3C: Palermo-Inter 1-1

MARCATORI: 3′ Vazquez (P), 42′ pt Kovacic (I)
PALERMO (3-5-1-1): Sorrentino; Andelkovic, Terzi, Feddal; Morganella, Bolzoni (20’st Belotti), Rigoni, Barreto, Lazaar (29’st Daprelà); Vazquez (38’st Quaison); Dybala. (Ujkani, Vitiello, Pisano, Pereira, Makienok, Palmieri Dos Santos, Ngoyi, Chochev, Bamba). All. Iachini.
INTER (3-5-2): Handanovic; Ranocchia, Vidic, Juan Jesus (20’st Hernanes); D’Ambrosio (11’st Dodò), Guarin, Medel, Kovacic (34’st Palacio), Nagatomo; Osvaldo, Icardi. (Carrizo, Jonathan, Andreolli, Campagnaro, Kuzmanovic, Obi, Mbaye, Krhin, M’Vila). All. Mazzarri.
ARBITRO: Valeri di Roma 6.
NOTE: serata calda, terreno in discrete condizioni. Spettatori: 18.292 per un incasso di 451.706 euro. Ammoniti: Juan Jesus, Medel, Rigoni, Morganella, Ranocchia, Dodò. Angoli: 5-2 per il Palermo. Recupero: 0′ pt, 4′ st. 

Più preoccupato per essermi accorto che anche Vidic può essere inaffidabile, com’è capitato a Palermo, che di tutto il resto. E’ vero che anche i migliori possono sbagliare, ma non così. C’è da dire che, dopo l’errore, la partita di Vidic è stata perfetta e si era anche riscattato segnando di testa, ma tra arbitro Valeri e guardalinee, l’Inter si è ritrovata con due gol annullati, il secondo di Icardi nella ripresa ingiustamente. Poi, opinione personale, Mazzarri si è complicato la gara proprio nella ripresa, in un momento in cui l’Inter aveva in pugno il Palermo e il tecnico avrebbe dovuto andar per la sua strada anziché togliere Juan Jesus per mettere Hernanes,  ancora una volta al di sotto delle attese, dopo che aveva già tolto D’Ambrosio per Dodò. Da lì la fase difensiva è apparsa ben presto instabile e il Palermo che sembrava tramortito è risorto e ha perfino avuto un paio di occasioni. Fino ad allora la parata più pericolosa Handanovic l’aveva fatta su Juan Jesus in versione centravanti nella nostra porta. Kovacic, dopo il gol del pareggio, non è più riuscito a cambiare marcia, anche perché là davanti Icardi e Osvaldo complessivamente si sono mossi meno del previsto. E anche con Palacio, buttato dentro nel concitato finale, le cose non sono migliorate. Alla fine non è andato male Guarin, che ha avuto la palla della vittoria, così come quella che ha servito a Osvaldo per il colpo di testa finale, ma Sorrentino si è superato. Un’occasione persa, insomma, la seconda su due in trasferta dopo quella di Torino, dove secondo Mazzarri avrebbero vinto in pochi. Infatti ci ha subito vinto il Verona.


Highlights

3′ 1-0 gol di Vazquez su clamoroso errore di Vidic 
32′ Guarin da fuori, palla a fil di palo
42′ 1-1 errore di Feddal su inserimento di Kovacic che dal limite trova l’angolo
45′ gol di Vidic su punzione. Valeri annulla per fuorigioco di Osvaldo
51′ gol di Icardi. Valeri annulla per fuorigioco di D’Ambrosio che non c’è
60′ Guarin non arriva su imbeccata di Osvaldo
73′ traversa di Vazquez
87′ Belotti spinge Nagatomo e poi calcia in porta. Valeri ferma il gioco. 
94′ Osvaldo di testa, miracolo di Sorrentino

78 Commenti su 3C: Palermo-Inter 1-1

  1. Inter, poche idee ma confuse. In serie A, con questi pareggi si va da nessuna parte.

  2. Pasquale Somenzi // 22 settembre 2014 a 00:04 // Rispondi

    Vazquez e Kovacic erano stati gli unici 2 calciatori a segnare il primo gol in serie A nella giornata precedente e si sono ripetuti oggi con il secondo gol mentre nell’ultimo 1-1 che risaliva al 2010 avevano segnato
    Milito e Cavani rispettivamente ai gol 41 e 31 in serie A. C’e un motivo per “gioire” ed uno per “rattristarsi”. Gioire perchè vincendo 2-1 sarebbe stato da un punto di vista meramente scaramantico il peggior risultato possibile in quanto c’erano troppe affinità con la stagione 2010/11 quando l’Inter iniziò il campionato facendo 0-0 in trasferta, poi alla terza giornata vinse 2-1 IN RIMONTA a Palermo e poi perse entrambi i derby che
    erano previsti alle giornate 12 di andata e ritorno. E dato che quest’anno i derby sono pure previsti alle giornate 12 (giornata in cui tra andata e ritorno l’Inter non riesce a fare 6 punti da tantissimo tempo) è stato “meglio” non rimontare. Rattristarsi perché se una squadra come il Verona contro Atalanta, Palermo e
    Torino ha fatto 7 punti, se l’Inter batte l’Atalanta, in questo trittico al massimo può arrivare a 5.
    Pasquale.

  3. Francesco from Melbourne // 22 settembre 2014 a 00:11 // Rispondi

    ti seguo sempre da quando ero in Italia in Tv e sopratutto leggendo i tuoi posts ma non sempre commento, solo raramente.
    1. Sembra che il secondo goal annullato era valido. Continua la storia della passata stagione di penalizzarci
    2. Io spero tanto che arriviamo tra le prime tre anche perche’ e’ nel potenziale della squadra, ma Mazzarri sta ripetendo gli stessi errori della passata stagione
    Saluti Aussi

  4. Peccato, si poteva vincere. Io difendo spesso Mazzarri ma, stasera, con cambi cervellotici ha scombussolato l’equilibrio della squadra. Come da copione, poi, arbitro e assistenti, con noi soffrono di miopia galoppante, pur se questo non vuole essere alibi alla mancata vittoria. Credo che comunque l’organico dell’Inter non sia di eccelsa qualità, e se sommiamo errori arbitrali, mosse non proprio astutissime del nostro tecnico, vediamo il risultato con freddezza e quindi dobbiamo accontentarci

  5. In effetti il cambio di modulo operato da Mazzarri è apparso incomprensibile e controproducente considerato che ha scombinato la squadra nel nostro migliore momento, Anche dal punto di vista atletico in nostri sono sembrati un po’ giù: la trasferta in Ucraina deve avere inciso negativamente considerato che praticamente solo sabato la squadra si è potuta allenare. Infine la direzione di gara: se c’è qualcosa da sbagliare a nostro sfavore arbitri e guardalinee non si tirano mai indietro!

  6. Ubaldo Nacci // 22 settembre 2014 a 05:37 // Rispondi

    J.Jesus è inguardabile, Vidic ha fatto un errore e ci sta pure, capita a chiunque di farli e comunque ieri ha fatto anche bene. Ho visto un inter che è sulla buona strada, senza il goal annullato ingiustamente oggi non la si criticherebbe. Il 3 posto a fine campionato non è utopia, ma a gennaio si deve cercare un difensore affidabile poiché Juan Jesus va panchinato, ceduto, espatriato, non è un giocatore nemmeno valido per la sua nazionale. Un aspetto inquietante: l’inter non ha riserve di qualità

  7. Inutile andare su e giù sull’ottovolante. La squadra è questa, i calciatori sono questi. Fintanto che non avremo un fatturato per comprare campioni veri sarà così, una volta si gioca bene, una volta si è inesistenti. Io non me la prendo più di certo, fa rabbia vedere il monte ingaggi Inter e quello del Palermo.

  8. Pareggio giusto. Come al solito in difficoltà quando l’avversario si chiude, corre e riparte. Stessi difetti dello scorso anno e stessi risultati, una marea di pareggi con le medio piccole.
    È vero, siamo andati di nuovo in difficoltà dopo i cambi con la squadra che ha perso le distanze mentre il Palermo è ripartito. Poi ci mettiamo gol annullati, il secondo mah, e paratone finale, ma anche tanti rischi dietro. Occhio che mercoledì sarà la stessa partita, vediamo se cambia qualcosa.

  9. Ma l’arbitro aveva già palesemente puntato J.J. e quindi da questo punto di vista non ritengo abbia sbagliato. L’errore, semmai, l’ha commesso schierando tre punte pure è con un atteggiamento tattico troppo sbilanciato. Non è da Mazzarri. Pare voglia mostrare di essere un offensivista invece di seguire il proprio credo. Aveva già schierato una formazione più offensiva del suo standard e se poi esagera il rischio è di scollegare la squadra. Hernanes deludente.AF

  10. Non lo voglio cacciare perchè sarebbe poco serio, però mazzarri mi lascia sempre più perplessa… O gioca con un povero attaccante perso tra i difensori avversari o ne mette 4 o 5 quando non servono e lascia la difesa a traballare… Boh… E se poi ci si mette pure vidic… E pure il guardialinee…

  11. La solita Inter lenta, macchinosa e senza idee dello scorso anno.
    Non è possibile che tutte le azioni ripartano dai piedi di Juan Jesus e poi troppi passaggi prevedibili e in orizzontali.
    Ieri bravo Medel e Kovacic (uscito lui al 34° non abbiamo più visto la palla), male tutti gli altri.
    Credo che quest’anno il terzo posto sia più accessibile perchè a parte la Roma e la Juve le altre squadre sembrano alla nostra portata. Mazzarri non ha scuse, i giocatori ci sono, sta a lui farli rendere.

  12. È questo ciò che ho sempre criticato a Mazzarri: non saper dare continuità ai risultati e appena c’è da dimostrare qualcosa si frana. E non con un Verona o Milan, bensì con una neopromossa

  13. Ok, Vidic. Ma qualcuno ha imposto a Mazzarri di cambiare mentre si aveva in pugno la partita, per fare entrare il pacco che ci ha tirato Lotito e annaspare a 4 dietro? No perché sembrerebbe così scritto…..e poi, quello che ci pilota è colui che il Verona ha smentito dopo una giornata passeggiando tra le rovine sabaude, dove secondo il nostro acuto allenatore non avrebbe vinto nessuno….

  14. Esco dal coro. E’ confortante che il gol sia scaturito da un errore di Vidic. Perché campioni del suo calibro un errore così lo commettono una volta ogni morte di papa (last famous words 😉 ). Al di là di questo, è presto per diagnosticare un mal di trasferta, ma dalle prime due uscite pare evidente come il pressing e la grinta di avversari non propriamente di prima fascia ci facciano perdere il bandolo della famosa matassa. Male Icardi, male Nagatomo, male Hernanes nei minuti giocati. AMALA!

  15. Vidic, osservandolo nelle ultime partite con il M.U. l’errore grave era la regola, poi..partita perfetta. Certo che è come partire da -1… se va bene! Ma anche Materazzi era così..ed è diventato campione del mondo!

  16. Ciao GLR, anche a me hanno preoccupato i cambi di Mazzarri, ho quasi l’ impressione che, una volta uscito dal suo modulo, non sappia che pesci pigliare; il Palermo era evidentemente alla corde e lo sciagurato cambio J.J.- Hernanes ha ridato fiducia ai rosanero. Incomprensibile il cambio Kovacic – Palacio.
    Ciao, Franco.

  17. Da una squadra che è praticamente identica all’anno scorso (a parte qualche nome sulle magliette) non è che ci possa aspettare risultati differenti da quelli dell’anno scorso.
    Poi ci hanno già fatto capire che anche quest’anno non dobbiamo dare fastidio in zone nobili di classifica, quindi a mediocrità sommiamo pure inconsistenza politica e mediatica ed ecco la stagione dell’anno scorso. Già alla terza giornata. Che pena.

  18. Non mi aspettavo un Palermo così aggressivo e un ‘Inter così in affanno,l’ errore di Vidic dopo soli tre minuti ha spiazzato tutti. Guarin a centrocampo si è fatto soffiare diversi palloni e anche Hernanes sembra non aver ancora trovato la giusta forma. Speriamo si ripiglino contro l Atalanta che negli ultimi anni ci ha fatto soffrire.

  19. Inutile sarà mettere in campo orgoglio con squadre più titolate (almeno si spera che lo facciano) se poi le squadre da bassa classifica ci dominano. Onestamente, Torino e Palermo i due punti se li sono ampiamente meritati.

  20. a me sembra che Vidic ancora non capito nulla del campionato italiano, il quasi autogoal di JJ (non ci credo che questo giocava a calcetto in brasile, troppo scarso!) arriva da l’ennesimo 1vs1 perso. A Proposito testuale Mazzarri contro il palermo “Son schierati come noi sono tutti 1vs1″ Questo spiega: perché cambia modulo e perché abbiamo fatto 5 punti finora.

  21. Quest’anno non mi permetterò alcun commento per non turbare il bel clima che c’è intorno a Mazzarri. Vorrei solo manifestare – a Campionato iniziato, poi non interverrò più sino a Maggio 2015 – dei “desiderata”. Che non si facciano più “affari” con Lotito (Hernanes a 20 milioni è un’offesa al buon senso); che il buon Guarin vada altrove appena possibile, per il bene suo e dell’Inter (se poi ci danno i 15 milioni!?). Ultimo ma non “ultimo”, che Mazzari si trovi un’altra grande squadra. Auguri!

    • Ingiusto prendersela con Guarin, che non è stato il peggiore di quelli scesi in campo. Che poi serva o no, altro discorso. Per Hernanes sono d’accordo per la cifra spesa; si sa che è discontinuo, ma non ci credo che sia così scarso come ha dimostrato in queste ultime uscite. Sicuramente però sarebbe stato meglio se si fosse fatto la settimana di ferie, invece di rientrare prima e giocare così..o meglio non giocare.

  22. claudioeffedeejay // 22 settembre 2014 a 08:24 // Rispondi

    Mazzarri le partite cerca di vincere negli ultimi 20 minuti, i grandi allenatori nei primi venti. Se siete contenti di 17 pareggi in 41 partite o di 5 punti con Torino, Sassuolo e Palermo…..

    • Sono d’accordo con te! Non è la prima partita in cui regaliamo praticamente un tempo agli avversari, e questo mi fa imbestialire. Il problema dell’approccio alla gara continua ad essere un grosso limite, che qualcuno pagato oltre 3 mln annui continua a non sembrare in grado di risolvere…

  23. Inutile recriminare squadra concepita per il 6 posto ed è li che arriveremo.
    Max

  24. Nn mi preoccupa il pareggio mi preoccupa più il fatto che Mazzarri si stia facendo condizionare dall’ esterno . Per nn passare da difensivista ieri ha schierato con la partita in pugno una squadra da assalto alla baionetta e per poco nn la perdevamo . Serve equilibrio sempre. Nn si può fare impostare il gioco a Juan ne va della mia salute . A 32 anni nn posso iniziare a prendere il Tavor

  25. La svolta (evidente) è stata il passaggio dal 3-5-2 al 4-4-2 (e poi al 4-3-3) con l’entrata del profeta al posto di JJ: abbiamo perso un uomo in mezzo, arretrando entrambi gli esterni in difesa e lasciando il centrocampo in mano al Palermo. Come ha scritto Gianluca, proprio nel momento in cui si andava a vincere… pazienza!

  26. Detesto fare il piangina e attaccarmi agli arbitri, se a Torino, a conti fatti ci è andata bene grazie ad Handanovic, ieri il gol annullato ingiustamente a Icardi è stato un errore piuttosto pesante; si può criticare Mazzarri quanto si vuole, ma invalidare gol del genere è falsare un risultato…

  27. Vidic un disastro ma tutta la difesa è sempre stata in difficoltà nel disimpegno. A centrocampo Medel era l’unico che copriva, mentre Guarin e gli esterni hanno perso troppi palloni sul pressing avversario. Mazzarri vuole spingere l’Inter ad un gioco più offensivo ma la gestione degli equilibri diventa difficile contro squadre chiuse che ripartono velocemente in contropiede.Anche stavolta un gol buono annullato senza motivo. Un ritornello che speravamo non risentire, ma che è sempre lì.

  28. Un solo commento:
    LENTI – LENTI – LENTI:
    nelle idee
    nel gioco
    nella corsa
    PS: speriamo che sia solo per il cambiamento del CLIMA…”….in Russia freddo, qui caldo”
    (WM – post-partita – Sly)
    ma non ci credo!
    Luigi

  29. Come sempre i commenti oscillano in base alla singola prestazione. E’ pur vero che il cambio di modulo in corsa ha un po’ scombussolato la squadra, però se WM non avesse osato saremmo qui a dire: perchè non fai come Mou e metti la quinta punta? Che peraltro in organico non c’è. Chiaro che si deve migliorare ma, ad oggi, l’unica vera delusione sembra Hernanes, sperando sia solo una questione fisica essendo post mondiale. Anche sugli arbitri aspettiamo ma sicuramente non è un buon inizio.

    • Sono convinto che i moduli alla fine non contino nulla. Il problema rimane l’atteggiamento mentale. Vorrei vedere i giocatori entrare in campo con la voglia di spaccare il mondo, supplendo almeno con il carattere alle carenze tecniche dei singoli, ma questa è una di quelle soddisfazioni che non riesco più ad avere da parecchio tempo.

  30. Per forza, quel pirla di Branca ha comprato Hernanes! Ah! No. L’ha comprato Ausilio. Si, ma sicuramente Branca ci aveva pensato. Interista dai tempi dell’asilo, sono arrivato a detestare i tifosi interisti.
    Caz.. Vidic si suicida, segniamo tre gol e ne annullano due e la colpa è di Mazzarri!?
    Mah!

  31. Silvio da Torino // 22 settembre 2014 a 09:29 // Rispondi

    Concordo con te, senza i cambi fatti probabilmente portavamo a casa la partita. Il Palermo non usciva più dall’area ed era chiaramente in difficoltà. Vidic non mi preoccupa assolutamente, piuttosto dopo tre giornate incomincio ad avere già paura delle giacchette nere. E poi stranamente non ho ancora sentito # via Mazzarri #. A giovedi’ dopo l’Atalanta.

  32. occasione persa. pero’ trovo ingiusto criticare oggi Mazzarri. ci ha provato in tutte le maniere.
    Bene Guarin, ma non sa giocare senza guardare il pallone. non alza la testa. limite.
    grinta e cuore la squadra l’ha messa, il gioco latita. ma questi sono gli interpreti. sara’ un campionato cosi. costante. ma non esaltante. scelto Mazzarri si sapeva cosa bisognava aspettarsi

  33. D’accordo con te sull’occasione persa e sulla difesa a 4 che ha creato confusione con quei due terzini che la fase difensiva non sanno nemmeno dove sta di casa. Però JJ era a rischio espulsione e Mazzarri per una volta ha abbandonato ogni retaggio di pavidità e ha tentato il tutto per tutto. Ci sta.
    Non ci sta l’atteggiamento molle iniziale, gli attaccanti totalmente avulsi dal gioco, la mancanza cronica di schemi e movimento senza palla, gli arbitri che sono già a 2 errori su 3 partite con noi!

  34. La squadra ha approcciato alla gara nel modo peggiore possibile, e il momento di follia di Vidic (inizialmente pensavo fosse Ranocchia) ha messo subito in salita la partita, ma poi poca roba fino al pareggio di Kovacic. Meglio nella ripresa ma ieri la dovevi portare a casa, contro questo Palermo che non mi è parso granché. Spero non si ripetano i 15 pareggi dell’anno scorso con punti buttati via con tante piccole. Il gol di Vidic giusto annullarlo, ma quello di Icardi era buono per me.

  35. Mazzarri conferma una volta ancora che non sa leggere le partite oltre a non saper motivare la squadra che ha affrontato la partita con lo stesso spirito con cui giocano “scapoli e ammogliati”.

  36. Il Torino ha perso, ma ha avuto molte occasioni per pareggiare quindi non sminuirei il nostro pareggio con loro e mi tengo stretto anche questo punto a Palermo.
    E’ vero che sono rimasto deluso perché sembrava che potessimo vincere e invece abbiamo rischiato pure di perdere, ma considerando il passo da “MEDIA INGLESE”, le qualità in rosa, le avversarie per il 3°posto, l’impegno in Europa, la condizione fisica generale che migliorerà, resto FIDUCIOSO.

  37. Concordo in pieno con la tua analisi della partita. Hernanes alla prima giornata che non lo vedo in forma,
    confuso e senza idee. La squadra sembrava quella dell’anno scorso quando si regalava sempre il primo tempo. Anche Mazzarri ci ha messo del suo con le sostituzioni tutte sbagliate, D’Ambrosio proprio non lo doveva far giocare. Le due la davanti hanno già 4 punti di vantaggio e se vogliamo puntare alla Champions bisogna osare di più.

  38. Sono da neuro se penso che con Conte e gli stessi uomini in rosa si avrebbero 9 punti?
    Intanto Strama dal III posto ci guarda e ride 😉

  39. quello che non mi e’ piaciuto la mancanza di idee nella fase iniziale dell’azione se noti quando non sapevano che fare arrivava sistematicamente il lancio lungo che non serve a niente squadra troppo lunga diciamo che si son fatti due passi indietro.
    D’altro canto ricordo che l’Inter non deve vincere lo scudetto purtroppo ma deve arrivare terza e per ora siamo in linea con le altre squadre.

  40. La specialità della casa Inter: resuscitare i morti, ovvero le squadre “provinciali”, con giocatori che sono in crisi o che non segnano da 200 anni (Paolo Rossi doppietta e unici goal in campionato contro l’Inter nel derby), esaltare portieri tipo Sorrentino….e via dicendo.
    Comunque, solito primo tempo inguardabile regalato, poi totalmente d’accordo con tua analisi su Jesus e Hernanes.

  41. francesco marra // 22 settembre 2014 a 10:42 // Rispondi

    è irritante vedere qualsiasi squadra nei vari campionati non solo italiano avere un lembo di gioco. Ancor più irritante, Lui che vede, cose che altri (commentatori ex atleti o tecnici) non vedono. Mi torna in mente strama..all’ultima con l’Udinese dopo avene beccato una…non voglio ricordare andò in tv dicendo di aver visto un ottima partita dei ragazzi, facendo saltare dalla sedia tutto il mondo del calcio…Buona giornata ..Spero in un INTER migliore…FR MARRA

  42. e ma son ragazzi ,d’altrode hanno i loro pensieri uno ha la wanda,l’altro la pina o la tina ,magari qualcuno il lunedi aveva il tagliando della ferrari o della lamborghini,li dovete capire,mica possono sbattersi per quei 4 soldi che prendono o per dare soddisfazione a 4 scalmanati in tribuna e che magari vanno anche in trasferte da 1000 a passa km.

  43. visto che per stavolta WM non piange, lo sostituisco io.
    I siciliani hanno randellato per tutta la partita, chiudendo con 2 ammoniti contro i nostri 4!
    L’errore arbitrale sul gol di Icardi ci può stare (why always us?), ma l’interpretazione di tutto il match è stata vergognosa: non siamo tutelati.

  44. squadra mediocre e butta da vedere, in perfetta linea con il campionato italiano, cerchiamo di far crescere i giovani ed accontentiamoci. una squadra di questo livello non può vincere e convincere, accettiamolo e basta

  45. Impegno e motivazione, condizione atletica e unità d’intenti, schemi e allenatore: OK, sono tutti fattori necessari per poter ottenere risultati importanti; ma la cosa da cui non si può prescindere è la qualità dei singoli giocatori. Se supponiamo che Vidic sia migliore di Samuel o Rolando, Dodò di Nagatomo, D’Ambrosio di Jonathan, Medel o M’Vila di Cambiasso, Osvaldo di Palacio, allora si può ambire a migliorare il piazzamento della scorsa stagione, altrimenti ce ne dovremo fare una ragione.

  46. Vabbé, consoliamoci tanto a Palermo vinceranno in pochi…..

  47. Puntiamo sempre il dito contro Juan Jesus, e va bene.
    Ma di Ranocchia vogliamo parlarne?
    Nelle imbarcate difensive del secondo tempo andate a controllare dove si trovava.
    Per me la più grande delusione di questo inizio di stagione.

  48. Non capisco come un tecnico preparato e che ha nella testa il dogma 3-5-2 possa passare a difendere a 4 quando gli altri mettono la seconda punta…mah

  49. Erano 3 partite da 9 punti (voleva anche dire qualche migliaio di abbonamenti in piu’). Osvaldo seconda punta è un assurdo, Dodo fuori un altro, Juan che imposta non ho parole. Ma è un film già visto da 12 mesi. E che deve finire al piu’ presto. Non possiamo perdere un altro anno. Abbiamo capito che Tohir non è per i colpi di testa ma ricordo che disse l’inter deve vincere e piacere.Non penso si riferisse a Sassuolo e Dnjpro, se non vinci con Torino e Palermo i punti da CL con chi pensi farli?

  50. Noi abbiamo ancora parecchi limiti, d’accordo.
    Ma, due punti in altrettante trasferte a casa di due squadrette guidate da tecnici che fan venire l’orticaria alla sola vista (loro si veramente antipatici, altroché Mazzarri), è solo colpa nostra?
    Arbitraggi sempre cristallini?
    E poi, tutti leoni contro l’Inter.
    Aspetto la goleada facile della Juve, sia a Palermo che nel derby.

  51. Anno nuovo, vita vecchia. Per ora.
    Vidic dovrebbe parlare meno e darsi una mossa: in due sole partite ne ha già combinate più di Bertoldo! E siamo sicuri che il n.88 che si aggira per il campo sia Hernanes e non un suo cugino?
    Infine, i latini dicevano “in dubio pro reo”. Beh, delle due l’una: o arbitri e assistenti non sanno il latino, o da un paio d’anni (dopo Juve-Inter=1-3) quando c’è un dubbio si vede che l’Inter non è mai il reo. La morale comunque è sempre quella… via Mazzarri! 😉

  52. Questi 2 pareggini contro Torino e Palermo danno una sterzata al progetto del Inter.
    L’anno scorso si era chiuso con 14 pareggi, quest’anno su questo passo possiamo battere il record.
    Queste sono partite che vanno vinte x forza altrimenti poi è dura poter qualificarsi alla champions.
    Visto anche i passi falsi di Napoli e Milan non riusciamo mai ad approfittarne, diventa tutto più complicato.

  53. Io penso che se hai un progetto ancora in cantiere devi dare alla squadra almeno delle certezze. Perché continuare a cambiare formazione? La Coppa porta via energie? Fai una formazione per il campionato ed un’altra per la Coppa ma questa moda del turn-over non paga e lo sappiamo: Mourinho e Conte, per citarne due che sanno vincere i campionati, gestivano la stagione con 14 uomini ed erano sempre quelli.. Errore di Vidic a parte non diamo mai l’impressione di essere squadra!

  54. In questa triste serieA ci sono 2 squadre degne di essere chiamate tali. Punto. Noi potremmo diventare la terza, ma credo che onestamente i limiti di mazzarri, più caratteriali che tecnici, saranno anche i limiti della squadra. A mazzarri manca la parte empatica, non è e credo mai sarà il condottiero della truppa, figurarsi il trascinatore di un popolo (noi vedove di mou a San siro ne sappiamo qualcosa).
    Consoliamoci con il fatto che ovunque ha lasciato progetti ottimamente avviati.

  55. Paolo Assandri // 22 settembre 2014 a 13:43 // Rispondi

    Ieri è mancato il ritmo: calato il Palermo potevamo fare 3 gol, e 1 l’abbiamo anche fatto. Però il campionato italiano è tostissimo e se non giochi alla perfezione non vinci, anche la Juve all’89° col Chievo ha subito una traversa da Maxi Lopez. Siamo alla 1° occasione sprecata, speriamo di non fare come l’anno scorso dove con un Gennaio demenziale abbiamo gettato alle ortiche l’aggancio al Napoli. Bisogna trovare continuità, servono 6 punti nelle prossime 2.

  56. giusto per sdrammatizzare, spesso noto che:
    1) le avversarie dell’Inter sono sempre ben disposte in campo;
    2) le avversarie dell’inter fanno un pressing ultraoffensivo per 90 minuti;
    3) gli allenatori delle squadre avversarie sembrano tutti dei novelli Kovacs o Michels;
    scherzi a parte, forza Mazzarri e forza Inter!

  57. Ho un antipatico déjà-vu con l’anno scorso e l’anno di Stramaccioni: gol annullati su situazioni discutibili (ma certe per la terna), rigori non dati o dati contro con altrettanta sicurezza di cui sopra, singole occasioni concretizzate dagli avversari che poi concludono vincendo. Insomma, punti su punti dissipati, che alla fine fanno perdere i traguardi. Ok Mazzarri, ok la sfortuna, ok gli infortunati di Stramaccioni (mi ricordo: un’ecatombe), ok Pazza Inter: ma un po’ di buona sorte no?!?
    PS: la gioiosa Macchina Da Guerra rossonera si è già inceppata. Eppure alla seconda partita non escludevano la parola “scudetto”.

  58. Non smetterò mai di dubitare e pensare che Mazzarri sia il freno a mano tirato ai nostri sogni di pseudogloria (dicasi 3 posto) , ma tra errori individuali di calciatori e quelli arbitrali in questi 2 anni trascorsi assieme ” ho visto cose che voi umani…..”

  59. Bruce Germania // 22 settembre 2014 a 15:12 // Rispondi

    L´oracolo di San Vincenzo non sbaglia.Dopo lo 0-0 della prima giornata sentenziò che in pochi avrebbero fatto punti a Torino. Forse si riferiva agli avversari della Juve☺.
    Ad ogni modo abbiamo già perso 4 punti con avversari che lotteranno per non retrocedere. Occorre mantenere la calma e aspettare fine novembre per i primi giudizi ma, ahinoi, l´impressione è che Lei potrà fare copia/incolla dei Suoi editoriali dello scorso anno. Manovra farraginosa, sviste arbitrali, primi sintomi di pareggite etc

  60. L’errore di Vidic ci impedisce di capire che partita aveva preparato WM e ci consegna una squadra che per 20′ è stata capace di fare solo passaggi in orizzontale, il pari scaturisce dopo che Kovacic si sposta dalla fascia e si piazza in mezzo al campo, le occasioni che entrambe le squadre hanno avuto (tra legni, reti annullate e paratone) rendono il pari comunque giusto, la speranza è di non ricominciare a faticare con le piccole abbiamo già visto lo scorso anno come va a finire….

  61. L’Inter non riesce mai a vincere o pareggiare una partita nell’ultimo quarto d’ora.
    Quando si è in una situazione di pareggio o sconfitta non si riesce mai a segnare negli ultimi 15. E’ successo solo due volte, il 26.09.13 Inter –Fiorentina 83’ e il 22.12.13 Inter-Milan 81’.
    Invece ha subito gol decisivi per farsi rimontare o perdere negli ultimi 15’ ben 9 volte.
    Negli ultimi minuti non si riesce MAI a vedere una squadra arrembante, asfissante, che schiuma rabbia per cercare di vincere!!

  62. improponibile un commento tecnico per questa partita: il Palermo voleva divorare l’avversario, noi regaliamo puntualmente il primo tempo perche’ lo staf tecnico, con Mazzarri a capo, evidentemente non e’ in grado di preparare mentalmente i giocatori, che pare abbiamo motivazioni che durano a massimo 10 minuti. Eppure non vedo gente plurititolata o anziana…ho visto giocatori svogliati e superficiali, e di questo dovrebbe render conto l’allenatore

  63. 5 punti in tre partite sulla carta non certo ostiche,stessi limiti di gioco, continuità e carattere già visti l’anno scorso. Eppure la squadra è stata rinforzata ed è stato “liquidato” in blocco il club degli asadisti che al tifoso paranoico sembrava la fonte di ogni male (intanto Cambiasso si sta già facendo rispettare in Premier). Mazzarri conferma di essere decisamente poco versatile e limitato, non so quanto durerà ma penso che non sarà rimpianto. Guai a farci sfuggire il terzo posto

  64. Sarò breve e poco retorico: anche quest’anno il Campionato ha già demotivato (come se ce ne fosse bisogno) i neutrali appassionati come me. Vedo la stessa trama -di cui non si può parlare- dietro arbitraggi come questo… la stessa dell’anno scorso et coetera. Il calcio come lo desidererei si è estinto da tempo. Buona settimana a tutti!

  65. Quando troviamo squadre chiuse e che corrono, mostriamo i nostri enormi limiti. Marcati a uomo Icardi e Kovacic, addio! Troppo deboli per iniziativa e qualità i nostri uomini di fascia!
    Mazzarri, con il suo memorabile cambio Jesus-Hernanes, ha rischiato pure di perderla

  66. Certo che l’esordio di Vidic…rigore ed espulsione a Torino e la cosa comica di ieri sera. La cosa meno allegra però resta la manovra. L anno scorso ti scrissi che tutte le squadre di serie A giocavano meglio di noi. Ieri sera l ho ripensato.
    W inter

  67. PS: la gioiosa Macchina Da Guerra rossonera si è già inceppata…
    Eppure alla seconda partita non escludevano la parola “scudetto”….

  68. Secondo me l’Inter ha buoni giocatori che non sono assemblati molto bene. La squadra non è aggressiva, corta. L’intensità del gioco è scarsa. Se non si riesce a compattare la squadra e a recuperare palloni nella metà campo avversaria, difficilmente si riesce a prevalere. Sarebbe necessario un regista davanti alla difesa (a 4) e un regista dietro le punte con degli interditori forti a centrocampo.

  69. Egregio GLR, sarò breve, ho assistito alla partita di persona, essendo siciliano. Parto dalle cose positive: Medel e Kovacic.
    Le cose negative: Non puoi giocare con 4 giocatori bloccati in difesa e il resto distante 50 metri che Ranocchia deve lanciare palla lunga ogni volta. Non puoi giocare con gli esterni alti sulla linea delle punte! a volte vedevo Nagatomo e D’Ambrosio più avanzati di Icardi! Aldilà di tutto, Mazzarri per farsi vedere offesivo, non ci stà capendo più nulla.

  70. Ciao Gianluca, tu che ne capisci di calcio, puoi spiegare per favore a un mio collega “pseudo – interista” (proprio il genere che piace a te, anzi, a noi) che, nonostante i milioni di € guadagnati da ogni calciatore, la stanchezza per aver giocato il giovedì in Ucraina si può anche far sentire? Questo non significa certo che fare il calciatore sia equiparabile a lavorare in miniera ma, a parità di condizioni fisiche sono dell’idea che l’Inter avrebbe potuto vincere più o meno facilmente…

  71. l’errore di Vidic ha compromesso la partita, è evidente che l’uscita di Jesus ha squilibrato la squadra, ma Mazzarri ha tentato di portarsi i tre punti a casa e a mio avviso ha fatto bene.
    Ci giocheremo il terzo posto con il Napoli e la Fiorentina. Sono fiducioso, perché a questa squadra va aggiunto Palacio e Hernanes che sono due valori assoluti che per motivi diversi ad ora non sono stati di aiuto. Ottimo Medel e Kovacic sopra le righe. Dodo a mio avviso è il titolare a sinistra

  72. Insisto nel dire che bisogna avere fiducia in Mazzarri e sperare che faccia bene. Però se penso al Mancio libero quanto mi farebbe piacere rivederlo ad allenare questa squadra
    S

  73. E se alla fine a Torino ci vincerà solo l’Hellas?..può essere……come diceva il Trap “la centrifuga Inter”…

  74. Mazzarrissimo // 23 settembre 2014 a 14:46 // Rispondi

    Immaginate per un momento Lavezzi insieme ad osvaldo, magari con un zuniga al posto di nagatomo..lo shema sarebbe sempre lo stesso, la mentalità idem..ma sarebbe un gioco totalmente diverso..un ci vuole un genio a capire perché…con la rosa mediocre attuale non hai speranze con nessun modulo

  75. Mazzarrissimo // 23 settembre 2014 a 14:55 // Rispondi

    Credo che Vidic abbia difficoltà a impostare l’azione con compagni insicuri e se viene preso in velocità..il problema e che gioca insieme a ranocchia che è lento di gambe e di testa e juan jesus lentissimo di testa e neanche tanto veloce di gamba..a sto punto vien da rimpiangere Rolando visto che la prima alternativa e anderolli..ma guai a criticare ausilio

Lascia una risposta

Le 4 regole del commentario:
1. Siate educati: i commenti ad personam saranno ignorati
2. Scrivete in italiano, il congiuntivo non è una malattia degli occhi!
3. Non è una chat: se volete conversare tra voi, io che ci sto a fare?
4. La lunghezza del commento non può superare i 500 caratteri (spazi compresi)
Viva l’Inter!


*

 caratteri disponibili