Via Ranieri, fiducia a Stramaccioni

A nove gare dalla fine del campionato, Claudio Ranieri lascia l’Inter con una rescissione di contratto che vale un esonero. Massimo Moratti ha scelto proprio Andrea Stramaccioni, il tecnico della Primavera che aveva appena visto in trionfo a Londra dopo il successo nella Next Gen Series. Alla Primavera interista ora scala Daniele Bernazzani con il compito di completare il grande lavoro svolto fin qui dal giovane tecnico romano, promosso a sorpresa in prima squadra. Personalmente ritengo che ogni cambio di panchina abbia senso quando ci siano degli obiettivi da centrare e mi riesce difficile capire quali possano essere a nove giornate dalla fine quelli di un’Inter da rifondare: il terzo posto è lontano a 10 punti, un abisso considerando l’ottavo posto in classifica, dopo il sorpasso pure del Catania. E’ vero, l’Europa League dista solo 3 punti, ma forse ci sarebbe arrivato anche Ranieri. La gente nerazzurra però, si sa, quando va tutto male vuole una testa e Moratti, da buon tifoso, agisce di pancia. Ranieri in realtà paga l’eliminazione col Marsiglia e, come pensavo, si aspettava solo il pretesto di un’ulteriore sconfitta per presentargli il conto. Sinceramente non avrei più cambiato tecnico fino a fine stagione ma chissà che Moratti stavolta non sia teleguidato dall’intuizione giusta. Nel momento topico della scelta definitiva, ha chiuso al volo il vertice che aveva convocato mandando a casa Branca, Ausilio e Paolillo e ha preso in mano il telefono per salutare Ranieri e reclutare Stramaccioni. Certo sarebbe bello scoprire d’incanto di avere in casa il ‘Guardiola’ di turno, ma l’allenatore bravo è solo quello che vince e per vincere deve avere la squadra, non solo campioni onusti di gloria. Non a caso è stato prontamente ‘scippato’ all’Udinese Valentino Angeloni, osservatore dal fiuto formidabile per i giovani talenti in ogni angolo del globo. Speriamo sia ascoltato, ben sapendo che un conto è il modello Udinese, altra storia è l’Inter, dove se per una stagione si smette di vincere trofei a raffica, fa tutto schifo. Che questa sia una stagione da buttare nessuno lo nega, ma  vediamo se il 36enne Stramaccioni, il tecnico più giovane della Serie A nella squadra più vecchia, saprà andare oltre il semplice esperimento per trasformarsi in serio candidato al futuro. In pochi mesi è passato dalle Giovanili della Roma alla prima squadra dell’Inter. Un salto triplo che in ogni ambito della vita riesce solo a quelli molto fortunati o a quelli davvero molto bravi. Speriamo che lui faccia parte della seconda categoria.
L’Inter che trova è quasi da camera mortuaria, dove ce l’ha spedita fin dall’inizio Gasperini, uno che l’ha rovinata nel punto vitale della grinta, a giudizio di Moratti, fino a far sembrare inadeguato pure un tecnico di lunga carriera come Ranieri. Uno, aggiungo io, che ha sempre il cattivo gusto di parlare dopo una raffica di sconfitte, ma di sparire dai radar dopo una raffica di vittorie, tra l’altro mai ottenute nella sua carriera, forse nemmeno al calcetto del giovedì sera. Che Gasperini sia stata una sciagura senza precedenti l’ho già detto e scritto, senza dimenticare però che è stato sciagurato anche sceglierlo. Il bravo allenatore è comunque solo quello che vince, soprattutto all’Inter, ma il bravo allenatore può vincere solo se ha la squadra. Vedremo cosa può inventarsi Stramaccioni nelle ultime nove partite: in fondo è ancora troppo giovane per bruciarsi. Prima che un incidente gli troncasse la carriera a soli 25 anni, giocava da difensore, poi si è seduto al volo in panchina. Il ragazzo ha tanta umiltà, ma ha carattere da vendere e chi lo conosce bene ne parla ancora meglio. A Roma, dopo aver vinto due campionati con gli Allievi e i Giovanissimi, voleva la Primavera di Alberto De Rossi, padre del calciatore-monumento Daniele. Ovviamente gli hanno risposto picche e lui è corso all’Inter. Il miglior augurio che gli si può fare è che faccia innamorare Moratti ben oltre la fine di questo campionato: e Moratti, come ogni tifoso, alla fine si innamora sul serio solo se vince.

88 Commenti su Via Ranieri, fiducia a Stramaccioni

  1. avanti il prossimo,sotto a chi tocca,ma a moratti non gli viene in mente che forse forse le colpe non son tutte di chi siede in panchina?magari anche un semplice dubbio

  2. Stefano il "Cipe" // 26 marzo 2012 a 20:59 // Rispondi

    Francamente non credo cambiera molto ma, come si dice ormai da tempo e sempre più spesso, speriamo che questa stagione finisca presto………..fosse domani sarebbe bellissimo.
    Forza INTER!

  3. Come al solito paga il meno colpevole gli altri (per ora) tutti incollati alle loro poltrone….

  4. Classico da Inter, ragionare coi piedi!
    è palese che ranieri non fosse più all’altezza, ma si poteva arrivare tranquillamente a fine anno, tanto per la salvezza matematica penso possano bastare un paio di pareggi.
    Ora con questa squadra allo sbando si rischia di bruciare un allenatore giovane ed emergente e magari qualche ragazzino che verrà buttato in campo senza alcuna esperienza.

  5. E siamo a 6 tecnici in meno di 3 anni…. qualcosa vorrà dire?

  6. A che cosa serve adesso ?

  7. FrancescoT // 26 marzo 2012 a 21:47 // Rispondi

    Spero solo di non bruciare stramaccioni, Spero in un pizzico di follia ,nella voglia di dimostrare che é capace, ma soprattutto la squadra DEVE assolutamente reagire e non mandare il nuovo mister alla gogna.
    In bocca al lupo.

  8. Marco dal Canada // 26 marzo 2012 a 22:57 // Rispondi

    Finalmente. Dal lato umano mio dispiace per Ranieri, dall’altro lato ormai era a un punto che la squadra non lo seguiva piu’.
    I senatori adesso non hanno piu’ alibi,(this is the last change) se non si danno da fare l’anno prossimo si possono trovare un’altra squadra, spero che faranno del tutto per aiutare in nuovo mister, inoltre bisogna che anche la societa’ gli sia vicino
    In bocca al lupo. You can do it
    Good luck

  9. Sarò breve…se riescono nell’impresa di bruciare anche Stramaccioni (del quale parlano bene tutti,a Roma ancora si stanno disperando di averlo lasciato andare e non sto scherzando) hanno completato l’opera! Se poi avrà il coraggio di mettere in panca i vari Lucio, Stankovic, Cambiasso, Forlan ecc ecc allora lo stimerò veramente!

    • Io penso che il nuovo allenatore se saprà relazionarsi in maniera intelligente con i leader dello spogliatoio otterrà buoni risultati, magari con l’inserimento di qualche elemento giovane che possa’ portare un po’ di corsa.

    • In effetti con Cambiasso in panchina si è tornati a vincere. E che vittoria!
      GLR

  10. luke toronto // 26 marzo 2012 a 23:29 // Rispondi

    Ennesimo errore in un’annata nata male e finita peggio. Che senso ha mandare via Ranieri adesso, quando tutto e perduto. Perche non mandarlo via prima quando era chiaro che la squadra non lo seguiva piu e forse qualcosa di buono in questa stagione si poteva fare. Adesso Moratti deve dare carta bianca a Stramaccioni per inserire i giovani e essere paziente, non bruciarlo come ha fatto con altri. Basta con i senatori si deve voltare pagina una volte per tutte.

  11. Dal punto di vista umano mi spiace molto per Ranieri che è stato un vero signore. Però era un po’ di tempo che non ne azzeccava una: formazioni sbagliate, cambi errati e nessuna duttilità nello schema inchiodato ad un anacronistico 4-4-2. Tanto per dire ieri il “simpatico” Conte cambiando modulo ha vinto la partita e non credo proprio sia un caso. A mio avviso la società ha fatto bene: perlomeno vediamo quanto vale Stramaccioni e magari, senza bruciarli, qualche giovane.

  12. “Rob de màtt” (come si dice a Milano): non so più se ridere o piangere.
    Complimenti a Stramaccioni per il coraggio dimostrato nell’accettare una panchina che definirei arroventata, ma soprattutto tanti auguri. Visti i tempi che corrono, ne avrà bisogno… 😉

  13. Complimenti innanzitutto da un salentino :), penso che questa volta la scelta sia giusta e non di pancia, mancano le giuste giornate per vedere chi sarà riconfermato (la responsabilità adesso ricade sui giocatori) e magari visto che conosce così bene la primavera lancierà qualche giovane che ritiene pronto già quest’anno e….però che la società si svegli una volta per tutte.
    Ps: un pò di autocritica da parte di noi tifosi non farebbe male, prima del gol su calcio d’angolo l’inter mi è piaciuta, grazie mr.ranieri e auguri mr. stramaccioni! Saluti

  14. Paolo Sabiu // 27 marzo 2012 a 06:35 // Rispondi

    In bocca al lupo, Stramaccioni, in questa società di eterni indecisi ne hai davvero bisogno! Altro non dico, se non che io non ero tra quelli che chiedevano la testa di Ranieri, visto che sono due anni che me la sto prendendo con altri che fanno parte della dirigenza…
    Saluti nerazzurri!
    Paolo – Novara

  15. Praticamente tutti i commenti concordano sul fatto che Ranieri sia il meno responsabile di quanto sta succedendo. Sarà anche vero(non sono un grande intenditore di calcio). Però qualcuno mi deve spiegare chi ha mandato in campo partita dopo partita un Cambiasso che si trascinava le gambe per il prato, uno Stankovich che invece di correre era dedito solo alle proteste contro arbitro ed avversari, chi ha targiversato un campionato intero prima di far giocare con continuità Poli….e via dicendo. Massimo rispetto per il “sor Claudio da Testaccio”, ormai però la misura era colma.Penso.
    Forza Inter

  16. mamma viviana // 27 marzo 2012 a 07:11 // Rispondi

    Caro Gl,changeè la femme,o l’alenadur.Va bene ‘forse’ma per il prossimo anno ,che si fa …va avanti lui o si chiama chi?Se per la prossima stagione non si prosegue con Stramaccioni questo viene irrimediabilmente bruciato e per andare avanti e dimostrare di essere pronto minimo minimo in Uefa ci deve arrivare altrimenti ciao ciao.Hai ragione tu la testa non era quella di Ranieri(speriamo che il Baby manager ci smentisca) noi sappiamo e speriamo che sia quella di Branca a cadere ,dubito,ma ci spero.Auguri Mister per te per l’Inter e anche per noi amanti di questa squadra.Bacioni bacioni mamma Viviana

  17. Il grande economista inglese John Maynard Kevnes diceva che la difficoltà non sta nel credere nelle nuove idee, ma nel fuggire dalle vecchie. Spero vivamente (anzi – credo) che il nostro Presidente abbia intrapreso una strada nuova cercando di voltar pagina. Del resto e’ lui che con i suoi soldi sta portando avanti la baracca e quindi noi possiamo dire la nostra opinione e credere (o no) nelle sue idee e azioni.
    In bocca al lupo, mister Strammacioni ed un saluto a tutti gli Interisti !!

    • Perbacco! Questo aforisma di Keynes è tra le mie citazioni preferite fin dai tempi dell’Università! Qui si alza il livello!!!
      GLR

  18. Il problema non è bruciare o no Stramaccioni: il problema (come accenni anche tu) è sacrificare la Primavera e il suo campionato (è in testa) per mandare il suo allenatore ad allenare in un campionato che non ha più nulla da dire. E’ vero che Bernazzani dovrebbe essere all’altezza, ma così si smonta un giocattolo che funziona per provare ad aggiustarne uno che comunque non funzionerà mai!

  19. A forza di discorsi sulla necessità di ringiovanire la rosa, ecco che ariva un giovanissimo… peccato nell’unico ruolo in cui non serve la corsa.
    Speriamo solo che porti con se tante motivazioni da distribuire ai giocatori (ma devono essere davvero tante)!
    A mio modo di vedere scelta irrazionale. Spero di sbagliarmi.

  20. Credo che l’assunzione di Stramaccioni al posto di Ranieri debba essere vista come un premio a favore del nuovo tecnico; per i risultati raggiunti, non dimentichiamoci che l’inter primavera è in corsa ancora oggi per la lotta allo scudetto.Queste 9 partite serviranno a lui per mettersi in mostra ai grandi livelli, e al presidente per capire se siamo pronti a puntare sui giovani.Come dite tanti di voi, il campionato ora come ora si spera finisca presto, e allora speriamo di poterci ancora divertire.Perchè no, lanciando i giovani, e dandoli la motivazione giusta per un risultato lontano dalla nostra mente..(l’europa league).

  21. Benvenuto a Stramaccioni, chi ha visto la partita con l’aiax tritatutto non ha potuto fare a meno di pensare al ritorno di barcellona inter giocata in 10 per un ora…bei tempi!
    Meritatissima la promozione al posto di uno spento Ranieri che era arrivato con il mantra dell’aggiustatore per diventare un garbato difensore di una masnada di vecchietti, privi di gamba ma pure di testa, capisco i contropiede dai miccoli e/o lavezzi ma i goals sui calci d’angolo???
    Spero che le sue “consegne” siano quelle del tagliatore di teste con pieni poteri da parte della società vittima del rapporto di fiducia non ripagata verso piccoli e grandi eroi del passato…

  22. Stramaccioni è bravissimo, ma lo avrei lasciato a guidare la primavera che può vincere
    il campionato lui merita questo, non di rischiare brutte figure senza colpa.
    Ranieri ha fatto i suoi errori ma è il meno colpevole, sarebbe stato giusto lasciargli finire il
    campionato, vanno rinforzate sia la squadra che la società ora come ora debole e confusionaria.

  23. Gianluca, abbiamo avuto troppa fretta.
    Si fosse aspettato almeno fino a mercoledì sera veniva libero anche Allegri.

  24. Allora è ufficiale. Abbiamo dichiarato lo stato di ‘Crisetig’.
    Sono d’accordo che Ranieri paga sostanzialmente l’eliminazione dalla Champion’s, ma direi anche la mancata reazione dopo. La società (Moratti) ha accettato il grosso rischio di bruciare un giovane tecnico di talento a fronte di vantaggi relativi (il terzo posto è praticamente impossibile). Però credo che gli siano state date tutte le garanzie del caso e che si voglia testare qualche giovane mettendolo nelle migliori condizioni tattiche e psicologiche per giocare. Moratti non è più umorale come un tempo, per cui non credo sia una decisione di pancia, quanto un “azzardo calcolato”, che potrà riuscire o meno (come non è riuscito l’azzardo calcolato di fare a meno di Eto’o prima e di Motta dopo).
    La primavera non soffrirà. Ai play off ci andrà comunque (è molto più forte delle concorrenti del girone) e ritroverà lì la guida di Stramaccioni.
    Ora S. Siro per favore non fischi al primo errore.
    Ci vorrà pazienza e coerenza. Saremo in grado di averne almeno per due mesi ?
    Henryk, Roma

  25. Benvenuto Stramaccioni ma il vero licenziamento per giusta causa (leggasi incompetenza) è quello di Branca: peccato Moratti lo consideri incomprensibilmente “bravo e preparato” !

  26. Finalmente!! è brutto gioire delle disgrazie altrui ma veramente ranieri ha fatto di tutto per meritarsi questo esonero, non dimentico certo le colpe della società e specie di branca incompetente su tutto ma ranieri ci stava facendo precipitare..caro gianluca in gener sono d’accordo con te ma come fai a difendere ancora ranieri? Ho 50 anni (purtroppo) ma a memoria non ricordo un inter ( e ne ho viste di brutte!) con una serie di 8 sconfitte in 12 partite! Non sarà sicuramente colpa solo di ranieri però… Forse con stramaccioni non cambierà nulla ma almeno una scossa a quelle mummie che vanno in campo! Importante è (e su questo sono pienamente d’accordo con te) che la società creda veramente in stramaccioni e lo appoggi in tutto anche dovesse estromettere i senatori più titolati. Forza inter almeno anche noi avremo un motivo per seguire le ultime partite. Ciao a tutti

  27. Spero non sia un cambio pensato solo per queste ultime partite. Se si è deciso di puntare su Stramaccioni anche per il prossimo anno, la scelta ha un senso. Altrimenti è l’ennesima boiata societaria.

  28. Effettivamente non ha molto senso questo esonero. Mi auguro solo che, togliendo l’allenatore ai giovani, non si brucino due squadre, perchè un conto è lavorare con ragazzini che seguono ogni tuo dire, un altro è riuscire a compattare uomini (?) che hanno ormai un loro modo di vedere e pensare (forse) e soprattutto sono capricciosi come dive e difficilmente scendono a compromessi.
    … che Dio ce la mandi buona e incrociamo le dita, tutte anche quelle dei piedi. Comunque vada sempre e ovunque FORZA INTER!!!
    Loredana

  29. Stefano B. // 27 marzo 2012 a 11:32 // Rispondi

    E alla fine Claudio Massimo “Il Normalizzatore” ha pagato per tutti.
    Se bastasse cambiare allenatore ogni qual volta non si riesce a segnare per 2/3 partite consecutive o commettere puntualmente errori difensivi marchiani, allora ben venga l’avvicendamento in panchina!
    Purtroppo la realtà e ben diversa e ora si attende come il Messia il pur bravo ex tecnico della Primavera, che se non avesse vinto la Next Gen Series dubito sarebbe stato gettato nella mischia in così breve tempo.
    Ora il progetto di puntare su forze fresche mi sembra interessante, ma sinceramente illudersi di creare un modello tipo Barça credo sia un po’ troppo ottimista. Ben altre possibilità economiche e risorse umane ha avuto la società catalana per assemblare una delle più forti, se non la miglior squadra di club mai esistita.
    Poi bisogna tener presente che sarà ben difficile “pensionare” la vecchia guardia, che forte di contratti a non breve scadenza, non vorrà certamente farsi da parte e rinunciare ai lauti compensi percepiti.
    Speriamo in bene…

  30. L’unico risultato di questa ennesima follia morattiana sarà quello di bruciare un giovane e più che promettente allenatore.
    Diciamo che è un film già visto e rivisto ma perlomeno a distanza di due anni si spera che tutti i tifosi si siano resi conto che Benitez non era il male dell’Inter ma soltanto colui che dall’alto della sua grandezza ed esperienza aveva capito tutto…. con lui avremmo potuto porre le basi per una ricostruzione ragionata e duratura…invece è arrivato Leonardo e poi è arrivato Gasperini e poi è arrivato Ranieri e poi è arrivato Stramaccioni e poi???

    • Sarà. Benitez è talmente grande che è a spasso da un anno e mezzo. E Gasperini probabilmente le grandi tornerà a guardarle in TV. Peccato che Leonardo (che invece ha trovato subito lavoro), media punti alla mano, Benitez l’abbia spazzato già via con la rimonta di un anno fa azzerando gli infortuni, ma capisco che i parenti di Benitez non siano d’accordo con me. Poi se io dico oggi che tu stai invecchiando probabilmente tra due anni mi dirai che ho indovinato…tra due anni però. Invece con Leonardo e con tutti suoi limiti la squadra aveva ripreso a correre in campo e in classifica senza più la coda in infermeria.
      GLR

      • ArchAndrea // 29 marzo 2012 a 16:44 // Rispondi

        A dire il vero Gasp oltre che guardarle in TV le commenta! Ascoltandolo ogni volta mi inca…..! perchè mi rendo conto che non era proprio una persona da mettere alla guida della nostra squadra e non capisco come in società abbiano fatto un simile errore. Ma dopotutto siamo l’Inter…PAZZA INTER AMALA!!!!

  31. Francesco '39 // 27 marzo 2012 a 12:04 // Rispondi

    Se Moratti voleva provare una soluzione ardita, questa è l’occasione, spero irripetibile, per farlo. E chissà che il nostro presidente ci capisca di calcio più di quello che noi tifosi interisti crediamo?

  32. Ma io la pazienza ce l’ho di aspettare UN PROGETTO.
    Ma c’è un progetto?
    o vogliono costruire una nuova casa (squadra) su delle fondamenta marce e instabili (giocatori vecchi e logori) e come capo cantiere (branca) uno che mette a disposizione solo sabbia invece che cemento (la serie di giocatori sbagliati è interminabile)
    Avanti Stramaccioni e socondo me non sarà solo per 9 partite ma l’intenzione è di tenerlo anche l’anno prossimo, ma per favore non facciamo paragoni con Guardiola!
    SEMPRE FORZA INTER!

    • Giusta considerazione, tranne la balla iniziale: tu non hai la pazienza di aspettare un progetto. Nessun tifoso dell’Inter è davvero paziente. E non lo è per primo il Presidente. E’ per questo che il progetto di casa Inter è sempre vincere subito e possibilmente rivincere all’infinito.
      GLR

  33. Alessandro - Peschiera B. // 27 marzo 2012 a 13:13 // Rispondi

    pensate che goduria vincere il derby con in panca Stramaccioni!!!

  34. L’importante adesso e’ sostenere Stramaccioni e non bruciarlo subito. Moratti deve fare da scudo ed indicare allo spogliatoio quali sono i dettami della Societa’. Che il nuovo mister sia preparato lo si e’ visto per il lavoro svolto con la Primavera, adesso bisogna imporsi nello spogliatoio e fare scelte nette senza guardare in faccia nessuno.
    Gli errori della Societa’ li abbiamo gia’ sottolineati da tempo, speriamo sia la svolta per poter tornare ad avere una squadra degna del suo passato e non la barzelletta vista finora in questa stagione.

  35. Alessandro // 27 marzo 2012 a 13:50 // Rispondi

    ora è facile dire che Moratti cambia tanti allenatori eccetera, magari sta volta lo ha fatto per togliere definitivamente alibi alla squadra. Credo che il mandato di Stramaccioni sia quello di far giocare i giovani (ne abbiamo tanti, da Ranocchia a Castagnos) e mettere fuori i senatori cui saremo sempre grati e li ricorderemo in eterno, adesso è il momento di cambiare.
    Tanto in Europa League non vogliamo andare, salvi lo siamo, almeno facciamo fare esperienza e costruiamo per il futuro anche non prossimo.

  36. Guido da Zagabria // 27 marzo 2012 a 14:03 // Rispondi

    Che dire? E’ un tipico colpo di teatro alla Moratti, l’ennesimo in questi anni di presidenza. Una cosa è certa: se funziona (cosa che può accadere, perché anche a persone impulsive come Moratti ogni tanto le cose possono andare per il verso giusto), allora il Presidente sarà considerato un genio; se invece non funziona, egli sarà spernacchiato vita natural durante, e con lui la squadra, la Società e noi tutti tifosi.

    • Con tutto il rispetto sai che gliene frega a Moratti di essere spernacchiato da voi tifosi: lo è sempre stato, a volte giustamente per carità, e lo sarà sempre. Fossi stato lui, per molto meno io avrei lasciato l’Inter e i suoi milioni di tifosi al primo che passa per strada, ma proprio al primo, ma io tengo più a me che ad una squadra di calcio. Quando Moratti ha vinto, il merito è stato ascritto al Mancini o al Mourinho di turno, quando ha perso, solo a lui. E’ un film che ho visto milioni di volte. Lui è sempre stato un gran pasticcione, ma la passione che ha lui non l’avrà mai nessun altro.
      GLR

  37. Delle due l’una: o Moratti è convinto di affidarsi a Stramaccioni per un progetto di ricostruzione, e allora bene ha fatto a metterlo in panchina ora! Se deve farsi un po’ di gavetta e di esperienza, meglio adesso, a stagione conclusa e senza pressione, e con la possibilità di far accomodare qualche senatore, visto che la società l’ha messo lì per valorizzare i giovani. Oppure Moratti voleva davvero solo accontentare la piazza e sta pensando a un altro tecnico, e allora tanto valeva puntare su Baresi e Figo e lasciar lavorare in pace il tecnico della Primavera fino a fine stagione. Mi piace pensare che il presidente abbia agito sull’onda dell’entusiasmo e che abbia seguito il suo istinto: quando ha fatto così i risultati gli hanno dato ragione (Mancini, Mou, ma anche Leonardo, in fondo…).

  38. Questa volta appoggio il Presidente.
    Se devo rischiare di perdere le prossime partite, vista la realtà della rosa, preferisco farlo con qualcuno che provi nuove soluzioni.
    Continuare a farlo con chi, tentando di difendere il suo lavoro, tira su barricate dando fiducia ai solitissimi noti non avrebbe fatto altro che rendere ancora più stucchevole la stagione.
    Spero che Stramaccioni venga difeso e sostenuto, soprattutto se davvero dovesse cercare nuove vie, anche scontentando qualche “mostro Sacro”.

  39. Sbaglio o Ranieri fu esonerato a Roma per far spazio a Montella, che proveniva dalle giovanile della stessa? Non è quel tal Montella che sta facendo mirabilie a Catania e che adesso dicono che sia uno dei migliori tecnici emergenti e desiderio di molte squadre, tra le quali anche la Nostra? E allora perchè Stramaccioni non dovrebbe ricalcare le orme dell’areoplanino…magari anche no, ma val la pena di tentare, tanto peggio del sor Claudio è difficile fare!

  40. Avrei tenuto Ranieri fino a fine stagione ma a pelle, a sensazione, mi piace un casino Stramaccioni…

  41. Cristiano di Genova // 27 marzo 2012 a 15:22 // Rispondi

    Per me trattasi di un infiltrato del Milan sotto mentite spoglie:(ST) RAMACCIONI!!!! uahhahaha

  42. Sono tifoso dell’Inter da oltre cinquant’anni e conosco bene i miei impagabili confratelli bauscioni – mi auguro proprio che alla prima partita così cosi, non dico alla prima sconfitta, al giovane e baldo Stramaccioni non venga assegnata la patente di incapace, e comincino le geremiadi di rimpianto ” ah quando c’era Mou….”

  43. io credo che tutto dipenda da qual è lo scopo del cambio.
    se il nuovo mister resterà anche l’annno prossimo e queste partite servono a fargli prendere confidenza con la serie A benissimo,a patto di puntare veramente su di lui e non mollarlo alle prime difficoltà.
    altrimenti siamo alle solite, quando a Moratti gli girano le sctole caccia il mister,sempre dopo averlo accuratamente scelto e garantito per lui.
    geniale

  44. Per questa stagione o Stramaccioni o Ranieri non cambia nulla, ma non è che magari vogliono valutare Stramaccioni questi 2 mesi per vedere se sia possibile affidargli la prima squadra?
    Di questo ne sarei contento e non mi importerebbe di vincere, davanti ad un progetto per il futuro.
    Ciao a tutti. Max.

  45. Antonio da cusano // 27 marzo 2012 a 17:14 // Rispondi

    Ci voleva una ventata di aria fresca e nuova per dare un’idea di rinnovamento da tramutare poi in fatti.concreti
    STRAM. non è uno sprovveduto, spero solo che sia sotenuto dalla dirigenza nei momenti topici che dovrà in futuro affrontare.
    Ricostruire una squadra con dei giovani validi non è una cosa semplice, ma alla Beneamata riescono solo le cose difficili…..
    Ricordarsi che la cassa piange, sghei ghe nè minga !!!

  46. Silvio da Torino // 27 marzo 2012 a 18:04 // Rispondi

    Forza mister Stramaccioni, il nostro Guardiola.
    Speriamo solo che Moratti capisca che bisogna avere un pò di pazienza ed incominciare un progetto mantenendo qualche senatore ed inserendo qualche campioncino giovane e di buona corsa.
    Spero inoltre che i nostri cari vecchi guerrieri gli diano una buona mano per concludere in modo onorevole questo annus orriibilis.

  47. Fabio Primo // 27 marzo 2012 a 18:24 // Rispondi

    Alle solite. Quando una società sbaglia campagna acquisti e cessioni , e poi le cose vanno male , cosa fa ?? cambia l’allenatore . sperando in evoluzioni che non si avverano quasi mai: la scossa , la svolta , ecc….. Comunque vada un triste epilogo , con 3 allenatori cambiati per una squadra nel tipico anno di scarico totale.

  48. secondo me è la persona giusta se:
    1- la dirigenza (e i tifosi) lo lasciano lavorare
    2- i giocatori incominciano a pensare di più alla maglia che a loro stessi
    3- l’anno prossimo gli verrà dato un gruppo anche di giovani (e si faccia un progetto per il futuro.

  49. Ero d’accordissimo sull’ ingaggio di ranieri ma purtroppo è stato una vera delusione, ha sempre presentato una squadra senza cuore senza logica senza voglia di lottare.. e poi quei cambi che faceva durante le partite, quasi sempre incomprensibili ai più. Poi non riuscivo a digerire quella risata che faceva sempre nelle interviste del dopo partita .. non c’era nulla da ridere

  50. Paolo Assandri // 27 marzo 2012 a 19:23 // Rispondi

    Buono il cambio, Ranieri ha dimostrato nell’ultimo periodo di non essere molto in forma. Peccato per la primavera però, che perde il suo coach. E, se Stramaccioni, e quello che averlo ingaggiato significa, dovesse rimanere anche quest’estate, peccato per i tifosi che dovranno abituarsi a non avere più una squadra da scudetto. Progetto interessante ma non semplice a Milano, soprattutto con un presidente così umorale.

  51. scelta a mio avviso ma tardiva…il diktat aziandale dopo l’essere fuori da tutto era il dare spazio ai giovani e invece Ranieri insisteva su chi c’ha dato tantissimo ma che nn può durare in eterno….ora si dovrebbe cambiare impronta con una squadra più votata al futuro per capire se a giugno si può andare avanti con 3-4 innesti di buon livello (tipo Isla etc) oppure se c’è da spendere 200mln per rifondare da capo….io obiettivamente penso che l base ci sia…manca il manico e Ranieri purtroppo non era buono!!
    Forza Inter

  52. Luca Conti // 27 marzo 2012 a 19:58 // Rispondi

    Sempre e comunque grande rispetto per Claudio Ranieri, di certo non un grandissimo, forse nemmeno un grande, ma di sicuro galantuomo d’altri tempi..

  53. Un cambio di panchina in questo momento per me ci sta: gli obiettivi sono tutti compromessi, anche l’aggancio alla quota champion’s è quasi impossibile. E’ un allenatore che conosce l’ambiente e bene la rosa dei giovani quindi avrà il coraggio di provare qualche innesto perchè è poi questo il suo compito: valorizzare dei giovani per mettere poi le basi del futuro; se per far questo si brucerà non credo sia un problema per l’Inter ma solo suo, cinicamente parlando. Sarebbe stato invece insensato chiamare qualcuno da fuori e comunque, francamente, diciamocela tutta: Ranieri non sapeva più che pesci pigliare, con la Juve preso il gol la squadra si è sciolta come neve al sole sostituendo i due che tra l’altro giocavano meglio…..erano stanchi? se erano stanchi loro a vent’anni figuriamoci gli altri e s’è visto…..

  54. NINO da Lecco // 27 marzo 2012 a 20:17 // Rispondi

    Ma si, proviamo anche Andrea. Uno più, uno meno. Dai e dai, prima o poi un allenatore
    OK lo si indovina? E W Inter sempre e dovunque.

  55. È passata in silenzio una concreta notizia di “calciomercato” che secondo me è davvero buona per noi interisti.
    Quella dell’ingaggio di Valentino Angeloni, capo osservatore dell’Udinese. Andate a vedere chi ,sotto la sua gestione, hanno avuto il merito di avere i friulani in rosa e vi renderete conto quanto vale il suo ingaggio.
    Direi che la dice lunga su quale politica intenda mettere in atto Moratti.
    Credo che d’ora in avanti per scucirgli anche 10 milioni (una volta erano bruscolini) dovrà essere solo per avere in mano una quasi certezza da integrare in un gruppo di giovani tosti e cazzuti.

  56. andrea gnoli // 28 marzo 2012 a 08:39 // Rispondi

    Ciao.
    a 9 partite dalla fine, gli obiettivi non si discutono. Non ce ne sono piu’..
    L’allenatore ha grinta. Vedremo se sarà anche bravo a recuperare alcuni giocatori al momento imbarazzanti, ed a lanciare qualche ragazzo dei suoi. Pero’ se vogliamo davvero diventare il “Barcellona italiano”, questa e’ la prima pietra. La seconda la devono mettere i tifosi, che devono essere pazienti e bravi a NON scagliarla contro lui ed i ragazzi in campo qualora – come probabile – non si vincano TUTTE E 9 le rimanenti partite.
    Se con Obi e Poli in campo domenica sera, abbiamo giocato meglio della Juve, un motivo ci sarà.
    Mio padre diceva che esser poveri e’ già una mezza malattia: Beh, nel calcio se non corri, hai già subìto una mezza sconfitta…

  57. L’ideale sarebbe avere un presidente appassionato, competente e facoltoso.
    Devo riconoscere che Moratti a tratti è stato competente (quanto meno ispirato), spesso facoltoso, SEMPRE appassionato.
    Caratteristica, quest’ultima, non disprezzabile e sempre più rara nel mondo del calcio.
    Henryk, Roma

  58. Stramaccioni come Guardiola? Spero sia solo una battuta, Guardiola prima di allenare è stato pure un pilastro della nazionale spagnola, Stramaccioni che film ha fatto? Siamo seri…

    • Per Guardiola nel senso di allenatore ‘costruito’ in casa: avrei potuto scrivere Capello nel vecchio Milan, ma l’esempio di Pep è più recente. Eppure mi sembrava molto chiaro e dev’esserlo stato, visto che tra tantissimi sei l’unico a non aver capito il senso. Ho scritto il ‘Guardiola di turno’ e ci ho messo pure le virgolette…più chiaro di così!
      GLR

  59. ma al posto di cacciare allenatori non è più semplice mettere della clausole nei contratti dei calciatori che se non raggiungono un obiettivo minimo viene dimezzato lo stipendio del 50%? secondo me si sbatterebbero molto di più. … quest’anno il fallimento è loro!
    davide

    • Probabilmente non hai mai avuto un contratto di lavoro, altrimenti sapresti che clausole come quelli di cui parli si chiamano ‘vessatorie’ e annullano il contratto in base all’art.1341 del Codice Civile.
      Puoi stabilire premi di produzione ma non certo riduzioni dal fisso mensile di un lavoratore, anche se certamente i calciatori sono lavoratori sui generis.
      GLR

      • si potrebbe abbassare la parte fissa dello stipendio e aumentare quella variabile in base ai risultati ottenuti. Quest’anno dovrebbero pagare loro!

        • Peccato che non solo non lo faccia l’Inter ma non lo fa mai nessuno se non in misure quasi insignificanti. Anche per i contratti dei calciatori si parte da un modello standard che può essere solo migliorativo, mai riformato in pejus. Ma possibile che ci siano così tante persone che non conoscono l’ABC del mondo del lavoro?
          GLR

          • pasquale somenzi // 30 marzo 2012 a 23:53 // Rispondi

            Pensiamo anche un altro aspetto: quante volte nel calcio un giocatore “super pagato” viene fatto riposare una partita in vista di un’altra? Perche’ non esiste il concetto “vuoi guadagnare molto? allora rinuncia al riposo” “Vuoi riposare ogni tanto? Allora accetta di guadagnare meno”. Ma non sara’ mai cosi’ Faccio un esempio: sono due anni che
            Balotelli e’ al Manchester City e ne’ quest’anno, ne’ l’anno scorso ha giocato in Premier il 1 gennaio. Troppo comodo: vuoi esser super pagato? allora rinuncia alla festa dell’ultimo dell’anno. Questo e’ solo un esempio, spero di essere stato chiaro.

  60. Ciao Gian Luca.
    Non ritieni che le affermazioni di Moratti su Gasperini, siano un siluro anche su chi l’ha voluto (vedi Branca & C.)?

  61. Io credo che Stramaccioni sia li per capire quali giovani possano rimanere per la prossima stagione, cercare di risollevare cmq un ambiente piatto, e perché no magari dimostrare al Presidente che fa senza svenarsi per prendere un altro allenatore x la prox stagione. Queste 9 partite credo servano da test interno. tant peggio di cosi…
    Grazie

  62. Non capisco. Quale potrà essere il destino di Stramaccioni?
    Di sicuro non allenerà più la Primavera.
    Se va male lo bruci. Se va bene si potrebbe perdere l’occasione di trovare alcuni bravi allenatori a prezzi ragionevoli (no Capello et similia).
    Non era meglio tenere Ranieri? Hai ragione: Moratti sragiona con la pancia.

  63. Quel che mi infastidisce è il fatto che ai nostri allenatori storpiano sempre il nome, giusto per iniziare. Prima c’era il “mancio”, poi il “mou”, poi “benito” poi il “gasp” e adesso lo “strama”. Solo Ranieri non è stato “sezionato”: forse “Ran” veniva male … Oppure, già si sapeva che si sezionava da solo ….
    Comunque, speriamo che “strama” possa divenire “stramaledetto” (per i tifosi delle altre) e non per la beneamata; non ce n’è proprio bisogno. Forse anche il “capitano” capirà che essendoci un allenatore più giovane di alcuni giocatori … qualcosa non quadra …

    • Però anche Trapattoni alla Juve lo chiamavano Trap e nessuno se n’è mai curato. Questo però mi sembra davvero il minore dei problemi. Di cose per infastidirsi ce ne sono molte altre.
      GLR

  64. Bellissimo articolo che condivido in pieno.
    Ora bisogna avere pazienza e forse, l’aver scelto un giovanissimo nelle condizioni dell’Inter attuale, puo far diventare i tifosi piu’ indulgenti e predisposti ad aspettare.
    Certo che con Ranieri la squadra era diventata molle e lui mi sembrava quasi un rassegnato. Poi aver tolto Poli e Obi con la Juve e aver insistito con Lucio che non ne prende piu’ una è dimostrazione di confusione.
    Male che va l’anno prossimo avremo Bielsa.

  65. Sento spesso critiche e perplessita’ sull’eta’ di Stramaccioni.
    Vorrei ricordare che quando la juve lo prese nel 76 Il Trap aveva 37 anni.
    Stramaccioni non ha il curriculum da calciatore di molti suoi colleghi e se per questo neanche Sacchi lo aveva.
    L’eta’ non c’entra, ma il carattere e le capacita’ si e se ci sono vengono fuori.
    Se Stramaccioni prende l’Inter ora ipotizzando una prima costruzione della intelaiatura futura mixando anziani e giovani allora e’ stata una buona idea cambiare ora. Se e’ stato preso per puntare alla Champions concordo che non ha senso.
    Un’Inter fuori dall’Europa il prossimo anno avrebbe il tempo di avviare il rinnovamento tanto invocato.
    Con o senza Ramaccioni, chiunque sieda in panchina con la situazione economica attuale, gli ingaggi dei fuoriclasse (se ce ne sono) inaccessibili scordiamoci che si possa vincere qualcosa prima di 3 anni ed allora tanto vale cominciare con un tecnico giovane e giocatori giovani con qualche anziano a far da chioccia. L’Inter di Bersellini Beccalossi ed Altobelli nacque cosi’.

    • Giustissima l’osservazione su Trapattoni, che tra l’altro nella stagione precedente (1975-76) aveva allenato il Milan all’età di 36 anni portandolo ad un ottimo terzo posto. C’è da dire però che la sua carriera da calciatore era stata straordinaria e che l’anno prima aveva fatto il vice per un’intera stagione a Gustavo Giagnoni. Senza contare che all’epoca i calciatori erano più giovani e meno smaliziati di oggi.
      GLR

  66. a me può stare molto bene stramaccioni sulla panchina,spero che il presidente abbia intenzione di tenerlo,credo che un po’ di continuità sarebbe la prima cosa per ricostruire.
    poi è chiaro che prima di tutto contano i giocatori e se vendi i migliori e li sostituisci con palombo e jonatan non è che non cambia nulla. quelli che rimpiangono benitez mi fanno ridere,quelli che parlano di prgetto ancora di più.
    saluti

    • Intanto il bravissimo Benitez sono già 15 mesi che cerca una grande panchina e per avere un po’ di pubblicità ha bisogno di cannoneggiare continuamente l’Inter. Vuoi dire che forse anche le altre grandi hanno qualche dubbio sul suo carattere, tanto pacioso davanti alle telecamere e così insopportabile a detta di chi ci ha lavorato insieme? Cito dall’autobiografia di Jamie Carragher, suo ex giocatore: “Benitez è uno di quelli che sa tutto lui. Se lo incontri un pub ti vien voglia di dargli un pugno!”

  67. Ma perchè sento ancora dire che per riprenderci ci vorranno minimo 3 anni? Non mi pare che la Juve l’anno scorso fosse messa molto meglio di Noi eppure se la sta giocando onorevolmente. Il Milan non mi pare inarrivabile. La constatazione è che purtroppo la serie A è in costante calo tecnico e per inerzia allora si che per i prossimi 3 anni assisteremo ad ulteriore imbrocchimento…ma almeno su questo Branca e Moratti non hanno colpe…forse (?!)

  68. AngeloCurvaNord // 29 marzo 2012 a 22:31 // Rispondi

    A me basta non setire piu’ Ranieri ridacchiare nelle interviste post partita dopo prestazioni e sostituzioni che mi hanno lasciato senza parole. Perderemo ancora, chiaro, ma almeno non sentiro’ scuse patetiche.

  69. Non capisco tanto agitarsi. Era meglio finire con Ranieri? Si se avesse saputo mischiare le forze giovani all’esperienza dei vecchi, invece…Mi auguro che l’idea Stramaccioni (che stimo e ammiro) non sia solo un fuoco di paglia, ma una giusta e coraggiosa scelta di Moratti. Come mi auguro che i giovani che sta inserendo in rosa siano l’inizio di una ricostruzione ragionata e mirata al futuro. E’ presto per dire se abbiamo trovato il Guardiola in casa nostra, ma se non lo testiamo non lo sapremo mai.

  70. Pazza inter STRAMAla
    Stramaccioni mi sembra un mister con le idee chiare e non è cosa da poco, dato che Ranieri era ormai confuso e indeciso su tattica e giocatori.
    Cambi continui di modulo, giocatori spremuti poi messi da parte e non più ripresentati (cambiasso), giocatori mai presi in considerazione (Palombo non è poi così scarso), Giovani schierati fuori ruolo (Obi come esterno sinistro)
    Strama può fare ordine e finire il campionato dignitosamente.

  71. Anche se non sono interista ti seguo spesso sul sito e in tv. credo che molti tifosi si siano chiesti se Stramaccioni sia stato preso per avviare una nuova fase di svecchiamento e rilancio, o per risparmiare e “deviare” le critiche ai dirigenti e allo stesso Moratti. Il dubbio c’era, sono due scenari molto diversi.
    Ma dopo le dichiarazioni di stima per Bielsa, sempre se sono vere, la risposta sembra chiara…

    • Le dichiarazioni sono vere, perché la stima per Bielsa esiste fin dai tempi di Zamorano, che fu il primo a parlarne entusiasticamente a Moratti. Poi di qui a ritenere che sia già l’allenatore dell’Inter 2012-13 ce ne corre. Gli allenatori di cui Moratti negli anni ha parlato bene non si contano più: a domanda diretta parlerebbe bene anche di Pesaola.
      GLR

Lascia una risposta

Le 4 regole del commentario:
1. Siate educati: i commenti ad personam saranno ignorati
2. Scrivete in italiano, il congiuntivo non è una malattia degli occhi!
3. Non è una chat: se volete conversare tra voi, io che ci sto a fare?
4. La lunghezza del commento non può superare i 500 caratteri (spazi compresi)
Viva l’Inter!


*

 caratteri disponibili