32C: Inter-Siena 2-1

Dopo il 2-1 al Siena, il terzo posto è un po’ più vicino, ma a 6 punti che, a 6 gare dal termine, restano un’enormità. Bene ha fatto Andrea Stramaccioni a parlare chiaro in sala stampa: “Non credo che l’Inter arriverà terza – ha detto il giovanotto – ma sono sicuro che farà di tutto per arrivarci!”
Parole Sante: troppe volte quest’anno l’Inter è parsa risorgere per poi buscarsi il solito malanno di stagione.
Eppure l’Inter senza ambizioni vista a Trieste col Cagliari non era neppure lontana parente di questa, che ha creato e corso, soprattutto nella ripresa, quando di norma finiva sempre in apnea. Detto tra noi, non ricordo un’altra partita in questa stagione in cui i nostri abbiano corso così tanto e, soprattutto, così poco a vuoto. E che dire di Milito, che a Natale molti di voi volevano spedire a calcioni come pacco dono al Paris Saint Germain e che ora, con i suoi 20 centri, minaccia seriamente il capocannoniere Ibrahimovic, che lo precede solo di 3 gol?
Capitan Zanetti intanto ha tagliato l’ennesimo traguardo, timbrando la sua 570.a presenza in Serie A, come Dino Zoff.
Eppure anche col Siena l’avvio di gara era stato tremendo, con Samuel uccellato da ultimo uomo dopo nemmeno dieci minuti da D’Agostino. Da lì è stato subito tirassegno per Julio Cesar, bravo ad opporsi coi piedi a Destro e con le mani a Brienza prima di capitolare sulla terza conclusione, proprio di D’Agostino. Samuel dopo l’erroraccio si è però riscattato evitando con una miracolosa scivolata il raddoppio senese, ma ha finito per stirarsi e lasciare il campo a Nagatomo, con lo spostamento di Chivu a centrale. Se non altro, sull’altro fronte, un altro erroraccio di Pesoli ha invitato Milito, dopo che Stankovic si era appena mangiato un gol incredibile, all’incornata del pareggio.
Nella ripresa in campo si è vista solo l’Inter, ripartita con l’ennesimo incredibile errore sottoporta, questa volta di Milito, poco lucido nello sfruttare una corta respinta di Pegolo su tiro dalla distanza di Alvarez. premiata dopo assalti a ripetizione dal rigore concesso nel finale dall’arbitro Romeo di Verona per l’ingenuo sgambetto di Mannini su Nagatomo. Milito ha trasformato di potenza il quarto dei sei rigori calciati finora per il 2-1 finale.
Per il giovane Stramaccioni è la seconda vittoria in tre gare: sette punti, seppur con due casalinghe, rinforzati dalle frenate in serie di tre aspiranti al terzo posto su quattro: tra Lazio, Napoli e Udinese, solo la Roma ha vinto. Resta il fatto che l’Inter della ripresa è sembrata la migliore del girone di ritorno, anche nei suoi interpreti più discussi, da Stankovic a Zarate, che la cosa più bella della partita l’ha fatta stoppando spalle al campo un lancio fuori misura proprio di Stankovic, fino al rientrante Alvarez, defilato a destra nel tridente. Guai però a ricascare nelle solite illusioni: la stagione resta deludente ma, magari si riesce a chiuderla senza altri capitomboli da operetta.

36 Commenti su 32C: Inter-Siena 2-1

  1. Quello che non digerisco è il volto teso di Moratti che ogni tanto appare con un effetto come da “aceto sulle ferite del tifoso”, lungo il calvario della partita. L’inappropriato segno della croce finale del presidente la dice lunga sullo stato d’animo del Patron.
    La sofferenza è sofferenza ma sicuramente ve n’è altra nella vita, più lacerante, per cui ricorrere al “segno della croce”.
    Avrei visto meglio un’altra serie di gesti scaramantici… ma forse siamo ancora sull’onda lunga della gestualità Pasquale.

    • E va beh, ragazzi, che palle! Se manda affanculo l’arbitro non va bene, se si fa il segno della croce nemmeno. La prossima volta gli conviene mandare una statua di cera al suo posto. Incredibile che con tutti i problemi che ci sono, certi interisti si mettano a sprecare tempo e righe su stronzate senza senso! Mah..
      GLR

      • bravo GLR, hai ragione, preferisco quando manda al quel paese l’arbitro e affini, che il segno della croce. forse pensava, è passata anche questa…

  2. Non si ricada in scivoloni grossolani, ma quanto meno si dia tutto quel che si può in un’annata come questa. servira’ capire su quali giovani , attualmente in rosa, l’inter potra’ investire.
    complimenti come sempre per la competenza e l’obbiettivita’
    alberto

  3. io volevo cestinare milito, sono contento che stia segnando per l’inter ma ho ancora in mente i gol clamorosi sbagliati all’andata e purtroppo anche la richiesta di aumento salariale in mondo visione la notte di madrid. il discorso è sempre quello, è ovvio che in termini assoluti pochi attaccanti valgono milito, bisogna poi vedere in termini pratici, quando si gioca 3 volte in una settimana e quando sei chiamato in prima persona a fare la differenza in campo. caspita se il real ad un certo punto ha lasciato partire raul (che tutt’ora gioca e segna) per tenere benzema e higuain (entrambi 1987!) ci sarà pur un motivo no?!? c’è poco da fare: siamo in balia delle decisioni della società. a me stramaccioni piace per l’approccio alla gare e per il gioco aggressivo sopratutto in attacco, ma per fare il tridente che ha in testa lui zarate, alvarez e forlan non sono gli uomini adatti e ad essere onesti fino in fondo bisogna dire che il buon gasperini lo diceva già a settembre. ora io non dico che bisogna prendere robben e ribery ma sicuramente qualcuno di più adatto al ruolo si.
    forza inter!

  4. Contenta di ever visto nel 2° tempo un Inter correre con la voglia di fare bene vincere e portare a casa tre punti importanti.Voglio fare i miei complimenti a capitan Zanetti per la bellissima partita fatta,capace ancora di dare il “paghino” a diversi “sbarbati”

  5. Roberto Scibetta // 12 aprile 2012 a 07:28 // Rispondi

    Bella prova quella di ieri. Agevolati da un Siena che si rivela una “squadretta” (ma sul tema potreste con successo zittirmi ricordandomi le Nostre performance con altri “squadroni” come Novara, Bologna e altri), abbiamo fatto un figurone!
    Vedere Zarate che salta l’uomo e poi crossa mi stringe il cuore: quanto durera’?
    Comunque, il nostro calendario per le prossime 6 partite e’ tremendo, tra Udinese, Fiorentina, Milan, Lazio ecc. Puntiamo ad un posto in Europa League e speriamo bene…
    R

  6. mamma viviana // 12 aprile 2012 a 07:40 // Rispondi

    Nonostante l’errore, Samuel tutta la vita. smettiamola con Ranocchia, pesce fuor d’acqua. almeno the wall ti ha salvato in altre occasioni vedi per esempio appena prima di uscire due contro uno ha fatto davvero ”il muro”. Se Stramaccioni non pesca dalla primavera che è la sua creatura vuol dire che sa che non sono pronti. Se facesse giocare più giovani e i risultati non venissero tutti a dire ”ma deve far giocare chi ha esperienza e bla bla bla..” Lo lasciassero fare. bacioni mamma Viviana

    • Credo che comunque un certo numero di difensori l’Inter debba continuare ad averli, quindi ci sta anche Ranocchia, aspettando che esca dal momentaccio. Poi giocherà chi lo merita.
      GLR

  7. Stramaccioni oggettivamente non poteva fare miracoli… Buchi in difesa: rimasti. Gol divorati: sempre a grappoli. Centrocampo: sempre lento e confusionario. Il migliore? Sempre il 39enne Zanetti, alla faccia dei giovani.
    Sembrerebbe Il solito quadro desolante… Poi si va a vedere quante partite ha giocato l’Inter col giovane tecnico romano (tre) e i punti fatti nelle medesime partite (sette, e potevano essere nove): dov’è l’errore?
    Dopo il “flipper” di Inter-Genoa scrissi che avrei firmato per giocare maluccio ma fare ogni partita un gol in più degli avversari, dovesse finire 8-7. A questi lumi di luna, c’è qualcuno che ha il coraggio di storcere il naso? Per il terzo posto, dopo aver battuto la Lazio, la Juve ci può dare una mano battendo la Roma. L’opera però (già contro l’Udinese sabato) deve… completarla la stessa Inter ma questa è la più indecifrabile di sempre: ci riuscirà?

  8. La migliore partita vista quest’anno! Mi sono piaciuti particolarmente Obi ( sottovalutato da molti ) e devo dire, anche se a malincuore, Zarate.
    Penso che l’idea di Stramaccioni di cambiare sempre almeno un interprete a centrocampo ogni nuova partita dia la possibilità di prendere fiato anche alle nostre vecchie guardie.
    Un saluto e forza Inter 😉

  9. Massimo Inter // 12 aprile 2012 a 08:24 // Rispondi

    Anche se in svantaggio, l’Inter ieri ha comandato il gioco.Mi è piaciuto l’atteggiamento e il continuo creare palle gol. Alla fine abbiamo vinto, segno che l’impegno è stato premiato al contrario del cagliari che la Dea bendata ci ha dato una grossa mano.
    Ora siamo a -6 e si va a Udine dove sarà durissima.Vedremo e speriamo in bene.
    Menzione particolare per Milito, Stankovic ma, sopratutto, un invito a tutto il mondo: clonate il Capitano.Assolutamente incredibile.

  10. Appena arrivato di stramaccioni abbiamo sentito che avrebbe fatto esplodere o cmq giocare i giovani di questa inter…. Capisco il fatto di non farli giocare inseme tutti ma nemmeno col contagoccie… esce un giovane entra un giovane … magari giocare con nagatomo … obi …. poli …. alvarez ….. insieme potrebbe essere l’occasione per vedere correre una squadra e magari vederla vincere…. non dico di far giocare la primavera…. ma inserire al posto di gente che non convince piu’ o non ha mai convinto giovani di belle speranze….. anche perche’ spero vivamente di non giocarla l’europa league (visto che champions e’ andata)

    • Si è sentito che dopo una vittoria era il nuovo Mourinho e dopo un pareggio un altro allenatore incapace. Bisognerebbe evitare di correre dietro a quel che si sente e cominicare a ragionare con la propria testa, pensando che se nemmeno con Stramaccioni si punta decisamente sui giovani, forse è perché nessuno di loro, alla lunga, dà le garanzie di quelli che giocano.
      GLR

  11. Sono d’accordo. E’ stato un ottimo secondo tempo.
    Peccato per quella serie penosa di sconfitte, perché anche solo vincendone due su otto (tipo Bologna e Novara), saremmo messi molto bene.
    Certo, però, che se dopo una stagione così comica, siamo ancora in lotta per il terzo posto, vuol proprio dire che la serie A è ai minimi termini!
    Saluti.

  12. Paolo Assandri // 12 aprile 2012 a 09:32 // Rispondi

    Mi è piaciuto molto Obi, credo che dovrebbe provare a giocare interno di destra, in modo da sfruttare di più l’ottimo mancino. Stankovic è l’unico coi piedi per lanciare, ma quest’anno purtroppo ha concluso con il calcio di altissimo livello, Motta l’hanno venduto e quindi è normale soffrire in quella zona. Sarà dura sostituirlo. Milito è il solito fenomeno, l’unico che terrei l’anno prossimo davanti (oltre a Pazzini). Una buona partita contro un grande Siena. Sabato sera vediamo contro una parigrado cosa siamo in grado di fare.
    Ciao a tutti!

  13. Cerchiamo di essere pragmatici; sei punti a sei partite dalla fine sono tanti, ma soprattutto abbiamo un calendario proibitivo, due sole partite in casa, tra cui il derby e in trasferta con udinese, fiorentina, parma e lazio…E’ doveroso però provare a fare più punti possibili, anche perchè le altre concorrenti vanno piano e perdono spesso e volentieri.

  14. Andiamo ad Udine nel momento migliore per noi. Udinese in evidente calo (5 punti in sei partite) e noi in crescita di condizione: in effetti quest’anno non si è mai vista l’Inter finire bene la partita come ieri sera (forse solo a Verona).
    Resta però una fase di non possesso palla francamente deficitaria per scarsa rapidità nei ripiegamenti e ridotta capacità di occupazione degli spazi. Ed è questo aspetto, soprattutto, che non ci consente troppe illusioni.
    Lo sappiamo bene e non basta certo una vittoria con il Siena su rigore a confonderci le idee.
    Ma finire bene questa stagione ha comunque la sua importanza.
    Henryk, Roma

  15. Paolo Sabiu // 12 aprile 2012 a 10:25 // Rispondi

    Beh, che dire, almeno con “Strama” stiamo rispettando quella che una volta si definiva perfetta “media inglese”, di cui ultimamente non sento più parlare.
    Un po’ di rammarico per la posizione che occupano i nostri, visto che chi ci precede fa di tutto tranne che viaggiare speditamente.
    Avevo già fatto pubblica ammenda per essere stato tra quelli che non sopportavano più gli erroracci sottoporta di Milito nel suo lungo periodo no… mi ripeto e, quasi quasi, lo ribattezzo “Numero 22: El segna semper lü 2″ (ve lo ricordate il Ganz pre-rossonero?)…
    Infine, complimenti a “Benjamin Button” Capitan Zanetti per il numero di presenze conseguito, oltre che per la freschezza fisica che continua a dimostrare: un vero esempio per tutti quelli che dovrebbero fare vita da atleta!
    Saluti nerazzurri!
    Paolo – Novara

  16. Pur avendo visto una buona Inter,ieri sera solito copione – la squadra avversaria arriva a San Siro, segna subito il golletto e si chiude – i nostri la davanti trovano le barricate e annesso contropiede avversario – troppe volte quest’anno abbiamo assistito a questo spettacolo – meno male che il grande Principe non ha scordato come si segnano i gol, onore a lui!
    p.s. nel Parma ha segnato Jonathan!

    • A porta vuota, ma ha segnato davvero: non c’è più religione. Credo che quest’anno segnerebbe anche Pacheco!
      GLR

  17. La cosa più bella sarebbe battere il milan nel derby e far vincere a milito la classifica marcatori davanti ad ibrahimovic!
    ZERO TITULI noi ZERO TITULI LORO mi sembrerebbe più che giusto!
    Avanti con stramaccioni anche l’anno prossimo con tanti giovani, basta cariatidi che si chiamino stankovic, lucio o milito. Se si tengono devono fare da chioccia ai giovani, non essere i pilastri su cui si fonda la squadra.
    FORZA INTER!

    • Dare della cariatide a Milito dopo oltre 20 gol stagionali ce ne vuole. Quanto ai zero titoli, il Milan potrebbe comunque vantare una Supercoppa Italiana. Sapete che per me l’Albo d’Oro è come la Bibbia, sacro! Sia quando si tratta dei miei che degli altri, sia quando di tratta di Champions che di Mitropa. Certo se il Milan non vincesse questo scudetto, sarebbe un tonfo clamoroso, ma io penso che sia ancora favorito.
      GLR

  18. Stefano il "Cipe" // 12 aprile 2012 a 11:46 // Rispondi

    Sinceramente, dopo la partita con il Cagliari, ho creduto che l’Inter giocasse al “ciapanò” per evitare di rientrare in una qualunque posizione da coppe Europee.
    Con il secondo tempo disputato a Trieste, di fronte ad un avversario rimasto in 10, sfido chiunque a dire che l’idea non gli è balenata in testa, .poi, però, arriva la partita con il Siena! E vedi una partita (spece nel secondo tempo) come non vedevi da mesi!!??
    Posso soio dire, come sempre: ama la PAZZA.

  19. Luca Conti // 12 aprile 2012 a 12:10 // Rispondi

    Piangere sul latte versato non serve a nulla ma aumenta sempre più il rammarico per due sconfitte oscene come quelle interne con Novara e Bologna.. in una scandalosa stagione, complici le mediocri performance delle altre pretendenti al terzo posto, saremmo lì a giocarcela..

  20. pasquale somenzi // 12 aprile 2012 a 12:50 // Rispondi

    Vorrei sottolineare che in queste 3 partite l’Inter ha sempre segnato sia nel primo che nel secondo tempo, risultato che alla Juventus, pur se imbattuta, non e’ riuscito in questo campionato e all’ Inter non capitava dalla volata scudetto 2009/2010 (Inter-Atalanta 3-1 – Lazio-Inter 0-2 e Inter-Chievo 4-3).
    ciao. pasquale

  21. Rispetto alle concorrenti l’Inter è l’unica ad avere 2 partite in casa e 4 fuori, ad esclusione della lazio è in svantaggio negli scontri diretti con tutte le altre (ad oggi), ed è l’ultima del gruppetto anche se ci si sono ancora 2 scontri diretti in ballo… parliamoci chiaro… guardando la difficoltà del calendario questa squadra arriva terza se riesce a fare un miracolo e le altre un disastro.. più realisticamente se la giustizia sportiva falcidia la concorrenza per il calcioscommesse… premio che nessuna componente della società meriterebbe per l’obbrobrio di stagione che ci hanno costretto a vivere.

  22. Silvio da Torino // 12 aprile 2012 a 13:18 // Rispondi

    Questo è quello che tutti gli interisti si aspettano. Evitare figuracce in queste ulltime partite che restano e possibilmente togliersi qualche soddisfazione. Purtroppo qulasiasi sia la fine di questo campionato, per noi nerazzurri sarà una tragedia. Gobbi o cugini per me pari son.
    La gara con il Siena, a parte l’inizio, non mi è dispiaciuta affatto ed anch’io ho ripensato a tutti quelli che volevano sbolognare il Principe a qualunque squadra alla stregua di un brocco qualsiasi. I veri goleador possono avere dei periodi di appannamento, ma non si dimenticano come si butta un pallone in rete. Ovvio che qualcosa bisognerà fare ed a qualcuno bisognerà dire addio, ma chi fa goal bisogna tenerselo stretto.
    Non mi dispiacerebbe rivedere Destro con la maglia nerazzurra. Invece per Balotelli sono molto dubbioso. Troppo caro ed è una mina vagante.
    A presto a tutti e sempre Forza Inter.

  23. ottimismo! ieri ho rivisto l’Inter giocare a calcio!!! certo, la qualità a centrocampo è quella che è, però ho notato impegno, lucidità , buona tenuta fisica, un tecnico che azzecca le sostituzioni e soprattutto la volontà di imporre il proprio gioco. Il terzo posto è lontano, ma i punti sulla Lazio sono virtualmente 3, visto che comunque a Roma dovremo vincere… le avversarie non sembrano irresistibili: Napoli in crisi, Udinese e Roma (la più in forma) scarse in trasferta… con un po’ di fortuna l’impresa è possibile, l’importante è provarci e non mollare fino alla fine!

  24. Non capisco tutta questa meraviglia su obi.
    Il giocatore è l’unico che quando chiamato ha sempre fatto il suo compresa la fascia della supercoppa fuoriruolo. Io con Poli in un centrocampo a 3 farei proporrei casomai la staffetta chuchu-deki benchè diversi tra di loro ma almeno li si fa rifiatare per essere in piena forma alla penultima di campionato…

  25. Luca Milano // 12 aprile 2012 a 18:20 // Rispondi

    Rimane l’amaro in bocca per una quindicina di punti buttati con novara, bologna, lecce … per non parlare dei tempi in cui Gaperini filava… .

  26. Fabio Primo // 12 aprile 2012 a 18:58 // Rispondi

    L’allenatore per me ha un peso minore. Si potrebbe anche tenere lo Strama l’anno prossimo…
    L’importante è non ripartire da giovani come alvarez Obi e Poli, altrimenti il target non sarebbe da Inter.

    • su obi e poli, considerando anche il contesto di questa stagione negativa (per l’inter in generale), sei ingiusto.

  27. Claudioeffe Deejay // 12 aprile 2012 a 20:55 // Rispondi

    A me il nuovo tecnico piace molto: è un ragazzo intelligente, preparato e anche laureato in legge, che non guasta, e ha pure il fisic du role che è una cosa che è assai più importante di quanto non si pensi (Benitez ne sa qualcosa).
    Mi piacerebbe pensare alla nuova Inter con un forte innesto in ognuno dei tre reparti (in difesa anche due). Riguardo a Balotelli so che tu non lo vuoi vedere nemmeno in cartolina, però secondo te attualmente, Milito a parte, esiste in rosa o in giro per l’Europa un giocatore più forte di Balo a cifre compatibili con le tasche dell’Inter? E te ne voglio dire un’altra: Zarate, tirando un po’ sul prezzo si può magari riscattare a 10 milioni.

    • Balotelli crea più problemi di quanti se risolva, soprattutto in un ambiente già di per sé ‘eternamente problematico’ come l’Inter. Si può tranquillamente cercare un attaccante alla ‘Balotelli’ senza dover necessariamente spendere 30 milioni di euro. Fidati, i bravi calciatori ci sono, basta sgobbare un po’ più del previsto. Per Zarate non occorre lanciarsi in chissà quali operazioni di finanza creativa: se proprio si volesse temerlo si potrebbe proporre un rinnovo del prestito, altrimenti saluti e baci!
      GLR

  28. Non sono il solito criticone interista ma la programmazione deve cominciare da ora. il tifoso capirebbe molto di piu questo che un paio di vittorie che non ci portano da nessuna parte
    questo è il mio inutile pensiero, ma condiviso da molti interisti che della vittoria con il siena non riesce a gioire
    spero nell’anno prossimo e nella voglia del ns presidente che venga ancora coinvolto emotivamente e quindi economicamente

Lascia una risposta

Le 4 regole del commentario:
1. Siate educati: i commenti ad personam saranno ignorati
2. Scrivete in italiano, il congiuntivo non è una malattia degli occhi!
3. Non è una chat: se volete conversare tra voi, io che ci sto a fare?
4. La lunghezza del commento non può superare i 500 caratteri (spazi compresi)
Viva l’Inter!


*

 caratteri disponibili