Esonerato Mazzarri, torna Mancini

ManciniL’Inter da quasi un anno è in mani straniere, ma il tratto distintivo dell’imprevedibilità,  fonte del suo straordinario e unico fascino, non si è perso. Contro ogni dichiarazione ufficiale, nella scorsa notte Thohir ha licenziato in tronco Mazzarri e raggiunto un accordo di due anni e mezzo con Roberto Mancini. Il Mancio arriva col suo nuovo staff per due stagioni e mezza e almeno 20 milioni. L’allontanamento di Mazzarri e del suo staff costa all’Inter altri 10 milioni. In totale parliamo di un’operazione da 30 milioni lordi. Ma come? Fino a ieri non c’erano nemmeno per una quarta punta all’Inter e si spiegava all’Uefa come risanare i conti e adesso arriva un Top Coach? Che è successo? E’ successo che anche per un finanziere apparentemente senza cuore come Thohir, certe cose alla fine pesano. Pesano eccome. Ricapitoliamo. Sabato scorso Thohir rassicura per l’ennesima volta Mazzarri, dopo che Ausilio a Telelombardia lo ha confermato contro tutti e contro tutto, poi però domenica allo stadio si accorge che il popolo interista è ridotto ai minimi termini nel numero e nell’interesse. Alla sera gli tocca pure sentire Mazzarri che spiega che non si è vinto “anche perché poi ha cominciato a piovere”.
Lunedì mattina Thohir chiama Moratti che non aspetta altro che impallinare Mazzarri per l’incauta risposta ricevuta dal tecnico qualche settimana fa (“non rispondo a questo o a quell’altro”). Moratti spiega chiaramente a Thohir che i 15 milioni per ricapitalizzare, se l’Inter resta così, lui non ci pensa proprio a tirarli fuori, ma potrebbe pure pensarci con altri uomini, diversi da Mazzarri (e da Fassone). A quel punto cominciano due sondaggi paralleli, uno con Zenga, l’altro con Mancini. Per recuperare la gente nerazzurra sarebbe bastato anche Walter con un milioncino di euro,  ma Thohir va ben oltre: ingaggia Mancini, ovvero il numero 1 disponibile sulla piazza e lo paga, con Moratti che ora magari tornerà a ricapitalizzare, tre-quattro volte quanto avrebbe pagato Zenga. Già perché presumibilmente Mancini all’Inter vuol dire anche un certo profilo di mercato invernale: per carità ora non pensate subito a quattro o cinque grandi giocatori, nè che la squadra, a mio giudizio ancora non altezza per il terzo posto, cominci di colpo a volare. Mi piacerebbe tanto, ma ho paura che non sia ancora pronta per un posto in Champions già quest’anno. Però la novità assoluta c’è: all’Inter (e per Inter intendo Thohir e Moratti insieme) i soldi, volendo, si trovano ancora. Ovviamente ora ci sarà subito chi avrebbe voluto Zenga e se si fosse scelto Zenga chi avrebbe voluto Mancini. Dulcis in fundo, il nostalgico di Mazzarri. Il calcio è bello perché si può dire tutto, ma evidentemente così non si poteva proprio andare avanti. Cambiare allenatore in corsa è sempre una sconfitta, ma percepisco un clima da liberazione Nazionale che in 25 anni non avevo visto nemmeno nell’era Lippi.
In fondo l’importante è sentirsi interisti e purtroppo con Mazzarri, al quale auguro le migliori fortune altrove, troppa gente aveva smesso di sentirsi tale.

155 Commenti su Esonerato Mazzarri, torna Mancini

  1. il prossimo passo e’ togliersi il pigiama e tornare alla maglia vecchio stile e poi siamo a posto

  2. Sono lieto del ritorno del Mancio decisamente molto meglio del pur amato Walter Zenga.
    Migliorerà il clima nella squadra e presso i tifosi ormai insofferenti verso Mazzarri, e, forse, migliorerà il gioco, spesso latitante. Mi chiedo però se, improvvisamente, col cambio della guardia, vedremo:
    Kuzmanovic = Stankovic
    Jonathan = Maicon
    Ranocchia = Samuel
    Medel = Cambiasso
    e via coi paragoni a piacere… – mai come ora, uno stentoreo FORZA INTER !!!

  3. Francesco Fabbri // 14 novembre 2014 a 14:32 // Rispondi

    Waitin for a sunny day(bruce Springsteen)…speriamo

  4. Il detto “Tanto tuonò che piovve” mi sembra il più appropriato. 😉
    C’è sempre una prima volta. E dove, se non all’Inter, poteva macchiarsi il “foglio matricolare” di Mazzarri? Tra verità e battute tutti avevamo capito che l’amore non era mai sbocciato. Mai visto fischiare così nessuno, infatti scrivi: clima da Liberazione Nazionale.
    Un “bentornato” a Mancio, sacrificato solo per il “top” (Mou) e per le sconfitte in Champions, il suo neo. Prevedo recuperi importanti, Vidic e Guarin su tutti…

  5. Ero preoccupato per le prossime due partite …, ora sono euforico. Non è che cambierà molto, (visto la rosa), ma almeno una sistematina al modulo, il manico + duro e … l’adrenalina che esce da tutti i pori …
    Poi … col Mancio il mercato invernale, hai ragione, avrà un altro (alto) profilo.
    Sono frastornato.

  6. Io penso che Mancini porterà più benefici alla società che alla squadra. Mazzarri sicuramente è un tecnico preparato e tornerà in altre piazze ad allenare con risultati, ma in questa Inter serviva una guida carismatica in campo e fuori. Allora chi meglio di Mancini che conosce l’ambiente, sà reggere alle pressioni ed è stato allenatore-manager in Inghilterra? Ultimo aspetto ma non meno importante: Mancini lo vedo adatto a lanciare e valorizzare giovani calciatori… Chi lanciò Balo?

  7. E’ questo che Moratti voleva ottenere con le sue dimissioni? Leggendo un tuo precedente editoriale si direbbe di si!

  8. Marco Ferrara // 14 novembre 2014 a 14:59 // Rispondi

    Certo che nel bene o nel male siamo proprio unici; Mazzarri doveva allenare l’Inter per essere esonerato. Mancini? Scelta migliore, ovvio non è Merlino…

  9. alleluja…. e quanto ci voleva. e poi il Mancio. Accidenti, non speravo tanto. ricordo che con lui si giocava a calcio. Sicuramente non vinceremo nulla, ma finalmente basta alibi ai giocatori. Un allenatore che “sente” di essere all’Inter. Ancora una volta dobbiamo ringraziare Moratti. E finalmente vedremo Vidic giocare in una difesa a 4. Chissa’ mai che torni ad essere lui, vedremo la squadra giocare nella meta’ campo avversaria, magari con piu’ di due giocatori… e si, tanta roba

  10. Ho grande rispetto x Mazzarri in quanto ha fatto di tutto per accendere il motore di una squadra sconclusionata e male assortita come questa.Però il tecnico non forniva più valore aggiunto,l’ansia e le pressioni avevano pregiudicato la qualità del suo lavoro,uso dello stesso modulo ad oltranza.Era giusto cambiare e puntare da subito su una personalità di spicco come Mancini.Le parole di Moratti,uscito dal CdA,risultano oggi più chiare:le novità sarebbero prima o poi arrivate.

  11. Con Mancini, in questo venerdì, l’Inter rivede il sole. I giocatori in rosa sono adatti anche ad un 4312 (vedo male Dodo’), Mancini tende a valorizzare e lanciare i giovani e ricordiamo che la primavera nerazzurra è la migliore in Italia sia per rosa che in talune individualità. E in logiche di FFP una palestra da cui attingere a costo zero è una bella strada. Con Mancini torna l’ottimismo e con l’ottimismo di lavora meglio. I fannulloni dovranno muovere il sedere. Mancini pretenderà e Moratti..

  12. Ditemi che non sto sognando. A volte anche i sogni più arditi si realizzano.
    Forza Mancio e Forza INTER
    Franco

  13. Pensavo di dover sopportare questo calvario fino al termine della stagione. E mai avrei immaginato una scelta di questo tipo da parte del Presidente che adesso deve privilegiare l’aspetto finanziario a quello sportivo. Avrà influito il tifoso Moratti? Avrà pensato: ci rimetto adesso 10 milioni ma con Mancini torno a vincere e di conseguenza aumento i ricavi? Mazzarri? Al di la di tutto lo ritengo un buon tecnico. Semplicemente all’Inter era al posto sbagliato nel momento sbagliato. W il Mancio!

  14. ciao GLR
    ti faccio i miei più sentiti complimenti….avevi predetto che l’allontanamento volontario di Moratti lasciava presagire ad un colpo ad effetto tipo l’esonero del tecnico….e io avevo pensato ad una specie di boutade
    chapeau

  15. E’ vero, GLR. Quando prende forma un esonero, c’è ben poco da festeggiare. E infatti non festeggio la dipartita di Mazzarri. Andava allontanato, lo sapevamo. Tutti lo sapevano. E’ stato fatto, punto. Io festeggio il ritorno di Roberto Mancini. Un tecnico schivo ma concreto, riservato ma passionale, estroso ma anche pratico. Che con noi ha saputo vincere tanto, davvero tanto. Per questo festeggio: per Mancini. Non per Mazzarri. Ora mi aspetto un’idea di gioco ed istruzioni precise ai giocatori.

  16. Non mi aspetto miracoli ma un miglioramento nella qualità del gioco si.

  17. Allocchi e Sognatori vs Ragionieri = 1 – 0 ! L’inter ancora “siamo noi”! …. Ora, piedi ben puntati per terra, proviamo al alzarci e ripartire (da zero,purtroppo). Ma almeno ci proviamo!

  18. Alle prime due partite che Mancini steccherà il “pubblico” ricomincerà a fischiare e cambiaremo un altro allenatore…alla faccia della programmazione…

  19. Ammetto con non stravedo per Mancini, mi sarebbe piaciuto arrivare a fine anno per poi puntare su Simeone ma la scelta al momento è assolutamente da condividere.
    Mi auguro che da qui a giugno si possa fare bene e capire quali dei giocatori oggi in rosa possa essere degno dell’Inter del futuro per poi procedere a giugno con un mercato di alto profilo.

  20. Faremo meglio semplicemente perchè la rosa è fatta su misura per il 4-3-1-2, non avendo esterni di qualità, non avendo cursori di centrocampo ma dei gran portatori di palla, non avendo un attaccante alla Lavezzi ma dei centravanti puri e una fine seconda punta, e avendo il leader della difesa che giocava a 4 già nella nursery dell’ospedale. Solo Mazzarri non vedeva ciò. Poi da qui a dire che arriveremo terzi ci passa tutto il mare che separa Viareggio da Setubal.

  21. Sarò irrazionale viste la scarsità della rosa e la non pingue situazione delle casse nerazzurre, ma dall’annuncio del Mancio non riesco più a riconcentrarmi sulla tesi..che dire, il calcio è fatto di sogni e col Mancio si comincia (speriamo giustamente) a sognare…..
    Forza Inter
    Michele

  22. Grandi peana al Mancio. Ma il popolo nerazzurro ha memoria breve. Mancio vinse uno scudetto all’ultima partita grazie a Ibra rientrato mezzo rotto. Ed eravamo in post calciopoli… non neghiamo che era quasi impossibile non vincere. Ricordo fischi a s siro e litigate furiose del mancio con gente dietro la sua panca. Partite mal giocate recuperate all’ultimo. Trovo la scelta assurda. Si esonerava il tremendo mazzarri a fine anno e poi si puntava su un TOP come Montella o Mihailovic. Sbaglierò..

    • Quello che ha vinto Mancini in Italia, Inghilterra e Turchia per ora Mihajlovic o Montella che stimo moltissimo non l’hanno ancora vinto, ma il mondo è bello perché ognuno di voi ha il suo personalissimo Albo d’Oro fatto di sua simpatie e antipatie.
      GLR

    • Sempre a lamentarsi..era il migliore in circolazione. Avresti preferito zenga? Finiamola! quale avversarie allora ha avuto conte e la juve in questi anni? La temibile roma (come hai tempi di mancini tra l’altro)

    • Avesse detto Simeone o Klopp l’avrei anche condiviso, però Mancini una volta uscito dall’inter ha vinto anche col City….proprio un fesso non è!

  23. Sara un caso ma oggi non piove

  24. se sia la scelta giusta o no, non lo so. che la squadra sia la stessa non c’è dubbio. che non si arrivi terzi è probabile. ma penso che dopo un paio di anni abbondanti (quindi prima di mazzarri, quando fu acquistato rocchi per me l’inzio del passaggio da grande a provinciale) tornerò a guardare l’inter, almeno in tv. ci sono giocatori come kovacic e icardi che io non ho mai visto giocare e sono curioso. l’entusiasmo è tutto nel calcio, più ancora che le vittorie

  25. Bellissima notizia! Torna un allenatore che aveva comunque fatto bene e vinto tanto (alcune sconfitte nelle fasi finali della CL gridano ancora vendetta per come sono maturate), che ha voglia di ri-vincere, che è tifoso della squadra e che ha già lavorato nel difficilissimo ambiente nerazzurro, e in più è amato dalla maggior parte dei tifosi…Onestamente non potevamo pretendere nulla di meglio. Sono davvero curioso di vedere cosa e quanto saprà migliorare…Io ci credo! Vai Mancio!!!

  26. Bentornato al Mancio, ovviamente, anche se ho i miei dubbi che con un colpo di bacchetta magica trasformi i piedi di Medel in quelli di Cristiano Ronaldo, o i piedi di Juan Jesus in quelli di Iniesta.
    Comunque si intravvede un futuro un po’ più roseo e questo è già positivo.
    Grazie in ogni caso a WM per averci provato, in bocca al lupo per il suo futuro.
    Claudio – Parma

  27. Mai edit fu più chiaro, e secondo me la frase infelice sulla pioggia deve aver fatto crollare anche gli ultimi dubbi di Thohir. Come te, a Mazzarri auguro di far bene altrove ma qui non è che con lui sia finita… non è proprio cominciata!
    Cambiare allenatore è una sconfitta, è vero… ma come la “Pazza” Inter è stata l’unica a perdere uno scudetto in uno spareggio (’63-’64), così è anche stata la sola a vincerlo dopo un cambio di allenatore (’70-’71). Se sbaglio, P.Somenzi mi corregga… 😉

  28. Gianluca non eri quello che sosteneva che cambiare all’allenatore non serve a niente?

    • Si e lo sostengo ancora. Ma evidentemente, se c’è questo clima da liberazione nazionale, la situazione era diventata proprio insostenibile. Solo l’idiota non cambia mai idea davanti alla realtà. Parlo genericamente, nulla di personale. Se uno è su un’auto che sta andando contro un muro a fari spenti e sceglie di scendere non è stupido. Stupido è chi giudica l’auto ancora prima di esserci salito.
      GLR

      • Mazzarri non è un brocco, è stato l’allenatore perfetto per lo scorso campionato, ma non è l’allenatore che serviva a questa nuova Inter che ricomincia da zero. Mancini non è il mago che ci porterà al terzo posto, ma è uno dei migliori a plasmare una squadra ( lui ha lanciato gli sconosciuti o semi Cambiasso, Maicon, J.Cesar, Balotelli… ). Lui ha buttato le fondamenta per la squadra che vinse il triplete! E attualmente è il meglio in giro, meglio dei vari DeBoer, Moyes, ecc..

      • Ma se vai a sbattere contro un muro e inizia a piovere l’aderenza peggiora attento Gian Luca

  29. Grande Mancio ero a Parma sotto il diluvio il giorno dello scudetto! Ricordo indelebile nella mia mente come indelebili sono le immagini del Mancio esultante che si rivolge verso la tribuna agitando le braccia in segno di gioia!!
    Lui e’ interista (come MOU) e quindi.. bentornato a casa !! Tornero’ ad andare al Meazza anche se la squadra necessita’ di rinforzi. Maicon prima che lui lo scovasse non lo conoscevo quindi fiducia anche per i futuri acquisti. Si potra’ tornare a parlare di calcio!!

  30. Non ero un #mazzarrivattene, anche se gli imputavo alcune colpe, come il fossilizzarsi sul modulo e l’incapacità di incidere sulla squadra nel campo.
    Del Mancio, ragazzi, non dobbiamo neppure discuterne, sono ipersupermegacontento come un bimbo, ma la mia è una reazione prettamente emotiva.
    Speriamo di non incappare nella sindrome da “minestra riscaldata” perché sarebbe troppo.
    Mi auguro che la scossa serva da subito per qualche risultato, in attesa che si assimilino i nuovi dettami. W INTER

  31. alla fine mi spiace per Mazzarri, ma poverino l’Inter ha mandato anche lui al manicomio! Credo che alla fine per lui sia stata una sconfitta ma anche una liberazione (ben retribuita). Su Mancini credo che non ci sia molto da discutere, è il massimo e tra tutti quelli che allenano in Italia in questo momento è quello dalla bacheca più piena. Finalmente si torna ad una difesa a 4, finalmente torna l’INTERISMO e comunque l’arrivo di Mancini è garanzia di un vero progetto. Mancio è TOP COACH!!!

  32. The dream comes true! Non so infine come ci piazzeremo, e si sa che il Mancio con questa rosa (che a mio avviso non è poi così scadente) non potrà far miracoli, ma almeno un’emozione mi è finalmente stata regalata!
    Da quando Mazzarri affermò davanti ai microfoni di essere capitato all’Inter proprio nel periodo peggiore, è stato un susseguirsi di vaccate dette, e fatte, culminate con le dichiarazioni di domenica sera. Sinceramente non lo si poteva più digerire!
    Bentornato e in bocca al lupo, RM!

  33. Voglio andare controcorrente! Per me Mancini è molto sopravvalutato. Ma quello che non capisco è il prolungamento a Mazzarri a giugno! Mi ricorda tanto l’iter di Lucio: prima prolungamento di un anno. L’anno dopo bonus per rescindere il contratto anticipatamente!
    Sbagliare umano…perseverare…

  34. Parlo per me, e a quel che si legge credo sia così per molti, io a Mazzarri contesto avermi reso quasi indifferente rispetto alla mia Inter, meglio incazzato ma vivo e passionale che rassegnato e arrivare a cambiate canale. Il Mancio si ripagherà se riporterà abbonamenti e paganti a livelli da Inter. Fermo restando che non allenerà né Ibra né Veron.

  35. Sinceramente, mi ero già stancato di non essere così sicuro di essere dispiaciuto per ogni goal che prendevamo o di godere per quelli segnati. E, altrettanto sinceramente, non mi è mai piaciuta (per quanto sia, in parte, necessaria) la strategia finanziaria applicata alla squadra di football di cui sono appassionato. In un colpo solo, tornerò a incazzarmi ogni volta che ci segnano, ad esultare se la buttiamo dentro noi e, magia, Thohir è diventato… uno di noi… Figo. Siamo unici. Evviva. J.B.

  36. Così non si poteva andare avanti: troppa rassegnazione, troppa sfiducia da parte di tutti verso Mazzarri (chissà cosa si diranno i giocatori nello spogliatoio). In questa decisione hanno sicuramente pesato considerazioni economiche oltre che tecniche: il disamore del pubblico per le “prestazioni” era economicamente più o meno sostenibile rispetto all’esonero? Adesso non aspettiamoci miracoli da parte del Mancio: personalmente mi accontenterei di meno confusione tattica e, perché no, mediatica.

  37. Con Mancini abbiamo ripreso a vincere prendendo il Cuchu a parametro zero, Maicon dal Monaco come un semisconosciuto, JC altro semisconosciuto che di li a poco ha sostituito l’ottimo Toldo tutt’altro che bollito, facendo giocare il diciassettenne Balotelli con la responsabilità di tirare tutte le punizioni ed i calci d’angolo a disposizione. In estrema sintesi un mercato ed una presa di responsabilità del Mancio molto evidenti. Non giocatori di prima fascia ma la spina dorsale per il triplete!

  38. Appresa la (bella) notizia ho dato subito libero sfogo … Solo dopo, ho letto “l’editoriale” e mi pare d’aver “visto e sentito” un Gian Luca Rossi più convinto e libero, finalmente “felice” di non dover argomentare contro-natura. Ora però comincia la dura salita.

    • E’ un film che ho già visto in oltre 25 anni almeno 10 volte. Non cambio idea: cambiare in corsa è quasi sempre deletereio. Speramo che questa volta faccia parte del ‘quasi’, al di là delle belle suggestioni sull’interismo del Mancio
      GLR

  39. Sentitosi “minacciato” da MM… se non cambi non ricapitalizzo, me ne vado etc…ET si è calato le brache (peccato!). Doveva e poteva ragionare con la sua testa. Sono il primo a dire che era inevitabile, ma non a metà stagione!
    Ma siamo sicuri che WM non abbia detto l’ultima cazz… sulla pioggia consapevolmente per spingere la società a licenziarlo…e che non sia così stupido (nella sua cmq pochezza comunicativa) come molti lo credono?

    • Ipotesi di complotto. Un film con Mel Gibson. la realtà è molto più semplice. Mazzarri ha sbagliato anche in due uscite per lui fatali: “non rispondo a questo o a quell’altro a Moratti” e “…poi ha cominciato a piovere”. La seconda fa più ridere, ma la prima è più grave. Al di là di tutti i difetti di Moratti non si risponde così ad uno della famiglia che per trent’anni è stata l’Inter
      GLR

  40. amen ! alleluja ! torno a gustarmi l’INTER ! non vinceremo nulla e saremo scarsi come prima, ma mentalmente sono pronto a scommettere che vedremo giocatori “liberati” dal peso e dalla paura che instillava il perdente

  41. Luigi - Muggiò // 14 novembre 2014 a 17:31 // Rispondi

    Almeno proviamo a risentire la brezza magica che accompagna la nostra fede…Senza fare chissà quali proclami…ma almeno le partite possono ricominciare dallo 0-0 e non pronti via ed alla prima azione avversaria essere sotto e sapere di non recuperare più il risultato. siamo l’inter e le partite si giocano per vincere e non per guardare gli altri…bentornato Mancio!

  42. Caro Gian Luca, è il nostro 25 aprile…siamo liberi
    Con il Mancio mi auguro di non vedere più l’orribile difesa a 5…Basta

  43. vincenzo asta // 14 novembre 2014 a 17:42 // Rispondi

    al primo pareggino vi rimangerete tutti questi commenti positivi. Questo lato dell’ interismo è patetico.
    Se in 4 anni bruci 5 allenatori, forse sei tu, società e comunità di tifosi che non funzioni. Ma nel calcio, che non è vita reale, ma una sorta di oppio per i popoli, tutto è semplificato con le teste di Benitez, Gasperini, Ranieri, Strama, WM e fra 2 pareggi e una sconfitta anche del Mancio (bentornato).
    Onore a tutti loro per averci provato e un pò di esame di coscienza a noi interisti.

  44. Partire con un allenatore già ampiamente contestato dai tifosi si è dimostrato un azzardo. Mancini avrebbe chiesto le stesse cifre ad agosto? Mi spiego, vista la situazione “critica” dell’Inter oggi ha potuto pretendere qualcosa in più sentendosi indispensabile.

    • Che discorso, ovvio che col senno di poi…Ormai è andata così. Passate almeno un paio di settimane senza farvi domande che a questo punto non hanno più senso.
      GLR

  45. Anch’io concordo che esonerare un allenatore vuol dire aver già compromesso, almeno in parte, la stagione e umanamente mi spiace per Mazzarri.
    E dico anche…attenzione, anche Mancini all’Inter aveva ricevuto delle belle critiche, e aveva in mano tutt’altra squadra.
    Forza Inter!!!

  46. Adesso non ci saranno più scuse e alibi: vedremo se veramente era l’allenatore a non funzionare oppure se l’ Inter è proprio una squadra di m…a , senza personalità.
    Curioso e terrorizzarto nello stesso tempo nel vedere il classico 4-4-2 di Mancini con questi giocatori.

  47. Mancini è quello che ha inventato l’Inter degli ultimi scudetti.
    Giocatori come Cambiasso, Julio Cesar, Maicon su tutti sono stati pagati poco o nulla.
    Eppure hanno fatto la storia dell’Inetr recente, poi Mou l’ha perfezionata.
    Pero’ la struttura di base l’ha creata il Mancio.
    Auguri. speriamo che giocatori come Guarin, Osvaldo, Medel, Kovacic, M’Vila e altri, con lui riescano ad esprimere tutto il loro potenziale

  48. Non si poteva continuare con Mazzarri. Felice di rivedere Mancini in panca, sicuramente conosce l’ambiente Inter e presumo cambi anche modulo. non saranno certo tutte vittorie ma almeno per oggi ha smesso di piovere!

  49. Grazie di cuore a Moratti…senza le sue dimissioni “finte” non saremmo mai arrivati ad un esonero purtroppo INEVITABILE…

  50. Bene GLR, non stavo più guardando le partite, io come molti altri.
    Mi auguro di vedere la prima Inter di Mancini, non vincente ma divertente.
    Il limite della rosa nel 3-5-2 di Mazzarri erano gli esterni, tutti incredibilmente scarsi.
    Poi però nonostante 3 centrali + Medel arrivano da tutte le parti lo stesso.
    La rosa attuale mi pare inadatta alla difesa a 4, terzini che non sanno proprio difendere e equilibri tutti da trovare. Un lavoro difficile x Mancini.
    Auguri a lui e a tutti noi interisti

  51. Mazzarri é un allenatore che si fa poco amare dal pubblico. Non e’ mai stato ne doriano, ne napoletano ne interista. In più se in un anno e mezzo non si capisce come gioca una squadra e se a fine partita fa delle conferenze al limite del ridicolo. Insomma ben venga una persona sveglia, educata e soprattutto interista capace anche di esultare ai gol della propria squadra come il Mancio !! Ora anche i giocatori si devono svegliare! Forza inter!

  52. Se la mossa morattiana dell’esonero comporterà l’azzeramento del budget di Gennaio l’unica speranza è che in questi mesi di vacanza il Mancio abbia già individuato i nuovi Maicon, Cambiasso ecc in modo da rinforzare la squadra praticamente a costo zero.
    Ps: a Giugno tocca a Fassone vero? Questo lo dico perchè dopo i tanti direttori marketing, finanziari ecc che sono entrati all’Inter è ora che si investa anche sulla parte sportiva creando un team degno di questo nome.

  53. Speriamo che dopo il ‘via Mazzarri’ (ci togliamo un incubo), a fine stagione non si arrivi al ‘via Mancini’, anche perché di via Mancini a Milano ce n’è già una.

  54. ovviamente siamo tutti contenti, il paragone mancio-wm è impietoso sotto tutti i punti di vista. evidentemente la situazione dall’interno è stata giudicata peggiore da come si vedeva dall’esterno, spero però che alle prime difficoltà (che ci saranno, è strasicuro) non si cominci con l’idea di prendere un altro allenatore ancora. Spero che oltre al cambio questo sia anche un segno, mancio significa pensare più in grande, vedremo.
    ps: la stagione non è compromessa, le squadre sono tutte a pochi punti. saluti

  55. Un pensiero per Mazzarri; ha ragione Agroppi, il suo esonero lo libera da un fardello troppo pesante da portare. Recentemente mi sembrava proprio provato anche fisicamente dalla tensione. Mi spiace, ma era una scelta inevitabile.

  56. Premessa: sono contento, non lo sopportavo più.
    Facciamoci però una domanda: dato che non siamo da 3° posto (vedo il Napoli 10-15 punti sopra noi e le altre due dai 20 ai 25), l’hanno esonerato per arrivare 4°/5°? Io ho la sensazione che ce la potesse fare anche WM.
    GLR, secondo te, in %, quanto hanno inciso i giocatori nella decisione? Qualche tempo fa parlavi di squadra mal disposta verso Mazzarri…Saluti. Lucio

    • Sicuramente non sono a conoscenza di gente che si sia strappata i capelli per Mazzarri. Forse Jonathan ma non li ha :) Sto scherzando, lo giuro!
      GLR

  57. E’ tornato il sano bauscismo interista…. Se Massino ha suggerito e ET ha ascoltato, dopo aver fatto i suoi calcoli (presenze calanti, valore del brand, tuffo nella mediocrità…) ebbene, questa è stata una scelta intelligente! con le decisioni di pancia non si va molto avanti….

  58. non perdevo una partita dalla prima di Mancini in panca; l’ultima di Mazzarri in coppa pensavo fosse alle 21 e invece avevano già giocato. Oggi all’improvviso, finalmente, di nuovo un bel personaggio da inter e allora …..patatine coca cola e si torna puntuali a vedere i ragazzi. vai roby che siamo tutti con te!!

  59. “Shiiiiine… the weather’s fine!!” (autocitazione spavalda che già dice tutto ciò che penso, in merito al ritorno di Mancini e alla cacciata di Mazzarri.)

  60. Auguro anch’io le migliori fortune a Mazzarri per chè credo abbia sofferto molto questa situazione e mi sembra una persona per bene; ma il calcio è cosi e lui lo sa bene; felicissimo per il ritorno di Mancini che preferisco ad ogni altro per la sua capacità, per il suo interismo, per la sua eleganza; Zenga no, ma proprio no, scusate; e nemmeno Simeone; il suo Atletico gioca un calcio di m. E’ un calcio di calci praticamente. No, Mancini su tutti compreso quel tale specialone, che pianse e scappò

    • Tipico interista da evitare: per fare i complimenti a uno, bisogna insultarne altri tre…Patetico. Sai, qui toccare Mourinho è come toccare la Madonna, almeno pentiti! Se anche tu hai potuto andar in giro col bandierone più grosso della tua vita e sto qui a leggere pure la tua mail è grazie a Mourinho, altrimenti cestinavo alla prima riga. Quando dico che a volte preferirei avere il numero di tifosi del Chievo piuttosto che quelli che per far i complimenti a uno, ripeto, ne insultano altri tre, mi riferisco proprio a quelli come te, ma l’Inter è democratica per indole. Io molto meno.
      GLR

      • credo di non aver insultato nè Zenga, nè Simeone, nè Mourinho; forse hai letto troppo in fretta ciò che ho scritto; ho solo espresso grande soddisfazione per il ritorno di Mancini e lo confermo, che preferisco agli altri tre (compreso lui si) di gran lunga. Saluti

        • Insultare metaforicamente. Intendo che per dire che uno è bravo, bisogna massacrare per forza gli altri. Non funziona così. Ognuno è figlio del suo tempo e delle rose che ha avuto a disposizione. Ognuno, Mancini compreso, ha i suoi difetti. Ma quando uno va ripetutamente in Albo d’Oro meriterebbe perlomeno che qualcuno facesse un passo indietro dalle sue inutili antipatie. Questo intendo dire e questo dovrebbe essere il senso dello sport. Quanto a Mourinho, se a me fanno un contratto al Real Madrid, dopo quello che ho vinto all’Inter, ci vado subito.
          GLR

      • Bravo GLR, io ti seguo con grande simpatia anche perche’ dici sempre cio’ che pensi e non ti interessa piacere per forza a tutti. Secondo me Mazzarri e’ un bravo allenatore, pero’ negli ultimi mesi mi ha deluso molto, sono contento del ritorno di Mancini, non mi aspetto nessun miracolo, pero’ credo che fara’ meglio, nei risultati e nel gioco. Mi spiace per Zenga

      • Per quel che vale, sottoscrivo tutto, virgole e spazi bianchi compresi, della risposta di GLR.
        Son convinto anch’io che sarebbe meglio per l’Inter avere la metà dei tifosi, ma tutti del tipo opposto all'”interista da evitare”.

    • Lo Special One aveva perfezionato (più che altro sotto l’aspetto caratteriale della squadra) l’ottimo lavoro e le idee di gioco avviati nel corso degli anni da Mancini, ma rimasto incompleto in ambito internazionale. Mentre un normale allenatore può tirare fuori dai propri giocatori al max il 100%, Mou riesce a farli rendere al 150%. Senza dimenticare le sue capacità manageriali e di gestione di un gruppo, che con lui si sente protetto.

  61. Il Mancio è uno che ha sempre pensato in grande. Ed all’Inter si deve ragionare così.

  62. Hai proprio ragione caro GL, “si può dire di tutto”: ricorso ancora di certi giornalisti e opinionisti che prendevano per pazzo e avulso dalla realtà chi sperava (nemmeno adesso ma nella prossima stagione) in un avvicendamento con Mancini. Leggevo frasi tipo “allora proprio non capisci di economia e di come sia la situazione in casa Inter”. E invece, Thohir ci ha (molto piacevolmente) stupito. E speriamo in bene, tanto peggio di come era è quasi impossibile. Con affetto e stima
    Andrea

    • E confermo che per tutti gli addetti ai lavori 14 milioni per tre anni improvvisamente comparsi per Mancini, oltre ai 10 e passa da versare a Mazzarri fino al giugno 2016 restano un mistero, dopo quanto hanno ripetuto per mesi in società, all’Uefa venerdì scorso e allo stesso Mancini non più tardi di quest’estate. Ti ricordo che il lunedì dopo Parma Piero Ausilio aveva giurato in diretta Tv da noi che Mazzarri sarebbe rimasto in panchina fino al 2015. Ti ricordo che sono stato l’unico al mondo a spiegarvi che le dimissioni di Moratti erano assolutamente strategiche e puntavano alla testa di Mazzarri (e secondo me più avanti anche a quella di Fassone), mentre tutti salutavano la dipartita di Moratti. Chissà forse Mancini lo paga lui e Mazzarri lo paga Thohir. Nella pazza Inter tutto è ancora possibile e una volta ci prendi e un’altra no. A sentir molti di voi Thohir era poco più di uno straccione, mentre spiegavo che se gli istituti di credito internazionali gli han prestato 230 milioni proprio insolvente non dev’essere. A me la mia banca non anticipa nemmeno 50.000 euro!
      GLR

  63. io speravo in una società che non si facesse condizionare ancora così tanto dalla piazza.. o magari dalla piazza e da moratti
    so che mi adesso mi catalogherai tra i tifosi a cui non va mai bene niente ma ti prego di non fare generalizzazioni,a me ci sono cose che vanno bene e altre meno,con la consapevolezza di essere un tifoso qualsiasi..questa mi ha stupito in negativo,almeno dal lato societario. questo non significa certo che avrei messo mazzarri come pietra angolare della rinascita nerazzurra

  64. sono sempre stato critico con mazzarri per varie ragioni, pero’ gli auguro di fare bene in futuro. la squadra non sara’ forse all’altezza del terzo posto, pero’ con mancini siamo passati ad un gradino superiore. molto felice del suo ritorno

  65. Due considerazioni: questa mossa dimostra come Moratti conti ancora molto di più di quello che si dice e si pensa. I giocatori adesso non hanno più alibi: adesso chi dice di essere un campione lo dimostri.

  66. Giacomo Seneca // 14 novembre 2014 a 21:56 // Rispondi

    Siamo passati dalla pioggia nel pineto di D’Annunzio alla pioggia nella pinetina di Mazzarri.
    Ed ora finalmente il Mancio.

  67. l’isitinitivo senso di liberazione che ci accomuna tutti è la prova più schiacciante che con wm si era al capolinea. dispiace per mazzarri nella misura in cui ha comunque sempre dimostrato grande impegno, però le punte di noia calcistica ed impotenza sportiva con lui raggiunte sono state assolute, anche tenendo conto della pochezza della squadra. speriamo che mancio non confermi che le minestre riscaldate sono poco soddisfacenti…

  68. Silvio da Torino // 14 novembre 2014 a 23:18 // Rispondi

    Indubbiamente di WM bisogna dire che non si è mai tirato indietro per impegno e per il metterci la faccia, ma televisivamente parlando il Mancio e’ molto più cool e non avrebbe mai dato una risposta cosi’ antimorattiana come quella data dal tecnico toscano. Un po’ quindi mi spiace per WM, ma romanticamente parlando Mancini ci porta al periodo rinascimentale dell’Inter in attesa della consacrazione Mouriniana. Vorrei solo capire dove si trovano i soldi per questa operazione e il mercato a gennaio

  69. Mancini è un grande allenatore, sono contento del suo ritorno e considero una bella cosa visto che è anche un allenatore italiano.
    Certo è che se l’Inter e i suoi dirigenti utilizzassero meglio i soldi invece di comprare tanti allenatori prendessero dei giocatori all’altezza sarebbe meglio.
    Voglio propio vedere chi si prende nel mercato di Gennaio

  70. È due mesi che non riuscivo più a guardare l’Inter, era uno spettacolo pietoso. i post partita se possibile erano anche peggio. per me Mazzarri è crollato dopo la partita col Cagliari, da lì in poi noi tifosi abbiamo perso la pazienza mentre lui ha perso completamente il controllo. sono felice che torni il Mancio, comunque vada la stagione sono certo che almeno qualche buon match lo faremo.

  71. Caro GL, bentornato a Bobby Manc (..sai mia figlia vive felicemente a Manchester e in questi giorni sono da lei..) pero’ una domanda sorge spontanea: ora ci sono i soldi per pagare WM e il Mancio, per acquistare qualche giocatore di livello prima non erano disponibili? Non capisco, ma mi adeguo. Spero solo che non riprenda la litania degli esoneri. Credevo che con Et fosse cambiato qualcosa. Evidentemente no. Ora le parole stanno a zero. Anche per Moratti. Saluti e sempre forza Inter.

    • La raffica di esoneri è effettivamente tremenda, ma stavolta, dài, non si poteva proprio continuare…C’era gente col biglietto prenotato che non voleva nemmeno più andarsi a vedere il derby…
      GLR

  72. Adesso che il 99,9% del “movimento” interista è stato accontentato, con l’ennesimo esonero del dopo Mou, spero che almeno si finisce con lo schernire Mazzarri, che comunque ha fatto il possibile per fare bene in un ambiente destabilizzante come quello dell’inter, quindi basta deriderlo, prenderlo in giro con la storia della pioggia,le vignette e quant’altro. Ora vediamo cosa riuscirà a fare Mancini, perchè non vorrei che alla fine a ridere per ultimo e quindi bene, possa essere proprio Mazzarri!!!

    • La storia della pioggia fa ridere a crepapelle. A 3 milioni l’anno si può anche essere presi per il culo. Se non hai il senso dell’umorismo, fattelo venire o cambia sito. E poi occhio al congiuntivo…spero che si finisca, non spero che si finisce.
      GLR

    • Non voglio essere polemico con nessuno.
      Dico solo che mai avrei pensato che la conclusione della, diciamo sfortunata (?), avventura all’inter del walter di san vincenzo, avrebbe addirittura prodotto una nuova categoria di interisti: le vedove di mazzarri, che quasi si/ci augurano che le cose adesso vadano peggio.

  73. Voglio esprimere tutto il mio GRANDISSIMO FASTIDIO e DISAPPUNTO verso Moratti, che continua a rendere l’Inter NON CREDIBILE, che ha “RICATTATO” Thohir sull’aumento di capitale, che ce l’aveva con Mazzarri perché ha fatto fuori i SUOI senatori, che crede di aver capito tutto e invece ROVINA il lavoro e le idee delle altre persone (Mazzarri,Thohir,dirigenti) solo perché vuole sempre imporre se stesso anche a DANNO dell’Inter medesima. PECCATO Thohir abbia perso l’occasione di ridurre il suo 30%

    • Qualche domanda: questi signori, quando arrivavano Baggio, Ronaldo, Vieri, Eto’o, Mourinho e mille altri, provavano fastidio e disappunto per Moratti? La sera del 22/05/2010, dopo 4 o 5 scudetti in fila (i primi scudetti puliti dopo 10 anni, almeno…) e un Treble in tasca, guardavano con odio noi, ebbri di gioia, in strada, perché tutto quel gaudio era merito di quell’incapace Moratti? Last but not least: ma perché non tenete la Juventus, che là è tutto preciso e sono tanto bravi? Eddai… J.B.

      • Mazzarrissimo // 15 novembre 2014 a 23:26 // Rispondi

        Quel Moratti che portava i campioni e esonerava allenatori fino a ieri non esisteva più..c’era solo il Moratti nostalgico che consigliava per gli altri ..ora invece scopriamo che Moratti e indispensabile ancora..a livello economico soprattutto…

        • In effetti, seguendo per filo e per segno il discorso di GLR… oltre al Moratti “tifoso caliente” abbiamo scoperto anche il Moratti “freddo calcolatore”.
          Se da dopo le dimissioni ha fatto tutto quel che ha fatto in modo che Mazzarri venisse cacciato (che se sia presa per quella risposta? ;-)) e Thohir venisse “attirato” verso il Mancio… bisogna dire che siamo (quasi) ai livelli di quando portò all’Inter Ronaldo, Vieri, Ibra o Mou. Un capolavoro di tattica e di mercato. Chapeau!
          Ciao, R.

  74. Spiace per il professionista Mazzarri, ma era giusto dare una scossa, così non si poteva andare avanti. Il fatto che arrivi Mancini e non Zenga, grande WZ, significa che il progetto futuro è serio, altrimenti non avrebbe accettato. Detto questo non rompete le palle al Mancio con i risultati, sarà un anno di studio per il prossimo, ma sono convinto che con la stessa rosa si possa giocare molto meglio, la Champions scordiamocela, ma almeno mi guardo il derby volentieri.

  75. Vado un po’ controcorrente citando alcuni esempi: Sacchi, Capello, Zeman, Trapattoni, Lippi (in azzurro), e vado a memoria. Li accomuna il fatto di aver sonoramente fallito “la seconda volta” che si sono seduti su una panchina già occupata prima.
    Il ritorno di Mancini porta anche con sé l’odore della “minestra riscaldata”. Che almeno in Italia, Lippi “bianconero” a parte, non ha mai funzionato bene come la prima volta.
    Detto ciò, in bocca al lupo e bentornato Mancio. Con gioia ma non al 100%…

  76. Chi afferma che non si cambia (quasi mai) in corsa HA MILLE ragioni dalla sua. Ed all’Inter c’è anche una ragione (finanziaria) in più. Ma Mazzarri era diventato un unicum con…metastasi. Bisognava uscirne. E la storia dell’Inter è zeppa di “cambi in corsa”, nemmanco tutti ben motivati. Gli ultimi, Simoni e Benitez. Per quest’ultimo nessuno s’è stracciato le vesti né ha argomentato più di tanto. Ha preso atto e con sollievo.

  77. la scommessa del Mancio, per me azzardata, nel rimettersi in gioco con una Rosa mediocre, dimostrerà a TUTTI gli addetti ai lavori, il vero valore di Uomo, Tecnico, Motivatore.
    A Firenze, lo fece!
    AMALA!
    Luigi

  78. Buongiorno GLR, innanzitutto un saluto ed un grazie a Walter Mazzarri che non ha avuto successo, nè fortuna, ma non ha mai lesina impegno e serietà. Auguri per un pronto riscatto.
    Sono contento x il ritorno del Mancio: ricordiamoci che è cambiato tutto della Sua ex Inter: giocatori, presidente, managers, e medico. L’unico rimasto è Zanetti, che è vice Presdente ed i tifosi!
    Devo però dire che il comunicato stampa dell’Inter all’epoca dell’esonero di 6 anni fu davvero brutto: ci avrà perdonato?

  79. In ogni caso questo cambio può essere il giusto stimolo: si ritorna a respirare l’aria di rinascita che proprio il Mancio portò all’Inter. E sono convinto che potremo rientrare nella lotta per la conquista di un posto in C.L.
    Bentornato Mancio, e che la fortuna sia con Te …e con noi!!!

  80. Apprendo che hanno pianto in 4: jonny, yuto, juan ed hernanes. Vidic lo ha abbracciato due volte, mentre Inzaghi si è alterato. L’addio di Mazzarri sembra tratto da una scena del Vangelo. Noi tifosi abbiamo rivolto le braccia al cielo e ringraziato.

    • I brasiliani piangono sempre. Sono gli inventori delle telenovelas. Ricordate Hernanes all’uscita da Formello? Nagatomo invece ha pianto per educazione, perché era lì con gli altri:)
      GLR

  81. Concordo che oramai si era arrivati ad una situazione assurda quando si giocava in casa e bisognava dare un scossa all’ambiente ma una domanda però me la faccio, ma allora tutto questo rigore nel non comprare qualche giocatore di livello superiore ad agosto, quando poi a novembre prevedi di pagare due allenatori a più di venti milioni nei prossimi anni, era solo di facciata e questo inciderà sulla decisione della UEFA a febbraio? Ciao e grazie.

  82. …sono molto contento, mi ricordo la gioia del Mancio il 18 maggio 2008 in campo a S.Siro festeggiando il sedicesimo scudetto…ecco mi piacerebbe tornare tra qualche tempo rivedere nuovamente il Mancio in mezzo al campo a festeggiare…Bentornato a casa Roberto Mancini.

  83. Non ho mai criticato WM: mi sembrava giusto lasciar lavorare un allenatore almeno x 2 anni. Ora che è andato, posso dire che non l’ho mai trovato adatto all’Inter, soprattutto come personaggio: provinciale, incapace di comunicare, senza una scintlla di humour nè un briciolo di quello stile che x noi bauscia un po’ fighetti è indispensabile. Lo vedo come un Mazzone o un Cosmi finito al posto sbagliato. Detto ciò, massimo rispetto per la persona, sicuramente onesta e per bene

  84. Mazzarri esonerato? Si ricominicia con l’alibi ai giocatori e con decisioni prese sull’onda emotiva. Una strategia che, oltre ad essere estremamente costosa, non porta a nessun risultato pratico. Serve solo a calmare la piazza per un po’.

  85. Mazzarri in questo momento è l’uomo più felice della terra visto che si è liberato dell’Inter e continua a prendere lo stipendio. Mi sembra la stessa situazione di Allegri lo scorso anno. Tecnici livornesi che credono di aver inventato il calcio!

  86. Non capisco molto la scelta. Prima si va all’Uefa in ginocchio per il fpf e poi si spendono tutti questi soldi per il cambio di panchina? Ma non era meglio usarli in estate per il mercato? Quando una societa’ si gestisce in base all’umore dei tifosi o per simpatie e’ la fine…lo dico per esperienza dato che accade cosi anche nell’azienda dove lavoro!

  87. Finalmente si cambia nel modo in cui l’Inter ci ha sempre abituati. Pazza Inter. l’Inter non è così scarsa come potrebbe sembrare. sicuramente si potrà fare meglio. Mancini se ha firmato significa che ha dietro un progetto

  88. Mi dispiace per Mazzarri perché mi ha sempre dato l’impressione di un gran lavoratore e di una persona seria, tuttavia credo che ormai fosse inevitabile il cambio.
    Ho letto che anche Beppe Baresi sarà allontanato dallo staff… è vero?
    Questo sarebbe un errore gravissimo secondo me: Beppe conosce benissimo la squadra e probabilmente è stato grazie a lui se la situazione tra Mazzarri e i giocatori non è degenerata… mandarlo via per un Adani qualsiasi mi ricorderebbe molto la cacciata di Oriali

    • Ognuno ha diritto a scegliersi il suo staff, anche se a mio giudizio le società dovrebbero già avere il loro staff consolidato da mettere a disposizione del tecnico
      GLR

      • Beppe dovrebbe sempre e comunque trovare un posto nello staff, l’INTERISMO non si compra al mercato, ma ormai tutto cambia, certi valori adesso non hanno più molto senso e sinceramente io faccio fatica a riconoscermi in questo, anche se servisse per tornare a vincere!

  89. Articolo preciso e completo come al solito, Gianluca.
    Mancini sicuramente ridarà entusiasmo all’ambiente e, probabilmente, una ventata di novità in campo.
    Però rimango sconcertato per la campagna anti Mazzarri organizzata a San Siro. Io e te siamo praticamente coetanei quindi ne abbiamo viste di cotte e di crude…ma il laser puntato in faccia all’allenatore non lo dimenticherò facilmente. Nemmeno a Lippi fu riservato un trattamento simile…e ho detto tutto.

    • Non c’è stata alcuna campagna anti-Mazzarri organizzata a San Siro. Anzi, la Curva Nord in questo caso è stata molto più razionale dei tanti tifosi che volevano la testa del tecnico già dopo il primo mese per una questione di simpatia. Non può certo essere un cretino sol laser a far tendenza. Tra l’altro in un Paese civile, sarebbe stato individuato immediatamente, opportunamente punito anche a livello corporale ed espulso dagli eventi sportivi a vita
      GLR

      • Ma infatti la Curva non c’entra nulla con il sentimento anti Mazzarri, ci mancherebbe. Io critico il tifosotto becero che non capisce di calcio e si permette (pur avendo qualche diritto in quanto pagante) di criticare ferocemente l’uomo Mazzarri.
        Detto questo, mi aspetto qualcosa di nuovo dal Mancio anche se avrei preferito finire la stagione con WM e avere poi a giugno Mihajlovic, questo si!
        Penso anch’io come te che Moratti non abbia dato le “dimissioni” così a caso, assolutamente no.
        Ciao

  90. Io da tifoso avrei scelto Zenga ma la mia è una questione molto personale…prima di diventare tifoso nerazzurro sono stato tifoso di Zenga…il mio primo idolo! Sempre sognato di trovarlo sulla panca… Molto contento comunque per il ritorno del Mancio…già negli albi d’oro delle vittorie nerazzurre. Moratti non sarà più presidente…però questa scelta è Morattiana al 100%.

  91. Complimenti Gianluca, ho appena riletto il tuo post dopo le dimissioni di Moratti dove prevedevi tutto quello che sta succedendo. Manca solo la seconda parte della tua previsione, non può stare nella nostra inter un che ha sbandierato una maglietta con scritto “Meglio un anno senza titoli che una vita da RIDICULI”
    Complimenti di nuovo per la tua competenza, sei un vero giornalista.

  92. Penso che l’arrivo di Mancini sia stato dettato dalla paura di non riuscire a centrare neanche il piazzamento UEFA, con Mazzarri in bambola il progetto a medio/lungo termine sarebbe comunque finito a Giugno. Con l’arrivo in corsa di un allenatore nuovo dal palmares importante anche un piazzamento per la sola Europa League sará meglio assorbito. Speriamo che ET abbia capito che i rinnovi di contratto debbano essere delle formalità non dei modi per far rendere meglio la gente

  93. Il cambio di allenatore è sempre un ammissione di errore o confusione da parte della società. Al salvatore che riesce a cavare il sangue dalle rape non ho mai creduto. Il cambio conte-allegri è l’esempio lampante: sembrava che la Juve perdesse il 30% del suo potenziale con l’addio di Conte , e invece rischia di fare addirittura meglio (vedi champions league)

  94. Lasciando perdere per un attimo la “pioggia” di Mazzarri e la sua totale incapacità comunicativa (ricordo anche un “è colpa della lingua e di tutti gli stranieri) vorrei leggere una tua sintesi che riuscisse a spiegarmi, come mai “anche” Mazzarri come tutte quelli prima di lui (tranne uno) hanno avuto difficoltà enormi. Post era Mou abbiamo visto tecnici di ogni tipo, di ogni caratura e ognuno non mi parevano dei somari.
    Ciao e grazie
    Dario

    • Mica c’è bisogno di scrivere un trattato e la risposta è semplice. Perché l’Inter resta una società nel bene o nel male sui generis in cui la pazienza non è proprio il punto forte
      GLR

  95. Ottima scelta, Mancini oltre ad essere un ottimo allenatore è anche un ottimo manager, nonchè scopritore di talenti.
    Se non ricordo male Julio Cesar e Maicon (sconosciuti), Cambiasso e Stankovic li porto lui all’Inter senza neanche spendere tanti soldi.

  96. Roberto Scibetta // 17 novembre 2014 a 11:05 // Rispondi

    Fossi una squadra di media classifica (una Fiorentina, una Samp, una Lazio, o simili) correrei a prendermi MAZZARRI.
    Infatti, dopo essere stati cacciati per scarso rendimento:
    – BENITEZ ha vinto la UEFA col Chelsea, e ora veleggia al terzo posto con Napoli;
    – LEONARDO è andato nella squadra più ricca del mondo;
    – GASPERINI guida il gruppo delle Inseguitrici a GENVOA;
    – STRAMACCIONI guida la sempre performante UDINESE, sembra (per ora) con soddisfane generalizzata.
    Non male come credenziali

    • L’anno prossimo percepirà ancora oltre 3 milioni di euro dall’Inter. Magari si accontenta di guardare il calcio dalla poltrona di casa sua fino al 30 giugno 2016
      GLR

    • Pasquale Somenzi // 19 novembre 2014 a 00:33 // Rispondi

      e quindi RANIERI che ha raccolto invece la sfiga di tutti quelli che hai citato per perdere in casa con le Far oer.

  97. Concordo in pieno con chi dice (ma l’ho sempre sostenuto pure io) che la nostra rosa non è così scadente e che la speranza è quella di vedere dei giocatori rivalutati (il panchinaro Cuchu nel Real, lo sconosciuto Maicon, lo sconosciuto panchinaro Julione, il primavera Balotelli vi dicono qualcosa?).
    In chiave economica, recuperare giocatori come Guarin e far sbocciare qualche primavera chiuderebbe il cerchio tanto caro a Thohir, quello dei denari.
    Azzardo: il derby è nostro.

  98. GLR, finalmente il PIANGINA è stato mandato a casa! Personalmente ho atteso fino allo sfinimento in una sterzata del mister e della squadra (sono da sempre contrario agli esoneri), ma all’ennesima prestazione scadente e all’ancor più sgangherata scusa (piove), il vaso s’è ribaltato! Sarà un professionista serio, ma troppo pieno di sè.

  99. Massimo Inter // 17 novembre 2014 a 12:55 // Rispondi

    Mi aspettavo il cambio panca ma non così in fretta e sopratutto il nome scelto: Thohir ha capito che con WM l’Inter avrebbe al massimo avuto il trend dello scorso anno. E ha preso un mr che conosce l’ambiente, gradito ai tifosi, fa giocare bene la squadra, ha occhio per i buoni giocatori e li fa giocare massimizzandone le caratteristiche.
    Ricordo un inter-Chievo 0 0: squadra chiusa nello spogliatoio con i media in attesa.Esce e dice: Abbiamo avuto un confronto. E non si è più vista un Inter brutta…

  100. Mazzarri: ‘Ci si mette anche la pioggia’. Mancini ‘E’ tornato il sole’. Dite che ci stanno pigliando per il culo? 😉

  101. questa e’ bella: “Ora (Mazzarri) si reputa vittima di una congiura, di una Restaurazione. Pensa che Thohir sia stato convinto da altri a rimuoverlo, spaventato dall’ambiente che altri avevano creato. Pare che siano questi i pensieri di Walter”, ma dài? una congiura? colpa di altri? piangiamoci su…

    • Vedi, è vero che lui ha vissuto l’anno scorso una situazione difficilissima, con un passaggio societario epocale, con liti tra vecchi e nuovi dirigenti e magari anche tra vecchi e nuovi giocatori, lasciato in balìa degli eventi e senza dirigenti di riferimento e infatti l’anno scorso io gli ho dato molte attenuanti. Ma quest’anno la situazione era comunque molto migliorata e, al di là delle scuse che ogni tecnico tira fuori, non si è mai sentito fare nemmeno la minima autocritica: anche per questo l’ambiente è diventato ancora più ostile.
      GLR

      • Siamo solo a novembre. Lui si era immolato sulla causa del cosidetto “fair play” finanziario con una squadra di giovani e di promesse mancate da plasmare. Ha pagato, innanzitutto, quello che Mr. Moratti ha recepito come un’offesa. Cosi’, con la scusa del poco feeling con i tifosi, all’improvviso, sono comparsi circa trenta milioni di euro. Soldi che sarebbe serviti ad inizio anno per comprare almeno un fuoriclasse. Una societa’ seria ragiona con la testa e non con la pancia.

  102. adesso 3 scudetti e poi torna Mou…e poi l’astronave sibilante davanti allo schermo coi titoli di coda di Star Trek…Pazza Inter Pazza…:-)))

  103. GLR, qualche settimana fa parlavamo proprio dei possibili sviluppi sul cambiare allenatore e io ero convinto che Mancini non sarebbe venuto per problemi di bilancio, ma tu dicesti che nel calcio tutto può cambiare in pochi giorni e infatti…dì la verità qualcosina te l’aspettavi vero??:) Comunque Ben tornato al Mancio e grazie comunque a Mazzarri, perchè l’impegno e la buona volontà ce li ha messi…Per il derby sono Super-fiducioso vinciamo sicuro, Mancini farà un sol boccone dei “diavoletti”..

    • No, giuro. Mancini adesso non me l’aspettavo proprio, sopratuttto dopo le fortissime rassicurazioni di Ausilio a Mazzarri in diretta TV e dopo il discorso sul contenimento dei costi fatto all’Uefa il 7 novembre scorso. Credo che la svolta si sia resa inevitabile quando Thohir ha visto con i suoi occhi San Siro mezzo vuoto e depresso nella partita col Verona. Lì deve aver pensato che al rischio di disaffezione totale, altro che rilancio del marchio nel mondo. Poi lunedì Moratti ci ha messo il suo carico. Così ecco l’esborso certamente non previsto, ma che ci dimostra che i soldi ci sono. Tutto sta nella volontà di metterli. Devono aver capito che senza entusiasmo non si poteva arrivare da nessuna parte e a volte un investimento pesante può evitare conseguenze peggiori.
      GLR

      • reginald hierre // 19 novembre 2014 a 12:47 // Rispondi

        Ma se le stesse rassicurazioni pubbliche al tecnico le avessero fatte dall’altra parte di Milano subito prima di un esonero, se fossero andati loro dall’Uefa con un piano di rilancio a chiedere di contenere le sanzioni, se con quella situazione di bilancio avessero poi messo in nota spese l’equivalente dell’attuale situazione Mazzarri-Mancini, cosa diremmo tutti adesso dei bilanisti? A me l’autodifendersi a oltranza sembra un modo idiota di essere.

  104. Sulla questione-soldi, ho una teoria: ultimamente a S. Siro c’erano 10.000 paganti meno del solito. A 25€/biglietto, con 12-13 partite casalinghe da giocare fanno circa 3 milioni. Non escludo poi esternalità sugli sponsor per una squadra invisa ai suoi stessi tifosi. La sensazione è che non si sia attinto a un tesoretto, ma si sia anticipata una perdita.
    Saluti
    Lucio

    • In effetti il discorso non fa un grinza
      GLR

    • Secondo me hai centrato perfettamente la questione! Newsletter ufficiale appena ricevuta:
      “Ci sono ancora 13 partite di campionato da vivere insieme, allo stadio. Con la tua grande passione, entusiasmo e orgoglio per i nostri colori. Scopri i nuovi mini-abbonamenti, a partire da soli 165 Euro. E se sei già abbonato, è l’occasione giusta per portare un amico!”
      Senza contare, poi, sponsor e merchandising…
      Della serie AMALA e… COMPRALA! :-)

  105. Penso che con Mancini si possa ascoltare: “Waiting for the sun” dei Doors:)

Lascia una risposta

Le 4 regole del commentario:
1. Siate educati: i commenti ad personam saranno ignorati
2. Scrivete in italiano, il congiuntivo non è una malattia degli occhi!
3. Non è una chat: se volete conversare tra voi, io che ci sto a fare?
4. La lunghezza del commento non può superare i 500 caratteri (spazi compresi)
Viva l’Inter!


*

 caratteri disponibili