Tanto caldo e niente gol a Salonicco

Scialbo 0-0 tra Paok e Inter nella fornace di Salonicco. D’altronde nel calcio di oggi, capita di giocare in Grecia ad agosto e in Norvegia a febbraio, ma l’Inter non ha comunque scaldato il suo pubblico.
Mazzarri ha cominciato con Kovacic e Hernanes insieme, di quest’ultimo l’unico tiro in porta del primo tempo. Aveva rischiato prima invece su un pallone perso da M’Vila, ma Handanovic ha chiuso bene su Salpingidis. Nella ripresa, Osvaldo subentrato a D’Ambrosio ha provato qualche numero, ma la gara non è mai salita di tono, soprattutto dopo che nel resto del match sono via via entrati un po’ tutti.
Tanto per dire quanto sia stata vibrante la partita, la cosa che mi ha colpito di più è stato il discorso di Vidic a Ranocchia immortalato dalle telecamere nell’intervallo: speriamo che il neo-capitano dell’Inter faccia tesoro dei consigli di chi ne sa di più.
Chiusa la fase estiva, ora si torna in campo mercoledì 20 agosto con il primo impegno ufficiale della stagione: per l’Europa League ci sono gli islandesi dello Stjarnan.

28 Commenti su Tanto caldo e niente gol a Salonicco

  1. Solita Inter, solito Kovacic. La storia di questo ragazzo mi ricorda sempre di più quella di Recoba. Spero tanto di sbagliarmi…

    • Irish Mauro // 16 agosto 2014 a 10:11 // Rispondi

      Recoba tirava e prendeva la porta (cosa che Kovacic e Guarin messi insieme non riescono a fare…)

    • Matteo Enrico Monaco // 16 agosto 2014 a 13:19 // Rispondi

      Kovacic giovane di valore che deve prendersi le sue responsabilità, ma dare a lui sempre la colpa di una prestazione incolore dell’intera squadra mi pare fuori luogo.
      Lei ricorda Recoba Le potrei ricordare decine di giovani transitati da noi ed esplosi da altre parti,ad inizio estate tutti a RECITARE COME UN MANTRA INDIANO VOGLIAMO I GIOVANI!
      La stagione neppure è iniziata e vogliamo già spedirli io non mi conformo a questo modo molto italico di pensare, tenacia, buon senso, coerenza dove siete?

    • Io spero invece che diventi un altro Recoba. Gran giocatore, grande tecnica e giusto genio. Se non sbaglio ha fatto una cinquantina di gol e quando entrava avevi sempre l’impressione che potesse cambiare le partite. Per adesso Kovacic non vale un decimo del chino.

  2. Ubaldo Nacci // 15 agosto 2014 a 07:56 // Rispondi

    L’inter, come il Milan, ha lo stesso problema: l’attacco. Servirebbero 2 giocatori dal prezzo accessibile: Nani, reduce da un buon mondiale, Hernandez che ha fatto pochi goal la scorsa stagione, ma ne ha fatti un sacco le stagioni precedenti. Sarebbe un affare prenderli perchè in svendita. Ricordate tevez lo scorso anno al City? Vedendo le altre squadre cosa scopriamo che la juve ha il trio Tevez-LLorente-Pogba,il napoli Callejon-Higuain-Mertens, La Roma Destro-Iturbe-Gervinho. Chiaro serve vendere

    • Bella scoperta! Peccato che non si riesca a vendere

      • Ma siamo sicuri che il problema siano gli attaccanti? Con il Paok abbiamo schierato un solo attaccante! E dei 2 centrocampisti uno non segna mai… Certo questa non sarà la vera Inter, ma se non giocheremo con maggior “coraggio” credo vedremo molte partite come questa! Altro che problema attacco…

  3. WM mi sta facendo innervosire. Ho sprecato 10 euro per comprare le 2 partite e non ho visto nulla di decente. Vediamo se ripete sto modulo del cazzo anche con gli islandesi…manca sempre uno a centrocampo e ne abbiamo sempre uno in più dietro. Attacco sempre slegato e via.

    • Magari il problema sei tu che spendi 10 euro x comprare 2 amichevoli?…eppoi ancora con sto modulo…come se in campo andasse il modulo

  4. possibile che questa squadra in 90 minuti non metta insieme uno straccio di azione manovrata? o almeno ci provi? capisco tutto, ma nemmeno tentare o far intravedere cosa si vorrebbe fare…poi magari non ci si riesce, ma tentare qualcosa…no?

  5. Imbarazzante non vedere tre passaggi in fila contro una squadra che gioca in maglietta della salute. Non c’è un’idea di gioco, una trama offensiva, una triangolazione, neanche per sbaglio.
    Da un anno ormai.

  6. premesso che le partite tipo preliminari con squadre sconosciute mi lasciano sempre un senso di inquietudine, visti i trascorsi della nostra beneamata, io credo che quest’anno la squadra sia dignitosa, pero’ sono anche convinto che per ottenere il meglio si debba giocare con il 4-4-2. Piu’ soluzioni offensive, piu’ protezione con M’Vila e Medel insieme. spero che anche Mazzarri se ne convinca al piu’ presto. entro l’infornata del panettone almeno..

  7. Altra partita memorabile di Kovacic!!! Troppi soldi spesi per lui!

  8. Mauro Cozzi // 15 agosto 2014 a 13:31 // Rispondi

    Partita francamente inguardabile. Il capitano deve essere quello di maggior personalità che il gruppo segue senza discutere. Da questa scelta, vice JJ, si capiscono tante cose…

    • appunto,non dovrebbe essere ranocchia…mi sembra sia stata una fascia attribuita per..ragioni contrattuali

  9. Beh, cerchiamo di guardare il lato positivo di questa trasferta in Grecia…
    Visto il tempo da lupi (con freddo autunnale annesso) che sta flagellando il nostro povero Nord Italia, almeno sono andati a prendere un po’ di sole! 😀

  10. Gli esperti ammoniscono i tifosi a non tenere conto del calcio d’Agosto, Bene. Sono da sempre un sostenitore, senza eccedere, di W. Mazzarri che, certuni, dopo ogni pareggio vorrebbero vedere cacciato. MI chiedo però, se in occasione di queste partite di preparazione non fosse il caso di osare qualche mossa un po’ più offensiva, e qualche cambio di modulo. Speriamo in bene

  11. Silvio da Torino // 15 agosto 2014 a 21:09 // Rispondi

    Per una squadra con il nostro blasone anche la prossima dovrebbe essere poco più di un’amichevole ed invece affiora già un po’ di tensione e preoccupazione che di solito sono foriere di prestazioni scarse. Speriamo di no ovviamente, ma sarebbe necessaria una prestazione convincente ed autoritaria fin da subito per evitare fantasmi recenti. Le squadre minori bisogna prenderle per il collo al primo minuto e lasciare la presa al novantesimo. Così crescono autostima, morale e convinzione.

  12. Qualcuno dovrebbe ricordare a Mazzarri che le partite si vincono attaccando e facendo gol.
    Lui continua a difendersi a cinque! Questo non vuole proprio capire che l’Inter non è la Reggina, la Sampdoria o il Napoli! L’Inter deve far paura agli avversari, deve sempre osare, al di là dei giocatori che scendono i campo, l’Inter è l’Inter! Volevo ricredermi su Mazzarri, ma mi convinco sempre di più che non è un allenatore da Inter! Spero comunque di sbagliarmi.

  13. Due goal segnati su azione nelle amichevoli estive da Botta e Nagatomo sono un bottino un po’ magro. L’Assenza di Osvaldo e Palacio (il Biabiany della situazione arriverà a fine agosto) sono delle attenuanti di rilievo ma è evidente che bisogna lavorare sulla fase offensiva….mi chiedo perchè non sperimentare moduli alternativi

  14. Vado fuori tema ma desideravo omaggiare Roger Federer che a 33 anni ha vinto l ennesimo master 1000 e sta disputando una stagione incredibile per la sua età avendo disputato 8 finali (peccato per quella persa a Wimbledon).
    In un paese poco sportivo e calcio centrico come il nostro mi piace citare questi esempi sportivi ed umani ciao

  15. voglio ricordare che certi tifosi dell’inter durante la stagione del triplete nei mesi di ottobre e novembre volevano cacciare pure Mourinho!! Poi tutti bravi andare in piazza a festeggiare quando si vince tutto!! Ho sempre tifato questi colori nel bene e nel male e sempre lo farò! forza inter forza Mazzarri e forza Kovacic spero tanto che vi rimangiate tutto! poi basta dire che non vale i milioni che è stato pagato! prendetevela con Branca! forza Mateo!

  16. Se tutti i tifosi avessero la tua mentalità vivemmo il calcio in maniera obbiettiva e senza stupidi ragionamenti. Sei veramente l’ unico interista che vale la pena leggere e ascoltere. Se poi tifi Federer ancora meglio

  17. La fase offensiva non puo’ dipendere da un solo giocatore, ma deve essere organizzata e i giocatori inseriti in uno “spartito”. il problema e’ che sembra che l’inter vivacchi in fase di possesso in attesa che un singolo inventi qualcosa, altrimenti si fa il passaggio laterale. il risultato e’ una manovra prevedibile e non pericolosa. il gioco di Mazzarri prevede il baricentro basso e sfruttamento degli spazi.

  18. L’uomo avrà i suoi motivi, i giocatori li vede tutti i giorni, ma di certo non fà nulla perchè la piazza vada verso di lui: il discorso se si fa male una punta ne ho un’altra da mettere just in case, vale se giochi la finale di coppa italia, non i preliminari con gli abitanti del mantello terrestre affiorante. Mah….

    • Mazzarrissimo // 20 agosto 2014 a 21:55 // Rispondi

      Chiediti se con un altro mister botta, kovacic dodo e pure icardi (che è ancora un giocatore immaturo)…tutti sti giovani giocano titolari…non dimenticatevi pure di juan jesus che ne combina sempre una…insomma…ma dove lo trovi uno che ha così tanta pazienza con giocatori osannati da media e giornaloni, ma che in campo sono delle semplici comparse?

Lascia una risposta

Le 4 regole del commentario:
1. Siate educati: i commenti ad personam saranno ignorati
2. Scrivete in italiano, il congiuntivo non è una malattia degli occhi!
3. Non è una chat: se volete conversare tra voi, io che ci sto a fare?
4. La lunghezza del commento non può superare i 500 caratteri (spazi compresi)
Viva l’Inter!


*

 caratteri disponibili