13C: Roma-Inter 4-2

MARCATORI: Gervinho (R) al 21′, Ranocchia (I) al 36′ p.t.; Holebas (R) al 2′, Osvaldo (I) al 12′, Pjanic (R) al 15′ e 47′ s.t..
ROMA (4-3-3): De Sanctis; Maicon, Manolas, Astori, Holebas; Pjanic, Keita (dal 18′ s.t. De Rossi), Nainggolan; Gervinho, Totti (dal 39′ s.t. Iturbe), Ljajic (dal 18′ s.t. Florenzi). (Skorupski, Somma, Yanga-Mbiwa, Strootman, Emanuelson, Cole, Paredes, Destro, Borriello). All. Garcia.
INTER (4-3-3): Handanovic; Campagnaro, Ranocchia, Juan Jesus, Dodò (dal 37′ s.t. Icardi); Medel (dal 37′ s.t. Obi), M’Vila (dal 22′ s.t. Kovacic); Guarin, Palacio, Kuzmanovic; Osvaldo (Carrizo, Berni, Andreolli, Mbaye, D’Ambrosio, Khrin, Donkor, Bonazzoli). All. Mancini.
ARBITRO: Mazzoleni di Bergamo.
NOTE: spettatori 41.701, incasso 1.463.375 euro. Espulso Mancini al 17′ s.t.. Ammoniti: Ranocchia (I), Keita (R) e Palacio (I) per gioco scorretto, Guarin (I) per proteste. Angoli: 7-4. Recuperi: 2′ p.t., 3′ s.t.

All’Olimpico ha vinto, com’era ampiamente prevedibile, la Roma che rispetto all’Inter sta in un altro sistema solare. La squadra di Mancini ha avuto il tenue pregio di essere rimasta in partita per oltre un’ora e di essere stata la prima a segnare in casa giallorossa quest’anno. Lo so, davanti ad altri 4 gol, sono consolazioni del piffero, ma stavolta c’era di fronte la Roma all’Olimpico e non il Cagliari a San Siro. C’è da dire che anche quando si raddrizzano le cose davanti, purtroppo dietro sciupano tutto. E’ il tormento per cui Mazzarri era solo una parte del problema, gli altri si potranno risolvere solo sul mercato, oppure potranno essere nascosti raramente da una prestazioni collettive ben al di sopra della media, ma non certo contro calibri come la Roma.
Chiaro che Mancini stia provando rapidamente a farsi l’idea più chiara possibile sulle potenzialità di questa squadra e se Icardi, al di là delle indubbie capacità sotto porta, è un gatto di marmo e Kovacic non è al massimo, non deve sorprendere che vederli a volte in panchina.
Il vero dramma è che Mancini deve aver già capito che correre e far gol all’Inter è fin troppo facile e allora a Roma ha provato una mediana muscolare, con Medel e M’Vila a proteggere la permeabilissima difesa e a sostenere una batteria di trequartisti un po’ particolari, Guarin a destra, Palacio dietro a Osvaldo e Kuzmanovic a sinistra.
Purtroppo anche coi correttivi in corsa, la Roma ha trovato il vantaggio con Gervinho fin troppo presto. Dall’altra parte l’Inter aveva solo protestato per un tocco in area su Dodò.
Eppure dopo un tentativo di Kuzmanovic sventato da De Sanctis, l’Inter è arrivata al pareggio da calcio angolo: Ranocchia, subito condizionato dal solito cartellino giallo, il colpo di testa in torsione ce l’ha nel repertorio più di certe chiusure e ha permesso all’Inter di andare al riposto sul pareggio.
Peccato che in avvio di ripresa Holebas abbia subito firmato il gol d’autore: discesa di 30 metri, Campagnaro e Ranocchia saltati di netto e sinistro sotto l’incrocio dei pali. Osvaldo d’orgoglio  prima ha tentato con un’acrobatica rovesciata fuori di un soffio dopo stop di petto e poi ha bucato De Sanctis su assist di Dodò.
Da lì sarebbe stato meglio addormentare la partita, ma invece si è addormentata l’Inter. Nuovo vantaggio di Pjanic in mischia, tra le solite belle statuine, con Mancini furibondo per un fallo di Holebas sul lento Guarin ed espulso da Mazzoleni e sigillo finale ancora di Pjanic su punizione. Nel finale si è visto Kovacic finalmente al tiro, ma senza fortuna, mentre dall’altra parte Iturbe, entrato da pochi minuti, aveva già provocato altri brividi.
Non era questa la partita da vincere, ormai per come siamo messi si parla dell’Inter come di una squadra comunque condannata a certe sconfitte, ma adesso ce ne sono tre, Udinese, Chievo, Lazio dalle quali mi aspetto da 7 a 9 punti. Dopo questo trittico e, voglio sperare, ben altra classifica, si potrà dare un primo giudizio sul lavoro di Mancini.
Nota a margine: M’Vila, appena sostituito, ha preso a pugni la panchina. Io, finché ha giocato, ho preso a pugni il tavolo. Insomma, abbiamo feeling…

Highlights
19′ Tiro di Ljajic respinto da Handanovic
21’ 1-0 Assist di Ljajic e gol di Gervinho
25’ Tiro di Kuzmanovic, De Sanctis in corner
34’ Gol annullato a Gervinho per fuorigioco
36’ 1-1 Angolo di Kuzmanovic e gol di testa di
47’ 2-1 Holebas salta tre avversari e con un diagonale batte Handanovic
53’ Rovesciata acrobatica di Osvaldo a lato
57’ 2-2 Cross di Dodò per Osvaldo che mette in rete con deviazione di Astori
59’ Grande Handanovic su tiro ravvicinato di Nainggolan
60’ 3-2 Gervinho per Pjanic segna dopo mischia in area e la mette dentro
67’ Sinistro di Medel che De Sanctis para in due tempi
83’ Tiro di Kovavic a lato
86’ Iturbe spara alto
92’ 4-2 Punizione vincente di Pjanic

 

 

 

 

 

 

92 Commenti su 13C: Roma-Inter 4-2

  1. Pasquale Somenzi // 1 dicembre 2014 a 02:20 // Rispondi

    Giornata di campionato storica (in negativo) in quanto per la prima volta
    l’Inter nella sua storia si trova Under Sassuolo e soprattutto si trova nella
    zona 2 della classifica, infatti io anzichè usare come riferimento la parte
    destra o sinistra della classifica preferisco guardare dove cominciano le
    squadre con differenza reti negativa e si comincia con Udinese e Sassuolo
    a 18 mentre l’Inter è l’ultima tra quelle con differenza reti positiva ma
    appunto coinvolta nella zona 2.
    Finora si era verificata una sola vittoria della Roma sull’Inter per 4-2 ma a
    Milano il 26/10/1980 con tripletta di Pruzzo e doppietta di Altobelli.
    Il 30 novembre aveva quasi sempre portato bene all’Inter dato che in questo
    giorno aveva perso solo una volta nel lontano 1941 in casa con la Fiorentina
    per 0-1.
    Ultima nota: Inter a segno con 2 italiani diversi, non accadeva dalla vittoria sul
    Chievo per 3-1 del 10 febbraio 2013 quando segnarono Cassano e ancora Ranocchia.
    Pasquale.

  2. Bah, stasera non riesco ad essere arrabbiato: tutto sommato non abbiamo giocato nemmeno troppo male considerato l’avversario e le assenze che ormai sono diventate una costante, anche se la difesa sembra l’opposto della pubblicità “Natura crea, Cirio conserva”! Sopra ogni altra cosa ci manca uno che ragioni in mezzo al campo e se non arrivano tre rinforzi, uno per reparto, non credo che arriviamo nemmeno a qualificarci per la Coppa UEFA. Arbitraggio pessimo.

  3. Squadra statica, per colpa anche di un atteggiamento troppo difensivo. Poca pressione a centrocampo e difesa colabrodo. Con un punto in due partite, il cambio in corsa dimostra di essere solo fine a se stesso.

  4. per un attimo avevo sperato nell’aggancio al Sassuolo, poi come al solito la difesa di belle statuine ha pensato di rovinare tutto. A parte gli scherzi il cambio in panca non ha dato una svolta, ma non per colpa del Mancio. Quando hai giocatori così scarsi non puoi fare molto di più e visto che soldi per comprare giocatori buoni non c’è ne sono prevedo tempi grami.

  5. Caro GLR, per un tempo siamo stati anche una squadra di calcio, poi è cominciato a piovere… Su Ranocchia e JJ vai avanti tu io mi arrendo. Coraggio Mancio, amala.

  6. Credo che ET, come tutti noi, sia nello sconforto più totale. La classifica fa paura, tutti i punti persi prima sono sotto gli occhi. Ok contro la Roma, ma mancano quelli di Cagliari, Parma,ecc.
    Se fossi la Società ogni volta che JJ, Ranocchia, ecc. twittano, arriva una multa. Silenzio, pedalare ed imparare qualcosa, se sono capaci.

  7. Perdere a Roma ci sta anche, son molto più forti. Ricordo che in panca questi avevano De Rossi, Strootmann, Destro, Cole etc. Almeno adesso vedo provare a giocare a calcio. È chiaro che si si cerca di giocare con una rosa costruita solo per ripartire. Siamo l’unica squadra che ha fatto soffrire le Roma a casa loro, questo fa sperare. Tutto rovinato da errori personali dietro 3/4 non c’entra. JJ, Ranocchia, Guarin M’vila ed ahimè Palacio imbarazzanti. Osvaldo mi garba assai.

  8. Qualcosa si muove. Il buon Garcià (che si sta calando molto bene nel piagnisteo nazionale) può dire che i gol nostri sono stati occasionali ma 2 restano e potevano anche essere 3. Come sostengo da tempo la qualità della squadra è per molti versi bassa e si fa quel che si può. Speriamo in gennaio. Grande conferma per Osvaldo, che avrà pure 30 anni, ma vale 3 Icardi.

  9. Partita più che onorevole. Dal mio punto di vista già si vede l’impronta di Mancini anche per mentalità. Pretendere che il gioco e la manovra fossero totali era fuori da ogni logica. Ora si può guardare l’Inter con orgoglio nella vittoria e nella sconfitta, anche quando piove. Saluti. AF

  10. Non mi aspettavo una vittoria. La difesa a tre era imbarazzante a quattro pure,mi chiedo come faccia Ranocchia a giocare in nazionale. Con prestazioni così altalenanti non si sa più chi tenere e chi no. Siamo sempre qua tutti ad aspettare il mercato con la speranza di qualche acquisto che possa cambiare le cose.

  11. Che dire, meno peggio di quanto pensassi. Ce la siamo giocata con una squadra più svelta di gambe e soprattutto di testa. La cosa che più mi preoccupa è la fragilità difensiva che si manifesta anche con un trio di centrocampo iperprotettivo come quello di ieri: urge l’esperienza di Vidic, ma soprattutto urge parlare poco e lavorare tanto. Però se il Mancio chiedeva alla squadra di tornare a ragionare da Inter, direi che la strada sembra quella giusta. PS:Guarin è davvero autistico, punto.

  12. L’Inter storicamente patisce gli attaccanti (o esterni) rapidi, sguscianti. L’unica differenza è che una volta li vedeva, li pativa, e li comprava (vedi Eriberto/Luciano o Kily) :) Probabilmente se Garcia avesse schierato Iturbe dall’inizio, la Roma avrebbe chiuso la partita già nel primo tempo. Già: la gestione di ‘rinculo’ della manovra offensiva avversaria è disarmante. Ogni due (semi)contropiedi subiti prendiamo gol. Allucinante, più che disarmante. Buon lavoro, Mancio. Davvero.

  13. Ciao, quando rientra Jonathan? e Nagatomo? Non sono folle, penso solo che siano il meglio li dietro, come Kuz, panchina dell ultimo Cambiasso, lo sia li in mezzo. Mercato? Naingolan è costato più di Medel e compagnia bella insieme? Non lo so, certo da solo li vale tutti 3,4 che siano. La mano del Mancio? Ieri se non avesse esasperato il fuorigioco ne avremmo presi 20.

  14. Troppo per noi; le discesa da destra, marchio di fabbrica della Roma, hanno procurato 2 gol su 4. Una difesa da ergastolo anche sul gol di Roberto Carlos Holebas che voglio vedere quando segnerà così di nuovo (forse in Inter Roma al ritorno).
    Un centrocampo anonimo e sempre perennemente in difficoltà dove il solo Nainngolan valeva il nostro intero reparto.
    Aver fatto due gol all’Olimpico, sì, magra consolazione (un corner ed una deviazione).
    Ora, la Juve ci ha doppiato e siamo sotto il Sassuolo

  15. Silvio da Torino // 1 dicembre 2014 a 09:16 // Rispondi

    È ovvio che WM non era l’unico problema. Ranocchia si fa saltare da tutti, Guarin sembra capitato lì per caso, JJ ha dei ferri da stiro al posto dei piedi ed abbiamo esterni buoni solo da metà’ campo in su. Detto questo devo dire che con il Mancio miglioramenti se ne sono visti eccome e che il terzo posto non è lontanissimo, pero’ bisogna incominciare a giocare senza distrazioni. Domenica ci sarà l’Udinese del buon Strama, all’Inter lasciato troppo solo. Io ricordo bellissime partite con lui.

    • Su Ranocchia preferisco non dire più niente, mi sono già più volte espresso lo scorso anno. Non fosse nazionale italiano sarebbe già stato ceduto…o forse il probelma è che non se lo prende nessuno? Chiaro non sia solo colpa sua, ma avere un difensore che di fatto non anticpa mai, non è veloce nei recuperi e tecnicamente è nient’altro che nella media…Speriamo solo Vidic nel nuovo modulo sia il 70% di quello di qualche anno fa

  16. Almeno c’è lo spirito. ieri mi sono ritrovato a essere alla fine del match incazzato nero, cosa che non mi capitava da mesi per l’abulia in cui si era entrati, Vorrà ben dire qualcosa, al di là di Ranocchia e JJ.

  17. Marco Ferrara // 1 dicembre 2014 a 09:37 // Rispondi

    Pensavo peggio. Se, si vuol provare a raddrizzare un minimo la stagione bisogna assolutamente intervenire a gennaio prendendo però giocatori di un certo livello; elementi inutili (dal mercato fatto a Benitez in poi…) ne abbiamo visti fin troppi.

  18. Ranocchia e J. Jesus hanno dimostrato per l’ennesima volta la loro inadeguatezza: imbarazzanti a dir poco.
    Gervinho sembrava Messi. In confronto ai nostri attuali centrali il Rolando della scorsa stagione sembra Beckenbauer. Nel nostro disastrato reparto difensivo Rolando avrebbe fatto comodo eccome.

  19. il 16 luglio Ranocchia dichiarava “sono stufo di non vincere nulla” , noi siamo stufi di vederlo in campo, lasci i gradi di capitano a qualcun altro.

  20. tre anni di fallimenti, la luce fuori dal tunnel è molto lontana

  21. L’Inter mi è piaciuta, secondo me abbiamo giocato alla pari della Roma, poi invece di spazzare via abbiamo fatto un assist e loro hanno fatto il 3 a 2 e li la partita è finita.

  22. voglio essere ottimista: ho visto una squadra spesso alta con la difesa, fare fuorigioco e pressing (ok, a folate…a volte male…) ma diamine, almeno abbiamo giocato a calcio ! con tutti i limiti…ma ci abbiamo provato e mi son quasi divertito. Ranocchia NON puo’ essere capitano e titolare dell’Internazionale. Spero e credo che appena Vidic si rimette, torni in panca e poi venga ceduto, non e’ davvero all’altezza

  23. “Only the brave happen to arrive where the angels can’t tread” (Alexander Pope)
    Datemi del matto ma a me, ieri, la squadra è piaciuta. Non parlo della qualità. Quella, se ci fosse stata, non avrebbe portato ad un cambio tecnico a stagione in corso! Parlo del coraggio di volersi giocare la partita sino all’ultimo, non arrendendosi all’evidente inferiorità. In tal senso, l’urlo liberatorio degli avversari, al termine dell’incontro, ci rende ampio merito. In fondo siamo sempre l’Inter!!! AMALA!

  24. Al di là del risultato e del fatto che giocavamo con tre uomini nulli (Palacio, M’Vila e Guarin), quanto poco ci è voluto a fare in modo che questa squadra di esodati tirasse fuori l’orgoglio? Voglio dire, se Ranocchia difende come Sorondo nessuno può farci nulla, ma quando mai sotto la gestione Mazzarri si è vista una squadra che rimane sempre in partita nonostante l’abisso tecnico e, citiamolo, un arbitraggio che si rende sempre ostile? Spiace per la classifica imbarazzante, ma la fiducia c’è.

  25. Il vero problema che evidenzia l’attuale classifica è che si sono buttati punti con avversari più che abbordabili come Cagliari, Parma e Verona e non credo proprio che l’organico dell’Inter sia inferiore a queste squadre, altrimenti dovremmo dire che si tratta di una squadra da retrocessione e il vero obiettivo è il quart’ultimo posto…
    I ragionamenti su un organico non all’altezza ci stanno quando si affrontano Roma, Juve, Napoli, Fiore, etc., non quando si gioca col resto delle partecipanti.

    • Ogni partita fa storia a sé. L’Inter di Simoni ha perso contro Bari e Bologna, quella di Mourinho contro Atalanta e Cagliari, la Juventus di Conte è stata sconfitta in casa dalla Sampdoria, ecc… Estrapolare una gara dal suo contesto non ha senso, e fa sì che si traggano conclusioni sbagliate. Come quelle sull’Inter di Mazzarri, appunto.

      • Si, ma un conto è perdere due partite, un altro è perderne 10 a stagione
        GLR

        • E un conto è avere in rosa Ronaldo, Bergomi, Djorkaeff, Simeone, Moriero, Eto’o, J.Zanetti, Milito, Maicon, Materazzi, e chi più ne ha più metta.; un altro disporre di Juan Jesus, Kuzmanovic, Dodò, Medel, Campagnaro, Guarin, ecc… Chiunque vedesse ‘sti pelabrocchi giocare a torso nudo, senza maglietta, mai nella vita gli verrebbe in mente che possano essere calciatori professsionisti dell’Inter!

  26. purtroppo continuando a prendere gol in certi modi “stupidi” si finisce non soltanto con il non riuscire ad avere un minimo di continuità di risultati ma i punti persi inizieranno a diventare davvero tanti. Impensabile avvicinarsi a squadre come Juventus, Roma e probabilmente anche Napoli attualmente. Inoltre Mancini non può fare miracoli, è ovvio.

  27. L’Inter aveva 48 ore di riposo in meno (non sono solo i Valeri che falsano il campionato) e a me è piaciuta: difesa alta, mentalità da squadra di rango. Se proprio non si vuol giocare col vecchio modulo fino a gennaio, ammesso che l’Inter faccia o possa fare mercato seriamente, con la rosa attuale, il 4-3-3 è un azzardo e il 4-2-3-1 è l’unica alternativa credibile. Il Mancio ci ha provato ma il Guaro, Hugo, JJ e Palacio hanno straperso i duelli individuali con Totti, Gervinho, Manolas, Pjanic…

  28. per rivedere un’Inter guardabile si dovrà attendere ancora, 1 anno e mezzo di WM non si cancella dall’oggi al domani, però almeno siamo stati in partita e ce la siamo giocata con i nostri mezzi. Non siamo al livello della Roma e lo sapevano già…diamo tempo al Mancio di sistemare la baracca.

  29. Detto fra noi abbiamo giocatori scarsi, soprattutto in difesa. è questo il vero nocciolo della questione. é inutile girarci attorno. Dodo non si sa a che gioco gioca, Ranocchia è senza palle, inconsistente, e, cosa orribile per un difensore, ha il piedino dolce. JJ è buono solo a fare proclami ma è davvero scarso. Medel è più forte di Gargano? Guarin lasciamolo perdere, ha un “non gioco” tutto suo personale, non c’entra col calcio. Il migliore è Kuz il che è tutto dire. Sono stato troppo severo?

  30. Io guardo il bicchiere mezzo pieno, due gol all’Olimpico (a ieri imbattuto) e tre occasioni potenziali da gol (Kuzmanovic, Osvaldo e Medel). Comprendo le difficoltà del Mancio, l’Inter è una squadra formata da difensori centrali e terzini. Amala!!!

  31. Perdere contro la Roma, in questi anni (sigh!) non deve scandalizzare nessuno. Mancano i punti persi contro le squadre materasso di tutti o quasi. I numerosi giocatori imbarazzanti che vediamo indossare, del tutto indegnamente, la maglia dell’Inter, non li ha chiesti Mancini. Però, sapeva anche chi avrebbe trovato da allenare e mettere in campo. Meglio smetterla con frasi da commentatori della domenica sera: “Non è la squadra di Roberto Mancini”! Mio nonno direbbe:”L’è quèla del pret, alura”?

  32. Ormai e’ certo, Ranocchia e JJ non sono da Inter. Sempre in affanno, non sanno temporeggiare ed escono allo scoperto scriteriatamente e con puntualita’ svizzera. Ormai segnare all’Inter dovrebbe valere mezzo gol, e’ troppo facile! Poi il solito Kovacic che fa il compitino

  33. a me la squadra non è per nulla dispiaciuta. Purtroppo abbiamo molti giocatori mediocri, JJ e Ranocchia sono da oratorio mentre M’Vila e Guarin da museo delle cere. Detto questo vedo un altro spirito e a tratti una parvenza di gioco, cosa che con WM non ho mai visto. Le prossime tre partite ci diranno se Mancini riuscirà a far rinascere questa squadra, il calendario è più alla portata. La squadra è scarsa ma ho fiducia nel Mister, inoltre credo che con lui qualcosa a gennaio verrà fatto.

  34. Non capisco la critica, il risultato non può essere l’unico metro di giudizio. L’inter ieri ha giocato di gran lunga molto meglio rispetto a giovedì. Rimango basito ripensando alla prestazione di Guarin, a dir poco irritante. Purtroppo cambiano gli allenatori ma l’intelligenza tattica di questo giocatore rimane sempre prossima allo zero. La partita con l’Udinese sarà un banco di prova per capire cosa faremo da “grandi”, speriamo bene.

  35. Non oso immaginare in quanti ti avranno già scritto che rivogliono Mazzarri

  36. il dato positivo secondo me e’ che la squadra ha fatto una buona gara, con Mazzarri le prestazioni erano sconcertanti. Il dato allarmante e’ che commentiamo una sconfitta come fossimo il Cagliari: buona gara, sotto il piano del gioco non siamo stati inferiori…solo che siamo l’Inter. Imbarazzanti i nostri centrali, Gervinho e l’autore del secondo gol li hanno scherzati passandoci in mezzo e girandogli intorno come facevo io all’oratorio.

  37. E’ andata meglio del previsto perché siamo stati in partita per un’ora, poi è emerso il divario tecnico tra le 2 squadre. Il centrocampo ha corso poco e male e non ha alzato il pressing. Medel è il riassunto di un reparto che fa a cazzotti con la tecnica e la tattica. Di conseguenza la difesa si è dimostrata vulnerabilissima. L’Inter ha faticato in estate nell’acquistare Medel e M’Vila, con pratiche in altomare e negoziazioni da KGB. Poi li vedi all’opera. Son soddisfazioni.

  38. Per tanti la partita è sembrata positiva solo perché siamo abituati alla pochezza degli ultimi tempi, abbiamo preso 4 pere cosa c’è di positivo? forse solo Kovacic che finalmente ha saltato l’uomo e ha tirato (una volta eh? non sprechiamoci), in compenso Guarin, che prima tirava sempre da ovunque, adesso non lo fa più, azzerando una delle sue doti…Il migliore del centrocampo è Kuzmanovic, quindi nient’altro da aggiungere.

  39. Siamo riusciti nell’impresa di fare due gol all’Olimpico, alla Roma.
    Ma sventuratamente abbiamo in squadra, oltre a una difesa da codice penale, un certo Guarin che gioca solo per cercare di irridere l’avversario con tocchi di “classe” e regolarmente perde palla, come nell’azione del 3°gol (c’era fallo, ma se la dà via prima…), oppure provoca falli da rigore (Dnipro) o da punizioni dal limite (Pianic).
    Non ce la faccio più a vederlo giocare.
    E poi gli inutili M’Vila e Kovacic!
    Povero Mancio!

  40. Maurizio Ibiza // 1 dicembre 2014 a 12:16 // Rispondi

    A me ieri sera l’Inter non è dispiaciuta affatto, anzi. Siamo rimasti in partita fino alla fine. Ovvio, rimangono ben evidenti tutti i limiti tecnici di questa rosa, e solo un pazzo potrebbe pensare che un nuovo tecnico in 2 settimane di lavoro possa rivoluzionare una squadra tatticamente, però l’approccio alla partita, la grinta, e la voglia di provarci, sono cambiati radicalmente rispetto al periodo del piangina, e questo a mio avviso è il primo e più importante step per una rinascita.

  41. Quest’inter è riuscita a far due goal e stare in partita per 65 min con la Roma, non male davvero. Con il ritorno di Vidic e D’Ambrosio e con una settimana di lavoro mi aspetto miglioramenti, la fase difensiva rimane sempre un problema, valuterei lo spostamento di Medel centrale difensivo visto che ci manca un difensore veloce (anzi non lento), con M’Vila davanti alla difesa…spero che la reazioni di Rabbia del francese sia sintomo di orgoglio e di rabbia per le prestazioni scarse, spero..

  42. Paolo Sabiu // 1 dicembre 2014 a 12:36 // Rispondi

    È ufficiale: l’Inter è senza difesa.
    Sinceramente non capisco che cosa sia successo a Ranocchia (merito del gol a parte) da quando è arrivato all’Inter. Me lo chiedo soprattutto perché al suo approdo in nerazzurro, nel gennaio ’11, si rivelò uno degli acquisti più azzeccati, levandoci spesso le castagne dal fuoco proprio in quei 5 mesi della stagione post Triplete. Ora, sarà perché non è più affiancato da gente come Samuel e Lucio, fatto sta che dà un continuamente totale senso di smarrimento.

    • Credo che la tua ultima frase sia illuminante, Paolo.
      Eppure c’era chi criticava Samuel e Lucio… Pilastri di una difesa bestiale, una delle più granitiche che io ricordi (e ho passato i 50), capaci di fermare quella che è stata la più forte squadra europea (e forse mondiale) di tutti i tempi, il Barça del 2010, facendo sembrare Messi & Co. una squadra normale mentre normale non lo era affatto.
      Quando giochi con gente del genere è un conto. Quando ne devi prendere il posto, tutto un altro…

      • Quelle rarissime partite in cui ranocchia ha giocato decentemente sono state quelle in cui di fianco aveva gente come Samuel, che probabilmente gli diceva cosa fare e dove andare… Al Bari aveva bonucci, che è brocco più di lui, ma crede di essere un campione… e così anche il ranocchio si faceva forza… Ma adesso lì di fianco c’è JJ , e si spaventano l’un l’altro mentre gli avversari segnano a grappoli! Altro che difesa a 3 o a 4…ce ne vorrebbe una a 3+4!!!

  43. Massimo Inter // 1 dicembre 2014 a 12:48 // Rispondi

    3 partite del Mancio e 3 volte Inter in svantaggio: ma reagisce e recupera. Non accadeva molto spesso, anzi, si continuava a peggiorare. Forse ci si dimentica in fretta delle partite oscene dell’ultimo anno e mezzo. La Roma a centrocampo è davvero forte e infatti è seconda. Fino al 60, l’Inter pareggiava a casa loro e non è da tutti. Guardare solo al risultato è miope:io intravedo la mano del Mancio. Vedo spirito, si attacca e sopratutto si tira in porta. Ci rifaremo e risaliremo. Abbiate fiducia.

  44. Con WM era ben raro leggere un commento positivo anche vincendo: ciò mi rende fortemente ottimista per il girone di ritorno, la squadra sta nascendo grazie al Mancio

  45. Qui si vaneggia ancora di terzo posto…Obiettivamente abbiamo una squadra di clamorosi gregari e stop. Mancini o non Mancini. Garcia ha parlato di ns reti occasionali? Direi che ha ragione da vendere, l’Inter ha mostrato pressappochismo in ogni minuto di quella gara. Cazzo, la vedo tristissima per il prosieguo del torneo.
    W inter

  46. Pur con errori individuali marchiani che hanno pregiudicato il risultato, l’Inter ha fatto una signora gara dal punto di vista dell’atteggiamento. È evidente che ci sono cose da sistemare ma il cambio di mentalità sta avvenendo eccome. La differenza sarà sempre più evidente

  47. l’unica cosa piacevole della serata è stato il tributo a Maicon da parte dei nostri tifosi e il gesto a fine partita dello stesso Maicon che è andato a ringraziare e salutare i tifosi nerazzuri. Per il resto io di positivo non ho visto nulla dell’Inter ma proprio nulla.

  48. Il “tenue pregio” di essersela giocata (ed è vero), in questo momento per l’Inter è tutto o quasi.
    Già dimenticata l’abulìa con la quale questa squadra affrontava le gare? Fino a 10 giorni fa eravamo disamorati persino a leggere com’era andata, non solo a guardarla. A quello, metà dei tifosi e io tra loro ormai aveva rinunciato…
    Hanno attaccato più ieri che in tutto il campionato! E sul finire del p.t. la Roma era alle corde. Vero, dietro va male. Ma magari con Vidic e se ET apre la borsa…

  49. La differenza tra le due squadre era evidente anche se qualche sprazzo decenti i nostri l’hanno mostrato. I due centrali di difesa sono imbarazzanti e anche la mediana dai piedi di marmo è roba da cuori forti. Guarin è sempre fuori dal gioco, perde palloni e sbaglia mille passaggi.
    Spiace solo che tutte le colpe le abbiano addebitate a Mazzarri. Senza 2-3 acquisti a Gennaio, con questi giocatori si fa durissima anche ottenere un posto in E.League

  50. perdere a Roma ci può stare, ma finalmente quella che scende in campo è una squadra che non demorde Certo si sarà da lavorare sicuramente tanto, ma questo è finalmente ” l’anno zero”. A dispetto tuo, non credo che questa squadra manchi di qualità: Handa, Hernanes, Kova, Osvaldo, Dodò lo stesso Guarin hanno qualità tecniche.
    In difesa ci sarà da fare degli aggiustamenti ma non credo che i nostri difensori siano meno capaci di quelli che attualmente ci guardano dall’alto. Fiducioso…

  51. Roger Juglai // 1 dicembre 2014 a 14:53 // Rispondi

    Certo, come tu dici correttamente, non basta Mancini per raddrizzare i piedi di Ranocchia e JJ, ma rispetto alle precedenti esibizioni, molti passi avanti sono stati fatti ed qualche domanda ha avuto risposta, Kuzamnovic e Medel sono due ottimi mediani di contenimento, non ho mai creduto che fossero dei cloni di Stankovic e Cambiasso, ma almano sono una buona diga, con un Pirlo che predica calcio, dietro o davanti a loro renderebbero al meglio, Abbiamo un buon attacco, diamo tempo a Mancini

  52. Ma perchè non ci siamo tenuti Cambiasso …

    • Perché dicevate fosse il ‘boss’ della mafia argentina! Rileggere commenti di qualche mese fa
      GLR

      • Spero che i geni che hanno cacciato cambiasso (immagino che wm sia uno di loro) piangano ogni sera autoflagellandosi come il frate de Il nome della Rosa!!!

        • c’era la mafia argentina, ricordi? E Cambiasso era troppo lento. Rileggiti i commenti di qualche mese fa. Per quello che io diffido delle opinioni dei tifosi che cambiano idea ancora più in fretta degli addetti ai lavori
          GLR

  53. Spero tanto (ma io ci credo) che tutti quelli che non fanno altro che propagare negatività su giocatori, allenatori, società vengano smentiti al più presto. Sempre tutto male. E questo non è capace (adesso, tutto il mondo interista è concentrato su Ranocchia, giocatore fortemente voluto da Conte alla Juventus e in nazionale e Mancini al Gala), e Mancini vale Mazzarri, e Moratti è un incapace e Thohir è peggio. Ecco perchè ho smesso di andare allo stadio. C’era gente che fischiava Bobo Vieri! JB

  54. Andrea Matteo Amato // 1 dicembre 2014 a 15:51 // Rispondi

    Ricordate con quali Inter affrontavamo squadre ben più forti delle nostre? Angelo Orlando contro Desailly, Orlandini contro Maldini, Fresi a cercare di fermare il centrocampo di ferro della prima Juve di Lippi. Eppure ci si convinceva che ce la si potesse fare. Beh, ora questo è venuto a mancare e si va incontro al nostro destino senza convinzione (noi tifosi per primi). Con Mancini però qualche scintilla si comincia a vedere. Prendiamo la sua espulsione come un segnale di risveglio. Forza Inter

    • E’ vero, e a volte si vinceva pure. Io ricordo che anche nei nostri anni di grazia, qualche derby l’abbiamo perso, juve e roma hanno vinto spesso a milano e a napoli era sempre 1 fisso. Adesso mi sembra che contro queste “corazzate” se va bene perdi facendo bella figura…

  55. Giustamente, come se fosse precampionato, Mancini fa esperimenti dal punto di vista tattico, da possibilità ai giocatori meno utilizzati, lascia in panchina (diversamente dall’aziendalista Mazzarri) i giovani “RACCOMANDATI” dalla società che non sono assolutamente pronti!
    Insomma proprio nel momento più delicato della stagione, prima di partite importanti, si è scelto di ripartire tutto DA CAPO, d’iniziare un NUOVO PROGETTO che richiede altri ANNI di PAZIENZA.
    Scusate ma inizio ad essere stanco!

  56. Credo che ieri sera tutti i limiti della squadra siano stati ben evidenziati.
    Come ha ripetuto Lei più volte, a qualcuno manca proprio l’intelligenza calcistica.
    E’ cambiato soltanto l’atteggiamento. Che si remasse contro il precedente tecnico -in qualsivoglia maniera- è vergognoso per dei signori professionisti. Speriamo Mancini riesca ad estorcere qualche acquisto per la causa.
    Per fortuna non partecipiamo alla UCL altrimenti sai che risate per gli avversari.

  57. Finché giocheranno Ranocchia e Juan Jesus insieme, almeno 2 gol a partita li devi mettere in conto: troppo statici, troppo lenti (specie il nostro pseudo-capitano), sempre fuori posizione, piedi a forma di mattone forato, ma soprattutto troppo ingenui. Ieri sera ad ogni uno-contro-uno venivano sistematicamente saltati dai giocatori della Roma, più piccoli ma molto più rapidi e più tecnici (emblematico il gol di Holebas, che pareva Maradona). L’unica maniera di uscirne è acquistare gente buona.

  58. Vedo una differenza con l’inter di Mazzarri: Mentalita’, combattivita’, calcio piu’ verticale e 0 scuse a fine partita. Eppure pioveva, hanno giocato 3 giorni prima e l’arbitro e’ stato un po’ cosi in un paio di occasioni… io sono ottimista, non dico per il terzo posto, ma almeno per recuperare dignita’ e per giocarsela fino alla fine. 3 partite su 3 iniziate in svantaggio ma giocate fino alla fine…Poi gli scarsi ci sono ma non tutti secondo me. Alcuni sono infortunati

  59. Sinceramente ho visto un’Inter che se l’è giocata, Ranocchia era condizionato dall’ammonizione ricevuta precocemente. Eppure ho un dubbio: ho sentito GLR dire più volte che Ranocchia è molto apprezzato nell’ambiente, ad esempio da Conte che lo voleva alla Juventus. Mi chiedo cosa fumano questi “addetti ai lavori”…

  60. Intanto la classifica si fa imbarazzante come certi nostri interpreti, sempre i soliti di cui è anche superfluo stare a ribadire ogni volta i nomi.

  61. Andrea Matteo Amato // 1 dicembre 2014 a 17:26 // Rispondi

    Con quali Inter affrontavamo squadre ben più forti delle nostre? Angelo Orlando contro Desailly, Orlandini contro Maldini, Fresi a cercare di fermare il centrocampo di ferro della prima Juve di Lippi. Eppure tutti convinti che ce la si potesse fare. Beh, ora questo è venuto a mancare e si va incontro al nostro destino senza convinzione (noi tifosi per primi). Con Mancini però qualche scintilla si comincia a vedere. Prendo la sua espulsione come un risveglio dal lungo letargo. Forza Inter Sempre

  62. Fabio Primo // 1 dicembre 2014 a 19:31 // Rispondi

    Con Mazzarri o Mancini in campo ci sono dei giocatorini, Guarin è sempre lui, Dodò in difesa pure, Palacio è ancora sbiadito, M’vila non va …Ci vorrebbe un vero Mago, che trasforma i mezzi giocatori in cavalli di razza. A proposito, visto Nainggolan ieri sera?

  63. Tre partite indecenti….mi sa che l effetto mancini è già finito.

    • Veramente di indecenti ci sono stati solo i primi tre gol presi con la Roma. Pareggiare un derby al debutto (con una squadra allo sbando) non lo definirei indecente. Poi, prima di parlare di ‘effetto Mancini’ lasciamo passare almeno tre mesi, che dici?

  64. Fa bene il mancio a schierare un centrocampo di contenimento per rubare palla e ripartire subito con lanci sugli attaccanti. Continui così cercando di sistemare la difesa. Palacio è al capolinea, meglio icardi con Osvaldo. Guarin hernanes e kovacic hanno buone qualità fisiche e tecniche, il mancio dovrà insegnargli a stare in campo. Mvila medel e kuz serviranno, i difensori da licenziare tutti

  65. Non voglio ripetermi e dire che il problema non è l’allenatore, ma è la squadra che è scarsa. Solo quelli con le fette di salame sugli occhi, e poco svegli, erano convinti che con l’esonero di Mazzarri e l’arrivo di Mancini, con tanto di “entusiasmo”, l’inter faceva faville…Una cosa però va detta:tre degli ultimi allenatori esonerati dall’Inter, cioè Gasperini, Benitez, Stramaccioni sono tutti davanti in classifica e nelle zone alte. Questa è una cosa che deve far riflettere molti interisti.

    • Si, però magari rifletti tu su quello che scrivi. Nessuno si aspettava faville, proprio perché la squadra è scarsa. Ci si aspettava una certa reazione e una nuova filosofia di gioco, che non si può certo vedere compiutamente in due partite come quelle con Milan e Roma, che non sono propriamente le ultime due in classifica. In ogni caso, qualcosina in più nello spirito di reazione mi pare siamo tutti concordi nel dire si sia visto. Inoltre, Benitez sarà probabilmente davanti fino alla fine, visto che ha una squadra complessivamente più affidabile, Gasperini e Stramaccioni, con la sua Udinese di fatto nulla a San Siro, probabilmente alla fine saranno dietro.
      GLR

      • Caro GLR, poiché da buon giornalista fai “cronaca”, descrivendo il presente, e poiché la maggior parte delle volte le obiezioni del tipo “aspetta e vedrai” cascano miseramente alla prova del tempo, forse occorre accettare il rilievo di Cris. Per quanto mi riguarda, dopotutto, l’ho pensato anche io.
        Ipotizzare che tutti i tecnici citati siano dei gran somari e solo le terga li tengano a galla, quando fanno bene, è un piccolo insulto al buon senso.

        • Non è mai ‘aspetta e vedrai’. Casomai ‘aspettiamo di vedere cosa succede’ perché francamente con il primo caso nella storia di proprietà estera è difficile fare i maghi su certi massimi sistemi. Qualcuno sapeva che Bolingbroke aveva già allertato l’Uefa il 7 novembre scorso ricevendone il ‘via libera’ circa l’esborso straordinario per il cambio di panchina? Nessuno e tutti gli addetti ai lavori l’hanno scoperto ascoltando l’esposizione in inglese di Bolingbroke all’ultimo CdA.
          GLR

  66. La cosa positiva e’ che per lo meno Mancini si fa esppellere, e anche M’Vila che prende a pugni la panchina puo’ essere un buon segno, mi da la sensazione che un po’ di grinta e mordente siano arrivati, spero che arrivino anche i risultati

  67. Giacomo Seneca // 1 dicembre 2014 a 23:53 // Rispondi

    A commento si potrebbero prendere le parole di Galileo: “eppur si muove”. Qualcosa effettivamente è cambiato a livello di ordine tattico. Vero anche che Cholebas ha fatto letteralmente quello che voleva. Sul primo gol di Pjanic la palla è rimasta li a Totti e non erano necessari piedi fatati per spazzare come si doveva. Sul primo gol poi manca una banale marcatura su una sovrapposizione. Tuttavia non ho visto, come te, tutta questa differenza rispetto alla Roma, per me fino ai cambi era aperta.

  68. Alcuni dicono che le colpe non erano tutte di Mazzarri, per poi sottolineano il fatto di come l’Inter sia stata costruita male, ma che con Mancini sta provando a cambiare mentalità, giocando un calcio più offensivo, con un nuovo modulo, nonchè della scarsa condizione fisica in cui versa.
    Allora io mi chiedo. Chi era soddisfatto del mercato? chi ha dato a questi giocatori una mentalità difensiva? chi faceva giocare l’Inter solo di ripartenza? chi li allenava? Chi Gnl.

    • Perché nel calcio, come nella vita, torti e ragioni non stanno mai da una parte sola, così come gli errori che si commettono. Sulla carta quest’Inter sembrava migliore di come finora si è vista in campo.
      GLR

  69. tutti speriamo nel potere taumaturgico del “nostro Mancio”. E’ ancora presto per giudicare, la qualità dei giocatori è quella che sappiamo (non abbiamo “gli uomini che fecero l’Impresa”) però io intravedo dei segnali positivi: un maggior vigore (anche mentale), una ricerca della verticalizzazione, l’impegno. Molti sono i particolari da mettere a punto ma io ho molta fiducia in Mancini…Quanto ai soliti lamentosi, vedrai, tra poco compariranno i ” via Mancini, cacciatelo!”…

  70. Vado un po’ controcorrente.
    Meglio non aver vinto il derby e contro la Roma perchè conoscendo bene l’ambiente Inter questo avrebbe portato a sottovalutare i reali problemi della squadra.
    Io sono soddisfatto, in entrambe le partite si è capito che Mazzarri era solo una parte del problema (approccio alla partita e mancanza di reazione) mentre gli altri sono tecnici.
    Con Mancini ho già visto il cambio di atteggiamento, si cerca di giocare a calcio e di vincere, i limiti tecnici sono roba del mercato

  71. Ieri sera ho visto una bella Sampdoria con, a centrocampo,Obiang, Palombo (sì lui), Rizzo e Soriano.
    Io confido che un sano e recuperato Hernanes affiancato ad un corridore-rubapalloni come Medel ed un trequartista/mezzala come Kovacic sia una buona base di partenza per un centrocampo decente al quale aggiungere un eventuale quarto elemento.
    Nella mia sfera di cristallo vedo un esterno d’attacco e Mbaye in formazione.

  72. claudioeffedeejay // 2 dicembre 2014 a 14:15 // Rispondi

    Di fenomeni in rosa non c’è ne sono, ok. Ma uno lento, inadatto, incapace nell’uno contro uno come mai mi sia capitato di vedere nemmeno in prima categoria come Ranocchia io non l’ho mai visto. Se facciamo la somma dei gol presi per colpa sua, da quando é all’Inter, secondo me la cifra é già da record per tutti i difensori nella storia dell’Inter; e questo é ancora giovane:, può raggiungere vette negative irraggiungibili per secoli. E hanno avuto anche il coraggio di farlo capitano.

  73. Diamo tempo al Mancio e anche gli scarsi diventeranno discreti.
    Io trovo tuttora scandaloso comportamento di WM con i NS eroi come Zanetti e Cambiasso….sarebbero titolari pure oggi e forse sarebbero stati di aiuto nel gruppo.
    Li e’ mancata lo società che purtroppo era in procinto di cambio proprietà.

  74. Mazzarrissimo // 2 dicembre 2014 a 23:17 // Rispondi

    Se mvila non riesce a esplodere nemmeno con mancini che ama tantissimo i giocatori fisici..penso che sia un bel pacco di ausilio

  75. Ma Juan Jesus quando ha la palla, deve sempre complicarsi la vita per poi immancabilmente darla agli avversari? E lo stesso fa Ranocchia. Ma possibile che neanche in serie B si vedono giocatori che vanno in panico se pressati. Questo è uno dei problemi piu’ grossi che ha l’Inter, perchè moltissime azioni pericolose o da gol, nascono da disimpegni disastrosi dei nostri difensori.

  76. La tristezza nel sentire un nostro dirigente dire: se arriva una grande non possiamo impedire ai ragazzi di andare…
    ABC del dirigente, soprattutto dell’Inter, sta nel proclamarsi grandi perché a dispetto del momento NOI una grande lo siamo e lo saremo per sempre e poi i calciatori sono tutti almeno a parole incedibili… Solo il dire accontenteremo il ragazzo abbassa il prezzo!
    Come si dice in gergo!!! Ti stai già tirando giù le Mutande!
    Un dirigente Inter non può parlare come qll del Chievo!

Lascia una risposta

Le 4 regole del commentario:
1. Siate educati: i commenti ad personam saranno ignorati
2. Scrivete in italiano, il congiuntivo non è una malattia degli occhi!
3. Non è una chat: se volete conversare tra voi, io che ci sto a fare?
4. La lunghezza del commento non può superare i 500 caratteri (spazi compresi)
Viva l’Inter!


*

 caratteri disponibili