacco. Quando un centrocampista o un attaccante da la palla, perché non si propone in avanti? A volte basta per ricevere il passaggio di ritorno o portare via un difensore aumentando la profondità, perché non cercano così di andare in porta? Esempio: gol contro la Samp.

  64. Adesso anche Mancio si mette a dire che “non so come , ma in qualche modo centreremo la CL”! Non cambierà neanche lui sotto pressione e con più esperienza. Faremo fatica persino a centrare EL con questo passo.
    Lasciamolo cmq lavorare…buone le sue indicazioni di mercato, visto la necessità di palleggiatori, tranne podolski (difatti la prima scelta era Cerci!, anche se per lui non stravedo) lucas leiva e diarra.
    Armiamoci di pazienza, serviranno altri 2/3 anni per vedere qualcosa di buono.

  65. Non mi sono trovato d’accordo ieri con quanto dichiarato dal Mancio quando ha detto che avremmo meritato la vittoria: si è rivista la squadra di Mazzarri, lenta, senza gioco né idee e soprattutto zero tiri in porta. Podolski ancora fuori forma, Shaq deve ancora entrare nei meccanismi, Palacio in crisi, Icardi palo della luce e Kovacic fantasma. Purtroppo su 6 punti contro squadre abbordabilissime ne portiamo a casa uno solo: non è sfortuna e la nostra classifica è strameritata.

    • L’allenatore a fine partita parla sempre tirando acqua al suo mulino. Non mi stupisce. Mancini anzi è fin troppo chiaro. Quando parla di acciuffare la Champions in ogni modo lo dice per caricare il gruppo, ma sa anche lui che la matematica non è un’opinione. Servirebbero 40 partite di qui alla fine, invece ne mancano solo 18.
      GLR

  66. Tutto vero quello che dici ma mi chiedo: se Podolski e Shaqiri non hanno i 90 minuti nelle gambe, non è meglio farli giocare subito, acquisire il risultato e poi se è il caso toglierli?
    Perché Obi e Guarin e non Hernanes? Ti giuro, e ho i testimoni, appena ho letto la formazione ho detto: oggi perdiamo! E di solito sono un ottimista!
    Max

    • A parte il fatto che Podolski ha cominciato la gara, c’è una scuola di pensiero che dice che quello non pronto è meglio inserirlo dopo quando gli altri calano. A volte mi stupisco di avere sempre la risposta pronta :-)
      GLR

  67. Delusione x icardi.. Se esistono questi 25 mil impacchettiamolo e spediamolo con tanti cari baci a lui e alla sua Wanda! Se la squadra non gira non prenderà mai x mano la squadra e ti risolve la partita! Abbiamo bisogno di un attaccante capace di dribblare e dialogare a tutto campo con i compagni.. Icardi non è questo! Nomi? Non semplice ma c’è chi prende fior di soldi x trovarli.. Poi mancini sa quello che vuole

  68. Volevo evitare le solite considerazioni allenatore-giocatori-dimissioni etc.
    Credo vi siano giocatori in rosa che non superano mai il livello di potenziali ottimi giocatori. Rimangono sempre nella fascia “medio alta”, senza mai diventare qualcosa di diverso. Mi riferisco A Kovacic, Ranocchia, Hernanes. Non tutti devono diventare Pogba, ma serve una crescita più costante.

  69. Indolente, approssimativo, fonte di apprensione negli altri, scarso. Aggettivi che tengo TUTTI per il capitano che ci tocca vedere quest’anno
    Veramente non riesco a capire, al netto degli infortuni degli altri e del contratto appena firmato, come si possa presentarlo: oggetto misterioso, forse nel posto sbagliato nel periodo sbagliato, sono anni che lo vedo annaspare e fare cose oscene con le varie Bologna, Palermo, Cagliari… anche ieri in bambola completa.

  70. Manca cattiveria agonistica. Troppo compassati e molli. Mancini non può privarsi di Icardi ma sono sicuro che gli piacerebbe.
    W Inter

  71. Io credo che con l’arrivo di Brozovic il Mancio finirà per organizzare un 4-3-1-2, piazzando lui, Medel e Kovacic in mediana ed un trequartista di ruolo (Hernanes, Guarin) o improvvisato (Poldi) dietro ad Icardi e Palacio (o Shaq). Questo perché la squadra vista ieri appare sì propensa a comandare il gioco, ma rimane troppo “piantata” nelle linee.

  72. Diciamo che i danni in punto schemi di gioco e qualità parco giocatori fatti sino a pochi mesi fa non si possono guarire in poco tempo e mai dei nuovi arrivi a metà anno hanno cambiato piu’ di tanto il volto di una squadra. Abbiamo perso 2 / 3 anni per rifare una squadra decente, ora la stiamo impostando. Perdere e giocare male non fa mai piacere e magari mi sbaglio ma la sensazione che si stia construendo qualche cosa ora c’è. A valere per 2015 / 2016 pero’.

  73. L’aria nuova “sta” nel Progetto e nel Mercato appena iniziato. Per i “risultati” ,l’impazienza (del tifoso) è sempre tanta ma occorre aspettare – per tirare le somme – l’Inter che ha in mente Mancini. Stanno entrando dei “giovani”, poi qualche “addio” è d’obbligo, necessario ed … augurabile. Personalmente ho fiducia di Mancini, del Presidente e di … Moratti. Forza Inter!

  74. Comunque, ribadisco, si superano i 100 commenti per le sconfitte, si sta sotto i 40 per le vittorie. Ma che senso ha ? Sarebbe come se…….boh, non mi viene un esempio…….ah, ecco, ci sono: sarebbe come abbozzare commenti se GLR facesse l’amore con una topona e intasare il sito qualora facesse cilecca.

  75. Peccato, pregustavo già il sorpasso ai cugini ma a quanto pare sarà un bel testa a testa fino alla fine.

  76. Ci vuole molto più tempo (di quello che ci rimane) per avere un assetto stabile e continuo. Considerato che in tutta la gestione Mazzarri non era stato in grado di costruire un minimo, il Mancio si ritrova con una squadra che da anni non ha nessuna identità. Portiamo pazienza, qualche passo lo abbiamo fatto: siam passati da schelotto, gargano e silvestre a shaqiri, poldi ed Hernanes! amala

  77. credo che bisogna avere pazienza e fiducia nel progetto tattico. Mancini è molto bravo a costruire le squadre. non dimentichiamoci che se l’Inter ha avuto un ciclo di vittorie è sopratutto grazie a lui e ai giocatori che ha saputo portare (Maicon, J. Cesar, Stankovic, ecc.). Per il terzo posto ha ragione Gianluca…è assai improbabile che si possano fare 34 punti in 18 giornate anche se, per carità, sognare è lecito.

    • Bisogna avere pazienza e fiducia..le squadre si costruiscono con i campioni e i campioni costano! bisogna essere bravi a sfruttare delle occasioni di mercato quando si presentano e lavorare sodo tutti, dalla dirigenza all’ultimo giocatore in rosa.Credo che Mancini possa portare questa squadra al vertice con qualche altro innesto oculato e soprattutto con delle cessioni!

  78. Tutto giusto, ma ora si può criticare un po’sua “Maestà” Mancini, per aver completamente sbagliato formazione o dobbiamo continuare a prendercela con Mazzarri? Ha messo Obi che è scarso, Guarin inutile, Kovacic che gioca come all’oratorio, sa giocare solo la palla all’indietro, Icardi che si mette li avanti, e non torna mai sulla linea del centrocampo, nemmeno se ci fosse Wanda nuda, Hernanes che è l’unico che ha qualità e sa tirare da fuori area, lasciato in panchina. Quindi anche Mancini ha le sue colpe.

    • Fermo restando che l’interista-medio ha fischiato anche Matthaeus, tu non ti sei accorto che per criticare Mancini hai scritto quattro righe sulla broccaggine dei calciatori. Fantastico, ma almeno rileggiti. Quanto a Hernanes lasciato in panchina, in molti avete scritto giustamente che ai suoi livelli all’Inter non si è ancora visto. Dopo Emppoli-Inter è stato tra i più criticati.
      Nessuno nega che il ruolino di marcia di Mancini sia insoddisfacente, ma mettiamoci d’accordo: o sono i giocatori la prima causa dell’andamento lento o è il tecnico. E questo naturalmente valeva anche per Mazzarri, con la differenza che Walter l’ambiente non lo tollerava proprio più.
      GLR

      • Infatti ho detto che ha sbagliato formazione, perché alla fine in campo li ha messi lui, già poteva mettere Hernanes, che personalmente non ho mai criticato e di sicuro preferisco lui seppur non in forma che Guarin o l’ectoplasma Kovacic, il quale ogni tanto può anche venire sostituito, visto che il più delle volte è inoperoso. Poi perchè non mettere subito Shaqiri? poi Obi, Donkor per Podoski, mah! Comunque ovvio, che ho sempre fiducia in Mancini, ma contro il Toro doveva valutare meglio le sue scelte.

  79. Il fulcro del gioco e’ il centrocampo, il nostro centrocampo manca di personalità, volendo essere ottimista, la passano sempre indietro invece di provare una giocata di prima in avanti, trovo assurdo questo atteggiamento in serie a, vorrei anche capire quale compitino fa sempre kuzmanovic, ho l impressione che lo posso fare anche io..a proposito anche Lazio Sampdoria e Napoli per arrivare a settanta punti devono cambiare marcia

    • La quota 70 punti è puramente indicative. Potrebbe anche essere inferiore, ma il Napoli è comunque la squadra più attrezzata per arrivarci.
      GLR

  80. Due partite da 6 punti ne prendi 1, tirando 2 volte in porta. Sinceramente mi aspettavo di più da Mancini, che nel dopo partita mi è sembrato un po’ in stato confusionale, perché non puoi dire che hai giocato bene, perché hai fatto un possesso palla sterile, e dici che è mancato gioco negli ultimi 30 metri..grazie al cavolo! è proprio li, in prossimità dell’area avversaria, che bisogna fare azioni da goal, se manca questo, tutto il resto è inutile. Se una cosa del genere la diceva Mazzarri, veniva linciato.

    • Ma no dài, in stato confusionale non mi è parso. A caldo dopo la partita si dice sempre tutto e il contrario di tutto. Vero che se l’avesse detto Mazzarri apriti cielo. Ma c’è una ragione: ognuno si giudica anche per quel che ha fatto prima e la credibilità di Mancini è quella di aver comunque vinto e non solo all’Inter
      GLR

  81. Purtroppo la pazienza e il tempo per averla e’ quasi finito, lo posso capire, capisco meno prendere di mira Icardi; anch’io mi incavolo di brutto quando fa il palo (lo facesse almeno per qualcuno che poi la butta dentro), ma ha solo 21 anni, e’ il terzo marcatore in classifica anche se in coabitazione, a soli 2 e 3 gol dai primi due, che, tra l’altro giocano in squadre lontane tra i 10 e 23 anni luce. Se negli ultimi 30 metri fai titic e titoc in orizzontale e nessuno si propone o salta l’uomo..

  82. Gian Luca scusa ma se mi denigri in questo modo sinceramente non ci sto! Ho solo detto che quando hai un fuoriclasse e partite molto chiuse come è stata quella contro il Torino…un fuoriclasse o 50 fuoriclasse partite chiuse le vinci..

    • Ma dài, scherzavo…Non denigro. Dico solo che è ovvio che coi fuoriclasse vinci. Lo abbiamo visto e lo vediamo altrove. Dico solo che i fuoriclasse il calcio italiano in genere non se li può più permettere
      GLR

    • Ho già diagnosticato in passato a GLR una forma di violenza spuria, che amo definire ‘violenza emotiva’. E’ innocua, ma immediata e tagliente. Personalmente tendo a vederla come una dote.

  83. “alla faccia dei tanti improvvisati commercialisti col battesimo come titolo di studio che da qualche tempo ammorbano l’aria… … . .. e per come siamo provinciali qui, dove l’inglese lo capisce uno su 100, le stronzate a raffica sono inevitabili.”.
    Questa aggiunta l’ho letta solo ora, ma mi associo in pieno. Meno male che ogni tanto “dai la sveglia”, GLR. Come quando giusto 7 anni orsono pubblicasti la lettera del premier australiano. Ma in questo Paese quanti recepiscono le cose logiche?

  84. Guido Villa // 27 gennaio 2015 a 14:08 // Rispondi

    Icardi e Kovačić progetti di campioni… all’Inter progetti, campioni da qualche altra parte.

  85. Al di là di qualsiasi disquisizione tecnico/tattica, in cui non sono in grado di addentrarmi, ritengo che a questa squadra manca la grinta e la rabbia sportiva per mettere a muro le squadre che vengono a San Siro e si chiudono. Altre compagini hanno giocatori non certo allo stesso livello dei nostri, ma quando affrontano l’avversario hanno la bava alla bocca e si nota che giocano per un unico obiettivo, i nostri invece camminano aspettando il triplice fischio. E’ qui che Mancini deve incidere.

    • Quanto a bava alla bocca qui siamo campioni del mondo da almeno tre anni. Peccato che ce l’abbiano i tifosi…
      GLR

  86. GL come vedi Brozovic? io per quel che ho visto lo ritengo un ottimo giocatore, poi certo va verificato qui da noi.

    • Non giudico i giocatori dopo 90 minuti in campo, figurati se li giudico dopo 90 di tribuna. Quel che si vede altrove, conta nulla. Il nostro campionato è completamente diverso. L’impatto all’Inter a volte è stato terribile per calciatori già formati. Mi conforta che lo cercassero seriamente anche Arsenal e Napoli. Vabbè, anche il Milan, ma loro cercano un po’ tutti, soprattutto quelli in orbita nerazzurra
      GLR

  87. Guarin capitano // 28 gennaio 2015 a 19:48 // Rispondi

    Da quando il corriere ha scritto che guarin gioca come un leader..ho smesso di leggere i giornali

  88. Una volta avevamo Samuel, “The Wall”, il Muro… adesso dobbiamo accontentarci di un Murillo… credo che questo dica tutto…

Lascia una risposta

Le 4 regole del commentario:
1. Siate educati: i commenti ad personam saranno ignorati
2. Scrivete in italiano, il congiuntivo non è una malattia degli occhi!
3. Non è una chat: se volete conversare tra voi, io che ci sto a fare?
4. La lunghezza del commento non può superare i 500 caratteri (spazi compresi)
Viva l’Inter!


*

 caratteri disponibili