10C: Atalanta-Inter 1-1

Marcatori: 15′ Alvarez, 25′ Denis
Atalanta (3-4-1-2):
Consigli; Stendardo, Yepes, Canini; Raimondi, Carmona, Cigarini (28′ st Baselli), Brivio; Moralez (36′ st Migliaccio); Livaja (20′  Marilungo), Denis. A disposizione: Sportiello, Scaloni, Polito, Del Grosso, Cazzola, Gagliardini, Kone, De Luca. All.: Stefano Colantuono

Inter (3-5-1-1): Handanovic (1′ st Carrizo); Rolando, Samuel, Juan Jesus; Jonathan (40′ st Taider), Guarin (21′ st Icardi), Cambiasso, Alvarez, Nagatomo; Kovacic, Palacio. A disposizione: Castellazzi, Andreolli,Mudingayi, Kuzmanovic, Wallace, Ranocchia, Pereira, Donkor, Olsen. All.: Walter Mazzarri
Arbitro: Rizzoli
Ammoniti:  Stendardo, Canini, Migliaccio, Samuel
Note – Spettatori 17.000 ca. Pioggia battente a tratti. Ammoniti: 10′ st Stendardo, 15′ st Canini, 42′ st Migliaccio, 44′ st Samuel. Recupero: pt 0, st 3

Le trasferte con Atalanta e Udinese, dopo il bel successo sul Verona, avrebbero dovuto dirci qualcosa di più sul futuro immediato dell’Inter. In attesa del Friuli, Bergamo ci ha detto che il valore della squadra di Mazzarri al momento rispecchia la sua classifica.
Per tutto il primo tempo ha fatto più l’Atalanta e sul un terreno appesantito dalla pioggia, gli interisti hanno infilato una scivolata via l’altra, situazione che a fine partita ha portato Mazzarri a parlare di cose da oratorio. Eppure, dopo un provvidenziale salvataggio di Guarin, l’Inter ha trovato il vantaggio nel giro di un quarto d’ora con una bella giocata di Alvarez. Gran gol con l’esperto Stendardo saltato come un birillo. Peccato però che l’Inter abbia dato subito l’impressione di non riuscire a tenere il vantaggio e nel giro di dieci minuti il solito German Denis, al quarto gol nelle ultime sette partite contro l’Inter si è bevuto in stacco aereo Walter Samuel all’esordio stagionale.
E di lì all’intervallo sono stati troppi i palloni persi a turno da Alvarez, Guarin e Kovacic, senza contare l’infortunio su un semplice rinvio di Handanovic, costretto all’intervallo a lasciare il posto a a Carrizo.
Nella ripresa la gara ha perso d’intensità. L’Inter ha rischiato di vincere in più occasioni: nel tabellino si contato una conclusione dalla distanza di Cambiasso, assai più preciso del solito ‘centraspalti’ Guarin; poi Alvarez neutralizzato da Consigli dopo una bella azione personale. E infine Icardi, subentrato proprio a Guarin, che ha colpito il palo con un bel sinistro.
Ma l’Inter ha rischiato anche di buscarle: il miracolo di Carrizo a otto minuti dalla fine con il piedone su Yepes alla fine è stato come un gol. Alla fine il pareggio è giusto. Tutti a dire che l’Inter deve fare di più, ma francamente la qualità in campo, in attesa che Kovavic cresca assai più di quanto ha mostrato, è quella che è. Ora vediamo a Udine.

83 Commenti su 10C: Atalanta-Inter 1-1

  1. I punti sono simili a quelli di un anno fa ma la squadra è più solida in ogni caso. Non abbiamo l’uomo del salto di qualità ma adesso comincia il periodo in cui l’anno scorso abbiamo perso la bussola. Da adesso inizierà la differenza e si vedrà il valore del lavoro di Mazzarri. Una cosa sulla Roma: fa allenamenti leggerissimi e ha avuto un inizio brillante. Ma disse l’asino al cavallo: ci vediamo alla salita. Secondo me crolla e i primi scricchiolii muscolari si vedono già.

  2. Così come successo contro Roma e Torino, patiamo troppo la fase iniziale laddove l’avversario è più fresco, tonico, lucido. Quindi la fase difensiva (attenzione : non dico i difensori, ma la fase difensiva) persiste nella sua latitanza. Una grande squadra deve saper chiudere le partite: Bergamo è il classico campo da 1-0, piglia e porta a casa. E’ questo il balzo che manca riagganciarsi al trenino delle grandi.

  3. Abbiamo giocato bene. Ora è questo che conta! sembra che l’inter stia diventanto squadra e senza dubbio il merito è del mister. Si poteva vincere ma anche perdere se yepes in quell’occasione avesse alzato la testa. I 3p ci avrebbero dato una bella spinta, ma accontentiamoci sperando in un colpaccio domenica a udine. Contento del ritorno di samuel e della continuità di alvarez e jonny; kovacic non mi è dispiaciuto, anzi! I segnali ci sono, speriamo in una crescita continua e nei dollari di Thohir

  4. Partita giocata senza voglia di vincere. In crescita Cambiasso e Rolando. Ennesimo gol senza tuffo per Handanovic (sono tanti dallo scorso anno). Oltre ad avere grandi mezzi atletici é anche una cinico calcolatore, riesce a capire in anticipo quando é inutile tuffarsi. Aspetterei ancora ad esprimere un giudizio totalmente negativo su Kovacic in quella posizione. E’ vero che parte meglio da dietro ma WM ha paura che perda palloni in retroguardia e lo vuole davanti. Deve trovare più coraggio.

  5. Molti tifosi saranno delusi perché vedono drasticamente azzerarsi i sogni scudetto, ma io sono CONTENTO di quest’Inter.
    Dopo gli ultimi 2 anni volevo una squadra AFFIDABILE che non si esaltasse o si deprimesse una giornata SI e l’altra pure, ma che iniziasse un progetto di crescita e lo portasse avanti al di là dei risultati, per questo spero che Mazzarri sia confermato almeno per 3 anni!
    Pareggiare a Udine per me non sarebbe negativo! Il 3° posto non deve essere un obbligo, CRESCERE invece SI!

  6. A parte la classica ingenuità difensiva che ha regalato il pareggio all’Atalanta, direi che la partita non è stata male: Mazzarri ha ragione quando parla di crescita e buon gioco.
    Con uno spirito di squadra così, però, dà ancora più fastidio vedere la sufficienza di Guarin nelle giocate: perchè non si riesce a fargli capire che non è Messi o Cristiano Ronaldo?
    E’ un buon giocatore, con un gran fisico, ma non è un campione e se continua a non giocare per la squadra dovrebbe star fuori.

  7. E’ vero se vinciamo a Udine sarebbe una buona tabella, ma così come Bergamo, Udine per noi una trasferta spesso avara di soddisfazioni, ma abbiamo il dovere, in quanto Inter, di vendicarci delle due batoste subite l’anno scorso (3-0 e 2-5).
    Per quanto riguarda Bergamo è un’altra occasione persa, abbiamo regalato il gol del pareggio, però se avessimo vinto non avremmo rubato nulla, anzi…

  8. Rinnovata la pluriennale tradizione che prevede di far sembrare Denis un fenomeno una volta l’anno. Vabbè, d’altronde quando i titolari sono stanchi e guardando i ricambi ti vien solo da piangere, ci si può accontentare di un punto.

  9. Ugo da Forlì // 30 ottobre 2013 a 10:06 // Rispondi

    Ho sentito molti commenti circa l’errore di Samuel sul loro gol.
    A me pare piuttosto un gran bel gol di Denis, ottima scelta di tempo, piuttosto l’errore è stato perdere palla in difesa.
    Quanto alla partita mi pare che ce la siamo giocata bene.
    Siamo competitivi e stiamo crescendo, questo è un ottimo anno di transizione e comunque è trascorso solo un quarto di campionato, prematuro emettere sentenze.

  10. Partita con le solite luci ed ombre. Palacio, Alvarez e Jonathan tra i migliori, Cambiasso essenziale in copertura. Poi c’è sempre il problema nell’uscire palla al piede e nel costruire gioco. Non convince Kovacic avanzato, ha perso troppi contrasti. Guarin ha litigato col pallone x tutta la ripresa e Nagatomo si è eclissato da almeno 4 partite. L’Inter è imperfetta e forse questo avvalora ulteriormente il lavoro di Mazzarri. Un quarto posto in queste condizioni non è da buttare via.

  11. Bergamo è sempre stata una trasferta ostica per noi, e siccome non siamo (ancora) uno squadrone, prima della partita avrei firmato per un pareggio. il risultato a mio avviso è giusto, peccato per il palo di Icardi che sembra avere ottime potenzialità e lascia ben sperare per il futuro, ma dobbiamo anche ringraziare Carrizo. E’ un risultato che rispecchia la dimensione dell’Inter attuale, in quanto non puntiamo allo scudetto, ma stiamo crescendo, aspettando Kovacic e più continuità da Guarin.

  12. Alzi la mano chi non è sprofondato in poltrona sul tiro di Alvarez (fuori di un soffio) nel finale. Ho quasi mangiato il telecomando

  13. Il trio di testa togliamocelo dalla testa, sono di un altro livello rispetto a tutte le altre. Se tutto va bene ce la giochiamo per l’Europa League con la Fiorentina (che una volta che torna Gomez sarà squadra di altro livello rispetto a noi), la Lazio, il Milan.
    Se vogliamo tornare in Champions Thohir dovrà sborsare un bel po’ di cash

  14. Paolo Sabiu // 30 ottobre 2013 a 10:33 // Rispondi

    Il problema principale rimane la continuità, anche nell’ambito della stessa gara: la squadra non rimane ‘sulle spine’, di conseguenza raramente è in grado di gestirsi quando è in vantaggio di un gol. Bisogna lavorarci su, e parecchio.
    Poi c’è il solito discorso su Guarin, tanto per cambiare indisciplinato e indisponente.
    A gennaio non mi aspetto campioni, ma spero almeno che eventuali operazioni di mercato non indeboliscano una rosa già colma di lacune, come avvenuto nella passata stagione.

  15. L’inter è inferiore a Roma, Juve, Napoli, fiorentina. Però peccato perché con un po di fortuna in più potevamo avere 25 punti. guarin non lo sopporto più, all’Inter farebbe più comodo nainggolan. Kovacic:qualche bel colpo, qualche errore stupido. Ma non è un trequartista. Deve partire da dietro x sfruttare velocità e visione di gioco. alla dinamo da trequartista l’hanno messo a centrocampo. Ci sarà un motivo

  16. Cari amici tifosi, prendiamo quel che arriva: un anno fa a Bergamo si perdeva. La rosa è quella che è, e anche la fortuna non è che ci gira benissimo (autogol col Cagliari e pali con Roma e Atalanta e gollonzo col Torino). Credo che con qualche rientro e pochi aggiustamenti a gennaio la squadra possa classificarsi tra le prime quattro. Forza Inter.

  17. Peccato! Comunque continuare a farsi rimontare non è da squadra con ambizioni importanti. Siamo nella posizione di classifica che ci meritiamo. Il braccino di Mazzarri sembrava funzionare nelle prime partite; ora non più. Mourinho nella stessa situazione a 15 minuti dalla fine avrebbe messo Samuel terza punta fissa (visto che non avevamo altri attaccanti disponibili). Con quali risultati non so. Però il messaggio sarebbe stato chiaro.
    Saluti
    Marco

  18. Penso che il sig.Thohir avrà molto da fare a gennaio con il mercato se vuole arrivare almeno terzo. servono 2 difensori forti, 2 centrocampisti x la costruzione del gioco,
    e 2 attancanti. Palacio da solo non può fare miracoli, Milito è sempre rotto, Icardi è da Sampdoria non da Inter.

  19. Sono d’accordo se vinciamo a udine siamo in tabella. Anche se là davanti corrono troppo!

  20. Mazzarri ha dato all’Inter la parvenza di una squadra presentabile a certi livelli, ciò non toglie che la rosa a sua disposizione NON è assolutamente all’altezza di lottare per i primi 3 posti.
    Rimango della stessa opinione che avevo a settembre: mancano un centrale, 2 esterni e un centravanti (al netto dell’eventuale rientro di milito) DA INTER.

  21. Un buon pareggio, anche se con un po’ più di fortuna si poteva vincere- Kovacic purtroppo
    non brillante e Guarin ha mostrato i suoi limiti – non tiene la posizione, sbaglia misura nei
    passaggi e insiste con tiri alti – il filtro a centro campo è affidato al solito grande Cambiasso
    aiutato solo da Alvarez – senza adeguata protezione è normale che la difesa soffra –
    Con due punte, e si è visto con l’ingresso di Icardi, si hanno più occasioni e l’avversario
    sta più sulla difensiva –

  22. Pareggio giusto, questa è la forza della squadra. Giochiamo bene, non molliamo mai, ma a vedere bene le rose: juve 4 grandi giocatori (Buffon, Pirlo, Tevez, Vidal); Napoli 2 (Higuain, Hamsik): Roma 3 (DeRossi, Strootman, Totti), noi ? Palacio…per il resto vedo tante speranze (Alvarez, Kovacic, Guarin, Icardi) ma ad oggi non in grado di competere per i primi 3 posti. Rimane l’amaro in bocca per i 4 punti buttati via con Cagliari e Torino, ma fare pareggi in trasferta con 3 piccole denota limiti evidenti.

  23. Prendo atto che il valore della nostra rosa ci permette di giocare una partita dal risultato aperto con l´Atalanta (potevamo vincere come perdere), strappare un ottimo pareggio alla Juventus, del quale andare fieri e magari toglierci qualche soddisfazione come battere la Fiorentina e forse qualche altra squadra top. In quest´ottica il lavoro di Mazzarri è assolutamente apprezzabile.

  24. Sempre sperando che non arrivi la caterva di infortuni tipo l´anno passato (Campagnaro desaparecido e Icardi “vorrei ma non posso”), che gli arbitri si ricordino, qualche volta, che siamo o siamo stati una grande squadra e che i giocatori non smettano di giocare, approfittando di una societa´spesso latitante. Sembra incredibile che l´Inter di due stagioni e mezzo fa andasse a vincere ed eliminare sul proprio campo il Bayern Monaco. Eppure e´successo…..

  25. E adesso guardo la formazione che schieriamo, considero le scelte dell´allenatore e mi vengono un po´di domande alle quali mi piacerebbe avere risposta. Quanti giocatori di seconda fascia abbiamo in rosa? E soprattutto quanti di questi li abbiamo pagati come dei top player o quasi? E ancora, la bravura di un allenatore credo sia quella di ottenere il massimo dall´organico che ha a disposizione giusto? Se hai una rosa da quinto posto e arrivi quinto dove sta il tuo valore aggiunto?

    • Al 31 ottobre è finito il campionato? L’Inter è arrivata quinta? Non me ne sono accorto! Quante sentenze anticipate e, soprattutto, inutili. In effetti, in democrazia, non è giusto pubblicare solo quelli che scrivono cose costruttive. Un po’ di frasi in liberà bisogna pur leggerle
      GLR

  26. Nessuno pretende di avere sempre Mou, ma sbaglio o fu proprio lui a dire che qualcuno nella sua carriera non aveva mai vinto neanche la coppa di Toscana? Oppure la nostra rosa non vale neanche il quinto posto? Scusa lo sfogo ma sono molto amareggiato per la piega che sta prendendo la stagione. Sperando di sbagliarmi, ovvio. Buonissima giornata.

    • Magari cercando di appronfondire un po’ la questione si capirebbe che Mazzarri finora sta facendo solo del bene a questa squadra
      GLR

      • Sono daccordissimo con te , con questi giocatori Mazzarri sta facendo il massimo , io non ci credo , ma se a maggio dovessimo finire terzi proporrei Mazzarri sul Duomo vicino alla Madonnina !

    • la rosa non vale il 5° posto? allora Mazzarri è bravissimo, visto che siamo quarti con già 3 scontri diretti alle spalle…

  27. ieri sera partita cosi’ cosi’, siamo durati un’ora e ci siamo spenti, sia come voglia, sia come carica agonistica (perché?). a guarin comminerei 20.000 euro di multa ad ogni tiro ad minchiam da 200 metri verso la curva, vediamo impara. kovacic spaesato ed impreciso come non l’ho mai visto, non ha la cattiveria per fare il trequartista secondo me. icardi invece lo vorrei sempre in campo, grandi movimenti ed efficacia

  28. Ritengo giusto il pareggio di ieri e concordo sul fatto che, ad oggi, la squadra non può andare oltre il quarto posto. Ad essere pesanti sono quei quattro punti lasciati tra Trieste e Torino che avrebbero datto un’altra classifica ai nerazzurri, ha ragione Alvarez nel dire che fino ad ora nessuna squadra incontrata ha giocato meglio di noi, anzi l’inter mi è sempre piaciuta e con un pò di attenzione in più ed un pizzico di buona sorte (vedi pali presi), oggi parleremmo di ben altro.

  29. Andrea Ibiza // 30 ottobre 2013 a 12:39 // Rispondi

    Nonostante qualcuno lo definisca simpaticamente mago, Walter la bacchetta magica non ce l’ha. E purtroppo non ha nemmeno Sarti, Burgnich, Facchetti e compagnia cantante, su cui un altro mago invece poteva contare e nonostante i quali ha comunque dovuto lavorare duro per vincere. Quindi, come qualsiasi altro bravo allenatore, Mazzarri avrà bisogno di tempo per plasmare il suo gruppo ed insegnargli il suo calcio; per dare a questo gruppo personalità e sicurezza nei propri mezzi, essenziali, oltre al gioco, a portare a casa i 3 punti in partite come quella di ieri, di Trieste, di Torino e magari anche quella di Milano contro la Juve. Se poi gli indodollari portassero un paio di rinforzi di spessore già a gennaio non credo che il mister si opporrà. Ma allo stato, anche per le condizioni degli altri 3 là davanti, non credo che abbia molte alternative di gioco rispetto a quelle viste fino ad oggi, se non a partita già in corso. God save Palacio.

  30. Ben detto, la classifica rispecchia il nostro attuale valore. La coppia Alvarez-Kovacic non mi dispiace, il croato deve migliorare nella precisione ed evitare perdere palle importanti nella nostra 3/4 del campo, non tutti sono l’Atalanta… In ogni caso WM deve dare fiducia alla coppia. Continuo invece a coltivare dubbi su Guarin, giocatore anarchico, capace di risolvere una partita da solo, peró incapace di esaltare il collettivo. Forse il suo “sacrificio” a gennaio sarebbe utile alla causa.

  31. Nella penultima frase hai centrato il problema. Non abbiamo qualità, non abbiamo fuoriclasse, quindi le partite “da pareggio” che di solito puoi riuscire a vincere con il colpo del campione…le pareggiamo! a questo si aggiunge una fase difensiva ancora tutta da registrare, a causa della quale dilapidiamo sistematicamente vantaggi preziosissimi. il purgatorio da provinciale di lusso mi ha ormai prostrato, e la luce in fondo al tunnel sembra molto lontana. Thohir batti un colpo, possibilmente di mercato

  32. da 3 o 4 partite, mi sembra molto di rivedere l’Inter di Stramaccioni. Buone trame e ordine alternati ad errori dozzinali e cali psicofisici. In più, mi pare arduo far giocare interni Alvarez e Guarin (o Kovacic). Dato che si è quasi costretti a giocare ad una punta, mi piacerebbe vedere un 3-4-2-1: Gli esterni dinamici li abbiamo, Cambiasso e Taider in mezzo a far legna e Alvarez e Guarin (o Kovacic) liberi di svariare dietro alla punta. Avessi il nr. di Mazzarri… dehehihi… J.B.

  33. La rosa dell’Inter è corta e male assortita e non presenta giocatore in grado di risolverti la partita (Ibra, Eto’o…etc).
    La classifica attuale rispecchia il valore della squadra e credo, mio opinione personale, che un quinto-sesto posto sia l’unico obiettivo possibile quest’anno a meno di una rivoluzione copernicana a gennaio.

  34. I limiti di rosa ci sono e anzi mi pare che si faccia già tanto, vorrei solo che si osasse un pò di più, detto che Icardi non è al meglio ma quei dieci minuti che Mazzarri gli fa giocare spesso cambiano le partite, allora perchè non gli fa fare qualche mezzora? Almeno magari qualcosa si porta casa….

    • Magari documentandosi un po’ si saprebbe che Icardi è tormentato da problemi fisici. A Bergamo non poteva giocare più di mezz’ora, altrimenti sarebbe entrato da inizio ripresa o magari avrebbe giocato da subito
      GLR

  35. mario colonia // 30 ottobre 2013 a 13:56 // Rispondi

    squadra poco consistente per pensare a certi traguardi.
    questione tacchetti emblematica,scivolavano i piu giovani
    o i meno esperti e il mister non puo arrivare dappertutto.
    siamo un cantiere aperto che si trascina molte scorie
    della passata stagione,il mercato bloccato dalla vicenda
    societaria e la riduzione del monte stipendi.
    petizione per il guaro in nazionale……di rugby.
    arebbe un grande realizzatore!

  36. Hai ragione, al momento la posizione in classifica rispecchia i valori visti sin qui sul campo.
    Posso chiederti cosa ne pensi di Guarin? Per certi aspetti mi ricorda Recoba, talentuoso ma quando ha voglia di giocare, purtroppo al momento sembrano più le giornate indolenti che quelle in cui fa la differenza….

    • Guarin è troppo individualista e senza i gol di Recoba
      GLR

      • Proposta per Mazzarri: per ogni “fuoricampo” del colombiano, mezz’ora in più dopo gli allenamenti per imparare almeno a centrare la porta invece di vanificare ogni volta potenziali azioni da gol.
        Vero, l’1-2 di Juve-Inter 1-3 (ultima grande gara nerazzurra e madre di tutte le crisi…) nacque proprio da una sua “bombarda” non trattenuta e ribadita in rete da Milito, ed è vero che “chi non risica non rosica”… se ci si coglie, però! Non se si sbagliano 4 tiri su 5 e il quinto è un palo…

        • Guarin: sento da più parti invocare una sua cessione a gennaio, ma io non lo cederei. Potrebbe diventare l’ennesimo rimpianto…

  37. Per quest’anno và così.
    La mia speranza è che riusciamo a centrare l’obbiettivo della zona Europa League.. e di vedere esplodere almeno qualche campioncino all’interno della rosa.. vedi Icardi, Alvarez, belfodil, Kovacic, Taider, Ranocchia, J.Jesus.. che saranno utili anche per il futuro.
    Una crescita fatta bene.. step by step.. così che si fà.. per far sì che sia solida! E la prossima stagione qualche buon nuovo innesto.. e ambizioni migliori

  38. ormai della metamorfosi di Jonathan non ti scrivo più (la ruleta in area atalantina mi stava causando un infarto), ma Mazzarri continua a ripetere che ci manca Milito….ma sono io l’unico che quando entra Maurito Icardi vede la la luce? Ha potenza, tecnica, freddezza sotto porta, maledetta questa pubalgia che ce lo sta tenendo fermo! Che dici, sono visionario io o Mazzarri non vuole che il ragazzino si monti la testa?

  39. Ciao Gian Luca sono d’accordo con te in merito alla dimensione di questa INTER. Personalmente sono soddisfatto del lavoro fatto da Mazzarri. D’altronde non si puo’ pretendere di passate dal nono al primo posto in 5 mesi!!

  40. La qualità l’Inter ce l’ha con Guarin e Kovacic. la questione è che i suddetti ed altri non hanno la mentalità per giocare e gestirsi anche atleticamente ogni 3 giorni! L’inter continua a pigliare gente brava, ma che latita per continuità pure nella stessa partita in quanto non basta essere eccelsi tecnicamente, bisogna avere la stoffa per giocare a certi livelli! In difesa servon Cannavaro e D’Ambrosio!
    SALUTI! Kalle

  41. Caro GLR, ho appreso da poco sul sito dell’Inter che è morto il giornalista Franco Rossi. Credo sia giusto lasciare un saluto e ricordarlo.

    • Paolo Sabiu // 30 ottobre 2013 a 18:45 // Rispondi

      Mi dispiace tantissimo; amavo il suo modo di fare giornalismo. Mi unisco alle condoglianze. Addio Franco!

  42. ragazzi bisogna essere realisti, al momento la squadra non è certo da primato pero’ secondo me dopo lo scempio dello scorso anno vi è di che essere soddisfatti in primis determinazione e condizione atletica ritrovate,poi permangono limiti della rosa soprattutto in alcuni ruoli. purtoppo con questa roma piu’ napoli e juve sarà difficilissimo rientrare in champions (maledizione al quarto posto perso dalle italiane!).una postilla: guarin a tratti veramente imbarazzante…boh…

  43. Silvio da Torino // 30 ottobre 2013 a 17:58 // Rispondi

    I punti persi cominciano a essere tanti (specialmente Cagliari e Torino) e quest’anno le squadre che vogliono il terzo posto sono tante. Il pareggio con l’Atalanta è giusto, poteva essere sconfitta senza il piedone di Carrizo e su quel campo finiamo sempre che soffriamo da matti. Contro di noi l’Atalanta fa sempre delle prestazioni fantastiche e, come sempre, l’arbitro Rizzoli con noi non è mai in forma. Comunque i ragazzi corrono, si impegnano fino alla fine e mi sembra che siano con Mazzarri.

  44. credi che questo sia il ruolo giusto per Kovacic? Mi sembra che l’anno scorso giocando più arretrato andasse decisamente meglio, bisogna ricordare però che ha saltato tutta la preparazione estiva. L’innominabile (Guarin) comincia a spazientire un pò tutti per la sua involuzione tattica e mentale
    In classifica siamo dove meritiamo anche se Mazzarri dovrebbe chiedere alla squadra più cattiveria agonistica.

    • Per giocare più dietro devi imparare a fare anche la fase difensiva. Imparerà. Come ha imparato Alvarez.
      GLR

  45. sono un tuo grandissimo fan, 6 un vero interista e obiettivo. mazzarri va lasciato lavorare su questo ok, pero’ se pensiamo a quando abbiamo pagato belfodil e con quei soldi li potevi prendere Osvaldo, mi piange il cuore. Anche Pereira 11mln, aiuto… strootman 16 mln, un po’ mi lasciano pensare questi movimenti…

    • I soldi di Belfodil sono ‘fittizi': sono l’ingaggio lordo di Cassano. Io stravedo per Osvaldo che costava molto più di Belfodil anche come ingaggio, ma chissà che tra un paio di anni l’Inter non sia contenta dell’operazione Belfodil.
      GLR

  46. Pasquale Somenzi // 30 ottobre 2013 a 18:30 // Rispondi

    Partita contrassegnata dal numero 17, infatti è stata la diciassettesima volta che
    Atalanta-Inter è terminata 1-1 e nonostante ci si ricordi molto volentieri (non parlo per me)
    di quando e dove l’Inter perde ed ha tradizioni negative, è stata comunque la
    diciassettesima volta consecutiva che l’Inter ha segnato a Bergamo (16 in campionato
    ed 1 in coppa Italia), striscia in cui l’Atalanta, pur giocando in casa, non ha fatto altrettanto.
    pasquale.

  47. Ma sono l’unico a cui Kovacic non sembra poi sto granchè? non solo ieri sera ma anche nelle altre partite…è ordinato ma non ha lampi di genio memorabili…non so…forse è fuori ruolo, mi sbaglio?

    • Il ruolo c’entra poco. E’ vero al momento non è un granché.. deve crescere e ha i numeri per farlo
      GLR

      • Andrea Ibiza // 31 ottobre 2013 a 02:19 // Rispondi

        Sarò ottuso sul giudizio di alcuni giocatori, ma per me Kovacic impiegato da seconda punta è una zavorra. Se l’attuale emergenza in attacco e la mancanza di condizione necessaria a coprire le 2 fasi, lo costringano adesso in quel ruolo è un altro discorso; ma non credo di dire eresie sostenendo che le doti tecniche (sopra la media) e fisiche del ragazzo sono da mezz’ala nello schema Mazzarri o tutt’al più dietro le 2 punte in un 4-3-1-2

      • Cerchiamo di non ripetere con Kovacic gli errori commessi in passato con altri giovani di sicuro talento, Pirlo su tutti. Gli si trovi un ruolo, lo si valorizzi e gli si dia il tempo di crescere supportandolo e non criticandolo. L’unica cosa che gli si puo’ rimproverare è una certa indolenza nella fase difensiva, non lo si vede mai rincorrere l’avversario o pressare. Del resto anche di Alvarez si dicevano le stesse cose (io ero il primo a criticarlo) e quest’estate rischiava di andare al milan

  48. io trovo molte analogie con il primo anno di Mancini: ti ricordi la serie di pareggi infinita e poi la qualificazione in extremis in Champions…
    ed anche li c’erano dei giovani coi capelli scartati dal Real che ancora adesso sono dei pilastri della squadra…mi sa tanto che qualcuno di quelli attuali lo troveremo fra 9 anni e parleremo di lui come facciamo adesso della carriera del Cuchu
    sei un grande

    • Tempi diversi purtroppo ma sperare nella stessa evoluzione non costa nulla
      GLR

      • tempi diversi e soprattutto la squadra di mancini ogni anno veniva rinforzata spendendo soldi che ora non ci sono!!Il vero problema di questa squadra rimangono i limiti tecnici dei singoli in difesa, tutto sommato in mezzo al campo e avanti siamo abbastanza coperti.

        • infatti io ho parlato del primo anno di Mancini…
          vediamo cosa succederà i prossimi anni con Mazzarri al timone e con magari qualche euro del mercato…
          peccato non si possa clonare Samuel….

  49. Siamo una squadra “modesta” con un bravo allenatore. Se prendi 4 gol tra Torino ed atalanta che aspirano ad una salvezza rapida non puoi certo pensare di essere una Big. Si può’ migliorare un tot ma questa sarà una (altra) stagione di ricostruzione. Se ne verranno fuori 5 / 6 titolari per il futuro (da Big) sarà già buono ma di sicuro ci vorranno innesti di qualità’ .

  50. Io comincio a ricredermi su Guarin. Ora, non voglio dire che il pareggio di ieri sia dovuto a lui, dato che ha salvato anche un gol su un’azione da calcio d’angolo, ma è troppo incostante e soprattutto individualista! Gioca da solo come se dovesse ogni volta dimostrare il proprio valore e non la passa mai, tirando bordate che 9 su 10 finiscono a km di distanza. Forse bisognerebbe iniziare a pensare a tenerlo un po’ fuori magari dando un po’ più di spazio a Taider per supportare Cambiasso.

  51. analisi impeccabile … come si suol dire ci manca sempre il soldo per fare la lira… anche se, ribadendo la decisività degli episodi, sono convinto che la stessa partita di ieri sera, con le stesse occasioni, la Roma attuale, alla quale fa l’uovo anche il maiale, l’avrebbe vinta (nelle ultime partite i pali della porta dei giallorossi hanno tremato a ripetizione, mentre in fase offensiva hanno percentuali di realizzazione paragonabili ad un buon tiratore di liberi nel basket)

  52. Mauro Cozzi // 30 ottobre 2013 a 22:55 // Rispondi

    Bergamo è un campaccio per tutti, in casa giocano alla morte. Buon punto, con un pizzico di fortuna si poteva pure vincere. L’Inter è una buona squadra ma deve essere al completo. Ha più o meno i punti che merita, sta facendo il suo. Non capisco i criticoni. Segnalo una gran partita di Samuel che con mezzo ginocchio sano ha il doppio della cazzimma di Ranocchia. Andiamo ad Udine con il solo Palacio abile davanti. C’è chi ha sette punte e viaggia a destra in classifica. Cosa si pretende da WM?

  53. Questo è un campionato diverso e nessuno faccia paragoni tra questa INTER e quella di Stramaccioni a parità di giornate .I conti si fanno a Maggio. La squadra ha una sua logica di gioco, ma se fosse priva di difetti ,se avessimo un pelo di fortuna in più ed una classe arbitrale più professionale, al posto della Roma ci saremmo noi. Urge a gennaio apportare dei correttivi, uno per reparto.Per adesso va bene cosi. Viva l’Inter!!
    Saluti Gianni.

  54. mamma Viviana // 31 ottobre 2013 a 08:09 // Rispondi

    Rolando Campagnaro Samuel: difesa un po’ lenta forse ma che muro…a proposito ben tornato the wall, sul gol è stato più bravo denis a detta anche di colantonio samuel non ha grande colpa era il cross che non doveva partire, cmq un po’ di sfiga un po’ di leggerezza e visto i risultati degli anni passati un pari a udine non andrebbe male
    mamma viviana

  55. Abbiamo giovani che fanno intravedere qualità importanti, bisogna dare loro il tempo di maturare e crescere.Una squadra organizzata e determinata, come siamo quest’anno, non può che favorire questo processo. Belfodil è uno di questi,non lo conoscevo e, nei pochi minuti che ha giocato a me è piaciuto.

  56. E’ vero, non abbiamo una grandissima squadra e per quest’anno dobbiamo accontentarci. Mazzarri sta ancora sperimentando in attesa che Kovacic cresca. Mi spiace molto quell’espulsione di Belfodil. Io credo molto in quel giocatore: ha numeri e forza fisica da vendere. Bisognerebbe coniugare più forza in attacco (con 2 punte) mantendendo però un equilibrio in fase difensiva. Io penso che Mazzari stia facendo un pensierino. Ciao!

  57. Secondo me alla fine del campionato questa squadra avrà messo insieme + o meno gli stessi punti di Milan e Viola l’anno scorso. Se basteranno x il 3° posto… dipende dalle altre! Una sola osservazione tecnica: vista la situazione contingente (scarsità numerica in atttacco, difficoltà difensive, Naga in calo fisico) non varrebbe la pena di provare un 4-3-2-1 con Ricky e Mateo dietro Palacio?

  58. MIMMO KALLON // 31 ottobre 2013 a 16:58 // Rispondi

    un saluto al caro Franco Rossi. Ciao GRANDE!!

  59. Visto l’exploit della Roma temo che quest’Inter sia destinata ad un onorevole e comunque positivo quarto posto.
    Proviamo a guardare un po’ in la del nostro naso e forse la cosa potrebbe non essere negativa dal punto di vista tecnico.
    Questo è l’anno zero e Mazzarri sta facendo bene. Il prossimo anno con 3-4 inserimenti di livello potremmo puntare allo scudetto facendo fare l’Europa League ai vari Belfodill per farli crescere e l’anno successivo avere di nuovo un’inter di livello europeo.

  60. Ho la strana sensazione (forse sbagliata) che la squadra stia attraversando un periodo di scarsa brillantezza fisica. Il pressing che contraddistingue le squadre di Mazzarri e che in alcune gare l’Inter é riuscita a realizzare egregiamente, sembra scemato, quasi non più sostenibile. Sarà colpa di una preparazione insolitamente pesante (ma che potrà dare i suoi frutti in seguito) o c’è qualche altra ragione misteriosa?

  61. Ciao Gianluca ho appena letto che Sabella ha convocato Campagnaro per le amichevoli dell’ Argentina di metà novembre. Ecco se fossimo una società seria, e spero succeda così, un dirigente dell’ Inter dovrebbe alzare il telefono e farsi sentire con lo staff della nazionale argentina. Sembra veramente una presa per i fondelli…ciao Mattia da Pavia

    • E secondo te Sabella si spaventa? Nell’anno dei Mondiali in cui per l’AFA (la Federazione Argentina) le amichevoli contano forse più degli impegni ufficiali? E a Campagnaro che non è certo di andare ai Mondiali secondo te interessa più dell’Argentina o dell’Inter. E’ incredibile quante cose scrivete senza pensare…
      Qui non è questione di dirigenti che alzino il telefono. C’è un Mondiale che incombe…
      GLR

      • Non è certo di andare ai mondiali? E chi porterebbe al suo posto, de Michelis?
        A parte tutto, il giocatore non viene convocato nell’Inter, non vedo come possa rispondere ad una convocazione in nazionale. Il giocatore è a libro paga della società e in una situazione normale i dirigenti alzerebbero la voce. Punto.

        • Se è infortunato è diverso, ma credo che ora della prossima sosta Campagnaro starà bene e rischi quindi di essere regolarmente convocato.
          GLR

  62. Anche io penso che il pareggio sia un risultato giusto , un punto guadagnato .
    tuttavia mi chiedo :
    1) qual è il ruolo di Guarin? (forse non lo sa neppure lui)
    2) Kovacic non mi sembra un trequartista anche se vista l’età può certamente diventarlo
    3) Non si potrebbe trasfondere un po’ della grinta di Campagnaro (avessi detto il miglior Samuel) in Ranocchia ???

Lascia una risposta

Le 4 regole del commentario:
1. Siate educati: i commenti ad personam saranno ignorati
2. Scrivete in italiano, il congiuntivo non è una malattia degli occhi!
3. Non è una chat: se volete conversare tra voi, io che ci sto a fare?
4. La lunghezza del commento non può superare i 500 caratteri (spazi compresi)
Viva l’Inter!


*

 caratteri disponibili