Mercato: miccette, altro che botti!

Di buono c’è solo che l’Inter e i suoi satelliti non si sono mai messi a raccontare o a lasciar filtrare panzane a raffica, garantendo grandi botti di mercato. E infatti, altro che botti, manco raudi o petardi, al massimo miccette, come dicevamo noi bimbi degli esplosivi anni ’70! Alla fine, anche il più tardivo tra i tifosi deve aver compreso che la strategia interista su Tevez era finalizzata solo a vanificarne l’acquisto a rate: il ‘risarcimento’ per il disturbo ai cugini si chiama Muntari, al quale val la pena di augurare la stessa fortuna di Amantino Mancini. Ma qualcuno ha visto in giro Tevez? No, perché lo sceicco non  è un magliaro di Italia nostra, ma un vero british, per cui una richiesta è sempre una richiesta e se non la si accetta, l’Apache può pure giocare a indiani e cowboys con i più piccoli fino all’estate. L’Inter sul mercato di gennaio ha fatto addirittura meno del poco che avevo preannunciato: un italiano noto, Angelo Palombo, e un colombiano che tra Francia e Portogallo ha almeno già fatto un discreto tirocinio in Europa, Fredy Guarin. In totale solo 2,5 milioni di euro per i prestiti senza alcun obbligo di riscatto. Ah, dimenticavo, c’è pure il solito imberbe brasiliano: tale Juan Jesus ma non voglio subito metterlo in croce (battutaccia). Thiago Motta è andato a Parigi e chi vive l”Inter quotidianamente l’aveva capito da prima del derby che l’italo-brasiliano ha comunque giocato con grande professionalità. Un po’ meno la Coppa Italia a Napoli, proprio quando era sembrato che il PSG non volesse rilanciare. Ma aver tenuto duro fino a stamattina parrebbe aver fatto incassare quasi 10 milioni di euro dai francesi. Proprio gli stessi soldi che l’Inter ha provato fino alle 18.30 ad investire insieme al prestito del prestito di Zarate su Rodrigo Palacio, ma Preziosi ha fatto come lo sceicco del City: irremovibile! Il re dei giocattoli ha insistito fino all’ultimo perché l’Inter si portasse via Kucka. Ma per ripicca l’Inter Kucka l’ha lasciato a Genova! Nel mercato si litiga e si fa la pace un minuto dopo, per poi litigare ancora. Ora, arrivederci a giugno, anche se già da domani ricominceranno le solite panzane di mercato: da Balotelli ad Hamsik, da Schweinsteiger a Bale, da De Rossi a Fabregas già stanco del Barcellona, fino al ritorno in Italia di Mourinho, magari in tandem con Guardiola e chi ne ha più ne metta. E naturalmente Tevez! A proposito, qualcuno ha visto in giro Tevez?

69 Commenti su Mercato: miccette, altro che botti!

  1. Paolo Sabiu // 31 gennaio 2012 a 20:46 // Rispondi

    Sì Gian Luca, io Tevez l’ho visto sotto la sede di via Turati che supplicava ad alta voce il “geometra” di farlo salire (“Perché non mi avete preso??!”), e che avrebbe pure versato lui qualche milioncino al Mmmilan pur di giocare con la maglia rossonera…;-p
    A proposito di umorismo, Moratti dev’essere impazzito: due arrivi a centrocampo e il “pacchetto regalo” ai cuginetti con dentro Muntari…qual buon vento! Beh, non sembra male, specie per chi non se l’aspettava come me…
    Saluti nerazzurri!
    Paolo – Novara

  2. Beh, Gian Luca… Non si diceva da tempo che l’Inter aveva bisogno di due rinforzi a centrocampo?
    I due rinforzi sono arrivati (e direi che tra le miccette disponibili perlomeno hanno pescato bene), ma dopo Eto’o c’è stata un’altra partenza eccellente. D’altro canto a Napoli Motta aveva veramente la testa a Parigi, e se fino a giugno doveva essere condizionato da ciò, meglio averlo ceduto.
    Ciao, Roberto

  3. L’Inter è tornata nuovamente alla fisicità del centrocampo di contro alla classe di Motta. Pare inevitabile puntare su Wesley dietro le punte e tre cursori in mezzo al campo, visto che l’olandese al centro pare non voglia starci e di attaccanti esterni di ruolo non se ne vedono in rosa. Certo non è la direzione imboccata fin qui da Ranieri, ma il testaccino si adeguerà. La preoccupazione di ridurre il monte-ingaggi prevale su tutto. La volontà della società di sviluppare un gioco più propositivo adombrata con la scelta di Benitez sembra rimandata all’ipotetico futuro inserimento di talenti non ancora sbocciati o di altri ancora da scoprire; le idee degli allenatori scelti vengono annichilite nel corso di poche ore. Gli obiettivi quest’anno restano il terzo posto e passare il turno in Europa. Il futuro, davvero, è dfficile da leggere. FORZA INTER!

  4. No amici interisti, io non ci sto!!! Rimpiangere Thiago Motta e Muntari pur di criticare Branca & co. per l’operato sul mercato è un gioco che non ha alcun senso. Muntari fino a questo pomeriggio non volevano più vederlo nemmeno i gatti neri che si aggirano per Appiano. Per non parlare di Thiago Motta (che nei due anni e mezzo di Inter ha giocato si o no la metà delle partite). Adesso, improvvisamente, sono considerati due fenomeni. Ma per piacere…
    Considerazioni in ordine sparso: l’Inter è l’unica società italiana, insieme alla Fiorentina, che ha incassato moneta sonante. In ottica FPF e in un mercato di pagherò e comprerò quando (forse) li avrò aver incassato un decina di milioncini non è poi così male. E anche il monte ingaggi credo abbia subito un bel taglio. Matteo

    • Guarda, vuoi la verità? nemmeno Thiago Motta sapeva prima di ora di avere tanti estimatori. Il bello è che se, come per incanto, l’operazione venisse annullata oggi e Thiago tornasse anche per un attimo in infermeria, sarebbero tutti qui a volerlo cacciare coi forconi. Ma onestamente, si può dar retta seriamente alle opinioni di tifosi che cambiano idea ogni 90 minuti, più o meno la durata di una partita di calcio, anche meno?
      Ti rispondo mettendo in conto l’impopolarità assoluta: NO!Non si può parlare seriamente di calcio con qualunque tifoso.
      GLR

  5. Poteva andare peggio…
    Motta é una perdita importante, ma d’altra parte uno vende il giocatore che ha delle richieste, non uno che non si fila nessuno….è il mercato bellezza!

  6. Fredy Guarin e Angelo Palombo per Thiago Motta…..continua la politica del “ne prendo 2 mediocri per sostitiurne uno buono” che ha già dato pessimi risultati con la cessione Eto’o…………lo so Gianluca……….quando non ci sono più soldi..bisogna in qualche modo raschiare il fondo del barile……..e non mi lamento del fatto che l’Inter ceda i propri campioni….il risanamento di bilancio è un punto a cui necessariamente la gestione Moratti sarebbe dovuta arrivare!! Anzi io continuerò ad essere grato per sempre a Moratti per le emozioni che ci ha regalato in questi anni.

  7. io l’ho visto tevez a spalare la neve davanti i gradini della basilica di sant’ambrogio:-)

  8. Devo dire che da quando seguo il tuo blog caro GLR ho imparato a vivere e osservare le questioni nerazzurre e calcistiche in genere con molto più realismo e distacco. Certo mi hai tolto un po’ delle emozioni e delle illusioni che un tifoso acceso vive sentendo le panzane e le bufale della varia umanità che ruota intorno al calciomercato, ma a 36 anni suonati era forse ora di crescere…in ogni caso non giudicherei troppo negativamente questa sessione invernale. Motta davanti a quella offerta andava ceduto e di volata: se l’obiettivo è quello di svecchiare la rosa e prendere gente più affamata e motivata allora è inutile scandalizzarsi per la cessione di un trentenne per di più non integro e veloce come come una causa giudiziaria. Triste invece il tentativo di rimediare alle scelleratezze estive cercando di rifilare Zarate prendendo Palacio.

  9. Mario da Colonia // 1 febbraio 2012 a 00:12 // Rispondi

    la cessione di thiagone il vero colpo di mercato in italia.
    ho sperato prendessero anche milito,anche se una lacrimuccia mi sgorgava.
    ma restando cosi e’ un lento morire e non si mette mai mano.
    spero sia il primo passo verso un rinnovamento che doveva iniziare prima
    e si inizia da chi ha offerte.
    viele grüsse

    • È molto bello e soprattutto intelligente iniziare una ricostruzione dando via un giocatore di 29 anni per sostituirlo con uno di 30. E soprattutto prendendone un altro che non gioca da novembre e che alle visite mediche è risultato infortunato al polpaccio. Ne avrà, così dicono, per un mese. E che non può giocare in champions. Col Marsiglia vai col mediocampo formato da Sanetti, Cambiasso e Stankovic. Quelli dell’Olimpique non ci dormono la notte!
      È ora di iniziare una contestazione dura verso chi dice di essere, non il proprietario, ma il servitore di questa squadra. Perchè io tifo INTER e non moratti!

  10. Paolo Assandri // 1 febbraio 2012 a 02:17 // Rispondi

    Io sono sempre stato un estimatore di Motta e quindi ora non posso tirarmi indietro e dire che era scarso, lento o altre cialtronate. Era forte ed era pure il terzo titolare più giovane della squadra (a 29 anni…), detto questo, credo che con Guarin l’Inter abbia fatto il primo grande acquisto negli ultimi 2 anni, Palombo rimpiazza Motta in Champions ed è un buon giocatore anche se non credo verrà riscattato e di Jesus è inutile parlare (potrebbe essere il nuovo Thiago Silva o il nuovo Jonathan). Bisogna recuperare Wes a tutti i costi, anche perchè con un centrocampo più mobile credo che la squadra possa finalmente permetterselo tatticamente. Lui capirà che è costretto a restare all’Inter fino al 2014 perchè nessuno lo compra e si metterà l’anima in pace, tornando a fare quello che sa fare. Spero che Moratti non dovrà pentirsi del mancato acquisto di un attaccante a Giugno (coi 30 milioni della Champions hai voglia a comprarne…).
    Ciao a tutti!

  11. luke toronto // 1 febbraio 2012 a 05:12 // Rispondi

    Motta voleva andare e 10 mln per un 30 enne direi che non è cosi male anche se era un ottimo giocatore. Con Guarin e Palombo non direi che siamo messi cosi male, quando leggo che i milanisti sono contenti che arriva Muntari perche noi dobiammo lamentarci di questi due.
    Adesso speriamo che Ranieri prenda a calci nel sedere quelli che caminano in campo e che non e impazzito come Gasperini che aveva come problema un giocatore come Sneijder.

  12. mamma Viviana // 1 febbraio 2012 a 08:23 // Rispondi

    Ciao Gl, si l’ho visto io Tevez perchè dove abito io c’è uno brutto uguale che chiamano l’apache.
    bacioni mamma Viviana

  13. Ormai la stampa chiama colpi anche un giocatore da 5 milioni..Boh ma forse il momento è così per tutti e non credo che ci sia qualcuno che si è rafforzato molto più di altri. Sull’Inter dico che Guarin e Palombo potrebbero aiutare Ranieri a dare quella forza a centrocampo per inserire il fuoriclasse Snejder. Cambiasso e Zanetti ogni tanto devono essere sostituiti.
    Ho visto Tevez spalare neve a casa Galliani (con lui l’accordo c’è…) e per la primavera è prevista la mansione del taglio erba a Milanello…

  14. Dov è Tevez? lo ritroveremo su qualche carro ellegorico a ballare ” ai se eu te pego !! ” Ps. com è che improvvisamente Muntari è diventato un big?

    • Non avevo dubbi che Muntari sarebbe diventato un big. Però non tanto per il giornalismo zerbinato ormai agli sgoccioli, quanto per qualche fenomeno paranormale che segue questo sito. Ormai del tifoso interista-medio so tutto. Lo frequento fin dagli anni ’80!
      GLR

    • Vi ricordate Muntari quando a Catania è entrato ed in due minuti ha causato il rigore e si è fatto ammonire due volte e quindi espellere?

  15. Se non ci sono soldi non è che possiamo fabbricarli, non sono ne contento ne abbattuto, Palombo 2 anni fa era considerato un buonissimo giocatore, se si è imbrocchito non lo so, spero che sia entrato nel vortice discendente della Samp e una volta da noi gli esca il desiderio di rivalsa. Gli altri staremo a vederli. Ciao a tutti. Max.

  16. Massimiliano // 1 febbraio 2012 a 09:21 // Rispondi

    Era difficile eppure siamo riusciti persino ad indebolirci nella sessione di Gennaio.
    L’aver cercato Palacio le ultime ore di mercato dimostra il nulla più totale in fatto di programmazione ed organizzazione di questa ridicola dirigenza.
    E’ una mia sensazione ma Moratti per un bel po’ non si farà vedere allo stadio.

  17. Roberto Scibetta // 1 febbraio 2012 a 09:26 // Rispondi

    Sulla carta, gli altri si sono rinforzati (poco, a dirla tutta) e noi abbiamo ceduto un titolare.
    In realtà, non sono così convinto che il nostro NON-MERCATO sia così fallimentare.
    Thiago Motta è forte, ma non dimentico che fino a ottobre tutto San Siro borbottava per la sua estrema lentezza e per i suoi continui infortuni.
    Palombo non sarà candidato al pallone d’oro, ma forse il gap con Thiago Motta (valutando questo su 50 partite stagionali) non è così abissale. Mentre il cash di differenza è SI importante.
    E poi c’è Guarin, che (nei miei sogni, che costan sempre poco) si candida a fare lo Stankovich dei prossimi 4-5 anni.

  18. Dispiace e non poco, che sia partito un altro giocatore di esperienza internazionale come Thiago Motta, ma che soprattutto al suo posto sia arrivato uno da poco retrocesso in serie B, una squadra come l’Inter dovrebbe puntare su giocatori vincenti per natura o su giovani promettenti, Palombo non è nè l’uno, nè l’altro…

  19. va bene. Moratti non ne ha più o quantomeno non ne vuole spendere. Quando il milan non spendeva perchè bloccata da ingaggi milionari di gente come Jankulovsky chiedevano la testa di Berlusconi. Io non chiedo certo quella di Moratti, ci mancherebbe, ma almeno non dica che non si è mai tirato indietro quando c’era da comprare…continua a ripeterlo ma in questo mercato e nel precedente è proprio ciò che ha fatto…ci aspettano anni duri e se è pur vero che non si può sempre vincere, per un tifoso non è bello partire sentendosi già sconfitti…

  20. Carissimo, oltre a farti i complimenti per i toni sempre sobri con cui tratti soprattutto i temi del mercato, vorrei chiederti un brutale “voto” al mercato dell’inter di queste ultime due stagioni anche se la tua frase
    “solito imberbe brasiliano: tale Juan Jesus” chiarisce già molto il tuo pensiero.

    • Dati i tempi il voto resta tra il 5 e il 6 ma ovviamente dipende da qual che riuscirà a fare Guarin. Su Juan Jesus imberbe è imperbe, ma stavolta sono sicuro di essere smentito. Voglio essere ottimista e pensare che Juan Jesus diventi un grande difensore: non vedo l’ora di poter dire a me stesso “non avevi capito niente!”

  21. Il mercato si è chiuso Thiago Motta è andato via e forse nel bene o nel male l’Inter ha fatto bene a prendere i soldi e liberarsi di un ingaggio alto e di un giocatore che forse da noi aveva già dato, si spera che altri a giugno facciano la sua stessa fine e parlo dei vari Milito Zarate Forlan Lucio, gente che sebbene possano fare bene nella politica di un ringiovanimento devono essere sostituiti e venduti dopo magari annate buone, si spera.
    Degli acquisti presi li vedremo e giudicheremo di quelli che prenderanno in futuro non si sa si spera solo che non siano come Jonathan il gabbiano e compagnia cantante ma temo sempre sorprese di una Dirigenza estroversa.

  22. claudio milan // 1 febbraio 2012 a 10:32 // Rispondi

    Beh io Tevez l’ho visto in un campetto avicino all’aeroporto che si prendeva a palle di neve con Fabregas, Hamsik, Dzeko, il ritornato Kakà, Adebayor ecc. ecc. E tutti a chiedersi cos’abbia più di loro Muntari…

  23. Ciao Gian Luca, a vendere Thiago Motta, campione d’Italia, d’Europa e del mondo a questo prezzo ero capace anche io. Prendere un 30nne capitano di una retrocessa e un giocatore già rotto che starà fuori almeno un mese e che non può nemmeno giocare in CL è pura idiozia. Serviva una punta (vista la condizione di Forlan, Zarate e Castaignos) e un’ala sinistra. A questo punto per risparmiare bastava non prendere questi due nuovi e lasciare tutto com’era.

    • Si sa che i tifosi in poltrona sono sempre più bravi dei dirigenti. Quando si fa pochino non va bene, quando non si fa niente non va bene lo stesso. Avanti così, tanto se poi Guarin si rivela un campione ci sarà sempre il tifoso che già lo sapeva, se poi è un bidone, stessa storia. Ormai si va a sentenza ancora prima di capire quel che può succedere!
      GLR

      • Non possiamo certo pretendere che dopo un paio di mercato così dimessi i tifosi siano contenti! Non mi permetterei mai di contestare Moratti (che ho anche conosciuto personalmente) e non dimentico certo il mitico Triplete! Certo però che sentire Moratti dire che il mercato è stato buono…

        • Il fatto di aver conosciuto una volta Moratti non esime dal fatto di poterlo contestare. L’ho contestato duramente i primi anni e lo contesto quand’è il caso ancora oggi io che lo conosco da prima di Italia ’90. Questo non centra niente. Io dico solo che Moratti non può certo dire pubblicamente che il mercato fa schifo e in cuor suo si augura che Guarin sia un grande giocatore. Io rido in faccia a quelli che solo tre mesi fa avrebbero cacciato a calci Thiago Motta, come hanno fatto con Pandev, e ora l’avrebbero tenuto. Qualcuno gli avrebbe fatto il contratto milionario che ha preso dal PSG fino al 2015? Certo coi soldi degli altri. Quindi criticare va benissimo, magari attaccando il cervello qualche volta
          GLR

          • dopo un piccolo “ribrezzo” iniziale, ora la penso anch’io come te GLR. sopratutto concordo pienamente con te riguardo al fatto di chiudere la gazzetta per un secondo e aprire il sole 24 o l’economia di un quotidiano e rendersi conto in che periodo viviamo.
            lasciami però dire che, dal momento che si era deciso di ripianare i conti subito dopo il 22 maggio, e nell’ottica che tu ben dici di non ascoltare i tifosi per progetti a media scadenza (se si è una grande società), bisognava vendere i maicon e i milito quando era il momento e quando si poteva realizzare cifre importanti. adesso è tardi e non mi puoi dire che vendi eto’o per prendere forlan, zarate e alvarez con coutinho maturato e siamo forti come prima! e quest’estate con sneijder ci sarà da ridere, pagato 16 e venduto a 20, realizziamo ben 4 milioni che saranno reinvestiti sul contratto biennale di keita svincolato dal barca. numeri da circo!
            forza inter!

  24. Tevez sembrerebbe abbia un tavolo prenotato per oggi a pranzo in un ristorante dalle parti di BBilanello…me l’ha detto un amico fotografo che è stato chiamato da un tizio pelato per fare qualche scatto…ah ah ah

  25. Che tristezza questa mattina leggendo le prime pagine dei quotidiani sportivi con titoli cubitali su pagelle, Juve 7, Inter 6,5 Milan 6,5 e giocatori, Inter: Palombo! Milan: Muntari! Juve,: Padoin! Che nostalgia dei tempi dove i titoli erano Inter: Ronaldo, Matthaus, Roberto Carlos! Milan: Gullit, Savicec, Kakà! Juve: Platini, Zidane, Del Piero. Siamo proprio arrivati in fondo al pozzo, eppure ci sono ancora societa`che vendono fumo ai loro tifosi con nomi come Fabregas, Tevez, Lucas, Aguero e così via.

    • Che nostalgia quando il ghiacciolo costava 25 lire e il flipper 50 e con la mancetta di mia nonna potevo far lo splendido per due settimane. Inutile piangersi addosso, così va il mondo.
      GLR

      • Vero che anche il mercato estivo risente della crisi del calcio italiano, pero’ ritengo nutile la finestra di gennaio. Inoltre non credo sia neppure corretto modificare delle formazioni durante dei tornei. Personalmente credo sia giusto avere un solo periodo per il mercato, ovviamente quello estivo quando tutte le competizioni sono ferme!

  26. Andrò controcorrente per una volta, ho criticato varie volte le scelte della società, ma in questo caso non le critico affatto.
    A me Motta non è mai piaciuto, è sempre stato un buon giocatore, però sempre infortunato, e propenso a fare falli stupidi (ultimo in ordine cronologico quello su Cavani costato il rigore in coppa Italia).
    Quindi, per quella cifra è giusto che sia stato ceduto.
    Guarda caso, adesso che è stato ceduto dall’Inter è diventato improvvisamente un fenomeno, prima nessuno lo calcolava.
    Detto questo, sono arrivati Guarin (ottimo giocatore anche in prospettiva) e Palombo, sul quale molti tifosi interisti si sono espressi negativamente.
    Onestamente, non capisco perchè.
    Forse sono di parte perchè Palombo ha sempre fatto parte dei miei centrocampisti preferiti.
    Prima di tutto è un leader, è stato per anni il capitano della Samp, poi ha i piedi buoni, e un grande tiro dalla distanza. Non dimentichiamoci che anche il grande Mou lo voleva all’Inter ai tempi.
    Non ci scordiamo poi che molti dei cross che hanno permesso al Pazzo di segnare alla Samp sono partiti dai suoi piedi. E’ inoltre molto bravo a calciare le punizioni.
    Quindi onestamente non capisco il motivo delle critiche nei confronti di Palombo.
    P.s. Mi aspetto grandi cose anche Juan, è già nazionale brasiliano.

  27. Si sussurra che l’intromissione su Tevez sia stata fatta anche come ripicca verso il Milan per aver consigliato a Muntari di rifiutare tutte le proposte offerte, per essere preso a parametro “0”.
    Il mercato dell’Inter è come accade da un paio di sessioni non commentabile, se si pensa che Guarin è rotto, e Palombo oltre che 30enne non è mai stato un gran giocatore, si salva solo per il discorso economico che è poi solo quello che conta per la dirigenza.

  28. Stefano il "Cipe" // 1 febbraio 2012 a 11:55 // Rispondi

    Non ho mai avuto alcun dubbio sull’esito del mercato di gennaio, almeno per quel che riguarda le Italiane; i segnali non erano chiari ma…..LAMPANTI!
    Di Tevez, invece, sarei curioso di chiedere a Mancini e allo stesso giocatore gli umori per questa mancata occasione. Il “british style” centra poco: lo sceicco Mansour, se ha fatto fuggire 3 top-club come Inter, Milan e PSG (e chissà chi altro), mi sà che ci capisce poco….e sono convinto che il tempo mi darà ragione.

  29. Hai proprio ragione, è stato un mercato di vuoto totale.
    Non ci sono soldi, proliferano gli accattoni ed i venditori di bufale…
    Dici Tevez e prendi Maxi Lopez; dici Pizarro e prendi Padoin…
    Per l’Inter, l’unico colpo è stato proprio vendere Motta per 10 Milioni in contanti. Di questi tempi, Moratti ha preferito passare all’incasso.
    Gli acquisti a centrocampo si basano su due buoni giocatori che possono offrire a Ranieri qualche ricambio in più nei momenti critici.
    Il controsenso è però quello che né Palombo, né Guarin hanno le caratteristiche di Thiago Motta: il primo può essere visto come un Cambiasso, il secondo ha più caratteristiche offensive.
    Voto 6
    saluti da Franz

  30. Da “tifoso in poltrona” e secondo…intelligenza uterina (lo sento…una sensazione NON una razionalità) dico che…PALOMBO sarà molto utile al centrocampo della Beneamata. Il tempo dirà…

  31. A me dell’aspetto economico non frega nulla, che ci perda o ci guadagni la società non importa, l’importante è che le scelte fatte si rivelino a fine anno azzeccate!
    Altrimenti c’è chi paga per gli errori fatti… e la dirigenza e chi si occupa di mercato non credo abbia più molto credito da parte del presidente!
    A proposito, sembra che i tifosi non siano più contenti della sua gestione; però strani questi interisti!!!!!!
    Diamo almeno il tempo ai nuovi di arrivare e speriamo a fine anno di essere comunque orgogliosi di questa squadra, come le ultime 6 stagioni!.
    Dal prox anno però occorre e spero in una squadra + competitiva!

  32. La valenza agonistica di carisma e tattica di Palombo è a mio avviso superiore a Motta (giustissima la scelta di lasciarlo andare piuttosto che avere in casa uno scontento da 2 milioni di euro) …. su Guarin non commento perchè non lo conosco…su Tevez in casa Milan l’ennesima figura da clown!

  33. tutto sommato il mercato è andato meglio del previsto secondo me.
    Motta venduto a 10 milioni è un affare, ricordo che era criticato sempre per la sua lentezza, ora che è andato via non sarà per caso diventato Bolt vero?
    Guarin se torna in forma è un signor centrocampista, e poi visto quello che (non) lo abbiamo pagato è un lusso

  34. vediamo di recuperare wes, vediamo di centrare il terzo posto e andare piu avanti possibile in champions, prima o poi anche gli altri dovranno inchinarsi al fair play finanziario e allora vedremo chi riderà. Ricordiamoci che solo l anno scorso abbiamo vinto mondiale, supercoppa e coppa italia

  35. Ottimo, ora abbiamo tutto. Un ottimo fantamercato, armonia in campo, l’ultimo top player rimasto felice, un grande allenatore ed una società che ha ripreso a lavorare bene come una volta. I peggiori restiamo solo noi tifosi…….FORZA INTER

    • Amo l’ironia. Da tifosi ci si può anche dimettere seduta stante e seguire altri sport. Io faccio il giornalista e detesto prendervi in giro con colpi a sensazione che non ci saranno per qualche anno. E non solo per l’Inter.
      GLR

  36. Palombo che mi va sotto la curva a scusarsi in lacrime per una retrocessione di squadra lo voglio all’INTER tutta la vita. Almeno una persona con sentimenti che val la pena di commentare in questo calcio di squallidi personaggi e vicende.
    Quindi,su T. Motta lascio perdere che è meglio.
    Se poi pensiamo al Milan…, da “Tevez day” a ” Muntary day” !?!..
    Mi sembra di aver vinto un’altri due derby!!!
    Dimitri

  37. Ciao GLR,
    ieri sera torno a casa e il babbo 72enne se ne esce con : “….ghera bisognn da ciapa’ ul capitano della samporia…..chi du’ bagaj che ghem li’ a centrocampo van minga ben ???! ( Faraoni e Poli…chi???….ho detto Poli )……ho spiegato a papa’ che ogni tanto qualche nome tocca metterlo li’ altrimenti i tifosi poi sbuffano ma lui niente….secondo me non ha sentito che Guarin e’ infortunato…..glielo puoi dire tu, per favore…io sono a corto di argomenti……
    grazie, Riccardo

  38. Io direi che il più valido ad aver cambiato maglia, considerando i movimenti di mercato di tutte le squadre di A, è Guarin. Quindi…

  39. Non condivido il pessimismo di molti su questa sessione di calciomercato. Sperando di non essere smentito dai fatti, mi spiego: se T. Motta voleva andare via come si faceva a trattenerlo a quelle cifre poi?! Palombo è un gran combattente e mi è sempre piaciuto e Guarin lo volevano in molti e da quanto mi risulta è un ottimo calciatore. Speriamo solo sia disponibile al più presto visto che arrivato un po’ ammaccato. Il giovane Juan è già nel giro della nazionale verdeoro. Se matureranno in questa stagione i vari Poli e Alvarez, per la prossima stagione basteranno due tre acquisti mirati ed in questo senso siamo avvantaggiati visto che la società si sta adeguando al FPF più rapidamente di tutti. Ma poi le altre grandi quali campioni hanno preso, quale fossato hanno scavato prendendo un qualsiasi big?!

  40. Continuo ad avere la sensazione che la società si stia muovendo (cedendo e facendo contratti a cifre “basse) per arrivare al prossimo giugno con un gruzzolino da poter investire su un giocatore di livello (sicuro) e su un altro (previa cessione di top stipendi tipo milito e/o sneijder).
    ChR

  41. Bla bla bla. Inutile parlare ora di Motta che se ne è andato, piuttosto, se fosse vero che l’Inter con la sua cessione ha ricavato 10 milioni per un 29 enne, tanto di cappello. E’ arrivato Palombo, giocatore discreto di quantità che DATI ALLA MANO, bene o male, si gioca tutta la stagione da titolare mentre Motta non gioca metà delle partite, per quanto lo possa far bene sempre, sono pur sempre metà e pretende un ingaggio troppo elevato per i parametri europei. Dunque? Piangere per questa cessione? Nah, magari fra 2 mesi Palombo si rivelerà il Nocerino dell’Inter e Motta sarà fermo ai box parigini da 1 mese.
    Piange il cuore a sapere che è andato un eroe del Triplete, ancora più eroe a Barcellona, ma è tutta economia e oltretutto, quando se non oggi conta più di tutto l’economia? C’è di peggio, pensa a quando toccherà a Sneijder fra 5 mesi…
    Saluti
    Matteo

  42. Come si fa ad acquistare in fretta e furia all’ultimo giorno dei giocatori, quando la previsione delle partenze era già indirizzata dagli interessati parecchio tempo fa? Così è successo con la partenza di uno dei due pezzi grossi nell’estate scorsa e si è andati a prelevare due giocatori all’ultimo giorno facendogli fare una preparazione ritardata con tutte le conseguenze del caso. Gli acquisti si possono criticare solo alla fine dei giochi, però Palombo è un giocatore nell’ambito nazionale, ragazzo serio e sempre disponibile, non ha lasciato la Samp dopo la retrocessione, quando poteva benissimo abbandonare la sua squadra e Guarin a detta dell’opinione pubblica è un ottimo giocatore, anche se infortunato (circa un mese di stop) ci vorrà parecchio tempo prima di integrarsi.

  43. Mi sono stancato di questi interisti piagnoni che invocano la vendita della società … Come se lo sceicco di turno fosse lì pronto con palate di milioni da investire … Che considerano Thiago Motta come l’erede di Lothar Mattheus e Muntari come il nuovo Brehme … Anche se li fischiavano fino a ieri … Che vorrebbero Oriali al posto di Branca, come se Lucio, Sneijder, Milito, Eto’o li avesse acquistati mio zio … Come se 2 anni (non 2 secoli) fa non avessimo fatto il Triplete (al momento l’unica squadra nella storia del calcio italiano a riuscirci fino ad oggi) …
    Io credo che se anche non dovessimo vincere nulla quest’anno … Potremmo comunque essere contenti dei successi degli ultimi anni … Basta lamentarsi e sempre e solo FORZA INTER …
    Adesso vado a Malpensa ad aspettare Tevez, Fabregas e Kakà ..)))

    • Beh, almeno una levata d’orgoglio interista ci voleva, tra un frignone e l’altro! Che poi Moratti stia dormendo da un anno e mezzo è verissimo, ma non c’è e non ci sarà altro all’infuori dei Moratti per un bel pezzo
      GLR

  44. Il mercato di riparazione (?) dell’Inter è stato il seguito delle ultime due stagioni, che ci piaccia o no il buon Moratti ha deciso di svecchiare e nel contempo sistemare il bilancio in super rosso; tutto sommato ha piazzato Motta per ben 10 milioni di euro (un vero affare!), spiace vederlo partire ma per fare cassa e sono arrivati un paio di centrocampisti che in effetti servivano, almeno in fatto di quantità numerica (poi scopriremo se saranno all’altezza.
    la verità signori miei (e non capisco perchè molta gente non vuole accettarlo) le campagne acquisti faraoniche sono finite (forse per tutti) e dobbiamo fare di necessità virtù.
    concludendo sarò forse l’unico al mondo a pensarlo ma il lavoro di Branca-Ausilio messo in moto da ormai due stagioni, porterà benefici per il futuro (per il momento c’è solo da tenere duro).

  45. non sono affatto scontento del modo di operare dell’inter, anzi con l’operazione motta dimostrano intelligenza finanziaria e rinnovamento tecnico poi magari guain non sara’ all’altezza ma a giugno avremo la possibilita’ di trovare alternative senza aver speso cifre pazzesche , e palombo non e’ fuoriclasse certo ma sapra’ farsi volre bene perche’ e’ un combattente e la squadra attuale ha bisogno di forza , non dimentichiamoci che anche il mercato in uscita e’ apprezzabile sono finiti glia annni dove dovevamo tenerci 35 giocatori , i giovani se li richiedono significa che qualche cosa di buono hanno.
    un cordiale saluto Gianluca.
    Alberto di milano

  46. Fabio Primo // 1 febbraio 2012 a 18:07 // Rispondi

    Sarebbe bello riuscire a ripetere i colpacci del passato , spendendo pochissimo. Ricordo:
    Julio Cesar 0 , Maxwell 0 , Cambiasso 0 , Maicon 6 mil. , Stankovic 3,5 mil.
    5 ottimi player con meno di 10 mil. !!
    Certo che Guarin arrivato in sovrappeso e già infortunato , non è un bel biglietto da visita !!
    Palombo e Poli assieme sono una garanzia , vedi la Samp l’anno scorso…

  47. Va bè, io sono un tifoso “anziano”, e ammetto che mi fà piacere più vincere che avere i conti in ordine. Ma se oggi è questo che conta, allora che cosa serve fare il tifo per una squadra di calcio? Mi metterò a tifare per, che so, Unicredit e quando le azioni in borsa saliranno prenderò la bandiera e la sciarpa della banca (spero che ci siano) e andrò in piazza Duomo a fare i caroselli suonando il clacson…

    • Va bè ma è un discorso un po’ classista…allora che dovrebbero dire i tifosi delle squadre minori, destinati al massimo ad uno storico piazzamento in Europa. Per quello si tifa sempre, nel bene e nel male
      GLR

  48. Non mi sembrano poi così miccette anzi! A stagione avviata Motta che va via non è un botto? Arriva Palombo, capitano che si inginocchia scusandosi davanti ai suoi tifosi e non si fa un campionato intero in B tutte qui le lacrime? Bel botto! Arriva un altro giocatore già infortunato che non può giocare la CL?! Bè forse è un botto che conosciamo! Ranieri non era d’accordo! Non è un botto? Insomma…non si può vincere sempre, SPORTIVAMENTE parlando. Non si può sempre spendere, ECONOMICAMENTE risparmiando. Bisogna aspettare i giovani, TECNICAMENTE pazientando. Ma un programma coerente no? Ciao Gianluca è un piacere seguirti. Sergio

  49. Non mi aspettavo nessun botto. Anzi, mi sorprende l’acquisto di Guarin che, se sta bene ed è quello che ho visto giocare l’anno scorso due o tre volte nel Porto, non è niente male (un bell’incursore del centrocampo). Palombo è un gregario “di qualità”, disponibile al sacrificio, che consentirà di sgravare il povero Cambiasso di una parte dei compiti di copertura, aggressione e rincorsa. E allora forse il centrocampo potrà sostenere meglio il trequartista (Sneijder, naturalmente). Speriamo che Forlan sia in grado di recuperare e dare qualcosa di più, perché il buco maggiore lo vedo davanti, nonostante la vena parzialmente ritrovata di Milito.
    La questione Motta è complessa. Il giocatore, come valore assoluto, non di discute e resterà sempre uno del triplete. Ma ha avuto pesanti infortuni prima di venire in Italia, garantisce non più di una ventina di partite l’anno, ha trent’anni e un ingaggio alto. Non posso biasimare la società se ha deciso di venderlo a 10 milioni.
    Per quanto riguarda Muntari, che dire: se il Milan ci teneva tanto a pagargli l’ingaggio…
    Henryk, Roma

  50. Alla fine considerando il budget a disposizione è stato fatto un mercato nella norma.
    Le incognite sono Juan Jesus (prevedo un bidone, però mai dire mai) e Guarin che è rotto, considerando anche la precedente esperienza con Poli. Rimpiangere Muntari è assurdo, gli abbiamo rifilato uno veramente scarso, stile Mansini due anni fa.
    Per il resto Palombo è un giocatore normale (che con Poli ricostituisce la coppia di mediani della samp retrocessa) che va a sostituire Motta che magari sarà pure qualitativamente migliore, ma che gioca metà delle partite,delle quali giocate bene sono la metà della metà. Ci ha portato 10 milioncini, quello che aveva da dare l’ha dato, va bene così, grazie e tanti saluti

  51. Maurizio 65 // 1 febbraio 2012 a 20:24 // Rispondi

    Comprendo l’amarezza per l’attuale situazione, tutti vorremmo una squadra sempre al vertice e l’acquisto di Campionissimi ma pur ritenendo criticabile l’uso fatto dei pochi soldi a disposizione ecc. ecc. , come non accorgersi dei tempi che corrono?
    Inutile menarla con i guadagni dei viziatissimi giocatori e pretendere che il calcio continui a vivere sotto una campana di vetro, non è più possibile e ammissibile.
    Credo che tutti , qualsiasi lavoro od attività svolgiamo, ci si renda conto del momento attuale, lo si respira tutte le mattine quando iniziamo una nuova giornata lavorativa e non vedo come il mondo del calcio possa sottrarsi a tutto questo.

  52. Silvio da Torino // 3 febbraio 2012 a 19:07 // Rispondi

    Mi affeziono praticamente a tutti i giocatori che vestono la nostra maglia (forse restano fuori Gresko, Brechet, Vampeta e pochi altri). Quindi sono dispiaciuto della partenza di Thiagone anche perchè due piedi buoni nel centrocampo non fanno mai male. E poi è stato uno di quelli che ha fatto l’impresa anche se ha perso Madrid per la sceneggiata di Busquets.
    Adesso però accogliamo come si deve Guarin, Palombo e Juan sperando che ci diano una grossa mano a finire bene questo campionato.

  53. Prima di tutto da parte mia un grazie immenso a moratti, a branca e a tutti qui giocatori che ci hanno fatto divertire come dei matti in questi anni.
    non sopporto quei tifosi,ce ne sono parecchi la domenica al bar, che parlano dei vari maicon, lucio,cambiasso, cesar definendoli dei brocchi e criticandoli come degli ossessi. quando si vinceva sempre non si lamentavano, però.
    su muntari dico:regalarlo al milan è stato un colpo di genio. su motta, se ne voleva andare e l’abbiamo accontentato, dov’è il problema?
    detto questo, sarebbe più onesto da parte della società chiarire che la cosa più importante ora sono i conti. altrochè mercato.

Lascia una risposta

Le 4 regole del commentario:
1. Siate educati: i commenti ad personam saranno ignorati
2. Scrivete in italiano, il congiuntivo non è una malattia degli occhi!
3. Non è una chat: se volete conversare tra voi, io che ci sto a fare?
4. La lunghezza del commento non può superare i 500 caratteri (spazi compresi)
Viva l’Inter!


*

 caratteri disponibili