19C: Empoli-Inter 0-0

EMPOLI(4-3-1-2): Sepe; Barba, Rugani, Tonelli, Hysaj; Vecino, Valdifiori, Croce; Verdi (dal 20′ st Zielinski); Mchedlidze (dal 26′ st Maccarone), Pucciarelli (dal 39′ st Tavano). (Pugliesi, Bassi, Laurini, Perticone, Signorelli, Laxalt, Bianchetti). All. Sarri.
INTER (4-2-3-1): Handanovic; Campagnaro, Vidic, Ranocchia (dal 1′ st Andreolli), D’Ambrosio; Guarin, Medel; Hernanes, Palacio, Podolski (dal 29′ st Shaqiri); Icardi (dal 15′ st Kovacic). (Carrizo, Berni, Kuzmanovic, Obi, Dodò, Mbaye, Krhin, Donkor, Bonazzoli). All. Mancini.
ARBITRO: Doveri.
NOTE: ammoniti Mchedlidze (E), Vidic (I), Medel (I). 

Quando dico che l’Inter terza non ci arriva, lo dico perché ho ormai capito che a una bella partita come quella col Genoa ne segue troppo spesso ne segue una brutta come questa con l’Empoli. Passi indietro ovunque, bando alle ciance. In questa parte di Milano non si raccontano bufale, non si bofonchia di avere la rosa a livello di Juve e Roma e non si proclama un piazzamento Champions a oggi impossibile. E poco importa che l’Inter sia squadra in serie positiva da cinque partite. Il passo è tornato quello della lumaca, il calcio rivisto al Castellani, non me ne voglia l’ex-allenatore, troppo simile a quello di Mazzarri.
Se una squadra doveva vincere era l’Empoli, che dal canto suo non va in gol da molto tempo, ma corre sempre più di ogni altra in Serie A
Alla fine meglio sentirsi comunque con un punto guadagnato, soprattutto in relazione a tutto quello che è successo nell’ultimo weekend calcistico del girone di andata.
Quelli che erano stati determinanti contro il Genoa, Icardi e Guarin, stavolta non si sono visti e il tabellino dell’Inter si è esaurito in due azioni nella ripresa, un colpo di testa fuori di poco di Vidic e l’unico suggerimento delizioso di Hernanes per Palacio, che ha girato pure lui di testa a lato.
Al di là delle scelte di rinunciare inizialmente a Kovacic e di posticipare il più possibile l’esordio di Shaqiri, nessuno si è davvero guadagnato la sufficienza, a parte il solito Handanovic e questo la dice lunga sulla partitaccia giocata dall’Inter ad Empoli.
Amen, voglio pensare che nel lento e graduale processo di crescita dell’Inter di Mancini questo sia stato solo un episodio. Giudizi più completi ed attendibili arriveranno dopo le prossime tre abbordabili gare con Torino, Sassuolo e Palermo, dove mi aspetto almeno 7 punti.

Highlights
6’ Handanovic devia il destro di Hysaj
52’ Vidic di testa a lato
62’ Hernanes per Palacio di testa a lato
64’ Pucciarelli impegna Hernanes
73’ Zielinski in scivolata, Handanovic c’è.

64 Commenti su 19C: Empoli-Inter 0-0

  1. Pasquale Somenzi // 18 gennaio 2015 a 02:34 // Rispondi

    Nella prima esperienza con allenatore Mancini, l’Inter era rimasta a secco
    di gol per la prima volta alla settima giornata (0-0 nel derby), stavolta invece
    è successo una partita dopo, all’ottava. Da notare che anche in quella prima
    striscia di 7 partite che citavo, ben 4 si sono ripetute adesso, ossia le trasferte
    con Chievo, Roma e Milan ed in casa con l’Udinese.
    Si è registrato il primo 0-0 assoluto tra Inter ed Empoli e l’ultimo pareggio in
    terra toscana era arrivato il 25 gennaio 1998 (il famoso gol di Recoba) pure in
    quell’occasione ultima gara d’andata.
    Da notare comunque che l’Empoli non subisce reti in casa dal 9 novembre
    (coppa Italia compresa) e nessun’altra squadra di serie A sta facendo meglio.
    Adesso che si è concluso il girone d’andata vorrei sottolineare come in modo
    paradossale l’Inter ha segnato 2 miseri gol contro le ultime 3 della classifica
    (di cui una su rigore). mentre contro le prime 3 ha segnato invece 5 reti, e se
    dopo le partite del pomeriggio fosse sola terza la Sampdoria , le reti sarebbero
    comunque 4.
    Altro “paradosso”: le uniche squadre che sono risultate imbattute SIA contro
    la Roma e SIA contro la Juventus sono Sampdoria e Sassuolo contro le quali
    Juve e Roma han fatto 4 punti in 4 partite, mentre l’Inter ha fatto 6 punti in
    2 partite.
    Pasquale.

    • Paolo Sabiu // 19 gennaio 2015 a 22:18 // Rispondi

      Scommetto che se ci fosse ancora Mazzarri, le statistiche sull’Empoli che hai citato, lui le avrebbe usate come scusa a fine partita. 😉

      • Pasquale Somenzi // 20 gennaio 2015 a 03:56 // Rispondi

        Probabilmente sì, ricordo quando l’Inter vinse a Cesena che disse che nessuno vi aveva mai vinto, infatti poi il Cesena ha cominciato a perdere regolarmente in casa e quando gli va bene subisce 3 gol.

  2. La bella notizia è che non abbiamo preso gol. Con la difesa che abbiamo è un mezzo miracolo. Max

  3. Che incubo, ieri sera. Avversario scarso che sembra l’Ajax di Crujiff, i nostri migliori che ciccano passaggi di tre metri. Mi aspettavo, che incubo, spuntasse dalla panca il faccione attonito di Mazzarri. Poi, no, loro non azzeccano il goal nel sette da 30 metri e Hernanes-Palacio creano pure un’occasione da goal. Finisce 0 a 0 e non sento interviste del dopo-gara appellarsi alla stanchezza di allenare l’Inter e nemmeno alle condizioni meteo. No, Mazzarri non è tornato. Ma che incubo.. J.B.

  4. Soliti errori che si ripetono, punti buttati via. Forse conviene puntare su EL per entrare in UCL, perchè in campionato troppe squadre davanti, troppe occasioni perse. Qui da cedere sono parecchi, con questi non si va da nessuna parte. Vogliono cedere Osvaldo, il miglior attaccante in rosa e che si impegna sempre. Mah, mi lascia molto perplessa.

    • Credo che con Osvaldo, “etichette” permettendo, avremmo potuto essere più incisivi. Fa sempre salire la squadra, impegna di più i difensori avversari, poi bisognerebbe avere la sfera magica…
      Saluti a tutti
      Andrea

  5. Ma i giocatori dell’Inter erano quelli in banco o in azzurro?

  6. Brutta partita, nulla da dire. Guarin e Medel costantemente presi in mezzo dai loro centrocampisti, un 4-3-3 col Kuz o Kovacic in campo sarebbe stato più equilibrato. Inoltre, nonostante avessimo 4 attaccanti in campo, là davanti si è fatto poco. Per il resto poco da dire… Guarin per me ha confermato i progressi, serve come il pane un terzino destro, e come ti avevo scritto settimana scorsa Vidic e Ranocchia nel primo tempo hanno fatto intendere di poter coesistere.

  7. La verità è che ora si sta raccogliendo quanto seminato negli anni post triplete. Anni che definire sconsiderati è un eufemismo. In più ora non ci sono risorse finanziarie per cambiare, come si dovrebbe, mezza squadra. Il lavoro del Mancio sarà lungo e duro, sempre che lui resista. Ieri Icardi inguardabile: cosa si aspetta a cederlo al migliore offerente?

  8. Che l’Empoli avesse un centrocampo dinamico, brillante e propenso alla manovra, lo si sapeva. Che potesse imbrigliare le nostre fighette (Hernanes, Podolsky: pensavate di giocare contro il Cantù ?) fino al punto da renderle impalpabili, no. Una prestazione disarmante, fuori da ogni logica: siamo stati messi sotto così solo dal Barcellona, in passato. Spero Mancini possa dare la sveglia e trovare una quadra più decente. Ripeto: lo spettacolo offerto ieri sera è stato indecente.

  9. Siamo alle solite. Mancini che sta costruendo una squadra a trazione anteriore, ad Empoli si è trovato una squadra timida e arroccata in difesa. Ne ha da lavorare… Spero arrivi dal mercato un centrocampista da affiancare a Medel e (magari a giugno) un terzino destro che sia un po’ meglio di Campagnaro.

  10. Nel percorso di crescita di una squadra i passaggi a vuoto ci possono stare.
    Quello di ieri era uno di questi,punto .

  11. Mancan uomini di personalità. Facile appendere e firmare i “comandamenti” sul muro di appiano x poi non entrare nemmeno in campo come ieri. Abbiamo giocatori che nn riescono a fare piu di un tempo con la stessa concentrazione e determinazione. Aldilà di un reparto difensivo totalmente incapace di iniziare un azione. Sono giocatori a cui nn interessa molto l’inter, si nascondono dietro dichiarazioni\tweet come “vinceremo” o “questa nn è andata ma ci rifaremo la prox”. Aaa Cercasi uomini veri

    • Caro Andrea, gli uomini veri che vorresti non esistono; i calciatori contemporanei sono mercenari e ringraziamo quelli che non ci sputano contro appena trasferiti (Pazzini e tanti altri). Il business è farci litigare fra noi ed alzare i loro ingaggi, infatti dai commenti qui riportati Podolski è diventato una schiappa. Rassegnati, trattasi solo di business…
      Cmq AMALA

  12. Brutta partita e brutto risultato. Bisogna dare continuità a prestazioni e risultati. Questi mi danno la sensazione che dopo una bella partita vinta e gli elogi successivi si montino la testa e nel match successivo scendono in campo come fossero il Real Madrid.
    Tecnicamente parlando, ci manca gente che sappia impostare l’azione come vuole Mancini, partendo in palleggio dalla difesa. L’azione si rallenta e se ci pressano alto come ieri non riusciamo a giocare.

  13. Mancini può e deve portare l’Inter alla CL. Una partita, sbagliata, ci sta perché coincide con un accrescimento dell’autostima del gruppo e di ogni singolo e poi ci si ritrova ad affrontare squadre inferiori tecnicamente ma che ti deprimono per la qualità dell’organizzazione. Ci sta. Saluti. AF

  14. Ieri il Mancio ha toppato alla grande la formazione. Nn si può lasciare fuori Kovacic che è l’unico che crea gioco e salta l’uomo per far giocare Hernanes completamente fuori ruolo e senza gamba . Anche domenica scorsa e’ stato quello meno brillante. Il terzo posto e’ un’utopia perché siamo una squadra ibrida, mezza Di Mazzarri mezza di Mancini e quindi senza ancora un filo logico e di continuità

  15. Mauro Cozzi // 18 gennaio 2015 a 10:52 // Rispondi

    Sia chiaro, lungi da me difendere WM e criticare il Mancio, ma se quell’altro preparava e gestiva la gara così lo mettevano in croce in piazzale Harar.
    Scelte molto discutibili non ha gli uomini in forma per il 4231 nei tre dietro Icardi e gli manca quello che fa gioco davanti alla difesa, gente peraltro lenta di piede che se pressati buttano palla lunga. Uno come Vadifiori per esempio andrebbe caricato sul treno di ritorno. Complimenti a Sarri un bel personaggio, se avesse una punta..

  16. Un problema serio è la tendenza della squadra ad occupare 50 metri di campo, con la difesa che si abbassa troppo ed il centrocampo che non si propone per l’impostazione del gioco! Risultato: ampie praterie per gli avversari e “viva il parroco!”. Restando più compatti potremmo rischiare meno, correre meglio e creare qualche occasione in più. Quando ci pressano si denota l’assenza di personalità dei giocatori e di un centrocampista che riesca a gestire la palla in modo razionale.
    Ad maiora

  17. Campo difficile, avversari organizzati. Sarebbero stati 3 punti molto pesanti. Sul piano delle occasioni, è chiaro che Palacio non sta bene e il gol mangiato ieri sera fa tornare i dubbi che i due tap-in delle ultime partite avevano nascosto. Sul piano del gioco, si notano i limiti di una rosa costruita male, perchè se si mette in campo tanta qualità o presunta tale (Hernanes) ma i giocatori sono lenti, mosci o fisicamente deboli, è chiaro che una squadra organizzata e cattiva ti ferma.

  18. Una partita così ci può stare. Buona cosa non aver preso gol.
    Complimenti a Sarri per come ha fatto giocare i suoi ragazzi, sembravano indemoniati.

  19. Partita incolore, inodore, insapore, in… somma, proprio una brutta Inter.
    Ma mai come quella “di prima”. Quella ieri avrebbe preso tre pere, e senza bisogno di informare il contadino del ben noto proverbio. 😉
    Chi come noi (nota la “cattiveria”, GLR! :-D) ha una certa età, da bambino avrà giocato al “Gioco dell’oca”… A volte capitava di finire su certe caselle e… tric, tric, dovevi spostare indietro il tuo segnalino senza poterci far nulla. Ieri l’Inter mi ha fatto questa impressione!

  20. Pareggio inutile se si vuole ottenere l’obiettivo minimo del terzo posto.

  21. Dal 20′ al 35′ del secondo tempo mi e’ sembrato di rivivere l’assedio della semifinale di champions a Barcellona

  22. mario colonia // 18 gennaio 2015 a 13:59 // Rispondi

    inutile girarci attorno. il fatto di non riuscire a risalire dice molte cose. icardi e’forte ma non sa fare questo
    lavoro, mentre l altro difetto e’ nel manico in campo, nel senso di uomini guida

  23. Ennesima dimostrazione, se mai ce ne fosse ancora bisogno, di come i limiti evidenti di questa squadra siano psicologici ancor prima che tecnici. Urge cambiare al volo mentalità, ancora non ho capito se sarà sufficiente attendere la maturazione dei giovani o se bisognerà affiancare senatori più credibili dei ranocchia e soci.

  24. Quest’anno purtroppo sarà un anno così. L’unica speranza e’ che con il Mancio inizi a gettare le basi per una buona inter per il futuro. Stasera male , gli avversari correvano molto più dei nostri… Ricordiamoci che Empoli non era per niete un campo facile , loro sono veramente messi bene in campo.. Comunque. Abbiamo giocato male … Molli e lenti sopratutto Hernanes.. Non arrabbiamoci quest’anno siamo ancora da quarto o qiuinto posto … Siamo partiti troppo male … Sempre cmq forza inter

  25. Tutta la vita il Mancio al posto di Mazzarri, però questa volta c’ha messo molto del suo… Palacio non sta in piedi, Guarin non è un regista e Kovacic non può stare in panchina. Un’ultima cosa: credo che Osvaldo abbia fatto qualcosa di gravissimo che noi non sappiamo ma possiamo immaginare ma, dato che è il miglior attaccante della rosa (per me eh…), non si può chiudere un occhio o tutt’e due e reintegrarlo?

    • Per la centesima volta e per tutti quelli che si ricordano di quelli fuori solo dopo una partitaccia e mai dopo una buona partita come quella col Genoa: per tutti i tifosi che cambiano idea ogni cinque minuti insomma, la risposta non mia ma mi Mancini è sempre la stessa: NO.
      GLR

  26. Personalmente non ho mai creduto al terzo al posto, ma pensavo che almeno si riuscisse ad avere una maggior continuità a livello di prestazioni…e invece no.
    Inoltre continuo a non capire perché praticamente tutte le squadre che affrontiamo stanno meglio fisicamente e corrono più di noi.
    Si può correre anche se in squadra ci sono dei brocchi, no? Mah!

  27. Partitaccia. Grazie ancora a Samir H. il fenomeno. Tutti i rilanci, sempre affannosi dalla difesa sono preda degli avversari. Passaggi sbagliati in quantità industriale. Questa squadra non può permettersi due soli mediani a centro-campo, il solo Medel come incontrista non basta. Non è pensabile che, a parte colpo di testa di Palacio, non si siano create altre occasioni da gol.
    Lasciamo perdere il terzo posto, e confidiamo nel Mancio per una stagione almeno accettabile
    e posto in Eur.League

  28. Voi siete l’unico programma (Mediocre) che ha in studio un’IDIOTA che dice di essere in contatto telepatico con un MARZIANO. Mah!

    • Ma si dài, stavolta ti pubblichiamo. Un paio di volte all’anno si può fare. Per certi versi hai ragione, ma c’è solo un idiota al mondo che non si perde un minuto, prende tutto sul serio e perde tempo a scrivere cazzate: TU!
      Ci si rivede a dicembre 2015 vecchio nostro!
      GETS (Gruppo Extraterresti “Teodora Stefanova”)

      • Dopo questa io titolerei ” Gian Luca Rossi all’Inter, trovato finalmente il bomber da 30 gol ”
        Mitico ti stimo

      • Mitico! Scusa GL se mi intrometto nelle tue scelte editoriali, ma hai mai pensato di creare una rubrica tipo “L’angolo della cazzata”? :-) :-) :-)

        • E come no? In stupidario c’è il premio “Cretino dell’anno”, già assegnato per il 2014. Vedremo nel 2015.
          GLR

          • Tiro a indovinare, GLR, ma temo che UN angolo (per le ca..ate, quello evocato dall’amico Salvatore) possa non bastare.
            Al classico matematica e geometria latitavano (piccola rivincita di noi “scientifici” ;-), ma a me è rimasto il cruccio di non aver fatto il classico) però ricorderai cos’è un icosagono, non foss’altro per la radice greca del nome: ben venti lati e altrettanti angoli…
            Venti angoli! Ti basteranno per tutte le ca..ate che sicuramente ti toccherà (stoicamente) leggere? 😀 😀

  29. Io non capisco davvero come di possa tenere in campo un giocatore come Guarin. E’ il calciatore più ignorante calcisticamente che io ricordi e ha dei piedi che sembrano dei ferri da stiro. Fà quasi sempre la cosa sbagliata nel momento sbagliato. Una roba impressionante! Da quando è all’Inter avrà tirato 23452523 volte in porta centrandola si e no 3 volte. Ma come si fa?

  30. Non basta una vittoria seppur convincente contro il genoa per scrollarsi di dosso i fantasmi del passato recente. Puntualmente la trasferta di Empoli ci ha consegnato le solite magagne e soprattutto le prestazioni deludenti di certi singoli, Guarin su tutti, che domenica scorsa avevano incantato chi si abbandona ai facili entusiasmi.

  31. Meno male che non mi ero esaltato dopo la vittoria col Genoa come qualcuno che già pregustava 8 vittorie di fila ….. e meno male che c’è il Milan a fare peggio di noi!!!

  32. Dopo l’ignobile partita sono riuscito a pensare: zero reti subite…irriducibile!!

  33. Silvio da Torino // 18 gennaio 2015 a 20:46 // Rispondi

    In effetti è proprio sempre stato cosi’. Negli anni scarsi dopo una buona prestazione faceva sempre seguito una gara senza capo ne’ coda è quasi sempre contro formazioni di levatura inferiore. Questa volta i passi indietro sono almeno tre e sotto tutti i punti di vista. La gara a Empoli e’ stata veramente un disastro e le occasioni per avvicinarsi saranno sempre meno. E tra 3 giorni rivedremo un certo Eto’o che poco tempo fa ci ha dato qualche soddisfazione. Ed i rimpianti aumentano a gogo’

  34. RM fa quello che può, occorre avere ancora pazienza, ma soprattutto occorre che in mezzo al campo arrivi qualcuno con qualità e gambe per far girare la squadra: con Medel, Guarin o Hernanes ancora a mezzo servizio facciamo molta fatica, se poi non corriamo. Anche Kovacic deve migliorare molto sia come personalità sia come iniziativa, il compitino non serve a nessuno. Speriamo in un continuo ma progressivo miglioramento, certo è che il 3 posto al momento è difficile. Non disperiamo c’è un EL che aspetta

  35. Guarin non ha l’intelligenza calcistica per sapere quando rallentare il gioco o quando passare la palla o non passarla. Hernanes è l’unico giocatore attualmente in rosa che può essere adattato da regista difensivo.

  36. Per arrivare terzi, se Napoli, Lazio, Samp e Fiore ripetono il loro girone di andata, noi dovremmo fare almeno 40 punti, cioè la quantità di punti che ha fatto la Roma… quindi non è solo l’amarezza della prestazione di Empoli che mi fa dubitare, quanto la reale nostra forza e la possibilità di aumentare prestazioni positive e risultati. Vincere la EL me lo tengo solo come sogno,non costa nulla, ma ci sono diverse squadre più attrezzate e con un’identità di gioco.

  37. Mah, io vedo il bicchiere mezzo pieno.
    Non abbiamo subito gol e abbiamo raggiunto i cugini (che ultimamente mi fanno godere come un riccio).
    Hip Hip Hurrà !!!

  38. Sono stefano, un tifoso milanista. Scrivo un po’ di inter per “allontanarmi” dai problemi di casa Milanello.
    Secondo me il problema di sabato è semplice. Sabato giocava un solo incontrista puro, Medel. In un sistema cosi, se riesci ad avere il controllo del gioco crei tanto e dai spettacolo, ma se il pallino ce l’hanno gli avversari, non la vedi mai, avendo pochi giocatori portati al recupero del pallone. Sono convinto che questo sia solo un piccolo incidente di percorso
    Ps glr sei un grande!

    • Grazie. Leggo sempre molto volentieri le analisi sull’Inter di chi non è tifoso, perché sono spesso più serene

  39. purtroppo con l’Empoli e’ andata male, ma ci sono 3 piccole note positive secondo me: non abbiamo perso, non abbiamo preso gol, a fine partita non sono state accampate scuse come la frequenza delle partite o il clima avverso. quello che ho notato e’ la differente condizione atletica. Ma come fa l’Empoli a correre cosi per 90 minuti? tutti aspettavano il calo ma non c’e’ stato. La preparazione dell’inter non ha dato sprint in nessun mese quest’anno, l’hanno sbagliata in toto

  40. Marco Ferrara // 19 gennaio 2015 a 11:15 // Rispondi

    Seppur lento, soggetto ad infortuni e non più giovanissimo, io un tentativo per Thiago Motta lo farei. Manca terribilmente un giocatore con le sue caratteristiche. Sassuolo e Palermo (mi costa dirlo da catenese) sono altre due squadre che corrono e giocano bene.

  41. A dir la verità me l’aspettavo una prestazione del genere. La partita di Empoli è l’ennesimo segno di come questa squadra è ancora immatura e, temo, non maturerà mai in certi suoi giocatori (Guarin è l’emblema di questa discontinuità). Come ho detto la settimana scorsa, il terzo posto non lo guardo neanche, ma ora anche il sesto comincia ad allontanarsi. Fortunatamente siamo solo al giro di boa e consola vedere i cugini messi come (o peggio di) noi. Ma ora bisogna cominciare a correre sul serio.

  42. E io che volevo il filotto.
    L’Empoli che palleggiava ed era in ogni dove con tutti i suoi effettivi.
    Noi sempre in ritardo e fuori posizione.
    Una partita triste di una squadra triste.
    Ora scommetto che arriveranno 3 punti nelle prossime 3 partite.

  43. Ho la sensazione che il Mancio stia sottovalutando il problema della punta. Palacio è bollito e Icardi offre soluzioni tattiche limitate. Se non si crede in Osvaldo si cerchi subito una soluzione. Ieri uno come Osvaldo avrebbe fatto molto comodo.

  44. Il problema vero di questa squadra per me è Hernanes. Costretti a schierarlo perchè ci costa 20 cucuzze. Rallenta il gioco e anche quando deve fare le cose semplici, si complica la vita con un dribbling di troppo. Mi duole dirlo ma, Kuz, che si impegna moltissimo, alla fine è molto meglio. Per quanto riguarda Osvaldo, GLR che è dentro alle cose interiste, ci faccia sapere sottovoce cosa realmente è successo perchè senno’ il Mancio permaloso, che non perdona, va contro gli interessi dell’Inter.

  45. La butto grossa: se si fosse chiuso il primo tempo in svantaggio avremmo visto un’Inter migliore nel secondo, che l’avrebbe pareggiata o addiritttura vinta.
    Ho fiducia che vedremo una squadra migliore nelle prossime partite, il terzo posto.
    W INTER

  46. Con i se e con i ma non si fa la storia. Però consentimi di riflettere sul fatto che, in un campionato livellato verso il basso (per chi guarda al terzo posto, ovviamente), sarebbero bastati 5 punti in più nelle 3 partite più sciagurate della gestione Mazzarri (Cagliari, Parma e Verona) per essere molto più fiduciosi nel girone di ritorno. Ma tant’è così è andata e forse è meglio così, almeno è tornato Mancini, sperando che non sia solo di passaggio…

  47. Ancora non si capisce la strategia della societa di cambiare allenatore dopo Benitez Gasperini Leonardo Stramaccioni Mazzarri e adesso Mancini con gli stipendi pagati si poteva comprare giocatori forti e non in prestito che erano riserve oppure a fine carriera

  48. classica partita da non commentare: approccio mentale sbagliato, applicazione zero, voglia meno 1. fossi thohir li multerei, l’inter di oggi NON PUO’ e NON DEVE disputare partite con la testa altrove. inguardabili, l’empoli sembrava il barcellona…

  49. Con Mazzarri non si è mai vinto 3 partite di fila, Mancini riuscirà a vincerne almeno 2?
    Sia chiaro non rimpiango il “passato”, Mancini è un vincente e potrà fare solo bene. Ma c’è chi quando l’inter non vince, danno ancora la colpa a Mazzarri, rendendosi ridicoli, per non parlare quando ad ogni pareggio, c’è sempre il “sapientone” che dice “con Mazzarri questa partita si perdeva”, come se Mazzarri non avesse mai vinto una partita con l’inter.

  50. Massimo Inter // 21 gennaio 2015 a 13:10 // Rispondi

    L’Inter ha giocato molto male. Credo possa capitare un capitombolo ad una squadra che cerca di risollevarsi.Non mi abbatto perché nelle ultime uscite la squadra ha fatto abbastanza bene. Sono certo che si ritroverà il bandolo della matassa.

  51. Claudioeffedeejay // 22 gennaio 2015 a 08:24 // Rispondi

    Ho rivisto la partita, come si dice, a mente fredda. E’ chiaro che una squadra che ha buttato via punti un po’ ovunque, compreso San Siro, ora giochi con la pressione di dover vincere sempre per recuperare posizioni in classifica. Se invece si guarda alla gara di Empoli come ad una tappa di un processo di crescita, io penso che non averla persa sia comunque un progresso rispetto al passato. Mi tengo tutta la vita il Mancio, sempre e comunque, perché con “Piangina” mi sa che l’avremmo persa.

Lascia una risposta

Le 4 regole del commentario:
1. Siate educati: i commenti ad personam saranno ignorati
2. Scrivete in italiano, il congiuntivo non è una malattia degli occhi!
3. Non è una chat: se volete conversare tra voi, io che ci sto a fare?
4. La lunghezza del commento non può superare i 500 caratteri (spazi compresi)
Viva l’Inter!


*

 caratteri disponibili