Non può piovere per sempre

Purtroppo per Mazzarri continua a piovere. A Milano è così. Anche mia mamma mi dice sempre di non andare a giocare a pallone quando piove, ma santiddìo, siamo all’Inter!
Di qui al derby saranno quasi due settimane di sfottò per l’ultima uscita, francamente ridicola, del mister nerazzurro, che ancora una volta ha comunque incassato la fiducia di Thohir.
Sabato ET compie un anno da Presidente dell’Inter, ma per fortuna c’è la sosta. Il colloquio con Moratti, che conoscendolo un po’ è tutt’altro che lontano dall’Inter, pare aver partorito l’idea di una fiducia a tempo. Fosse per Moratti, che pure lo aveva chiamato all’Inter, Mazzarri questo campionato lo starebbe già guardando in Tv dalla poltrona di casa di casa sua. Il vecchio presidente ha spiegato al nuovo che davanti a tanto disamore, al di là di quanto costerebbe rimuoverlo insieme al suo staff, così non si può proprio continuare. Thohir ha toccato con mano quanto sia ormai saturo di Mazzarri l’ambiente interista, ma sta provando a resistere per avere le mani più libere nelle scelte di fine stagione. Alternative valide non ce ne sono e non ce ne saranno visti i conti ma Mazzarri, che con la sosta dovrebbe recuperare tutti gli infortunati, si gioca la fiducia di Thohir in 3 gare di fuoco: Derby, Dnipro e Roma. Ma citando un’altra frase cult sul tema, da Il Corvo, “non può piovere per sempre”.

 

38 Commenti su Non può piovere per sempre

  1. Per sempre no, ma non sai quando smetterà….e in quel momento potrebbe essere già troppo tardi.

  2. A Milano oltre alla pioggia tra poco arriverà anche la nebbia, il freddo e il vento.
    Caro Mazzarri, forse hai sbagliato sport.

  3. Mazzarri e’ stata una delle tante bizzarrie di Moratti, che pero’,dato il rapido cambiamento societario, non ha avuto il tempo di rimediare licenziandolo velocemente come tutti gli altri prima e dopo Mourinho. Adesso con Thohir, che mi auguro sia piu’ riflesssivo e ponderato nelle scelte future, la cosa ristagna. Fino alla cancrena. Di questo non e ne puo’ piu’.

  4. La grandi societa’ cambiano eventualmente a fine anno, dopo avere ben valutato tutti gli aspetti dell’allenatore in carica e di quello che verra’. Moratti ha sbagliato molto cambiando d’impulso. Infatti, Mancini ha vinto lo scudetto solo al terzo anno.

  5. con questo elemento in panca, potra’ anche venire una schiarita, ma sara’ sempre e solo passeggera, dopodiche’, finita la ricreazione… e tutti sott’acqua.

  6. E quando mai L’ Inter e’ stato sinonimo di stabilità psichica?

  7. La società vaneggia di obiettivo Europa, giustificando quindi i fischi al gioco della squadra perchè con questo gioco non si centreranno mai quegli obiettivi. La squadra è molto scarsa, ma paradossalmente non si fischia tanto la squadra quanto il non gioco che fa e l’artefice di esso. Costui però resta e resterà perchè le alternative mancano così come i soldi per fare alcunchè. I pochi buoni hanno di fatto la valigia in mano. Qualcuno deve prendere in mano la situazione o l’ambiente imploderà.

  8. Marco Ferrara // 11 novembre 2014 a 23:54 // Rispondi

    L’ambiente interista è saturo? Ha sempre o quasi criticato Moratti per i continui esoneri, per l’assenza di un progetto, ma in realtà è tale e uguale a lui. La squadra è mediocre e i nomi per l’eventuale dopo Mazzarri ridicoli. Il tifoso vuole tornare a vincere? Si metta l’anima in pace, al momento non è possibile; piuttosto invece di lagnarsi come un bambino capriccioso, aiuti veramente….”non può piovere per sempre”.

  9. Purtroppo, stando alle previsioni, dovrebbe piovere anche per il derby. Se non sarà acqua, saranno gol. C’è giusto Torres in crisi… vogliamo cominciare a fare i cattivoni proprio contro il Milan? 😉
    Un detto popolare toscano (chissà se Mazzarri lo conosce?) recita: “Ai cani magri, bastonate!”, a significare che non c’è mai male che non ci sia peggio. E siccome $$$ per la spesa non ce ne sono… senza spesa non si mangia, e senza mangiare si resta magri.
    Morale: giù legnate! 😀

  10. mazzarri avrebbe preferito Rolando a questo Vidic

  11. Sarà interessante vedere chi sarà il prossimo allenatore che verrà bruciato dall’inter,tanto se la squadra rimane questa, cambierà poco, visto che Thohir follie sul mercato non ne farà, forse appena qualche ritocco.
    E se la squadra continuerà con risultanti altalenanti, chissà su chi cadranno le colpe e i fischi dei “tifosi” interisti…Altri allenatori hanno fallito stagioni pur avendo gente come Ronaldo, Vieri, Crespo, Recoba, R.Baggio, ecc..ma chissà magari anche allora era colpa di Mazzarri…

  12. Secondo al buon Mazzarri è venuta fuori la castroneria della pioggia perchè ormai non sapeva piu cosa dire dopo aver visto anche col Verona i soliti obrobri combinati dai giocatori…la verità (e cioè che ci sono dei brocchi in campo) non si puo pronunciare….ed allora via al valzer delle cazzate.Forse sarebbe meglio in casi del genere tenere cucita la bocca.

  13. Quante volte l’ho sentita questa frase, GLR. ‘Per fortuna c’è la sosta’. Ma per fortuna de che ? Solitamente dagli impegni con le nazionali i giocatori tornano stanchi, distratti, acciaccati. Oh, vedo già la prossima scusa di WM all’orizzonte: ‘Eh, gli impegni con le nazionali non aiutano’. Allenatore e giocatori stanno oltraggiando la sacralità dell’Inter. Dice: ah, ma i giocatori stanno con Mazzarri. Può essere: infatti stanno affondando bene, tutti, compatti. Uniti. Situazione del piffero….

  14. Mazzarri ha detto che la squadra non gira perchè: Palacio ha male alla treccia, Vidic risente della guerra nella ex-Yugo, Ranocchia è alto, Nagatomo è basso, Icardi è tatuato, Beppe Baresi è brizzolato, Fassone è pelato.. e in più mentre il Verona segnava il pari, al secondo blu stava passando quello del caffè Borghetti che ha distratto Dodò in fase di chiusura..

  15. Mazzarri alla Modugno:”Ma piove,piove sul nostro amor….”(mai sbocciato)

  16. nonostante Mazzarri non mi sia mai piaciuto, sono d’accordo con ET, finire la stagione e poi riprogrammare con un nuovo allenatore (sinisa o mancio).Alla fine Mazzarri deve arrivare 4° o 5° di certo questa squadra non può arrivare prima del Napoli che è avviato verso il 3° posto. Magari ci scappa una finalina di coppa uefa o coppa italia che ci risolleverebbe di molto il morale

  17. Per citare il titolo di un film del neorealismo che la nostra prof di Lettere al liceo ci costrinse a guardare (quelle cose si apprezzano sempre dopo ahimè…) “il sole sorge ancora”. Ma, ahinoi, il buon Mazza sembra sempre più l’aiutante di Frankenstein junior ne ” potrebbe andare peggio… potrebbe piovere…”. Scherzi a parte l’interista realista deve mettersi l’animo in pace, i tempi di Mourinho son passati e bisogna smettere di fare gli snob.
    Michele

  18. Silvio da Torino // 12 novembre 2014 a 10:39 // Rispondi

    Non sono uno che vuole la testa di WM a tutti i costi. Ovviamente il gioco della nostra e’ bruttino ma il materiale umano a disposizione dell’allenatore e’ scarso tecnicamente, a parte alcuni giocatori. E dove dovrebbe decollare il gioco, dagli esterni, e’ proprio dove la cifra tecnica e’ al punto più basso. Se domenica avessimo portato in porto la vittoria (e non avremmo rubato alcunche’) si sarebbe parlato di partita giocata con cuore e rabbia in inferiorità numerica. Cerchiamo di avere fede.

  19. Caro Gianluca scusa la mia ignoranza in materia economica finanziaria, ma la famiglia dell’attuale presidente risulta tra le 100 piu’ ricche del mondo. E’ da stupidi pensare che se non si investe nel parco giocatori acquistando almeno 3 top player ed altri ottimi giocatori come si puo’ credere di aumentare il fatturato? Il dott.Thohir non credo sia stupido ed allora non capisco, e’ stata presa l’inter solo come bussiness? Con prestiti bancari e ipotecando la societa’ stessa? C’e’ troppa oscurita’.

    • Come sempre in questi casi, un conto è la famiglia, un altro è lui. I soldi pensa di farli con l’Inter non di metterli nell’Inter
      GLR

  20. Massimo Inter // 12 novembre 2014 a 11:36 // Rispondi

    Quando sento:”nessun giocatore viene da me a dirmi cosa deve fare”,”abbiamo limitato i danni prendendo solo 4 gol”,”giochiamo coi ventenni”,”spero di recuperare Jonathan”,”non ho messo JZ perchè volevo vincere” “non vedo altro bel calcio in Europa” e l’ultima “è cominciato a piovere”..mi angoscio.
    E pensare che alcuni club innaffiano il campo prima delle partite…GLR,ricordi Spartak-Inter 1-2 del 1998?
    Eri presente allo stadio se non ricordo male. Hai mai visto un campo peggiore?

    • E’ vero c’ero. Campo spalato da quasi 30cm di neve da 300 soldati dell’Armata Rossa due ore prima del fischio d’inizio. Mai più visto niente del genere. Alla fine era un campo in terra battuta, tipo tennis, eppure Ronaldo fece il fenomeno.
      GLR

      • beh, Mazzarri ha detto una cazzata, ma Ronaldo cosa c’entra con questa squadra? :-) non mischiamo la lana con la seta!!!

  21. Se è vero che Moratti ha consigliato a ET di sostituire Mazzarri con Leonardo, non stupiamoci se oggi l’Inter non ha nemmeno i soldi per acquistare in contanti giocatori di basso-medio livello… Leonardo, una che guadagna poco?!?! Non credo comunque che Mazzarri possa recuperare il rapporto con l’ambiente al di là delle colpe degli stessi tifosi.

  22. Esonerare un mister ha un prezzo, ed in questo periodo, che ad Appiano pare che i calciatori si portino pure la carta igienica da casa come mio figlio alle elementari, la dirigenza è costretta a scelte oculate. E’ facile, ma è stato già detto credo, che a Milano nevichi pure e si giochi anche sottozero. A questo punto si valuti il fatto di mettere sotto contratto qualche mister abituato a tali condizioni proibitive, magari qualcuno delle Far Oer.

  23. Ma come si fa a dare una fiducia a tempo con partite del genere??!

  24. Se di soldi non ce ne sono la priorità dev’essere rinforzare la squadra non sperperarli per l’esonero di Mazzarri, per un traghettatore e a giugno per un altro allenatore. Mancano: un centrale che sappia impostare e dare sicurezza al reparto, un esterno decente, una punta, e anche il mediano davanti alla difesa se Medel è questo e M’Vila non torna ad essere un calciatore professionista.

  25. Tanto ha già pronte le prossime tre scuse.
    Post derby: mi sono tornati stanotte i giocatori dalle Nazionali…così è dura…poi ognuno vede quel che vuol vedere. Post Dnipro: siamo rimasti chiusi negli spogliatoi da domenica sera per colpa del custode di San Siro…così è dura…poi ognuno vede quel che vuol vedere. Post Roma: è la 79 partita in 72 giorni…così è dura…poi ognuno vede quel che vuol vedere.
    Ridiamoci su…..

  26. Ti ho visto ieri in Tv e devo dire che sono d’accordo in tutto su quel che hai detto, ma forse la scelta di Vecchi potrebbe essere produttiva in ottica futura nel testare qualche promessa e vedere se possono essere da Inter e presi in considerazione per la prossima stagione, cosa che nel suo integralismo Mazzarri non è in grado di fare. Mi riferisco ai tanti bravi ‘primavera’

    • L’abbiam già fatto questo discorso con Stramaccioni, ma poi qui non c’è pazienza di aspettare che i ‘primavera’ diventino da Inter in Serie A
      GLR

      • E hai perfettamente ragione, ma io partivo dalle tue premesse: se si perde il derby e la sfida con la Roma si arriva a 11 punti dal terzo posto (che tra l’altro potrebbe non servire comunque, se la Uefa la vincesse Napoli o Fiorentina), a sto punto tanto varrebbe…certo bisognerebbe inculcarlo ai tifosi, mah!!

  27. Per me no. Senza soldi, senza grandi calciatori, senza l’amore del pubblico rischi di essere trascinato in una lunga (quanto?) parentesi buia, di cui non si scorge la fine.
    E’ vero: non può piovere sempre. Ma se questa fosse una stagione delle piogge, e non una semplice perturbazione autunnale?
    In altre parole: se questo fosse solo l’inizio di uno storico ridimensionamento delle ambizioni della nostra amata società?

  28. Prendere in giro Mazzarri per la dichiarazione sulla pioggia dopo Inter-Verona è quanto di più pretestuoso ci possa essere. Il mister non ha detto che l’Inter è stata raggiunta sul pareggio perché ha piovuto; ha semplicemente fatto notare come tra le difficoltà incontrate domenica sera ci sia stato anche il maltempo. Del resto credo che a nessuno, professionista o amatore che sia, piaccia giocare sotto l’acqua su un campo pesante.

    • Si, nemmeno a Mandorlini e al Verona, ma non è agli atti che a fine partita l’ex libero dello scudetto di Trapattoni abbia parlato del tempo. E’ chiaro che è una forzatura, ma siete voi ad aver notato che Mazzarri ogni volta ha una scusa per tutto, tranne la migliore delle spiegazioni: “ogni tanto sbaglio anche io”
      GLR

      • Questo è uno dei casi in cui ti dò ragione sul tafazzismo di alcuni tifosi interisti. Mazzarri aveva un progetto biennale, che Thohir ha prolungato rinnovandogli il contratto, e pertanto ha il sacrosanto diritto di portarlo a termine con i suoi metodi e i suoi tempi. Vista la mediocrità della rosa, le nozze coi fichi secchi non le fa nessuno. Questa squadra arriverà tra il 5° e l’8° posto esattamente come da valori in campo, chiunque ci sia sulla panchina.

  29. “La classe non è acqua!” disse Thohir a Mazzarri col salvagente. gio.

Lascia una risposta

Le 4 regole del commentario:
1. Siate educati: i commenti ad personam saranno ignorati
2. Scrivete in italiano, il congiuntivo non è una malattia degli occhi!
3. Non è una chat: se volete conversare tra voi, io che ci sto a fare?
4. La lunghezza del commento non può superare i 500 caratteri (spazi compresi)
Viva l’Inter!


*

 caratteri disponibili