12C: Milan-Inter 1-1

MARCATORE: Menez (M) al 23′ p.t.; Obi (I) al 16′ s.t.
MILAN (4-2-3-1): Diego Lopez; Rami, Mexes, Zapata, De Sciglio; Essien, Muntari (dal 30’ s.t. Poli); Bonaventura, Menez, El Shaarawy; Torres (dal 28’ s.t. Honda) (Agazzi, Abbiati, Saponara, Pazzini, Albertazzi, Montolivo, Niang, Van Ginkel, Armero, Zaccardo). All.Inzaghi.
INTER (4-3-3): Handanovic; Nagatomo, Ranocchia, Juan Jesus, Dodò; Guarin, Kuzmanovic, Obi (dal 28’ s.t. Hernanes); Palacio, Icardi (dal 44’ s.t. Osvaldo), Kovacic (dal 49’ s.t. M’Vila) (Carrizo, Berni, Andreolli, Campagnaro, Vidic, D’Ambrosio, Khrin, Donkor, Bonazzoli). All.Mancini.
ARBITRO: Guida di Torre Annunziata
NOTE: spettatori 79173, incasso 3.324.594,44 euro. Ammoniti: Mexes, Obi, Bonaventura, Juan Jesus per gioco scorretto. Recuperi: 1’ p.t.; 4’ s.t.

Derbaccio a tratti di una mediocrità disarmante, questo 213° ufficiale. Mediocrità di qui e di là del Naviglio. Mettendo insieme i punti di cugini di città e cugini di campagna ora sono addirittura 35! Meglio non guardare quanti ne hanno le genovesi e le romane, perché c’è da piangere. D’altronde, tre anni fa nell’Inter gente coi piedi di Ranocchia e di Juan Jesus non ci avrebbe giocato. E nel Milan tre anni fa Torres ed Essien mica giocavano in Italia. Tornando a noi, sempre poco mobile Icardi che si è mangiato due gol da asino, mentre Kovacic, atteso all’ennesima prova di maturità, non è mai pervenuto sul tabellino. Ma qui si sa che è sempre colpa del ruolo e dell’allenatore, mai del talentuoso Mateo. Eppure non tira in porta manco per sbaglio. Ovvio che vada aspettato, perché nella bulloneria generale è uno dei pochi a sapere almeno cosa facciano i suoi piedi. Insomma pareggio mediocre e giusto, al di là del bel piatto vincente di Menez per il vantaggio rossonero, che ha ricordato quello di Beccalossi in un derby nerazzurro del 1979. Al pareggio interista invece ha provveduto Joel Chukwuma Obi, uno dei tanti peònes in campo, che fino a quel momento aveva sbagliato parecchio, oltre a favorire con un passaggio sbagliato la ripartenza rossonera vincente. L’Inter ha comunque provato a fare la partita, come non accadeva da troppo tempo. Già per questo si è capito che Mazzarri era diventato effettivamente un problema, certamente non l’unico. Già non essersi ripiegati su se stessi dopo aver subito il vantaggio milanista, di questi tempi, è una notizia! Per il resto è stato un festival di errori: oltre al già menzionato Icardi,  El Shaarawy, che solo davanti a Handanovic ha colpito la traversa, imitato pochi minuti dopo dallo stesso Icardi in mezza girata.
Stando alla media delle pagelle, migliore in campo tra i rossoneri il portiere Diego Lopez e questo vorrà dire qualcosa. Migliore tra i nerazzurri parrebbe Nagatomo, ma entrambi hanno qualche peso sulla coscienza. Sul sinistro non irresistibile di Obi il portiere del Milan è andato giù con la velocità di un anziano in fisioterapia, mentre il nippo si è perso El Shaarawy nel momento topico dell’assist vincente a Menez.
Peggiore in campo l’arbitro Guida, avaro di cartellini su Mexes che in avvio ha trascinato Icardi a terra, era punizione dal limite anche per chi ci vede poco, su Palacio di lì a poco e soprattutto su Muntari, libero di spaccare un labbro a Dodò, senza alcuna conseguenza ‘penale’. Da internazionale, Guida si è atteggiato pure a tale, con risultati mediocri, come la partita. Il pareggio ovviamente non ha esaltato nessuno, ma Inzaghi sui suoi ci sta lavorando da tempo, mentre Mancini non li ha ancora visti tutti insieme e per lui il primo responso dev’essere obbigatoriamente posticipato di alcune partite. In classifica Milan è rimasto a quattro punti dal terzo posto, l’Inter a cinque. Ma la stagione è lunga. Quando non si è contenti, si dice sempre così.

Highlights
8’ Muntari sbaglia, Icardi s’invola ma Diego Lopez lo ferma.
11’ Guarin da fuori area, Diego Lopez blocca
23’ 1-0 El Shaarawy crossa in mezzo per Menez che al volo di piatto batte Handanovic
53’ Diagonale di Bonaventura messo in angolo da Ranocchia
55’ Flipper in area rossonera con tiro conclusivo di Icardi altissimo
75’ El Shaarawy fugge in contropiede ma conlude sulla traversa
79’ Cross di Guarin e girata di Icardi sulla traversa
94’ Rami per Poli e tiro a lato

 

89 Commenti su 12C: Milan-Inter 1-1

  1. Per Moratti, i pareggi del Mancio valgono il doppio.. …

  2. Un punto va bene, e’ giusto – nel momento attuale una sconfitta sarebbe stata tragica –
    MI limiterò ad un medley di dichiarazioni del Geometra Galliani:
    1- Berlusconi sarà soddisfatto, ha visto il bicchiere mezzo pieno
    (Chi si contenta gode, ma prende comunque un solo punto)
    2- Se vincevamo saremmo stati a 2 punti dal 3° posto
    (Monsieur de La Palisse)
    3- Ho negli occhi la traversa di Elsha e il tiro di Poli
    (Io l’occasione di Icardi e la sua traversa)
    Il geometra, un grande! W L’INTER

  3. Pasquale Somenzi // 24 novembre 2014 a 05:10 // Rispondi

    Nella storia della serie A sono stati pochi i derby disputati alla dodicesima
    giornata e non è mai arrivata una vittoria. Ecco il dettaglio dei precedenti
    in ordine cronologico inverso:
    campionato 2010/11 sconfitta Inter 0-1
    campionato 1991/92 pareggio 1-1
    campionato 1989/90 sconfitta Inter 0-3
    campionato 1987/88 sconfitta Inter 0-1
    campionato 1985/86 pareggio 2-2
    campionato 1939/40 sconfitta Inter 0-3
    Inoltre da quando il campionato è tornato a 20 squadre, ossia dalla stagione
    2004/05 l’Inter non ha mai fatto 6 punti tra andata e ritorno contro la
    squadra incontrata alla dodicesima di calendario e questa tradizione negativa
    prosegue anche per questa stagione.
    Pasquale.

  4. Da quel poco che ho visto credo che ieri meritasse di vincere più l’inter, tuttavia, senza giocatori di qualità c’è solo noia: Una partita di calcio deve divertire, altrimenti meglio cambiare canale e vedersi una partita del campionato inglese, dove l’ultima in classifica gioca senza catenacci o tatticismi a viso aperto anche contro la prima. Non è un caso che all’estero si vedano molti goal, che ci si diverta

  5. Era comunque da tanto tempo che non vedevo parvenze di schemi, giocatori che corrono senza palla, che dettano il passaggio e che si propongono. E in più che non avevano paura di ricevere il pallone. Chiaro c’è ancor tanto da fare, con qualche miracolo annesso, ma un certo risveglio da una tristissima apatia lo si è ben visto, no?

  6. si inizia a vedere almeno un’idea di squadra, certo che con questi giocatori mediocri per il Mancio sarà un lavoraccio, sarebbe già un buon risultato confermare l’Europa League dello scorso anno, per la Champions dovremo attendere giorni migliori e almeno 3 giocatori di livello superiore. L’unica consolazione è che il Milan è messo peggio di noi.

  7. Mancini dovrà avere il coraggio di lasciare in panca lo scandaloso Ranocchia a beneficio del pur migliorabile Vidic di questo inizio di campionato. Juan Jesus in confronto a Ranocchia perlomeno ha la velocità per recuperare gran parte dei disastri che combina. Su Kovacic stendo un velo pietoso, di questi “10” smidollati purtroppo nell’inter negli anni ne ho visti troppi (Scifo, Morfeo, Sforza, ecc…)

  8. Se Icardi non impara ad alzare la testa davanti al portiere si mangerà altri gol. Tra gli uni e gli altri non giocava nessuno quando le due erano grandi squadre. Al Mancio è atteso da un lavoro enorme e pure dalla cassa di ET, se vorrà davvero migliorare.

  9. Derby non entusiasmante, errori da entrambe le parti, il pari ci sta e anche la posizione in classifica. Mancini non può cambiare una squadra in pochi giorni, purtroppo x ora siamo alla sufficienza risicata. Mi aspettavo qualcosa di più.

  10. hai ragione, siamo tecnicamente scarsi, molti di loro (3 anni fa) non avrebbero visto nemmeno la panchina dell’Inter

  11. Le due occasioni fallite – una per parte – con uomo solo davanti al portiere dicono male dei rispettivi attacchi e peggio delle rispettive difese. In compenso non vedevo l’Inter infilare 4 passaggi veloci di fila da… da… da. gio.

  12. ciao GLR, derby che conferma i desolanti limiti attuali delle due milanesi. Solo pochi anni fa nei derby schendevano in campo formazioni zeppe di campioni…che tristezza, ma questi sono i tempi! Da parte nostra ho visto troppi errori anche elementari negli appoggi e nel giro-palla.Sottotono i giocatori piu attesi a cominciare da Kovacic (veramente troppe palle perse inutilmente) e meglio i cosiddetti comprimari (vedi bel gol di Obi).
    Sarà dura per il Mancio far decollare un trattore…

  13. Derbaccio… Bel “conio”, GLR, complimenti: hai fotografato perfettamente la situazione.
    Perla di Menez, ma arriva tardi. 35 anni fa in ben altro derby, un certo Evaristo fece un gol identico nella stessa porta. :-)
    Mancini non poteva fare di più, mi meraviglia un po’ che uno della sua esperienza abbia fatto giocare Kovacic fuori ruolo. Peccato veniale, credo…Per il resto derbaccio, appunto. Con il Milan a fare da Croce Rossa al posto nostro.

  14. da Foggia-Pisa mi aspettavo un po’ di più. GL riusciamo a dare uno 0 a Kovacic? Si fosse limitato a fare 20 metri di scatto farsi dare il pallone e poi passarlo al compagno più vicino, possibilmente dietro a lui, sarei stato propenso ad un 2 invece dato che spesso non faceva nemmeno questo mi sposta sullo 0. Icardi? quando uno sbaglia un goal cosi va sostituito subito perché si farà condizionare per il resto della gara. Meglio rischiare di finire i cambi che giocare in 10.

  15. Sono in disaccordo con il tuo quasi schernire Obi, buon giocatore che già a 19 anni Benitez faceva giocare con regolarità, e in questi anni fermato da muscoli di seta. Io invece sono felice per lui, ha avuto tanta sfortuna in questi anni! Sono invece d’accordo che, per il piglio messo in campo, si è chiaramente dimostrato che Mazzarri era davvero un problema, sia per i giocatori che per l’ambiente. Amala, sempre!

  16. Confesso che mi ero un po’ illuso per il cambio di panca, pensavo ad un’Inter più divertente e vincente. Ingoiata la mezza delusione, non capisco questo: per tutta la settimana si è parlato solo di Kovacic come 10, dei consigli di Mancini preziosi per lui, di come deve stare più vicino alla porta e poi gioca sulla fascia: non pervenuto.

  17. Un tempo il derby della Madunina, in genere esempio di correttezza e civiltà non solo in campo, a livello europeo, se lo giocavano due squadre di calcio. Ieri sera il copione è stato recitato secondo gli attori sul palcoscenico: partita di benvenuto al nuovo parroco di zona S.Siro! Mancini è tecnicamente molto bravo e sa motivare i giocatori.

  18. La caratura della rosa rimane quella. Il Mancio ha bisogno di capire, inventare, decidere. A livello di calendario non poteva andargli peggio: Milan, poi Roma. Ci sarà da lavorare più che altro sui nervi, sulla motivazione, sull’autostima. Ma anche capire come ottimizzare investimenti del calibro di Kovacic, Hernanes e Guarin, che tutto vogliono ma nessuno se lo piglia. E forse, visto che serve un centrale che sappia lavorare bene il pallone, anche Vidic potrebbe tornare utile.

  19. Esattamente, caro GL, questi sono artigiani del pallone e alcuni, invero, di più che modesta levatura. Per quanto riguarda Kovacic, con i consigli di Bobby Mancini crescerà. Quanto a Icardi spero che a gennaio qualche società se lo prenda e possa finalmente scendere in campo Osvaldo, che vale 2 volte il rosarino. Il resto, tolto Handa Hernanes Palacio, è veramente poca cosa. Il Mancio ha lavoro a bizzeffe e come al solito speriamo in qualche risorsa finanziaria.
    Forza Inter

  20. almeno abbiamo tirato in porta!! squadre mediocri, tristezza un derby a milano con gente cosi. Pari giusto, errori da tutte le parti, se fossi un milanista pero’ sarei sconcertato: gli hanno segnato Minaudo, Schelotto e Obi!!! L’unica cosa di cui non mi capacito e su cui dovremmo recriminare e’ come abbia fatto l’arbitro a non vedere la trattenuta di Mexes su Icardi all’inizio. Andava espulso. Ma come si fa a non vedere una roba cosi??!!

  21. Ho visto Derby molto più brutti di questo anche se si ricorderanno i due goal “mangiati” da Icardi e El-Shaarawy. Abbiamo iniziato molto meglio ma alla prima azione abbiamo beccato il solito goal e poi si è spenta la luce fino al secondo tempo.
    3/4 giocatori non sono degni di questa maglia (Obi, Kuz, Dodò e Kovacic in quella posizione) comunque se segniamo subito come doveva succedere la vinciamo perchè loro sono scarsi (almeno mezza squadra) e se si sbilanciano non hanno una difesa all’altezza

  22. luigi - muggiò // 24 novembre 2014 a 09:43 // Rispondi

    come dici tu di certo non è stato un derby spettacolale ma visto dalla nostra parte, vedendo la stagione ed il ridimensionamento della rosa, direi che abbiamo giocato una partita dignitosa dando l’impressione di non arrenderci al gol avversario… poi ci vorrà un pò di tempo per assimilare le idee del Mancio…un buon viatico per Roma…. forza Inter!!

  23. In una serie A “camomillosa”, bisognerebbe salvare solo il soldato Zeman. Stringendo la vinaccia, di positivo c’è che il Mancio abbia “accorciato” la squadra che con Mazzarri raggiungeva lunghezze siffrediane, ma il baricentro è ancora distante dalla porta e il 4-3-1-2 annunciato, di fatto, si è trasformato in un 4-3-3 con Kovacic totalmente fuori posizione e con tutti gli automatismi della fascia sx interamente da rivedere. Con una squadra costruita solo per il 3-5-2 è utile cambiare in corsa?

  24. ancora non capisco come Ranocchia sia in serie A e giochi pure in nazionale. Sempre in affanno e con 2 piedi come quelli di Jesus, che almeno è più deciso e molto più incisivo. Se giochiamo con 3 attaccanti, Kovacic è meglio che va sulla mediana. Per il resto, c’è molto da fare e il 3° posto a mio avviso rimane una chimera con questo organico.

  25. Giacomo Seneca // 24 novembre 2014 a 10:25 // Rispondi

    Pareggio giusto sì, in 11 contro 11. Il problema è che questa partita era da giocarsi in 10, se non 9, contro 11. Alludo ovviamente a Muntari che nel Milan pare aver trovato la sua dimensione (impunità garantita ad vitam). Per il resto ho notato, mi sbaglierò, un centrocampo piuttosto ordinato rispetto al solito e un buon Kuzmanovic. Kovacic a tratti disarmante (checché ne dicano i fondamentalisti, un po’ me l’aspettavo).

  26. Mah, cosa dire? Premessa la scarsezza insindacabile della rosa, almeno si è visto un giropalla più rapido a tratti, una squadra che ha sofferto lo svantaggio, senza però sbracare e un Guarin con i soliti limiti, ma diligente. Restano i problemi di condizione per alcuni, tanti giocatori, e un Icardi, lo stesso che 2 settimane fa zittiva la curva, che a livello di manovra vale poco più del Torres visto ieri. In attesa di un gioco che lo esalti, non sarebbe male se si sbattesse un po’ di più.

  27. Nel primo tempo ho visto una buona Inter, con movimenti, recuperi e corse che erano tempo che non vedevo. Pessimo il Milan del PT, in gol (molto bello) alla prima occasione avuta. Ero convinto della rimonta e della vittoria finale, ma nel ST ha giocato meglio il Milan e noi in palla, quindi giusto così.
    Però la prima parte mi fa ben sperare, mi sembra che i giocatori si sentano con le spalle coperte da chi sa cosa fare, mentre Mazzarri si era completamente perso e l’Inter con lui.

  28. L’è tutto sbagliato l’è tutto da rifare, direbbe Bartali! Aggiungo che Mancini ha anche il torto di non essere riuscito a raddrizzare in 5 gg i piedi di Ranocchia e J.J. risuscitando i tanti LAZZARO che attualmente militano nell’Inter!!!
    A me in questo momento basta essere tornato a tifare INTER, e non è poco visto l’andazzo precedente!!!!

  29. inutile ribadire la mediocrità imperante in questo derby. Mi limito a una considerazione su Kovacic. Io di questa storia di aspettarlo sono un po’ stufo. Che non vuol dire mandarlo via, ma fargli fare un po’ di sana panchina. Va bene che è giovane, ma tira, caspita!! uno che ha le sue caratteristiche, perché la maggior parte delle volte va indietro anziché saltare l’uomo (o almeno provarci) e liberare il tiro? Non è che se non hai la minella sapida di Guarin allora non ci provi nemmeno.

  30. Menez ha imitato il Becca nel celebre derby della doppietta (seconda rete su passaggio di Muraro). Gli altri per nostra fortuna e sfortuna (vero Icardi?), hanno i piedi a banana. Di campioni a Milano se ne vedono sempre meno. Palacio per impegno è stato il migliore in campo, Kovacic fuori posizione, Guarin impalpabile. Hernanes? non pervenuto. Obi ti ringrazio. In ogni caso un pareggio, viste le premesse è tutto grasso che cola. Un saluto, Francesco.

    • Secondo me il passaggio a Beccalossi lo fece Pasinato.
      GLR

      • Grande GLR. Ottima memoria circa il Goal di Becca. calcio d’angolo di Pasinato. Credo che l’altro amico intendesse passaggio di Muraro sul secondo goal. Imitato Becca…vero…ma il nostro era più complicato. Nel campo di pozzanghere. Evaristo compie una torsione per calciare di destro e mette quasi all’incrocio di Albertosi
        Scusami ma ho adorato Becca da impazzire.
        Ciao e complimenti a GLR!

      • Avete ragione entrambi… 😉
        In quell’indimenticabile (avevo 18 anni… bei tempi! :-D) derby – prodromo dello scudetto – Muraro fece l’assist per l’1-0 e poi, sotto il diluvio universale (pare fosse stato avvistato Noè sugli spalti che cercava di entrare nell’Arca dal secondo anello) sopraggiunto di colpo Pasinato scodellò il pallone per un gol che secondo me rimane uno dei “Top Ten” della storia del calcio. Bello anche quello di Menez ma nel ’79 l’atmosfera era diversa, e anche questo conta.

  31. La cosa fondamentale era non perdere come buon viatico per il futuro soprattutto dopo essere passati in svantaggio. Perlomeno si è vista un minimo di logica, tranquillità, personalità e anche corsa. Certo c’è ancora molto da migliorare, ma persino la difesa a quattro ha ballato un po’ meno che in passato. Mancini deve riuscire a far capire a Guarin che quando prende palla deve alzare la testa! Contento per Obi dopo due anni di calvario: un gol nel nel derby non ha prezzo! In ombra Kovacic.

  32. Silvio da Torino // 24 novembre 2014 a 11:01 // Rispondi

    Il derby e’ stato deludente dal punto di vista tecnico causa notevole assenza di piedi buoni in entrambe le squadre. Come impegno, ribaltamenti di gioco ed agonismo non credo che ci possiamo lamentare. Abbiamo visto ben di peggio. L’Inter è gia’ migliorata un pochino. Mi è sembrata piu’ propositiva, più alla ricerca della profondità’ e più grintosa. Alla fin fine il terzo posto è a 6 punti e, a parte Juve e Roma, tutte le squadre hanno flessioni evidenti. Un punto a Roma sarebbe ottimo. A presto

  33. Concordo con l’analisi e anche per i tombini di Ranocchia e JJesus, anche se non ricordo coppie particolarmente dotate là dietro, compresi i Lucio e Samuel del triplete; l’ultimo buono fu Sinisa. Per il resto ci vuole il giusto tempo per memorizzare movimenti e schemi. Speriamo di reggere con la Roma e di vincere in coppa; ad oggi servono fiducia e convinzione.

    • Non erano dotati Samuel e Lucio??? A parte le carriere e quel che han vinto ovunque avevano un senso della posizione e dell’anticipo che qualsiasi difensore del calcio italiano di oggi non avrà mai.
      GLR

      • Mi sono spiegato male.
        Nulla da dire, ci mancherebbe, sulle loro doti, senso della posizione e relativi palmares; si parlava di piedi delicati per impostare la manovra; onestamente non ricordo che quelli di Lucio e Samuel fossero vellutati, tutto qui.
        Ad avercene ancora, con 10 anni in meno.

  34. Ranocchia e Jesus ancora più imbarazzanti nella difesa a 4. Kovacic si conferma il solito bluff, Guarin gioca per i fatti suoi come al solito, Icardi non ha ancora capito che sta facendo un lavoro dove è prevista la corsa, Palacio, Kuz, Dodò gli unici da 6 in pagella. Eravamo scarsi e siamo scarsi. Abbiamo cacciato, giustamente, chi ha comprato tutti questi top players. Mazzarri idem. Ci vuole pazienza. A Mancini non serve la bacchetta magica ma una 40ina di miracoli proveniente da Medjugorje.

  35. Che pena!! Se penso che chi si definisce “addetto ai lavori”, quindi gente che si arroga la capacita’ di valutare chi scende in campo, ripete alla nausea che Icardi e’ un prospetto molto interessante nel panorama calcistico italiano, mi chiedo come dovevano essere definiti i veri centravanti che in passato hanno vestito la casacca nerazzurra!! Continuo a ritenere Icardi un giocatore veramente mediocre non avvicinabile ad alcun grande centravanti degli ultimi trenta/quaranta anni!!

    • Che discorso! Quasi nulla del calcio italiano di oggi può essere avvicinabile ad alcunché negli ultimmi trenta, quarant’anni!
      GLR

      • Comunque Icardi e Kovacic son ragazzi, sopratutto il secondo ha cambiato ben 5 ruoli in un anno. Poveretto deve imparare i movimenti e spero che il Mancio sia il suo insegnante adatto. Anche col Mancio ha giocato fuori ruolo, lui è una mezzala offensiva. Detto questo, Guarin lo metterei esterno dove fà meno danni, Osvaldo lo farei giocare al posto di Icardi perchè si muove di più almeno per il momento.

  36. Il Mancio ha fatto un cambio drastico di gioco in una settimana, non mi aspettavo molto di più. Abbiamo provato a far partita con tutti i nostri limiti. Il Milan chiuso e ripartenze. Pari giusto e andiamo avanti. Almeno questo prova a giocare a calcio prendendosi dei rischi. Con WM il rimpallo finale finiva dentro

  37. difesa ridicola…Ranocchia e C. possono giocare solo in serie C… a Gennaio (come ha detto giustamente Mazzola) servono 2 campioni x la difesa 2 per il centrocampo ed uno in attacco altrimenti arriviamo a 50 punti dalla Juve!
    se Thohir non tira fuori i soldi è meglio che torni a casa x sempre.

    • Cavolo. Meno male che ce l’ ha detto Sandro. Non se n’era accorto nessuno. Thohir ha appena preso Mancini e deve andare a casa? Se te andassi a casa tu invece una volta per tutte?
      GLR

      • reginald hierre // 24 novembre 2014 a 16:18 // Rispondi

        Criticare Tohir adesso è pazzesco, ma il timore di bissare o peggiorare i 42 punti di distacco dalla prima dell’anno scorso c’è, e un po’ di fastidio lo da.

  38. A me é parso di vedere la solita Inter. Dopo un avvio promettente,la solita amnesia difensiva con conseguente gol avversario. Successivamente, una sterile supremazia territoriale fatta di tanti passaggi e poche verticalizzazioni fino al gol della domenica di Obi. Mancini avrà molto da lavorare ed è legittimo concedergli tempo.

  39. Roberto Scibetta // 24 novembre 2014 a 13:10 // Rispondi

    Difesa a TRE, Difesa a Quattro, Kuz a coprire, Medel a fare da interditore ….
    Se però dietro ti affidi ai piedi di Ranocchia e JJ, hai poco da fare l’allenatore sofisticato.
    Un’amica diceva: “UNA MUCCA NON PUO’ DIVENTARE UN CAVALLO DA CORSA”.
    Parole sante. R

  40. Beh, già il fatto di aver raddrizzato lo svantaggio contro i “Mai stati in C” è stata una gran cosa, di questi tempi! Se non altro, grazie all’arrivo del Mancio ho ricominciato a soffrire durante una gara di calcio, sensazione che non provavo più o meno da un anno…

  41. Osservate il movimento di ranocchia nel gol. E’ imbarazzante che questo giocatore giochi ancora nell’Inter dopo 3 anni di…. Mancio deve riciclare Campagnaro, Andreolli e Vidic in attesa di andare sul mercato. Centrocampo modesto tecnicamente ma con buona aggressività e squadra più alta. Guarin e Kovacic devono fare un cambio di passo e giocare diversamente. Il Mancio predilige la qualità sulle fasce e la sostanza nel mezzo. Benino i terzini, con questo schema rendono al meglio.

  42. PALERMO – INTER, INTER – CAGLIARI, FIORENTINA – INTER, PARMA – INTER, MILAN – INTER
    Qual’è la costante tra tutte queste partite? I nostri avversari hanno fatto gol al primo tiro in porta…
    Grande difesa.

  43. Alla fine un derby anche sufficientemente divertente, vista la pochezza degli interpreti dall’una e dall’altra parte.
    L’Inter non malissimo, anche se Kovacic, Guarin, J. Jesus, ma anche Ranocchia, mi pare esagerato che possano giocare in Serie A.
    Il Mancio avrà molto da lavorare, fossi in lui non saprei da dove cominciare, ma potrei consigliargli di iniziare dicendo a Dodò che al 40° cross alto sbagliato, potrebbe provare a crossare rasoterra, così per dare una botta di novità.
    Claudio – Parma

  44. I migliori del derby sono stati dei gregari…meglio di niente! vedo inoltre una certa somiglianza di kovacic con Dalmat…tutto fumo e niente arrosto!

  45. L’Inter avrà tanto da lavorare sul nuovo modulo,sui movimenti e sui giocatori da impiegare. Ma il Milan… La vera delusione del derby è proprio la squadra di Inzaghi. Passati in vantaggio potevano accelerare e sfruttare le nostre incertezze; invece si sono limitati a gestire l’1 a 0 fino alla traversa di El Shaarawi allo scadere. Non mi sembra che il bottino di Inzaghi nelle ultime 5 partite sia da rincorsa Champions. Seedorf riderà di gusto!

  46. Ragazzi ma… cosa sta succedendo a Kuzmanovic??? Non lo riconosco più! Sembra quasi un giocatore di calcio!!! Ed io che l’ho sempre scambiato per l’addetto al carrettino dei gelati di metà campo… Idolo!

    • Kuz è sempre bistrattato da tutti ma da qualche partita è uno dei più positivi.
      Il che potrebbe non essere una cosa positiva.

      • Come ho sempre pensato e ribadito, al livello odierno, uno che comunque il suo prova a farlo sempre ci sta eccome
        GLR

  47. Inutile pretendere che Mancini in pochi giorni trasformi la squadra, sarò’ fissato ma quello che per ora vedo è che è cambiata l’agenda allenamenti: basta riposi, hanno riposato abbastanza finora!
    Max

  48. Se questo è un derbaccio…ci siamo dimenticati il ritorno dello scorso anno, 90 minuti di nulla

  49. Il tanto criticato Kuz in fondo è quello che piu’ si salva. Meglio lui di altri, Kovacic su tutti ed anche Hernanes, troppo lento. Quanto a Obi, meno male che è entrato quel tiro al rallentatore, per il resto è una riserva anche in questa Inter. Pareggio giusto, si poteva anche perdere e sarebbe stato un vero dramma. Icardi non sa neanche cosa sia il dribbling per saltare l’uomo. Per ora accontentiamoci del pari e ringraziamo i cugini che giocano in dieci con Torres.

  50. A mio parere, l’ultimo derby serio è stato quello del 4-2 sul Milan due anni fa, quando avevi ancora Milito da una parte e Ibra dall’altra solo per citarne due. Dopo, solo derby di una mediocrità disarmante (per riprendere le tue parole). Errori da terza categoria, soprattutto nei reparti difensivi e squadre che le vedi che cercano di giocare al calcio ma sono limitate dal punto di vista tecnico, con giocatori evidentemente non degni di indossare quelle maglie. Io dico, povera Milano!

  51. GLR,la sua analisi della partita è altamente condivisibile,soprattutto perché finalmente qualcuno ha il coraggio di evidenziare una verità solare: i due centrali di ieri sono
    inadeguati a costituire una coppia centrale. Mi delude il fatto che Mancini giudichi Vidic peggiore dei due dioscuri del buco. A dir la verità il gioco mi è sembrato quello di sempre, purtroppo non è questione di allenatore, il tasso tecnico medio è basso, in compenso manca l’umiltà di lottare come le provinciali.

  52. D’accordo sulla tua analisi e sopratutto sull’arbitro di cui ha dimenticato l’episodio di Essien, a terra con i crampi a 5 minuti dalla fine. Anche i piccoli episodi possono fare la differenza. Guida peggiore in campo!
    Vorrei dire una cosa su Muntari! Ma dove crede di giocare questa persona. Ogni volta che gioca fa del male a qualcuno, ma come si fa a non espellerlo per un placcaggio del genere su Dodò. Ha allargato il braccio per colpirlo volontariamente, e non mi si venga a dire il contrario.

  53. Leggo (!) di qualcuno che vuole il Maurito a tutti i costi…
    Beh diamoglielo.
    W Inter

  54. La mentalità della squadra mi è piaciuta. Ha provato a fare gioco contro una squadra arroccata in contropiede. I miracoli d’altronde non li fa nessuno. Guarin mi è sembrato più ordinato del solito…Bene Palacio largo…Io credo che il Mancio abbia in mente il 4-2-3-1. Kovacic e il “Trenza” sono stati schierati così solo per affrontare gli esterni del Milan

  55. Ovvio che Mancini non è il mago merlino e il materiale umano è questo.
    Imperdonabile Icardi, inesistente Kovacic. Nettamente il migliore Kuz e non solo questa partita. Nonostante le assenze a centrocampo ancora fuori M’vila, possiamo già dire acquisto flop.

  56. luca frigerio // 24 novembre 2014 a 20:23 // Rispondi

    Inter 2- milan 0. Il primo gol del becca fu su assist di pasinato come dici tu, il secondo, come dice il lettore, su asssist di muraro.

  57. Poca cosa, nessun commento.

  58. Ritengo questa squadra attrezzata per il 3-4° posto e la classifica ancora ci permette di sperarlo ma sinceramente le nostre prestazioni lasciano parecchi dubbi in proposito! Ciò che manca al di là delle qualità individuali è una maggiore CONVINZIONE come SQUADRA. Spero che Mancini faccia il MIRACOLO ma avrà bisogno di TEMPO per capire per esempio che Jesus-Ranocchia centrali sono un disastro, che Dodò terzino sinistro non può giocare o che Guarin è troppo discontinuo per essere affidabile.

  59. D’accordo con te sul “derbaccio”, ma al momento non si può pretendere tanto di più, permetti una considerazione che è anche una domanda a chi come te a seguito l’Inter negli ultimi 25 anni, premesse le differenze di moduli, ruoli, situazioni e anche qualche anno di età anagrafica di differenza …ma Kovacic non ti ricorda Bergkamp? grandi aspettative e in campo timidi, poca iniziativa, spaesati…in più non capisco come un 20enne atleta professionista dopo 70 minuti non ne abbia più…

    • Ma scherziamo? Per favore, evitiamo di bestemmiare. Bergkamp ha fatto una carriera che al momento Kovacic non ha neppure cominciato. Mi ricordo alcuni gol, sopratutto in Uefa, col Rapid Bucarest e col Norvich in particolare che Mateo non sembra avere nelle sue corde. Vatteli a rivedere. Bergkamp aveva una castagna da ogni posizione che Kovacic, ahimé, non ha. Al momento mi ricorda più Dalmat.
      GLR

      • Dalmat pure aveva un bel tiro però, ricordo il goal contro la lazio da fuori area, aveva una bella potenza…Bergkamp? lasciamo stare, era di un’altra categoria, con l’inter non esplose del tutto, ma nell’ Arsenal ha dimostrato di essere un vero fuoriclasse…Mentre Kovacic se lo devo paragonare ad oggi ad un ex dell’inter, mi ricorda un po’ Benito Carbone: buona qualità, buona tecnica, poca concretezza…Se fosse vero che Icardi lo vuole il Liverpool per 35 milioni, lo venderei subito e prenderei Džeko!

      • direi che Guarin somiglia molto a Dalmat grandi lampi,zero continuità, molto fumo e poco arrosto. Bergkamp un fuoriclasse assoluto che solo per la sua indole molto “nordica” poco incline al ns modo di vivere il calcio, non si è inserito, ma un gran peccato perché giocatore immenso e professionista irreprensibile

  60. io tutta questa voglia di difendere sempre e cmq Kovacic non l’ho mai capita… il ragazzo tecnicamente è bravo e non si discute, ma vorrei che gli si piazzasse addosso una telecamera dedicata e si analizzasse la partita guardando i suoi movimenti. Con la Croazia (4 partite viste), con l’Inter (molte) alla fine vedo sempre in qualsiasi posizione lo si metta un ragazzo che non sa dove andare in campo, fa 4 passi verso il portatore di palla, poi due indietro, poi laterale, sembra sempre spaesato

  61. Altre considerazioni. Kuzmanovic ha testa per poter proteggere il centrocampo ed appoggiare la manovra. Deve solo osare un po’ di più. Guarin non deve tenere la palla per più di 5 secondi. Il Mancio deve cacciargli via dal corpo l’individualismo. Kovacic ha progressione, ma non da ala. Il suo ruolo, è palese, credo sia mezz’ala. A questo punto credo diventi indispensabile Osvaldo. Palacio si sbatte (lodevole) ma la porta resta una chimera. Icardi, infine, deve acquisire il killer instict.

  62. In una settimana non puoi trasformare una squadra, ma x come ho visto la partita, ho ritrovato molte somiglianze con il gioco mazzarriano: lento giro palla orizzontale, poco movimento degli attaccanti (Icardi in primis), lancio alla viva il parroco dei centrali.

  63. Massimo Inter // 25 novembre 2014 a 12:03 // Rispondi

    E’ stato un brutto derby, ma almeno non ho visto l’Inter di WM. Nelle ultime partite nei primi 10 min l’Inter era già sotto e zero reazione. Li ho visti più ordinati, grintosi. A me non è dispiaciuta ed è segno che Mancio è il Mancio. Diamogli tempo,è appena arrivato e riuscirà a fare bene,sono molto fiducioso. Del resto, gli altri allenatori hanno avuto tutta l’estate, lui pochi giorni per lavorare.

  64. Nei 90 minuti, ho sperato di vincerlo ma anche temuto di perderlo il derby, prendiamoci questo pareggio e speriamo per le prossime. Ci hanno massacrato…di botte! Prima Mexes, poi Muntari e anche Rami. Mi sarebbe piaciuto vedere in campo un Thiago Motta o Materazzi, che oltre ad essere grandi giocatori erano anche piacchiatori e furbi provocatori.
    Finalmente in panca un allenatore tranquillo e sereno (quanto è cambiato il Mancio) senza isterismi di nessun tipo, alla Mazzarri per intenderci.

  65. In considerazione delle doti tecniche (e di culo) questo derby con Mazzarri l’avremmo perso (il tiro deviato di Bonaventura sarebbe entrato), con Mancini lo abbiamo pareggiato, con Mou certamente l’avremmo vinto (la traversa di Maurito sarebbe stata un eurogol!)

  66. In ritardo causa linea in tilt (più della nostra difesa) il miglior commento post derby è dell’inneffabile geometra: “Avessimo vinto saremmo stati a 2 punti dal 3° posto”
    ps continuo a non capire perché i maggiori rimpianti li abbia solo il Milan al netto di gol e azioni pericolose è passato il messaggio che meritavano loro per la traversa e il tiro fuori di pochi cm dopo vari rimpalli (cosa già vista nel famoso derby quando passarono in 9 contro 11 dal 1-4 al 3-4 spacciandolo per una vittoria)

    • Più che è passato il messaggio, cercano di far passare il messaggio, ma la gente ride…Basta sentire Menez dopo la partita. Almeno si mettessero d’accordo
      GLR

      • Penso che nel dopo partita l’ufficio stampa del milan (Mediaset) fosse troppo impegnato a scivere il comunicato di smentita per la presunta love-story tra il coach della prima squadra e l’A.D. (ovviamente quello della parte di merchandising) 😀

  67. Io ho visto un’altra partita. L’Inter è partita di buon piglio, ha preso campo ed imposto i ritmi e poi per una disattenzione in mezzo al campo Essien ha potuto dare palla sulla corsa a Elshaa che ha trovato Menez libero. Poi solo Inter, non arrembante, per carità, ma sicuramente più sul pezzo. L’Inter di Mancini ha già mostrato di saper fare la partita e di riuscire a rinculare con una certa omogeneità mentre i rossoneri conoscono, e neanche bene, solo il vecchio lancio lungo e pedalare.

  68. Il momento triste delle due milanesi è riassunto dalla differenza tra il derby di domenica e la partita di genova di lunedì: uno brutto e noioso, l’altra bella e avvincente, anche se erano solo Genoa e Palermo. Discesa senza fine…

  69. Mazzarrissimo // 26 novembre 2014 a 17:15 // Rispondi

    Ho grande fiducia in mancini, questo può far diventare obi un grande giocatore

  70. Concordo con te gianluca, è stato un derby giocato da due squadre modeste, anche se da persona terza, comunque piacevole con diverse occasioni.Credo che con mancini, guarin potrebbe riprendere il posto da titolare da mezz’ala, mentre icardi,mah, l’ho sempre considerato un giocatore sopravvalutato. Andrea

Lascia una risposta

Le 4 regole del commentario:
1. Siate educati: i commenti ad personam saranno ignorati
2. Scrivete in italiano, il congiuntivo non è una malattia degli occhi!
3. Non è una chat: se volete conversare tra voi, io che ci sto a fare?
4. La lunghezza del commento non può superare i 500 caratteri (spazi compresi)
Viva l’Inter!


*

 caratteri disponibili