28C: Inter-Atalanta 0-0

Contro l’Atalanta, specialista in pareggi, l’Inter impatta 0-0 a San Siro con il rammarico di un rigore fallito da Milito, il secondo consecutivo.
Nel primo tempo le occasioni migliori le hanno avute i nerazzurri, ma il portiere neroblu Consigli è diventato grande protagonista già dopo una ventina di minuti: sul cross di Obi, Pazzini e Bellini si sono abbracciati col Pazzo che è caduto sotto l’avversario inducendo l’arbitro Gava a fischiare la massima punizione. Dal dischetto Milito ha puntato l’angolino basso calciando troppo debolmente per Consigli che ci è arrivato senza neppure troppa fatica. Sul corner seguente altra parata istintiva del portiere bergamasco su girata di testa di Samuel e poco prima dell’intervallo Consigli si è ripetuto anche su Pazzini.
All’intervallo Moratti non è neppure sceso negli spogliatoi ma, poco dopo, ha preso la via di casa,  sapendo di non perdersi poi granché.
Nella ripresa infatti si è ricominciato con Consigli ancora tonico su tiro dalla distanza del volonteroso Poli, poi l’Inter ha finito come al solito la benzina e l’Atalanta ha rialzato la testa, prima con Moralez e poi con Gabbiadini che, dopo aver rimpiazzato Marilungo, ha impegnato di testa Julio Cesar in un plastico volo. Quindi solito finale confusionario dell’Inter con Zarate e Castaignos buttati nella mischia da Ranieri dopo il rifiuto di Forlan di giocare gli ultimi minuti in un ruolo non suo, con Gava che ha negato ai bergamaschi un rigore solare per l’atterramento di Gabbiadini da parte di Lucio a poco più di dieci minuti dalla fine. L’ultima rincorsa all’Europa, sia pure quella della League, al momento non è nemmeno partita, mentre Forlan ha definitivamente perso la mia stima, evidentemente mal riposta. Nel dopo-partita, a furia di insistere, Claudio Ranieri ha ammesso il comportamento assai poco professionale dell’ossigenato uruguagio, ma ha preferito giustificarlo pubblicamente, forse in seguito ad un input societario. C’è solo da sperare che alla carota in pubblica segua davvero il bastone in privato. Tra i tanti problemi c’è pure quello che con un attacco comunque poco affidabile, si rischi entro fine stagione di avere ancora bisogno di uno come Forlan. Ma poi,  tra i vari calci nel sedere con biglietto di sola andata, confido che il primo sia per lui!

65 Commenti su 28C: Inter-Atalanta 0-0

  1. I famosi sette anni per ma valgono una vita sportiva e di questo sarò sempre e comunque grato al Presidente. E vale sempre la regola che chi mette i soldi (senza chiederne a noi) ha comunque ragione. Certo che mi aspettavo un modo migliore per sancire la fine di un ciclo.

  2. Roberto Scibetta // 18 marzo 2012 a 22:10 // Rispondi

    Non c’è un modo per schioccare le dita ed arrivare (indenni) all’ultima giornata?
    Quando finisce questo calvario?
    Hanno pianto, nell’ordine:
    – La Fornero
    – Cambiasso
    – Ranieri
    Mi domando: quanti tifosi avranno pianto per i soldi “gettati” nella tessera 2011/2012?
    Io mi salvo giusto perchè – d’abitudine – non piango per queste bagatelle, e poi perchè (per risparmio più che per lungimiranza) quest’anno ho disdetto il digitale terrestre e non ho fatto il satellitare…
    Magra consolazione
    Roberto

  3. Ranieri è davvero un gran signore. Persona d’altri tempi.
    A parte il pareggio, la cosa peggiore della giornata sono le sceneggiate televisive tra Branca e Oriali.
    Non si possono telefonare?

  4. Marco dal Canada // 18 marzo 2012 a 22:35 // Rispondi

    Queste persone non hanno cuore, si vede da come Milito ha tirato i due rigori, ambedue parati e allo stesso lato, senza forza (Chievo e Atalanta)
    I tifosi ne hanno abbastanza di questi cadaveri. Mr. Moratti DEVE assolutamente multare Forlan e mandare il messaggi a tutti: “ora basta!”
    Ranieri ha le sue colpe in una squadra senza testa e senza coda
    Un saluto dal Canada
    Marco

  5. Credo sia arrivato il momento di tagliare con Ranieri che oramai ha completamente perso il polso della squadra ed affidarla per queste ultime gare anche al buon Baresi. Non sono un tifoso degli esoneri ma, vedere una squadra non avere ne capo ne coda è veramente molto triste. Poi iniziamo a lavorare seriamente sulla prossima stagione o, se con qualche garanzia, anche sulle prossime inteso come “va bene, non vinciamo manco il prossimo anno però rimettiamo in piedi una squadra seria!”
    Saluti e Forza Inter.

  6. Chissà se Forlan rifiuterà anche i 300 mila euro mensili di Moratti?

  7. Mario da Colonia // 18 marzo 2012 a 23:14 // Rispondi

    Forlan è la foto degli orrori stagionali dell’Inter: non serviva, visto che è senatore aggiunto ai senatori.
    Milito i rigori li può sbagliare, ma cominci a tirarli.
    Branca e Oriali? Nessuno dei due, vadano a litigare lontano dall’Inter.
    Viele Grüsse

  8. Sandro Giorgi // 18 marzo 2012 a 23:27 // Rispondi

    Branca deve andarsene, giocatori come forlan sono da licenziamento in tronco!

  9. Senza Sneijder non c’è un cristiano che sappia fare un po’ di gioco e dare palloni decenti agli attaccanti

  10. Della partita non c’è nulla da dire perchè è stata di uno squallore disarmante.
    Piuttosto… Nessun bastone, GLR. Se si è veramente rifiutato, Forlan va relegato in tribuna fino a giugno (se ne può fare a meno, credo…), quando gli andrà consegnato un biglietto di sola andata per una destinazione a lui gradita. Non esiste in alcun campo della vita che un superiore ti ordini di fare qualcosa e tu rifiuti, senza che poi vi siano delle conseguenze.

  11. Solo per aderire alla proposta di biglietto di sola andata per il biondo Forlan che io ricorderò solo per i boccoli in testa

  12. pasquale somenzi // 19 marzo 2012 a 01:45 // Rispondi

    Pensare che in tempi recenti l’Inter ci aveva abituato a non vincere in casa al massimo
    per 4 partite nell’arco di un campionato, ora sono addirittura 5 consecutive quelle
    casalinghe senza i 3 punti e cio’ non si verificava dalle ultime 5 in casa del campionato
    2002/2003 ed in quell’occasione i 5 risultati furono:Inter-Roma 3-3, Derby 0-1, Inter-
    Lazio 1-1, Inter-Parma 1-1, Inter-Perugia 2-2.
    Vorrei sottolineare la “strategica mossa Fair-Play” di Milito, il quale con questi 2 rigori
    sbagliati ha lanciato un messaggio, ossia, se da qui alla fine del campionato un arbitro
    non assegna un rigore pur evidente, non stiamo li’ a prendercela, tanto non segno lo stesso.
    ciao. pasquale.

  13. Jack Berga // 19 marzo 2012 a 07:45 // Rispondi

    Al di là del rifiuto, in se’, di Forlan (che, secondo me, visto che ci può essere utile, non va mandato in tribuna ma sonoramente e pubblicamente multato), non era più logico spostare Zarate a sinistra e infilare il biondino con cerchietto (che mi fa tanto “Laguna Blu”) nella mischia dell’area? Non è cosa lapalissiana?
    J.B.

  14. Nei commenti si parla molto di Forlan. Se il signore ha sbagliato la società, credo, provvederà a sanzionarlo. Ma il problema non è Forlan, il problema è che ormai il “sor Claudio da Testaccio” non ci capisce più nulla nemmeno lui. Possibile che non mandi in campo la stessa formazione per due partite consecutive? Spero vivamente che il presidente cambi allenatore, anche per togliere ogni alibi ai giocatori. Forza Inter

  15. mamma viviana // 19 marzo 2012 a 08:05 // Rispondi

    Nessun professionista deve rifiutare un lavoro assegnatoli da ”un capo”. E’ come se una persona in un ufficio si rifiutasse di fare una fotocopia perchè non gli piace. Sei pagato, lo fai. Spero anch’io che gli diano un bel biglietto aereo per l’Uruguay. Io ci speravo in Forlan l’avevo sempre visto giocare bene sembrava serio,aveva sicuro paura di fare un’altra brutta figura e si è parato il sedere rifiutando di entrare…forse ,o così pensa lui, ma noi tifosi no. Per il resto ordinaria amministrazione di quest’annata da dimenticare…..io sto con Oriali e con la mia Inter…bacioni bacioni mamma Viviana

  16. Ranieri ha dichiarato che Forlan si sentiva ancora un pò stanco per la partita di Champions,stava scherzando vero? mancanza di rispetto nei confronti dei compagni in campo. Forlan GO HOME…

  17. Dico la la mia su Oriali e Branca che litigano. Beh, io sto un pò con uno e un pò con l’altro, mi spiego: sono grato ad Oriali perchè ha cercato, con Mancini, di rivoluzionare l’Inter in un momento difficile e c’è riuscito. Sono riusciti a inculcare nei giocatori una mentalità vincente e affrontavano tutte le partite a viso aperto, senza pensare a chi avevano di fronte. Branca, invece, secondo me, è riuscito con Moratti a prendere l’allenatore numero uno (Mourinho), quando Oriali voleva tenere Mancini, e si è vinto tutto! Ora è troppo facile dare la colpa a Branca. Hanno acquistato giocatori non all’altezza, ma se pensiamo ad Alvarez, ok, è un pò acerbo, ma con lui 7 vittorie consecutive. Coutinho, ora che gioca con continuità, guarda come gioca..sembra un fenomeno. Quindi i giocatori che ha acquistato non sono troppo scarsi, ma se, come è successo, si inseriscono in una squadra vecchia e senza motivazioni, anche loro non sembrano dei grandi giocatori. Forza Inter!

  18. Claudioeffe Deejay // 19 marzo 2012 a 09:44 // Rispondi

    Ora tutti coloro che erano contenti per l’arrivo di Forlan sono serviti. 300 mila euro al mese e il signorino si rifiuta di entrare quando un certo Eto’o faceva anche il terzino. Una grande società i campioni li compra, non li svende. Il progetto di rinnovare la squadra con giovani talenti è già fallito miseramente prima di cominciare. E allora delle due l’una: o Moratti prende un campione per reparto e li integra con qualche giovane sperando che la miscela funzioni oppure venda. Caro Gianluca, continui a ripetere che nessun investitore straniero potrà mai comprare l’Inter: potrei farti un elenco di Aziende italiane acquisite da capitali stranieri talmente lungo da intasarti il blog. Quale altra azienda , una volta acquisita, ti da la possibilità di mettere il faccione in mondovisione ogni giorno? Di pazzi miliardari esibizionisti è pieno il Mondo. E visto che non mi sembra di scorgere squadre di giornalisti sotto casa dei petrolieri di professione, ho quasi il sospetto che Moratti alla fine non molli il giocattolo per non sparire nell’anonimato. Speriamo bene..

  19. Ormai è lampante quale sia il problema: l’assenza di Guarin!
    Da quando non gioca siamo in caduta libera! Chiaramente sono ironico, meglio sdrammatizzare direi!! Non sono d’accordo quando si dice che Ranieri ha perso il controllo della squadra. Forse non l’ha mai avuto al 100% ma questo grave comportamento di Forlan (quanto sarebbe bello vedere la società agire pesantemente nei suoi confronti…) non significa ciò secondo me, sono cose che possono capitare purtroppo. Qui è la società che deve entrare in gioco e prendere provvedimenti, Ranieri ha sdrammatizzato e minimizzato da grande signore e ha fatto bene, a fine anno magari esploderà e butterà fuori tutto quello che si sta tenendo dentro.

  20. Forlan? Comportamento da pagliaccio, e’ pagato profumatamanete e si rifiuta? Punizione esemplare e cacciarlo dopo una sanzione….gente che non va in miniera ma alla quale si chiede un comportamento professionale…. Questo e’ il frutto di una societa’ che ha saputo meticolosamente distruggere un team vincente…Il “genio” branca che si pavoneggia davanti alle telecamere “io e il mio presidente…” Dovrebbe avewre la dignita’ di rassegnare le dimissioni
    Che posso dire, passera’ questo periodo e teniamo duro fino alla fine….

  21. faccino 82 // 19 marzo 2012 a 09:58 // Rispondi

    Mi auguro solo che mi diano ancora 2 gioie: battere la juve e il milan!!!!!
    Luca

  22. Massimo Inter // 19 marzo 2012 a 10:27 // Rispondi

    L’Inter sta faticosamente cercando di salvare il salvabile ma con scarsi risultati.Vedo buona volontà ma non basta e Ranieri non è un leader.I giocatori non hanno una guida e sono abbandonati a se stessi.Bisogna ‘sperare’ che si vinca per il rotto della cuffia..Forlan:arrivato a suon di milioni, riposatissimo perchè non ha fatto la champions (non lo sapeva?mah..)e una lunga vacanza causa infortunio.Ha giocato 10 minuti con la nostra maglia e si rifiuta di entrare in campo:ma chi si crede di essere?All’ Inter non serve certa gente.Se ne vada pure, non lo rimpiangerà nessuno.

  23. Quest’ anno più in basso di così non si può scendere.
    Ora, DEVE “SALIRE” IL TIFOSO interista, dimostrarsi intelligente, non fare abbonamenti se non a fine mercato e solo se però adeguato alle ambizioni della Tifoseria, sostenere la squadra, in attesa degli eventi societari.
    In fondo, la vita è fatta di momenti… E, a volte, essere arbitri dello scudetto e comunque esserne protagonisti può dare soddisfazioni inaspettate.
    Dimitri Z.

  24. BruceGermania // 19 marzo 2012 a 11:16 // Rispondi

    Ogni partita è un continuo deja vu. La totale sterilità offensiva che pian piano, col passare dei minuti finisce con il far prendere coraggio agli avversari di turno che, anche ieri, hanno rischiato di vincere la partita.
    Tolto il gol di Milito nel recupero di Verona, i gol sono arrivati sempre su calcio piazzato.
    È un stillicidio che durerà ancora 10 giornate, in un campionato dove arrivare terzi non era certo un´impresa, ma le partite si vincono segnando e noi di gol non ne facciamo.
    Ogni partita costituisce un contrappasso delle scelte dissennate del post-triplete. L’auspicio è che arrivi al più presto la fine di questa stagione. In realtà molti dei nostri giocatori sono già in spiaggia o a risparmiarsi in vista degli impegni con le nazionali…

  25. Spero che lo spirito e i giocatori per il prossimo anno siano diversi ce ne sono tanti da pensionare.

  26. La stentata giustificazione di Ranieri in merito al rifiuto di Forlan ci fa capire quanto conti il tecnico: zero.
    Però è anche l’unico che in sala stampa ci mette la faccia. Moratti scappa prima della fine del match, di Paolillo si sono perse le tracce dalla partita di andata (lamentele patetiche sul rigore fischiato a Chivu), Branca fa il permaloso nei confronti degli ex dirigenti (aria di querela?). La Curva reclama l’uomo forte. Trovarne in giro…
    Franz

    • Aria di querela? E per cosa? Dove sono gli estremi. Sulle cosa di legge molti di voi hanno le idee un po’ confuse.
      GLR

  27. Va bene, va bene. E’ un periodo talmente grigio che tutte le cose si dilatano in negativo. A pensarci è solo un pareggio in casa, come tanti della Juve, per esempio. Ma per i media è sempre e solo catastrofe Inter. Dovremmo esserci abituati.
    Per il dopo, Moratti faccia di testa sua. Almeno lui qualche buona intuizione nel passato l’ha avuta: Mancini. Mourinho, Leonardo, lo stesso Bielsa, anche se poi non è venuto). Ed accorci (e verticalizzi), se può, la catena di comando (troppe vie collaterali).
    Henryk, Roma

    • La cosa che mi fa scompisciare dalle risa è quando in momenti come questi parlare dei media che sono cattivi con l’Inter! Provate a rileggervi quello che scrivono alcuni di voi: i peggiori antinteristi, quando gira tutto male, sono proprio gli interisti, altro che media!
      GLR

  28. Forlan come Balotelli, peccato non ci sia più Matrix…

  29. Pochi piagnistei, ormai lo sappiamo tutti che alle foto post vittoria di Madrid sarebbe stato meglio affiancare il prezzo del cartellino per incassare una paccata di milioni dalla cessione degli eroi del triplete ma così non è andata ahinoi.
    Stavo pensando ad una accoppiata Corvino Mihailovic per il prossimo campionato, ma ancor meglio Marino Colantuono che malgrado crisi societaria e penalizzazioni hanno saputo fare mercato e tenere insieme la baracca con risultati insperati ed impensabili.

  30. ACCETTO SERENAMENTE LA FINE DI UN CICLO DI VITTORIE.
    NELLO SPORT, COSI’ COME NELLA VITA NON SI PUO’ SEMPRE VINCERE.
    SPERO SOLO CHE IL NOSTRO PRESIDENTE, A FINE STAGIONE, INTERVENGA PESANTEMENTE SUL MERCATO E NON SI LIMITI, COME HO LETTO, A PUNTARE SOLO SUI GIOVANI.
    DA RILEVARE COMUNQUE, PER QUANTO RIGUARDA L’ANALISI STRETTAMENTE TECNICA, OLTRE AD EVIDENTI PROBLEMI OFFENSIVI, GRAVI LACUNE NEL REPARTO DIFENSIVO.
    L’INTER HA PRESO UNA VALANGA DI RETI.

  31. Paolo Sabiu // 19 marzo 2012 a 12:30 // Rispondi

    È da qualche gara che di fronte a noi, nella porta avversaria, sembra che capiti lo ‘Yashin’ di turno: martedì scorso Mandanda, ieri Consigli…a certi giocatori, costretti per lo più a vivere una carriera, diciamo, normale, riusciamo sempre a regalare la classica giornata di gloria e a farli sembrare fenomenali. Per me rimane l’ultima cosa utile da fare: perso per perso, facciamo giocare i giovani, almeno si abituano a creare un gruppo e farsi un minimo di esperienza utile per il futuro.
    Paolo – Novara

  32. Forlan va spedito a calci nel sedere, sono d’accordo, anche perchè, a differenza di altri a lui non dobbiamo riconoscenza di alcun che. Ricordo che per molto meno abbiamo mandato via Balotelli.

    • Per molto meno direi proprio di no: gettare la maglia a terra è più grave
      GLR

      • caro GLR,
        mi meraviglio che tu reputi grave che un ragazzo giovane e acerbo dal punto di vista caratteriale, abbia gettato la maglia a terra, andava capito, seguito e indirizzato sulla retta via. Io tengo all’inter e alla maglia, ma bisogna capire le intenzioni…nel suo gesto non c’era consapevolezza secondo me ma solo giovane spacconeria. Cedere Mario è stato il più grande errore degli ultimi anni ancora peggio che cedere Eto’o. Infatti Moratti lo rivorrebbe subito!!

        • Moratti rivorrebbe anche Recoba se è per questo. Io invece credo che, come disse Mourinho nel 2009 tra cinque anni saremo ancora qui a parlare di Balotelli come di un incompiuto. Per ora sono passati due anni e mezzo e Balotelli non è ancora tra i primi dieci attaccanti al mondo, come si vaticinava. Più avanti vedremo.
          GLR

      • Alla fine si tratta solo di un gesto di nervosismo, deplorevole finchè vogliamo ma fine a se stesso. Viceversa l’eventuale ingresso di Forlan nei minuti finali di Inter-Atalanta poteva, almeno secondo Ranieri, migliorare il risultato ed è questa l’unica cosa che conta.

  33. Fabio Monno // 19 marzo 2012 a 14:34 // Rispondi

    Spero davvero che si usi il pugno duro con Forlan, non vorrei che altri seguissero il suo pessimo esempio in squadra.

  34. Mi meraviglio che ci si meravigli, ma nessuno guarda l’aspetto positivo, e cioe’ la crescita dei giovani bravi che abbiamo come poli, obi, pazzini ranocchia faraoni e su cui penso l’inter investirà

  35. Fino un anno fa il giocatore di turno della squadra avversaria diceva:” ci abbiamo messo l’anima ma questa squadra ( l’Inter ) è imbattibile”…. ieri, un giocatore dell’Atalanta ha detto:” potevamo portare via i 3 punti ” quasi rammaricato. Questa squadra, oltre ad essere ormai carente in tutto, carattere, ossigeno, lucidità, gamba, età, tattica ed abnegazione è carente anche nel fattore “C”, quello che, a mio parere, fa si che una squadra grande e forte, diventi immensa! Anche grazie a quello inizia a girare tutto per il verso giusto e questa componente quast’anno manca!

  36. Forlan ha sbagliato e su questo siamo d’accordo, lui non può rifiutarsi di fare quello che l’allenatore chiede. Ma per un attimo mettiamoci nei panni del Cacha: ha giocato fuori ruolo per tante gare con prestazioni scadenti e San Siro lo ha fischiato senza alcuna pietà. Mi sembra normale che alla richiesta di Ranieri di giocare come esterno abbia detto di no, i fischi e gli insulti dei tifosi se li prende lui e non Ranieri che gli chiede di fare delle cose di cui non è capace. E poi diciamelo Forlan ha 32 anni ha sempre giocato e anche bene in un certo ruolo, perchè deve essere sempre lui a snaturarsi e fare le figure barbine, se la società non ha voluto comprare un esterno sinistro alto di ruolo perchè lo deve fare sempre Forlan che è una seconda punta.

    • Immagino che tu al tuo capoufficio diresti che un certo ruolo non ti piace e che dovevano prenderne un altro per fare quel lavoro. Ma per piacere.. mancavano poco più di 10 minuti. La vera professionalità purtroppo non è da tutti. Sui fischi sono d’accordo, ma basterebbe pensare che i tifosi dell’Inter in fondo hanno fischiato senza pietà anche Ronaldo e Cambiasso, uno che ha gioito più volte con la maglia di Facchetti addosso.
      GLR

      • Un certo Eto’o si è “adattato” a fare l’esterno di sx, ripiegando a fare anche il terzino all’occorrenza, anteponendo il bene della squadra al proprio e facendo così vivere momenti indimenticabili a noi tifosi! Questo è un grande professionista oltre che un fuoriclasse assoluto!! Il fatto che sia andato via per la montagna di soldi che prende oggi all’Anzhi, rientra purtroppo nelle regole del calcio, e non ne sminuisce certo la statura di campione e professionista.
        Godo ancora dei fantastici anni vissuti, e nei momenti di sconforto “calcistico” per consolarmi ripenso a quando la domenica a S.Siro vedevo Juary, Pavone, Merlo, Brechet, Paganin…così anche lo sbiadito “Lapo” Forlan mi sembra un fenomeno….!!
        Grazie ragazzi!!

  37. …e se fossimo i primi ad’ espugnare lo juventus stadium??
    Giocando come abbiamo fatto con il milan tutto è possibile, difesa e contropiede.
    Basta piangersi addosso, adesso spero che il presidente si faccia carico della situazione e che qualche testa cada, tra dirigenza e giocatori, e successivamente via alla rifondazione.
    L.

  38. Non c’è nemmeno qualcuno con cui prendersela…. l’arbitro ci ha aiutati, i giocatori hanno dato quello che potevano (tranne il povero Milito che dopo aver fallito il rigore ha continuato a vagare per il campo come Orlando in cerca del senno perduto…), Ranieri non ha sbagliato i cambi…forse a questo punto sarebbe sufficiente il rientro di un uomo di qualità a centrocampo (Snejider, Alvarez, Guarin?) per vedere una squadra almeno decente. L’unico appunto: vogliamo far giocare un po’ Ranocchia e Juan?

  39. Ciao a tutti, io non capisco e non capirò mai con quale idea si continui a far giocare alcuni, chiaramente fuori (condizione, testa, annata) che non possono essere il nostro futuro, a discapito di altri che magari forse potrebbero esserlo. Ieri, per me, avrebbero dovuto essere titolari (e fino a fine stagione) Ranocchia, Obi, Poli, Faraoni e Castaignos. Tanto non siamo in grado di prendere nè l’Europa importante nè quella di scorta continuando così. Tanto vale dare spazio a qualcuno che abbia grinta, voglia e (soprattutto) dinamicità. Invece no, devo cuccarmi ancora Zarate in campo e Castaignos a fare l’ala sinistra… Massì, tanto contano gli allenamenti e bla bla bla

  40. vincenzo caltanissetta // 19 marzo 2012 a 16:51 // Rispondi

    Di uno come Ranieri l’INTERNAZIONALE ne poteva fare a meno: undici giocatori buttati in campo che improvvisano calcio, tattica zero: è incapace. Sinceramente tutti ci aspettavamo un calo fisiologico per questo campionato, ma che stia diventando un inferno infinito no.

  41. Spettacolo deprimente ma assolutamente in linea con il potenziale della squadra! Speriamo finisca presto la stagione che ci vedra’ , alla conclusione, sicuramene fuori dalle prossime coppe europee. Mi chiedo pero': per quale motivo Moratti si indigna ed e’ stufo? Non prendiamoci in giro, questa squadra e’ stata partorita dalla Societa’, certamente da nessun altro! Non riesco ad immaginare come potra’ essere rivoltata questa squadra alla luce delle potenzialita’ economiche attuali e del valore di chi eventualmente verra’ messo sul mercato, tra i giocatori, per fare cassa.

  42. Silvio da Torino // 19 marzo 2012 a 18:34 // Rispondi

    Il senso di impotenza in zona goal che trasmette il gioco della nostra Inter è a dir poco impressionante. Eravamo abituati a prendere per il collo le avversarie al primo minuto e le lasciavamo a fine partita con due o tre goal sulla schiena. Adesso ruminiamo un gioco (?) lento e prevedibile che permette sempre alle difese avversarie di aspettarci e respingerci senza alcun problema. Mi chiedo chi sia quel signore che gioca sulla destra della nostra difesa. Dev’essere lo zio di Maicon pensionato a Porto Alegre. Credo che il colosso sia l’emblema della pochezza della nostra squadra. Ma come ha fatto a ridursi così? A tutti i problemi che abbiamo poi si aggiunge anche una assoluta mancanza di fortuna nei rimpalli, nelle deviazioni e nelle mischie in area. Ci è andata bene ieri che è stato giudicato non da rigore l’intervento di Lucio. Certo che se fino alla fine le prestazioni saranno tutte così, sarà veramente dura capire chi potrà restare anche il prossimo anno. E domenica c’è la partita che nessuno vorrebbe mai perdere. Ma la nostra Inter, come da inno, è pazza.
    A presto a tutti e sempre Forza Inter.

  43. Fabio Primo // 19 marzo 2012 a 18:43 // Rispondi

    Meglio Chivu , Stankovic e Snejder zoppi che i giovani acquisti visti in campo nelle ultime partite. Castaignos Faraoni e Zarate come subentranti per cercare di raddrizzare la partita danno l’idea della rosa dell’ Inter attuale.
    Oriali ha sbagliato ad attaccare l’ inter in questo momento , cominciando la polemica sui giornali , anche se comprendo il livore e la voglia di rivalsa contro Branca.

  44. Perché nel clima di rifondazione dell’inter non si contatta anche un geologo per capire se la falda sotto la Pinetina di Appiano Gentile si sia alzata di livello e quindi crea problemi ai nostri giocatori?

  45. Paolo Assandri // 19 marzo 2012 a 21:52 // Rispondi

    Visto che bisogna pensare alla prossima stagione lo faccio anche io. Suggerendo alcuni aquisti al futuro ds interista,in attesa di capire chi sarà (io terrei Branca e prenderei un direttore generale, visto che Paolillo non è nulla).
    Servono un terzino, un centrale, due centrocampisti e tre attaccanti. Ovviamente tutti titolari. La spesa per poter lottare per lo scudetto difficilmente potrà essere inferiore ai 100 milioni di euro!

    • 100 milioni di lire, volevi dire…Non sono più i tempi di cessioni a 30 milioni e acquisti a 50. Sveglia!!!
      GLR

  46. L’unico modo rimasto per fare correre i ragazzi? Scarpate nel sedere!

  47. Moratti dice che la rifondazione partirà da Branca..sic..che è bravo e sa fare il suo lavoro. Oriali ha sbagliato ad attaccare branca (peccato sia stato l’esatto contrario). Quando molti dicevano che il guaio dell’inter era che moratti che voleva fare tutto io non ci credevo.. Invece…

  48. il mio parere su El Cacha rimane invariato da agosto: è un giocatore di grandissima classe arrivato all’inter con 5 anni di ritardo, alla stregua di rivaldo, becham o ronaldo al milan. diciamo che il suo viaggio agostano per l’italia avrebbe avuto una più logica destinazione in salice terme o abano piuttosto che appiano gentile. sto già ridendo comunque pensando ai commenti dopo un suo ipotetico gol vittoria al 90esimo del derby di ritorno.
    detto questo rifiutarsi di entrare in campo non è da campione, non è da professionista, non è da giocatore dell’inter. concordo quindi con te GLR che auspichi che uno dei calci nel sedere del prossimo giugno sia destinato proprio a forlan. a differenza di altri, non dovremo neanche dirgli “grazie di tutto”.
    su branca e oriali mi sembra la classica situazione del bue che dice cornuto all’asino. Anche Oriali di errori ne ha fatti parecchi.

  49. Guido da Zagabria // 21 marzo 2012 a 15:30 // Rispondi

    Peccato per il pareggio, poiché la Champions League è “appena” otto punti sopra, e le altre vanno avanti con il passo del gambero. Quanto al mercato prossimo venturo, è difficile senza Champions League che qualche giocatore o allenatore di grido venga all’Inter. In ogni caso, non sono necessari i giocatori di grido, anzi la differenza tra noi e la Juve e il Milan sta proprio nello scegliere con maggiore frequenza i giocatori “medi” giusti al posto giusto. Un esempio su tutti: la scorsa estate la Juventus ha preso Vucinic, noi Zarate. E scusate se è poco.

  50. Ora ho capito come mai Ranieri sta ancora al suo posto bello tranquillo. Sta aspettando la fine stagione per non pagargli i 2 anni di contratto…Ma come abbiamo fatto a non capirlo prima? A mia memoria nella storia recente dell’Inter non è esistito un allenatore da 4 punti in 10 partite! Onestamente mi aspettavo di più dal’educato Ranieri, con la sua esperienza
    anche di piazze difficili non ha saputo dare nulla alla squadra.
    Anche l’improvvisato Leonardo prendendo i mano i cocci di una preparazione
    abominevole ci ha fatto esaltare prima dell’inevitabile debacle (ma neanche tanto) finale.

  51. “C’è solo da sperare che alla carota in pubblica segua davvero il bastone in privato.”
    Se veramente domenica sera contro la Juve sarà titolare Forlan vorrà dire che i bastoni usati dall’Inter sono rimasti i soliti usati in passato e mi viene il dubbio che non li abbiano mai neppure comprati. Anche perchè certe competenze non le puoi comprare in un supermercato! Non mi si venga a dire che giocherebbe per necessità visto che Pazzini sarebbe disponibile e non mi risulta infortunato.
    La mia è una considerazione disciplinare poi può giocare e far vincere la partita ma questa è un’altra storia. Chissà e chiedo a te GLR se almeno è stato multato.

    • Con 10 partite ancora da giocare e la cronica inaffidabiità di tutti gli altri attaccanti, ci sta che il regolamento dei conti sia rimandato a fine stagione. L’Inter è messa così male che di qui alla fine del campionato potrebbe avere bisogno pure di Forlan. Poi a maggio c’è l’opportunità di cederlo, partirà. Una società ragiona diversamente dal tifoso: non ha senso mettere fuori rosa uno che poi può servire magari nelle ultime tre partite. Multato lo è stato sicuramente, anche perché da qualche anno le multe vanno direttamente a enti benefici, ma non lo si dice, anche perché chi vorrebbe comunque la testa di Forlan mica si accontenta di una semplice multa. In ogni caso decide sempre la società, mai i tifosi.
      GLR

Lascia una risposta

Le 4 regole del commentario:
1. Siate educati: i commenti ad personam saranno ignorati
2. Scrivete in italiano, il congiuntivo non è una malattia degli occhi!
3. Non è una chat: se volete conversare tra voi, io che ci sto a fare?
4. La lunghezza del commento non può superare i 500 caratteri (spazi compresi)
Viva l’Inter!


*

 caratteri disponibili