Brasile’14: Italia, buona la prima

Nonostante gli infortuni dell’ultima ora e le solite polemiche sul modulo, la Nazionale di Prandelli ha battuto ancora una volta l’Inghilterra, che con noi quando conta perde sempre, ai Mondiali, come nella finale per il Terzo posto a Italia ’90 e agli Europei come nel 1980 e due anni fa ai calci di rigore.
Alla vigilia dell’esordio nell’Arena Amazonia di Manaus, come da tradizione, abbiamo giocato tutti a fare i CT, punzecchiando Prandelli per la scelta di presentarsi con una sola punta. Anch’io sono stato tra quelli che hanno sempre pensato che la partita d’esordio di un Mondiale abbia una carica psicologica particolare. Mi spiego: conoscendo bene Hodgson, che non è mai stato né particolarmente coraggioso né tantomeno creativo, presentarsi al calcio d’inizio con due punte vere, Immobile e Balotelli, avrebbe senza dubbio concorso un po’ a spaventarlo. Invece, facendo un po’ di violenza a se stesso, è stato mr. Roy a schierare, insieme a Rooney, Sterling e Sturridge, che di solito cerca di non far giocare insieme, mentre noi abbiamo fortificato il centrocampo lasciandoo solo Balotelli davanti.
Per come è finita, ha avuto ragione Prandelli, che forse ha pensato che ci fosse bisogno di ritrovare un po’ di sicurezza dopo 7 partite ufficiali senza vittorie.
Pirlo e De Rossi sono sempre le nostre certezze. Tra gli altri molto bene Darmian, bene Marchisio e Balotelli al di là dei gol, più che discreti Sirigu in campo al posto dell’infortunato Buffon e Candreva, più che sufficienti tutti gli altri, un po’ sottotono Verratti e soprattutto Paletta.
Ora ci aspetta la Costa Rica, gerarchicamente la cenerentola del girone, che ha sorprendentemente liquidato l’Uruguay agevolandoci non poco per la qualificazione. Insomma non avremo impressionato come l’Olanda nel 5-1 contro i Campioni d’Europa della Spagna, ma per ora va benissimo così!

32 Commenti su Brasile’14: Italia, buona la prima

  1. Silvio da Torino // 15 giugno 2014 a 20:49 // Rispondi

    Buona prestazione ma abbiamo concesso un po’ troppo alle veloci punte inglesi. Se fosse stato pareggio nessuno avrebbe avuto da recriminare. Invece è stata vittoria, mettiamo in tasca 3 punti e guardiamo con molto ottimismo al prossimo futuro. Mi è piaciuto molto Il torinista Darmian. Ha esordito con una naturalezza incredibile. Ottima prestazione, finché ha retto il fiato, di Candreva che nell’occasione del raddoppio ha rifinito benissimo per Balotelli. Molto bene anche Sirigu. Avanti così. Amen

  2. siamo partiti molto bene, da interista ci speravo nella conferma di Ranocchia nella lista dei 23. è stata proprio una bella partita mi son divertito, devo essere sincero sono rimasto impressionato davvero dalla ottima prova di Darmian, non me l’aspettavo. speriamo di continuare cosi anche le prossime. Il mondiale è solo all’inizio, sicuramente ci divertiremo…

  3. Quanti interisti hanno già iniziato a dire che thohir ha preso dal Torino il terzino scarso e quello buono è rimasto là?:)

  4. Alessandro // 16 giugno 2014 a 09:26 // Rispondi

    Un buon esordio. Mi piace l’idea del doppio regista (Pirlo – Verratti) con De Rossi a protezione. Da non ripetere Chiellini a sinistra, è un ruolo di ripiego. Piuttosto si tolga Paletta, parso incerto, dal pacchetto centrale, si metta Chiellini (o Bonucci) e a sinistra mettiamo un giocatore di ruolo. Avanti così, forza azzurri sempre !

  5. Rimango della mia idea, quella di un’Italia senza un gioco e con una difesa da paura, avvantaggiati dall’aver di fronte un avversario non trascendentale che ha solo nel nome l’icona di grande squadra. I 3 punti fan comodo e morale, ma rimango scettico.

  6. mi sa che dal torino abbiamo preso il “DA” sbagliato; quello giusto era darmian e non d’ambrosio

    • Mi pare un po’ prematuro, ma se giudichiamo sempre in base alla singola partita, ci sta tutto. Peccato che Darmian costasse quattro volte D’Ambrosio già a gennaio
      GLR

      • Ti chiederei un commento ed un giudizio sulla Colombia, a me sembra una nazionale giovanissima e piena di talenti che gioca un bellissimo calcio (se poi avessero avuto falcao sano ed in forma potevano davvero andare lontano); con Cordoba nel nostro staff come dirigente, potremmo prendere qualche giovane di belle speranze e portarlo all’Inter (io ad esempio stravedo per Ibarbo del cagliari che comunque ha 24 anni)

        • Che fosse una buona squadra si sapeva, come lo è il Belgio, ma aspetto test più probanti di quello contro la Grecia. Io credo che alla fine il Mondiale lo vincerà una delle solite grandi!
          GLR

      • Penso che D’Ambrosio sia abbastanza valido, tuttavia il fatto che Darmian costasse il quadruplo non significa che dovessimo prendere D’Ambrosio per forza; in generale se prendi 4 giocatori che valgono 2 non migliori la squadra, invece se prendi un giocatore da 8 puoi sperare di risolvere un problema… e purtroppo per diverse sessioni di mercato non siamo stati in grado di acquistare giocatori da 8. Vediamo se troviamo qualcuno che magari non partecipa al mondiale e costa una cifra accessibile.

  7. Paradossi calcistici: Ranocchia, italiano dell’Inter argentina, a casa. Paletta, argentino del Parma italiano, in Nazionale. Poi dici che a pensar male….

  8. Se Galliani lascia andare Darmian si critica il Milan, se la Juve fa peggio con Candreva tutti zitti… Come mai?

  9. Beh, Gian Luca… se nomini certi giocatori (manca Roberto Baggio… ;-)) un minimo di rimpianto, in chi legge, viene di sicuro!
    Con Pirlo, poi, sono stati commessi due errori. Il primo: lasciarlo andare via, e va bene (cioè… male). Il secondo, ancor più grave, non riprenderlo A PARAMETRO ZERO tre anni fa. Ci avrebbe fatto gran comodo. E ogni volta che vedo giocare il miglior centrocampista al mondo (perchè è così) mi viene un nervoso…Errare humanum est, perseverare…
    Ciao, R.

  10. Paolo Sabiu // 16 giugno 2014 a 16:20 // Rispondi

    Lo ammetto: tutto ‘sto calore per una Nazionale in cui non è presente neanche un interista in rosa non riesco a provarlo. Mi aspettavo, se non altro, una mossa ‘diplomatica’ da parte del c.t.: non sarebbe stato poi così osceno confermare Ranocchia, almeno per rappresentare un pubblico di circa 7 mln che tifa nerazzurro, dico io…
    Per il resto, gara piacevole da parte degli Azzurri e gestita in modo intelligente. Ora vedremo che succederà quando sarà proprio l’Italia a dover costruire il gioco.

  11. Sono sicuramente una voce fuori dal coro. Sento e leggo moltissimi elogi sulla prova di Sirigu che anch’io giudico positiva soprattutto perché all’esordio. Tuttavia, sulle palle nell’area piccola, non mi è sembrato il massimo della sicurezza. Cosa ne pensi??
    Giacomo

    • Penso che il pelo nell’uovo lo si trova a qualunque, ma non penso che siano in tanti ad avere un vice affidabile. Gioca nel PSG, non nel Livorno.
      GLR

  12. Sinceramente penso che Ranocchia sia meglio di Paletta!!!

  13. Massimo Inter // 17 giugno 2014 a 10:51 // Rispondi

    Felice pure io e brava Italia ovviamente,ma anche io penso che l’Inghilterra vista non era uno squadrone.Per il resto mi hanno impressionato Olanda (vendetta del 2010?) e Germania (Muller lo adoro da anni, è immenso).E poi Messi…era tesissimo (chi non lo sarebbe con una nazione e il resto del mondo sulle spalle che ti guarda?) ma dopo il gol sembrava rinato e sorrideva e scorrazzava come un bambino.Occhio al rientro di Suarez nell’Uruguay e bella da vedere la Svizzera. Ah che belli i Mondiali :-)

  14. È brutto vedere un italia senza un interista. Nel 1978 almeno avevamo Bordon come terzo portiere. Ho criticato Ranocchia tutto l’anno ma questo Paletta è inguardabile, anche Andreolli è meglio. Scusate ma vado come al solito controcorrente: l’attacco dell’Inghilterra è stato una delle cose più belle di questo mundial. Per il resto solita Germania, Brasile indecente, Spagna alla frutta, Olanda brillante, aspetto che emerga l’outsider di turno. Forza Cassano (l’unico interista).

    • Alessandro // 18 giugno 2014 a 07:38 // Rispondi

      Orsù, ragazzi, un po’ di coerenza. Quest’anno Ranocchia lo abbiamo massacrato. Fatto salvo per una buona ripresa negli ultimi due mesi, ha giocato molto male quando chiamato in causa. Paletta invece ha giocato tanto e bene, sono stato da subito favorevole alla sua convocazione. Se l’e’ meritata. Non facciamoci sempre inguaiare dall’emozione del momento, anche a me spiace che non ci siano interisti, ma la politica societaria degli ultimi anni ha preferito attingere a mercati esteri.

    • Dipende come la si guarda. In attesa del conteggio ufficiali di questo Mondiale, l’Inter con 114 è la squadra che ha avuto più calciatori nelle varie Nazionali dal 1930 al 2010. E quando è contato ci siamo sempre stati: 4 interisti nel 1934, 5 nel 1938 e nel 1982, due nel 2006, Materazzi e Grosso che aveva firmato proprio prima del Mondiale e pure capocannonieri!
      GLR

  15. Mi piace parecchio il centrocampo dei 3 palleggiatori, l avessero avuto la Spagna o il Brasile saremmo qua a magnificare i loro piedi buoni, ma con 3 interni così bloccati e dall’assist chirurgico è imperativo il tridente, coraggio prandelli! Da tso invece schierare chiellini fuori ruolo per far posto a paletta, ma il tutto credo nasca dal peccato originale di non avere terzini validi (abate e de sciglio nel Milan fanno panchina a constant ed emanuelson). Maggio e criscito andavano portati.

  16. Luca Milano // 18 giugno 2014 a 12:00 // Rispondi

    L’Italia mi convince poco – difesa e attacco ai minimi storici. Tuttavia, si può arrivare primi ed evitare il Brasile, che, per il tipo di giocatori che abbiamo, ritengo più pericoloso di Argentina, Spagna, Germania, Francia e Olanda.

  17. Nonostante la bella vittoria con l’Inghilterra io continuo a essere contrario al modulo con una sola punta e due registi (uno pesta i piedi all’altro), soprattutto adesso che giocheremo col Costarica, sulla carta la più debole. Se lì in mezzo girano Pirlo e De Rossi, il nostro centrocampo non ha nulla da invidiare a nessuno, neanche a quello della Spagna e del Brasile e inoltre Balotelli in nazionale lo vedo molto più sereno e decisivo che quando gioca in un club.

Lascia una risposta

Le 4 regole del commentario:
1. Siate educati: i commenti ad personam saranno ignorati
2. Scrivete in italiano, il congiuntivo non è una malattia degli occhi!
3. Non è una chat: se volete conversare tra voi, io che ci sto a fare?
4. La lunghezza del commento non può superare i 500 caratteri (spazi compresi)
Viva l’Inter!


*

 caratteri disponibili