Tanti auguri e…te lo do io il Brasile!

So di avere creato dei ‘mostri’ con la pubblicazione a dicembre 2011 della lettera di Branca a Moratti che potete rileggere qui. Uno di questi  ‘mostri’ è l’utente Paolo Sabiu da Novara, un fedelissimo di questo sito, che qualche giorno fa ha ‘rinvenuto’ una nuova letterina spedita da Marco Branca al Presidente Moratti per il mercato invernale che, naturalmente, non poteva che prevedere la solita inutile puntata in Brasile.
Ringrazio l’amico Paolo per avermi inoltrato alcuni stralci dell’inedito scritto, che ho provveduto a completare! Speriamo davvero che nessuno, soprattutto in società, ci prenda sul serio! Intanto Buon Natale e Buon Anno ai tifosi interisti, i migliori del mondo, anche se a volte mi fanno un po’ incazzare con la loro esagerata volubilità, ma restano i miei preferiti. Ovviamente i miei auguri sono estesi ai supporters, parola che ho sempre preferito a ‘tifosi’,  di tutte le squadre, soprattutto a coloro che vivono il calcio per quello che è, ossia la cosa meno importante della propria vita! Tanti auguri di cuore e, a seguire, il testo integrale della lettera di Branca a Moratti con nomi da leccarsi le orecchie!

Carissimo Presidente, con Ausilio ci siamo fatti un altro giro per il Brasile e abbiamo incontrato pure quel cacciaballe di Galliani che sta andando a piazzare Pato e Robinho come un venditore porta a porta del Folletto! Comunque per il mercato invernale mi sono appuntato alcuni nomi nuovi di pacca!
Tra i portieri è buono Stanho, robusto e impenetrabile, ma sotto esame c’è pure l’insuperabile Montanha. Se vogliamo continuare sulla strada del risparmio, per la difesa ci sarebbero Taccanho, Penho e Contenho. Il centrale Pugho gioca invece un calcio troppo violento per il nostro campionato: l’ultima sua vittima è stato l’attaccante Caviglha, ma in precedenza aveva già azzoppato il regista Calcanho. Dubbi anche a centrocampo, perché Ciconha non si sa bene da dove venga e Ritenho è ancora troppo intimidito, un po’ come il pauroso Coniglho. Per non parlare del mediano Fustanho, troppo ingessato, mentre il compagno di reparto Impenho non pare nemmeno brasiliano, anche se più affidabile di Collenho, che fa sempre finta di non ricordarsi gli orari di allenamento. Per l’attacco suggerirei Marchingenho, uno che le inventa tutte pur di arrivare al gol, mentre Zamponha le suona a tutti.
Ciao a tutti!, centravanti dal tiro prodigioso, ma mi ingolosisce anche Pandispanha. Se Grunho ha una faccia da schiaffi, trattare Papanho sarebbe proprio uno schiaffo alla miseria! tra i soliti esterni dal dribbling ubriacante simili a Vitinho, che avevo già visto un anno fa, ora si parla di Vinha e Spunha. Campanha è invece già stato opzionato dai cugini!
Tra i giovani Magha-Magha è arrivato al grande calcio solo grazie a protezioni politiche. Andrei quindi deciso sul fantasista di personalità Nhomo, anche se un po’ piccolo di statura, lasciando perdere Rogha di cui parlano tutti malissimo. Aspetto relazioni su tali Inhudo, Gonha, Pinha, Renho e Companho Resto in attesa di istruzioni su dove e come muovermi.
Suo Marco Branca

PS: ringrazio tutti coloro che si sono cimentati nella ‘produzione’ di nuovi brasiliani: qualcuno l’ho effettivamente rubacchiato inserendolo nella letterina di quest’anno: molti erano già in quello dell’anno scorso (vedi).
Ricordo però che il gioco consiste nel trovare parole italiane di senso compiuto che possano suonare in brasileiro col fonema -gn o al limite -gl., trasformandoli rispettivamente in -nh o in glh. Es. Cagna può effettivamente diventare Canha, ma Cane non può diventare Cahe perché in italiano non esiste! Comunque per
non allargare troppo la cerchia, meglio evitare sia i nomi di luoghi, a parte alcune eccezioni che suonano bene, sia le parole italiane terminanti in -nio o -nia (es. Scrutinio, Plutonio, Parsimonia, ecc.) altrimenti non ne usciamo più!
Ancora Auguri!

34 Commenti su Tanti auguri e…te lo do io il Brasile!

  1. Augurissimi a GianLuca che ospita, pazientemente, i nostri pistolotti pseudo-tecnici, a tutti gli amici nerazzurri e alla nostra folle squadra – il vecchio interista Franco.

  2. Silvio da Torino // 24 dicembre 2012 a 19:01 // Rispondi

    Veramente forte. Bravo Paolo e bravo GLR per la consulenza.
    Ciao a tutti e tanti auguri.

  3. mamma Viviana // 24 dicembre 2012 a 20:15 // Rispondi

    Buon Natale caro Gian Luca, a te a tutta la famiglia interista agli amici che come me ti scrivono e a volte ti fanno arrabbiare. Buon Natale ai ”nemici”, Buon Natale perchè bisogna essere più buoni, ma noi siamo mmmolto buoni, siamo interisti…Stra..bacioni da mamma Viviana

  4. Auguri a te GianLuca che ci aiuti a vivere questo sport con la serenità e la passione giusta che un tifoso dovrebbe avere, auguri a tutti gli interisti, a quelli che mutano idea ogni 90 minuti, ai tecnici da poltrona e agli agenti di calciomercato da play station :-)

  5. Stefano il "Cipe" // 24 dicembre 2012 a 22:52 // Rispondi

    Tanti auguri di buone feste a tutti gli amici interisti di queste pagine, a te GLR che ci offri questi spazi per parlare della nostra Beneamata, ai “ragazzi nerazzurri”, come chiama i calciatori il tifoso cronista Christian Recalcati di Premium calcio……e perchè no, anche ai tifosi delle altre squadre, che già hanno la sfortuna di non essere Interisti (porelli!).

  6. Non ho dubbi! In attacco punterei tutto su Piranha. Uno che gli avversari se li mangia!!! Buon Natale e buon anno a tutti!!!

  7. andrea ibiza // 25 dicembre 2012 a 14:20 // Rispondi

    Considerato che i miei post evidenziano sempre la necessità di un uomo d’ordine in mediana e di un valido ricambio in avanti, suggerirei ai nostri il giovane Lavanha, utilissimo per disegnare le geometrie di centrocampo.
    Auguri Gianluca, interprete ideale del giornalismo sportivo, a tutto il popolo neroblu e a tutti quanti gli sportivi.

  8. Il mio preferito è rimasto Frenha, chissà perché…
    Paolo Novara

  9. Mario insano ottimista // 25 dicembre 2012 a 20:21 // Rispondi

    A esser lungimiranti, per la zona nevralgica del campo, serve Sostenho. Un talento è anche Assenho, ma considerato il fair play finanziario, dicono andrà al PSG.
    Auguri e sempre viva la beneamata

    • Assenho già visionato un anno fa (vedi lettera di Branca del dicembre 2011 linkata). Sostenho forse va inserito.
      GLR

  10. Io tra i giovani seguirei anche Germoglho. Potrebbe sbocciare da un momento all’altro… E mi raccomando!!!! Attenti a non prendere Abbaglho!!!!

    • Ecco questi sono nuovi e vanno inseriti!
      GLR

      • Francesco Di Tacchio da Sydney // 1 gennaio 2013 a 14:54 // Rispondi

        Da Sydney Del Piero consiglia Castanha per la difesa: in parecchie partite ha tolto le castagne dal fuoco in favore del Sydney Fc. Forza Branca corri prendiamolo noi!
        E’ sempre un piacere, Ciao Gian Luca sei un grande!
        Ciao a tutti e sempre forza Inter
        Francesco

  11. A proposito di mercato: ti sei dimenticato di segnalare che l’AC Milan accoglierà una nuova cordata brasiliana che prenderà parte delle azioni societarie…i Cugini di Campagha
    Buone feste GLR!

  12. GianLuca, “sadico” dell’anno 2012, ci ha intrigato con questo simpatico tormentone!

  13. Silvio Stoppoloni // 30 dicembre 2012 a 09:36 // Rispondi

    Supporters o tifosi? Meglio una parola italiana. Antonio Ghirelli una volta disse che gli piaceva ‘patiti’. Dal latino *patior, coniuga la passionalità/esaltazione, l’empatia, le spirali euforia/depressione e le punte di sofferenza che prendono chi segue le alterne vicende della propria squadra. Auguri.

    • Dipende dai punti di vista. L’inglese è una lingua straordinaria perché spesso riesce a fotografare come nessun’altra determinati concetti. Nel caso specifico io preferisco la parola supporter a tifoso, perché in Italia il tifo è pure una malattia. Con buona pace del grande Ghirelli, qui da noi c’è gente che vive solo per la squadra di calcio e che è incapace di riconoscere qualsiasi merito a qualunque avversario e che sgozzerebbe il primo che passa per strada, magari pure la moglie, per una sconfitta della sua squadra del cuore. Non cercando facili consensi, mi permetto di detestare questo pubblico che lascio volentieri a facebook e social network vari! Per me il calcio è solo sfottò e divertimento e ho almeno altre dieci cose più importanti dell’Inter nella mia vita, anche se lavorando in questo ambiente è ovvio che in 25 anni abbia dedicato molto più tempo all’Inter che ad altro.
      GLR

  14. Andrei a visionare un certo Mantenha, trequartista sul quale gira voce che con la palla al piede dipinga assist a non finire!
    Per dare un po di sostanza a centrocampo invece punterei sul duo Castanha e Saccanha. Il primo è noto per essere un po ruvido e discontinuo (gioca bene solo fra settembre e novembre), mentre il secondo è dotato di un gran tiro dalla distanza.
    Per sostituire il partente Silvestre lasciarei stare i fortrissimi Guadanho e Assenho (poco fedeli e non attaccati alla maglia). Opzionerei invece Impenho, non è un fenomeno ma da sempre tutto.
    Come novita nello staff invece girano su internet numerosi filmati su una certa Nhocca, fa la massaggiatrice e anche se è brasiliana non penso che i nostri numerosi argentini si offenderanno (si possono anche chiedere referenze al sig Berlusconi…)!
    Buone feste
    Fabio

  15. ecco nuovi talenti brasiliani:
    Nhocca, desiderio di tutti i veri tifosi di calcio, costerà troppo..
    Nhocco, utile per il merchandising..
    Inharo, non sa mai di essere in campo..
    Assenho, terzino attaccato ai soldi..
    Mitraglha, bomber infallibile..
    Tovaglha, piedi buoni ma è sempre a tavola..
    Maniglha, apre ogni difesa avversaria..
    Inhobile, difensore già opzionato dal MMilan per sostituire Acerbi..
    Biglha, famoso più per la sua pelata che per il suo talento..
    Guglha, tutto campo e chiesa..
    Aglho, la sua presenza in campo si sente sempre..
    Inhavo, non sa mai dove posizionarsi..
    Frinha, 16enne timoroso..

    • Anche qui parecchi sono già stati visionati l’anno scorso e inseriti nella prima lettera di Branca datata dicembre 2011! Carini però Guglha e Mitraglha!
      GLR

  16. per non dimenticare Vaglha, valuta al meglio ogni manovra avversaria

  17. Briglha – cinho – fonha – penho – ronha – insenha – manhete – pinholo – graminha – champanhe – cominholo – inhorante – tirapunhi – senhapunti – senhaposto – vinhetta – rassenhato.
    Spero siano corretti.

    • Sostanzialmente si, anche se alcuni sono già stati visionati un anno fa (vedi lettera Branca del dicembre 2011) e non tutti suonano bene. Ma mi rendo conto che questo giochino ha creato autentici ‘mostri’!
      GLR

      • Camoglhi dovrebbe lavorare in autogrill; Moglhe ha mal di testa come Pastiglha; Foglho ha frequenti strappi; e poi Paellha di origini spagnole e Bastiglha di origini francesi.

    • conoscendo Galliani, senhaposto è gia del Milan…

  18. Dimenticavo: meglio Maramaldo, che non si accontenta di voler vincere, ma di stravincere, Calcanha, marcatore a uomo che ti sta sempre addosso, Disimpenho, il cui difetto è però quello di limitarsi a svolgere il compitino o Interrenho a gettone?

    • Bastaaaa, fermateviiii! Avanti di questo passo arriviamo ai 200 milioni dell’intera popolazione del Brasile!
      GLR

      • GLR, tutto è cominciato col tuo editoriale del 25 giugno 2005, quando volevi scambiare i due Zanetti interisti per Ordiño, che era una bomba!
        “Chi è causa del suo mal” (dice il proverbio)… 😀 😀
        Ciao, Roberto

      • Paolo Sabiu // 2 gennaio 2013 a 16:23 // Rispondi

        Hai ragione, GLR,
        siamo entrati da neanche 2 giorni nel 2013 e già ti abbiamo fatto esaurire!
        Ebbene sì, hai creato dei ‘mostri’… 😉

  19. Grande Gian Luca, tanti auguri per un bellissimo 2013 a te e a tutti i lettori del tuo sito.
    Per gli acquisti io mi sono innamorato di Lasanha, trequartista di ottima tecnica, ma troppo amante delle buona cucina!

  20. Mario da Colonia // 4 gennaio 2013 a 13:42 // Rispondi

    Notizie di quel giovane brasiliano del monza, mi sembra si chiami Colonho? E su Taccanho che somiglia a Wes?
    saluti dalle rive del reno

  21. La Juve, su richiesta di Conte, è sulle tracce di Assenho.
    Salutinter

Lascia una risposta

Le 4 regole del commentario:
1. Siate educati: i commenti ad personam saranno ignorati
2. Scrivete in italiano, il congiuntivo non è una malattia degli occhi!
3. Non è una chat: se volete conversare tra voi, io che ci sto a fare?
4. La lunghezza del commento non può superare i 500 caratteri (spazi compresi)
Viva l’Inter!


*

 caratteri disponibili