16C: Inter-Napoli 2-1

MARCATORI: Guarin all’8’, Milito al 39’ p.t.; Cavani (N) al 9’ s.t.
INTER (3-4-1-2): Handanovic; Ranocchia, Cambiasso, Juan Jesus; Nagatomo, Zanetti, Gargano, Guarin, Pereira; Cassano (dal 14’ s.t. Palacio), Milito (dal 29’ s.t. Coutinho). (Castellazzi, Belec, Silvestre, Mariga, Benassi, Pasa, Mbaye, Duncan, Romanò, Livaja). All. Stramaccioni
NAPOLI (3-4-1-2): De Sanctis; Gamberini (dal 1’ s.t Pandev), Cannavaro, Britos; Maggio, Behrami, Inler (dal 13’ s.t. Dzemaili), Zuniga; Hamsik (dal 39’ s.t. Mesto); Insigne, Cavani. (Rosati, Grava, Donandel, Aronica, Dossena, Vargas, Campagnaro, Colombo, Mesto, Fernandez). All. Mazzarri
ARBITRO: Rizzoli (Bologna).
NOTE: Ammoniti: Handanovic per c.n.r.; Gamberini, Gargano, Behrami, Britos per gioco scorretto; Pandev per proteste. Recuperi: 3’ p.t.; 3’ s.t.

Bello ritrovarsi al secondo posto con sorpasso sul Napoli a -4 dalla Juve. Bello vincere l’ennesimo scontro diretto pur con una condizione atletica inferiore a quella dell’avversario. Bello (ri)scoprirsi cinici e vincenti anche senza Sneijder, ma con un Cassano in più. Le sue pile si esauriscono sempre anzitempo, ma ogni palla giocata da Fantantonio è una delizia, mai scontata, mai banale. Ed è bello aver ritrovato il Milito goleador, al suo 28° centro nell’anno solare 2012, più di Cavani e aver saggiato ancora una volta la costante utilità di Nagatomo e di Gargano, le cui corse perenni sono il vero ossigeno del centrocampo dell’Inter, anche se molti non lo capiscono. E bello è anche aver finalmente capito perché si sono spesi 10 milioni per Pereira, alla sua prima gara importante, visto che finora aveva deluso, rischiando di far compagnia a Silvestre tra i flop stagionali di mercato. Nel momento topico l’uruguagio ha rischiato anche la più goffa della autoreti, ma gli è andata bene e magari anche questo è un segno del destino. In fin dei conti, l’Inter ha lasciato al Napoli solo un lungo possesso palla, poco premiante ai fini del 2-1 finale.
Il primo tempo nerazzurro è stato cinico e letale, la ripresa di resistenza e di ripartenza, con un paio di occasioni con Nagatomo e Palacio che avrebbero potuto rendere il risultato anche più rotondo.
Da lustrarsi gli occhi in avvio il corner-assist di Cassano, atterrato sul piede di Guarin, arrivato da centrocampo per battere al volo De Sanctis.
Già, Fredy Guarin, nel ruolo che doveva essere di Sneijder, bravo a caricarsi la squadra sulle spalle e a confezionare in chiusura di primo tempo pure l’assist per il raddoppio di Milito, dopo bella iniziativa in fascia del redivivo Pereira. In mezzo un bel ‘panino’ di Britos e Cannavaro su Cassano che, visto e rivisto, avrebbe meritato il rigore, ma né Rizzoli né assistenti vari ci hanno capito molto.
Cambiasso al centro della difesa ha faticato a contenere certe puntate di Cavani, ma se l’è cavata col solito mestiere, anche perché stavolta Ranocchia ha giganteggiato davvero e Juan Jesus gli è andato dietro con metodo. Bravi pure Zanetti e Gargano a darsi il cambio nel prendersi cura di Hamsik, soprattutto quando il gol in apertura ha permesso all’Inter di giocare come da qualche tempo gli riesce meglio, d’attesa e in ripartenze velocissime, esaurite le quali Milito e Cassano sono pure rientrati più del solito, finendo stremati nella ripresa e opportunamente sostituiti da Coutinho e Palacio, ad un soffio dal terzo gol nel finale.
Il Napoli ha fatto più gioco, ma Maggio e Zuniga sugli esterni hanno sofferto Pereira e Nagatomo e si è anche mangiato qualche gol prima e dopo riaperto la gara su un’azione convulsa finalizzata da Cavani con Pandev, che personalmente rimpiango ancora oggi, in posizione di fuorigioco neanche difficile da vedere, ma pure stavolta, né Rizzoli né i suoi collaboratori se ne sono accorti. Così come di un intervento da giallo del già ammonito Behrami su Guarin che a rigor di logica avrebbe potuto rompere la parità numerica. Ma, quasi dimenticavo, la cosa più bizzarra dell’arbitraggio di Rizzoli resta l’ammonizione a Handanovic dopo nemmeno mezz’ora di gioco per perdita di tempo! Credo di non aver mai visto in vita mia una cosa del genere e, addirittura al 27° del primo tempo, lascia di stucco!
Comunque sia, l’Inter procede a strappi e resta all’inseguimento della Juve. Ora a Roma con la Lazio sarà durissima, ma firmo già oggi per mantenere a Natale lo stesso distacco dalla vetta.

45 Commenti su 16C: Inter-Napoli 2-1

  1. pasquale somenzi // 10 dicembre 2012 a 00:11 // Rispondi

    Risultato che mi ricorda il piu’ vecchio video che Gian Luca ha messo
    nella sezione Stadio Studio.
    Da quando siamo entrati negli anni 2000 il Napoli in casa dell’ Inter ha
    sempre segnato e per contro l’Inter solo nello 0-3 dell’anno scorso non
    e’ andata a segno.
    E sempre negli anni 2000 i due precedenti 2-1 (6 ottobre 2007 e 30 novembre
    2008) hanno avuto la stessa sequenza di gol con l’Inter che si era portata
    sul 2-0.
    Ed ora tocca a Lazio e Genoa, partite da “temere” in quanto l’Inter solo
    contro le squadre formate da 5 lettere non ha segnato (Siena e Parma) e
    non tiriamo in ballo il Milan che d’accordo che e’ di 5 lettere ma chi non
    ha mai sentito la frase: “il derby fa storia a parte”?
    E soprattutto ricordo che nelle ultime 4 partite contro Delneri (2 Juventus e
    2 Sampdoria) l’Inter non ha mai segnato e se venisse esonerato nei
    prossimi giorni vuol dire che Preziosi non se lo ricorda.
    Pasquale.

  2. Paolo Assandri // 10 dicembre 2012 a 00:31 // Rispondi

    Dell’Inter si tende sempre a parlar male, il Napoli è esaltato da tutti dall’inizio del campionato e non mi sembra che siano avanti dieci punti. Vincere in questa fase di calo fisico è ciò che ti permette di fare grandi stagioni. L’unica nota stonata è Wes, ma Moratti va preso come è: quando compra Ronaldo e sceglie Mourinho e quando dimostra tutto il suo dilettantismo in faccende come il contratto quinquiennale di Recoba e questa gestione di Sneijder che non giocando si deprezza inutilmente, oltre che togliere il suo contributo alla squadra.
    Ciao a tutti!

  3. Considerando la sconfitta subita ad ottobre 2011, l’ultimo 2-1 contro il Napoli risale al 2008. Mi è sembrata un’ottima Inter, anche se si vede che la panchina è corta e certamente il numero di infortunati non aiuta di certo in questi casi. Comunque bene così, si arriva verso la partita contro la Lazio a mio avviso in buona forma, anche se anche quel match sarà molto difficile. Forza Inter!

  4. Questa volta li promuovo tutti – anche Pereira, che stavolta non mi è dispiaciuto affatto, pure se, col rischio di autogol, mi ha…. bloccato la digestione – solo vorrei sapere come mai gli arbitri, quando giochiamo col Napoli siano così ” sfortunati “- stasera a Cassano
    rigore negato, e Pandev in off-side – l’anno scorso il sor Rocchi con l’episodio Obi-Maggio, e ricordo anche un mani di Aronica in area..ma vien Natale e siamo buoni – non molliamo mai.
    Questa squadra, ruspante e pratica, sarebbe piaciuta al grande Gianni Brera

  5. Ho trovato in forte crescita Pereira.
    Continuo a pensare che ci manchi tanta qualità, troppa per non considerare un mezzo miracolo questo strameritato secondo posto. Non trovi una certa somiglianza tra questa inter e la prima di Bagnoli? Tanti “vecchi leoni” che lottano e fanno da chioccia a giovani (tramezzani, taccola, conte…) e il bisogno di un playmaker, non necessariamente fenomenale o costoso (allora fu Manicone) per far quadrare il cerchio… Ma chi é il Manicone di oggi?
    A presto
    Lucio

  6. bravi a non farci intimidire anche da Rizzoli; conto una sola vera parata di Handanovic, poi Hamsik e Cavani sono stati imbavagliati da Zanetti, Gargano e Juan Jesus. Cambiasso si sta ritagliando un prolungamento di carriera. Ha ragione Strama, non siamo l’anti nessuno.

  7. Come non essere contenta della nuova fiammata dell Inter, anche se c è stato qualche errore penso ke si siano spremuti come limoni ( al 70°avevano già finito la benzina).Serata Guarin con gol e assist.Siamo ancora secondi.Mi godo il momento .ciao.

  8. ritengo necessario sottolineare le capacità del nostro GRANDE MISTER. Lui prepara le partite senza la presunzione di essere il più forte, ma in funzione degli avversari. Capisce che partita sarà già prima e i risultati si vedono. Contro il Napoli e con l’attuale condizione fisica nostra, si doveva giocare solo così, aspettandoli perchè loro hanno delle ripartenze, la loro forza. Strama mi ricorda LUI (l’indimenticabile…). Chissà se fra 10 anni avrà vinto quanto il Maestro?
    Massimo.

  9. Bella partita, direi per cuori nerazzurri ‘forti’, essendo stata, specie nel finale, un po’ troppo emozionante (mammamia, Pereira, che spavento su quel quasi autogol!). Penso che se la squadra imparasse a gestire meglio il possesso palla si soffrirebbe di meno, ma va bene così. In fondo, visto l’arbitraggio piuttosto infelice (ma che ci stanno a fare gli assistenti d’area??), un po’ di fortuna non guastava…
    Risultato importante perché abbiamo sconfitto e superato in classifica una diretta concorrente per un posto in C.L. (e mi limito a questo obiettivo…).
    Che dire poi della gara di Capitan ‘Tractor’ Zanetti e del ‘Cuchu’ Cambiasso (quest’ultimo reinventato difensore centrale, come sotto la primissima gestione Mourinho, quando anche allora avevamo mezza difesa fuori servizio) i quali hanno tolto mille volte le castagne dal fuoco? Semplicemente intramontabili!*
    Saluti nerazzurri!
    Paolo – Novara
    *Attenzione, Gian Luca: IO NON SONO MAI STATO TRA QUELLI CHE L’ANNO SCORSO, MENTRE LA BARCA AFFONDAVA, DICEVANO CHE QUESTI DUE AVREBBERO DOVUTO LEVARSI DALLE SCATOLE, L’INGRATITUDINE VERSO CHI HA FATTO LA STORIA DELL’INTER NON LA TOLLERO ASSOLUTAMENTE, mettiamo i puntini sulle i…

  10. Andrea Ibiza // 10 dicembre 2012 a 08:59 // Rispondi

    Non credo sia un caso che l’Inter abbia vinto (soffrendo) contro il Napoli, come non mi stupirei se prossima settimana dovessimo fare risultato contro la Lazio. Roma a parte (ma lì si doveva ancora trovare l’assetto) le grandi sono state fino ad ora tutte battezzate. Stramaccioni, grande tattico oltre che tecnico, sta sfruttando al meglio le risorse a disposizione, facendo giocare la squadra con un ottimo gioco di rimessa, finalizzato a turno dal trio d’attacco. I problemi arrivano quando si incontrano le piccole contro le quali il gioco lo dovremmo fare noi; ma fino a quando non arriveranno piedi buoni guidati da un buon cervello a centrocampo, ci dovremo “accontentare”. Due parole fuori tema: GRANDE LEO

  11. Ottima Inter e Strama intelligentissimo nello schierare una formazione con 2 punte
    e Guarin incursore!! Cambiasso mi ha entusiasmato da centrale difensivo e con la sua personalita’ pilota Juan e Ranocchia magnificamente. Guarin ha disputato la miglior gara da quando veste i ns.colori e non scordiamoci di Gargano che a mio avviso corre x 2!!!Continuiamo a sognare e ricordiamoci che il torneo si decidera’ con le temperature intorno a + 25°!!!!!

  12. In mancanza di un centrocampista capace di far gioco dobbiamo affidarci all’estro e all’abilità dei singoli, che non sempre peró potranno risolvere le partite ad ogni piè sospinto (ieri per buona parte della partita abbiamo avuto una media di realizzazione del 100%)
    Stramaccioni sta facendo un gran lavoro considerando la rosa che ha a disposizione, tra l’altro ieri sono finalmente riuscito a capire perchè il “buon” Pereira vede il campo solamente il giovedì.

  13. Inter da battaglia, in uno stadio “frigorifero” il calore della battaglia ha riscaldato i nostri cuori! Siamo secondi, il cammino continua e siamo fiduciosi… Ottima partita e soprattutto grande prova di maturità del nostro allenatore, Stramaccioni è bravo, lo dimostra giorno per giorno e gli scontri con le grandi confermano la sua capacità di preparare minuziosamente le partite… Questè è l’elelnto più imptante, aver assemblato e migliorato in quattro mesi un gruppo con alcuni elementi che molti davano per bolliti e che invece stanno facendo bene il loto lavoro…
    Chi l’avrebbe mai detto?…. Rimane il rammarico per quei punti persoi con il Siena ed il Parma ma a volte delle sonore sconfitte servono a migliorare….
    Ora vorrei che si parlasse di più del nostro allenatore, della squadra e meno dei giocatori viziati e capricciosi…. Speriamo che Wes si ravveda, altrimenti “tante grazie, è stato bello e arrivederci!…”

  14. tanto siamo competitivi con i titolari quanto siamo imbarazzanti con le seconde linee. Silvestre e andato il prossimo sarà certamente Pereira, anche se la concorrenza è enorme.

    • Scrivere così su Pereira proprio dopo questa partita, la sua prima di livello, vuol dire non averla vista o non capire niente di calcio, cosa purtroppo diffusa tra i tifosi di ogni colore
      GLR

  15. Bruno da Colonia // 10 dicembre 2012 a 09:44 // Rispondi

    Vittoria ineccepibile, meritatissima, nell`Inter tutti bravi, alcuni bavissimi.
    Strama, come una vecchia Volpe, non ha lasciato scampo a Mazzarri, Rizzoli il peggiore in campo. Sauti a tutti gli Interisti, sempre forza Inter.
    Bruno da Colonia, Germania

  16. Buona partita abbiamo tenuto testa ad una grande squadra e alla fine abbiamo vinto prendendoci il secondo posto per ora, peccato avessimo avuto piu fortuna e qualche giocatore di qualita in piu in ogni reparto saremmo quasi se non alla pari della Juve. Sarei contento anche di un secondo posto la vorrei la vittoria in Europa League per poi provare a rivincer la Supercoppa Europea!

  17. E brava la Mia Inter e bravissimo Stramaccioni che ha letto la gara in maniera perfetta andando a limitare l’ottimo Napoli e colpendolo nei loro punti deboli, meritando alla fine il successo che sommato a quelli contro Fiorentina, Milan, Juve ci fanno meritare l’appellativo di “ammazzagrandi” e guadagnarci alla 16° giornata un secondo posto STRAmeritato.
    Sempre più soddisfatto di quello che stiamo costruendo, dove il merito è in larga parte dell’allenatore, veramente molto preparato dal punto di vista tattico e carismatico che ha saputo nell’ordine
    – lanciare giocatori come Juan Jesus (impressionante la prestanza fisica e la tempra) e prossimamente qualche altro giovincello
    – rilanciare Ranocchia (altra prestazione sontuosa) e da ieri sera anche Pereira (buona prestazione, ci farà comodo, anche se tutti si aspettavano un nuovo Maicon)
    – educare tatticamente gente come Guarin (gli manca ancora la fase difensiva ma quando punta la porta è un animale), Nagatomo
    -sfruttare al meglio le caratteristiche del gruppo a disposizione, rivedendo alcune sue idee iniziali e rimodellarle in base a quello che ha (vero Gasp?)
    Ovviamente tutto ciò decade di fronte al caso Sneijder (che sia una “mourinhata” per sviare l’attenzione e lavorare tranquilli?)
    Dicevano fosse bravo, lo sta dimostrando ampiamente. Farà strada (spero tanta con noi)
    Avanti Inter!

  18. Non mi sembra vero di vedere un’inter cinica,primo tempo con 2 tiri ed altrettanti gol concedendo poco al napoli(Handanovic zero parate) e secondo tempo coperti e pronti a ripartire con palo di cassano e gol tanto confusionario quanto irregolare.
    Ci voleva dopo le ultime brutte prestazioni,vittoria che aiuta sia per non perdere il passo in classifica ma che sopratutto fa morale.
    Spero che a gennaio arrivino 2,3 innesti buoni che ci possano fare un salto di qualità e permettano ai titolarissimi di rifiatare e magari uno di questi potrebbe essere anche Snejder(anche se la vedo dura).
    Concedimi di sottolineare nella buona prova collettiva della squadra quella di un giocatore in particolare:Cambiasso da centrale di difesa riesce ad unire intelligenza tattica,velocita di lettura del gioco con anticipi pressoche perfetti,buoni piedi per una ripartenza veloce e precisa;non me ne voglia Silvestre ma il primo sostituto di uno dei 3 pilastri difensivi è lui.

  19. Un applauso alla coreografia della ‘Nord’, sono sempre i migliori…sarcasmo, ironia pungente, tanto colore e tanto tifo…e come dimenticare lo spettacolo del Bernabeu con tutta la curva che diventa un altare nerazzurro…avanti Curva Nord…veramente un bello spettacolo, grande Napoli, grande Inter e monumentale Guarin!
    MRC

  20. credo che qualche interista debba ricredersi sulla bonta’ del progetto inter che, seppur con qualche battuta d’arresto continua a progredire, e questo mi fa davvero piacere, squadra matura, crescita continua del settore giovanile, non piu’ spese folli, e risultati per ora all’altezza, davvero complimenti per questa prima parte di stagione e orgoglioso di essere interista.
    Alberto

  21. Tre punti in saccoccia, gara non esaltante dal punto di vista tecnico ma sicuramente da sottolineare perché cmq checché ne dicano i lacché di vario genere noi il turnoover soprattutto a centrocampo è da mesi che non lo facciamo causa infortuni.
    Se il Napoli dovrebbe essere l’antijuve beh allora credo che lo scudo sia già a casina bella :-(
    Nonostante Cavani e Insigne ben poca cosa in difesa e centrocampo.
    Ora goidiamoci questo secondo posto serenamente consapevoli che non abbiamo aspettative più di tanto e per i soliti cronici interisti rosiconi dico che almeno per questa settimana vadano in letargo (cosi ci fanno il regalo di S. Lucia….)

  22. Beh… che dire? Credo di non aver mai visto prima d’ora l’Inter segnare su uno schema da calcio d’angolo… l’attacco è tornato efficace in rapporto alle occasioni create… Centrocampo e difesa continuano a tenere quando si gioca su alti livelli di agonismo (cioè con le ‘grandi’ squadre), magari in modo un po’ confuso ma di certo funzionale… Per una squadra in costruzione, siamo già molto avanti… e io sono felice di competere là in alto, dopo un annus horribilis come il 2011-2012. Forza ragazzi e forza Stramaccioni!

  23. Buona Inter se solo penso a qualche punto perso per strada….. comunque l’importante è esserci…. Cambiasso, Guarin e Cassano e Handa secondo me sono stati i migliori… Non male i 3 dietro.
    Quanto varrebbe questa squadra con un giocatore in mezzo al campo che sappia raccordare difesa e attacco, che sappia dare fantasia li in mezzo….
    Eri abbastanza fiducioso sul risultato di questa partita, bene hai visto giusto…. sesto senso?
    Strama rispetto agli altri allenatori quando intervistato non è mai banale, ha della stoffa…
    Forza Inter

  24. a temperatura polare, il protagonista non poteva che essere Freddy… 😉
    Un partitone condito da un assist e un gol su splendida rasoiata del solito Cassano, quello che doveva spaccare lo spogliatoio. Per ora, Antonio è Spaccanapoli ;-): unendo il suo corner al perfetto al tiro del colombiano è uscito un gol da cineteca che dopo soli 8’ ha scompaginato i piani di Mazzarri; poi il “Guaro” ha ribaltato la fiaba della Bella Addormentata svegliando il Principe (che dormiva da Juve-Inter)… Al Napoli va reso comunque l’onore delle armi perché se l’è giocata fino in fondo, anche se ho letto che avrebbe meritato di vincere perché l’Inter è stata cinica, fortunata e ha vinto solo perché la difesa ha retto agli assalti del Napoli. Boh… Doveva stendere tappeti rossi?
    Mi sono stufato di sentire questi discorsi: piuttosto Behrami andava espulso, l’1-2 era in fuorigioco, e il palo di Cassano e il bel diagonale di Palacio uscito di un nulla sono reali, non fantasie. Col “cinismo” (spesso sprecando il doppio dei gol fatti) e una difesa granitica l’Inter ha vinto dieci gare di fila, non due, e con vittime illustri. Non è “fortuna”, proprio no, e ieri l’Inter ha meritato: se è stato un “fuoco di paglia” ce lo dirà subito la Lazio… 😉

  25. Mi pare che la squadra sia risvegliata giusto in tempo per il letargo natalizio. Proprio non capisco i nostri detrattori che ci davano per spacciati prima ancora della partita!
    Mi sono piaciuti un po’ tutti e Cassano è veramente tanta roba per come sa servire assist. Una sorpresa anche la buona prova di Pereira, a parte il tentativo di suicidio finale. Ne dicevano un gran bene prima che approdasse all’Inter: stai a vedere che fa al caso nostro?
    A mio modesto avviso con un po’ più di fosforo in mezzo al campo e un ricambio di valore per il Principe l’accesso in Champions dovrebbe essere garantito.

  26. Grande carattere e determinazione.
    Ho rivisto una squadra disposta a scarificarsi, con giocatori che si sono aiutati a vicenda.
    Il gioco non sarà stato bello, ma è anche vero che Napoli ha fatto un enorme possesso palla senza avere più occasioni di noi.
    Guarin merita la copertina, ma Cambiasso e Gargano li avrei baciati in bocca!!!
    saluti da Franz

  27. Massimo Inter // 10 dicembre 2012 a 16:44 // Rispondi

    Bella e saggia partita:Cassano è l’unico in rosa a saper mettere in condizioni i compagni di pungere. Guarin ha i numeri per diventare un grandissimo. Grande paratona di Handanovic come sempre e…la non autorete di Pereira credo rimarrà negli annali enlla storia dell’ Inter e della medicina :-)
    Non mi è piaciuto l’arbitraggio e il contatto di Juan Jesus iniziato fuori dall’area di rigore sulla destra, mi ha riportato agli spettri del rigore dello scorso anno.Film visto con attori diversi e, fortunatamente, finale diverso.
    Non so se si arriverà primi, ma firmo subito per dare fastidio alla Giuve sino all’ultimo istante.

  28. Avevo sconsigliato senza Samuel la riproposizione della difesa a 3. Felice di essere stato smentito da Strama: Cambiasso nel ruolo di libero ha fatto bene in virtù del suo senso della posizione fuori dal comune. Per il resto d’accordo con te su Gargano e Pereira, anche se il terzino mi ha fatto sudare freddo sul quasi autogol. D’accordo anche con te anche sul cercare di mantenere i 4 punti dalla Juve. Al ritorno i bianconeri hanno gli scontri diretti quasi tutti fuori casa (le romane, Napoli e Inter)

  29. Silvio da Torino // 10 dicembre 2012 a 17:40 // Rispondi

    Ottima gara dei ragazzi ed ottimo risultato contro una presunta pretendente al titolo di campione d’Italia. Queste partite e vittorie sofferte servono molto ad aumentare l’autostima ed a cementare il gruppo. A gennaio spero proprio che riusciremo a vendere il buon Wes (grazie di tutto e sempre nei nostri cuori) ed a prendere qualche giocatore utile alla causa. Sono sempre più conquistato dal nostro mister e lo trovo sempre a suo agio sia in campo che davanti alle telecamere. Penso che piaccia a Moratti anche per questo. E adesso sotto con Lazio e Genoa. Sono d’accordo con GLR : anch’io metterei la firma per quattro punti ma credo che Strama se le voglia giocare entrambe per i tre punti.

  30. Rigore netto su Fantantonio “abbattuto” in area da due avversari, gol di Cavani in netto fuorigioco di Pandev, palo di Cassano, due volte davanti a De Sanctis (Palacio e Naga). E Mazzarri parla parla parla e ancora parla di occasioni a ripetizione per i partenopei …incredibile!.. Come hai detto il risultato poteva essere anche più rotondo.
    W Inter

  31. constatazione: dopo un paio di partite filate via lisce, riecco un altro arbitraggio in cui tutte le decisioni importanti da prendere (le tre da te elencate) ci sono avverse.
    l’Inter gioca a scacchi, e vince, le partite contro le avversarie più blasonate. Fatica, a volte perde male, contro quelle meno importanti. Io mi chiedo: Stramaccioni non ci mette la stessa attenzione (e credo sarebbe una cosa grave, per un bravo stratega come lui)? J.B.

  32. Stefano il "Cipe" // 10 dicembre 2012 a 18:53 // Rispondi

    Gli Orchestrali alternano ancora stonature banali a belle opere intonate, gradevoli; ma io aspetto il momento magico in cui tutti i maestri andranno a tempo e sentiranno ognuno lo strumento dell’altro……e allora sentiremo le vere sinfonie, quelle che ti lasciano con gli occhi umidi.
    AMA la PAZZA!

  33. Bene Stramaccioni con un Cambiasso messo dietro i due centrali , in pratica il vecchio libero di 40 anni fa !! Guarin finalmente nel suo ruolo , l’unico dove rende. Pereira rivedibile , Coutinho invece ancora male.
    A questo punto è chiaro come il sole che arriveranno 1 o 2 giocatori a gennaio solo se si riesce a sbolognare Sneijder senza regalarlo.

  34. ennesima vittoria con una grande dopo fiorentina juve e milan…delle prime in classifica abbiamo perso solo con la roma. bravura di strama che li carica facendoli sentire all’altezza o mentalità da provinciale che ci fa stare attentissimi in difesa, coperti e senza sbavature per poi colpire con letali ripartenze?? mah…

  35. E con gli ultimi 2 acquisti dal Porto (il giaGuaro e il guerriero maya Pereira) tutto il mio rispetto a Moratti ed entourage, suggerisco un Bonus all’osservatore che lavora sul territorio portoghese, ci tirasse fuori anche un centravanti…..
    Comunque è sempre bello sentire il parer dei biancorossoneri, nel provar a sminuire la partita gagliarda di ieri e mettersi a contare quanti giocatori “se ne stanno dietro la linea della palla”, manco fosse l’ indicatore assoluto e indiscutibile della qualità del gioco.
    E’ come attaccarsi alla % di possesso palla tanto cara a Mazzarri che ogni volta che perde si presenta bello spavaldo in sala stampa e si elogia con un bel “…ma non avete visto che la palla era sempre nostra?” Masssssììì……tanto goffi quanto acrobati sugli specchi
    Avanti così! Sacrificio & Sofferenza…Sacrificio & Sofferenza…Sacrificio & Sofferenza…
    Igor

  36. Una considerazione su Guarin…se si gioca con il tridente non possiamo permettercelo in campo…se si gioca con il centrocampo a 5 e quindi gli vengono dati meno compiti di copertura e più possibilità di pensare alla fase offensiva, con la sua forza fisica e la capacità di inserimento diventa micidiale…
    p.s Far fare il libero a Cambiasso potrebbe allungargli la carriera…

  37. Ottimo risultato senza troppe sofferenze in effetti. Mi piace Gargano che corre come un motorino, mi piace Juan Jesus che si impegna a testa bassa e ha qualità fisiche importanti.
    Una domanda: su giocatori come Jesus si fanno ancora lezioni di tecnica e tattica?
    A me, scarpone come pochi, facevano fare un sacco di sedute tecniche e devo dire che qualche piccolo passo in avanti lo ho fatto.
    Tu che avrai visto molti allenamenti magari mi puoi rispondere. Secondo me vale la pena lavorarci, perchè il ragazzo ha valore ma deve migliorare, altrimenti sarà sempre costretto ad essere al massimo della forma e a non risparmiarsi mai per dare il meglio.
    Forza Inter!!

    • Purtroppo sono finiti i tempi in cui Liedholm accoglieva dalla Lazio un certo Mauro Tassotti coi piedi fatti col marmo di Carrara e lo metteva per otto ore al giorno a palleggiare contro il muro facendone nel giro di un paio d’anni uno dei terzini destri più tecnici d’Italia
      GLR

  38. Bravi, bravi, bravi! Stavolta se lo meritano, nessuno escluso. Pereira per la prima volta in stagione ottimo (finalmente), Cambiasso in difesa straordinario, Cassano e Milito molto bene, Guarin supremo. Detto questo, ce ne vuole ancora per raggiungere la Juve. Smettiamola di perdere punti con le partite in cui non troviamo stimoli e motivazioni. Con Lazio e Genoa bisogna mangiare l’erba! C’è solo l’Inter!!!!!!
    Un saluto e complimenti, GLR!
    Davide

  39. io mi chiedo ancora da dove sia partito Guarin e la funzione matematica della traiettoria del cross di Cassano…

  40. tutti stanno elogiando e giustamente la partita di Guarin, spero però capiscano che il ruolo nella partita col napoli non è di fare il trequartista, ma il mediano con la propensione ad attaccare e sopratutto di difendere. pereira mi è piaciuto (già con il palermo), ma sembra che abbia più le caratteristiche per fare il mediano che l’esterno di sinistra (premetto che non lo conoscevo) ma per fare la fascia è inadeguato.

  41. Grande partita tattica di Strama secondo me…Di fatto ha annullato il vero spacca partite del Napoli che è Hamsik. Non ha dato tanto campo alle ripartenze letali dei partenopei ed ha gestito la partita con i soli due cambi possibili a disposizione. È poi grande cuore di tutti i giocatori. Se poi Rizzoli fischia il minimo sindacale non si soffre nemmeno fino al 93°, così per dire…

  42. Con un po’ di sofferenza ma alla fine l’abbiamo portata a casa. Mi piacerebbe vedere ancora lo stesso tipo di squadra e di impostazione tattica anche nelle prossime trasferte, sono convinto che se fossimo partiti così anche contro Atalanta e Parma con due pareggi in più e due punti in più (che non fanno così schifo) saremmo stati a soli due punti dalla vetta. Per me Stramaccioni deve solo capire che nei momenti di difficoltà, che in un campionato ci stanno, bisogna partire con formazioni più accorte anche contro le squadre della parte destra della classifica, bisogna partire con due attaccanti così da non bruciarci subito il cambio dei tre attaccanti, mantenendo forze fresche in attacco anche nei secondi tempi delle partite perchè purtroppo Cassano e Milito dopo 50 minuti di gioco sono già alla canna del gas. Mi riterrei soddisfatto pure io se facessimo 4 punti nelle prossime due partite, speriamo e FORZA INTER!!!

Lascia una risposta

Le 4 regole del commentario:
1. Siate educati: i commenti ad personam saranno ignorati
2. Scrivete in italiano, il congiuntivo non è una malattia degli occhi!
3. Non è una chat: se volete conversare tra voi, io che ci sto a fare?
4. La lunghezza del commento non può superare i 500 caratteri (spazi compresi)
Viva l’Inter!


*

 caratteri disponibili