Mazzarri e il feeling coi tifosi

Al di là dei colpi di mercato, veri, presunti o giornalistici, che da ora in poi, finiti i Mondiali, terranno occupati gli appassionati di qui a fine agosto, la novità più sorprendente di questi primi giorni dell’Inter a Pinzolo pare essere il feeling finalmente scoccato tra Walter Mazzarri e la tifoseria. Sarà stato il prolungamento del contratto o forse il nuovo atteggiamento del tecnico, che deve aver compreso che ogni tanto in conferenza più che di se stesso e di quanto fatto a Napoli sarebbe opportuno dire qualcosa di interista, ma a Pinzolo i tifosi, magari gli stessi che fino a qualche settimana fa lo fischiavano senza pietà a San Siro, sono ora disposti a concedere un po’ di credito al loro tecnico. Lui, sentendo finalmente la vicinanza della società, sta provando a smussare il suo carattere di tosdcanaccio, a tratti troppo spigoloso per gli umori nerazzurri. Sarà anche la voglia di deporre ogni tanto le armi della polemica infinita,  ma in ritiro si è sentito pure qualche “Mazzarri uno di noi”, roba impensabile fino a qualche tempo fa. Ovviamente Pinzolo non è San Siro e quando si giocherà per i tre punti tutto potrebbe tornare in discussione, ma certamente un’interazione più profonda tra tecnico e ambiente male non fa. Come diceva il saggio, il bene nel calcio si costruisce sempre prima di scendere in campo.

20 Commenti su Mazzarri e il feeling coi tifosi

  1. Da sempre sostengo che Mazzarri, coi suoi limiti, abbia fatto il possibile con la non piccola consorteria di sedicenti campioni che ha avuto a disposizione. Alcuni suoi atteggiamenti
    dialettici non sono stati esemplari, ha sbagliato delle mosse, ma mi pare che degli Einstein della panchina in giro non se ne vedano. In altri lidi, presunti Premi Nobel sono stati cacciati dopo pochi mesi – Se avrà una squadra, NORMALE, con buoni giocatori nel proprio ruolo, credo che che Mazzarri farà il suo –

  2. Mi spiace che il tifoso interista venga sempre bollato come un incontentabile iper-critico e/o che venga identificato con le poche decine di FRUSTRATI che vanno a S.Siro per fischiare o mugugnare al primo errore di un nostro giocatore invece che essergli da SOSTEGNO.
    Questi sono gli stessi che se la prendono sempre con l’allenatore.
    Fortunatamente questa SOTTO-SPECIE di tifosi non si scomoda per andare a Pinzolo dove ci sono solo tifosi genuini, entusiasti e pieni di fiducia. Complimenti a loro!

    • non si scomoderanno ad andare a Pinzolo (che cmq non è dietro casa ),ma spendono i soldi per l’abbonamento,anche nelle stagioni più buie…chiamarli “sotto-specie” i tifosi non mi pare il caso

  3. Fabio Primo // 14 luglio 2014 a 17:25 // Rispondi

    Occhio che tra questi tifosi a Pinzolo di “milanesi” ce ne sono pochini, giusto quelli in vacanza in zona.
    Sono questi ultimi invece la maggioranza allo stadio, quelli esigenti e che poi fischiano.

  4. Paolo Sabiu // 14 luglio 2014 a 17:39 // Rispondi

    Io non sono affatto un estimatore di Mazzarri, e l’ho ribadito più volte (che ce vò fà, GL, nun me piace pe’ niente!). Spero comunque di sbagliarmi, anzi, VOGLIO arrivare ad ammettere che la mia è stata pura prevenzione; significherà che l’Inter starà viaggiando a buoni ritmi perché WM avrà fatto un buon lavoro e dato un gioco (finalmente) ai ragazzi! Se la Società ci avrà visto lungo nel prolungargli il contratto, mi cospargerò il capo di cenere…

  5. Alessandro // 14 luglio 2014 a 19:59 // Rispondi

    Hai detto bene, GLR, Pinzolo non è San Siro. Ma quello che ci scrivi è certamente un ottimo viatico.

  6. Ad agosto (o quasi) è sempre “toda joia, toda beleza”… Poi parleranno i risultati.
    Non so perchè ma ho la sensazione che Thohir, in cuor suo, avrebbe fatto altre scelte. E’ così, GLR?
    Non vorrei che a Natale, se l’Inter dovesse essere già distaccata… beh, ci siamo capiti. Con Moratti è un film che abbiamo visto tante volte. Niente contro WM, per carità. Anzi, la penso come Franco 47, e reputo Mazzarri uno dei primi 5 allenatori italiani.
    Ma quest’anno non può fallire. E lo sa anche lui…

  7. finalmente Mazzarri ha capito (gli hanno suggerito) che un po di adesione al pianeta inter era quantomai doveroso. e capirai, con aumento e prolungamento… comunque ritengo che Mazzarri come allenatore ti fa arrivare dove le potenzialita’ della squadra consentono. e di questi tempi non e’ poco. solo una cosa… questo feeling con la tifoseria, al primo 0 – 0 col Chievo a Milano… sperem

  8. Silvio da Torino // 15 luglio 2014 a 08:41 // Rispondi

    Mazzarri appartiene a quella specie di allenatori/calciatori che odiano le interviste e quando sono obbligati a farle sparano le solite ovvietà. Negli ultimi anni da noi sono usciti da questo schema solo Leonardo ed il grande Jose’ che i giornalisti li avrebbe volentieri azzannati ma ha sempre detto cose che tutti gli altri si sognano. Secondo me ha fatto vendere molti giornali in più. Detto questo forse WM si sta interizzando un po’ e forse i tifosi sono contenti. Aspettiamo la prima sconfitta.

  9. Per acclamare Mazzarri bisogna essere riusciti nell’impresa di non vedere neanche mezza partita dell’Inter dell’anno scorso. Non so darmi altra spiegazione.

  10. I veri tifosi non sono allo stadio. I veri tifosi sono quelli che sostengono la squadra nel bene e nel male. Abbiamo sogni, desideri e perplessità, ma sosteniamo i colori cmq. Quelli in curva che fischiano a prescindere tanto per farsi sentire si sentono molto importante ma non sono I Tifosi!! Io voglio che Mazzarri faccia bene. E se non sarà così la ns società farà giuste scelte. Difficile comprare Mou e Messi con 4 soldi 😉

  11. Jack Berga // 15 luglio 2014 a 15:54 // Rispondi

    io non ero prevenuto, ma ho avuto la sensazione che, da un certo punto in po, Mazzarri 2013-14 abbia progressivamente perso il polso della situazione. Dichiarazioni post-gara inascoltabili, responsabilità scaricate su chiunque, ammissioni di stanchezze…Può darsi che l’abbia recuperato (il succitato polso) ed è quello che speriamo tutti. Dovrebbe ripartire da quelle 8/10 partite in cui sembrava che tutti sapessero cosa fare. Ma, certamente, non avrà bisogno dei miei consigli. Ciao, J

  12. Povero Mazzarri, per me non è il migliore, come non è il più scarso. Sicuramente è meglio di Allegri (io sono milanista). Quando l’inter aveva una società era difficile esserne l’allenatore, figuriamoci l’anno passato che la società c’è stata solo per fare una figura discutibile con il caso Vucinic. Potreste dirmi di guardare a casa mia che la situazione non è delle migliori, vero! io vi risponderei che non dovete esserne invidiosi, lasciate lavorare il vostro allenatore, bravo come i giocatori.

  13. ho sempre difeso Mazzarri e non ho cambiato idea. Ma io mi chiedo cosa poteva fare di più l’anno scorso? con certi giocatori mediocri e con nemmeno un rigore a favore non si possono fare miracoli. Ok non sarà mister simpatia, ma lasciamolo lavorare in pace non fischiarlo al primo annuncio della formazione a San Siro. Si sente parlare certi tifosi che rivogliono Stramaccioni…ma vi meritate il ritorno di Hogson!

  14. Bene andare avanti con mazzarri, indubbiamente non è un simpaticone ma di calcio ne capisce bene e anche ogni volta che sento thohir mi piace la sua calmala programmazione, le idee chiare, senza tanti strepiti e bombe alla galliani (siamo ancora al mister X incredibile).

  15. SI appalesano segni di tsunami nel ramo allenatori anche nelle squadre che vantano stile insuperabile – il giorno dopo l’apertura del raduno della squadra un tecnico taglia la corda.
    Da un’altra parte si fanno riprese dall’alto degli allenamenti e si consiglia ai giocatori l’uso di passati di piselli e acqua tiepida.
    Teniamoci stretto Walterone Mazzarri coi suoi pregi e difetti-
    Un vecchio interista

  16. Sono quei tifosi che osannano Jonathan, che poi va a vantarsi a Inter Channel del suo soprannome, il Divino, senza capirne il senso!
    A parte questo, la stagione deve ancora cominciare, per quanto possa stare antipatico Mazzarri noi tutti tifiamo e amiamo l’Inter, per cui è inutile e senza alcun senso stare a fischiare e incazzarsi prima di vedere la squadra all’opera. E poi rimaniamo sempre gli interisti sognatori sotto l’ombrellone…con qualche trofeo in più in bacheca!

    • Io, da qualche anno, sotto l’ombrellone ne vedo tanti altri di tifosi, ma il tafazzismo di certi interisti è proprio unico. L’Avvocato Prisco era il primo a non sopportarli.
      GLR

  17. A me non piace e non è mai piaciuto, l’ho scritto e ribadito. Da qui però a tifare contro ce ne passa eccome. Lasciamolo lavorare nella speranza obiettiva di fare meglio della stagione scorsa nonostante l’Europa League.

  18. ahinoi il tifoso interista è tanto esigente quanto umorale. Credo che sia realmente troppo presto per parlare di feeling tra Mazzarri e chi tifa la Beneamata. Spero il tuo pezzo possa essere semmai di buon auspicio e non si dimostri a breve un vaticinio sbagliato. Ti auguro buone ferie. Con stima e simpatia. Cristiano

Lascia una risposta

Le 4 regole del commentario:
1. Siate educati: i commenti ad personam saranno ignorati
2. Scrivete in italiano, il congiuntivo non è una malattia degli occhi!
3. Non è una chat: se volete conversare tra voi, io che ci sto a fare?
4. La lunghezza del commento non può superare i 500 caratteri (spazi compresi)
Viva l’Inter!


*

 caratteri disponibili